sabato 1 marzo 2008

Del Cammino NC... o dell'esclusiva...

Ho spiegato nell'ultimo post della pagina precedente che la consideriamo "chiusa" perché abbiamo parlato - senza averne riscontro ma in compenso subendo i soliti disturbi e meschinerie - di una cosa troppo grande e troppo bella come il Sacrificio del Signore Gesù per noi e per la nostra Salvezza...

Apriamo la nuova discussione con le seguenti considerazioni di un lettore:
"Kiko, che non può dirsi cattolico, non crede (e lo dice chiaramente!) che il battesimo, ex opere operato infonda la grazia santificante e con essa le virtù teologali. Per Kiko il battesimo è una conferma della fede comunitaria, che produce frutti, a seconda del contesto. In una famiglia neocat, ha frutto. Altrimenti, probabilmente no. O almeno, non necessariamente, dato che per Kiko, la constatazione del fatto che vi siano molti cattolici che abbiano abbandonato la pratica, deriva appunto dal fatto che il loro battesimo, non ha avuto alcun effetto. Quanta distanza in ciò dalla fede cattolica, e quanto malcelato hegelismo. Per cui, kiko vuol sostituirsi alla Chiesa, e "aggiusta" a modo suo, i riti che secondo lui non hanno effetto: battesimo, catecumenato, messa, penitenza...
Giova ricordare, che anche Lutero la pensava così (soprattutto sul sacramento della penitenza...), e che anche lui ha né più né meno, riformato i riti che lui credeva poco efficaci. Che vi sia un punto di contatto tra i due è innegabile, e la conferma, sono le parole di elogio che kiko fa verso Lutero (e in contemporanea di disprezzo verso san Carlo Borromeo e il concilio di Trento)."

210 commenti:

1 – 200 di 210   Nuovi›   Più recenti»
lara ha detto...

Questo è frutto di uno dei tanti 'sistemi psicologici funzionali', in questo caso quello delle associazioni delle parole più impiegate dalla chiesa.

Non per altro si chiama 'cammino' (termine più usato nell'ambito religioso) ma che con il tempo i nc prendono come proprio ed ogni qualvolta la si nomina la parola e anche quando vien espressa dal Santo Padre, uno sente di rispondere 'si, Santo Padre io ci sto', 'io lo faccio quel cammino del quale lei parla' ... e così via. Questa è stata furbizia da parte dell'iniziatore per provocare continuii impatti e non sono certamente termini propri.

I termini propri se ci fate caso sono invece quelli nascosti : tappe-passaggi ... decime ... scrutini ...

Non ho mai sentito questo in qualche movimento ecclesiale o catechesi 'sana-normale'.

Questi sono termini propri!

Anonimo ha detto...

Vogliamo finirla una volta per tutte col ritenere che tutte le volte che il Papa parla di "catecumenato" si riferisca al Cammino NC e tutte le volte che usa la parla "cammino" idem?
Vogliamo anche finirla col ritenere che tutte le cose vere e belle che il Papa giustamente mette in risalto siano una prerogativa esclusiva del Cammino NC ed avvengano soltanto in esso?
Oppure che ci sia chi è "destinato" ad essere figlio di Dio e chi no, come insegna (testuali parole) ilsuo iniziatore?


QUESTO LO FATE ANCHE VOI!!
VOI PRENDETE FRASI DEL PAPA E LE STRUMENTALIZZATE PER PARLARE MALE DEL CAMMINO, COME SE LE STESSE SI RIFERISSERO SOLO AL CAMMINO E NON A TUTTO IL POPOLO DI DIO.
QUINDI...
GUARDATE ALLA VOSTRA TRAVE!!

BUONA PASQUA!

mic ha detto...

Cara Lara, scusa se ho sostituito l'articolo togliendo la sottolineatura ricevuta oggi, ma alla fine poco 'polposa' per la nostra analisi della realtà NC, con un testo più adatto ad ulteriori approfondimenti.
In particolare, domani ormai, vorrò citare cosa dice Carmen sul peccato e sulla riconciliazione...

lara ha detto...

Oh, Mic non avevo visto che l'avevi cambiata, allora togliamo il mio post, perchè altrimenti non si capisce a cosa si riferiva.

mic ha detto...

Il nostro anonimo richiama in causa il messaggio che avevo tolto e allora mi dà l'occasione per parlarne...

Le sottolineature del Papa (ed altri) che estrapoliamo noi, riguardano verità di fede e comportamenti EVIDENTEMENTE DIFFORMI da quello che si insegna e si pratica nel cammino, quindi non sono strumentali, sono funzionali e di conferma di quello che andiamo denunciando

mic ha detto...

Lara, va bene così... visto che adesso si capisce?

Uriel ha detto...

scrive Mic nel commento introduttivo

"..chi è "destinato" ad essere figlio di Dio e chi no, come insegna (testuali parole) ilsuo iniziatore"

Riflettevo su queste cose giovedi sera tornando a casa dopo avere partecipato all'Eucarestia a San Gregorio ai Muratori, chiesa dove si celebra con il rito tridentino.

La cosa che mi colpisce di piu' in quella piccola chiesa e' come riesca a sentire piu' che altrove la presenza del Signore. Eppure stiamo parlando di celebrazioni per pochi affezionati dove
non si ascoltano catechesi, risonanze o omelie super, ma semplicemente si percepisce la presenza del Signore. Un luogo quasi fuori dal mondo, mi veniva da pensare, un santuario al centro di Roma sconosciuto ai piu'.

E pensavo come uscendo dal cammino avessi rifiutato la chiamata del Signore; eppure mi ritrovavo tornando a casa con un pensiero fisso: Il Signore non mi ha abbandonato, e mi sentivo Figlio di Dio come forse non mi sono mai sentito in tanti anni di cammino.

Ecco giovedi sera 28 febbraio 2008, dopo aver partecipato ad una Eucarestia per "nostalgici" ho scoperto definitivamente che si puo' essere destinati ad essere Figli di Dio anche al di fuori del cammino neocatecumanale!!

E ringrazio la simpatica nonnina che per la prima volta mi porto' in quel santuario regalandomi anche un bel messale con la doppia traduzione latino italiano.

lara ha detto...

Dopo Lutero ... chi legge il mio post non capisce, cosa ci azzecca ...
Vedi tu... se ritieni così? lascia pure.

mic ha detto...

Caro Uriel,

ci hai fatto condividere il tuo stato d'anino e la tua intuizione molto bella che secondo me è un dono... ma che ti sei messo in condizioni di rievere con le tue scelte, non ultima quella di immergerti nel "mistero" quello autentico...

A me è capitato giovedì pomeriggio a Via Urbana, dove sono stato per la prima volta, e mi sono ricordato la tua affermazione di qualche giorno fa, che mi ha confortato non sai quanto: "Il Signore si è già costruito la Sua roccaforte"!

mic ha detto...

"Dopo Lutero ... chi legge il mio post non capisce, cosa ci azzecca"

ma dopo l'assist di Anonimo, si capisce!

mic ha detto...

"Ecco giovedi sera 28 febbraio 2008, dopo aver partecipato ad una Eucarestia per "nostalgici" ho scoperto definitivamente..."

"nostalgici" o veri adoratori?

Uriel ha detto...

"nostalgici" o veri adoratori?

la completerei con

"nostalgici" o veri adoratori in Spirito e Verità.

Purtroppo il sentore che ancora c'e' rispetto alla alla Messa di sempre e' quello tra virgolettato, di una cosa per nostalgici.

La verità e' che il mistero, meglio l'Amore di Dio per noi uomini trascende la nostra comprensione.
Quante volte durante gli anni di catecumenato ho concepito la Messa della domenica come un qualcosa di inferiore di categoria! Figurati una Messa celebrata con le spalle al popolo, che nemmeno sapevo esisitere ancora!!

Eppure il Signore ha voluto per me qualcosa di piu'; ed oggi il Vangelo della Samaritana,comincia ad avere un nuovo significato, e cioe' la possibilità di adorare il Signore nel suo nuovo Tempio e sperimentare per un tempo breve la Comunione con Lui.

Anche in quel continuo inginocchiarsi (vietato nel cn perche' solo gli schiavi si inginocchiano), ci ho visto la possibilità di essere una figlio che si accucciola davanti al papà.

E fare la Comunione in ginocchio alla balaustra... si entra in un'altra dimensione spirituale: tu con i tuoi peccati ai piedi della croce ed il Signore che scende per te ed a te si dona.

Il Signore ci illumini, benedica e doni gioia ai nostri cuori

Anonimo ha detto...

1 - il papa elogia i neocat perché è male informato
2 - nella curia ci sono pressioni tremende sul papa (chissà da quali diabolici cardinali) per fare approvare gli statuti
3 - le icone di kiko nascondono simboli inquietanti e sinistri (il codice arguello...)
4 - guai a chi dice "mangiare la pasqua"
5 - se gli statuti verranno approvati sarà la dimostrazione che la chiesa non è più cattolica e disunita...

siete liturgisti, custodi della fede, del magistero, esperti di iconografia...

ragazzi, lo ribadisco, secondo me qua siete sprecati.

dovreste fare come in inghilterra dove hanno un governo ombra e mettere su una curia-ombra, con il liturgista, il custode della fede, l'addetto ai rapporto con i laici...

mic può fare il papa ombra.

chissà, magari questa povera chiesa strapazzata da kiko allora si potrà salvare!

buona fortuna (ne avete bisogno)

Anonimo ha detto...

kirikiki'

scusate cari Nc ma non dovevate essere approvati la settima scorsa?!!!
Per l'ultimo anonimo:
Dimostri soltanto la tua ottusita' e nient'altro! speriamo l'angolo si allarghi. Buona fortuna!! (Ne hai bisogno)

Anonimo ha detto...

"Dimostri soltanto la tua ottusita' e nient'altro! speriamo l'angolo si allarghi."

?? che l'angolo ottuso si allarghi? o mio Signore benedetto...

mi raccomando, fate la curia ombra ma non andate a insegnare geometria.

Anonimo ha detto...

40 anni di cammino

40 anni di deserto pieni di tentazione per la Chiesa

kiko dice al Papa: fai come dico io e avrai tutto il mondo sotto la tua finestra a cantare tu sei il più bello..

Anonimo ha detto...

scusate se mi intrometto nelle vostre dotte discussioni ma volevo portate la mia esperienza.
sono nel cammino neocatecumenale da trenta anni.ho terminato il percorso neocatecumenale ed ho rinnovato le promesse battesimali davanti al mio Vescovo.ho sempre obbedito alle direttive del mio parroco ,del mio Vescovo, anche per quanto riguarda l'Eucarestia.
non ho mai dato del pazzo o del venduto al Papa ne' ai Vescovi come invece vedo fare da molti di voi su questo blog.
credo come tutti i neocatecumeni che conosco nella reale presenza di Cristo nel pane eucaristico,ho un totale rispetto per esso.amo la chiesa come una madre che mi nutre con la Parola e i sacramenti.
il cammino neoc e' stato un mezzo per conoscere piu' profondamente Cristo e la sua Chiesa.
nessuno mi ha fatto il lavaggio del cervello anzi ,in molti casi ho criticato certe scelte degli iniziatori ma cio' non toglie nulla alla validita' di questa esperienza.
pregherei quegli anonimi nc che trattano a male parole gli altri di essere piu' rispettosi. un tale tanti anni fa' diceva"amate i vostri nemici fate del bene a coloro che vi odiano"
la pace del Signore risorto sia con tutti voi

La pulce ha detto...

COMUNICATO STAMPA DALLA DOMUS AUREA GALILAEAE.


E' ripreso ieri mattina il conto alla rovescia pèer l'approvazione dello statuto neocat ad opera del grande pallottoliere meccanico sito nella sala ovale. Lo stesso è stato programmato in modo che le palle che vengono rilasciate ( e che vengono raccolte con molta cura da St. Piscicedda di Paparazym.org) scendano una ogni ora anzichè una ogni minuto,come accadeva fino a qualche giorno fa.

El senor Kirikus e Dona Carmenita hanno deciso di costruire un ippodromo nelle pertinenze della Domus per dedicare il loro tempo libero all'ippica.

Uriel ha detto...

Per anonimo delle 3:02
Ma l'Eucarestia e' Santo Sacrificio?
Se lo e' perche' celebrare in maniera difforme dalla Chiesa? Perche' sostituire l'Altare con la mensa?
Perche' celebrare in luoghi non sacri?

mic ha detto...

"non ho mai dato del pazzo o del venduto al Papa ne' ai Vescovi come invece vedo fare da molti di voi su questo blog."

come al solito, ad un certo punto del percorso, quando gli argomenti non ci sono (in effetti in kilometri dipost non si può dire che ne abbiamo visti) ecco lo spot pubblicitario con, in mezzo, colpi di fioretto ben assestati...

Nessuno di noi ha dato del venduto ai vescovi né tanto meno al Papa...
In alcuni casi, e non è il nostro argomento preferito, si è parlato del comprovato vezzo del cammino di "ungere delle ruote" per farle girare a proprio favore, e questo è un FATTO, non una nostra illlazione...

Poi abbiamo parlato di tante altre cose, ci si definisce ironicamente Liturgisti e adesso gli abili mestatori si sono inventati la curia fantasma e mic papa, senza pensare che si stanno specchiando perché c'è in fondo qualcuno che papa non è ma che "fa" il kiko papa col suo "Vaticano" (ricordate quando riceve centinaia di vescovi alla Domus?) quando parla col vezzo di impugnare il pastorale con l'orrida croce inventata da lui?

E si viene a parlare di papato e di curia in questo 'luogo' di Battezzati credenti cattolici che confessano con convinzione gli insegnamenti della Chiesa e, se parlano di Liturgia cattolica, è perché l'hanno assimilata profondamente e hanno sempre presente il Magistero e non parlano da loro stessi come invece fanno i vostri iniziatori?

Non lo avete capito che potete usare tutte le iperboli che volete, ma non ci casca nessuno, perché qui nessuno parla con autorità autoimposta, ma se c'è della credibilità viene fuori da quello che diciamo, che rispecchia esattamente quello che professsiamo nella Chiesa di Cristo che non ci sembra la stessa di quella di Kiko?

mic ha detto...

"pregherei quegli anonimi nc che trattano a male parole gli altri di essere piu' rispettosi. un tale tanti anni fa' diceva"amate i vostri nemici fate del bene a coloro che vi odiano""

grazie per la difesa dagli anonimi insultanti, ma l'altro colpo di fioretto di "coloro che vi odiano" te lo potevi risparmiare, perché noi non odiamo nessuno, ma disapproviamo e denunciamo quello che vi insegnano e vi fanno praticare. Punto.

mic ha detto...

"siete liturgisti, custodi della fede, del magistero, esperti di iconografia..."

Tutte e tre le cose più di kiko e dei suoi adepti certamente.

Sono sicuro che la tua cultura ti fa conoscere i canoni iconografici e ti fa comprendere come kiko non li rispetti. Va bene che lui stesso dice di ispirarsi all'arte moderna: ma allora in questo caso non si può parlare di "icone sacre", nessuna delle quali, quando rappresenta Cristo (a prescindere dai colori e dai simboli canonici e la presenza di altri elementi a dir poco "inquietanti") ha MAI la croce dell'aureola. Inoltre non lo sa il tuo iniziatore che i veri iconografi non firmano le loro opere?

Donato ha detto...

Il tema è interessante e spinge ad alcune considerazioni.
In fondo, per recuperare alla pienezza e alla norma della Chiesa i neocatecumenali basterebbero pochi mirati obblighi per essi:

- di non diffondere una interpretazione delle Sacre Scritture difforme da quella della ordinaria della Chiesa

- di non fare catechesi, lasciando queste ultime alla competenza dei sacerdoti

- di non riunirsi e celebrare separatamente dagli altri fedeli, in orari inusuali e con rito difforme da quello cattolico ordinario

- di non proporre interventi architettonici o "artistici" sui luoghi e spazi sacri

- di non introdurre nella Chiesa simboli appartenenti ad altre fedi o inventati di sana pianta

- di non attuare percorsi formativi di lungo periodo con selezioni e scrutini degli aderenti

- di non richiedere donazioni in denaro o beni che non vadano direttamente ed esclusivamente alle iniziative curate dalla Chiesa attraverso specifici organismi (Caritas, Opere missionarie, ecc.)

Ecco, se i neocatecumenali accettassero queste prescrizioni, potrebbero tranquillamente far parte della grande famiglia cattolica.

Ma vi sono forti dubbi che accetterebbero, perchè gli argomenti elencati sono il cardine della loro predicazione, la loro stessa ragion d'essere.
Non si capisce il neocatecumenato se si dimentica che è sorto con un obiettivo ben preciso:
rifondare la Chiesa e la fede cattolica su nuove basi, spcificamente meditate e progettate dai capi ed ispiratori del Cammino neocatecumenale.

Chiesa e Cammino sono antitetici fra loro.

