mercoledì 9 luglio 2008

Stile educativo e prassi non integrabili?

«Lo stile educativo», «la prassi dell’insegnamento Catecumenale ha un corso poco dialogico, autoritario. Domande e richieste di ulteriori informazioni non sono consentite…». Logico dunque che «conflitti spesso sorgono nelle comunità parrocchiali ospitanti il movimento...». Da più parti, quindi, si chiede «fino a che punto possa esservi una particolare disponibilità nei riguardi della comunione ecclesiale quando (...) "una discussione e un confronto teologico-pastorale non possono aver luogo, e quando, dall’altro lato, con l’istituzione di seminari sacerdotali neocatecumenali in tutto il mondo, vengono posti strutturalmente dati di fatto che spesso creano un parallelismo rispetto alla responsabilità del clero locale e del popolo di Dio..."» (R. BLEISTEIN, Stimmen der Zeit, tradotto da Rassegna di teologia, n. 4, luglio-agosto, 1993, pp. 378-395).

Riporto questo brano che condensa in poche parole le ragioni dell'incomunicabilità che viviamo anche noi.

Abbiamo già puntualizzato negli ultimi post il fatto che gli insegnamenti della Chiesa non FANNO PRESA avuto riguardo alla fonte da cui provengono, che è il Papa e non Kiko o un suo autorevolissimo (molto più del Papa) megafono, cioè il catechista.

Come non hanno ascoltato del Papa se non gli incoraggiamenti perché enfatizzati in ogni comunità da tutti i catechisti dell'orbe e ne hanno IGNORATO le norme, così continuano a fare, perché il Cammino ha una sua fortissima e strutturata identità, che se cambia una sola virgola crolla l'impalcatura, e quindi deve rimanere così com'è, Papa o non Papa, perché Kiko dixit...

Inoltre abbiamo notato come manchi la DISCIPLINA che scaturisce dal "Principio di Autorità" disgregatosi anche nella Chiesa... ed in effetti però loro sono cementati e forgiati in base non ad una sana e necessaria Autorità, ma da un "autoritarismo" indistruttibile che schiaccia, coarta e deforma le coscienze e incanala le persone in un percorso obbligato, uguale per tutti, in base a un coacervo di insegnamenti e di prassi che dire sincretistici è il meno...

L'unica speranza che abbiamo è che il parlarne, portare alla luce gli interrogativi, le domande, le perplessità, alla fine faccia breccia su chi ha responsabilità o, almeno, possa aprire gli occhi a chi qualche dubbio riesce a coltivarlo nella sua coscienza per effetto della sua sovrana libertà, dono di Dio...

213 commenti:

1 – 200 di 213   Nuovi›   Più recenti»
mic ha detto...

Riprendo questi brani dalla Istruzione che accompagna l'Ecclesia de Eucharistia:

Gli abusi a proposito della Santa Eucaristia non hanno tutti lo stesso peso. Alcuni minacciano di rendere il sacramento invalido. Altri manifestano una mancanza di fede eucaristica. Altri contribuiscono ancora a seminare confusione tra il popolo di Dio e tendono a dissacrare le celebrazioni eucaristiche. Gli abusi non sono da prendersi alla leggera.

la gravità e la portata di queste affermazioni sono indiscutibili e avvalorano il nostro impegno mirato a evitare la confusione, che nasce dagli insegnamenti difformi alla Tradizione Apostolica e la dissacrazione, che nasce da una prassi connotata dalla introduzione di nuovi segni e dalla eliminazione di parti della celebrazione che portano snaturamento e banalizzazione

Certamente, tutti i membri della Chiesa hanno bisogno di una formazione liturgica.

a Questo proposito stiamo dibattendo di QUALE formazione vengono nutriti i catechisti NC, dato che fino ad oggi non ci è dato conoscerne, perché noti solo nelle versioni originarie di cui veniva negata l'esistenza, i ponderosi testi... anche se sappiamo che, al di là di quei testi, nel Cammino prevale la tradizione orale trasmessa dai catechisti, immutata da 40 anni a questa parte

Secondo il Concilio Vaticano II è assolutamente necessario dare il primo posto alla formazione liturgica del clero (Sacrosanctum Concilium 14).

questo è un punctum dolens pesante come un macigno perché che sacerdoti formano i seminari NC Redemptoris Mater, che prevedono statutariamente per i loro sacerdoti gli insegnamenti e le prassi del cammino, compresa la sottomissione all'autorità-rismo dei catechisti?

Ma è anche vero che ci sono "nell’uno o nell’altro contesto ecclesiale, abusi che contribuiscono ad oscurare la retta fede e la dottrina cattolica su questo mirabile Sacramento (Ecclesia de Eucharistia 10). "Gli abusi non di rado si radicano in un falso concetto di libertà" (Istruzione 7). "Atti arbitrari, infatti, non giovano a un effettivo rinnovamento" (Istruzione, 11), sperato dal Concilio Vaticano II. "Tali abusi non hanno nulla a che vedere con l’autentico spirito del Concilio e vanno corretti dai Pastori con un atteggiamento di prudente fermezza" (Giovanni Paolo II, 40° anniversario della Costituzione conciliare sulla Liturgia - Lettera apostolica Spiritus et sponsa 15).

Tutto OK. Due domande:

1. dove stanno i pastori?
2. Dove è andata a finire la loro "prudente fermezza?
3. O meglio, il Papa l'ha esercitata in più occasioni. Perché non c'è chi vigila e interviene sulle mancate applicazioni?
4. Si è sfaldato il principio di Autorità? Sembra che anche la responsabilità e la cura pastorale facciano difetto!

mic ha detto...

Devo ringraziare di cuore Caterina, perché grazie alla sua infaticabile citazione di testi, abbiamo potuto incrementare di ben 4 documenti la già nutrita Sezione "Documentazione" del sito

mic ha detto...

parlavamo di Autorità...

“è proprio il saper rispondere con generosità a ciò che Dio ci chiede attraverso l'autorità legittima che dà valore al voto professato. L'obbedienza cristiana implica senza dubbio il fatto di avere una visione soprannaturale, aspetto che è capace di portarci fino all'eroismo, se fosse necessario".

sono le parole di una Superiora che commenta il nuovo documento della Congregazione per gli Istituti di Vita Consacrata e le Società di Vita Apostolica “Il servizio dell'autorità e l'obbedienza”, pubblicato recentemente.
Cfr intero testo
http://www.zenit.org/article-14927?l=italian

Possiamo ricavare dal documento spunti per la nostra riflessione, perché, pur essendo rivolto agli Istituti di Vita Consacrata, molti principi risultano applicabili per analogia ad ogni persona credente che si sforza di progredire nella fede

Il punto fondamentale di tutto è che l'obbedienza va resa ad una "autorità legittima".

Ebbene, può la Chiesa lasciare che esercitino, su anime in generosa ricerca, un'autorità indiscussa e indiscutibile persone non formate da essa e neppure quindi 'mandate' se non formalmente, sulla base del famigerato statuto 'monco', lasciando di fatto senza garanzie sia chi aderisce al cammino NC che gli operatori pastorali ed i fedeli delle Parrocchie?

Dal momento che l'unica e sola indiscussa e indiscutibile AUTORITA' che entra in campo è sostanzialmente quella degli iniziatori del Cammino che di fatto non ascoltano neppure il Papa!

Alma veritas ha detto...

Se l`autorità dei Vescovi come in Giappone è derisa, se certi Vescovi Italiani hanno incoraggiato i neocatecumenali a non obbedire al Papa e li hanno incitati ad aspettare l`ultimo momento, se dei cardinali e vescovi vanno in Galilea e celebrano la Messa secondo la liturgia neocatecumenale, prima ancora che lo Statuto sia approvato, se vescovi e cardinali hanno affidato parrocchie e catechesi ai neocatecumenali, tollerando il loro rito, e senza conoscere i testi delle catechesi, come possiamo ancora parlare di obbedienza, chi obbedisce? A chi obbedisce?
Se nemmeno il presbitero neocatecumenale obbediva al Papa e continuava a distribuire la Comunione ai fedeli seduti, a chi obbediva ?
Certamente non a Benedetto XVI.
Perchè i neocatecumenali si priverebbero di disobbedire se coloro che hanno promesso obbedienza al Papa con il loro "volo" sono i primi a disobbedire, li legittimano e li proteggono?

mic ha detto...

Perchè i neocatecumenali si priverebbero di disobbedire se coloro che hanno promesso obbedienza al Papa con il loro "volo" sono i primi a disobbedire, li legittimano e li proteggono?

è questa la domada delle domande, che mette tutti noi KO, almeno secondo la logica umana, ma non secondo il Disegno di Dio...

Infatti siamo qui ad interrogarci, sconcertati e disorientati per quello che viviamo e sperimentiamo sulla nostra pelle o meglio, sulla nostra anima...

Ma lo sconcerto e il disorientamento riguardano solo un'Autorità visibile che si è spogliata della sua sacra investitura, volgiamo dire metaforicamente "per un piatto di lenticchie"?

La metafora può acquistare diversi significati:

1. desiderio di far parte di una élite al potere (non QUEL potere trasmesso dal Signore agli Apostoli, ma quello a Lui presentato dal tentatore nel deserto, perché riguarda cose di questo mondo (denaro, privilegi, consensi, riconoscimenti, carriera, ecc,...)

2. paura, vigliaccheria, quieto vivere, incapacità di opporre rifiuti a chi grida più forte e si presenta aggresivo e minaccioso

3. ignoranza... a questo punto, dopo tanto gridare da tante parti può apparire "ignoranza colpevole"... ed esiste anche una culpa in vigilando, per chi ha di queste responsabilità...

4. c'è anche un altro fenomeno - ricorrente negli ultimi 40 anni - con cui realisticamente fare i conti: c'è ancora chi parla e ammonisce; ma viene ignorato, messo a tacere o rimosso...

5. fino a quando, Signore? Questo solo Tu lo sai, ma noi speriamo in Te e ci affidiamo a Te!

Cattolico NC ha detto...

Che palle che siete.
Se poi persone del Cammino lo abbandonano e finiscono all'inferno perchè il Signore ha predisposto che si salvino attravero questo strumento suscitato dello Spirito Santo cosa direte a Dio quando vi chiederà conto del vostro operato e con il vostro modo di agire avete contributito a scandalizzare una persona che p finita poi all'inferno? Tra l'altro fatto senza mandato del Vescovo?
Padre Pio si è inimicato padre Gemelli perchè quest'ultimo voleva vedere le stimmate e padre Pio gli ha chiesto chi lo avesse mandato. Padre Gemelli ha risposto che nessuno gli avesse dato il mandato e quindi, giustamente, padre Pio ha detto che non faceva vedere a padre Gemelli le sue stimmate.
Ora chiedo: con quale autorità agite?
In virtù del vostro Battesimo? Ma se è per questo anche padre Gemelli in quanto Battezzato, in quanto sacerdote e in quanto medico avrebbe potuto avere un mandato ma padre Pio gli disse che quel tipo di mandato non era sufficiente.
Chiedo allora di non scandalizzare i piccoli che frequentano il Cammino e che il Signore ha predisposto che si salvassero e arrivassero alla santità con questo strumento. Magari sono piccoli di fede e leggendovi non solo perderebbero il Cammino ma potrebbero perdere anche la fede. Perdendo la fede il diavolo ne farebbe un sol boccone e potrebbero finire all'inferno.
Smettetela e pensate a vivere la vostra vita in santità non avvelenando gli animi di persone semplici.
Convertitevi

Caterina63 ha detto...

mic ha detto...


Tutto OK. Due domande:

1. dove stanno i pastori?
2. Dove è andata a finire la loro "prudente fermezza?
3. O meglio, il Papa l'ha esercitata in più occasioni. Perché non c'è chi vigila e interviene sulle mancate applicazioni?
4. Si è sfaldato il principio di Autorità? Sembra che anche la responsabilità e la cura pastorale facciano difetto!


********************

Con il mio inguaribile ottimismo che mi è stato donato e con la consapevolezza che gratuitamente ho ricevuto e gratuitamente sento di dover dare...^___^ mi accingo ad un ulteriore contributo per affrontare l'argomento in tono SERENO E DI DIALOGO FRATERNO....^___^

provo a rispondere alle domande:

1) I Pastori ci sono e grazie a Dio sono la maggioranza quelli che seriamente vigilano affrontando non solo i nostri stessi problemi, ma anche di più, problemi più grandi di quelli che possiamo affrontare noi ^___^
Altri pastori disertano....succede così da 2000 anni....
essendo nell'Anno Paolino suggerisco anche di affrontare ogni giorno una preghiera in più speciale anche e soprattutto per loro....^___^
San Paolo invita i fedeli, attraverso alle sue lettere, all'obbedienza al Vescovo, il laico ha l'arma della segnalazione, dopo di che deve preoccuparsi NON di come andrà avanti la segnalazione, MA DI COME EGLI STESSO TESTIMONIERA' il Signore nella vita....
Come a dire: fatta la segnalazione di un abuso, attendiamo anche fiduciosi ^___^

2) Direi che quanto a prudenza oggi sia l'esatto contrario ossia essa c'è eccome solo è un pò troppa, direi che molti vescovi oggi TEMONO DI OSARE DI OBBEDIRE LETTERALMENTE AL PAPA ^___^ la fermezza anche c'è, ma spesso anche loro sono VITTIME, non dimentichiamolo che le prove per loro sono raddoppiate ^___^ di conseguenza la loro fermezza è spesso nelle LORO OPINIONI che purtroppo NON coincidono con le Leggi della Chiesa... Il lavoro di un vescovo è immane...per questo dovrebbero essere le Congregazioni istituite di proposito, a dover risolvere certi problemi...ma, come ebbe a dire Paolo VI "il fumo di Satana è entrato anche qui...." il concetto di fumo sta a significare non una azione diretta diabolica MA L'OSCURAMENTO DELLA VERITA'....e da questo fumo nessuno è immune, per questo Gesù dice: PERSEVERATE....perchè il rischio di perdersi c'è sempre...
Preghiamo dunque....preghiamo, preghiamo....e soffriamo VOLENTIERI per amore della Chiesa...

3) oserei dire anche qui la stessa risposta del punto 2) ^___^ ma aggiungendoci che molto importante è anche il nostro atteggiamento nei confronti di queste situazioni.... Una moda del falso spirito del Concilio ha erroneamente divulgato che da quel momento si potesse criticare il Papa e i vescovi, fino ad allora vigeva nella Chiesa il detto dei Santi: "AL PAPA NON SI CONTESTA, SI OBBEDISCE!" da dopo il Concilio appare evidente che il nuovo motto è stato: "Il Papa, il SACERDOTE E' UNO DI NOI, QUINDI POSSIAMO CRITICARLO EPOSSIAMO AGIRE COME CI DICE LO SPIRITO!!"
Ha preso così piede UNO SPIRITO FALSO perchè lo Spirito Santo, trattato spesso come una sorta di genio della lampada....è stato dimenticato che trattasi della TERZA PERSONA DELLA TRINITA'.....E' PERSONA, MA UN SOLO DIO di conseguenza è impensabile che lo Spirito Santo possa aver suggerito dottrine CONTRARIE ALLA TRADIZIONE GENERANDO LUI STESSO IL CAOS LITURGICO E LA CONFUSIONE....^___^
Tutto parte dall'OBBEDIENZA....i primi cristiani specialmente coloro che NON furono testimoni oculari dei fatti legati al Cristo, OBBEDIRONO semplicemente all'annuncio degli Apostoli... l'obbedienza è il primo passo verso la FEDE VERA...perchè solo attraverso l'obbedienza si giunge a vivere nella Chiesa con viva fede anche senza comprendere molte cose, perchè scatta LA FIDUCIA...ma la Tradizione orale NON veniva generata dalle nuove opinioni del momento, lo dice san Paolo: VI TRASMETTO QUELLO CHE ANCH'IO HO RICEVUTO...." ^___^
Spezzare questo legame con quanto si è ricevuto conduce alla DISOBBEDIENZA E DA ORIGINE A NUOVE DOTTRINE DISSOCIATE DALLA TRADIZIONE...
Obbedienza, è quella principale VIRTU' che ci insegna Cristo il quale SI FECE OBBEDIENTE FINO ALLA MORTE.....

4) in parte rispondo con il punto 3) ^___^ riguardo alla PASTORALE qui il discorso si fa lungo e complesso e rientra in quella FALSA INTERPRETAZIONE del Concilio denunciata dallo stesso Pontefice....^___^
E' stato cambiato il termine, ma in sostanza la pastorale che il Concilio insegna è IL CATECHISMO...^___^ sono delle catechesi più allargate e più articolate e spesse volte trattate per temi ed argomenti a seconda anche delle necessità di ogni Diocesi...
Sappiamo infatti che il termine deriva da pastore...PASTURARE DARE IN CIBO....PASCERE..."pasci le mie pecore"....
NOI siamo di Cristo NON del vescovo, ma il vescovo è l'Alter Christi ergo è un NOI che ci lega in qualità di GREGGE pronto a farsi pascere...
Il problema dunque è legate a: QUALE GENERE DI PASTURA CI E' STATA DATA FINO AD OGGI ?" ^__^ senza giudicare basta leggere le tirate d'orecchie in tante omelie del Pontefice per sapere che cosa "abbiamo mangiato" ^___^
Ma grazie a Dio la pastorale di per se funziona...perchè chi fa crescere è Cristo e molto dipende anche dalla nostra disponibilità interiore ed oggettiva (ma anche soggettiva), spesse volte è facile incolpare solo gli altri o il vescovo...quando parliamo dei vescovi dovremmo TREMARE pur senza fingere quando le cose vanno male^___^ (mi allaccio al punto 1)

Il principio di Autorità, infine, non è venuto meno, al contrario...esso è esercitato ma spesse volte nel modo sbagliato come per esempio quelli che gridano Viva il Papa, egli è l'autorità, ma poi NON applicano alla lettera le Sue direttive ^___^
sono come quelli che gridano "Signore, Signore!!! ma poi NON fanno quello che Egli chiede" e la risposta di Gesù la conosciamo.... ^___^
Anche questo ci riporta all'obbedienza: SIGNORE, NON LA MIA, MA LA TUA VOLONTA' SI COMPIA....
CHI ASCOLTA VOI, ASCOLTA ME, dice Gesù agli apostoli, quindi siamo chiamati sempre ALL'ASCOLTO E ANCHE AL DISCERNIMENTO...
Ascoltare significa principalmente METTERE IN PRATICA anche quando "non comprendo" e non INVENTARSI le cose, una liturgia perchè COSI' LA CAPISCO MEGLIO....
^__^

:«Lo Spirito di chiara apertamente che negli ultimi tempi alcuni si allontaneranno dalla fede, dando retta a spiriti menzogneri e a dottrine diaboliche, sedotti dall’ipocrisia di impostori, già bollati a fuoco nella loro coscienza…..». (Prima Lettera di San Paolo a Timoteo, capitolo 4, versetti 1- 2).

Paolo VI (e concludo chiedendovi di perdonarmi per la lunghezza, ma necessarie le risposte^___^) parlava di un PICCOLO GREGGE...

Al suo grande amico Jean Guitton, Paolo VI rivelava:

"Ciò che mi colpisce, quando considero il mondo cattolico, è che all'interno del cattolicesimo sembra talvolta predominare un pensiero di tipo non-cattolico, e può avvenire che questo pensiero diventi domani il più forte. Ma esso non rappresenterà mai il pensiero della Chiesa. Bisogna che sussista un piccolo gregge, per quanto piccolo esso sia"
(Jean Guitton, Paolo VI segreto, pp 152-153)


^___^ noi non siamo per i grandi numeri... nè fondiamo il successo della Chiesa sulle statistiche...^__^

Fraternamente CaterinaLD

Caterina63 ha detto...

Cattolico NC ha detto...

Chiedo allora di non scandalizzare i piccoli che frequentano il Cammino e che il Signore ha predisposto che si salvassero e arrivassero alla santità con questo strumento.

***************

Concordo perfettamente, straquoto.....abbiate così la pietà e la carità di non infilare nelle Parrocchie una falsa liturgia.... ci sono molti PICCOLI SCANDALIZZATI ^___^
Siamo nella stessa barca....remiamo INSIEME CON QUELLA LITURGIA INSEGNATA DALLA CHIESA.... e magari aiutando il Pontefice ad essere IMITATO anche nelle nostre Messe della Domenica come ci sta chiedendo di fare
^___^

Riguardo all'autorità del parlare si legga la Redemptionis Sacramentum
http://www.vatican.va/roman_curia/congregations/ccdds/documents/rc_con_ccdds_doc_20040423_redemptionis-sacramentum_it.html

i nn 183 e 184

^__^
Fraternamente CaterinaLD

Cattolico NC ha detto...

Lasciate fare la Chiesa e pensate a santificarvi allora se pensate che ho ragione.
Pensate agli attacchi di ieri di Sabrinma Guzzanti, a Zapatero che vuole laicizzare la Spagna, ai vari attacchi che la Madre Chiesa subisce ogni giorno in tutto il mondo.
Torno a dire quello che penso poi non mi vedrete più.
Lasciate stare il Cammino al giudizio dei Vescovi.

mic ha detto...