Ed è talmente vero che se anche il Papa li scomunicasse domattina, continuerebbero a riunirsi, predicare e celebrare secondo il loro uso proprio perchè si sentono investiti di una missione salvifica per sè stessi che ritengono più importante della Chiesa stessa e della fede cattolica, ritenendosi loro i destinatari autentici del messaggio di salvezza.

Sono queste le basi indifferibili su cui si fonda l'esclusiva neocatecumenale.
Dentro o fuori la Chiesa continueranno a ritenersi e comportarsi da diversi, esattamente come qualsiasi setta religiosa.
E' noto che non esiste una sola setta al mondo che non predichi la differenza, l'esclusività del proprio credo e la predestinazione per i propri adepti, in contrasto ed alternativa alle rispettive chiese ufficiali.

Il cammino neocatecumenale è dunque una setta religiosa alternativa alla Chiesa cattolica e portatrice di un progetto in parte sostitutivo, in parte rifondativo di essa.

Le difficoltà sull'approvazione degli statuti risentono della coscienza, da parte della Curia romana non favorevole al Cammino, di tale intrinseca fisionomia.

UD ha detto...

Il logico corollario delle riflessioni proposte da donato è che il neocatecumenato non solo debba essere tenuto fuori dalla Chiesa ma anche combattuto, esattamente come si farebbe con una pericolosa deriva eretica diffusasi micidialmente tra i fedeli.
Insomma, mi sbaglio o si sta dicendo che non solo la Chiesa non dovrebbe tollerare il CNC ma sta perdendo tempo prezioso invece di combatterne l'infiltrazione nelle diocesi e nelle parrocchie?
Ma come potrebbe agire in tal senso se nella Chiesa stessa operano i seminari Redemptoris Mater, centri autorizzati in cui si formano novizi al credo neocatecumenale?

Mi sembra una contraddizione simile a quella dello Stato che controlla il monopolio del tabacco e poi fa le campagne contro il fumo...

Anonimo ha detto...

..............merda..solo merda in questo blog..........

Francesco ha detto...

Questo blog sta stretto ai neocatecumenali e a quanti come loro attentano apertamente all'integrità della Chiesa Cattolica, con disubbidienze eclatanti e posizioni di antagonismo sfacciate.

Ne è una dimostrazione il fatto che tutti i neocatecumenali che si affacciano qui,anzichè argomentare serenamente le loro posizioni, sputano venelo e insolenze, simili a quelle raccolte nel blog parallelo che mi pare una "summa" di tutto il modo di fare e di essere dei neocatecumenali.

mic ha detto...

"Ma come potrebbe agire in tal senso se nella Chiesa stessa operano i seminari Redemptoris Mater, centri autorizzati in cui si formano novizi al credo neocatecumenale?"

Questo è un grande sconcio a cui sarebbe indifferibile opporre un rimedio.

Io non parlerei tanto di "cambattere" i NC, quanto di riconoscere come NON CATTOLICO il Cammino dichiarandolo ufficialmente tale; il che non significa eliminarlo perché potrebbe continuare ad esistere ma non potrebbe continuare a dichiararsi chiesa cattolica

Questo non significa "combattere", significa espellere dalla Chiesa un corpo estraneo che vi si è insinuato con l'inganno.

La difficoltà sta nel fatto che ha invaso molti gangli vitali della Chiesa e tessuto "trame" a tutti i livelli

mic ha detto...

"Mi sembra una contraddizione simile a quella dello Stato che controlla il monopolio del tabacco e poi fa le campagne contro il fumo..."

questa è una contraddizione solo virtuale, che sarebbe reale se il cammino davvero facesse parte della Chiesa. Ne fa parte solo formalmente per alcune pseudoapprovazioni estorte e per la propria autoinvestitura fin dall'inizio, ma chiunque con po' di consapevolezza può in coscienza pensare che il cammino possa far parte del "Corpo mistico" di Cristo?

Fedele ha detto...

Le affermazioni di UD hanno il loro peso nella misura in cui la Chiesa è fortemente inquinata dall'eversione e dalle eresie neocatecumenali

Anonimo ha detto...

quello che secondo me non capite è che di nc obbedienti a kiko (quelli contro cui vi scagliate) qua ce ne sono ben pochi -- se fossero così ubbidienti, ubbiderebbero ai loro catechisti che raccomandano di non andarsi a impelagare in battibecchi su internet.

quelli che vengono qui sono spesso ragazzini che vengono qua per farsi due risate insieme magari dopo la celebrazione, perché sanno che basta una frecciatina ironica per scatenare risposte infuocate dall'effetto comico (specialmente se lette dopo un paio di birre di troppo).

capite cosa intendo, voi volete parlare di dettagli liturgici ma la gente che viene qui non ne sa nulla di queste cose, e quelli che ne sanno qualcosa non si sognano di venire a discuterne qui.

Anonimo ha detto...

'siete liturgisti, custodi della fede, del magistero, esperti di iconografia...'

Hai dimenticato il canto!

Anonimo ha detto...

comunque io, da ciellino con simpatie neocat per ragioni di amicizie varie, finché si tratta di divertirmi posso venire a dare un'occhiata a questo sito perché i miei amici si vantano e mi dicono "vai a vedere cosa ho scritto ieri sera e cosa mi hanno risposto! sono troppo mitici...", ma se voglio andare a vedere se i neocat sono una setta o meno è chiaro che non vengo a chiederlo a voi -- con tutto il rispetto, ma non so chi siate, e siete troppo polemici per suscitare in me un senso di fiducia -- ma vado su www.vatican.va e cerco "neocatecumenale" e vedo cosa viene fuori da lì. finora non ho visto niente che mi abbia indotto a stracciarmi le vesti: elogi, correzioni, ma niente che mi faccia pensare a una setta.

Anonimo ha detto...

"'siete liturgisti, custodi della fede, del magistero, esperti di iconografia...'

Hai dimenticato il canto!"

hai ragione anonimo, è che anch'io ogni tanto corro il rischio di sottovalutarli!

errata corrige:
"siete liturgisti, custodi della fede, del magistero, esperti di iconografia e di musica sacra..."

Anonimo ha detto...

"siete liturgisti, custodi della fede, del magistero, esperti di iconografia e di musica sacra..."

Ecco, ora va meglio! Però dispiace che tu e insieme ai tuoi amici scegliete (e vado per ordine) quelle distorte, quella sbagliata, quella inventata, quella scarabocchiata e quella strillata... :(

mic ha detto...

"finora non ho visto niente che mi abbia indotto a stracciarmi le vesti: elogi, correzioni, ma niente che mi faccia pensare a una setta."

stai parlando da ciellino e quindi da esterno al cammino. Noi invece il cammino lo abbiamo conosciuto dall'interno. Quindi, se non sai chi siamo, non per questo puoi delegittimare quello che diciamo, senza almeno fare il raffronto tra le realtà NC e quelle delle Chiesa da noi espresse. Almeno queste ultime le dovresti ben conoscere... Esse, chiunque noi siamo, sono quelle che affermiamo noi e su questo non ci piove perché è l'unica cosa di cui siamo sicuri... su questo blog e al nostro sito, non scordarti, collaborano non solo fedeli praticanti e 'formati' nella e dalla Chiesa e di cui la Chiesa conosce nomi e cognomi, ma anche sacerdoti non formati nei seminari RM... quindi non c'è nessun pressapochismo e c'è tanto amore per la Verità e per la Chiesa, quella VERA

Comunque anche questo tipo di intervento è un deja vu... ci stanno riproponendo tutto il repertorio ;)

mic ha detto...

"capite cosa intendo, voi volete parlare di dettagli liturgici ma la gente che viene qui non ne sa nulla di queste cose, e quelli che ne sanno qualcosa non si sognano di venire a discuterne qui."

capisci cosa intendo:

1. quelli che chiami "dettagli liturgici" sono il cuore della fede cattolica... è più che evidente che qualunque NC che capiti da queste parti non ci capisca nulla, dato che non gli vengono insegnate

2. quelli che ci capiscono qualcosa sono venuti, sono costantemente in vedetta, uno di loro sei proprio tu

3. noi parliamo per chiunque è in grado di ascoltare, soprattutto per chi non è informato e, non conoscendo nulla del cammino, corre il rischio di cascarci. Almeno cerchiamo di limitare i danni

Anonimo ha detto...

io non sono in grado di delegittimare nessuno, dico semplicemente che se voglio farmi un'idea dei neocat mi fido del sito del vaticano ma non del vostro, anche perché avete toni troppo polemici e apocalittici che mi sembrano un po' comici.

date del fanatico anche a chi vi scrive in modo pacato e cadete nelle trappoline di chi vuole dimostrare che vi date troppa importanza (vedi quelle battutine sui liturgisti, e il modo in cui avete risposto) --> tutto questo fa pensare che siate un po' ingenui, e che ne sappiate di meno di quanto dite.

Gert ha detto...

All'anonimo ciellino con simpatie neocatecumenali...


...per quanto mi concerne ho detto sempre e ripetuto che alcuni dei fastidiosi neocatecumenali che si affacciano a questo blog non sono altro che ragazzini (alquanto effeminati oltre che maleducati)figli
di neocatecumenali,con lo scopo di divertirsi non solo alle spalle di chi scrive su questo blog,ma soprattutto dei loro genitori che,al di là della comunità, non hanno fatto loro vedere nulla della Chiesa e del buon vivere.

Ciò non toglie che oltre a loro, si siano fatti e si fanno presenti spe3sso dei neocatecumenali adulti che nella relazione dialettica con chi scrive su questo blog manifestano tutta la loro grossolanità oltre che la loro mancanza di educazione alla vera dottrina cattolica. Costoro si fanno individuare benissimo e(sia detto per inciso)qualcuno di loro che ha foraggiato i più giovani nella creazione del blog parallelo dove con nomi e cognomi si diffamano persone, si aspetti presto la visita a casa della polizia postale.

Anonimo ha detto...

"quindi non c'è nessun pressapochismo e c'è tanto amore per la Verità e per la Chiesa, quella VERA"

uno dei modi più sicuri per evitare l'accusa di pressapochismo (sic) è quello di andare a controllare sul vocabolario l'ortografia delle parole difficili prima di usarle...

veritatisamor ha detto...

Anonimo CL perche' non ti dai un nick?
Non e' che ci voglia un grosso sforzo.
Se no ti battezzo fin da ora AnonimoCL.
Allora AnonimoCL
senza divagare sul nulla o sui 4 presunti
ragazzini NC che si fanno due risate
alle spalle del blog
perche' non ci dici cosa pensi del fatto
che i Neocatecumenali da 3 mesi contravvengano al richiamo ufficiale
del Papa sulla liturgia eucaristica?
La tua opinione da esterno (se sei veramente quello che dici di essere) in proposito
ci puo' interesssare. Le considerazioni che hai fatto finora sono abbastanza scontate...

infantilismo ha detto...

anonimoCL
ti appelli all'ortografia
ora? Quanti anni hai scusa? 13?
Sei forse proprio uno di quei ragazzini
di cui si parlava prima?

Umberto ha detto...

In tutta coscienza come può una persona che fa parte di Comunione e Liberazione, che si ispiri al pensiero e all'opera di don Giussani, provare simpatia per un movimento che non solo contraddice l'azione e l'opera del grande sacerdote ma è nei fatti quanto di più lontano si possa immaginare dallo spirito di fedeltà alla Chiesa che è alla base di CL?

Peraltro, si tratta di simpatie manifestate anche dagli appartenenti ad altri movimenti tipo RnS e perfino da ordini religiosi, in contraddizione con la regola interna ed il giuramento di fedeltà.

La fidelizzazione degli ordinati e la coerenza con il loro Ordine deve essere diventato un serio problema se il Santo Padre ha richiamato pubblicamente l'esigenza di una riscoperta dello spirito autentico e delle norme che presiedono ciascun ordine ecclesiale.
Per il momento ha cominciato con i Gesuiti.
Fra non molto toccherà ai Domenicani e ad altri, viste certe derive dottrinali e di prassi assunte da loro esponenti in Olanda e altrove...

mic ha detto...

"--> tutto questo fa pensare che siate un po' ingenui, e che ne sappiate di meno di quanto dite."

siete di una maeschineria troppo scoperta nelle vostre tattiche, perché noi potremo anche essere ingenui, il che significa che siamo quelli che siamo e non usiamo tattiche come fate voi...

qui non è in ballo quello che sappiamo che non sappiamo, se siamo o non siamo liturgisti ecc. ecc. qui si tratta di dare il giusto valore a quello che diciamo.

Nessuno di noi si è dichiarato "liturgista", siete voi che ci avete apostrofati così ironicamente... però ognuno di noi parla di liturgia nella misura in cui la conosce e la vive nella Chiesa e se forse ascoltaste una virgola delle testimonianze che qui vengono date a questo proposito, non potreste rimanere indifferenti e refrattari come siete a tutto quello che diciamo, di cui andate a cercare l'ingenuità, la virgola fuori posto, e quanto altro sia utile a denigrarci perché chi legge superficialmente ci possa cascare...

La vera domanda da porsi è: perché tutti i vostri interventi anche gli ultimi, non entrano mai nel merito e vanno dritti all'annichilimento dlel'interlocutore? Tipico comportamento in ambito NC: annichilimento e massificazione.
Ma con noi non attacca... le vostre tattiche sono fin troppo trasparenti e riconoscibili

lara ha detto...

Oggi sull'Osservatore Romano c'è l'articolo di quanto ne abbiamo parlato giorni fa sulla chiesa slovacca ... invito a vedere il sito http://www.cristonelfreddoest.net/ . Se cliccate a sinistra su Slovacchia si può conoscere la sofferenza per la quale ha dovuto passare e la debolezza nella quale si ritrova ora .... e in questo terreno così delicato si stanno 'accomodando' i nc? Veramente non ci capisco più nulla!

Signore proteggi e tieni a cuore più che mai questa terra e i tuoi fedeli!

lara ha detto...

"siete liturgisti, custodi della fede, del magistero, esperti di iconografia e di musica sacra..."


Di certo molto più di quanto lo sia o voglia essere kiko, sicuramente!
Ma se non lo volete vedere, cosa ci possiamo fare?

Leonardo ha detto...

A proposito di queste simpatie pro-neocatecumenali.
Viviamo nella società dello spettacolo e la spettacolarizzazione della fede è uno degli strumenti principali della strategia neocatecumenale, tanto autoreferenziale e propagandista in pubblico quanto chiusa e selettiva nelle pratiche comunitarie.

E' indubbio che i capi neocatecumenali sono quelli che meglio di tutti gli altri movimenti sanno sfruttare l'apparato scenografico (palchi, passerelle, aggregazioni in massa, chiamate alle vocazioni sotto i riflettori, esternazioni pubbliche, il microfono brandito come se fosse un filo diretto con il Paradiso,ecc. ecc.).
Niente di nuovo, per chi conosce le tecniche della propaganda religiosa di area statunitense, ma del tutto ignote agli altri.

Così gli ignari movimenti e gli ordini subiscono una certa fascinazione ad opera dei neocatecumenali, sono colpiti e messi in soggezione da tanta baldanza e compattezza, ignorando tutte le gravi problematiche sottese al CNC.
Si fermano alle apparenze, ignorando del tutto le storture di ogni genere praticate e vissute da quelle parti.
E se gliele si fanno notare, la reazione è del tipo dell'anonimo CL che qui si è affacciato.

Lara ha detto...

Lo show va fermato! La Slovacchia deve essere tutelata e protetta da tutte le incertezze nc, non possiamo portare l'inquinamento altrove o ripetere gli errori per accativare la massa alla dottrina cristiana, usando metodi kikiani ecc.ecc.

Perchè non ha fatto i 'bigliettini' con su la 'figura' che abbiamo visto qui l'altro giorno? e no, troppo evidente per ingannare, no?

AnonimoCL ha detto...

grazie del suggerimento per il nick (anche uno dei post che mi è stato attribuito non era mio), lo faccio mio.

"perche' non ci dici cosa pensi del fatto che i Neocatecumenali da 3 mesi contravvengano al richiamo ufficiale del Papa sulla liturgia eucaristica? La tua opinione da esterno (se sei veramente quello che dici di essere) in proposito
ci puo' interesssare."

la mia opinione è "chissenefrega"... sarà il vaticano
a decidere se i neocat hanno contravvenuto e cosa questo comporta... la tirano per le lunghe, ma prima o poi qualcosa dovranno ben dire.

ho fiducia nella chiesa, e sono sicuro che il papa e i cardinali decideranno per il meglio. se questa decisione sarà di sciogliere il cammino, pazienza, vuol dire li inviterò alle nostre riunioni...

felice ha detto...

"nessuno mi ha fatto il lavaggio del cervello anzi ,in molti casi ho criticato certe scelte degli iniziatori ma cio' non toglie nulla alla validita' di questa esperienza."

il mitico Steven Hassan scrive:

"Se foste sotto il controllo mentale da parte di qualcuno sareste in grado di accorgervene?"

Molti affermano che l'adesione a determinate realtà sia frutto di una scelta libera: l'adesione più che libera è spontanea.

Si parla di controllo mentale come qualcosa che viene esclusivamente dall'esterno.

Per definizione "controllo mentale" è sinonimo di "attenzione interna" cioè : concentrazione su un pensiero o un flusso di pensieri particolari ignorando quelli irrilevanti o potenzialmente disturbanti.

in breve: la stimolazione (o meglio induzione) è comunque esterna, il processo cognitivo correlato è una responsabilità del soggetto in prima persona. "Io decido di aderire dopo essermi reso conto che se agisco in un determinato modo (risposta + eventuale rinforzo) posso ambire ad un traguardo (esito) potenzialmente appagante per la mia felicità personale escludendo ciò che per me è cattivo."

In definitiva: ciò che è buono o cattivo viene illustrato da qualcuno ma la decisione di riconoscere la qualità delle cose è assolutamente personale

anonimo non-NC ha detto...

Bravo, anonimoCL, invitali alle vostre riunioni una volta sciolti, così in poco tempo CL diventerà CLNC e tu diventerai un perfetto "cielcat" (!?).
A proposito, quando scrivi 'papa' cerca di usare la maiuscola, per un minimo di rispetto, o sei già nella mentalità esclusivista dei tuoi amici neocat (nel senso che l'unico degno della maiuscola sarebbe il loro Kiko)?

mic ha detto...

"la mia opinione è "chissenefrega"... sarà il vaticano a decidere se i neocat hanno contravvenuto e cosa questo comporta... la tirano per le lunghe, ma prima o poi qualcosa dovranno ben dire."

"chissenefrega" lo puoi dire tu che non sei "prigioniero in casa" nella tua Chiesa dato che ti muovi nell'oasi felice del tuo movimento con tanti sacerdoti CL a disposizione, per grazia di Dio e del cammino conosci solo la faccia esteriore e non le storture...

se noi parliamo non è per dare lezioni alle Gerarchie ma per informare di cose che prima neppure le Gerachie conoscevano e, oggi, all'interno della chiesa molti, compresi i sacerdoti, ancora non conoscono...

Mi stupisce che tu critichi il fatto che parliamo senza mostrare di conoscere COSA diciamo... ma penso proprio che parli sotto mentite spoglie perché lo conosci e ti dà fastidio...

veritatisamor ha detto...

Per anonimoCL
ti avevo chiesto una tua opinione,
se rispondi "chissenefrega"
allora scusa
ma chissenefrega di anonimoCL
(se per avere una tua opinione personale
bisogna scrivere al Vaticano.......)

enrico ha detto...

O si smonta il kikianesimo e il suo apparato o per la Chiesa saranno tempi di decadenza specialmente nei confronti dell'autorità del Santo Padre.
Se gli disubbidiscono i kikiani, mi dite voi, gli altri che desiderano autonomia della serie "Nella Chiesa ma senza ingerenze alcuna da parte sua"

Kicarmenko...per le sue caratteristiche autoreferenziali e anticattoliche è bene che sia messo a disintossicarsi dall'ingordigia di potere che ha ad ogni livello. Intacca l'autorevolezza della fede tramandata dalla Chiesa una, santa, cattolica, apostolica.


Io ho avuto esperienza del cammino e posso dichiarare che , all'inizio impercettibilmente, quando sei più dentro, manifestatamente si parla malissimo di ogni scala della gerarchia ecclesiale.
Alcuni nc amici, come se nulla fosse, mi dicono che questo papa "non lo possono vedere perchè con lui si è tornati indietro". Ma chi pensate che abbia messo nei loro ragionamenti questo concetto anti Benedetto?
Del nostro parroco dicono che non fa niente e che non serve a niente. E che i suoi colleghi gli si rassomigliano...
Del vescovo che è solo un chiacchierone...
Vorrebbero smontare me che ora sono fuori per dirmi che ho scelto la banalità rispetto alla grande "sostanza " da loro proposta.

mic ha detto...

"Vorrebbero smontare me che ora sono fuori per dirmi che ho scelto la banalità rispetto alla grande "sostanza " da loro proposta."

aveva ragione Leonardo, in un ambito in cui tutto è enfatizzato, spettacolarizzato, fatto passare per "speciale", - di qui l'"esclusività" del titolo della pagina - si perde il senso della profondità, dell'essenzialità, della semplicità, della sobrietà del mistero della nostra fede...

Se durante la celebrazione mi sono tolti i momenti di "silenzio" in cui posso interiorizzare quello che vivo, dare un ordine ai miei pensieri rispetto e quallo che mi interpella, ai miei bisogni, alle mie speranze, mettendomi con semplicità alla Presenza del Signore, mi perdo il momento privilegiato del mio personale rapporto con Lui, che è la ragione della mia vita e la Luce e la Guida del mio essere uomo(persona)-con-Lui

Nel momento della interiorizzazione, del ringraziamento finale, arrivano i canti più sguaiati e la Danza daividica! e tutto mi proietta fuori di me anziché dentro di me a cercare quella "voce di un silenzio sottile" che posso ascoltare solo nella "delicatezza" e nella semplicità che è le mille miglia lontana da tutto ciò che è grossolano e sguaiato anche se esaltante e che accende la mia emotività, ma non sveglia le profondità del mio essere

mic ha detto...

"Intacca l'autorevolezza della fede tramandata dalla Chiesa una, santa, cattolica, apostolica."

oltre che intaccare l'autorevolezza della Chiesa che viene trasformata nell'autoritarismo dei catechisti, sovvertono o fondemanti della Fede!

Lara ha detto...

Mic, hai toccato un tea dolente, la mancanza dei tempi di silenzio ed il suo rispetto e fondamentalmente necessario per poter interiorizzare. Certo, non ne parliamo dell'ambito nc dove questo vien visto come 'pericoloso' (non sia mai che uno abbbia a rifletere e si svegli ...) ma è anche una mancanza che trovo spesso nelle varie parrocchie dove frequento la Messa. Non sempre posso partecipare dove so invece viene rispettato.

Questo sarà sic. un'altro dei tanti punti già presentati da parte del Santo Padre, da far rispettare. E mi lo auguro sia messo in atto subito perchè mi manca!

AnonimoCL ha detto...

"A proposito, quando scrivi 'papa' cerca di usare la maiuscola, per un minimo di rispetto, o sei già nella mentalità esclusivista dei tuoi amici neocat?"

"papa" è giusto minuscolo (a differenza di "Santo Padre"), non per mancanza di rispetto per il papa ma per rispetto della grammatica, grazie.

"se rispondi "chissenefrega"
allora scusa
ma chissenefrega di anonimoCL
(se per avere una tua opinione personale
bisogna scrivere al Vaticano.......)"

ottima idea!

"Mi stupisce che tu critichi il fatto che parliamo senza mostrare di conoscere COSA diciamo... ma penso proprio che parli sotto mentite spoglie perché lo conosci e ti dà fastidio..."

pensa un po' quello che ti pare.

adesso grazie per l'ospitalità, ho capito perché i miei amici neocat mi han detto di farmi un giro qua... ora se non vi dispiace torno tra i miei.

felice ha detto...

TUTTI CHE FANNO LE VITTIME...... ke tristezza

Will ha detto...

Quello che riferisce Enrico è veritiero oltre che risaputo.
Nel Cammino la scomparsa di Giovanni Paolo II è stata vissuta come una tegola cadutagli improvvisamente in testa.
Grazie all'elasticità ottimistica ed ingenua del compianto Papa e agli appoggi di cui godevano presso di lui, i NC erano ormai convinti di avere l'agognata approvazione in tasca.
Invece il Signore l'ha chiamato a sè e dopo di lui è arrivato Ratzinger, il custode della ortodossia e della tradizione nella Chiesa.
E' vero che, nella politica delle buone relazioni con la Curia, i capi del Cammino hanno sempre mantenuto un occhio di riguardo per il card. Ratzinger - e lo si vede dalle foto insieme a lui che mettono in risalto proprio per sottolineare i buoni rapporti già in passato - ma esattamente perchè ne temevano la figura e la funzione ecclesiale.
Nel loro disegno, Ratzinger costituiva un pericolo potenziale perchè in grado di ostacolare il loro programma.
Così, quando è stato eletto al soglio pontificio, non si sono sentiti affatto rassicurati dalle precedenti buone relazioni.
Sapevano che se da cardinale Ratzinger poteva chiudere un occhio su certe loro eccentricità, non era certo che lo avrebbe fatto anche da Papa.
E difatti, hanno ricevuto più ammonizioni e richiami severi nei pochi anni di pontificato di Benedetto XVI che in tutti i precedenti quarant'anni.

Da qui origina la diffidenza e l'ostilità verso l'attuale Papa coltivata nel segreto dei ranghi superiori del Cammino, e di tanto in tanto rifluita in quelli inferiori e percepita nella base NC.
A questi sentimenti vengono contrapposte plateali e rumorose manifestazioni di simpatia in ogni circostanza, per una sistematica captatio benevolentiae ed una costante determinazione a diffondere un'immagine rassicurante del CNC nel mondo cattolico.

Di certo il Papa è compiutamente al corrente delle deviazioni neocatecumenali, e se finora non ha adottato provvedimenti nei loro confronti per dare loro delle opportunità di adeguamento, è pur vero che ha rimodulato nel senso della tradizione e del rigore l'allegro ambiente in cui prima venivano coltivate le ambigue relazioni con i neocatecumenali.

Con Benedetto XVI i neocatecumenali hanno perduto quell'esclusiva che era diventato il loro asso nella manica sotto il pontificato di Giovanni Paolo II.

Anonimo ha detto...

Prego dare spazio sul vostro blog a questo:

http://www.nntp.it/cultura-cattolica/998731-la-messa-non-uno-spettacolo-ma-sacrificio-dono-e-mistero.html

Lara ha detto...

Ne abbiamo già parltato.

mic ha detto...

"Con Benedetto XVI i neocatecumenali hanno perduto quell'esclusiva che era diventato il loro asso nella manica sotto il pontificato di Giovanni Paolo II"

Caro Will,

purtroppo se, per grazia di Dio, hanno perso questo aspetto di "esclusiva", resta immutato il fatto di quello che sono e continuano ad essere e:

1. l'esclusiva della catechesi si può dire che è nelle loro mani. Se consideri che il responsabile per la catechesi della Diocesi di Roma è un neocat...

2. le loro "catechesi per adulti" sono già partite inesorabilmente in tutte le parrocchie dell'Urbe e dell'Orbe, ad eccezione delle pochissime, ma forse si contano sulla punta delle dita, in cui hanno incontrato un parroco non debole o simpatizzante o connivente

3. In Slovacchia è stata fondata una nuova eparchia (10 parrocchie 25.000 fedeli) affidata a vescovi e sacerdoti esclusivamente neocatecumenali (non so se hai visto la notizia pubblicata sul sito con le immagini a riprova)

4. Il sacerdote slovacco che me ne parlava con dolore e che mi ha consegnato le immagini, mi ha detto che si sta organizzando a Presov una grande festa del CNC Pride

5. quindi, cos'è cambiato per la chiesa, se pure si è persa la purtroppo nefasta precedente esclusiva?

Lara ha detto...

"1. l'esclusiva della catechesi si può dire che è nelle loro mani. Se consideri che il responsabile per la catechesi della Diocesi di Roma è un neocat..."

Quadro assurdo ed incoerente.
Qualcuno ci lo spieghi!

mic ha detto...

Caro Anonimo 16:59

abbiamo gioito tutti per l'articolo deLa Stampa che ha messo insieme tutte dichiarazioni assolutamente vere pronunciate da mons. Ranjith durante interviste articoloi discorsi e tutte nella direzione di quanto andiamo affermando da sempre sull'Eucaristia, Sacrificio Dono e Mistero...

peccato che il giorno successivo lo stesso mons Ranjith si sia sbrigato a smentire che il Vaticano stia preparando un documento al riguardo e ha detto: ci sono i messali, devono obbedire a quelli...

Tutto OK, applauso...

ma chi non obbedisce con protervia e arroganza? ... e chi è costretto a subire?

Conosciamo tutti le norme, ma se non si esercita alcuna autorità, non dico per farle eseguire perché non è proprio della Chiesa costringere qualcuno, ma almeno per dichiarare "fuori" chi non le esegue oltre che per garantire e custodire la verità se non altro al fine di non trarre in inganno i tiepidi e i confusi?

Vabbeh che in questo caso forse nella Chiesa resterebbero 4 gatti perché gli abusi non sono solo neocatecumenali; ma forse è meglio un piccolo resto sano che potrebbe risanare il sanabile che la Babilonia in cui siamo costretti a vivere la nostra fede... e da qualche parte bisognerà pur cominciare... i correttivi messi in atto dal Papa ci sono, ma nella situazione in cui siamo sono palliativi e non bastano...

davvero mi convicno sempre più che sia in disfacimento la cristianità, la cristianità come tipo di civiltà ora malata, non la Chiesa (quella VERA) intendiamoci bene...

mic ha detto...

Non solo, sempre a Roma, chi parte per organizzare le settimane eucaristiche in tutta Italia e forse anche fuori e quindi tutto fa tranne che il Parroco (ma ovviamente non è questo il problema) è proprio un parroco neocatecumenale...

Io un nome lo farei, ma non è l'unico purtroppo: colui che per decenni ha permesso la profanazione in S. Giovannni in Laterano delle due celebrazioni separate con tanto di riti non solo separati ma DIVERSI per le ordinanzioni diaconali, chi è?

Dubitans ha detto...

Io mi chiedo, se è vero quello che dice Mic che in S. Giovanni in Laterano è stato ammesso il rito NC, non è come aver dato una tacita approvazione, bypassando le direttive del Papa (almeno negli ultimi due anni + 3 mesi)?

Giovy ha detto...

Se sbaglio qualcuno mi corregga, ma a Trieste per la Curia non è un neocatecumenale il responsabile per la Liturgia?

mic ha detto...

... e magari i NC vengono convinti di essere loro il "piccolo resto"... :((

stephanos78 ha detto...

Il problema, come abbiamo affermato più volte, non sono i NeoCat ma IL CAMMINO NEOCAT! Non sono gli associati, per la parte in buona fede, ma l'Associazione!

Quello che invochiamo da sempre è la chiarezza, a fronte di una sostanziale diversità dell'Associazione NC con gli Insegnamenti della Chiesa.

C'è una persistente schizofrenia tra gli Insegnamenti e le richiesta che la Santa Chiesa elargisce ai Cattolici e cio che pratica il CNC, che è fondamento della sua dottrina.

Quello che ci dilania è questo: la schizofrenia concreta tra ciò che la Chiesa insegna e cio che è la prassi e la dottrina di tante associazione in seno ad Essa...!!!

E Norme esistono, certo! Ma la disciplina di queste norme non esiste! E il solo dichiararsi in accordo con la Chiesa, pur seguendo nei fatti una propria prassi e una proria teoria, sembra possa bastare alla Curia e ai Sacri Pastori!!!!!!!!!!!

Questa dicotomia persistente, rende noi tutti schizofrenici a nostra volta!!

La Santa Chiesa, per riprendere il tema della presente discussione, NEGA (seguendo la nostra Fede!), che si possano RIPETERE riti battesimali, a qualsiasi titolo! Il CNC li usa, con interpretazione propria! Come spiegare questo? Si spiega con gli incoraggiamenti dei Sacri Pastori? Chiedo una semplice spiegazione! Il CNC RIPETE riti battesimali, ed esegue scrutini non come rito (come vale per la Chiesa: lo Scrutinio è un RITO LITURGICO per Catecumeni!), ma come ESAME COLLETTIVO di coscienza e come INTERROGAZIONE del cuore umano in assemblea! Con modalità di pressione psicologica.

Come, di Grazia, questo si concilia con le direttive della Chiesa, dell'Oica, della Cei, ecc, ecc, ecc, riproposte più volte qui e altrove, che richiede tassativamente di obbedire alle norme universali, le quali VIETANO di ri-eseguire riti battesimali?

Come si concilia questo con l' "elezione" del CNC, ad esempio, che prevede l'immersione in vesti bianche (la veste del battesimo!!!!) nel giordano?????

Come è possibile che gli insegnamenti che valgono per tutti, NON VALGONO per il Cammino?

Si diceva che il CNC era "indultato". Ma visto che le norme per il CNC NON HANNO MAI INDULTATO NIENTE (eccetto la Comunione al Corpo e al Sangue e lo spostamento della Pace!!), come è possibile che questo si verifichi???

La risposta a queste domande è la lettera "Ogniquavolta"?????

Questo è il problema che subiamo! Ci sono due "chiese" in antitesi... Entrambe si dichiarano "cattoliche", ma i loro insegnamenti si annullano a vicenda.

Noi, dopo sofferenza e discernimento, abbiamo scelto la Chiesa di Roma millenaria e il suo insegnamento ININTERROTTO.
E saremmo tanto felici se voi NC foste con noi... Ma siamo consapevoli che la vostra Libertà è sacra! Sacra!

Anzi, noi vorremmo guadagnarvi...