Tutto parte dall'OBBEDIENZA....i primi cristiani specialmente coloro che NON furono testimoni oculari dei fatti legati al Cristo, OBBEDIRONO semplicemente all'annuncio degli Apostoli...

ho scorso la tua lunga e appassionata risposta, di cui ti ringrazio, Caterina, e mi riprometto di rileggerla con attenzione, di farne tesoro e di risponderti quello che mi suscita sui vari punti, dicendo immediatamente e con molta semplicità che, riguardo alla preghiera e all'attenzione di sfuggire il rischio di cadere in uno "zelo amaro" (è questo che intendi, no?) che non è sicuramente nel Signore, il problema me lo sono sempre posto continuo a pormelo e su questo, siamo in perfetta sintonia

Sul discorso dell'obbedienza dei primi cristiani, che riguarda anche quella dei cristiani di sempre, mi viene spontanea una osservazione: non credo che la Fede discenda dall'obbedienza, cioè dall'ascolto e all'adesione di quello che si ascolta adottandolo come comportamento indotto (è questo il concetto di obbedienza che viene fuori dall'esame immediato delle parole quotate o per lo meno dalla mia comprensione)

Credo che la Fede, dono Soprannaturale ma anche adesione della persona, deriva dall'aver incontrato ed essere 'toccati' intimamente, nell'ascolto, dalla Verità, e l'adesione, cioè la Fede, è nei confronti della Verità non in chi l'annuncia. Naturalmente l'esercizio della successiva perseveranza e Fedeltà richiede anche l'obbedienza (ascolto e adesione dell'intelletto e del comportamento) all'Autorità che guida i nostri passi...

Il problema sorge quando l'Autorità che guida i nostri passi (e non era certo il caso degli Apostoli e dei primi cristiani) opera qualche deviazione dalla Verità, e allora la mia obbedienza non può che essere DATA alla Verità che riconosco negli insegnamenti degli Apostoli tramandati fino ad oggi nel Magistero e che la Guida o le Guide del momento mi sembrano aver dimenticato o accantonato o non so cosa.

Questo non è né pessimismo né sfiducia, ma realismo, penso.

Ammetto che ci sono delle questioni e delle decisioni che sono più grandi di noi e delle quali non possiamo pretendere di avere una visione esaustiva. Allora, in questi casi, è il caso che io sospenda il giudizio, non mi ponga in un atteggiamento di contrapposizione e vada avanti... ma vado avanti al buio... o meglio, vado avanti senza torce ummane, ma cercando di non far spegnere la luce alla Sorgente...

Ovvio che questo non possiamo farlo da soli, e allora: sospensione di giudizio, preghiera preghiera preghiera, sacramenti (Riconciliazione, Eucaristia in primis) e ancora avanti nella Pace, nella serenità pur nella sofferenza e nella fiducia che sicuramente la Chiesa e la storia sono nelle mani del Signore.

I tempi Lui li conosce non io, ma ogni tanto un po' di mugugno - che poi è un grido di povertà e di mancanza e di sofferenza anche per gli altri - sono sicuro che Lui me lo consente ;)

mic ha detto...

perchè solo attraverso l'obbedienza si giunge a vivere nella Chiesa con viva fede anche senza comprendere molte cose, perchè scatta LA FIDUCIA...ma la Tradizione orale NON veniva generata dalle nuove opinioni del momento, lo dice san Paolo: VI TRASMETTO QUELLO CHE ANCH'IO HO RICEVUTO...." ^___^
Spezzare questo legame con quanto si è ricevuto conduce alla DISOBBEDIENZA E DA ORIGINE A NUOVE DOTTRINE DISSOCIATE DALLA TRADIZIONE...
Obbedienza, è quella principale VIRTU' che ci insegna Cristo il quale SI FECE OBBEDIENTE FINO ALLA MORTE.....


questo è il punto, Cate !

mic ha detto...

il laico ha l'arma della segnalazione, dopo di che deve preoccuparsi NON di come andrà avanti la segnalazione, MA DI COME EGLI STESSO TESTIMONIERA' il Signore nella vita....
Come a dire: fatta la segnalazione di un abuso, attendiamo anche fiduciosi ^___^


e continuiamo ad attendere fiduciosi anche dopo aver reiterato le segnalazioni sia in senso numerico che in riferimento alle Autorità coinvolte...
;)

Davvero alla fine anche se non vediamo risultati, e non è certo che siamo mossi dal desiderio solo di quelli, come già abbiamo detto più volte, non possiamo che abbracciare la croce e andare avanti...

stephanos78 ha detto...


Lasciate stare il Cammino al giudizio dei Vescovi


Sono stati già emessi tutti i giudizi da parte dell'Autorità di cui c'era bisogno.

Il problema è che non vengono minimamente considerati da nessuno di voi. Chi li considera finisce per uscire, come me.

Se siamo anche qui, in questo portale di informazione cattolica, è perchè i giudizi non hanno sortito nessun effetto! Anzi, sono stati irrisi.

E siamo continuamente presi per idioti, perchè ci si oppone sempre la fliastrocca "il CNC fa tutto quello che si fa in tutta la Chiesa senza modificare nulla"...
E' fastidioso, oltre che assurdo, leggere o ascoltare questo "spot".

Se ci sono "piccoli scandalizzati" il problema non siamo noi, ma il CNC che ha diffuso notizie flase, ha taciuto su se stesso, non si mostra per quello che è, confondendo tutti (compreso me!), e i piccoli in primis!

Il problema si dovrebbe risolvere insieme, come dice Caterina, se ci fossero persone di buona volontà, però! Che non vogliono un CNC-dio, ma la Comunione nella stessa fede!

Noi siamo dalla parte di chi è rimasto scandalizzato, e di chi ha subito e subisce continui scandali da una Associzione che dichiara con violenza il suo "essere cattolica", nonostante la realtà mostri con chiarezza teologia e liturgia diverse!

mic ha detto...

Che palle che siete.
Se poi persone del Cammino lo abbandonano e finiscono all'inferno perchè il Signore ha predisposto che si salvino attravero questo strumento suscitato dello Spirito Santo


come si fa ad affermare una cosa come questa con un tono così apodittico e di certezza matematica, mettendosi quasi al posto di Dio, oserei dire... mi sembra difficile che una persone finisca all'inferno solo perché abbandona uno 'strumento' di salvezza, quando il Signore non credo abbia limiti di 'strumenti'! o no?

cosa direte a Dio quando vi chiederà conto del vostro operato e con il vostro modo di agire avete contributito a scandalizzare una persona che p finita poi all'inferno? Tra l'altro fatto senza mandato del Vescovo?

per quanto mi riguarda, la stessa cosa che Gli dico tutti i momenti quando mi preoccupo per le persone che vengono a contatto con falsi insegnamenti e con distorsioni della Verità...
Se io pensassi lontanamente di 'scandalizzare' qualcuno, ammutolirei all'istante.
Come credente, battezzato, essere pensante non ho bisogno del mandato del vescovo per parlare, anche perché il mio parlare equivale a portare la testimonianza della mia fede, innazitutto...

E non è certo il mandato del vescovo che conferisce automaticamente la verità o la menzogna a quello che dico...

nessuno dei Pastori che sanno come la pensiamo (perché siamo in diversi a parlare e ci conoscono) ci ha detto che diciamo cose non corrispondenti agli insegnamenti della Chiesa. E allora cos'è che dobbiamo temere, riguardo al giudizio di Dio?
Forse il Signore ci chiederebbe conto proprio se tacessimo...

Caterina63 ha detto...

Cattolico NC ha detto...
Lasciate fare la Chiesa e pensate a santificarvi allora se pensate che ho ragione.
Pensate agli attacchi di ieri di Sabrinma Guzzanti, a Zapatero che vuole laicizzare la Spagna, ai vari attacchi che la Madre Chiesa subisce ogni giorno in tutto il mondo.
Torno a dire quello che penso poi non mi vedrete più.
Lasciate stare il Cammino al giudizio dei Vescovi.

*********************

proprio ieri parlavo di questi fatti con degli amici....fra cui un sacerdote il quale comunque a ragione mi rammentava: si ma i veri nemici non sono quelli che urlano e strepitano dai palchi....ma sono quelli INTERNI ALLA CHIESA che ne minano le fondamenta magari INSINUANDO NUOVE DOTTRINE....."
^___^
ma lo diceva anche sant'Agostino il quale non rispondeva mai a chi era un non credente, ma rivolgeva le sue risposte a chi credeva in Dio e in Cristo ^___^

ad ogni modo se nelle risposte trova un sostituirsi alla Chiesa o i vescovi, dica dove, altrimenti risponda alle domande fatte: in quale Documento Conciliare e magisteriale petrino le parrocchie dovranno modificare la Messa con quella fate voi?
Il Papa ci sta invitando ad imitarlo nella Messa da eseguire, ci aiuterete a farlo nelle parrocchie?

Certamente che per il resto attendiamo fiduciosi il pronunciamento dei vescovi che non è ancora giunto...^___^
infine, i testi riportati sono a maggioranza MAGISTERO ECCLESIALE, si porti un pò di rispetto leggendoli, meditandoli e CONDIVIDENDOLI....

stephanos78 ha detto...

Lo stile comunicativo di chi è formato al CNC è sempre lo stesso e la tipologia è qualla della "attivazione" del senso di colpa e della paura dell' "ira di Dio", che come avete visto viene invocata di continuo come minaccia!

mic ha detto...

Lasciate fare la Chiesa e pensate a santificarvi allora se pensate che ho ragione.

perché noi chi siamo? non siamo LA Chiesa come pensa di essere il Cammino ma siamo NELLA Chiesa e come PIETTRE VIVE DI ESSA parliamo...

Pensate agli attacchi di ieri di Sabrinma Guzzanti, a Zapatero che vuole laicizzare la Spagna, ai vari attacchi che la Madre Chiesa subisce ogni giorno in tutto il mondo.

questi sono gli attacchi "esterni" che la chiesa subisce e per i quali possiamno solo pregare e ri-partire sempre dalla nostra personale conversione e radicamento sempre ulteriore... e conseguente testimonianza che non sempre coincide con quello che facciamo, ma arriva dove il Signore vuole semplicemente con quello che SIAMO in LUI...

Quelli che ci fanno più soffrie sono gli attacchi "interni" e sono molti e sono quelli più perniciosi...

Emma ha detto...

"Se poi persone del Cammino lo abbandonano e finiscono all'inferno perchè il Signore ha predisposto che si salvino attravero questo strumento suscitato dello Spirito Santo cosa direte a Dio quando vi chiederà conto del vostro operato e con il vostro modo di agire avete contributito a scandalizzare una persona che p finita poi all'inferno?"

È questo che si fa credere ai membri del Cn? Che se sono nel cammino è per volontà dello Spirito Santo e che dunque se ne escono finiranno all`inferno?
Immagino le pressioni che devono subire coloro che si interrogano all`interno del cammino e pensano ad uscirne!

"Chiedo allora di non scandalizzare i piccoli che frequentano il Cammino e che il Signore ha predisposto che si salvassero e arrivassero alla santità con questo strumento. Magari sono piccoli di fede e leggendovi non solo perderebbero il Cammino ma potrebbero perdere anche la fede. Perdendo la fede il diavolo ne farebbe un sol boccone e potrebbero finire all'inferno. "

Ma se quello che è scritto qui è falso che cosa temete?
Avete così poca fiducia nella fede, intelligenza e coscienza di chi cammina con voi?
Che cosa temete ? Che aprano gli occhi, o si pongano domande, o trovino risposte a domande che si pongono, che si mettano a riflettere?
Se uscendo dal Cammino dovessero perdere la fede, ciò che purtroppo può succedere, dovreste piuttosto domandarvi, perchè ?
Su questo blog si trasmette la sana dottrina cattolica, il Magistero Petrino, non vedo come queste informazioni potrebbero mettere in pericolo la fede di un cattolico !

Vittorio ha detto...

"ma lo diceva anche sant'Agostino il quale non rispondeva mai a chi era un non credente, ma rivolgeva le sue risposte a chi credeva in Dio e in Cristo ^___^"
--------------

E' vero, con i non credenti che spesso sono animati da pregiudizi difficilmente smantellabili, sembra proprio inutile parlare, ma qui si affacciano persone che dicono di credere in Dio e in Cristo e seguono una loro via e non ascoltano niente di quello che viene dall'esterno e, purtroppo, quello che viene dall'esterno, per loro, è proprio il Magistero della Chiesa che racchiude le verità della Fede Apostolica

stephanos78 ha detto...


È questo che si fa credere ai membri del Cn? Che se sono nel cammino è per volontà dello Spirito Santo e che dunque se ne escono finiranno all`inferno?


SI!

Vittorio ha detto...

"È questo che si fa credere ai membri del Cn? Che se sono nel cammino è per volontà dello Spirito Santo e che dunque se ne escono finiranno all`inferno?"

SI!
-----------------------
E' a loro che bisognerebbe chiedere: con quale autorità?

stephanos78 ha detto...

Dice Vittorio

E' a loro che bisognerebbe chiedere: con quale autorità?


Quella che si sono auto-dati. Si presentano come Catechisti "apostoli" del Vescovo.

Si presentano come la "voce" del Vescovo.

Sono i "padrini" del Battesimo. Sono i "formatori" a cui il Vescovo ha affidato l'obbedienza degli Associati.

E per Obbedienza, si catechizza quella CIECA! Si dice esplicitamente che la VERA obbedienza è quella che non pone domande. Che chi inizia a porsele ed a farle inizia la china su cui spinge il demonio! La teologia è razionalismo, che porta al demonio perchè porta alla superbia.

Le Catechesi vanno solo ascoltate! Se ci sono errori ci pensa lo Spirito Santo a far ascoltare ai piccoli le cose nel modo giusto!

L'Autorità ASSOLUTA i catechisti se la auto-danno e si consolida nell' "interpretazione" della Scrittura.

Si apre la Bibbia 2000 volte e si prendono brani per accreditare i pensieri dei singoli catechisti!

A me toccò la parabola del fico maledetto da Gesù. Indovinate un po' chi era il fico?

stephanos78 ha detto...

A me, sinceramente, tremerebbero i polsi nel fare le affermazioni che fanno i Catechisti!

Si inseriscono come scrutatori di cuori e lo fanno anche con violenza! Con immagini "ricattatorie" che sollecitano il senso di colpa. E che in molti casi provoca danni gravi alla psiche dei fragili!

Sostituirsi così al Padreterno, non so come lo possano fare così alla leggera! Ripeto: a me tremerebbero i polsi per ciò che si va a toccare!

Eppure queste assurdità capitano.

La richiesta di Obbedienza cieca si poggia sui loro "frutti". A causa di questi (le famiglie numerose e le famiglie in missione) si dovrebbe avere fiducia cieca! Questo è ancora più assurdo!
Se ti vengono dubbi, ti ribelli all'Amore di Dio! Che ti ha messo nel Cammino!

Caterina63 ha detto...

mic ha detto...
Lasciate fare la Chiesa e pensate a santificarvi allora se pensate che ho ragione.

perché noi chi siamo? non siamo LA Chiesa come pensa di essere il Cammino ma siamo NELLA Chiesa e come PIETTRE VIVE DI ESSA parliamo...


***************

Disse il card. Pappalardo di venerata memoria:
Noi siamo le membra vive della Chiesa, solo in un contesto COMUNITARIO si può dire "sono Chiesa" ma il Cammino N. NON è LA Chiesa....nessuno può dire io sono LA Chiesa, ma che siamo Chiesa si, però occorre testimoniarlo NELLA COMUNIONE a partire dal cuore della Liturgia...."

^___^

alessandra ha detto...

Chiedo allora di non scandalizzare i piccoli che frequentano il Cammino e che il Signore ha predisposto che si salvassero e arrivassero alla santità con questo strumento. Magari sono piccoli di fede e leggendovi non solo perderebbero il Cammino ma potrebbero perdere anche la fede. Perdendo la fede il diavolo ne farebbe un sol boccone e potrebbero finire all'inferno.
Smettetela e pensate a vivere la vostra vita in santità non avvelenando gli animi di persone semplici.
Convertitevi


vedete... nn solo io credo che il cnc sia valido strumento ,grazie per le tue parole,ma credimi per loro son cm acqua sulla lisciva

mic ha detto...

nessuno può dire io sono LA Chiesa, ma che siamo Chiesa si, però occorre testimoniarlo NELLA COMUNIONE a partire dal cuore della Liturgia...."

quoto, Caterina, giusta precisazione!

Goku ha detto...

Ciao a tutti!!!
Noto con dispiacere che siamo tornati un pò indietro nel tempo! Avete ricominciato a parlare del NCI negli stessi termini e con lestesse parole di qualche mese quando entrai per la prima volta nel blog...va beh è una cosa normale che altro potete dire se altro non volete vedere!?!?!?

Cmq intervengo soprattuto per fare un appunto (personale s'intende) all' articolo della pagina principale dove leggo:
...il Cammino ha una sua fortissima e strutturata identità, che se cambia una sola virgola crolla l'impalcatura, e quindi deve rimanere così com'è...

Se qualcuno leggesse quasta cosa e fosse completamente disinformato in meteria penserebbe che nel CN si disubbidisce in moltissime cose e in modo reiterato;in realtà non è così.
Nel nuovo statuto è stata modificata una sola cosa della liturgia eucaristica catecumenale: il modo di parteciparsi niente più e niente meno!!!!

Allora mi chiedo: non siete ingiusti a scrivere queste cose???
Almeno precisatele coem si deve!!!

Io rispetto la vostra "opera"; è condivisubile che si provi a far conoscere e rispettare il proprio pensiero, e con "proprio pensiero" voglio dire che state portando avanti un discorso che è vostro e non della chiesa che, fino a prova contraria, ha detto cose diverse dalle vostre e per quanto ne so sia ne dira ancora e smpre diverse dalle vostre!!!

La pace sia con tutti voi!!!

alessandra ha detto...

i vescovi e i sarcedoti sono figura di Christi Capitis,allora se crediamo ciò,cm si può deplorare,tacciare di eresia,quei vescovi che approvano cnc?
se ci definiamo credenti dovremmo credere che i ministri di Dio abbaino discernimento dallo Spirito e allora cm si può da cattolici praticanti giudicare l'operato di veescovi eministri che peroroano un iitinerarioche ritengono valido?

per vostra informazione il vescovo della mia diocesi ha accolto cn gioia le iniziative prese dai presbiteri e dalle cnc della mia cittadina in vista della gmg di Sidney,nn solo ha detto che sarà lui a presiedere la via crucis di venerdì 18,poi ha esteso l'invito a tutti i giovani diocesani e...ha chiamato il vescovo della diocesi vicina lo ha invitato a partecipare ,anche questo vescovo ha accettato ed ha invitato i giovani della sua diocesi porca miseria abbiamo trovato altri due vescovi eretici.... o aperti a quello che ritengano sia frutto dello Spirito Santo

dimenticavo per il vostro circolo elitario papa mic vice papa stefanicchio sofia monaca sorella caTerina sorella frafra fra tripudio e fra gherardo...don newgold questi vescovi sono eretici senza dubbio.....

Vittorio ha detto...

"Io rispetto la vostra "opera"; è condivisubile che si provi a far conoscere e rispettare il proprio pensiero, e con "proprio pensiero" voglio dire che state portando avanti un discorso che è vostro e non della chiesa"

Goku, mi pare che oltre a noi, della Chiesa fanno parte anche i vescovi di Terra Santa, tutti i vescovi che nel corso degli anni vi hanno fatto reprimende, la Conferenza Episcopale Giapponese, diversi teologi di valore e le Congregazioni Vaticane che ancora non licenziano i costri orientamenti, direttori, non mi ricordo come si chiamano: il vostro particolare catechismo, insomma e ultimo ma non ultimo lo stesso Santo Padre, la cui lettera a firma del card Arinze è parte integrante del vostro statuto, se non sbaglio...
l'unica cosa che ancora non ho capito è come il vostro rito si collocherà nella vita liturgica delle parrocchie

Emma ha detto...

Dunque Alessandra, pure lei crede che se una persona lascia il Cn rischia di finire all`inferno ?
Fra essere un buon strumento ed essere il solo strumento c`è una bella differenza.
Una persona può aver creduto ad un momento della sua vita che quello strumento era buono per lei e poi rendersi conto di essersi sbagliata...rischia l`inferno se esce ? Suvvia!
E poi chi parla qui di vescovi eretici?
Si parla purtroppo di vescovi che hanno disobbedito al Papa per quel che riguarda il Cn, come ce ne sono che hanno disobbedito e disobbediscono per il Motu Proprio, è purtroppo una triste realtà nella Chiesa!
Ma non bisogna generalizzare, il problema è che i vescovi che obbediscono e spero siano la maggioranza non fanno rumore, non finiscono sui giornali e quando parlano talvolta non sono ascoltati.

Caterina63 ha detto...

.............perdonatemi, ma questa sera pensiamo un attimo a quel padre che per dieci anni invece di SPERARE ha combattutto una battaglia legale PER UCCIDERE LA FIGLIA...ed oggi "ha vinto"......

http://blogpetrus.blogspot.com/

penso alle parole di Gesù che dice io ho VINTO e sappiamo come si vince questa battaglia, ma molti non lo sanno....ed oggi Satana ha aggiunto un tassello di gaudio al suo progetto di dannare l'uomo......

Preghiamo insieme amici....oggi è un grave lutto per la Vita Umana....è un dolore forte dato al Crocefisso DATORE DELLA VITA.....

Fraternamente CaterinaLD

alessandra ha detto...

no mia cara signora emma io rispetto chi nella chiesa segue un differente cammino del mio,io nn critico cl nn critico ac perchè ritengo che ciò che vive nella chiesa sia tutto rispettabilissimo,ma quando si dice che il cnc a fronte di statuti approvati nn è nella chiesa per la chiesa e con la chiesa,e si dice che siamo eretici beh allora intervengo,magari anche amodo mio perchè non accetto che altri cristiani cm me si sentano superiori e giudichino,perchè ritengo che chi doveva giudicare in minima parte-approvazione statuti- già l'abbia fatto,io credo che ognuno di noi sa cosa percorre e soprattutto cm lo fa

alessandra ha detto...

Preghiamo insieme amici....oggi è un grave lutto per la Vita Umana....è un dolore forte dato al Crocefisso DATORE DELLA VITA.....

il dolore nn si infligge a Cristo,ma a noi uomini, Lui tutto perdona tutto scusa tutto sopporta,l'amarezza è per noi che crediamo che la vita sia un dono e che ci può essere tolto solo da chi ce lo dà ovvero Dio,il grave lutto per la vita umana si ha ogni qualvolta un uomo decide delle vita di un altro vedi federica,il rapinatore di Siena e tutti coloro che vengono privati della vita per mano umana

Vittorio ha detto...

"quando si dice che il cnc a fronte di statuti approvati nn è nella chiesa per la chiesa e con la chiesa,e si dice che siamo eretici beh allora intervengo,magari anche amodo mio perchè non accetto che altri cristiani cm me si sentano superiori e giudichino"

le faccio notare che di "vescovi eretici" ha parlato lei nel suo post delle 19:34

Vittorio ha detto...

"Preghiamo insieme amici....oggi è un grave lutto per la Vita Umana....è un dolore forte dato al Crocefisso DATORE DELLA VITA....."

stiamo andando alla deriva...mi associo alla preghiera, Caterina

alessandra ha detto...

faccio notare che di "vescovi eretici" ha parlato lei nel suo post delle 19:34
vittorio nn naascondiamoci dietro un dito quante volte lo avete detto

Emma ha detto...

Alessandra potrebbe rispondere alla mia domanda?
Lei pensa che se una persona lascia il Cn rischia di finire all`inferno?

Caterina63 ha detto...

alessandra ha detto...


il dolore nn si infligge a Cristo,ma a noi uomini,

*****************

la prego e la supplico non mi faccia apparire come quella che vuole polemizzare, ma non dica forme di eresia....
Il Cristo CROCEFISSO è stato inchiodato a causa di questi peccati PRESENTI PASSATI E FUTURI...ogni notizia come questa COSTA SOFFERENZA A CRISTO E SI TORNA A CROCIFIGGERE NUOVAMENTE (idealmente) il Cristo, lo dice l'insegnamento della Chiesa, lo dicono i Santi, LO DICE LA SUPPLICA ALLA MADONNA DI POMPEI...

Il Cristo in Croce è L'UMANITA' inchiodata CON LUI proprio a causa di questi peccati.... DIO SI E' INCARNATO la sofferenza di ogni singolo uomo è stata posta sulle spalle del Cristo CON LA CROCE...

La supplico...so che era in buona fede, ma non si dicano queste cose....

Con fraternità sincera, CaterinaLD

Caterina63 ha detto...

alessandra ha detto...
Preghiamo insieme amici....oggi è un grave lutto per la Vita Umana....è un dolore forte dato al Crocefisso DATORE DELLA VITA.....

Lui tutto perdona tutto scusa tutto sopporta,l'amarezza è per noi che crediamo che la vita sia un dono e che ci può essere tolto solo da chi ce lo dà ovvero Dio,il grave lutto per la vita umana si ha ogni qualvolta un uomo decide delle vita di un altro vedi federica,il rapinatore di Siena e tutti coloro che vengono privati della vita per mano umana

*************

TI SARA' DATO CIO' CHE AVRAI SCELTO (Siracide)

evitiamo il bonismo, il perdonismo e le varie torte che ucciderebbero anche i non diabetici....
Il PERDONO ESIGE IL PENTIMENTO.......si preghi perchè questo padre si penta di aver chiesto per dieci anni di uccidere PER LEGGE la propria figlia non pensando minimamente alle conseguenze della sua battaglia che è una porta aperta CONTRO IL DATORE DELLA VITA......

l'amarezza NON è solo per NOI...NOI NON SIAMO DIO, NOI PARTECIPIAMO DEL DOLORE DI DIO PERCHE' E' LUI CHE CI FA SENTIRE QUESTA VERITA'...E' Dio che soffre, noi partecipiamo AL SUO DOLORE, ALLA PERDITA DI UN FIGLIO se questo padre che uccide la figlia non si pentirà Dio perderà LUI......e questo gli procura molta sofferenza....

evitiamo la catechesi del bonismo.....

Alma veritas ha detto...

Preghiamo per quella giovane che va verso una morte atroce, morirà di fame e sete, a meno che un`iniezione di morfina le darà la morte, nel segreto di quella camera.
O la si lascerà morire o le si darà la morte .
Preghiamo.

montmirail ha detto...

Blogger alessandra ha detto...

faccio notare che di "vescovi eretici" ha parlato lei nel suo post delle 19:34
vittorio nn naascondiamoci dietro un dito quante volte lo avete detto

09 luglio, 2008 22:12


Il tuo è solo un clericalismo di facciata, perchè anche un cieco
capisce che il pontefice si trova
a dover fronteggiare delle resistenze nell'episcopato che vanno dalla piccola insofferenza
fino al dissenso più plateale.

Ho letto la tesi ottimistica
secondo cui un'ipotesi sarebbe
che i vescovi
TEMONO DI OSARE DI OBBEDIRE LETTERALMENTE AL PAPA

Non so se bisogna ridere o piangere. Quanti sono i vescovi
che elogiano l'impegno del papa
apertamente? Forse due o tre,
mi viene in mente S.E. Mons. Luigi Negri, Mons. Gemma che implora
aiuto per gli esorcisti contro l'indifferenza dei suoi confratelli.

E se 160 se ne vanno a celebrare
con un movimento che definisce così
il senso della messa si può solo
sperare che lo facciano per ignoranza

"Nelle comunità portiamo avanti infatti una catechesi basata sulla Pasqua ebrea, con il pane azzimo a significare la schiavitù e l’uscita dall’Egitto e la coppa del vino a significare la Terra promessa"

mic ha detto...

Per Alessandra:

il dolore nn si infligge a Cristo,ma a noi uomini, Lui tutto perdona tutto scusa tutto sopporta,l'amarezza è per noi che crediamo che la vita sia un dono e che ci può essere tolto solo da chi ce lo dà ovvero Dio,il grave lutto per la vita umana si ha ogni qualvolta un uomo decide delle vita di un altro vedi federica,il rapinatore di Siena e tutti coloro che vengono privati della vita per mano umana

Alessandra, voglio provare a ragionare con te. Si è già espressa con molta chiarezza Caterina, ma sento di doverti dire alcune cose.

Ti prego di ascoltarmi con pazienza:

Quello che è successo nel caso della scelta della morte - che non è altro che "Eutanasia" - da parte di un padre per la sua figlia in coma da diversi anni, non è un normale caso di cronaca come quelli che citi...

sempre di uccisioni e quindi di gravi violazioni della vita si tratta, ma la scelta di lasciar morire, sancita dal giudice, è una cosa gravissima: segna un confine troppo fragile e facilmente superabile con la licenza di uccidere chiunque, se la sua vita non corrisponde a parametri che ne sanciscono un valore che prescinde dal dato essenziale che essa è anzitutto un dono di Dio...

eliminato il Fondamento della Creazione e del nostro essere nel mondo, si sfaldano anche i principi etici che tengono insieme un ordine naturale 'dato' che ci precede, che non possiamo e non dobbiamo darci da soli.

Questa è l'ombra grave che sta scendendo sull'umanità e non sappiamo dove ci porta, perché siamo coinvolti tutti, volenti o nolenti e per questo dobbiamo pregare molto... Ma alla fine la palingenesi ci sarà, solo che se andiamo avanti di questo passo non sappiamo a che prezzo!

Quanto al Signore “Lui tutto perdona tutto scusa tutto sopporta”, ti prego di accogliere il fatto che le schiavitù che Lui ha vinto con la sua Morte e Risurrezione NON SONO la paura della morte e l’egoismo, come viene predicato nel Cammino: esse sono solo CONSEGUENZE dell’atteggiamento fondamentale di CONTRAPPOSIZIONE a Dio, derivato dal peccato originale che viene cancellato dal Battesimo ma di cui conserviamo l’inclinazione al male.

Ed è questo "non serviar" che il Signore ha vinto dicendo al Padre "non la mia ma la tua volontà..." e noi questo siamo chiamati a fare in Lui e la Sua Grazia, la Sua Vita, cioè Se stesso che Lui ci dona nell’Eucaristia ce lo rendono possibile

Quindi l'atteggiamento "io non ho alcuna responsabilità perché ha già fatto tutto Dio che tutto scusa tutto sopporta" è proprio da abbandonare... perché Dio è tanto Misericordioso quanto indissolubilmente anche Giusto (la misericordia senza giustizia è disordine, la giustizia senza misericordia è crudeltà).

E noi che siamo sua immagine, insieme alla Sua Misericordia accogliamo anche la Sua Grazia Santificante che ci giustifica e ci trasforma e la nostra responsabilità sta proprio nel risponderGli sì ogni giorno, ogni momento, con la nostra vita, senza delegare a nessuno le nostre scelte, ma trovando negli insegnamenti, nella preghiera e nella vita di fede l’orientamento e il discernimento per scoprire chi siamo nel Progetto di Dio e il nostro posto in esso

mic ha detto...

O la si lascerà morire o le si darà la morte .
Preghiamo.


Cara Alma Veritas, mi associo anch'io alla vostra preghiera e vorrei ricordare anche quel padre che non ha la consolazione di sapere e sentire che il legame con sua figlia va al di là della morte e solo nel Signore acquista il suo vero significato.

Solo Dio può conoscere il cuore di quell'uomo; ma preghiamo anche per lui e per tutti quelli che in questo nostro tempo stanno smarrendo il senso vero della vita perché non conoscono la Vita vera e per tutte le persone che sono ingabbiate nelle ideologie materialiste che ci stanno trascinando in una deriva poco rassicurante...

Caterina63 ha detto...

....aggiungo a quanto detto da Mic quanto segue.....e questo vale per tutti il ricordarcelo......

Dio ovviamente di per sè e in se stesso NON rpova e non vive delle nostre emozioni....Egli NON ne ha bisogno...ma Dio si è INCARNATO.....ed è qui che Egli ha voluto liberamente UMILIARSI a tal punto da dover SUBIRE IL NOSTRO PATIRE.....
Ora però questo PATIRE era incomprensibile per noi....eravamo alla ricerca di un perchè....
Con Cristo, in Cristo e per Cristo dal momento dell'Incarnazione e fino alla sua Risurrezione, in questo ENTRARE NEL MONDO Dio ha voluto anche SENTIRE COSA PROVAVA L'UOMO....
"Cristo umiliò se stesso facendosi obbediente e fino alla morte....."

Nel Getsemani abbiamo la chiave di comprensione di questa PARTECIPAZIONE DI DIO AL DOLORE DELL'UOMO, ma il concetto fondamentale del dolore dell'uomo proviene, come appunto spiegava mic, DAL PECCATO ORIGINALE il quale pur essendo stato debellato ha lasciato il segno e NOI siamo inclini al MALE...

La morte di Croce, contrariamente a quanto afferma la teologia protestante a causa della quale HA MODIFICATO LA MESSA ELIMINANDO IL CONCETTO DI SACRIFICIO....RIVIVE IN OGNI FORMA MALVAGIA DELL'UOMO....

Il silenzio di Dio sulla Croce quando Gesù lo interpella: DIO MIO, DIO MIO, PERCHE' MI HAI ABBANDONATO? è il medesimo silenzio che udì il popolo ebraico nei campi di sterminio per i quali oggi si chiedono: DOV'ERA DIO?
ERA LI....A PARTECIPARE IN SILENZIO DELLA CROCIFISSIONE DEL FIGLIO PER IL PECCATO DELL'UOMO.....

La Devozione al Sacro Cuore di Gesù spiega mlto bene questo aspetto della sofferenza di Dio...
Ma lo dice anche la Vergine a Fatima: IL CUORE DI GESU' SOFFRE MOLTO A CAUSA DEI PECCATI CHE GLI UOMINI COMMETTONO E NON VOGLIONO CONVERTIRSI....RECITATE IL ROSARIO OGNI GIORNO PER LA CONVERSIONE DEI PECCATORI.....

Io comprendo l'importanza dell'evangelizzazione, ma attenzione.....LA PREGHIERA per la conversione dei peccatori e non solo quella per sentirsi a posto con se stessi E' FONDAMENTALE....

Diceva un teologo: questo secolo (il '900) è troppo pieno di predicatori e di evangelizzatori a tal punto che nessuno prega più per i peccatori, ma si pretende di convertirli con le chiacchiere....quando una Messa presa per loro, in silenzio ADORANTE VALE PIU' DI MILLE PREDICHE......Evangelizzando è aumentata la superbia, tutti pensano di salvare il proprio prossimo a tal punto da non credere più che che un Dio si è fatto Uomo ed è salito sulla Croce per salvarci e nella Messa continua questa opera di salvezza....

Buona meditazione....

katartiko ha detto...

a catarina, ma quanto scrivi.....
povere polpette...

katartiko ha detto...

guarda che stai trascurando tuo marito

katartiko ha detto...

e poi sei di un tedio mortale

katartiko ha detto...

ma quando parli con i tuoi hai i dei documenti cartacei a cui attingere?

katartiko ha detto...

poveretti.....

katartiko ha detto...

non vorrei essere al loro posto....

katartiko ha detto...

notte a tutti, belli, brutti e bruttissime

Gert ha detto...

Di Katartico i toni e le misure
non son certo di Mosè o di Aronne,
ma denotan alquante sue paure
e tutta la sua invidia per le donne.

Caterina63 ha detto...

....tra l'altro, amici....la notizia di questo padre che crede di aver vinto perchè ottiene dagli uomini la legge di uccidere per fame e sete la propria figlia...fa il pari con un altra notizia passata un pò in sordina: Zapatero anche lui ha detto "ho vinto", si, ha fatto una nuova legge per eliminare tutti i crocefissi dai luoghi pubblici...perfino dai funerali di Stato (che senso ha fare un funerale senza Cristo, lo sanno solo loro!!)....e così vedevo come il termine di HO VINTO, non coincide assolutamente con quel "Io ho vinto il mondo" di Gesù, attraverso la cui vittoria noi abbiamo LA VITA VERA...

Ieri eravamo al centro con i figli e ad un tratto siamo entrati in un negozio... naturalmente nessun crocefisso, in compenso UNA STATUA DI BUDDA stava in bella mostra davanti alla cassa..... sfacciatamente ho chiesto alla signora che era li se fossero buddisti..."NO!" mi ha risposto sorridendo: SIAMO CRISTIANI.....al chè sempre sorridendo le ho chiesto: "ma allora il crocefisso dove sta?".....è erimasta perplessa....poi mi ha risposto come se fosse normale "bè...IO DEVO FAR STARE BENE I CLIENTI, LA CROCE MI METTE TRISTEZZA e poi qui alla gente piacciono i simboli orientali, INFONDONO SERENITA'"....

Ho posato l'oggetto che volevo acquistare, ho ringraziato e ce ne siamo andati.....

C'è proprio tutta una cultura che non funziona....

A ragione diceva Benedetto XVI il 15. agosto 2005 nell'omelia per l'Assunzione di Maria al Cielo:

Solo se Dio è grande, anche l’uomo è grande.

Con Maria dobbiamo cominciare a capire che è così. Non dobbiamo allontanarci da Dio, ma rendere presente Dio; far sì che Egli sia grande nella nostra vita; così anche noi diventiamo divini; tutto lo splendore della dignità divina è allora nostro. Applichiamo questo alla nostra vita. E’ importante che Dio sia grande tra di noi, nella vita pubblica e nella vita privata. Nella vita pubblica, è importante che Dio sia presente, ad esempio, mediante la Croce negli edifici pubblici, che Dio sia presente nella nostra vita comune, perché solo se Dio è presente abbiamo un orientamento, una strada comune; altrimenti i contrasti diventano inconciliabili, non essendoci più il riconoscimento della comune dignità. Rendiamo Dio grande nella vita pubblica e nella vita privata. Ciò vuol dire fare spazio ogni giorno a Dio nella nostra vita, cominciando dal mattino con la preghiera, e poi dando tempo a Dio, dando la domenica a Dio. Non perdiamo il nostro tempo libero se lo offriamo a Dio. Se Dio entra nel nostro tempo, tutto il tempo diventa più grande, più ampio, più ricco....

*******

Difendere il Crocefisso significherà difendere LA VERA VITA....

Buona giornata, fraternamente CaterinaLD

mic ha detto...

a catarina, ma quanto scrivi.....
povere polpette...


trovo sincera compassione per te, katartiko, perché alla fine dalla lunga frequentazione e nonostante le cose sgradevoli che la tua missione ti impone di dire, so bene che non sei insensibile come persona e allora sono due le cose: o non hai letto quello che ha scritto Caterina, il che non poteva farti che del bene, o, se l'hai letto non ne hai voluto (o potuto)cogliere il significato bellissimo e mi induci a chiedermi il perché...

Visto che sei siculo, posso chiederti se sei di Catania?

katartiko ha detto...

per sapere di dove sono basta guardare lo space di blogger.

Se vedi bene non sono mai entrato nel merito di quello che dice Caterina perchè non ho nessuna intenzione, ne ho il tempo, di leggere i suoi interminabili post.

Caterina63 ha detto...

Caro Mic.....Katartiko soffre di insonnia....^____^
e si contraddice, giudica gli interventi senza leggere, lui ha la palla di vetro ^___^

Parliamo ancora piuttosto di cose serie...

......leggevo ieri i commenti sulle offese gridate al Santo Padre dalla piazza politica, qualcuno profetizzava al Papa di andare pure all'Inferno....a me francamente scandalizzano di più certe comunità ecclesiali come quella anglicana con la sua votazione per le donne vescovo che non questi SCHIAMAZZI DI PIAZZA....

Trovo più ipocrita che dalla Chiesa per esempio non si elevi un grido di scandalo verso queste notizie mentre si fa tanto chiasso E SI DA TROPPA IMPORTANZA a quattro urlatori da circo che salgono sul palcoscenico per sparare le loro frustrazioni......

Vogliamo fare una vera propaganda di affetto filiale al Papa?
Si denuncino gli abusi che si fanno nella Chiesa....ci si dissoci GRIDANDO DAI TETTI da chi predica contro il primato petrino, da chi disconosce l'Eucarestia, da chi fa guerra alla Theotokos (= la Madre di Dio)....

Il Papa NON ha bisogno di essere difeso, tanto meno la Chiesa che ha il Suo difensore nel Suo Capo: CRISTO GESU'.....e le porte degli inferi NON prevarranno.....

Il Papa è chiamato al martirio.....queste piazzate di girotondi ideologizzati sono tutto fumo e niente arrosto, anzi.... attraverso questa propaganda l'Uomo sta imparando a capire da che parte stare e lo manifestò quel giorno di domenica all'Angelus, in una piazza san Pietro riempita all'invero simile...dopo i fatti de La Sapienza...

I veri nemici non sono questi 4 poveretti frustrati ....MA QUELLI CHE NELLA CHIESA NE MINANO LE FONDAMENTA CON FALSE DOTTRINE...sono quelli che dicendosi cristiani e pure cattolici portano DIVISIONE nelle comunità, portano CONTESE...sono quelli che dicono di credere in Cristo, ma RIFIUTANO PIETRO...questo rifiuto fa molto più male delle carnevalate di piazza...

I veri nemici siamo NOI che dicendoci CATTOLICI facciamo finta di ascoltare il Papa, ma poi non mettiamo in pratica il suo Magistero....NON LO LEGGIAMO NEPPURE PERCHE' ANNOIA...^__^

questo si che offende la dignità del Pontefice per il quale Gesù ha detto: chi ascolta voi ASCOLTA ME! chi ascolta il Papa E METTE IN PRATICA QUANTO FA E CHIEDE, ascolta Gesù....

Non facciamoci travolgere dai notiziari, ci sono delle situazioni per le quali è più utile farsi un esame di coscienza e vedere a quale grado di IDOLATRIA siamo arrivati da parte di chi vuole difendere il Papa, ma non mette in pratica, ad esempio, quella sacralità liturgica che egli stesso ci sta reinsegnando....

Fraternamente CaterinaLD

mic ha detto...

per sapere di dove sono basta guardare lo space di blogger.

ho visto complimenti per tua figlia :)

Dici che non leggi i nostri (lunghi) testi... e allora come fai a dire che sono sciocchezze?
Vedi che agisci per partito preso?

Visto che sei qui, perché non fai un piccolo sforzo: leggi e ci dai il tuo contributo VERO, non la sferzata quotidiana che è il tuo tributo al movimento che segui?

Ti chiedevo se sei di Catania perché non abbiamo più notizie di Seby e cercavo un aiuto sul posto

katartiko ha detto...

comunque la foto non è mia.
Purtroppo per Seby non posso aiutarvi.
Adios

mic ha detto...

I veri nemici non sono questi 4 poveretti frustrati ....MA QUELLI CHE NELLA CHIESA NE MINANO LE FONDAMENTA CON FALSE DOTTRINE...sono quelli che dicendosi cristiani e pure cattolici portano DIVISIONE nelle comunità, portano CONTESE...sono quelli che dicono di credere in Cristo, ma RIFIUTANO PIETRO...questo rifiuto fa molto più male delle carnevalate di piazza...

condivido Caterina!

katartiko ha detto...

dopo anni di menzogne e paparazzate
(vedi di Kiko conserte le braccia),
il vaticano ha le prassi approvate
e avete perduto la faccia.

Io sto quì e mi diverto,
con mic un po' depresso,
Stefanio sempre meno aperto
e un blog con sempre meno accesso.

Ma la nuova entrata Caterina,
lunga e prolissa scrivana,
dovrebbe stare più in cucina
con le melanzane alla parmiggiana.