Il problema è che davanti a noi non abbiamo lo stesso "Assoluto". Per noi è la Chiesa...E crediamo che "toccandovi" il Cammino (manco Kiko..Ma il CAMMINO! La dottrina!), amando SOLO la Chiesa, avremmo trovato in chi è in buona fede l'apertura....

Invece troviamo incredibili chiusure, ostinazione nel non voler vedere e toccare con mano quello che diciamo e le nostre esperienze....

Per questo cadiamo anche noi e perdiamo la pazienza... Ma ve ne chiediamo perdono...

L'unica cosa certa è che continuando così... Con davanti il vostro "assoluto" del CNC.... Rimarremo solo entrambi nelle nostre posizioni...

Anonimo ha detto...

a stè.........ma pure de domenica rompi li cojoni????

ma non sei sposato????

non dovresti fare il marito???
se ancora hai una moglie......

Anonimo ha detto...

kirikiki'

Ti da fastidio e, anonimo?
Invece di rispondere con attacchi personali cerca di convertirti iniziando dal vocabolario che usi! Il tuo non sarebbe degno neanche di una persona bene educata figuariamoci di uno che pretende di essere un cristiano e va a Messa vantandosi di fare un cammino di fede coi fiocchi! Te non fai altro che confermare punto per pnto di quanto distorto sia il cammino che fai!

Anonimo ha detto...

messaggio di newgold69

riposto questo messaggio tratto da abba padre neocatecumenali on line che tratta del lavoro dei didascali verso i bambini per far capire la veglia pasquale.

e pensare che la spiegazione ai bambini della pasqua è una cosa presente nel rito della pasqua ebraica. la veglia pasquale cristiana, secondo il rito indicato nel messale romano, il solo valido, il solo che si deve usare, non parla minimamente di questa cosa...
... e questo a proposito del richiamo (arinze) del corretto uso dei testi liturgici.

ecco il messaggio:


Sono Roberto.

Da alcuni anni, in comunità, io e gli altri didascali, un po' per colpire i bambini e un po' per approfondimento nostro, ci siamo messi sotto ed abbiamo redatto una "nostra" Haggadah di Pesach. Una Haggadah un po' particolare, perchè ognuna delle 15 parti si conclude su come Gesù l'abbia non solo celebrata (nell'ultima cena con gli apostoli), ma soprattutto realizzata in tutto il percorso evangelico dei 3 anni di annuncio e soprattutto nella sua Passione, Morte e Resurrezione.

L'intento è quello di far vivere ai bambini quella "forza" familiare (con tutte le famiglie con bambini della nostra comunità riunite) e di segni ad un contempo che il Seder Pasquale ha.
Non per altro è un comandamento dato da Dio stesso:
"e lo racconterai a tuo figlio"
e
"In quella notte ne mangeranno la carne arrostita al fuoco; la mangeranno con azzimi e con erbe amare"...
Poi viene naturale indirizzare così tale "liturgia" come Dio stesso la ha indirizzata:
Suo Figlio Gesù Cristo!
Cioè rendere a Dio (al Suo Figlio) ciò che lui stesso ha ispirato e col tempo si è perso, per ridare forza, segni, trasmissione della fede da parte dei genitori e attesa gioiosa da parte dei bambini verso quel mistero pasquale che è fonte inesauribile di ogni nostro momento di vita cristiana.

Sulla Veglia purtroppo nulla di che, visto che saremo in parrocchia e 'un c'è spazio per i bambini.
Proprio da qui l'esigenza di trovare uno spazio per loro, il che cade solitamente al Sabato prima della domenica delle Palme.
Così compensiamo (se mai ciò può essere lontanamente possibile) e ridiamo ai nostri bambini il loro spazio.

Cioè: l'abbiamo ristampata tutta con l'inserimento di tutti i vangeli e commenti in cui si veda chiaro come Gesù non solo celebra, ma vive, realizza, porta avanti tutta una vita "pasquale" che è quell'Haggadah che ha appena celebrato con gli apostoli!

Pensate un po' soltanto al rito dell "bedikath hametz" (lo sgombro dell'hametz)... C'è un lievito vecchio da cercare, lo si cerca di notte, alla luce di un cero, poi viene trovato, poi viene gettato per terra e bruciato... pensate un po' come iniziano quaresima e vegia di pasqua: ceneri e fuoco e cero...

Copio e incollo qui un pezzo, così vi potete rendere conto della forza che c'è dentro questo rito (immaginatevi poi come tutto ciò dentro l'universo infantile si amplifichi e diventi uno stupore, una meraviglia enorme quale mai e poi mai la nostra mentalità greco-logico-occidentale può equiparare):

BEDIKAT HAMETZ
Ricerca dell'HAMETZ (cibo lievitato)

VOCE GUIDA: Molte settimane prima di Pasqua tutta la famiglia
comincia a pulire ogni angolo della casa da ogni cibo lievitato (HAMETZ) e da
ogni residuo. Lo conserva in uno spazio sempre più ristretto. La notte che
precede Pesàh. dopo il tramonto, si procede, a lume di candela, ad un 'ultima
accuratissima ricerca al fine di eliminare proprio tutto l'HAMETZ che possa
essere rimasto nascosto dentro la casa.

VOCE GUIDA: In ebraico cibo lievitato si dice HAMETZ. Invece il
pane non lievitato SÌ chiama MATZAH.

HAMETZ si scrive così
MATZAH si scrive così:

E dicono i rabbini che, a ben guardare, tutte le lettere sono uguali, l'unica differenza che separa la MATZAH dall'essere HAMETZ è solo un puntino, ad indicare che quando Israele uscì dall'Egitto era così degenerato per la dura schiavitù che solo un puntino lo separava dalla morte eterna, dallo stato in cui Dio - secondo i saggi ~ non può più salvare l'uomo perché si è così degradato da aver perso ogni sensibilità spirituale e, nella sua libertà, non vuole più nemmeno essere salvato. Se Dio non fosse intervenuto in tutta fretta a liberarlo. Israele sarebbe rimasto in Egitto.

Ecco perché bisogna eliminare il lievito, perché quando passa il Signore a liberare Israele c'è fretta, non c'è tempo per aspettare, mentre il pane per levitare ha bisogno di tempo.
E bisogna eliminarlo tutto, perché "la minima quantità di lievito, rende HAMETZ tutta la pasta" (1Cor. 5,6).

"VOCE GUIDA: // celebrante, attorniato dai bambini, a luce di candela, guida tutta la famiglia in corteo alla ricerca delt'HAMETZ nascosto.

QUESTO VE LO DICO IO PERCHE' NON C'E' NEL RITO SENNO' I BAMBINI CAPISCONO IL TRUCCO: Saranno proprio i bambini a dover cercare e trovare l'hametz, magistralmente guidati dal maestro del seder!!!!

Prima di iniziare la ricerca si dice:

MAESTRO DEL SEDER:
barùck atta, adonhaj elohenu
BENEDETTO Tu, O SIGNORE. DIO NOSTRO, RE DEL MONDO CHE CI HAI SANTIFICATO E CI HAI COMANDATO LO SCOMBRO DELL'HAMETZ, DI OGNI LIEVITO.

UOMINI:
barùck atta, adonhaj elohenu
BENEDETTO TU, O BWNORE, DIO NOSTRO, RE DEL MONDO CHE CI HAI SANTIFICATO E CI HAI COMANDATO LO SGOMBRO DELL' HAMETZ:. Dl OGNI LIEVITO di male e dì ogni istinto malvagio che abita in noi, nel segreto della nostra anima, nel buio del nostro cuore.

DONNE:
barùck atta, adonhaj elohenu
BENEDETTO TU, O SIGNORE, DIO NOSTRO, per il dono delle candele
(Prendono le candele in mano)

UOMINI: che sono i tuoi comandamenti

DONNE: PER IL DONO DELLA LUCE
(accendono le candele)

UOMINI: che è la tua Parola, che ci illumina il cammino

BAMBINI: e ci permette di trovare l'HAMETZ nascosto

VOCE GUIDA: Le donne danno le candele ai loro mariti. GII uomini danno la candela al maestro che le lega insieme con un laccio e dice:

MAESTRO DEL SEDER:
barùck atta, adonhaj elohenu
BENEDETTO TU, O SIGNORE, DIO NOSTRO, RE DEI. MONBO che hai fatto di noi un regno di sacerdoti, re e profeti.

UOMINI:
barùck atta, adonhaj elohenu
BENEDETTO TU, O SIGNORE, DIO NOSTRO, che da una cozzaglia di schiavi e una genìa di ribelli, hai fatto di noi "non-popolo" il tuo popolo, popolo eletto tra tutti i popoli, uniti, legati dalla tua fedeltà.

VOCE GUIDA: Terminata la ricerca. l'HAMETZ (cibo lievitato) viene
portato all'aperto e viene gettato per terra in un braciere, dove sarà bruciato
insieme ai LULAV (le palme) dell'anno passato.

VANGELO: Gv. 18,3-6
'Giuda dunque, preso un distaccamento di soldati e delle guardie fomite dai sommi sacerdoti e dai farisei, si recò là con lanterne, torce e armi. Gesù allora, conoscendo tutto quello che gli doveva accadere, si fece innanzi e disse loro. «Chi cercate?». Gli risposero «Gesù, il Nazareno». Disse loro Gesù «Sono io!» Vi era là con loro anche Giuda, il traditore. Appena disse «Sono io», indietreggiarono e caddero a terra ".

VOCE GUIDA: Il Maestro del Seder, con le candele, accende i LULAV e mentre il fuoco brucia l'HAMETZ, dice.

MAESTRO del seder:
QUALUNQUE CIBO LIEVITATO.

BAMBINI:
qualunque schiavitù e istinto di male, Signore...

MAESTRO del seder:
CHE ANCORA sia in MIO POSSESSO.-

UOMINI: certamente mi schiavizza...

MAESTRO del seder:
:QUELLO CHE HO VISTO E QUELLO CHE NOH HO VISTO

DONNE:
il mio istinto malvagio che conosco e quello che non conosco...

MAESTRO del seder:
CHE HO DISTRUTTO E NON HO DISTRUTTO ...

BAMBINI:
da cui mi hai liberato e di cui ancora sono schiavo...

MAESTRO del seder:
SIA RESO NULLO E CONSIDERATO POVERE DI TERRA

UOMINI:
sia Tu Signore ad annientarlo ed a distruggerlo

VANGELO: Lc. 12, 49-50
"Sono venuto a portare il fuoco sulla terra, e come vorrei che fosse già acceso. C'è un battesimo che devo ricevere, e come sono angosciato, finché non sia compiuto!"

VOCE GUIDA: Dopodiché le donne cominciano una danza, cantando attorno al fuoco e coinvolgendo tutta la famiglia.

CANTO: ATA EHAD (giorno di riposo in ebraico)".

Ecco, questa era solo la prima delle 15 parti che compongono l'Haggadah shel Pessach..."

ECCO!

Ma vi rendete conto di che significa per i bambini vivere una cosa del genere?
Trasmettere Cristo con i segni dell'Haggadah diventa facilissimo, tutto risulta palese, tutto facile da capire.
Altro che tutti i discorsi da catechismo!!!

Inoltre (dipende dai didascali e soprattutto dai padri) c'è anche un colloquio che avviene al di fuori di quant è scritto qui, perchè in un rito del genere i bambini tirano fuori 1000 e più 1000 domande. Ci chiedono tutto. Addirittura uno l'anno scorso ci ha chiesto:

"perchè mangiamo anche il pane?"

cioè ha capito che siccome tutto ha un significato -
(perchè nell'haggadah non c'è nulla senza che sia un segno e che abbia una spiegazione) -
anche il pane, che è la cosa più naturale e comune, ha il suo significato e quindi non lo da più per scontato, si interessa, chiede, e a chi chiede verrà dato!

Non so se può essere una buona esperienza o no, ma alla Veglia di Pasqua vera e propria poi sicuramente che sanno cosa significano le 4 notti, il lucernario, la lavanda del sacerdote, il pane che si spezza... e noi passiamo in mezzo...

certo: NON E' LA NOSTRA VEGLIA!!! ahimè!

Gert ha detto...

se si accorgono gli ebrei che fanno una cosa del genere con la loro haggadah li arrestano!

lara ha detto...

Fratelli nc, vi vedo più a tono con i rabbini ... perciò ridateci i nostri sacerdoti.

Raf ha detto...

ma c'è davvero bisogno di queste giudeate per incontrare Cristo Risorto?

Lara ha detto...

Io mi chiedo: perchè kiko invece di voler entrare nella chiesa cristiana per trasformarla in ebraica non ha inserito il cammino in quella ebraica per riportarla a quella cristiana?
Mi ci fa pensare ...

Anonimo ha detto...

CIAO TESTE DI C...
NON SIETE FIGLI DI DIO!!!
CHI SCRIVE IN QUESTO BLOG NON è FIGLIO DI DIO.
E' SOLO UNA SUA CREATURA, MA NON E' SUO FIGLIO..
POVERACCI MISERABILI...SIETE SOLO DEI MISERABILI.
RECATEVI DA UN PARROCO AL PIU' PRESTO, CHIEDETE DI CONFESSARVI PERCHE' SCRIVETE SUL BOLG DEL DIAVOLO.
LASCIATE IN PACE LE PAROLE DEL SANTO PADRE, E NON COMMENTATELE PER LE VOSTRE INTERPRETAZIONI STUPIDE...TRASFORMATE PAROLE DI PACE, IN GUERRA...
VI STATE SCAVANDO LA FOSSA CON LA VOSTRA LINGUA...

IN QUESTO BLOG CI SONO SOLO PAROLE DI ODIO...

LA PRESENZA DEL SIGNORE NON LA SENTIRETE MAI!!!

LA PRESENZA CHE SENTITE E' SEMPLICEMENTE QUELLA DI SATANA

CHI E' QUELLO STRONZO SEGUACE DI SATANA CHE VA A PRENDERE L'EUCARESTIA E' POI SCRIVE CONTRO UN DEFICENTE DEL CAMMINO NEOCAT...COME C.... SI CHIAMA.

CIAO SEGUACI DI SATANA
ANDATE DA LUI PER LA VOSTRA EUCARESTIA, E NON IN CHIESA..

Gert ha detto...

accuse, accuse,e ancora accuse

Anonimo ha detto...

LARA
MOGLIE DI SATANA
PREGA PER TE E NON PER GLI STRANIERI

Anonimo ha detto...

GERT TU CHI CA... SEI

Anonimo ha detto...

kirikiki'

Dal linguaggio, l'assattanato sembri te anonimo starnazzante!

michela ha detto...

"NON SIETE FIGLI DI DIO!!!
CHI SCRIVE IN QUESTO BLOG NON è FIGLIO DI DIO.
E' SOLO UNA SUA CREATURA, MA NON E' SUO FIGLIO.."
-------------------------
Solo da questa frase si capisce quanto danno può fare il cammino:

innanzitutto per il tono del post da cui traspare tanta violenza e tanta ira.
Ora c'è sicuramente una cosa su cui possiamo essere tutti d'accordo neocatecumenali e non neocatecumenali: un cammino di fede non deve ridurre così le persone.
Questo è fanatismo, non c'è riscoperta del battesimo in queste parole.
Caro anonimo prenditela con Kiko, e non con noi, perchè ti ha tolto la gioia di riconoscere come fratello anche con chi non la pensa come te, e ti ha impedito di vivere in pace.

Cosa hai voluto dire scrivendo che noi non siamo figli di Dio?
Che il nostro battesimo non vale?
O che il battesimo è valido solo se fai il cammino, cioè solo se lo 'riscopri'?

Io credo che tu abbia detto un mucchio di sciocchezze, ma credo anche che in un certo senso non sia neanche colpa tua, e non puoi renderti conto della gravità di quello che hai detto perchè hai il cervello e il cuore annebbiati da una predicazione menzognera che ti porta ad esprimere il peggio di te.

michela ha detto...

Riguardo ai didascali, una cosa simile accade anche all'Epifania:
prima dell'arrivo dei Magi, si fa una piccola recita, ma con brani dell'A.T., che non dicono molto ai bambini.
Ed ecco che durante le feste di Natale i bambini si trovano costretti a rappresentare la storia di Ester, o di Ruth, o Davide...
Alla fine si dice che da questo popolo è nato Gesù, e questo è l'unico collegamento che si può fare con le storie dell'A.T. e l'Epifania.
Anche se i catechisti raccomandano di fare il presepio, poi nell'insegnamento diretto ai bambini si trova il modo di ridurre il significato del Natale, con questa pesante intermediazione dell'adulto, in una festa che da sola è molto accessibile ai bambini anche nei suoi significati profondi.

mic ha detto...

la "spiegazione ai bambini della Pasqua" infarcita di ritualità ebraica (!?)

sapete quali sono i punti e i motivi della scelta, quello che li rende così attenti e "attaccati" a questi testi, ma non abbastanza rispettosi da non stravolgere anche questi, tanto che ne risulta un fitto misto che non ha niente di cristiano, fiduriamoci di ebraico (forse un po' più di questo; ma le contaminazioni del Nuovo Testamente ne fanno un'anomalia assurda)?

Due o tre osservazioni:

Le due benedizioni

MAESTRO DEL SEDER:
barùck atta, adonhaj elohenu
BENEDETTO TU, O SIGNORE, DIO NOSTRO, RE DEI. MONDO che hai fatto di noi un regno di sacerdoti, re e profeti.

UOMINI:
barùck atta, adonhaj elohenu
BENEDETTO TU, O SIGNORE, DIO NOSTRO, che da una cozzaglia di schiavi e una genìa di ribelli, hai fatto di noi "non-popolo" il tuo popolo, popolo eletto tra tutti i popoli, uniti, legati dalla tua fedeltà.


Questo rafforza il senso di elezione, il loro forte elitarismo, ma non tiene conto che il cristianesimo ha interiorizato e insegna questa stessa realtà presente in ogni cristiano che la riceve dal Signore Gesù (non dal maestro del coro che invoca il Dio dell'Antico Testamento, quando QUEL DIO ci ha mandato il SUO FIGLIO ed è LUI che ogni cristiano conosce e invoca!)

VOCE GUIDA: Terminata la ricerca. l'HAMETZ (cibo lievitato) viene portato all'aperto e viene gettato per terra in un braciere, dove sarà bruciato insieme ai LULAV (le palme) dell'anno passato.

sapete cosa viene fatto qui? La scimmiottatura di una bella e significativa usanza ebraica, ma non si tiene in alcun conto che nel cristianesimo queste cose sono superate: il "lievito" = il male cercato fuori di noi e bruciato nel bracere, nel cristianesimo viene individuato con l'esame di coscienza (che non sanno nemmeno cos'è anche perché Carmen lo critica in maniera feroce) e poi "rimosso" con il "perdono ottenuto direttamente da Dio attraverso il Sacramento della riconciliazione, grazie al fatto che ogni nostro peccato è già stato redento dal Sangue del Suo Figlio!

E dicono i rabbini che, a ben guardare, tutte le lettere sono uguali, l'unica differenza che separa la MATZAH dall'essere HAMETZ è solo un puntino, ad indicare che quando Israele uscì dall'Egitto era così degenerato per la dura schiavitù che solo un puntino lo separava dalla morte eterna, dallo stato in cui Dio - secondo i saggi - non può più salvare l'uomo perché si è così degradato da aver perso ogni sensibilità spirituale e, nella sua libertà, non vuole più nemmeno essere salvato. Se Dio non fosse intervenuto in tutta fretta a liberarlo. Israele sarebbe rimasto in Egitto.

Ecco perché bisogna eliminare il lievito, perché quando passa il Signore a liberare Israele c'è fretta, non c'è tempo per aspettare, mentre il pane per levitare ha bisogno di tempo.
E bisogna eliminarlo tutto, perché "la minima quantità di lievito, rende HAMETZ tutta la pasta" (1Cor. 5,6).


capite che questo rende possibile a noi di eliminare il male individuato all' "esterno" e personalizzato sì successivamente, ma con atti collettivi che escludono il rapporto intimo personale col Signore anche a questo riguardo!
E l'eliminazione del male avviene attraverso una ritualità ebraica superata e non attraverso il perdono sacramentale e la Grazia Santificante ricevuta anche nell'Eucaristia! Con la mediazione e grazie alla morte salvifica di Cristo e alla sua Risurrezione! Che fine hanno fatto questi insegnamenti cristiani? E lo insegnano ai bambini!


Siamo rimasti a quello che dicono i rabbini e che fine fa quallo che dice la Chiesa nel suo Magistero ricco di tesori e per loro, nemmeno tanto illustre, sconosciuto?

Altro che sincretismo e stravolgimento. Nè ebraismo nè cristianesimo. Pura follia. Un non senso immane!

Saverio ha detto...

L'anonimo urlante di prima è sicuramente una persona infantile, indipentemente se ha 16 o 46 anni. Una persona malridotta intellettivamente che si profonde in un linguaggio in parte turpe in parte bestemmiatore.
L'infantilismo è dimostrato dal fatto di non accorgersi che nel momento stesso in cui si scaglia contro questo blog accusandolo di satanismo (!) adopera lui stesso dei modi e dei toni satanici.

Quell'anonimo è il risultato del condizionamento delle menti nel Cammino ed è la più chiara testimonianza di quali effetti devastanti produca tale esperienza sulla psiche e sulla coscienza della gente.

Se non avessero messo mano all'impianto complessivo della fede cattolica, già solo questo degrado intellettivo basterebbe a mettere i neocatecumenali fuori della comunità cattolica e della Chiesa.

michela ha detto...

E' vero, Mic, si cerca di vanificare il valore dell'incontro personale con Gesù.
Nelle grandi feste cristiane, come pure nell'Eucarestia, dove i simboli parlano da soli, ci si mettono loro a spiegare tutto, a ridurre tutto a gesti collettivi, che tolgono responsabilità ai miei atti, ( anche nel linguaggio normale non si dice " vado a Messa, ma vado in comunità, oppure alla celebrazione in comunità"),
e tolgono la possibilità dell'incontro personale, e quindi originale e unico con il Signore.

Tullio ha detto...

Beh, riguardo alle testimonianze dal sito neocatecumenale, c'è poco da aggiungere.
E' del tutto evidente che nel Cammino venga praticato un insegnamento marcatamente ebraicizzante, infarcito di elementi eterogenei ricavati dal riformismo protestante, dallo gnosticismo e perfino dalla massoneria.

Se si ricostruisse con un grafico a torta la dottrina neocatecumenale, probabilmente ci troveremmo di fronte ad una raggiera di spicchi percentuali corrispondenti alle varie teorie e credenze importate nel Cammino, tra cui quella ebrea e giudaica sicuramente maggioritaria ma non esclusiva.

Domanda: si può mai favorire e perorare la penetrazione nella Chiesa di una dottrina costruita sulla base delle fascinazioni subìte di volta in volta dal suo inventore?

E soprattutto, si può mai tollerare che questa dottrina sia stata man mano infiltrata ed imposta nelle diocesi e nelle parrocchie fino a sostituirsi allo stesso credo cattolico?

Chi era deputato a tutelare l'integrità della nostra fede, a livello locale e a livello centrale, dov'era?

Uriel ha detto...

Anche la lettura di Origene proposta nell'ufficio delle Letture da una interpretazione cristiana dei sacrifici ebraici.
http://www.maranatha.it/Ore/qua/qua4/letLUNpage.htm

michela ha detto...

Comunque una chiave per capire il fenomeno nc me l'ha data un anonimo che ha scritto che il cammino ai vescovi, e a una parte della chiesa ha detto 'tu sei il più bello' dei figli di Adam ( un canto nc, tratto dal salmo delle nozze del re).
'tu sei il più bello' è quanto il cammino dice di se stesso, ma lo dice ai didascali che credono di insegnare ai bambini cose intelligenti, tratte dalla tradizione ebraica ( per la quale il figlio di Dio è un popolo, non una persona), lo dice ai catechisti, che credono di essere illuminati, lo dice ai singoli, che pensano di essere cristiani speciali, lo dice a quelli che fanno ammonizioni e catechesi, senza avere nulla di proprio da dire, e lo dice ai vescovi e sacerdoti, che riempie di lodi(in apparenza) e calore umano, e di denaro.

stephanos78 ha detto...

Tolte le maledizioni e le imprecazioni di Emanuele, qualcuno degli amici NC, può rispondere alle domande che ponevo? O dovranno rimanere lettera morta come le migliaia di altre che ho fatto?

Fareste un'opera di Misericordia: consigliare i dubbiosi...

stephanos78 ha detto...

Ripropongo: perchè l'Associazione CNC esegue una prassi opposta all'insegnamento universale della Chiesa, in materia di Catecumento Post-Battesimale?

Perchè si ri-eseguono riti battesimali? Perchè la Liturgia NC, nonostante non abbia alcun indulto si svolge con propria teologia e propria forma, visibilmente diversa da quella della Chiesa?

Perchè il CNC proclama fedeltà al Magistero e proclama coerenza riguardo la sua prassi... insultando il Senno di chi VEDE?

La risposta è la lettera "Ogniqualvolta"?

Attendo fiducisoso

michela ha detto...

Caro Stefano, nessuno ti risponderà mai, perchè nessuno di quelli che scrivono qui, lo sa.
I neocatecumenali sono tenuti all'oscuro di tutto, delle parole del papa, come pure delle tecniche usate dai fondatori per creare una chiesa nella chiesa.
Nel cammino le cose si fanno, perchè vengono calate dall'alto, non si spiega il motivo, si fanno come una scoperta di qualcosa di nuovo, per cui vengono annunciate alle tappe opportune. La domanda 'perchè' è abolita dal cammino; il fedele deve solo gioire che adesso, finalmente!, potrà indossare la veste bianca, oppure essere 'salato', o scrivere il suo nome sul libro della vita, o fare la professione di fede pubblica, ....
Si è così contenti di aver superato le tappe, di aver superato lo scrutinio, che non ci si chiede 'perchè', si accetta quello che viene proposto come un premio dopo le fatiche.
C'è molta superbia in tutto questo: sia per aver fatto cose straordinarie( v. i miracoli annunciati ad ogni testimonianza) sia nei catechisti che tengono in pugno le persone con la scusa del segreto.
Se un nc ti rispondesse, dovrebbe prima ammettere la sua superbia, cosa che contrasta con l'immagine di umiltà che Kiko cerca di dare e in cui tutti i nc cercano di identificarsi.

stephanos78 ha detto...

Altra domanda: perchè quando si pongono domande sulle contraddizioni evidenti presenti in tante associazioni in seno alla Chiesa, contraddizioni con la Chiesa stessa e quello che afferma, NON SI RISPONDE AI DUBBIOSI CHIARENDO I DUBBI, ma si inizia una sequela infinita di diatribe, accuse di giudizio, accuse di dubbio sul Papa, i Vescovi,ecc,ecc...

stephanos78 ha detto...

Michela, sono d'accordo con te.

Ma allora si sta davanti a due possibilità: l' "adepto" ha rinunciato alla sua propria Volontà (che è peggio di aver rinunciato al proprio giudizio) ed è completamente disinteressato a ciò che esiste "fuori" a prescindere dalla Verità di ciò che esiste; non esiste un "responsabile" (e non parlo di quelli del CNC o almeno non solo di quelli) che voglia o possa chiarire.

In entrambi i casi dobbiamo seriamente PREOCCUPARCI

michela ha detto...

Sono reali tutt'e due le possibilità.

L'adepto si è identificato con il cammino, si è sottomesso, non tanto ai catechisti, che sono solo strumenti, ma al cammino stesso, a cui ha affidato non solo la volontà, ma tutto il proprio mondo interiore, anche se con diverse sfumature derivanti dal carattere delle persone.

L'eventuale responsabile che potrebbe rispondere, penso a don Mario Pezzi, non lo vuole fare, perchè la 'verità' del cammino non si può dire, perchè è troppo eversiva e sprezzante della Chiesa, e sposta la domanda, come poi fanno tutti i nc, sui fini del cammino, che sono quelli di formare cristiani adulti nella fede e consapevoli del proprio battesimo.

tutte cose dette e ridette, ma come fanno i genitori e gli educatori, anche noi dobbiamo ripetere sempre le stesse cose, non sei d'accordo? :-)

Anonimo ha detto...

caro srefanuccio,cara michaela,
un dialogo è un dialogo quando
non cìè un rifiuto totale.
Voi continuate a dire di conoscere il CNC,non è vero.
Rispondere alle vs. domande è inutile,siete su questo blog solo ed esclusivamente per dimostrare che il cammino è una setta,è contrario alla chiesa cattolica,il fondatore è il demonio, che cerca di distruggere la chiesa.
Su questo blog ci sono tali che dichiarano di essere preti,dicendo un sacco d'idiozie, sputando sulla chiesa,sui vescovi ecc...

Anonimo ha detto...

Non servite d'esempio

gherardo ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
gherardo ha detto...

Caro anonimo
qui nessuno vuole servire
d'esempio.
Ricordi? Siamo
cristiani normali,
della Domenica.
Non siamo qui per darti nessun esempio.
Siamo qui semplicemente per
darti qualche informazione in
piu' e qualche spunto per
porti qualche domanda.
Sta a te poi decidere
se queste informazioni e questi spunti di riflessione
sono importanti o no.

michela ha detto...

Caro anonimo, non possiamo non dire la verità: e cioè quello che abbiamo visto nel cammino.

Tu puoi crederci o meno, ti puoi illudere dicendo che io non conosco il cammino,
ma non puoi fare a meno di queste parole che vogliono gettare un'ombra pesante sul cammino.
io personalmente ritengo che il cammino usi tecniche settarie.

Tu potrai dirmi che non sei d'accordo, ma non puoi non guardare anche l'altro piatto della bilancia, che mette in evidenza le disobbedienze e le difformità del cammino dalla prassi ordinaria della Chiesa.

E poi sei veramente sicuro che non puoi rispondere alle domande, o fai come la volpe e l'uva, rinunci perchè in realtà non sapresti cosa dire?
Io personalmente non ho mai maltrattato nessuno, nè ingiuriato; qui l'anonimato ti protegge, e io non saprò mai chi sei?
Su questo blog ci sono dei moderatori che si possono impegnare a far si che nessuno ti offenda.
Allora, veramente non vuoi o piuttosto NON PUOI rispondere?

gherardo ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
gherardo ha detto...

Caro anonimo
quella di etichettare
e' una facile tentazione in cui cadiamo tutti.
A molti piace insaprire la discussione, portarla al livello di Lazio-Roma per intenderci.
Perche' quando si e' raggiunto quel livello, gli argomenti non contano
piu', conta solo l'appartenenza
e si e' raggiunta l'ottenebrazione totale delle menti e delle coscienze.


Per questo io spesso ho invitato
ad abbassare i toni.

Etichettarci come anti-NC pregiudiziali
per es. e' una soluzione facile per te
che ti permetterebbe di evitare di rispondere a domande forse troppo scomode.
Anche etichettare il CNC semplicemente
come una setta e' una facile tentazione.
Io personalmente ho sempre cercato di evitarlo, cioe' non etichettare in modo semplicistico il CNC come una setta, pero' ne ho esposti ad uno ad uno quegli aspetti e quelle tecniche che sono simili a quelle di molte sette.
Questo per sottolineare che molte storture nel CNC ci sono, comportamenti borderline. E che per questo trincerarsi dietro l'ispirazione superiore, per giustificare quelle che possono essere umanissime degenerazioni,
non e' salutare. Non e' salutare per il CNC e il suo futuro ma soprattutto per
i membri che sono quindi alla merce' di un "esperimento" senza controllo ne' correzioni.
Insomma molti interventi di NC qui con insulti e calunnie hanno avuto come risultato quello di voler distruggere la discussione e spesso anche noi siamo caduti nella tentazione del Roma-Lazio
o delle facili etichettature.
Ecco perche' sarebbe meglio discutere
sulle singole questioni che abbiamo
cercato di portare alla luce.

Lara ha detto...

Cosa? l'anonimo ritiene mio marito 'satana'?
,,, forse non sa che non mi sono sposata con il cn!

mic ha detto...

Cara Lara,
meno male che in questi casi esiste ed è ammesso il divorzio! :)

Anonimo ha detto...

Cara lara,vedi,è da un sacco di tempo che osservo ciò che dici,alla fine sono arrivato alla conclusione che si,sei cristiana,fai parte della chiesa,
ti prodighi per la chiesa pensi di conoscere la chiesa,pensi di difendere la chiesa,ecc....
Alla fine di tutto questo, rimane solo il rancore che porti ai NC,
perchè?Perchè credi che ti hanno tolto qualcosa,questo qualcosa che sa di superbia,non sei più la prima in parrocchia?Il parrocco non ti da più l'attenzioni di una volta?Fatti anche Te un'esame di coscienza.

Anonimo ha detto...

Caro mic,io vorrei sapere;
Sei un Prete?Sei un'uomo?Sei una donna? Non si capisce con chi si parla

mic ha detto...

Vorrei aggiungere altre riflessioni a quanto osservato sopra sulla "sceneggiata", perché altro non può essere definita, messa in piedi dai didascali per la Pasqua dei bambini (!)

A parte l'indebita e arbitraria commistione di elementi ebraici e cristiani (letture tratte dal NC innestate in un'haggadah) che non costituiscono un rito ma di fatto lo svolgono come tale strumentalizzandone le suggestioni e l'impatto emotivo (parlano chiaramente dello 'stupore' dei bambini), cosa provocano in realtà?

Io mi chiedo cosa interiorizzano quei bambini, oltre allo stupore di quei momenti suggestivi e suggestionanti e al fatto che vien fatto loro credere di aver 'cercato', 'trovato' e poi 'distrutto' bruciandolo nel fuoco il male fuori di loro, (simboleggiato dal lievito vecchio) e alla convinzione di stare compiendo un'azione speciale nel novero degli 'eletti' e che nessun altro compie e nemmeno conosce?