Con questa rima oggi vi saluto,
vi voglio bene e do un bel kiss
a tutti i "don" e all'alto prelato
a sofia,emma e alle altre miss.


Gert, come ti sembra questa?

Emma ha detto...

Katartiko se i post di Caterina ti danno fastidio, perchè scrivi?
Così solo per assicurare una presenza, per cercare di svalutare quello che dice Caterina?
Non capisco il senso dei tuoi interventi.
O hai qualcosa da dire, e sono sicura che così è, ma allora devi prendere il tempo di leggere, o non hai nulla da dire.
Oppure ancora ti annoi, e ti occupi come puoi con 7 post in cinque minuti!
Forse tu sai già tutto quello che scrive Caterina, forse per te sono delle evidenze, ma per molti non lo sono, per loro è, non solo utile ma necessario e forse anche urgente, ricordare i fondamenti della nostra fede.

mic ha detto...

Dice katartiko
il vaticano ha le prassi approvate
e avete perduto la faccia.


di vero c'è che Rylko ha "presentato" gli statuti approvati soltanto dalla sua Congregazione (in sostanza da lui), ma non c'è traccia di altre approvazioni e, come già detto e ripetuto, lo statuto è 'monco' perché non ne sono stati approvati i fondamenti: cosa oltre che anomala, anche inquietante

Il nostro obiettivo era ed è quello di dare un'informazione corretta proprio su quelli... e se non sono stati approvati e nessuno ci ha mai smentiti, forse non solo non abbiamo perso la faccia (che proprio non ce ne cale!), ma il nostro obiettivo è stato raggiunto...

Il resto della vicenda non è nelle nostre mani e continuiamo a fare quello che in coscienza riteniamo giusto: soprattutto diffondere gli autentici insegnamenti della Chiesa...

Forse non leggete perché avete paura di accorgervi della differenza?

sofia ha detto...

@ katartiko

Qualunque sia la tua età
anagrafica, visto il tuo
continuo baloccarti
con divertissement verbali
in mezzo a persone
che vorrebbero condividere con
te una seria parola di Verità
(sia pure con spirito
giocondo, ove sia opportuno...)

ti si adattano bene questi
versi famosi, che già
ho dovuto porgere
a svariati tuoi compagni
del "paese dei balocchi":

“…Godi, fanciullo mio; stato soave,
Stagion lieta è cotesta.
Altro dirti non vo’; ma la tua festa
Ch’anco tardi a venir non ti sia grave. ”
(G. Leopardi,
Il sabato del villaggio)

*****

(Denso di significati riposti
nel contrasto tra il "sabato"
e la "domenica", con la
"sera del dì di festa" della vita...)

Caterina63 ha detto...

All Laud the Motu Proprio

cliccate qui

http://it.youtube.com/watch?v=nUjZB_PhA_U&eurl=http://www.rinascimentosacro.com/



e.....lodiamo Dio

^___^

Gert ha detto...

Ordunque, guardi, caro Katartìko,
le sue rime non son proprio sincere:
s'Ella avesse la fantasia di Kiko,
sognerebbe ancor altre chimere.

Ma la Sua rima è pari alla pigrizia
che La porta per man in comunità,
meglio buttarla via nell'immondizia
che far figure di quaquaraqua.

elisa ha detto...

Kartiko, o come si chiama, non riflette altro che l'aggressione verbale in uso da chi viene mal intruppato in certe sette.
Dove vai vai, blog, mailing list o altro quella è l'unica risposta che sanno dare, aggressione e ripetizione di alcuni diktat all'infinito. Sembrano dei poveri robot e mi fanno compassione per quello che hanno dovuto subire.
C'è un gran senso di tristezza per tutto questo, ma la colpa non è loro, viene dall'alto di chi li usa.
Mi spiace tanto.
Un saluto

P.S. sembra da notizie che mi sono arrivate dal Giappone che il cardinale Bertone sia ritornato sulla sua decisione e che il seminario venga infine chiuso.

Caterina63 ha detto...

Quale DIRETTORIO seguire? e quanti ne abbiamo?
Uno..CATTOLICO=UNIVERSALE..^___^

DIRETTORIO GENERALE
PER LA CATECHESI

http://www.vatican.va/roman_curia/congregations/cclergy/documents/rc_con_ccatheduc_doc_17041998_directory-for-catechesis_it.html


11. I destinatari del Direttorio sono principalmente i Vescovi, le Conferenze Episcopali e, in generale, quanti, sotto il loro mandato e presidenza, hanno responsabilità nel campo catechistico. È ovvio che il Direttorio può essere un valido strumento per la formazione dei candidati al sacerdozio, per la formazione permanente dei presbiteri e per la formazione dei catechisti.

Una finalità immediata del Direttorio è quella di aiutare la redazione dei Direttori Catechistici e Catechismi. Conformemente al suggerimento ricevuto da molti Vescovi, si includono numerose note e riferimenti, che possono essere di grande utilità per l'elaborazione dei menzionati strumenti.


27. È importante considerare anche la vita stessa della comunità ecclesiale, la sua intima qualità.

Una prima considerazione è scoprire come nella Chiesa sia stato accolto e abbia portato frutti il Concilio Vaticano II. I grandi documenti conciliari non sono rimasti lettera morta: si costatano i loro effetti. Le quattro costituzioni — Sacrosanctum Concilium, Lumen Gentium, Dei Verbum e Gaudium et Spes — hanno fecondato la Chiesa. Infatti:

– La vita liturgica è compresa più profondamente come fonte e vertice della vita ecclesiale.

– Il popolo di Dio ha acquisito una coscienza più viva del « sacerdozio comune »,(50) radicato nel Battesimo. Nello stesso tempo, riscopre sempre più la vocazione universale alla santità e un senso più vivo del servizio alla carità.

– La comunità ecclesiale ha acquisito un senso più vivo della Parola di Dio. La Sacra Scrittura, per esempio, è letta, gustata e meditata in modo più intenso.

– La missione della Chiesa nel mondo si percepisce in modo nuovo. Sulla base di un rinnovamento interiore, il Concilio ha aperto i cattolici alla esigenza di una evangelizzazione in legame necessario con la promozione umana, alla necessità del dialogo con il mondo, con le diverse culture e religioni e all'urgente ricerca dell'unità tra i cristiani.

28. In mezzo a questa fecondità si devono riconoscere anche « carenze e difficoltà nell'accoglienza del Concilio ».(51) Malgrado una dottrina ecclesiologica così ampia e profonda, si è indebolito il senso dell'appartenenza ecclesiale; si constata frequentemente una « disaffezione verso la Chiesa »;(52) la si contempla, molte volte, in modo unilaterale, come mera istituzione, privata del suo mistero.

In alcune occasioni, si sono prese posizioni parziali e opposte nell'interpretazione e nell'applicazione del rinnovamento chiesto alla Chiesa dal Concilio Vaticano II. Tali ideologie e comportamenti hanno condotto a frammentazioni e a pregiudicare la testimonianza di comunione indispensabile per l'evangelizzazione.

L'azione evangelizzatrice della Chiesa, e in essa la catechesi, deve cercare più decisamente una solida coesione ecclesiale. A tal fine è urgente promuovere e approfondire un'autentica ecclesiologia di comunione,(53) per generare nei cristiani una profonda spiritualità ecclesiale

– Rispetto alla finalità della catechesi, che mira a promuovere la comunione con Gesù Cristo, è necessaria una presentazione più equilibrata di tutta la verità del mistero di Cristo. A volte si insiste solo sulla sua umanità, senza fare esplicito riferimento alla sua divinità; in altre occasioni, meno frequenti nel nostro tempo, si accentua tanto esclusivamente la sua divinità che non risalta più la realtà del mistero dell'Incarnazione del Verbo.(58)

– Riguardo al contenuto della catechesi, sussistono vari problemi. Vi sono certe lacune dottrinali in merito alla verità su Dio e sull'uomo, sul peccato e la grazia e sui Novissimi. Vi è la necessità di una più solida formazione morale; si riscontra una presentazione inadeguata della storia della Chiesa e una scarsa rilevanza della sua Dottrina Sociale. In alcune regioni proliferano catechismi e testi di iniziativa particolare, con tendenze selettive e accentuazioni tanto differenti da nuocere alla necessaria convergenza nell'unità della fede.(59)

– « La catechesi è intrinsecamente collegata con tutta l'azione liturgica e sacramentale ».(60) Sovente, però, la prassi catechistica testimonia un legame debole e frammentario con la liturgia: limitata attenzione ai segni e riti liturgici, scarsa valorizzazione delle fonti liturgiche, percorsi catechistici poco o nulla connessi con l'anno liturgico, presenza marginale di celebrazioni negli itinerari della catechesi.


***********************

Ovviamente il Documento NON va isolato da tutti gli altri Documenti che abbiamo riportato......^___^


Buona lettura ed approfondimento a tutte le persone di buona volontà che amano conoscere e imparare...
^__^

alessandra ha detto...

evitiamo il bonismo, il perdonismo e le varie torte che ucciderebbero anche i non diabetici....


allora io ho detto cio chepensavo e e isuoi giudizi se li pùò tenere per se il mio nn è buonismo ècio che penso e credo

Dio i nostri peccati li ha già perdonati ,addirittura ancora prima che noi li commettiamo...pensi solo all'allenaza cn Abramo Dio passò Abramo citano le scritture fu colpito da torpore si addormentò .....si domanda chi fece scendere torpore su Abramo

alessandra ha detto...

signora emma no nn credo che chi lasci il cnc nn si salvi eppure il mio post era chiaro

gherardo ha detto...

quelle di Katartiko sono le tristi goliardate di chi investito della missione
di reprimere il dissenso, non si rende
conto che ridicolizzando noi
cerca in realta' di minimizzare quel
suo personale dissenso interiore
di cui ha una paura tremenda e che non ammetterebbe mai a se stesso.
Ecco perche' tali goliardate non
fanno nemmeno ridere, non sono
portatrici di quel sano umorismo
che nasce dall'individuazione e accettazione dei difetti propri e altrui
ma sono un sarcasmo forzato e inefficace
perche' mosso da conflitti irrisolti e rimossi.
E' questo processo psicologico che spinge questi "martellatori" instancabili a rimanere qui nonostante l'approvazione.
Martellare (con la propaganda o col sarcasmo ) il dissenso degli altri per non fare i conti con quello personale che cova interiormente.

alessandra ha detto...

Lo squallore di questa pagina sta raggiungendo livelli inverosimili ,ma come vi permettete di giudicare l'operato di persone come voi ,chi siete?vi dichiarate cristiani citate documenti e poi giuidcate me katartiko, il nc che vi ha scritto ieri....,ma vi rendete conto dei controsensi che albergano in voi stessi citate documenti e vi inginocchiate pregate in latino e poi i vostri gesti le vostre parole vanificano i vostri atti..... mi verrebbe voglia e lo faccio di lasciarvi cn un verso di una canzone di cocciante...che pena mi fai.....

Chiunque giudica un fratello sarà sottoposto alla geenna vero?

Caterina63 ha detto...

alessandra ha detto...



allora io ho detto cio chepensavo e e isuoi giudizi se li pùò tenere per se il mio nn è buonismo ècio che penso e credo

Dio i nostri peccati li ha già perdonati ,addirittura ancora prima che noi li commettiamo...pensi solo all'allenaza cn Abramo Dio passò Abramo citano le scritture fu colpito da torpore si addormentò .....si domanda chi fece scendere torpore su Abramo

*************

Mi dispiace....non posso tacere quando qualcuno dice che Gesù NON soffre...

Verissimo che i nostri peccati sono stati perdonati, ma perchè il perdono sia effettivo occorre PENTIRSI, RICONOSCERSI PECCATORE E RICONCILIARSI.....è necessaria l'assoluzione del Confessionale...

Abramo infatti non fu PASSIVO, egli obbedì a tal punto che stava per sacrificare il suo unico figlio ^___^

San Paolo stesso dice che "NEL MENTRE ERAVAMO PECCATORI EGLI MORI' PER I NOSTRI PECCATI" si noti nella catechesi del brano che san Paolo non dice semplicemnte che "Gesù ci perdonò mentre eravamo ancora peccatori, ma bensì CHE MORI' PER NOI mentre eravamo ancora nel peccato. La differenza DENOTA LA NECESSITA' DEL NOSTRO PENTIMENTO E DELLA RICONCILIAZIONE CON DIO nei confronti di un Amore così grande...."

La sua inclinazione è quella al PERDONISMO....Tanto Dio ci ha perdonati!!!!! eliminando in tal modo IL SACRIFICIO DEL PENTIMENTO E LA SOFFERENZA DI UNA RICONCILIAZIONE CONFESSIONALE....

Qui entriamo semmai nel SACRO TIMOR DI DIO......esso non è la paura di Dio...ma il rispetto di Dio, umiltà, riconoscimento grato della nostra condizione di creature FRAGILI E PECCATORI. Nasce nel cuore di chi dice a Dio: dipendo TOTALMENTE da te e sono anche contento di dipendere da te, non voglio dipendere da me e neppure dipendere dagli altri, facendoli diventare degli idoli. MI HAI DATO LA CHIESA, IL SACRAMENTO DEL BATTESIMO E DELLA RICONCILIAZIONE, L'EUCARESTIA....TUTTO HAI FATTO PER ME...

Il mirabile esempio di Maria Santissima in quel Magnificat ci rammenta che il perdono NON E' AUTOMATICO....NON CI E' AFFATTO DOVUTO, ESSO SI GUADAGNA...E' UN DONO CHE VA RICHIESTO....

(se queste sono le dottrine che lei ha imparato, non oso pensare cosa insegna come catechista..qui siamo all'ABC della NOSTRA DOTTRINA CATTOLICA...e lei dimostra non solo di difettarne la conoscenza, ma anche di offendersi se uno glielo fa notare....mi spiace ma la prima forma di vera Carità E' DIRE LA VERITA' non le nostre opinioni...specialmente quando sono in gioco le verità fondamentali della nostra Fede)

Caterina63 ha detto...

alessandra ha detto...
Lo squallore di questa pagina...

Chiunque giudica un fratello sarà sottoposto alla geenna vero?


*************

e chi è che la sta giudicando?
squallore? si sta parlando un pò di tutto, e lei ha dimostrato di non conoscere le basi della nostra fede comune, posso anche supporre che si sia spiegata male, ma invece di correggersi è lei che giudica chi con carità fraterna sta cercando una forma di dialogo e di comprensione...

Nessun giudizio, rammenti anche la faccenda del non dare di scandalo....e alcune sue affermazioni sul Cristo e sul perdono, sono di scandalo...a meno che non nutre la pazienza di spiegare agli ignoranti come me cosa intendesse dire....
^___^

Alma veritas ha detto...

Alessandra parla dello squallore di questa pagina. ..potrei anche seguirla ma non vedo lo squallore dove lo vede lei!

Per me è "squallore" che un cattolico nc dica che se uno esce dal cammino rischia l`inferno (e del resto Alessandra non mi ha detto se è d`accordo con la sua sorella o fratello), per me sono squallore gli ultimi post di Katartiko senza senso, per me è squallore che chi sembra far prova di una grande ignoranza sui fondamenti della nostra fede, crede potere dare lezioni ad altri.

A meno che Alessandra consideri squallore i testi del Magistero o i documenti ufficiali della nostra Chiesa , che Caterina con grande attenzione e preparazione ci ripropone e sottomette alla nostra riflessione e meditazione.

pippoarturo ha detto...

I post di Caterina sono incomprensibili a chi è abituato al lessico NC che prevede l'invio del cervello all'ammasso e il mandare a memoria le catechesi dei catechisti, imparate a memoria da altri catechisti, tramandate oralmente da Kiko.
I post di Caterina sono incomprensibili per chi ha paura di confrontarsi con i testi della Chiesa, a cui lei sempre rimanda, testi pubblici, verificabili, leggibili da tutti (anche senza percorsi iniziatici).
I post di Caterina sono incomprensibili a chi ha paura della Verità.

I post di Caterina sonoincomprensibili a chi confonde la critica a un metodo, a espressioni, catechesi e liturgie Erronee con attacchi personali.

Quanto alle polpette, se Caterina segue l'Artusi come il Magistero penso siano buonissime.......

In quanto allo scandalo...ho già detto come dalla mia Parrocchia con 10000 potenziali fedeli siano rimasti solo 200 nc, e gli altri, persi per strada, i più volenterosi nelle parrocchie limitrofe. CHi è che dà scandalo?

Davide_Levi ha detto...

"Dio i nostri peccati li ha già perdonati ,addirittura ancora prima che noi li commettiamo..."


Benissimo!!!

Così se ti scarico in faccia tutto il caricatore bifilare della mia beretta sono già a posto. Ah però forse solo i NC possono usufruire di questo pacchetto vacanze, i non eletti si vede che non hanno di questi vantaggi, chiederò allo studio voltaggio.

mic ha detto...

Chiunque giudica un fratello sarà sottoposto alla geenna vero?

Alessandra,
ancora non riesci a capire che noi non vi stiamo giudicando, ma sottolineiamo certe prassi e certi vostri comportamenti anche su questa pagina, mettendo in risalto la mancanza di dialogo e di partecipazione e di attenzione a quello che cerchiamo di dire, solo perché, accorgendovene, riusciate a
rimediarvi, se possibile...

In realtà chi ci giudica sei tu ogni volta che tiri in ballo, a sproposito, la geenna e dici di vedere squallore, perché non ne vuoi (o non ne puoi) cogliere il senso, nelle nostre parole o addirittura nei documenti che racchiudono l'insegnamento della Chiesa - che Caterina sapientemente e pertinentemente mette a disposizione - e che ogni catechista, compresa te, dovrebbe conoscere...

Ieri sera proprio a te ho dedicato un lungo post; di quello non dici nulla? Nessuna osservazione o risonanza dalla catechista Alessandra?

mic ha detto...

mi spiace ma la prima forma di vera Carità E' DIRE LA VERITA' non le nostre opinioni...specialmente quando sono in gioco le verità fondamentali della nostra Fede

quoto tutto, ma sottolineo questo

sofia ha detto...

dice alessandra
Dio i nostri peccati li ha già perdonati, addirittura ancora prima che noi li commettiamo.
-----------

alè,
tanto vale che continuiamo a peccare
FORTITER, sempre più
FORTITER
coem diceva Lutero, tanto Dio
ha già perdonato tutto
e i nostri peccati
nè lo feriscono
nè lo offendono!!!

E questi si chiamano
CATTOLICI!

sofia ha detto...

Vorrei tanto sapere
chi è quello struzzo o buonista
che continua a dire:

Ma sì, il CNC
può anche offire
un valido cammino
di santificazione,
di fronte a questa semplice
affermazione con cui
FORMANO
MIGLIAIA
DI ANIME!

mic ha detto...

signora emma no nn credo che chi lasci il cnc nn si salvi eppure il mio post era chiaro

devo purtroppo smentirti Alessandra, proprio perché sei una catechista, e ho ascoltato con le mie orecchie e qui tutti (o quasi) possono dire la stessa cosa: i catechisti non minacciano, "tuonano" a chiuque osi esprimere qualche dubbio: "Chi lascia il cammino lascia Cristo".

Alcune famiglie sono tragicamente divise perché i rispettivi coniugi e/o genitori e/o figli sono considerati "morti" per chi prosegue il cammino, se loro lo lasciano e il fatto che lo lasciano non viene considerato e rispettato come una libera scelta, ma come sistuazione di persone preda del demonio!

Se mi dici che nella tua comunità non è vero, sei qui per questo, ma menti sapendo di mentire...

Mattere alla luce le cose nascoste non è "giudizio" né condanna: il giudizio spetta a Dio e riguarda i responsabili, ma riguarda anche chi conosce queste cose e non le denuncia!

Nessuno vuole contestare il cammino, ora è nella Chiesa. Se la Provvidenza ha voluto così, servendosi anche di cose umane, forse un motivo c'è e non voglio pensare che sia per la rovina della Chiesa - come potrebbe sembrare a chi non ha fede - ma per il bene del Cammino e per la sua purificazione, della quale abbiamo bisogno continuamente TUTTI.

Ma come diceva Caterina a proposito del perdono, e cioè che bisgona riconoscersi peccatori, bisognosi di perdono, chiederlo, purificarsi attraverso la Riconciliazione e accogliere anche la Grazia per riparare ed emendarsi, se voi vi fate scivolare addosso come se non vi riguardasse l'insegnamento della Chiesa, rimenete nel vostro bel giardino chiuso e anzichè aiutare la comunione continuate ad incrementare la divisione... siete almeno consapevoli di questo?
Volete interrogarvi su questo?
Noi non stiamo portando divisione, cerchiamo con tutte le nostre forze il dialogo; la divisione l'abbiamo subìta e la stiamo constatando!
Vogliamo cercare di rimediare insieme?

pippoarturo ha detto...

Due miei carissimi amici hanno avuto una crisi matrimoniale come capita spesso. Niente di particolare, terze persone in mezzo, etc. Lei ne ha parlato con i catechisti, esprimendo loro le difficoltà che viveva in quei momenti nel rapporto col marito. La risposta è stata: "se non ami tuo marito sei fuori dalla Chiesa, ti stai uccidendo, stai seguendo il demonio!", con la conseguenza di farla allontanare anche dalla Messa domenicale. La poveretta non frequenta più il cammino, ma è convinta di stare fuoridalla CHiesa perchè l'ha detto il catechista.