Ma è un'azione sterile e fine a sè stessa che nasce e funziona solo nel 'mondo virtuale' costruito dal cammino e si allontana paurosamente inesorabilmente e tragicamente dalla verità insegnata dalla Chiesa e che ho tratteggiato sommariamento nel post precedente...

Domanda per newgold, Guglielmo, Livio e quanti altri si sentano di rispondere (vi prego, non è una cosa banale né da trascurare!):

PERCHE' sacerdoti (parlo di quelli nati cattolici non di quelli nati kikiani) non riconoscono in quello che ho detto solo per sommi capi e senza neanche tanto approfondire neppure da un punto di vista liturgico, teologico, antropologico, il serio stravolgimento delle Verità di fede cristiane e lo stravolgimento del Volto e dell'Azione del Signore Gesù in quello che accade in un caso come questo (e naturalmente in tutti gli altri)?

Faccio solo una piccolissima, ma non trascurabile osservazione: gli ebrei, quando compiono quegli atti e dicono quelle parole, hanno nel loro DNA e profondamente intessuto nella cultura religiosa assimilata in SECOLI della loro esperienza religiosa, il VERO SENSO E PROFONDO SIGNIFICATO di quei gesti e di quelle parole che è ALTRO (ve lo assicuro) da quello che appare dalla superficiale interpretazione letterale!

Cosa vanno appiccicando quindi addosso a quei bambini e a tutti gli altri adepti, inquinandone la spiritualità con elementi estranei alla nostra cultura e Tradizione che vogliono distruggere?

mic ha detto...

"Caro mic,io vorrei sapere;
Sei un Prete?Sei un'uomo?Sei una donna? Non si capisce con chi si parla"

caro Anonimo 13:53,

ti ricordo Paolo che dice "non c'è più né uomo né donna né schiavo né libero..." che ti frega con CHI stai parlando? Non ti accorgli che, chiunque io sia, sono una PERSONA cristiana fin nelle midolla che APPARTIENE a CRISTO E ALLA SUA CHIESA?

Cos'altro ti interessa sapere? Se riesci ad ascoltare quello che dico soffermatici un attimo e, se puoi, riflettici; ma se non trova posto dentro di te, vai oltre e tornatene tra i tuoi pifferai...

mic ha detto...

"qualcosa,questo qualcosa che sa di superbia,non sei più la prima in parrocchia?Il parrocco non ti da più l'attenzioni di una volta?Fatti anche Te un'esame di coscienza."

e' troppo VECCHIA questa tua uscita Anonimo, inventati qualcos'altro eventualmente di più originale se vuoi continuare a insultare e giudicare, dato che non hai argomenti o non puoi mettere in campo i tuoi veri, non quelli di circostanza

stephanos78 ha detto...

Invece alla fine dei tuoi panegirici, anonimuccio, non rimane nulla di nulla... Risposte zero. Moralismo tanto. Accuse pure.

A me il tuo moralismo pare sia solo una scappatoia per non rispondere. E continuo a non ricevere risposte.

Se le accuse non bastano si passa agli anatemi personali. Se quelli non bastano si passa alle accuse di codardia... Ma sbaglio o anche per te non si sa con chi si stia parlando?

Anonimo ha detto...

Ma è un'azione sterile e fine a sè stessa che nasce e funziona solo nel 'mondo virtuale' costruito dal cammino e si allontana paurosamente inesorabilmente e tragicamente dalla verità insegnata dalla Chiesa e che ho tratteggiato sommariamento nel post precedente...

Ti sbagli,è una condivisione,pertanto è un momento di crescita per i bambini.
Tieni presente che :"nè chi pianta nè chi irriga è qualcosa,ma Dio che fa crescere"
Comè prete dovresti capirlo,come un catto cattolico forse no

Anonimo ha detto...

A me il tuo moralismo pare sia solo una scappatoia per non rispondere. E continuo a non ricevere risposte.

Le risposte?Mi sa che sono anni che ricevi risposte,ma sei troppo preso a riconoscere la tua verità,
che non è verita

stephanos78 ha detto...

Scusa "anonimuccio".

Ma, di Grazia, qualcuno ha garantito l'applicazione del rito ebraico, al posto della Santa Messa, con la facoltà di attuare questa "haggadah" impropria? Se sì, chi è stato?

A prescindere dai "significati" che attribuisce Kiko a questi stravolgimenti, perchè per il resto della Chiesa vale la Legge della Chiesa e per il CNC no?

stephanos78 ha detto...

Dice anonimuccio:

"Le risposte?Mi sa che sono anni che ricevi risposte,ma sei troppo preso a riconoscere la tua verità,
che non è verita"

Allora me la dici questa "Verità"?

Sono anni che non solo non ho ricevuto risposte, ma condizionamenti per il mio porre domande! Infatti le risposte me le sono andate a cercare da solo, domandando altrove, dove invece che "calssificarmi", mi è stata data dignità nel dubbio. E il dubbio è stato risolto.

Il dubbio non lo risolve il CNC che invece mi ci ha messo, nel dubbio!

Siccome, come dite voi, se uno crede fino in fondo in una cosa, si assume le sue responsabilità in modo definitivo, per il CNC invece si rimane nella "zona grigia".

Nessuna risposta, e qualsiasi domanda è figlia del demonio.

mic ha detto...

"Comè prete dovresti capirlo,come un catto cattolico forse no"

certo come catto cattolico no ma come cripto ebreo (ma mai dimenticando che l'ebraismo è un'ALTRA cosa) puoi capirlo meglio tu

Guarda che io non sono sceso in dettagli, ma se ci hai fatto caso, ho chiamato in causa questioni liturgiche teologiche antropologiche e ci aggiungo anche quellepsicologiche per definire e comprendere la portata di quella "sceneggiata" che spacciate per insegnamento.
Parli di condivisione, ma di che? L'unica COSA (chiamiamola così anche se improprio) che i Cristiani condividono e che li fa davvero crescere sia nella fede che come persone è lo Spirito del Signore Risorto, non le vostre sceneggiate che generanno stupore, ma alla fine quello che lasciano è esaltazione e confusione!!!
E di cristiano c'è solo l'arbitrario uso dei brani del Nuovo Testamento in quel marasma di azioni e parole giudaiche!

Il Signore è venuto a dare compimento non a riproporre quelle cose che ricordano la schiavitù in Egitto... dai nostri Egitti - e sono tanti - è Lui solo che ci libera! Non abbiamo bisogno del Mosè di turno (maestro del coro, didascalo o kiko che dir si voglia)!

Anonimo ha detto...

I°corinzi 1,10-31

Anonimo ha detto...

Per Stefanuccio(con affetto),la comunità cristiana,pertanto la chiesa risulta da un insieme eterogeneo di cammini,di storie personali,di età e temperamenti diversi.san paolo ci esprime la verità “le membra pur essendo molte sono un corpo solo,cosi anche Cristo”
Il corpo risulta di molte membra che sono necessarie proprio perché sono diverse.
Nella chiesa devono esserci doni diversi,vocazioni diverse,spiritualità diverse,senza che questo fatto generi barriere o interrogativi sulle vocazioni o sui carismi “migliori”.Ciò che Dio ,nello Spirito,dona alla comunità cristiana come ricchezza di collaborazione,viene spesso stravolto dal peccato e mutato in conflitti,rivalita e dissidi.Il grande errore a cui di non di rado ci conduce il ns.peccato è la valutazione dei cammini e delle diverse spiritualità cristiane in termine di “ peggiore /migliore”
Pertanto visto che il CNC è parte della chiesa cattolica a voi la scelta.

stephanos78 ha detto...

Sottoscrivo ogni virgola. Ma è troppo strumentale questo discorso. Almeno alla luce della mia esperienza e delle contraddizioni che ho assorbito in 5 anni. Mai come in questo passato periodo!

Si sposta la sostanza del discorso, perchè per certe associazioni, con la scusa delle "diversità di carismi", si procede alla istituzionalizzazione delle diversità di sostanza!

Inoltre, la citazione che mi hai fatto, è fallace. Se c'è una realtà che ha mostrato e mostra il suo essere auto-referenziale, il suo definirsi intoccabili e soprattutto infallibile, scevra da qualsiasi errore e soprattutto impossibile da criticare da parte di un qualisasi fedele cattolico, ma esclusivamente in modo pseudo-gerarchico, quella è il CNC!

stephanos78 ha detto...

COme fai a dire: "il CNC è parte della Chiesa Cattolica"? Dici che noi "ci sostituiamo" quando esaminaimo tutto e riteniamo ciò che è buono (lo deve fare solo il gerarca???), e tu fai un'affermazione secca ed assoluta del genere? Alla luce dei fatti concreti che provoca il CNC?

felice ha detto...

"CIAO SEGUACI DI SATANA
ANDATE DA LUI PER LA VOSTRA EUCARESTIA, E NON IN CHIESA.."

Mooooo com stè frcat wagliò... vuoi una sigaretta????

stephanos78 ha detto...

felice mi fai un corso di dialetto? :-)

Anonimo ha detto...

il suo definirsi intoccabili e soprattutto infallibile, scevra da qualsiasi errore e soprattutto impossibile da criticare da parte di un qualisasi fedele cattolico, ma esclusivamente in modo pseudo-gerarchico, quella è il CNC!

Stefanuccio,ma sei sicuro che stavi nel CNC? Secondo me stavi con i TGV.

Anonimo ha detto...

Felice,hai avuto una delle tue nottate EH?I tuoi amici ti hanno fatto provare roba nuova ehh?

Seby ha detto...

Anonimo ha detto...

il suo definirsi intoccabili e soprattutto infallibile, scevra da qualsiasi errore e soprattutto impossibile da criticare da parte di un qualisasi fedele cattolico, ma esclusivamente in modo pseudo-gerarchico, quella è il CNC!

Stefanuccio,ma sei sicuro che stavi nel CNC? Secondo me stavi con i TGV.


Finalmente una cosa giusta l'hai detta!
Stare con il CNC e stare in una setta quasi a pari dei Testimoni di Geeova!

Anonimo ha detto...

COme fai a dire: "il CNC è parte della Chiesa Cattolica"?

Stefanuccio,è sicuro che il CNC fa parte della chiesa cattolica.
Voi?boh chi siete?

Anonimo ha detto...

Seby,carissimo come stai,
moh sietye un'insieme di??boh
Voi non siete la chiesa cattolica,chissa se non siete proprio dei TDG che mettono zizzania

stephanos78 ha detto...

Sì, infatti è venuto anche a me il dubbio che quella dove mi trovavo non era una associazione cattolica...Troppe "strane concordanze"..

Ciò che succede ANCHE qui ti sembra normale? Ti sembra normale che dibattendo dell'incidenza di una ASSOCIAZIONE LAICALE, si possano leggere commenti deliranti, sulla nostra disobbedienza, il nostro "scisma", ECC, ECC, ECC?

Stiamo portanzo testimonianze, ci rifacciamo al Magistero, poniamo domande.

Prima di farlo pubblicamente, lo abbiamo fatto con i nostri Vescovi. Ti sembra normale che il mio non mi abbia risposto?
La "Cura" delle Pecorelle dove sta? Se accade qualche cosa, possibile che la responsabilità sia sempre e solo nostra?

Che dobbiamo fare per essere presi in considerezione? Legarci al cancello della sede della diocesi?

felice ha detto...

mi sono ritirato alle 8 (prestino) domenica mattina... vuoi venire insieme sabato a farti na grigliata a Sammichele? Vino d zappatour e nocino di altamura come digestivo

stephanos78 ha detto...

Ti sembra normale che mi rispondi: "è sicuro che è cattolico"? MAHHHHH!

Io chi sono? Sono un Fedele, che aspetta ancora di essere tutelato...
Aspetta e spera!

Anonimo ha detto...

Felice,va bene ma porta da fummare,che è il tuo forte

Anonimo ha detto...

Che dobbiamo fare per essere presi in considerezione? Legarci al cancello della sede della diocesi?

Essere obbietivi,amare,collaborare,
ecccc,forse allora??

felice ha detto...

Guarda ke le canne si fumano a 15 anni... io al massimo ti posso offrire una MERIT

Anonimo ha detto...

Io chi sono? Sono un Fedele, che aspetta ancora di essere tutelato...
Aspetta e spera

Io su ,ti faccio un discorso di membra e tu mi rispondi con ssta roba? Stefanuccio,sei un'adulto di età,cresci.

Anonimo ha detto...

felice,allora non vengo.

Uriel ha detto...

Riguardo alla preparazione della Pasqua per i bambini, posso dire che nulla e' lasciato al caso, ed e' da piccoli che i futuri nc interiorizzano il concetto di comunità, vedendola un tutt'una con la famiglia.
Il discorso del lievito sarà poi quello dell'uomo vecchio e dell'uomo nuovo. Da esteriore diventerà interiore.

stephanos78 ha detto...

Il discorso di membra è funzionale ed unilatrerale!

La Correzione e la collaborazione VICENDEVOLE si attua in DUE SENSI,appunto!

Possibile che tu non ti renda conto che parti da un preconcetto, tra l'altro messo in discussione dallo stato attuale stesso dell' Associazione NC, a prescindere dal dettaglio della sua problematicità?

Tu togli la possibilità a chiunque di poter mostrare un errore, anche senza essere un "gerarca" della Chiesa! Sulla scorta della sua esperienza di Fedele e dell' ascolto dell' Insegnamento della Chiesa!

Mi fai un discorso di Membra, ma non consideri il Membro che hai davanti! L'hai già definito "non identificabile".

Se parti da una affermazione assoluta come "il CNC fa parte della Chiesa" e "voi chi siete", mi dici come puoi analizzare, aiutare, consigliare chi ha una esperienza, una testimonianza e un riscontro CONCRETO di fatti che vanno in direzione opposta?

Anonimo ha detto...

Se parti da una affermazione assoluta come "il CNC fa parte della Chiesa" e "voi chi siete", mi dici come puoi analizzare, aiutare, consigliare chi ha una esperienza, una testimonianza e un riscontro CONCRETO di fatti che vanno in direzione opposta?

Aiutare?La tua testimonianza non l’hai mai resa pubblica,ti limiti sempre a dire che ti hanno fatto soffrire.Non hai mai,ne tu,ne mic,ne seby,ne lara,ne eccc..
Raccontato perché.Ora se la tua,vs,sofferenza deriva dal fatto di come il CNC celebra la messa o fa la catechesi,bene l’ho detto tante volte,è legittimo dirlo,non è legittimo infancare i vs.fratelli,non è legittimo sostitirsi alla chiesa ,non è legittimo dare dei corrotti ai preti o vescovi che appoggiano il CNC,non è legittimo dire che kiko fa tutto per il proprio tornaconto economico o peggio per la propria gloria,potrei continuare.

Lara ha detto...

Anonimo, se veramente conoscessi me, sapresti che non sono mai stata interessata a primeggiare e la o le mansioni che svolgevo dentro al cn, sono state da me donate come servizio per la Chiesa, che ingannata vivevo.
Scusa, ti invito a riflettere sulle tue stesse parole. Cosa vuol dire 'essere la prima in parrocchia'? Ma cosa significa? Fratello, ma ti rendi conto che non ha senso quello che dici? Questo fa capire bene quel fanatismo al quale vengono alimentati i fedeli all'interno del cn. A questo non sono mai caduta, e perciò sono potuta uscirne, perchè chi è impregnato dal fanatismo non vive del servizio cristiano, ma del 'tornaconto' o del raggiungimento di qualche traguardo da 'difendere'anche se contrario ai suoi valori, e questo annebbia ed impedisce sia di fare luce su ciò che lo circonda oltre ad alla apertura del suo cuore.
Fratello, quel che io ho veramente difeso è stato Gesù quando mi lo volevano STRAPPARE!!

Altro che 'attenzione' del mio parroco! Proprio lui ha salvato la mia anima da tutto questo macello nc! Di quale altra 'attenzione' credi che un cristiano ne avrebbe più bisogno?

Auguro che il tuo parroco eserciti il suo sacerdozio con te in verità così come il mio lo ha fatto con me.

Anonimo ha detto...

Fratello, quel che io ho veramente difeso è stato Gesù quando mi lo volevano STRAPPARE!!

STRAPPARE?Da cosa ?

Anonimo ha detto...

Non ho ancora capito,lara,ma volete che il CNC si modifichi?
O che venga cancellato dalla chiesa?

stephanos78 ha detto...

Infangare? Sostituirsi?

Vedi che hai fatto l'ennesimo proclama? Con una mano dai e con dicei mani togli!

Chi infanga? Come? Adesso, visto che fai queste affermazioni, sei invitato a dimostrarle! Prima affermi che abbiamo il diritto di esprimerci (grazie!), poi che infanghiamo? Ma cosa dici?

Non ci sostituiamo a nessuno, constatiamo e documentiamo! Siamo stanchi di essere sballottati e di essere tacitati da chiunque si proclami "carismatico"!

Abbiamo bisogno di navigare con fermezza! E il Popolo di Dio ha bisogno di essere seguace della Verità! E che questa sia UNA!

stephanos78 ha detto...