Un altro amico è uscito dal cammino per ovvi motivi, va a messa tutti i giorni, prega e approfondisce quotidianamente (ovvio non i tsti di kiko).
Per i catechisti e la moglie (che è rimasta nel cammino) è un indemoniato, gli hanno pure procurato l'indirizzo di un esorcista......

alessandra ha detto...

sono catechista neocat da 11 anni e ai miei catechizzati nn ho mai lanciato anatemi del genere,e come me hanno fatto i responsabili delle nostre due equipes e i catechisti che mi hanno catechizzato,e mai in 20 anni di cnc ho sentito miei catechisti lanciare certi proclami

cmq quando dico che Cristo perdona ancora prima è verissimo ,ma è altrettanto vero che dobbiamo essere noi a volere il perdono,
il cristiano cmq è chi cade e si rialza nn colui che pensa di non cadere più nel peccato e qualcuno che mi ha risposto ha lasciato sottointendere questo , beh io ad una cosa sola credo e quella professo L'Amore di Cristo morto e risorto per noi uomini,anche gli apostoli questo facevano,ma nn mi sembra che per farlo usassero documenti .....
San Paolo ,che prima aveva stutdiato perseguitava cristiani fu uno degli artefici del primo martirio, Santo Stefano,e pensava di agire per il bene della sua religione per difendere la sua fede

vedete io nn conosco documenti ,ma mi lascio guidare vescovo sacerdoti e credo che loro sappiano guidarmi bene,quanto al mio fare catechismo mia cara caterina tanto perchè lei nn giudica..... mi avvalgo dei testi cei e della Sacra bibbia sa il libro più letto della storia,

Vittorio ha detto...

"di fronte a questa semplice
affermazione con cui
FORMANO
MIGLIAIA
DI ANIME!"
-------------------

e le parole della Chiesa non hanno nessuna presa, perché i neocat riconoscono solo l'autorità degli iniziatori e dei catechisti!

Vittorio ha detto...

"sono catechista neocat da 11 anni e ai miei catechizzati nn ho mai lanciato anatemi del genere,e come me hanno fatto i responsabili delle nostre due equipes e i catechisti che mi hanno catechizzato,e mai in 20 anni di cnc ho sentito miei catechisti lanciare certi proclami"
--------------
l'ha detto Mic: è qui per questo, non poteva dire diversamente, nonostante avrà pur visto l'ennesima smentita appena sopra il suo post
E' sconcertante questa determinazione nel negare l'evidenza a persone che il Cammino lo conoscono per averlo frequentato!

Caterina63 ha detto...

alessandra ha detto...

Dio i nostri peccati li ha già perdonati ,addirittura ancora prima che noi li commettiamo...

*********************

PURGATORIO......parliamo di quest'altro SCONOSCIUTO O RIFIUTATO elemento fondamentale della nostra Dottrina Cattolica^__^

Se alessandra avesse ragione per come LEI intende questo perdono, dovremmo essere perdonati NON soltanto PRIMA di commetterli, MA ANCHE DOPO come appunto lei stessa asserisce...

Ma a questo punto perchè Gesù in Matteo sottolinea che pagheremo FINO ALL'ULTIMO SPICCIOLO...e perchè la Chiesa PREGA PER LE ANIME DEL PURGATORIO? PERCHE' FA LE MESSE DI SUFFRAGIO?
^___^

Se Dio ci ha perdonato PRIMA E DOPO, che ruolo abbiamo NOI nella salvezza? ;-)

Voglio venire incontro ad Alessandra e a quanti hanno le idee confuse....

Nella sostanza ciò che dice alessandra, con un pò di sforzo lo si può accogliere, di fatto il perdonare che è composto da due termini: PER-DONO, in Maria santissima E SOLTANTO IN LEI e' avvenuto PRIMA, Lei è stata infatti PRESERVATA DAL PECCATO, in tal senso l'affermazione di alessandra si ferma qui perchè la Beata Vergine, in virtù della Grazia è stata resa ALIENA AL PECCATO, nemica di Satana, di conseguenza QUEL PERDONO AVUTO PRIMA NON HA AVUTO UNA NECESSITA' DI UN DOPO PERCHE' MARIA NON HA MAI COMMESSO ALCUN PECCATO... ecco così che abbiamo e veneriamo L'IMMACOLATA, LA TUTTA PURA, LA TUTTA SANTA......

Ma nessun altro Uomo può dire la stessa cosa per sè stesso...il PER-DONO di Dio NON ci ha reso immuni dal peccato, MA CI VUOLE IMMACOLATI AL SUO COSPETTO NEL MENTRE ACCOGLIAMO QUESTO PER-DONO attraverso un percorso, un itinerario di FEDE ED OPERE....attraverso la confessione dei peccati, attraverso L'ASSOLUZIONE, cosa dice infatti Geù?
A CHI RIMETTERETE I PECCATI SARANNO RIMESSI, A CHI NON LI RIMETTERETE RESTERANNO NON RIMESSI....

(io tremo di fronte a queste parole con il sacro Timor di Dio ^___^)

In tal senso l'affermazione di alessandra non è accettabile poichè attribuisce all'uomo una immunità nonostante il peccato...o peggio ancora insinua l'ambiguità di un AUTOPERDONARSI..."tanto Dio mi ha perdonato prima che commettessi il peccato!!"

Questa immunità non l'abbiamo e lo dice la Dottrina sul PURGATORIO...

TUTTO SI PAGA E TUTTO PAGHEREMO FINO ALL'ULTIMO SPICCIOLO...

come giustamente osservava Mic: la giustizia di Dio senza misericordia è una atrocità, una bestialità....ma la misericordia senza giustizia è INGIUSTIZIA...

Nell'Apocalisse si legge che i Santi e i Martiri stanno li davanti al Trono di Dio SUPPLICANDO VENDETTA per il loro sangue versato...
è ovvio che il termine "vendetta" va letto teologicamente con GIUSTIZIA e sappiamo cosa vogliono, quello che vuole Gesù: CHE IL PECCATORE SI CONVERTA! E CHIEDA IL PER-DONO....

E' vero anche tuttavia che tale Dottrina è una CONSOLAZIONE poichè le Anime del Purgatorio sono già sante, ossia dal Purgatorio NON si va all'inferno, si attende solo soffrendo la beatitudine eterna per questo le chiamiamo ANIME SANTE DEL PURGATORIO, ma esse sono li per ESPIARE QUELLE COLPE CHE QUI NON FECERO IN TEMPO A RIMEDIARE...

E ripeto il perdono non ci è dovuto, non è automatico, esige un rapporto diretto fra il peccatore e Dio che deve risolversi mediante il Sacerdote e questo comincia sulla terra e termina con la morte a seconda di cosa avremo scelto non certo solo a parole, ma soprattutto con i fatti ^___^

Anzi....ricordiamoci delle Anime del Purgatorio, offriamo suffragi, chiediamo molte Messe per la loro salvezza...

Fraternamente CaterinaLD

Caterina63 ha detto...

alessandra ha detto...
nn ho mai lanciato anatemi del genere,

vedete io nn conosco documenti ,ma mi lascio guidare vescovo sacerdoti e credo che loro sappiano guidarmi bene,quanto al mio fare catechismo mia cara caterina tanto perchè lei nn giudica..... mi avvalgo dei testi cei e della Sacra bibbia sa il libro più letto della storia,

*****************

dove sono i miei anatemi?
^___^

lei si è espressa male, ma non ha specificato.....lei ha detto che Gesù NON SOFFRE....nel caso appunto citato sopra del padre che ucciderà la figlia perchè è in coma...lei ha parlato di Dio che perdona prima ancora di commettere (noi) il peccato dimenticandosi che nasciamo già con il peccato ^___^
è quel DOPO il peccato che non chiarisce e che getta ambiguità nelle sue affermazioni.....

Riguardo alla Bibbia bè sa anche i Protestanti la conoscono a memoria, anche Satana dimostra a Cristo di conoscerla, il problema sta NELL'INTERPRETAZIONE....a questo servono i Documenti della Chiesa ^___^
lo confesso, leggo pogo i testi catechetici della CEI perchè uso molto di più il CATECHISMO direttamente....fa lo stesso?
Trovo li tutte le risposte, non vado in giro senza il COMPENDIO, altro dono del Papa....^___^


Ma se abbiamo una interpretazione diversa di chi è la colpa? e chi sostiene la verità per esempio sul concetto del PER-DONO che le ho appena dimostrato trasportandole la dootrina che c'è sul Catechismo?
^__^

Quale DIRETTORIO catechetico seguire? l'ho postato su....l'ha letto? lo conosceva? come catechista dovrebbe, a me l'hanno fatto studiare in tre parrocchie ^___^

Cattolico NC ha detto...

Mi ero ripromesso di non rispondere ma aggiungo una cosa.

Premetto che voi potete scandalizzare un anima piccola nel Cammino tanto da farla uscire e questa si potrebbe perdere dicevo un episodio successo ad una persona di mia conoscenza.

Premetto che molte persone che entrano in Cammino arriva da famiglie o con storie distrutte.

PREMETTO CHE NON SOLO QUELLI DEL CAMMINO SI SALVANO. PREMETTO CHE ANCHE QUELLI CHE ESCONO DAL CAMMINO SI SALVANO.

Dopo queste tre premesse affermo che il Signore chiama alcune persone in Cammino. Queste persone, molte ma non tutte, arrivano da una vita distrutta. E' successo tempo fa che una persona arrivava da una situazione distruttiva e non riusciva a staccarsi dal suo peccato. Ha incontrato una persona ostile al Cammino e l'ha così colpita che si è messa a piangere in comunità. Ora questa persona è riuscita a staccarsi dal suo peccato mortale se fosse stata scandalizzata a tal punto da uscire dal Cammino e si fosse gettata anima e corpo nel suo peccato mortale io non voglio pensare cosa il Signore avesse chiesto alla persona che, magari per amore della Chiesa, avesse scandalizzato questa piccola. Ricordatevi che lo scandalo, si può essere anche da parte di qualche catechista o neocatecumeno stronzo che pensa che il Cammino sia la Chiesa, ma anche da voi che perseguite che cosa e con il mandato di chi? Voi non avete nessun mandato e tanto meno in catechista o catecumeno stronzo che afferma che il Cammino sia la Chiesa, IL CAMMINO NON E' LA CHIESA MA E' UN CARISMA DELLA CHIESA. Fate entrambi lo stesso errore: per fin di bene scandalizzate. Il mandato non lo avete ne voi ne il catechista o neocatecumeno stronzo sia chiaro.

Per questo affermo che queste cose dovete lasciarle fare ai Vescovi e basta. I laici facciano i laici, i Vescovi facciano i Vescovi, il Papa faccia il Papa, il parroco faccia il parroco, il catechista faccia il catechista.


Per questa ragazza invece che morirà per eutanasia di sete e di fame questo padre è ingannato e ingannatore contemporaneamente. Affetto da una falsa affettività tipicamente umana che non centra affatto con l'amore di Cristo. Questo padre sta uccidendo Gesù Cristo perchè la figlia ha i tratti somatici di Gesù Cristo sulla Croce. Questa figlia ha un suo ruolo nella vita. Salvare la famiglia di provenienza (papà, madre e fratelli), chi l'aiuta (suore o volontari), e tutti coloro che la circondano (medici, giudici, infermieri) solo restando straiata in un letto. Questo padre non vuole entrare nella sua storia che Dio gli ha dato di vivere per giungere a salvezza servendo la figlia figura di Gesù Cristo. Dio è Signore della storia: preghiamo che intervenga in questa storia affinchè scriva dritto sullo storto che scrivono gli uomini. Preghiamo....
La pace
Cattolico NC

PS termino per chiarire che i catechisti del cammino hanno mandato dei vescovi tuttavia non hanno mandato nell'affermare che il cammino è la chiesa e la chiesa è il cammino.

sofia ha detto...

cosa dice infatti Geù?
A CHI RIMETTERETE I PECCATI SARANNO RIMESSI, A CHI NON LI RIMETTERETE RESTERANNO NON RIMESSI....
--------------------

Sacro Ministero
a cui inchinarsi
obbedienti e grati...

E quante volte San Padre Pio
rimandava indietro
un peccatore
SENZA ASSOLUZIONE
per motivi gravi di
mancanza di pentimento
o altri...

Che cosa penserebbe
San Padre Pio dello scempio che
i catechisti fanno
di questo Sacramento
strappandolo di mano al
Sacerdote, volentando
le coscienze
e poi per sommo squilibrio
far credere che tutto è perdonato
prima che pecchiamo
e che
NON POSSIAMO FARE
NESSUNO SFORZO
PER NON PECCARE?
(l'ascesi dei Santi,
che per il CNC
non esiste, perchè
non si fanno compiti
a casa!)

Ma
"Dio che ti ha creato senza di te
non ti salverà senza di te!"
(S. Agostino)

Caterina63 ha detto...

Cattolico NC ha detto...
Mi ero ripromesso di non rispondere ma aggiungo una cosa.

Premetto che voi potete scandalizzare un anima piccola nel Cammino tanto da farla uscire e questa si potrebbe perdere dicevo un episodio successo ad una persona di mia conoscenza.

**************

non comprendo:

1) perchè USCIRE???? il punto non sta nell'uscire, ma da di dentro SEMINARE IL MAGISTERO DELLA CHIESA...poi i modi per farlo si chiamano CARISMI e voi siete uno di questi carismi....ma la fonte è una sola il Magistero CON L'INTERPRETAZIONE DELLA CHIESA sulle questioni dottrinali....

2) che cosa c'entra la motivazione dei singoli? pensa che molti cattolici non legati al CN non abbiano dovuto affrontare percorsi atroci e di sofferenza prima di approdare a Cristo veramente?

Guardi....come ho già detto SIAMO NELLA STESSA BARCA....ecco, noi c'eravamo già dentro, voi ci siete giunti da poco UFFICIALMENTE, a che serve tentare di spingerci a vicenda?
^___^

il sedersi e parlarne non deve mettervi sulla difensiva usando come scudo i problemi legati alle tante conversioni, questi ci sono in tutti i gruppi, nei Movimenti.... TUTTI abbiamo fatto o facciamo un percorso, il percorso non è questo, ma nelle DOTTRINE, nella dottrina...
Se da certe risposte appare qualcosa di incomprensibile è dovere di tutti parlarne, ed è quello che stiamo facendo...
^___^

suvvia, un pò di serenità non guasta eh!

Caterina63 ha detto...

Cattolico NC ha detto...
e con il mandato di chi? Voi non avete nessun mandato

************

io "purtroppo si", ce l'ho questo mandato ^___^
dico "purtroppo" in senso di pienezza di responsabilità e come croce donatami immeritatamente...^__^

ma attento guarda che questo mandato ce l'hanno TUTTI I BATTEZZATI ovviamente ognuno a seconda dei ruoli e a seconda di dove Dio l'ha posto attraverso il sacerdote o un Ordine religioso, ci sono molti livelli nella Chiesa ma alla base ogni battezzato ha il dovere di parlare, ammonire, insistere nei "momenti opportuni ed inopportuni (=san Paolo), testimoniare....e naturalmente parlare di dottrine dopo accuarata preparazione, i Documenti della Chiesa non esistono per raccogliere polvere...
^___^

elisa ha detto...

Cara Alessandra non era mia intenzione giudicare Katartiko.
Ho solo notato come fosse il prodotto di un certo indottrinamento da una parte e dall'altra penso, ma è solo una mia opinione, che abbia per primo dei forti dubbi che cerca di nascondere con la violenza della parola contro chi dissente. Ma il primo che dissente è lui al suo interno.
Molto spesso quando si è nel torto, io stessa ho potuto constatarlo, ci si scaglia in maniera oltremodo irata quasi per nascondere a noi stessi la verità.
E' un'atteggiamento che ho visto e vedo sempre più spesso in chi frequenta il cammino e arriva ad un bivio con la propria coscienza.
Ciò lo dico e ripeto senza motivo di giudizio nei confronti di nessuno.
Invece una cosa che mi fà male è questo ripetere continuo e incessante da parte di chi frequenta il cammino a chi sceglie una strada che non sia la loro di essere fuori dalla chiesa, preda del demonio, bisognoso di esorcismo.
Io posso fare una valutazione serena di queste affermazioni prevaricatrici ma c'è chi soffre e stà male senza aver fatto NULLA di male.
Qui sì che vedo un giudicare il prossimio senza carità.
E Alessandra non me nevoglia ma questo è un modo di fare e comportarsi in uso quotidiano dei nc, katartiko e altri ne sono un esempio.
Un saluto

Cattolico NC ha detto...

Il Signore non chiama tutti cosa vuol dire cosa centrano i singoli? Sa il Cammino, come molti altri carismi sono composti da singoli. I piccoli che si riferisce il Signore sono singoli cioè singole persone.
Non era apologetica del bene delle conversioni che fa il cammino perchè qui ognuno potrebbe raccontare tanti episodi per ogni carisma.
Se il Signore piace chiamare una persona al Cammino e viene qui e si scandalizza potrebbe perdere la fede o no? Risponda con onesta. Si o no?
Potrebbe perdere la fede qualora il Cammino per quella singola persona sia la strada che il Signore ha ideato? Sopratutto se combattuta con la sua umanità, i suoi limiti, i suoi limiti quindi fragile. Lo sa o no che siamo fragili in quanto esseri umani limitati? Si o no?
Se siamo così limitati e una persona viene scandalizzata perchè potrebbe non perdere la fede?
Ce lo dice il Vangelo che potrebbe perdere la fede, si o no? Risponda.

San Paolo dice che lui ha fatto una buona battaglia, è arrivato alla fine e ha conservato la fede. A chi si riferisce? A lui cioè a san Paolo vero? Cioè al singolo Paolo di Tarso con la sua storia. Se all'inizio fosse stato scandalizzato pensa che sarebbe arrivato a tale santità? Alla sua singola santità.

Nonh stiamo parlando di numeri di persine in cammino ma di singoli Neocatecumeni cioè di uomini e donne e lei mi viene a dire cosa centrano i singoli? Centrano eccome se centrano.

Si ricordi che il Cammino è composta da singole persone con la loro storia come san Paolo con la loro storia e le loro fragilità.
Anche gli altri carismi sono composti da singoli uomini con la loro umanità.

Le dottrine poi sono le stesse della Chiesa Cattolica se no gli Statuti non sarebbero stati approvati.
Si ricordi che facciamo parte della Chiesa e quindi la promessa di Cristo fatta a san Pietro che le fiamme dell'inferno non prevarranno sulla Chiesa e che quest'ultima è colonna di sostegno della verità, cosa vuol dire lei? Che lo Spirito Santo era in vacanze su questo riconoscimento? E' per caso sedevacantista? Chiaro non fa dottrina tale riconoscimento ne tabto meno è dogma quindi può essere che si sia sbagliato il Papa però lo Spirito Santo è sulla Chiesa, ci crediamo o no?

Caterina63 ha detto...

...ma perchè è importante specificare tante cose?

Perchè è un dovere...san Paolo appunto dice di insistere sia nei momenti opportuni quanto inopportuni, la conoscenza della sana Dottrina è troppo importante per essere offuscata dalle opinioni personali....in tal senso il cattolico deve morire a se stesso affinchè Cristo possa operare e la Chiesa possa evangelizzare....

Scrive così Giovanni Paolo II nella Ad Tuendam Fidei...(DIFENDERE LA FEDE)

Can. 1436 - § 1. Colui che nega una verità da credere per fede divina e cattolica o la mette in dubbio oppure ripudia totalmente la fede cristiana e legittimamente ammonito non si ravvede, sia punito come eretico o come apostata con la scomunica maggiore; il chierico può essere punito inoltre con altre pene, non esclusa la deposizione.

*************

parole che suonano pesanti e dure se non venissero presentate nella giusta luce di quell'innamorarsi della Chiesa attraverso L'UOMO AL QUALE PORTARE LA VERITA'....
Se l'Amore PER L'UOMO non viene messo davanti a questa verità allora l'articolo di una legge apparirà come uno ostacolo, dipende dunque da come presentiamo queste Leggi, tuttavia esse ci sono e parlano duramente per evitare ogni ambiguità di perdonismi illusori....

a che prò fare un Documento con un titolo così importante: DIFENDERE LA FEDE, se essa appunto non fosse messa in pericolo?
e da chi? non certo dai pagani o dai non cattolici^___^
la FEDE DELLA CHIESA è spesso minacciata proprio dal suo interno..e questo avviene quando NON si obbediscono alle sue Leggi...
Ario era un prete, non era mica cattivo...idem Lutero, monaco, era forse cattivo?
Donato era un vescovo....e fonda i donatisti...si scontrò molto con sant'Agostino, vi suggerisco la lettura di quella corrispondenza^___^

Le persecuzioni e la morte vengono da fuori a colpire la Chiesa, ma il tentativo di snaturalizzare la Chiesa VIENE DA DENTRO (cfr sant'Agostino e san Cipriano)

^___^

Caterina63 ha detto...

Cattolico NC ha detto...

Se il Signore piace chiamare una persona al Cammino e viene qui e si scandalizza potrebbe perdere la fede o no? Risponda con onesta. Si o no?

******************

Non posso risponderle con un si o un no perchè qui è stato postato moltissimo materiale DELLA CHIESA, fin anche il Direttorio catechetico della Chiesa il quale sembra essere stato completamente ignorato^___^ ergo devo supporre che leggendo i testi della Chiesa un NC potrebbe perdere la propria fede? ecco che non posso risponderle...

Io ho letto alessandra quando ha detto che Gesù non soffre....e la sua strana dottrina sul perdono e la riconciliazione, mi sono scandalizzata, ho perso forse la fede per questo? ^___^
no, anzi la ringrazio perchè mi ha fatto fare subito alcune ricerche per evitare di darle risposte sbagliate....
Comprende cosa intendo per dialogo?

crediamo in Cristo(=Chiesa) con tutta la DOCUMENTAZIONE che questo comporta o amiamo UNA IMMAGINE DI CRISTO a seconda dello spirito che abbiamo?