Dice anonimo:

"Non ho ancora capito,lara,ma volete che il CNC si modifichi?
O che venga cancellato dalla chiesa?"

Ma la pianti di fare queste provocazioni gratuite? Vogliamo conoscere dove sta la Verità!

Anonimo ha detto...

Vedi stephanos,innanzitutto il cammino non si autoprocalama carismatico,il blog lo seguo da tanto tempo,l'inizio è sempre lo stesso,poi fango a più non posso.
Non dimenticare i tanti interventi fatti.Una cosa giusta l'hai detta,
la verità è Una, Gesù Cristo,il Quale ha dato le chiavi a Pietro.
Tu travolgi il CNC,ma la tua testimonianza dovè?MIC?SEBY?LARA?

Lara ha detto...

Ah, e non ho rencore con i nc, e se mi segui saprai quanto ci tengo a quei piccoli che vengono ingannati. Invece per quelli 'in carriera' spero che al più presto si pentano e la smettano di combinare le più abominevole schifezze (e a dir poco).
E' il sistema dell'organizzazione e tutti i suoi inciucci anticattolici che detesto e vorrei vedere al più presto fuori dalla nostra chiesa, perchè è assurdo che la Chiesa da una parte tutela e dall'altra da il via libera a nuove dottrine.
E se mi avrai letto ultimamente non è del tutto vero che difendo come dici tu la Chiesa. Ho avuto da dire ... perchè mi domando come mai Kiko non sia stato educato in tempo e corretto dall'inizio dai sacerdoti che lo ascoltavano, invece di farlo andare avanti in modo errante. Lui non aveva il compito di vegliare, ma i sacerdoti sì.

Spero con questo aver finito di dare le mie risposte.

Anonimo ha detto...

Vogliamo conoscere dove sta la Verità!

Lara,se vuoi conoscere la verità devi aspettare che la chiesa si pronunci

Lara ha detto...

"STRAPPARE?Da cosa ?"

Quando non 'ami' il Signore come dicono loro ... provano a fartilo odiare!

Non voglio entrare nei particolare, ma credimi che è così. almeno con me sono arrivati fino a questo punto.

stephanos78 ha detto...

IO NON TRAVOLGO NESSUNO.

A prescindere dal fatto specifico personale, che tra l'altro SE SEGUI DAVVERO IL BLOG ho anche trattato (nei limiti ovviamente), ho fatto ANCHE QUI delle domande e siamo arrivati a non so quale post, SENZA RISPOSTA! Ma questo avviene qui come in CNC! In pubblico, in "privato", nelle situazioni...

Io ho chiesto, a monte della mia specifica situazione che ne è corollario, perchè il CNC è così auto-referenziale, perchè usa metodi difformi dalla Chiesa e così pressanti, che si configurano come abusi? Perchè non "rende ragione" di se stesso? Perchè non chiarisce i dubbi? Perchè non è trasparente?

enea ha detto...

avrei due domande che non sono in linea con il tema, ma sarebbe importante per me conoscere come stanno le cose:
Un responsabile di comunità che ha fatto il secondo passaggio può candidarsi alle elezioni comunali ?
e la seconda è questa:
Abbiamo una bella Chiesa ed una sala riunioni bellissima in cui si può celebrare.
E' uno sfizio del catechista voler celebrare nella sala,o ci sono indicazioni in questo senso da parte dei vertici ?
dimenticavo la scusa è : stiamo più raccolti e si sentono le risonanze.
Vi sarei grato se qualcuno mi delucidasse. ciao

Lara ha detto...

Scusa anonimo, ma ci stiamo incrociando.

acutilfosforo ha detto...

Il CNC e' un gruppo laicale
con statuti scaduti e da 3 mesi in stato
di DISOBBEDIENZA al papa.

Uriel ha detto...

Raccontato perché.Ora se la tua,vs,sofferenza deriva dal fatto di come il CNC celebra la messa o fa la catechesi,bene l’ho detto tante volte,è legittimo dirlo,....non è legittimo sostituirsi alla chiesa.

Di fatto la Chiesa ha iniziato a pronunciarsi con la lettera di Arinze, anche se non pubblica e Kiko rispose con vemenza (troppo forse)in occasione della Pentecoste del 2006.
C'e' stata poi la lettera del Cardinal Ruini ai parroci romani.
La situazione non e' ancora chiara dal punto di vista istituzionale, anche se di cambiamenti credo ne dovrete fare tanti e su questi deciderà il Vaticano.

Il fatto curioso e' che si rischia di andare incontro au una Chiesa Cattolica "ecumenica" al suo interno (NO, VO e celebrazioni Nc).

L'importante e' credere che l'ultima Parola e' del Signore che mai ha abbandonato la Sua Chiesa.

stephanos78 ha detto...

Dice Uriel:

"Di fatto la Chiesa ha iniziato a pronunciarsi con la lettera di Arinze, anche se non pubblica "

La Lettera è Pubblica. E' diretta ai fondatori di una Associazione ma non nomina solo loro. Nomina il Cammino. A più riprese. Questo rende il "soggetto" più ampio. E non potrebbe essere altrimenti.

La Lettera è richiamata direttamente dal Papa, a conferma di quello che dico, il 12 gennaio 2006 davanti al Cammino in genere (c'erano fondatori e adepti!), pubblicata sugli atti della Santa Sede, richiamata dal Cardinale Vicario il Maggio seguente in modo PUBBLICO.

La Chiesa si è pronunciata pubblicamente altre 2 volte in precedenza, con una Istruzione ed una Notificazione del Culto divino. Il 1988, tale nostificazione richiama PUBBLICAMENTE il Cammino a rispettare le norme universali della Chiesa! Quanti anni sono passati dal 1988 al 2005?

Anonimo ha detto...

...e allora chi li protegge ? ...perchè se cosi fosse il tutto non si spiega...

Anonimo ha detto...

Un responsabile di comunità che ha fatto il secondo passaggio può candidarsi alle elezioni comunali

Certo che può,speriamo che scelga il partito giusto,la responsabilità personale rimane.
Noi la celebrazione la facciamo in chiesa,se la chiesa è molto grande potrebbe essere dispersiva.
Visto che interventi di Enea ne ho letto tanti e non mi sembra sproveduto,dovè vuoi arrivare?

michela ha detto...

Un responsabile di comunità che ha fatto il secondo passaggio può candidarsi alle elezioni comunali?

Tutto può essere: anche che il cammino cambi il suo divieto di partecipazione all'attività politica e sindacale, pur di avere legittimazione, anche agli occhi della Chiesa.

"E' uno sfizio del catechista voler celebrare nella sala,o ci sono indicazioni in questo senso da parte dei vertici ?"

Tutte le comunità del mondo celebrano in salette. Ci sono precise indicazioni sulla necessaria presenza dell'icona di Kiko, dei tappeti, degli oggetti liturgici acquistati dal centro nc, del candelabro, tallit sul leggìo.
Tutte queste cose non possono essere trasportate in chiesa per ogni celebrazione, e d'altra parte NON SI PUO' celebrare senza gli arredi kikiani.

Poi ci si potrebbe chiedere perchè i nc non possono fare a meno di tutti questi arredi.

Anonimo ha detto...

mi chiamo riccardo, sono cristiano e faccio parte del cammino, tra tutto quello che dite posso essere d'accordo o in dissacordo, ma questo non è importante finche la santa chiesa non mi dice di fermarmi io continuo, quello che non capisco è il vostro livore nel dire le vostre ragioni, e sopratutto usare termini quali adepti, setta ecc. vogliate scusarmi se mi sono permesso questo. LA PACE DI CRISTO SIA CON VOI

Anonimo ha detto...

Tutte le comunità del mondo celebrano in salette.

Michaela,perchè dici tante idiozie?
Per quanto riguarda gli oggetti liturgici,che te ne frega?Non sei obbligata a frequentare la messa Nc

Lara ha detto...

Guarda che la SAnta Chiesa già ti ha detto di fermarti su certi aspetti. L'hai fatto?


Oh mamma mia! e di nuovo punto e a capo!

Anonimo ha detto...

non ci hanno sciolti,ma comunque non mi hai risposto e hai strumentalizzato ad hoc il mio post scusami tolgo il disturbo non volete un confronto ma ragione. LA PACE

stephanos78 ha detto...

Se c'è qualche Sacro Pastore che legge, capirà da queste risposte la nostra angoscia

lara ha detto...

non ci hanno sciolti?????

Io invece direi troppo sciolti!:(

Anonimo ha detto...

Stefanuccio,rendi la tua testimonianza,o no?

Lara ha detto...

Se veramente preghi il Signore ... allora preparati a mettere su un giorno quella tua!

Perchè Lui ascolta, e tutto arriva prima o poi.

stephanos78 ha detto...

L'ho resa.

Ripeto, è sull'archivio. Nei limiti del foro pubblico su cui siamo. Poi: l'ho resa al mio Vescovo, per conoscenza a tanti altr vescovi, al Papa.

Può bastare?

stephanos78 ha detto...

Ma tu: puoi/vuoi rispondere al merito delle mie domande?

Puoi/vuoi? O dobbiamo stare a sviare il discorso fino a che non sarò allo stremo?

Anonimo ha detto...

io ad esempio non posso rendere la mia testimonianza perchè ho paura che qualcuno capisca di chi sto parlando. e se poi lo viene a sapere chi nella mia famiglia nel cammino c'è, sono azzi amari. perderei anche quel poco che mi è rimasto.

Anonimo ha detto...

messaggio di newgold69

dagli ultimi post messi, tipo quello del tal riccardo, si capisce la profonda stupidità che il cammino genera in chi lo segue.

faccio un esempio che è meglio.

io tizio tiro un sasso in testa a caio.

lo prende in fronte.

poi dice: finché non c'è una regola precisa che tirare un sasso in fronte ad un altro è male, io lo faccio.

caio gli dice: ma sei matto? mi hai beccato in testa!

tizio dice. con te non si può discutere, sei nell'errore, perché non c'è scritto espressamente che tirare un sasso sulla fronte è male, quindi io lo faccio, e poi è colpa tua, perché io il sasso lo tiro, sei tu che devi spostarti dalla traiettoria, e siccome tu lo hai preso, sei tu che ti sei fatto male, quindi sei tu che sei nella colpa.

caio gli dice, ma guarda che è reato produrre del male ad un'altra persona. non si può ferire l'altro.

tizio dice: nel codice penale si aprla espressemente di sasso ed espressamente di testa o meglio fronte e di sasso lanciato e di bersaglio colpito?

caio dice: non, si parla in generale di tutte le volte che uno reca danno o offesa ad un altro con ogni cosa che capiti!

tizio dice: lanciare un sasso non è reato, non c'è scritto specificatamente che quello che io ho fatto è reato, quindi tu non puoi accusarmi che io ho fatto una cosa sbagliata, perché non l'ho fatta. sei tu che mi accusi e giudichi di aver fatto un reato. chi è nell'errore sei tu che ti sei messo in mezzo ad una mia azione libera e hai interferito facendo terminare la corsa del mio sasso sulla tua fronte.

quindi io ti accuso, invece di dire che io sono nel reato perché non lo sono e ti accuso di aver interferito con la mia libertà di lanciare il sasso e ti accuso di aver detto che io ho commesso un reato perché non è vero. sei tu il falso perché ti sei messo sulla traiettoria del sasso e hai agito per mettere me in cattiva luce.


ecco cari lettori, questo agire da pazzi è proprio dei neocat

michela ha detto...

D'altra parte è così che si fa durante gli scrutinii, quando i catechisti hanno il coltello dalla parte del manico, e se vogliono, possono usare qualsiasi cosa tu dica per dimostrarti che sei un deficente, un fallito nella vita, nei rapporti familiari.
Semplicemente, usano la tecnica che hanno subito, anche in altri contesti, in cui però non ha più senso, come nelle libere discussioni.

Lara ha detto...

... ecco cari lettori, questo agire da pazzi è proprio dei neocat

:)

E aggiungo:

ma chiamano 'pazzi' a quelli che ne stanno fuori!

michela ha detto...

Michaela,perchè dici tante idiozie?
Per quanto riguarda gli oggetti liturgici,che te ne frega?Non sei obbligata a frequentare la messa Nc
--------------

però di fatto non hai detto che le cose non stanno così.
Indirettamente hai avvalorato quanto ho scritto.
Perchè con tutti i conventi che sarebbero ben felici di ospitare le comunità per le convivenze, si continua ad andare in alberghi e si celebra in sale profane?
Perchè riempire ogni volta un furgoncino di tappeti e cose varie, pur di non utilizzare l'altare, calici e patene della chiesa?

Anonimo ha detto...

Newgolds,io tiro il sasso e spero che ti becchi il cuore invece della testa,dici di essere prete e poi non riconosci nulla,non sei un prete,mi rifiuto di crederlo.Lara la mia testimonianza a Dio la rendo ogni giorno,minuto,e continuamente mi vergogno e chiedo perdono.
Ripeto,per me siete fuori della chiesa con quello che dite,poi fate voi.

Anonimo ha detto...

Non è vero,Michaela noi andiamo sempre ai conventi,se vuoi ti faccio un'elenco e mi vieni a trovare

stephanos78 ha detto...

Sì, ai conventi...:-O

Anonimo ha detto...

Michaela,negli scrutinii nessuno a il coltello, non c'è assolutamente nulla da usare. O dici bugie o un sacco di idiozie .Tu non hai fatto gli scrutinii

Anonimo ha detto...

Sì, ai conventi...:-O

o nelle convivenze grandi o alberghi o altri centri che possono ospitare. Allora?

stephanos78 ha detto...

Perchè stai facendo questa "difesa d'ufficio" anonimo?

Sai BENISSIMO che le Convivenze si fanno ANCHE, e non regolarmente, nei conventi!

Il CNC non svolge mai convivenze in Sale, Luoghi vari, Alberghi, centri congressi, foresterie cattoliche, ecc, ecc, ecc???????

Perchè negarlo? Perchè?

Anonimo ha detto...

Chi tira il sasso consapevolmente per far del male, o è pazzo o è coperto da qualche boss.
Così funziona in questa società.

michela ha detto...

Non parlavo di convivenze domenicali.
Tu mi vuoi dire che nelle convivenze lunghe, quelle con i catechisti, andate in conventi e celebrate l'Eucarestia nelle loro chiese?

gherardo ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
michela ha detto...

"Michaela,negli scrutinii nessuno a il coltello, non c'è assolutamente nulla da usare. O dici bugie o un sacco di idiozie .Tu non hai fatto gli scrutinii"

Adesso incomincia la confusione, non so se voluta o casuale.
Nel dubbio ti rispondo:

Ho visto persone piangere, persone umiliate in pubblico su cose molto private, per esempio sui rapporti coniugali,
ho visto genitori umiliati perchè i figli erano ribelli,
ho visto il coniuge umiliato davanti all'altro coniuge, con grave disprezzo del sacramento del matrimonio,
ho visto persone che, SPONTANEAMENTE, accusavano i fratelli, raccontando cose che non erano emerse nel colloquio con i catechisti.
Io stessa ricordo l'ansia con cui andavo a questi scrutinii, neanche fosse un esame o un concorso decisivo.
Adesso, dopo tanti scrutinii, i miei ex-fratelli di comunità si dimostrano rassegnati, si consegnano come condannati nelle mani dei catechisti, come se questi fossero gli unici responsabili del loro cammino di fede, come se non ci dovesse essere collaborazione tra catechista e catechizzato.
Per giustificare tale stress, si ritengono obbedienti come Cristo, o come i monaci che devono obbedienza all'abate.
Poi ci sono molti, e i catechisti lo sanno, che mentono per evitarsi problemi.

Ho visto pure uomini miti nella vita normale, diventare duri quando entrano nel ruolo di catechisti.

Prima che mi diciate che ho avuto catechisti 'cattivi', vi dico che quelli che ho conosciuto sono ai vertici del cammino e che quello che dicono e fanno viene imitato da molti.

Anonimo ha detto...

Messaggio di newgold69

Sempre sul sito del vaticano, nella sezione “curia romana”, nella pagina dedicata al pontificio consiglio per i laici, quello che avrebbe dovuto dare l’approvazione dello statuto dei neocat, c’è una sezione riguardante le associazioni e movimenti laicali, tra i quali dovrebbe esserci anche il cammino. La lista è qui di seguito, ma il cammino non c’è: ergo, non è riconosciuto come associazione o movimento laicale. Almeno per il momento!!!
Ergo: tutto ciò che il cammino fa, secondo me, è abusivo, e il suo modo di celebrare, contrario ai richiami che la santa sede ha fatto quando ancora era giuridicamente riconoscibile, cioè prima che gli statuti scadessero, è altrettanto irregolare e sbagliato.
Se sono stati richiamati prima quando avevano uno statuto ad experimentum, ora che questo statuto è scaduto, sono allo sbando, perché non hanno saputo restare dentro il limite che la santa sede aveva posto.
Sempre con l’esempio per capirci meglio: vuoi essere nel giusto e non commettere errori, osserva il codice della strada: è garanzia per te e per gli altri. Non osservi le norme della strada e vai fuori? Peggio per te. È colpa tua perché non le hai osservate, l’assicurazione non ti rifonde perché sei dalla parte del torto, inoltre devi pagare o finire in carcere se hai causato danni a te, a strutture o a altre persone.

REPERTORIO
1. Alleanza Internazionale dei Cavalieri Cattolici (IACK)
2. Apostolato Militare Internazionale (AMI)
3. Araldi del Vangelo (EP)
4. Associazione Cattolica Internazionale al Servizio della Giovane (ACISJF)
5. Associazione Cattolica Mondiale per la Comunicazione (SIGNIS)
6. Associazione “Comunità Domenico Tardini”
7. Associazione Comunità “Papa Giovanni XXIII”
8. Associazione Cooperatori Salesiani (ACS)
9. Associazione Cuore Immacolato di Maria, Madre della Misericordia, o Tuus Totus (CIM)
10. Associazione della Sacra Famiglia
11. Associazione Internazionale dei Caterinati
12. Associazione Internazionale delle Carità (AIC)
13. Associazione Internazionale Fede e Luce
14. Associazione Internazionale Missionari della Carità Politica
15. Associazione Laicale Memores Domini
16. Associazione “Pro Deo et Fratribus - Famiglia di Maria” (PDF-FM)
17. Associazione Rurale Cattolica Internazionale (ICRA)
18. Associazione San Benedetto Patrono d’Europa (ASBPE)
19. Associazione San Francesco di Sales
20. Associazione Silenziosi Operai della Croce (SODC)
21. Carmelo Missionario Secolare (CMS)
22. Centro Cattolico Internazionale di Cooperazione con l’Unesco (CCIC)
23. Centro Cattolico Internazionale di Ginevra (CCIG)
24. Claire Amitié
25. Comitato Cattolico Internazionale per gli Zingari (CCIT)
26. Comitato Internazionale Cattolico delle Infermiere e delle Assistenti Medico-Sociali (CICIAMS)
27. Commissione Internazionale Cattolica per le Migrazioni (CICM)
28. Comunità Adsis (ADSIS)
29. Comunità Cattolica di Integrazione (KIG)
30. Comunità Cattolica Shalom
31. Comunità “Chemin Neuf” (CCN)
32. Comunità dell’Emmanuele
33. Comunità delle Beatitudini
34. Comunità del Pane di Vita
35. Comunità di Sant’Egidio
36. Comunità di Vita Cristiana (CVX)
37. Comunità Laiche Marianiste (CLM)
38. Comunità Missionaria di Villaregia (CMV)
39. Confederazione Internazionale delle Associazioni Professionali delle Collaboratrici Familiari (IAG)
40. Confederazione Internazionale dei Centri Volontari della Sofferenza (CVS Internazionale)
41. Confederazione Mondiale Exallieve ed Exallievi delle Figlie di Maria Ausiliatrice (FMA)
42. Conferenza delle Organizzazioni Internazionali Cattoliche (COIC)
43. Conferenza Internazionale Cattolica del Guidismo (CICG)
44. Conferenza Internazionale Cattolica dello Scoutismo (CICS)
45. Cooperatori Amigoniani
46. Cooperatori dell’Opus Dei
47. Coordinamento Internazionale della Gioventù Operaia Cristiana (CIJOC)
48. Équipes Notre-Dame (END)
49. Federazione Internazionale degli Uomini Cattolici (FIHC-Unum Omnes)
50. Federazione Internazionale dei Movimenti Cattolici di Azione Parrocchiale (FIMCAP)
51. Federazione Internazionale dei Movimenti di Adulti Rurali Cattolici (FIMARC)
52. Federazione Internazionale dei Pueri Cantores (FIPC)
53. Federazione Internazionale delle Associazioni Cattoliche di Ciechi (FIDACA)
54. Federazione Internazionale delle Associazioni dei Medici Cattolici (FIAMC)
55. Federazione Internazionale delle Comunità dell’Arca
56. Federazione Internazionale delle Università Cattoliche (FIUC)
57. Federazione Internazionale Farmacisti Cattolici (FIPC)
58. Federazione Mondiale delle Opere dell’Adorazione Notturna di Gesù Sacramentato
59. Fondacio. Cristiani per il mondo
60. Forum Internazionale di Azione Cattolica (FIAC)
61. Foyers de Charité
62. Fraternità Cattolica delle Comunità e Associazioni Carismatiche di Alleanza
63. Fraternità Charles de Foucauld (FCF)
64. Fraternità Cristiana Intercontinentale dei Malati Cronici e Disabili Fisici (FCIPMH)
65. Fraternità dei Gruppi San Tommaso d’Aquino (FASTA)
66. Fraternità di Comunione e Liberazione (CL)
67. Gioventù Indipendente Cristiana Internazionale (JICI)
68. Gioventù Studentesca Cattolica Internazionale (JECI)
69. Gruppo Promotore del Movimento per un Mondo Migliore (GP del MMM)
70. Incontri di Promozione Giovanile (EPJ)
71. Incontri Matrimoniali Mondiali (WWME)
72. Incontri per Coppie Sposate
73. Istituto Cattolico per l’Evangelizzazione (ICPE Mission)
74. Istituzione Teresiana (IT)
75. Laboratori di Preghiera e Vita (TOV)
76. Legio Mariae
77. Milizia dell’Immacolata (MI)
78. Milizia di Gesù Cristo (MJC)
79. Movimento Apostolico di Schoenstatt
80. Movimento Apostolico Regnum Christi
81. Movimento Contemplativo Missionario “P. de Foucauld”
82. Movimento dei Laici Claretiani (MLC)
83. Movimento di Spiritualità “Vivere In”
84. Movimento di Vita Cristiana (MVC)
85. Movimento Giovanile Salesiano (MGS)
86. Movimento Internazionale d’Apostolato dei Ceti Sociali Indipendenti (MIAMSI)
87. Movimento Internazionale degli Intellettuali Cattolici (MIIC-Pax Romana)
88. Movimento Internazionale degli Studenti Cattolici (MIEC-Pax Romana)
89. Movimento Internazionale della Gioventù Agricola e Rurale Cattolica (MIJARC)
90. Movimento Internazionale di Apostolato dei Bambini (MIDADE)
91. Movimento Luce-Vita (RS´Z .)
92. Movimento Mondiale dei Lavoratori Cristiani (MMTC)
93. Movimento Oasi
94. Movimento Teresiano di Apostolato (MTA)
95. Opera di Maria (Movimento dei Focolari)
96. Opera di Nàzaret (ODN)
97. Opera di San Giovanni d’Avila
98. Opera di Santa Teresa
99. Opera Kolping Internazionale
100. Organismo Mondiale dei Cursillos di Cristianità (OMCC)
101. Organizzazione Mondiale degli Exallievi ed Exallieve dell’Insegnamento Cattolico (OMAAEEC)
102. Punto Cuore
103. Scuola della Croce
104. “Seguimi” Gruppo Laico di Promozione Umano-Cristiana
105. Servizi al Rinnovamento Carismatico Cattolico Internazionale (ICCRS)
106. Servizio Missionario Giovani (SERMIG)
107. Società di San Vincenzo de’ Paoli (SSVP)
108. Sposi per Cristo (CFC)
109. Ufficio Internazionale Cattolico dell’Infanzia (BICE)
110. Ufficio Internazionale dell’Insegnamento Cattolico (OIEC)
111. Unione Apostolica Femminile di Schoenstatt
112. Unione Cattolica Internazionale della Stampa (UCIP)
113. Unione dell’Apostolato Cattolico (UAC)
114. Unione Internazionale Cattolica Esperantista (IKUE)
115. Unione Internazionale Cristiana dei Dirigenti d’Impresa (UNIAPAC)
116. Unione Internazionale dei Giuristi Cattolici (UIJC)
117. Unione Internazionale Guide e Scout d’Europa - Federazione dello Scoutismo Europeo (UIGSE-FSE)
118. Unione Mondiale degli Insegnanti Cattolici (UMEC)
119. Unione Mondiale delle Organizzazioni Femminili Cattoliche (UMOFC)
120. Unione Sanguis Christi
121. Vie Montante Internationale (VMI)

Anonimo ha detto...

messaggio di newgold69

vorrei invitare ad andare a vedere l'articolo di apertura che è su camineo.info, e se qualcuno sa tradurre bene dallo spagnolo, spiegare quello che c'è scritto, perché da profano di quella lingua, ho potuto cogliere delle mostruose inesattezze, ma mi posso anche molto sbagliare.
comunque è significativo che per parlare della nostra pasqua ci sia l'immagine della pasqua ebraica.!!!

La pulce ha detto...

IL NUOVO ACROSTICO CONIATO DA DONA CARMENITA

Datemi una sigaretta;
Inneggiamo al senor kirikus;
Solennizziamo le nostre convivenze;
Uhhh che noia la messa domenicale!
Brave le cimici neocat che danzano;
Bravi i camminanti allegri;
Io vi dico che molto presto....
Domani forse...
I cristiani della domenica...
Ammutoliranno davanti a noi:
Mostreremo lo statuto approvato!
Oh che vittoria!

Anonimo ha detto...

Che abbiano cambiato nome e siano tra:
Associazione Silenziosi Operai della Croce,
Comitato Cattolico Internazionale per gli Zingari
Federazione Internazionale delle Associazioni Cattoliche di Ciechi ?

Anonimo ha detto...

gert, lo sai che qualcuno 2000 anni fa diceva: "amate i vostri nemici, fate del bene a coloro che vi odiano"?
E tu gli mandi a casa la polizia postale? Mah... Evidenti difformità dal Credo cattolico...

Anonimo ha detto...

ho visto persone che, SPONTANEAMENTE, accusavano i fratelli, raccontando cose che non erano emerse nel colloquio con i catechisti.
Io stessa ricordo l'ansia con cui andavo a questi scrutinii, neanche fosse un esame o un concorso decisivo.

Qualcuno 2000 anni fa parlava di correzione fraterna, PER IL BENE DEL FRATELLO, lo sai? Oppure credi che se uno convive e non lo dice ai catechisti gli altri fratelli debbano stare zitti? MORALISTA!

Anonimo ha detto...

Sempre sul sito del vaticano, nella sezione “curia romana”, nella pagina dedicata al pontificio consiglio per i laici, quello che avrebbe dovuto dare l’approvazione dello statuto dei neocat, c’è una sezione riguardante le associazioni e movimenti laicali, tra i quali dovrebbe esserci anche il cammino. La lista è qui di seguito, ma il cammino non c’è: ergo, non è riconosciuto come associazione o movimento laicale. Almeno per il momento!!!
Non ci sono e probabilmente non ci saranno mai, di certo è che
non verranno mai riconosciuti nè come movimento nè come associazione !!!!
Su questo potete star tranquilli. Basta leggere lo statuto per capirlo. Sempre che non cambino qualche titolo statutario.

michela ha detto...

Oppure credi che se uno convive e non lo dice ai catechisti gli altri fratelli debbano stare zitti? MORALISTA!
---------------
Evidentemente sei alle prime fasi del cammmino.
Dopo un certo punto, si nominano i garanti, e si fanno incontri in piccoli gruppi.
Sono queste ottime occasioni per fare correzione fraterna.
Le delazioni di cui parlavo non sono denunce di gravi comportamenti contro la morale, che comunque, data la presenza di un sacerdote, sono questioni che spettano a lui.
Personalmente ho assistito a semplici calunnie, basate su voci sentite.
Come mai una persona dopo 15/20 anni di cammino, sente il bisogno di raccontare pettegolezzi ai catechisti, invece di andare direttamente dall'interessato e chiarire con lui.
C'è un atteggiamento perverso, molto lontano dalla vera correzione fraterna, una dipendenza psicologica dal catechista e un sottile desiderio di veder una persona soffrire, mettendola in difficoltà davanti agli altri.
Sono atteggiamenti che puoi ritovare nei bambini delle elementari, o nelle vittime/carnefici di ideologie spersonalizzanti come il comunismo e il nazifascismo.

leandro ha detto...

C'è un atteggiamento perverso, molto lontano dalla vera correzione fraterna, una dipendenza psicologica dal catechista e un sottile desiderio di veder una persona soffrire...



'SOTTILE' DESIDERIO? Ti sei moooolto limitata, Michela!

postaprioritaria ha detto...

Per anonimo:
fidati in certi casi irrecuperabili la polizia postale
puo' essere una vera correzione fraterna.

Gert ha detto...

"Non ci sono e probabilmente non ci saranno mai, di certo è che
non verranno mai riconosciuti nè come movimento nè come associazione !!!!
Su questo potete star tranquilli. Basta leggere lo statuto per capirlo. Sempre che non cambino qualche titolo statutario."

che vuoi dire che è "iniziazione cristiana"?Ne siamo proprio sicuri che è davvero così?

montmirail ha detto...

Qualcuno 2000 anni fa parlava di correzione fraterna, PER IL BENE DEL FRATELLO, lo sai? Oppure credi che se uno convive e non lo dice ai catechisti gli altri fratelli debbano stare zitti? MORALISTA!


Se non è moralismo questo..

michela ha detto...

E' moralismo ed è anche disprezzo per la figura del sacerdote, che è colui che conosce le situazioni di tutti.

felice ha detto...

Non fa meraviglia se qualcuno fa il ruffiano al catechista... siccome ti fanno credere che i catechisti parlano a nome di Dio...

La cosa più giusta in certi casi è farsi un bel esame di coscienza e andarlo a dire da soli al sacerdote nel confessionale, ma dato che nelle comunità amano fare i teatrini e le sceneggiate alla Eduardo........

montmirail ha detto...

Newgold ha scritto

comunque è significativo che per parlare della nostra pasqua ci sia l'immagine della pasqua ebraica.!!!

Io mi meraviglio che ci si meravigli
:-)

Qui il documento completo

montmirail ha detto...

Vedi stephanos,innanzitutto il cammino non si autoprocalama carismatico,il blog lo seguo da tanto tempo,l'inizio è sempre lo stesso,poi fango a più non posso.

Vigilia di Pentecoste 2006: Intervento di Kiko Arguello

Carissimo Padre, grazie per l’occasione che mi si offre di dire una parola. Abbiamo ascoltato il Salmo 146 nel quale siamo invitati a lodare Dio perché “Il Signore ricostruisce Gerusalemme”.

Gerusalemme e sopratutto il suo Tempio, è stato ricostruito da Zorobabele e Giosuè, un laico e un sacerdote. Prima Mosè e Aronne, poi Pietro e Paolo: i due testimoni di cui parla l’Apocalisse, possiamo dire: carisma e istituzione.


Ma quanto è difficile, Santo Padre, che le istituzioni capiscano che hanno necessità dei carismi!

The show must go on , comunque
vada sarà un successo..

Anonimo ha detto...

è veggente il sacerdote??? se non è il padre spirituale del fratello in questione come può sapere i fatti suoi?

cara michela, conosco bene i garanti, non sono necessarie tue ulteriori spiegazioni, anzi se vuoi te ne posso dare io a bizzeffe... il discorso sulle calunnie è profondamente falso, oppure i catechisti sono incapaci, perchè la domanda alla comunità è: ci sono FATTI CONCRETI positivi o negativi? se tiri fuori un giudizio ti azzittiscono subito...

felice ha detto...

e con quale autorità lo fanno?

PIUSU ha detto...

“Il Signore ricostruisce Gerusalemme”.

Dettaglio: e mentre lo dice si 'innalza', sollevando i suoi piedi dalla terra.

michela ha detto...

Anche un catechista è vittima dello stesso sistema che ha contribuito a creare.
E poi il vero punto dolente non è la calunnia in sè, da cui ci si può difendere dicendo la verità, ma la mentalità di delazione dei fratelli nc.
I catechisti, al massimo sono intelligenti, ma raramente sono illuminati, per cui sfruttano il clima di denuncia, se in quel momento è funzionale a rimproverare quella determinata persona.
Per quelli che non sono nc, e non hanno mai assistitito ad uno scrutinio, prima c'è il massacro di una o più vittime designate, ma mai di tutta la comunità.
E' a questo punto che viene fuori la cattiveria dei 'fratelli', quando la persona è già umiliata c'è qualcuno che si sente in dovere di rompere la tensione caricando sulle spalle della vittima altri pesi, con la scusa di dire la verità o di liberarsi di un peso.

Si crea una perversa solidarietà tra il catechista e il fratello che cerca la sua approvazione.
poi il catechista intelligente, che sa condurre un gruppo, magari farà un lieve rimprovero al delatore, perchè l'ultima parola deve essere quella del catechista.

Siccome quando scrivo di queste cose, ho in mente situazioni concrete, ho il battito accelerato, e una sensazione di ansia.
Caro anonimo, ti ricordi cosa si dice nelle catechesi?
Vedendo come si amano, i pagani daranno lode a Dio!
Ma quando mai????

«Meno recenti ‹Vecchi   1 – 200 di 210   Nuovi› Più recenti»