^___^

Lei mi invita a ricordarmi che il CN è composto da singoli, benissimo, io le rammento che la Chiesa è composta dalle MEMBRA....può un piede andare dove gli piacerebbe senza parlare con l'atro piede? ^___^
Può una mano PRETENDERE di essere un piede? ^___^

Se io leggo una dottrina che suona contraria alla Fede che mi è stata TRASMESSA ho il dovere di farlo notare e spiegare, se lo so, come stanno le cose?^___^

e si tranquillizzi, certi scandali non li danno solo il CN ^__^

Fratermente caterinaLD

Caterina63 ha detto...

Caterina63 ha detto...


crediamo in Cristo(=Chiesa) con tutta la DOCUMENTAZIONE che questo comporta o amiamo UNA IMMAGINE DI CRISTO a seconda dello spirito che abbiamo?

**************

P.S.
per spirito non intendo lo SPIRITO SANTO....Egli non può contraddire quanto insegna la Chiesa dal momento che è l'Autore di tante spiegazioni MAGISTERIALI^___^
spirito dunque certamente anche buono, ma non quello vero....

Cattolico NC ha detto...

Lei non ha risposto.
Può perdere la fede si o no un Neocatecumeno fragile? Si o no? Non metta altri documenti risponda e basta. Si o no?


Se lei mi chiede può un Neocatecumeno perdere la fede per un catechista stronzo? Le rispondo di si.

Dai non è difficile. Risponda.

Cattolico NC ha detto...

Non c'è contraddizione si fidi del Papa....

Caterina63 ha detto...

Cattolico NC ha detto...


San Paolo dice che lui ha fatto una buona battaglia, è arrivato alla fine e ha conservato la fede. A chi si riferisce? A lui cioè a san Paolo vero? Cioè al singolo Paolo di Tarso con la sua storia. Se all'inizio fosse stato scandalizzato pensa che sarebbe arrivato a tale santità? Alla sua singola santità.

******************

risponde lo stesso san Paolo nella Lettera ai Galati^___^
egli per esempio racconta che evangelizzò per due anni senza incontrarsi con gli apostoli perchè lui venne istruito direttamente da Gesù....ma sono eccezioni, infatti PER NON DARE DI SCANDALO cosa fa? VA DA CEFA (qui non lo chiama neppure Pietro) PER CHIEDERE LA CONFERMA...

Se volessimo fare i pignoli voi per 40 anni NON siete andati da Cefa E NON AVETE ATTESO ALCUNA COFERMA....al contrario avete agito come una chiesa parallela SFRUTTANDO I SINGOLI appunto ed insegnando ad essi un catechismo che non è ancora reso pubblico...
^___^

Non avete agito come Paolo...ma grazie a Dio Cefa, Pietro, vi è venuto incontro....e l'ultima volta che il Papa ha parlato di voi è stato rispondendo ad un parroco romano sulla vostra situazione ed ha detto che "c'è ancora tanto da fare" ^___^

Ora, se qui o altrove avete l'opportunità di conoscere meglio ciò che fino ad oggi non conoscevate dove sta il problema?
^___^

Cattolico NC ha detto...

Potere scandalizzare si o no?

Caterina63 ha detto...

Cattolico NC ha detto...
Lei non ha risposto.
Può perdere la fede si o no un Neocatecumeno fragile? Si o no? Non metta altri documenti risponda e basta. Si o no?


Se lei mi chiede può un Neocatecumeno perdere la fede per un catechista stronzo? Le rispondo di si.

Dai non è difficile. Risponda.

*****************

io ho risposto, non faccia il chiodo con me, sono allenata con i protestanti^___^

se per lei un NC può perdere la fede perchè legge i TESTI DEL MAGISTERO, si risponda da solo...
altrimenti ponga la domanda in modo differente
^___^

Cattolico NC ha detto...

Io ho già risposto. I catechisti possono scandalizzare.
Voi potete scandalizzare si o no?

Caterina63 ha detto...

Cattolico NC ha detto...
Potere scandalizzare si o no?

****************

e che domanda è? manca il soggetto e quel "potere" è sgrammaticato, rende incomprensibile la domanda...

Caterina63 ha detto...

Cattolico NC ha detto...
Io ho già risposto. I catechisti possono scandalizzare.
Voi potete scandalizzare si o no?

****************

SE NON SI USA IL MAGISTERO, SI questo rischio c'è....

^__^

Caterina63 ha detto...

Cattolico NC ha detto...
Io ho già risposto.

***************

No non ha risposto a questa domanda:
Ora, se qui o altrove avete l'opportunità di conoscere meglio ciò che fino ad oggi non conoscevate dove sta il problema?
^___^

alessandra ha detto...

Le persecuzioni e la morte vengono da fuori a colpire la Chiesa, ma il tentativo di snaturalizzare la Chiesa VIENE DA DENTRO (cfr sant'Agostino e san Cipriano)


non credo proprio , anzi le dirò di più parlando con Il Mons parroco della mia parrocchia gli ho parlato di voi abbiamo insieme letto i vostri interventi ,e io gli chiedevo come è possibile loro si professano cristiani, perche tutto questo? e lui mi ha detto un frase in latino che significava che le persecuzioni più grandi vemgono da quelli che stanno nella stessa casa,dai fratelli,quindi non da fuori cm lei afferma,ciò che vuoi fate sentendovi nel giusto è persecuzione ,a fin di bene pensate voi

Caterina63 ha detto...

alessandra ha detto...
Le persecuzioni e la morte vengono da fuori a colpire la Chiesa, ma il tentativo di snaturalizzare la Chiesa VIENE DA DENTRO (cfr sant'Agostino e san Cipriano)


non credo proprio , anzi le dirò di più parlando con Il Mons parroco della mia parrocchia gli ho parlato di voi abbiamo insieme letto i vostri interventi ,e io gli chiedevo come è possibile loro si professano cristiani, perche tutto questo? e lui mi ha detto un frase in latino che significava che le persecuzioni più grandi vemgono da quelli che stanno nella stessa casa,dai fratelli,quindi non da fuori cm lei afferma,ciò che vuoi fate sentendovi nel giusto è persecuzione ,a fin di bene pensate voi

**********************

diffido di un parroco che definisce UN ATTACCO a dei fratelli la consegna del Magistero della Chiesa cattolica SULLE QUESTIONI DOTTRINALI....di al tuo parroco di mettersi in contatto con me: lupa_capitolina@yahoo.it

sono curiosa di sapere se è d'accordo sulla tua catechesi sul perdono e sulla NON sofferenza del Cristo....
^___^

quella citazione non è mia....dunque il tuo parroco non conrda con sant'Agostino e san Cipriano?^___^

anche Lutero si definì un perseguitato dalla Chiesa e dal papa....le basta?

mic ha detto...

Se il Signore piace chiamare una persona al Cammino e viene qui e si scandalizza potrebbe perdere la fede o no? Risponda con onesta. Si o no?

di quale fede sta parlando?

l'unico rischio che potrebbe correre una persona che ascolta quello che diciamo, forse è perdere la fede nel Cammino, ma scoprire la vera Fede in Cristo

Le ricordo il Credo:
1. credo NEL Padre
2. credo NEL Figlio
3. credo NELLO Spirito Santo
3. credo La CHIESA (non NELLA Chiesa...)

e così la "fede nel Cammino" è idolatria, non è vera fede.
Se è quella che uno perde, ed è questa la vostra preoccupazione perché - anche se lo negate - assolutizzate il Cammino, considerandolo l'elite dei SALVATI! Quelli che ricevono la "natura Divina"(!?): questo insegna Kiko! da quello che "fanno" nel cammino non da quello che "accolgono" dal Signore...

La Chiesa ci annuncia e noi accogliamo e viviamo che Gesù è Vero Dio e Vero Uomo perché Dio, ama tanto l'uomo che ha mandato il Suo Figlio a INCARNARSI nel corpo di una donna, non perché vedessero credessero e si convertissero (come affermato qualche pagina fa da Alessandra) ma per "prendere su di sé" (Agnus Dei qui "tollit" =prendere su di sé, non togliere) tutto il peccato del mondo, lavarlo nel Suo Sangue Prezioso sulla Croce e in questo modo Redimere l'uomo, attraverso la sua Morte e la sua Risurrezione... e poi ricondurlo nel seno del Padre, attraverso la sua Ascensione...

E così "a tutti quello che lo accolgono... ha dato il potere di diventare figli di Dio", ma non di "avere la natura divina" come dice Kiko (è panteismo, nella migliore delle ipotesi, altrimenti è superbia) ma di "partecipare alla natura divina", la Theosis e sì divinizzazione, ma per partecipazione, e la nostra natura non cambia ma è natura umana divinizzata, intessuta di Vita eterna... ed è un'adozione a figli nel Figlio, non i "Figli di Dio che ricevono la sua stessa natura" come insegna Kiko riferendosi solo ha chi ha lo Spirito Santo, a chi ama il nemico, cioè i neocatecumenali!

E se hai lo Spirito Santo questo chi può dirtelo?

Il tuo cuore che esplode di gioia per aver accolto il perdono e la salvezza e riuscire a sua volta a donarli, nel Signore, e riesce a rispondere al Padre con una vita orientata a Lui e che in questo acquista il suo senso

o te lo deve dire il catechista, il solo depositario delle chiavi del tuo cuore della tua anima e della tua mente?

Ammesso che la Fede sia solo una questione di sentimento e di emozioni o non sia invece un dono Soprannaturale, accolto e alimentato anche al di là del sentimento, e non ci rimandi anche ad un "oltre"...

katartiko ha detto...

per 2 rime affettuose che ho scritto mi hanno detto di tutto.
Vi siete rivelati per quello che realmente siete: dei poveri esseri vaganti nella rete dal cervello pari a quello delle galline.
Mi sono stufato dei vostri piagnistei infantili e delle vostre inutili arrampicate sugli specchi.
Mic continui a deprimersi, stefanio a rodersi il fegato, caterina a bruciare le polpette e le nuove pie donne barbute e beghine a fare le saputelle.....
Io continuerò a disturbarvi affettuosamente.

Emma ha detto...

Dove è lo scandalo,cattolico nc?
Non sarebbe uno scandalo se una persona resta nel cammino pur sentendo nel suo intimo che qualcosa non va, che i metodi del cammino non sono fatti per lei, che l`insegnamento del Cn non combacia con quello della Chiesa, che si sta isolando e subendo il peso delle continue invasioni del suo foro interiore ?
Pretendete che una persona che entra nel cammino diventi come le tre scimmie che non vedono, non ascoltano non parlano...se non ciò che è vero per il Cn?

Come potrebbe essere di scandalo per un nc l`insegnamento della Chiesa cattolica?

Se un nc è scandalizzato leggendo o ascoltando il Magistero petrino o la dottrina della fede cattolica, leggendo testi dei Padri della Chiesa, i documenti della Chiesa, la Tradizione, che spesso Caterina o altri riportano qui, vuol dire che c`è un grosso problema, vuol dire che ciò che si insegna nel Cn NON è la dottrina della fede cattolica.

Caterina63 ha detto...

Cattolico NC ha detto...
e con il mandato di chi? Voi non avete nessun mandato

************

ho già risposto a questa, ma preferisco completare le arisposta con le parole di Giovanni Paolo II
^___^


Come vi ho detto durante la mia ultima visita pastorale negli Stati Uniti, una corretta ecclesiologia deve sforzarsi di evitare di "laicizzare" il sacerdozio ordinato o di "clericalizzare" la vocazione laicale (cfr. Discorso ai fedeli laici, 18 settembre 1987, n. 5). I laici devono essere consapevoli della propria posizione all’interno della Chiesa, che non è quella di semplici destinatari della dottrina e della grazia dei sacramenti, ma di attivi e responsabili operatori della missione della Chiesa nell’evangelizzare e nel santificare il mondo.

È compito in particolare dei fedeli laici portare la verità del Vangelo per influire sulle realtà della vita sociale, economica, politica e culturale. Essi hanno lo specifico compito della santificazione del mondo dall’interno impegnandosi nell’attività secolare (cfr. Lumen gentium, n. 31; Christifideles laici, n. 15).

Il loro compito è di ordinare la società alla pienezza che dimora in Cristo (cfr. Col. 1, 19), sempre in comunione di fede e disciplinare con i Vescovi che "presiedono in luogo di Dio al gregge [...] quali maestri di dottrina, sacerdoti del sacro culto, ministri del governo" (Lumen gentium, n. 20).

Giovanni Paolo II, Discorso ai Vescovi statunitensi di Baltimore, Washington, Atlanta e Miami in visita ad limina Apostolorum, del 2-7-1993, L’Osservatore Romano, 4-7-1993.

katartiko ha detto...

meglio buttarla via nell'immondizia
che far figure di quaquaraqua...

Kartiko, o come si chiama, non riflette altro che l'aggressione verbale in uso da chi viene mal intruppato in certe sette...

per me sono squallore gli ultimi post di Katartiko senza senso...

inoltre la pseudiprof (a)sofia cita Leopardi e applica alcuni versi su di me.
Se le applici alla sua povera vita.
In effetti San P Pio mandava senza assoluzione, e ricordo bene che una di queste penitenti respinte si chiamava Sofia.

katartiko ha detto...

IO NON LEGGO CATERINA perchè mi stanca e perchè non ho BISOGNO di leggere i suoi documenti in quanto HO la SANTA CHIESA che mi ASSICURA.
Invece voi non vi sentite assicurati dalla Chiesa e state quì a masturbarvi il cervello.

Caterina63 ha detto...

katartiko ha detto...

Invece voi non vi sentite assicurati dalla Chiesa e state quì a masturbarvi il cervello.

*************

vedo però che si qui per GODERE!!!
^___^

katartiko ha detto...

se ci fate godere voi non è colpa mia, pizzottella catarì.

elisa ha detto...

Per cattolico nc.
Non capisco perchè qualcuno dovrebbe venire qui e scandalizzarsi.
Scandalizzarsi di cosa?
Delle aggressione verbali di katartiko o della lettura del magistero e delle parole dei santi?
Dalla barbuta beghina con il cervello che vaga nella rete pari a quello di una gallina. Ma che ti dice il tuo catechista o confessore?

Emma ha detto...

Katartiko posso chiederle in qual modo la Santa Chiesa la assicura?

Se non legge i testi che non sono di Caterina ma della stessa Santa Chiesa che lei dice la assicura, quali altri testi legge?

elisa ha detto...

katartiko ragazzo mio, ma quello che posta Caterina e che tu non vuoi leggere sono documenti del Magistero della Chiesa!
Documenti della Chiesa. Non vuoi leggere i documenti della Chiesa? Non accetti i documenti della Chiesa?
Quali documenti accetti?
Mandaceli, vediamoli un pò.

Paolo ha detto...

Buon Giorno Mic., un saluto a tutti, Stefano, Caterina.. Vi voglio raccontare cosa ho combinato in queste 2 settimane.. essendo un uomo libero, nel contempo un Cristiano di serie "B" mi sono preso la briga di partecipare al Eucarestia nc del sabato sera.. ..in breve, in una Parrocchia ci si è alzati e seduti, (addirittura anche 2 o 3 volte per colpa del ripasso) in un altra non si è modificato nulla, quando nella prima parrocchia ho fatto notare che gli statuti prevedono il restare in piedi, il catechista responsabile mi ha risposto " mi hanno detto di fare così" nella seconda parrocchia dove nessuno ha cambiato niente, ho fatto notare la stessa cosa, mi hanno risposto.. "fino alla convivenza di inizio corso non cambia niente, poi li ci diranno cosa fare".. ho chiesto ad alcuni conoscenti, solo in 2 Chiese dove ci sono parroci con gli attributi, si sono rispettati gli statuti.. vi preciso che nella mia città sono 7 le Parrocchie dove il sabato sera celebra il cn.. quindi immagginate cosa succede?? "Chiesa che vai, rito che trovi" ..Lunedì, ho preso la "Redemptionis Sacramentum" (ringrazio Caterina per questo) e sono andato dal Vicario per denunciare "abusi".. (mi spetta come fedele) sono rimasto sconcertato, si sono spaventati di questa mia iniziativa, anche se mal digeriscono il cn, preferiscono evitare gli scontri diretti... ma ho fatto sapere loro che non mi fermerò.. continuerò a denunciare gli abusi, ed andrò sempre più in alto..

alessandra ha detto...

katartiko domenico modugno diceva siamo rimasti in tre tre somari e tre briganti....oppure sempre lui.... io mammeta e tu...gino paoli questa è più appropriata eravamo quattro amici al bar che volevano cambiare il mondo... penso che si adattino molto bene a questo blog


nn diamogli l'importanza che nn hanno,noi sappiamo che a guidarci è la chiesa e anche caterina che si sente superiore da un monsignore di veterana esperienza è tutta da ridere....

la fede nasce dall'incontro con un Soggetto Cristo. enn dallo Studio ricordatelo menti illuminate

meno male che sto partendo per la spagna nn credo mi mancherete

alessandra ha detto...

mi fermerò.. continuerò a denunciare gli abusi, ed andrò sempre più in alto..

10 luglio, 2008 17:12

si grappa bocchino sigillo nero...

gherardo ha detto...

Alessandra said:
"nn diamogli l'importanza che nn hanno...etc"

E' tanto che aspettiamo che mettiate
in pratica quanto dite, ma ogni volta poi risiete qua
a martellare di propaganda
o di sarcasmo che non fa ridere.

Perche'?
Siete approvati. Andate in pace.

Paolo ha detto...

e dove vai in vacanza?? Palomeras Altas forse??

Emma ha detto...

Non è la prima volta che Alessandra deride chi studia i testi fondamentali della nostra Chiesa, ma lei come catechista che cosa legge?
Che cosa trasmette ?
Lei deve studiare immagino ma gli altri devono restare nell`ignoranza, o piuttosto solo ascoltare e integrare il vostro insegnamento?
Non si studia nel Cn? Non si legge ?
Che rischio c`è a leggere i testi fondanti della nostra fede?
Temete che i fratelli e sorelle del cammino si e VI pongano delle domande?
Dovreste essere felici che i nc si interressino, abbiano voglia di attingere alla dottrina della Chiesa, e non solo ai testi che vi servono di riferimento.
Felici di accompagnarli in questa scoperta e studio.

Cattolico NC ha detto...

Ma allora facciamo come i protestanti.
Loro usano la Bibbia e non pensano di scandalizzare e a dividere il popolo di Dio.
Qui si usa il Magistero credendo che noi Neocatecumeni siamo protestanti.
Ho capito che voi usate il Magistero come una spada senza fede verso la Chiesa.

Ripropogo la domanda:
Voi, che sapete il Magistero a memoria tipo i protestanti la Bibbia, potete scandalizzare?

Se la risposta è no -come mi pare abbiate risposto- allora mi spiace ma tutti possiamo scandalizzare occorre discernimento soprattutto su Internet.

Chi entra in Cammino ha ferite profonde che il Signore guarisce piano piano.
Voi riaprite le ferite che il Signore sta chiudendo con uno strumento il Cammino: di persone piccole che magari conoscono la Chiesa solo per il Cammino.
Anche se usate il Magistero siete di scandalo, lo usate come clava, senza Misericordia, citando pensando siamo eretici.

Gesù mio è incredibile: la Chiesa per voi ha imbarcato eretici. Cristo allora si è dimenticato della Chiesa e allora dov'è la promessa "Ecco io sono con voi fino alla fine del mondo"? Oh già Cristo si è addormentato un mese fa quindi vale per tutti tranne per i Neocatecumeni.
Dov'è la promessa che le fiamme dell'inferno non prevarranno sulla Chiesa? Oh anche qui Cristo dormiva un mese fa e vale per tutta la Chiesa tranne per i Neocatecumeni.
Dov'è la colonna della verità? Ops anche qui Cristo dormiva un mese fa e vale per tutta la Chiesa tranne per i Neocatecumeni.
Se la pensate così date ragione ai protestanti che ogni tanto lo Spirito Santo si assenta dalla Chiesa. Loro fanno nascere altre chiese voi invece escludete un carisma. Siete dei grandi e poi dite Lutero e ci paragonate a lui.

Volete fare usa cosa bella? Trattate altri argomenti sembrate che abbiate la fissa con il Cammino.
Di notte sognate Kiko, Carmen e padre Mario?
Riuscite in un giorno a non pensare al Cammino?
Quando scuoce la pasta è colpa di Kiko?

Un po' di umiltà non guasterebbe. Sarebbe bastato che diceste
si potremmo scandalizzare anche noi, usiamo prudenza.
Ma noooo prudenza?
La fede nella Chiesa? Cos'è? Si mangia?
Kiko = Lutero.
Neocatecumeni = eretici.
Chiesa = cattolici tranne i neocatecumeni.


P.S. Alessandra contattami tramite mail per favore:
cattolicinc@gmail.com

alessandra ha detto...

gherardo in una coro unanime la campana stonata è segno di riconoscimento......e peculiarità dello stesso....in gregge di pecore bianche noi siamo le pecore nere...e poi tutto sommato parlare cn voi sapientoni e sapientini e' divertente mi sembra di essere approdata nel mondo clem toys

Paolo ha detto...

Emma.. ancora non puo ripetere la "lezione".. la convivenza di inizio corso "il carro di fuoco" non è ancora partito.. quando andrà ad ascoltare, con il suo bel registratore, la convivenza dove "si prende olio".. solo allora potrà ripetere a pappardella.. tutto quello che gli hanno detto di dire..

alessandra ha detto...

dove vai in vacanza?? Palomeras Altas forse??


no alla cattedrale dell'almudena

alessandra ha detto...

Emma ha detto...
Non è la prima volta che Alessandra deride chi studia i testi fondamentali della nostra Chiesa, ma


Cosa trasmetto che Dio ci ama e ci ama anche quando siamo malvagi e peccatori per questo ha mandato suo Figlio Unigenito il Cristo perchè sulla croce si addossasse le nostre iniquità,ma Lui ha avuto ilk potere di sconfiggere la morte di Risorgere per l'interà umanità,ci ha donato il Suo Santo Spirito perchè ricevessimo la paternità che ci compete quella Celeste ecco cosa dico a chi mi ascolta emma, le sia chiaro che quello che dico è perchè Io per prima l'ho sperimentato sulla mia pelle senza leggere poi il CCC e gli altri documenti nn li so a memoria ,ma li uso quando ho necessità per fare catechesi per preparare celebrazioni e temi da trattare

nikname ha detto...

Se fate un giro trovate di tutto.

Riporto da un forum
e mi auguro sia solo in quel luogo

---------------------------------
I Gesuiti e il Rito catto protestante (per loro "messa") ..


Sabato sera, "Messa" della comunità gesuita di una città italiana.. (non dirò nè nomi, nè luoghi, nè nulla a voi: lo farò presente al Vescovo, però).

Non è uno scherzo. Purtroppo è tutto penosamente vero.

Due celebranti. Il Celebrante principale si presenta con lenzuolo bianco a mo' di costume di carnevale da fantasma, con buco ritagliato per la testa, e foulard multicolore stile bandiera della pace. Il concelebrante in maglietta e pantaloni direttamente.

La gente è seduta in cerchio e chiaramente non si alza per l'inizio della "Messa". Il celebrante principale inizia: "Sorelle e Fratelli buonasera, benvenuti alla Messa!".... risposta: "Buonasera, buonasera..."

Intermezzo: ci sono state almeno 8 prediche in ogni momento della celebrazione.

Al Gloria, tutti rimangono seduti, compreso il concelebrante (età: 40 anni circa...).

Per il Credo qualcuno del "pubblico" osa alzarsi e allora pian piano - verso la fine della professione di fede - quasi tutti si sono alzati.

Preghiera dei fedeli: neanche a dirlo, ognuno si è sentito in diritto di dire tutte le cazxxx che gli passavano per la testa, da quelle più base (pace, amore, europa, donna), a tragici tentativi da parte del sacerdote di riiniziare l'ennesima omelia e farla passare come preghiera dei fedeli.

Benedizione del pane e del vino: il calice è diventato un bicchiere di vetro (di quelli che si usano a casa), chiaramente accompagnato da un piattino da tazzina di caffè, forse in ceramica.... forse.

Consacrazione: nessuno osa mettersi in ginocchio.

Segno della Pace: potete immaginare... tutti vanno in giro a baciarsi e ad abbracciarsi. Saluti, urla, compresi chiaramente i celebranti, i più attivi nel fare il giro di tutti. Da notare la totale incuranza per il fatto che sull'"Altare" ci sia Nostro Signore. Niente! Tutti passano di fronte come se stessero girando nella via dei negozi.

Comunione: obbligatoriamente in due specie, senza nessun tipo di piattino per evitare la caduta di alcunchè, che chiaramente si verifica: nella totale incuranza, è ovvio.

Fine del rito del culto catto-protestante: ennesima omelia, saluti e baci, alle "sorelle e ai fratelli",e benedizione di sfuggita.


Questo è il livello della Compagnia di Gesù, ora.

A Sant'Ignazio la preghiera di fare qualcosa. Al più presto

Emma ha detto...

"Chi entra in Cammino ha ferite profonde che il Signore guarisce piano piano.
Voi riaprite le ferite che il Signore sta chiudendo con uno strumento il Cammino: di persone piccole che magari conoscono la Chiesa solo per il Cammino.
Anche se usate il Magistero siete di scandalo, lo usate come clava, senza Misericordia, citando pensando siamo eretici. "

Ho dovuto leggere e rileggere questa frase per convincermi che leggevo quello che stavo leggendo!

Se il cammino insegna il Magistero e i fondamenti della dottrina cattolica perchè quello che sta scritto su questo blog potrebbe scandalizzare un cattolico ?
Qui si fa riferimento esclusivamente alla sana dottrina, dunque dove è il problema?
Da quando in qua l`insegnamento della Chiesa potrebbe ferire ?
Ciò che si insegna nel Cn è diverso?
Finirò con il crederlo!
Mi sembra aver capito che il Cn è stato riconosciuto come uno strumento di formazione cristiana, questa formazione si basa su quali testi?
Testi che potrebbero scandalizzare i piccoli?

Signor Veneranda ha detto...

Qui si usa il Magistero credendo che noi Neocatecumeni siamo protestanti.
----------------------------------
Magari!In tutta questa confusione non ho ancora capito se siamo semplicemente giudeo-lutero-gnostici o piuttosto cataro-montanisti-abusanti o addirittura
cazari-quietisti-danzanti!
Da parte mia mi definerei un
metaneotomista-neocatecumeno-con molti nei.

Cattolico NC ha detto...

Ma è così difficile da capire che il Magistero non scandalizza?

Scandalizzate voi con la vostra prassi ossessiva.

Siete ossessionati da noi.

Questo mi scandsalizza:

Scandalizza che non credete nella Chiesa pur citando il Magistero.

Scandalizza che non credete che Gesù Cristo e allo Spirito Santo che è sulla Chiesa.

Scandalizza che pensate di essere migliori di noi creando un 'noi' e un 'voi', quindi divisione.

Scandalizza che per la Messa in Latino ok, W Benedetto XVI, e per il Cammino, è stato costretto, con un coltello in gola.

Scandalizza che siete ossessionati da noi.

Scandalizza che pensate siamo eretici da correggere.

Scandalizza questo sito che parla male solo di noi.


In parole povere. Mi scandalizzate voi e non il Magistero. Voi, voi e voi SCANDALIZZATE CHI VI VISITA.

sofia ha detto...

voi, voi, voi...
Scandalizza che pensate di essere migliori di noi creando un 'noi' e un 'voi', quindi divisione.
--------------

Il rovesciamento della verità
da parte di chi fa "cammini"
per le anime nel buio e nel segreto,
dove è possibile ogni violazione delle coscienze e della Verità Rivelata,
è qualcosa di spaventoso!

E qui ci viene mostrata
la faccia "perbene"
farisaica

del GIANO BIFRONTE
che è il CNC!

Caterina63 ha detto...

alessandra ha detto...


la fede nasce dall'incontro con un Soggetto Cristo.

**********

DIO E' UN SOGGETTO????????????????????????????????????????????????????????

o Gesù!!!!!!!!!!

SI DICE PERSONA, PERSONA, PERSONA......dire soggetto è diverso si attribuisce alla CREATURA UMANA....

almeno l'ABC della dottrina sulla Trinità, vi prego, almeno l'abc....

Caterina63 ha detto...

Cattolico NC ha detto...


Scandalizzate voi con la vostra prassi ossessiva.

Siete ossessionati da noi.

Questo mi scandsalizza:

*************

^___^
veramente dovrebbe essere il contrario....una catechista del CN ha appena affermato ....CHE DIO E' UN SOGGETTO...^___^

non siete ossessionati, vivete in un altro pianeta....è ovvio che leggendoci non ci capite nulla
^___^
è evidente che non parliamo la stessa lingua e qui attenzione NON ci coinvolgo tutto il CN......
diciamo solo che le persone che frequentano questo spazio e che si presentano come NC non conoscono il linguaggio DELLA CHIESA che è quello riportato dai tanti Documenti che non digerite affatto...

Ti prego, correggi la tua catechista NC che ha appena definito Dio un SOGGETTO, sic!!!

Caterina63 ha detto...

P.S.
diverso attribuire il termine di soggetto a Cristo quando lo inseriamo nel contesto di una Preghiera dove appunto diciamo: il soggetto della FRASE è al Cristo, tanto per fare un esempio....
o quando diciamo: l'oggetto del nostro incontro è il Cristo....
in questo caso non viene tolto il termine PERSONA...ma dire il mio incontro con "UN SOGGETTO CRISTO"....è veramente grave......

Signor Veneranda ha detto...

Il Signor Veneranda fermò una signora neocatecumenale per la strada.
"Scusi" disse il signor Veneranda alla signora" io sono tornato da poco da Econe".
"Bene" disse la signora " io la ringrazio dell'informazione, ma a me cosa importa?"
"Non le importa proprio niente ?" chiese il signor Veneranda mostrandosi stupito.
" Assolutamente niente" replicò la signora.
"E adesso" disse il signor Veneranda pestando un piede alla signora" continua a non importarle niente il fatto che io sono tornato da Econe?"
"Accidenti!" urlò la neocat spiccando un balzo "ma che maniera è questa? Ma lei come si permette?"
"Vede?" disse il signor Veneranda senza perdere la calma. " Se non fossi tornato da Econe, non avrei potuto pestarle un piede. Le pare? Le pare che io, stando ad Econe, avrei potuto pestare un piede a lei che sta a Milano?"
"Lei è un villano screanzato!" gridò la signora neocatecumena indispettita.
"Quello che vuole lei" disse il signor Veneranda " ma da Econe non potrei schiacciarle un piede nemmeno se fossi mille volte più villano di quello che sono. Neanche il campione del mondo di villani che sta ad Econe può pestare un piede a una signora che sta a Milano."
"Io non..." balbettò la signora, confusa e mortificata.
"Lei non, lei non..." disse il signor Veneranda" lei insista pure a dire che io sono arrivato da Econe, e intanto il piede le fa male. Lei è testarda, ecco che cosa è".
"Insomma la smetta" urlò la signora neocatecumena indispettita.
"Vabene" disse il signor Veneranda" però ora sono più contento. Leggo nei suoi occhi che le importa qualche cosa del mio ritorno".
E il signor Veneranda buttò un bacio sulle punte delle dita, poi si allontanò voltandosi ogni tanto.

sofia ha detto...

@ cattolico nc
-----------

Chiunque infatti fa il male, odia la luce e non viene alla luce perché non siano svelate le sue opere.
Invece chi obbedisce alla verità viene verso la luce, perchè la luce faccia vedeere a tutti che le sue opere sono compiute con l'aiuto di Dio.

(Gv 3, 20-21)

Emma ha detto...

Ecco così le cose sono più chiare, cattolico nc, a proposito ci sono diverse categorie di cattolici? Non lo sapevo! Cattolico non le basta?
Dunque è lei che è scandalizzato da questo blog.
Io non conosco la storia di questo blog, ma immagino che non è nato così solo per la voglia di scandalizzare i nc, o fare del male al cammino.
Anzi ne sono sicura.
Immagino che ad un certo punto alcuni hanno sentito il bisogno e forse anche il dovere di informare, partendo da testimonianze e, se ho ben capito, anche e sopratutto da esperienze vissute.
Invece di scandalizzarvi potreste porvi le dovute domande.
Io qui leggo testimonianze di persone che hanno conosciuto il Cn e ne sono usciti ma non solo, leggo contributi di persone che hanno a cuore il rispetto della dottrina cattolica, della Santa Liturgia, leggo l`impegno POSITIVO e sincero di Caterina che ci trasmette le sue conoscenze e le ne sono riconoscente,.
Tutto questo è contro il cammino?
Senza dubbio no
È per la Chiesa, per tutti , nc e no!

Gert ha detto...

Di Katartico e Alessandra,
Paperoga e Veneranda
è lo stile bello assai:
approvati sono ormai....

...ma se loro vuoi capire
non ti resta che dormire
e sognar d'esser perfetto
cate...cu..neo da fumetto

alessandra ha detto...

la fede nasce dall'incontro con un Soggetto Cristo.

**********

DIO E' UN SOGGETTO????????????????????????????????????????????????????????

o Gesù!!!!!!!!!!

SI DICE PERSONA, PERSONA, PERSONA......dire soggetto è diverso si attribuisce alla CREATURA UMANA....

almeno l'ABC della dottrina sulla Trinità, vi prego, almeno l'abc....

10 luglio, 2008 18:55


allora lei ha me ha stufato pesantemente cn questa presunzione del cavolo il mio vescovo nu una catechesi sull'anno paolino ha detto che Cristo è il soggetto di un incontro e questo io intendevo sono stata chiara!

alessandra ha detto...

la fede nasce dall'incontro con un Soggetto Cristo.

**********

DIO E' UN SOGGETTO????????????????????????????????????????????????????????

o Gesù!!!!!!!!!!

SI DICE PERSONA, PERSONA, PERSONA......dire soggetto è diverso si attribuisce alla CREATURA UMANA....

almeno l'ABC della dottrina sulla Trinità, vi prego, almeno l'abc....

10 luglio, 2008 18:55


allora lei ha me ha stufato pesantemente cn questa presunzione del cavolo il mio vescovo nu una catechesi sull'anno paolino ha detto che Cristo è il soggetto di un incontro e questo io intendevo sono stata chiara!

Caterina63 ha detto...

Signor Veneranda ha detto...

"Vabene" disse il signor Veneranda" però ora sono più contento. Leggo nei suoi occhi che le importa qualche cosa del mio ritorno".

************

confesso che non ho compreso la storiella, però il finale mi piace....^___^

sofia ha detto...

@ cattolico nc
-----------

E' naturale che il sig. qui sopra si chiami così,

perchè, visto che questo metodo
di catechesi vale quanto gli altri
senza attenzione ai contenuti...

noi siamo cattolici,
i NC sono
"diversamente cattolici"
all'insegna del relativismo
trionfante!

Tanto, se oggi in un dibattito
un diacono ha detto:
"Chi dice che la religione cristiana sia quella vera?"

Viva la dittatura del relativismo,
con l'illustre leader Kiko
che ci apre un'era nuova
di libertà!

sofia ha detto...

il mio vescovo nu una catechesi sull'anno paolino ha detto che Cristo è il soggetto di un incontro...
-----------

Be', se lo dice il vescovo...

viva il relativismo del vescovo!

(Gesù, un soggetto di conferenze, un soggetto tra tanti possibili...)

Caterina63 ha detto...

mi era partito il colpo senza concludere, riposto

Caterina63 ha detto...
alessandra ha detto...



allora lei ha me ha stufato pesantemente cn questa presunzione del cavolo il mio vescovo nu una catechesi sull'anno paolino ha detto che Cristo è il soggetto di un incontro e questo io intendevo sono stata chiara!

*****************

non si arrabbi, le è partita un acca di troppo ^___^

se rilegge questo che ha scritto ora:
1) sull'anno paolino ha detto che Cristo è il soggetto di un incontro

e cio che ha scritto prima:
2) la fede nasce dall'incontro con un Soggetto Cristo.

sono due espressioni completamente diverse....la prima è corretta la seconda no....


nel primo caso è come ho spiegato nel P.S. infatti che dire "E' IL CRISTO IL SOGGETTO" è corretto, ma dire CON UN SOGGETTO CRISTO è sbagliato.....

l'incontro che ci cambia la vita è con DIO CON LA SECONDA PERSONA DELLA TRINITA' la quale non è "UN SOGGETTO" ED E' INCONTRO CON LA PERSONA CRISTO"....

nell'Anno Paolino Cristo (Seconda Persona della Trinità) SARA' IL SOGGETTO DEL MIO INCONTRO....bene, è corretto....

la mia fede nasce da UN SOGGETTO CRISTO è sbagliato.....perchè il mio incontro è stato con Dio possiamo dire con Cartesio DIO E' IL SOGGETTO, ma la sua frase tradotta sarebbe: LA MIA FEDE NASCE DA UN DIO CRISTO......ma nella sua definizione di SOGGETTO GLI HA ATTRIBUITO UN ESSERE STATO CREATO.....in questo senso la sua frase è sbagliata.....

^___^

alessandra ha detto...

anzi cito la testuali parole Cristo soggetto di un incontro da cui nasce la fede,non oggetto di conoscenza

Mia cara Sofia è per caso un prelato che può mettere in discussione parole di un vescovo

Cattolico NC ha detto...

Ovviamente Gesù Cristo è una Persona ed esattamente la Seconda Persona della Santissima Trinità il Verbo di Dio incarnato e fatto Uomo signora Caterina suppongo Alessandra si sia sbagliata, che facciamo la perdoniamo o la scomunichiamo?

Cattolico mi basta ovvio sono del Cammino e a quanto pare VOI qui pensate sia un eretico solo per essere nel Cammino signora Emma.

La storia di questo blog non la conosco neanche io ma è logico che è anti Cammino.
Vede signora Enna non si chiama ChiesaOggi oppure VivaLaChiesa o in un altro modo:
si chiama neocatecumenali.blogspot.com e ha come frase di benvenuto:
"La Verità sul Cammino eocatecumenale"

L'ho scelto io il nome? Ho scelto io la discalia? Direi di no.

Forse è nato con le migliori intenzioni ma sa cosa dice il vecchio proverbio?
"di buone intenzioni è lastricata la via che conduce all'inferno"

Guardi io non immagino nulla, vedo solo lo schifo che fa questo blog.
Ma trovate una cosa bella del Cammino? Si o no?

Cavolo ogni tanto una parola bella non guasterebbe non le pare? Si o no?

Cavolo una volta, una volta sola, dire "abbiamo impostato male il blog troppo contro" guasterebbe si o no?

Un umiltà da parte vostra sarebbe una cosa bella non vi pare?

Caterina63 ha detto...

alessandra ha detto...
anzi cito la testuali parole Cristo soggetto di un incontro da cui nasce la fede,non oggetto di conoscenza

*************

esatto SOGGETTO DI CHE COSA? DI UN INCONTRO.......la sua frase invece attribuisce alla divinità la soggettività.."incontro con UN SOGGETTO CRISTO"....è diverso eh!
^___^

Caterina63 ha detto...

Cattolico NC ha detto...
Ovviamente Gesù Cristo è una Persona ed esattamente la Seconda Persona della Santissima Trinità il Verbo di Dio incarnato e fatto Uomo signora Caterina suppongo Alessandra si sia sbagliata, che facciamo la perdoniamo o la scomunichiamo?


******************

Perdono sempre che riesce a farmi sorridere......
^___^
ci mancherebbe altro......
non siamo nel confesionale qui!
L'importante è che non ci si offenda e non si faccia del vittimismo se si fa qualche correzione in fondo pensiamo a quanti ci leggono....qualcuno potrebbe anche dire "caspita nessuno si è accorto di quella frase?" altri infatti non se ne accorgono neppure, ma è carità anche questa
^___^

Buona serata

alessandra ha detto...

caro cattolico il mio dire si riferiva alla frase che la fede si ottiene mediante Cristo che è il soggetto di un incontro...ecco la frase incriminata prchè da me messa sotto altra forma ...vedi cm sono bravi nel riprendere nn gli sfuggono neanche le h di troppo gli sfuggono ricevuta mail? anzi scusa irruenza

Caterina63 ha detto...

Cattolico NC ha detto...

Ma trovate una cosa bella del Cammino? Si o no?

**************

certo che si, il mio amico NC che mi si è pure imparentato perchè è stato padrino alla cresima di mio figlio......^___^
ci scanniamo spesso, ma ci vogliamo molto bene....
^___^

Signor Veneranda ha detto...

Se ogni uomo possiede una soggettività a maggior ragione la possiede Dio.

gherardo ha detto...

Cari Alekartiko

se l'approvazione non vi ha convinti
della bonta' del Cammino
non bastera' il fervore martellante
o sardonicamente irridente
su queste pagine a dissipare quella
strana inquietudine...

Cattolico NC ha detto...

Al momento signora Alessandra non ho ricevuto nulla.
Le ridò la mail che forse l'ho scritta male:
cattolicinc@gmail.com

Cattolico NC ha detto...

Sono contento di questa sua amicizia signora Caterina vi prenderete certo a martellate ma credo vi vorrete bene di certo.

alessandra ha detto...

ghery alla vigilia per la mia partenza della spagna noto a tutt'ora che i non convinti siete voi,noi difendiamo il cnc perchè io lo ritengo un valido itinerario di formazione e katartiko avrà suoi motivi

Francesco ha detto...

Qualcuno parlava di uno stile di Messa "gesuitico" molto discutibile.Non mi risulta che i Gesuiti stravolgano per consuetudine il rito della Santa Messa, tutt'al più ci sarà stato qualche volo pindarico di qualche gesuita in stato di ebbrezza.

Lo "stile" neocatecumenale è invece sempre e comunque uguale a se stesso in ogni latitudine, segno di una ben orchestrata dimensione di scardinamento non solo dei principi liturgici cattolici,ma anche del cattolicesimo in senso più generale.

L'approvazione dello statuto di questa "associazione"(tale è la dimensione giuridica accordata al Cammino negli Statuti) non è indice di per sè di una totale approvazione delle sue ritualità e dei suoi messaggi catechetici ancora in corso di attento vaglio presso la Dottrina della Fede.

Emma ha detto...

"Cattolico mi basta ovvio sono del Cammino e a quanto pare VOI qui pensate sia un eretico solo per essere nel Cammino signora Emma. "

Dove ho detto che siete eretici?
Spero che lei prima di essere del cammino sia della e nella Chiesa, nella quale siamo tutti in cammino.

"Guardi io non immagino nulla, vedo solo lo schifo che fa questo blog."

Questione di gusti, tanti suoi fratelli e sorelle partecipando attivamente a questo blog, contribuiscono pure loro allo schifo ?
Una cosa che fa schifo è disgustosa, per lei è disgustoso che persone consacrino tempo a riflettere, interrogarsi, interrogare, informare sul Cn.
Immagino che il segreto che vi ha circondato, il silenzio, l`ignoranza sul cn e i suoi metodi, le tesimonianze di chi ne è uscito, certi testi di Kiko Arguello usciti malgrado il segreto, le immagini delle vostre liturgie, l`iter travagliato della vostra approvazione, le menzogne ampiamente diffuse, hanno motivato gli autori di questo blog.
Sono certa che con il loro impegno hanno risposto ad una attesa, offerto uno spazio a chi sentiva il bisogno e il dovere di testimoniare la propria esperienza all`interno del cammino, e anche contribuito a rispondere alle domande che in tanti si ponevano
Domande che continuano ad essere numerose anche se forse diverse.

Caterina63 ha detto...

Cattolico NC ha detto...
Sono contento di questa sua amicizia signora Caterina vi prenderete certo a martellate ma credo vi vorrete bene di certo.

**************

^___^ non non esageriamo su^___^ a martellate no!!


Gentile sign. Veneranda, se vuole possiamo affrontare l'argomento in un altro spazio parlando magari della dottrina sulla Santissima Trinità...

- Se ogni uomo possiede una soggettività a maggior ragione la possiede Dio.

********

Il soggetto è l'uomo, appunto CREATO, egli è l'oggetto(=soggetto) dell'Amore di Dio non il contrario....^___^
Anche dopo l'Incarnazione l'uomo resta il soggetto per il quale Dio si fa Uomo (generato NON creato!!) per farsi SERVO....
Il concetto dunque del soggetto resta l'uomo....
la frase era chiara: UN SOGGETTO CRISTO che tradotto viene: UN DIO CRISTO!

Si usa il termine soggetto, per esempio per specificare qualcosa:
- un Dio SOGGETTO ai mutamenti....
- l'uomo a immagine di Dio, soggetto a....
- (come riportava alessandra dopo): nell'anno Paolino Cristo E' IL SOGGETTO , di che cosa? DELL'INCONTRO...
- l'unico soggetto del diritto di adorazione è Gesù...
- Dio è il soggetto, di che cosa? DELLA TEOLOGIA....


Sono sicura che avrà compreso dove si annidava il problema di quella frase...
^___^

Cattolico NC ha detto...

Signora Emma io sono cattolico punto e basta. Faccio il cammino punto e basta. La differenza tra noi e voi la volete voi che non accettate la decisione del Papa di accoglierci nella Chiesa. E poi voi obbedite al Papa.

Chiunque dedica il tempo libero come vuole ma di certo non siete gli inquisitori a caccia di eretici, anzi no di Neocatecumeni.

Certo cambierò la mia opinione su questo schifo di sito quando vedrò due o tre articoli positivi sul Cammino.

Poi se sento dire che mentiamo, nascondiamo, camuffiamo la verità per farci approvare dalla Chiesa allora vuol dire che voi avete la divisione nel cuore creando voi artificiosamente noi e voi.

Per fortuna che lo Spirito Santo fa sentire un unica lingua a Pentecoste voi volete creare una nuova babele. Noi contro voi. Chiesa contro Cammino alla faccia dell'unità voluta dal Papa e andare in contro ai movimenti con molto amore.

Se questo è il vostro amore vi prego ditemi che ci odiate che almeno direste la verità.

Vostra-nostra mia-tua bambini che pensano di avere la verità in mano mentre il Papa dice il contrario. Quanti papi in questo blog e tutti infallibili per giunta. Quanta superbia vestita di amore alla Chiesa

Caterina63 ha detto...

Cattolico NC ha detto...


Certo cambierò la mia opinione su questo schifo di sito quando vedrò due o tre articoli positivi sul Cammino.

***********

se per la terza volta a me un blog o un forum o un sito dovesse farmi schifo, me ne andrei senza troppi complimenti ^____^

Francesco ha detto...

Per cattolico nc

No,fratello,non è superbia criticare la superbia di un movimento(o sedicente tale) che è emblema della superbia appuntata su una presunta superiorità del Cammino Neocatecumenale a qualsiasi altra realtà della Chiesa.

Se sei veramente neocatecumenale e se hai onestà mentale( sicuramente ce l'hai) ricorderai di aver sentito mille volte dai tuoi catechisti espressioni del tipo:

- la Chiesa è in mano a sacerdoti che tutto fanno meno che i presbiteri;

-un vero Cammino di fede tu lo trovi qui e non altrove;

-se il Signore ti ha chiamato qui, è perchè ha in serbo per te grandi cose.

E non vado oltre,risparmiandoti le critiche più feroci dei neocatecumenali alla gerarchia.

Non ti dico di ammettere codeste cose qui pubblicamente,sei libero di non farlo,ma almeno ammettile nel segreto del tuo cuore e valuta.

Qui non c'è nessuno che si crede superiore al Papa e non c'è nessuno che non comprtenda le ragioni di amore(prima ancora che di convenienzqa diplomatica) che hanno determinato l'approvazione del vostro statuto,anzi dello statuto di Kiko e company,perchè non è vostro non è di tutti,non è della Chiesa.Leggitelo bene e vi scoprirai quante ambiguità, quanti arraffazzonamenti, quanti vistosi limiti.

Ma non è questo che conta: ciò che conta è capire che relativismo è pensare che tante realtà ecclesiali come il Cammino possano costruire la Chiesa, laddove invece la Chiesa è UNA e ogni realtà che essa accoglie è espressione (n ella gran parte dei casi) dello Spirito Santo che arricchisce e vivifica la sua Chiesa.

Ma non escludiamo che qualche realtà ecclesiale possa essere opera soggetta a correzioni e di per sè portata ad errare.

Il fatto stesso che i neocatecumenali nel mondo negli ultimi due tre anni si siano ridotti almeno di un terzo (circa trecentomila,si calcola - Fonte Zenith) ci fa pensare che non è affatto oro quel che luccica.

Caterina63 ha detto...

Rimetto il post con il brano degli Atti^___^

Cattolico NC ha detto...


Per fortuna che lo Spirito Santo fa sentire un unica lingua a Pentecoste voi volete creare una nuova babele.

**************

ecco poi non mi si accusi di fare la pignola....^___^
dove l'ha letta sta corbelleria???

^___^

a Pentecoste al contrario OGNUNO PARLAVA LA SUA LINGUA IL PRODIGIO STA NEL FATTO CHE TUTTI SI COMPRENDEVANO....non era un unica lingua quella che sentivano ma ognuno comprondeva cosa dicevano gli apostoli i quali parlavano la loro lingua....^___^

5 Si trovavano allora in Gerusalemme Giudei osservanti di ogni nazione che è sotto il cielo. 6 Venuto quel fragore, la folla si radunò e rimase sbigottita perché ciascuno li sentiva parlare la propria lingua. 7 Erano stupefatti e fuori di sé per lo stupore dicevano: «Costoro che parlano non sono forse tutti Galilei? 8 E com'è che li sentiamo ciascuno parlare la nostra lingua nativa? 9 Siamo Parti, Medi, Elamìti e abitanti della Mesopotamia, della Giudea, della Cappadòcia, del Ponto e dell'Asia, 10 della Frigia e della Panfilia, dell'Egitto e delle parti della Libia vicino a Cirène, stranieri di Roma, 11 Ebrei e prosèliti, Cretesi e Arabi e li udiamo annunziare nelle nostre lingue le grandi opere di Dio». 12 Tutti erano stupiti e perplessi, chiedendosi l'un l'altro: «Che significa questo?». 13 Altri invece li deridevano e dicevano: «Si sono ubriacati di mosto».


un effetto simile l'ho provato in un incontro di Preghiera con gli ortodossi a Trieste....stupendo, il Pater Noster lecitato in latino, greco, serbo e russo....e in italiano....
NON si udì alcun fastidio linguistico di pronuncia....sembrava un unica lingua...e tutti sapevamo cosa stavamo dicendo....

^___^

felice ha detto...

Buonasera a tutti... finalmente mi libero un pò dai tanti impegni.

Buona sera a mic, steph, francesco (fatti sentire), i vari NC (vuoni e cattivi) ecc...

ho beccato in rete questo commento da parte di un/una NC riguardo agli statuti approvati:

" Sì sì, tutto verissimo ragazzi! GRAZIE A DIO!!!
Fratelli ho una gioia dentro che non vi dico...
In barba a tutti quei sepolcri imbiancati di pseudo cristiani basa-banchi che hanno seminato veleno per decenni! Creando delle divisioni tali da generare persino disprezzo tra di noi cattolici!
NE RENDERANNO CONTO, altro che, ste sottospecie di vipere. :-P "

Ringraziando infinitamente per il rispetto nei confronti di coloro i quali la pensano diversamente auguro a questa persona tutto il bene del mondo...

Cattolico NC ha detto...

Francesco sai sono in cammino da anni e non ho mai sentito nulla del fatto che la Chiesa è in mano ai sacerdoti che fanno tutto meno che i presbiteri.
Ho sentito con le mie orecchie che il Camminp è un cammino di fede come gli altri.
Invece ho sentito dire che se il Signore ha chiamato in Cammino perchè ha in serbo cose grandi ma
in un posto nella Chiesa non solo in cammino.
Per il resto tutti hanno la propria esperienza e credo che se la tua sia negativa mi spiace che magari i catechisti e il Cammino ti abbia deluso.
Catechisti che vai sensibilità che trovi.
Era questo quello che dicevo prima sui catechisti, io dei miei non mi lamento affatto anzi fossero tutti così sarebbe bello.
Io sono fortunato di essere in Cammino

Cattolico NC ha detto...

Signora caterina lei sa a cosa mi riferisco.
La Chiesa parla un unica lingua perchè ha un unico Spirito.
Il fatto che CHI tenta di dividere la Chiesa ha lo spirito di Babele.

felice ha detto...

"pseudo cristiani basa-banchi"

dimentica che forse rofessiamo lo stesso battesimo...

"ste sottospecie di vipere. :-P "

Quell'altro poi diceva che ero io che odiavo i NC... e questo chi odia?

Francesco ha detto...

Sono contento per te, cattolico nc ( ma nol è il caso che tu ti definisca "cattolico" se ritieni che essere nc significa essere cattolici,anche perchè, continuando a definirsi "cattolici nc" sarebbe come dire che tra i nc ci possono essere anche non cattolici).

La mia esperienza con i catechisti è stata invece traumatica(sul piano dei contenuti non su quello del rispetto e anche dell'amicizia reciproca che persiste).

Certamente non sono unscito a suo tempo dal Cammino perchè qualche catechista ha sbagliato toni,atteggiamenti e predicazione(sarei stato uno sciocco: chi non sbaglia nelle varie realtà ecclesiali?).

Sono uscito nel momento in cui mi sono accorto che la dottrina della predestinazione predicata e inclulcata nel Cammino è una dottrina protestante e non cattolica.

Ecco tutto.

(E sappi comunque che sono uscito a malincuore).

Emma ha detto...

Cattolico nc. è lei ad avere aggiunto a cattolico il "nc", non io .
Se questo blog le fa schifo perchè ci viene?
Stia attento a non farsi un`indigestione o una crisi di fegato o uno choc anafilattico.
Ha paura che "lo schifo" di questo blog sia contagioso?
Che taluni possano prenderci gusto ?
No? Allora si tenga a distanza e non si preoccupi .
Però una cosa ragionevole l`ha scritta :
"Chiunque dedica il tempo libero come vuole ma di certo non siete gli inquisitori a caccia di eretici, anzi no di Neocatecumeni. "

Effettivamente NON siamo gli inquisitori e se lo ha detto lei deve essere vero!

Francesco ha detto...

Felice,devo rimettere a posto msn:sono mesi che non va.Ciao.

Cattolico NC ha detto...

Troppo comodo lasciare questo blog. Magari devo fare l'acido muriatico in questo blog, un po' di pulizia e poi è più bello. Si lo so sono superbo.
In fondo mi piacciono le missioni impossibili.

Francesco ha detto...

No9n mi dire, "cattolico nc" che non hai mai sentito la seguente frasetta chiave da un catechista:

-non ti illudere,con le tue forze non riuscirai mai a salvarti.Solo il Signore può avere pietà di te!
(cito più o meno a memoria,ma il succo è questo).

La predestinazione(o la giustificazione per fede) non le ha inventato Kiko,ma Lutero.Kiko si limita purtroppo a ripeterle.

Caterina63 ha detto...

felice ha detto...
Buonasera a tutti...

Ringraziando infinitamente per il rispetto nei confronti di coloro i quali la pensano diversamente auguro a questa persona tutto il bene del mondo...

**********

felice di nome e di fatto eh!!???
bene, bene....^___^ con questo spirito possiamo continuare a lavorare meglio...
Piacere Felice, ciao sono caterina, non so se nella confusione dei post ci siamo salutati, ma non rammento, sai la vecchiaia^___^

Mic mi ha trascinata per i capelli in questo nido di vipere^___^
(ovviamente sto ironizzando eh!!)
felice di conoscerti....

^__^

Francesco ha detto...

Caro "cattolico nc",forse è sufficiente della comunissima acqua con sapone per levarsi le scaglie dagli occhi e i tappi dalle orecchie.
L'acido muriatico lasciamolo a chi vuol convincerci che siamo sporchi.
Sporchi e cattivi.
E che solo frequentando certe comunità possiamo acquistare meriti presso il Signore.

Francesco ha detto...

Felì...qualcuno qui ci vuol far fare un bagnetto nell'acido muriatico.....che andasse a rube a Sant Nicoul.....!!!!

Emma ha detto...

Allora benvenuto cattolico nc però non potresti togliere il nc da cattolico ?
Sarebbe più coerente con il tuo discorso.
Altrimenti potresti anche firmarti, masochista, o Omino bianco o candeggina.

Mi scuso con Caterina, se contribuisco ad abbassare il livello qualitativo della discussione .

Cattolico NC ha detto...

No non posso togliere nc da cattolico Emma sono CattolicoNc.

La battuta sull'acido muriatico è una battuta.


Comunque è vero che non riusciamo a salvarci da soli Francesco è per questo he Gesù Cristo è nato, è morto ed è risuscitato. Se no bastava la Rivelazione contenuta nell'Antico Testamento.
Il Cammino è una delle tante strade che lo Spirito Santo ha suscitato. La Chiesa è Sacramento di Salvezza per il mondo intero

Francesco ha detto...

Grazie,nc,
non avevo dubbi che avresti ripetuto uno slogan(che contiene comunque una parte di verità).

felice ha detto...

Ciao Caterina, piacere mio...

Per motivi che qualcuno potrà spiegarti in privato non posso intervenire più di tanto.

Dal mio profilo puoi cmq farti un idea... (non far caso al fatto ke vado matto per i cartoni giapponesi dei robottoni...)

mi complimento per la tua cultura... dalle nostre parti si dice "Ou u ssè ca si fffort!!!"

Francè l'acido muriatico lo puoi comprare da Peppino u wagn-nett... dì che ti mando io...

In definitva bando alle ciance la situzione tutt'oggi rimane la stessa:

Lo Statuto approvato servirà a cambiare le cose o legittimerà ulteriormente il potere del Dott. Arguello?

In quale prospettiva va visto questo trionfo da parte di coloro i quali hanno solo riportato delusioni nel CN? Può una persona che io conosco giustificare le varie disobbedienze perpetrate fino a questo momento dicendo che anche gli altri movimenti lo fanno? (parlo del modo di condurre gli scrutinii)

Chi vivrà... vedrà...

Emma ha detto...

Cattolico nc, spiegami per favore e credimi te lo chiedo con grande sincerità di cuore, perchè devi aggiungere nc a cattolico, cattolico non ti basta?
Per me è introdurre una specificità, una differenza, che non esiste, che non dovrebbe esistere.
Non siete un ordine religioso, allora perchè senti questo bisogno di aggiungere quel nc?
Fermati un momento, se lo desideri, e cerca di dirti: "sono cattolico" come ti senti? Ti manca qualcosa?

felice ha detto...

Emma... dice Emile Durkheim: "Gli individui si rappresentano la società di cui essi sono membri"

Caterina63 ha detto...

5. "Tra i laici che diventano evangelizzatori si trovano in prima fila i catechisti... (essi sono) operatori specializzati, testimoni diretti, evangelizzatori insostituibili, che rappresentano la forza basilare delle comunità cristiane" (RMi 73).

Essi costituiscono un importante aiuto per l'espansione della fede. Essi sono al centro della storia della Chiesa in Africa e del suo successo missionario. Possano ricevere sempre un'accurata istruzione dottrinale e pedagogica, e al tempo stesso ricevano mezzi adeguati allo sviluppo della loro vita spirituale!

Preparateli in particolare al sostegno del "Catechismo della Chiesa cattolica", a divenire attivi animatori di comunità, che compiano con maestria la loro indispensabile funzione di insegnanti e di testimoni del Vangelo, guidati dai Pastori.


(Angelus Giovanni Polo II 15.2.1993)

Signor Veneranda ha detto...

Esempio di confusione:
dire che nel cammino si predica una dottrina sulla predestinazione diversa da quella predicata nella Chiesa cattolica (perchè caro Francesco, c'è una dottrina sulla predestinazione pienamente cattolica).

Cattolico NC ha detto...

Perchè è la mia spiritualità, il mio carisma nella Chiesa.
Se una persona mi chiede "Sei cattolico?" Dico
"Si sono cattolico" poi aggiungo "Faccio parte di un movimento della Chiesa chiamato Cammino Neocatecumenale, tipo CL, Focolarini ecc. non so se li conosci?" Generalmente la risposta è "No" nella migliore dell'ipotesi "Ah CL si!" ma il Cammino o i Focolarini o il Rinnovamento nello Spirito non lo conoscono proprio, mizzega che ignoranza.

Francesco ha detto...

Quale?

Signor Veneranda ha detto...

Dottrina cattolica che in sintesi è la seguente: "Dio non predestina nessuno alla perdizione ma può predestinare chi vuole alla Gloria".

Signor Veneranda ha detto...

Questa è la dottrina del Dottore ufficiale della Chiesa cattolica cioè S.Tommaso D'Aquino,

Francesco ha detto...

Non mi risulta,Veneranda.Vuole citare esattamente l'Aquinate?

Cattolico NC ha detto...

Nel Cammino non c'è la predestinazione.
Il Signore chiama e il singolo risponde il suo Si come Maria.
La metà è la Vita Eterna e il Si detto tutti i giorni, nel corso della giornata, in ogni azione, insomma un casino essere fedeli a Cristo. Occorre sempre orientarci verso Cristo ogni giorno.
Il Cammino è uno strumento nulla più.
Se uno pensa che chi è in Cammino va in Paradiso, cioè una predestinazione, sbaglia. Non è per nulla insegnato quello.
E' insegnato di rivestirci delle armi della luce Francesco, ricordi il canto? Ogni giorno battaglia contro gli spiriti che abitano il mondo che non sono gli uomini ma il diavolo che attacca.
La Chiesa ha il compito di portare la salvezza fino ai confini del mondo e fino alla fine del mondo. Smascherando con i Sacramenti, la Parola e le Catechesi il demonio che attacca e vuole separarci da Cristo.
Niente predestinazione per chi il Signore ha scelto come Calvino e non Lutero credeva, Lutero era solo per la giustificazione della fede, non per la predestinazione. Ma la chiamata di Dio si risponde Si ogni giorno fino al punto di morte dove c'è il combattimento finale.

Francesco ha detto...

Lutero non era per la predestinazione?
Come può affermare certe cose uno cge si definisce cattolico?
Il resto dello slogan è un film ormai da cinema di terz'ordine.

Cattolico NC ha detto...

Lutero diceva che ci si salvava per sola fede e per la sola scrittura.
Calvino influenzò Lutero sulla predestinazione ma la chiesa calvinista ha questa eresia innescata. La chiesa luterana molto meno.
E anche se fosse un film di terz'ordine c'è un eresia? No e quindi è dottrina cattolica.

Cattolico NC ha detto...

Inoltre Lutero era per la consustatazione mente Calvino era per il semplice ricordo della santa cena.

Francesco ha detto...

Cattolio,

hai le idee assai confuse...e non solo sulla storia delle religioni.

Cattolico NC ha detto...

Illuminami

Signor Veneranda ha detto...

tutto è vanità

Francesco ha detto...

Puoi farlo da solo con un buon libro in mano e facendo finta di non aver mai udito nulla fino a questo momento dai tuoi catechisti.

Caterina63 ha detto...

Cattolico NC ha detto...
Lutero diceva che ci si salvava per sola fede e per la sola scrittura.
Calvino influenzò Lutero sulla predestinazione ma la chiesa calvinista ha questa eresia innescata. La chiesa luterana molto meno.
E anche se fosse un film di terz'ordine c'è un eresia? No e quindi è dottrina cattolica.

*************************

che cosa sarebbe dottrina cattolica? mica l'ho capito....

Lutero diceva che ci si salvava per sola Fidei, solo Cristo e sola Scriptura.,...
aggiungeno quel SOLA creò l'eresia...

sulla predestinazione effettivamente fu una idea di Calvino...oggi non ci crede più nessuno, ma i danni furono fatti...perchè questa tesi portò alla negazione del peccato originale al quale infatti i protestanti dissociano la dottrina cattolica.....ergo anche il Battesimo prese in molte comunità pieghe diverse fin anche a rischiare di essere inesistente...

circa l'Eucarestia Lutero si adagiò alla nuova dottrina della constustanziazione ma per arrivare alla eliminazione del sacerdozio, della presenza reale e in sostanza per modificare la Messa...chiamandola CENA....

ergo...????

Francesco ha detto...

Caro Veneranda, se Tommaso d'Aquino avesse pensato come lei che tutto è vanità,oggi non avremmo quel tesoro immenso che è la sua Summa( e che lei non sa citare a proposito della "predestinazione cattolica").

«Meno recenti ‹Vecchi   1 – 200 di 213   Nuovi› Più recenti»