venerdì 19 giugno 2020

Odio e insulti al parroco: questa è la "fede adulta" dei kikos

Cosa succede quando il parroco ritiene di aver buone ragioni per non accogliere più il Cammino in parrocchia?

I kikos lo chiamano «buffone vestito a festa», lo accusano di aver indossato l'«abito talare», proclamano che il Cammino avrebbe fatto per trent'anni «cose buone» (per Kiko), dichiarano minacciosi «non gli sputo in faccia perché corro seri rischi di profumarlo». Inoltre lo etichettano «testa di cazzo», ripetendo il sarcasmo sul suo abito sacerdotale («vestiti a festa»), e augurandosi che ora «le chiese sono vuote», completando tale omelia kikiana-carmeniana con un sonoro «vergognati»:










È successo due giorni fa in una popolosa parrocchia italiana: «il Cammino è stato cancellato... non esiste più». In altre parole, il nuovo parroco avrà avuto dei buoni motivi per non consentire più le celebrazioni neocatecumenali, notoriamente contrarie alle più basilari norme liturgiche, e alle cosiddette "catechesi" del Cammino, notoriamente zeppe di ambiguità ed errori dottrinali:

A quella parrocchia non era stato risparmiato neppure il peggior oltraggio, estetico e dottrinale: i kikos avevano posto la cosiddetta "icona" con scritto Maria-Kiko (che rappresenta Gesù Bambino con le fattezze di Kiko Argüello, l'autonominato "iniziatore" del Cammino Neocatecumenale): nell'abside, al posto del crocifisso.


Auguriamo alla parrocchia di completare presto la derattizzazione e disinfestazione, cancellando ogni residuo della triplice idolatria Kiko-Carmen-Cammino:


Domanda retorica: esiste per caso qualche altro gruppo/comunità/associazione ecclesiale che ritiene incancellabile la propria presenza in una parrocchia e che insulterebbe in modo così sgangherato il parroco che non l'accoglie più?

70 commenti:

  1. sono finiti i soldi causa covid ?

    RispondiElimina
  2. ....a quest'ora lo scatenato fratello del cn avra' gia' cancellato i suoi post da fb... dopo aver raccolto tutti i Mi Piace dei suoi fratelli....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono sicuro che l'armata Brancapasqualone, ragliando a tutta forza, sta cercando di contattare il suddetto fratello del Cammino per dirgli: presto, fa' sparire dalla tua bacheca Facebook quegli Arcani del Cammino!

      Elimina
  3. Ammirevoli neocat! Tipico esempio di coerenza cristiana tra quanto proclamano e quel che mettono in pratica!
    Loro, e solo loro, sono quelli che:

    -sono al servizio del parroco, del vescovo, della Chiesa
    -amano il nemico
    -non resistono al male
    -chiedono perdono ai loro persecutori

    Poi però leggendo i post sprezzanti e offensivi degli adulti nella fede mi sono ricordato di una frase: la bocca parla dalla pienezza del cuore.

    Vuoi vedere che predicano bene e razzolano male, come tutti gli ipocriti?

    Evidentemente più che la sequela Christi questi hanno fatto la sequela Kiki. E l'hanno fatta bene, visto che il Nostro è il principe degli ipocriti. Viva il Papa! E facciamo come ci pare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti sulla pubblica bacheca del sullodato fratello del Cammino compaiono anche immaginette bergogliane e vignette con grosse allusioni sessuali. Questa sì che è "fede adulta"! Ecco a cosa è servito pagare fior di decime e partecipare assiduamente alle celebrazioni e alle convivenze.

      Elimina
    2. Cmq chiamare il celebrante con i paramenti sacri indosso: il "buffone vestito a festa" dimostra il disprezzo totale non solo della persona, ma della sua consacrazione e di ciò che celebra.
      Poi parlano loro che vanno vestiti manco andassero ad una festa elegante alle loro celebrazioni.
      Poi magari sono in peccato mortale (anche perchè il sacramento della confessione è un optional) però guai a vestirsi casual...

      Elimina
  4. Il giorno 8 giugno Le Iene hanno trasmesso un servizio di un prete che toglieva il malocchio a una donna palpandole le parti intime e cantando shema israel. Chissà a quale setta appartiene????

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fatemi indovinare... «l'uomo non può non peccare! siamo approvati! dajenù shemà midràsh! il papa ci loda! voi non potete capire!...»

      Elimina
    2. Vedi perché sono selettivi e autoreferenziali e riproduttivi a ciclo chiuso...
      Ma sarò in grado di arrivare al 5 luglio x una cavolo di birra con quel mio povero cugino con la città di Ferrara patrimonio dell'unescd che diventa demonio dell'incesto se non vuole capire...
      Con la passerella impietosa di una motivazione strumentale e mondana da vomito...perche' io non ho motivo e nemmeno riesco ad essere utile a certe persone...
      Temo raggiri,vendette,conti futuri omessi che riaffiorano in futuro...
      Obiettivamente provo a perdonarli e tollerarli nella funzione e finzione cui provo a rimanere cristiano e umano...
      Purtroppo le navette spaziali sono x facoltosi e con numeri riservati ..
      Peccato perché come 1000 altre cose sono perfetti candidati sotto vari aspetti...
      Li ringrazio per la capacità gratuita di aver vissuto effetti speciali alla modica cifra del costo della vita e del mondo...
      Esistono gli et e sono tra noi...non si può certo dire che non si abbia avuto modo almeno una volta nella vita di simili esperienze...
      Certo che il mondo adesso dovrà provare ad emettere segnali...
      Kiko presidente nuovo ordine mondiale...
      Pace ed esempio fraterno tra popoli,etnie e religioni...
      In agenda 21 subito...

      Elimina
  5. Hooligan che denotano la gravità e gravosità quando non si vigila una base comune,lasciando correre in nome del pluralismo o particolarità...
    Attaccamento e affezionamento sono una cosa...
    Dimostrare l'incapacità di staccarsi è idolatria a sua volta...
    Cristo è venuto per la pace e salvezza nel mondo...all'epoca distratto tra rigidità, immoralità o forse stanchezze di un popolo in cammino ma usurato...
    Ecco...
    La lotta e cosa comporta e come prendersi un minimo di tempo per interrogarsi dentro e fuori se stessi e verso gli altri...
    Vediamo cosa sarà agenda 21 e quali scelte adotteranno...
    Peccato perché la nostalgia e la profondità potranno essere strumentalizzate, curate, nascoste,stigmatizzate ma prima o poi presenteranno il conto...
    Materia in fase di trattative da trattare o contrattare...
    Rendere conto...

    RispondiElimina
  6. Uomo Liberoooooo!!!!!!19 giugno 2020 10:02

    TANTI NEOCATECUMENALI HANNO LA FEDE ADULTA E LA FEDINA PENALE LUNGA..

    RispondiElimina
  7. Ehhh, ma gli ipocriti, i falsi, e gli odiatori siamo noi...sìsì.

    Farisei, e della peggiore specie.
    Ps. Bella la scusa delle "chiese vuote". Perchè, loro in chiesa ci mettono piede? Ci vanno solo se si devono mettere in mostra, altrimenti usano le salette come fossero nelle catacombe.

    Buffoni, buffoni ed ipocriti.

    RispondiElimina
  8. Al di là del commento iroso del soggetto, che mi fa pensare che il parroco abbia comunicato le proprie gravi decisioni al termine della Messa o comunque che fosse vestito con l'abito talare, cosa che, se per altri cattolici induce al rispetto, fa sghignazzare i neocat, c'è un commento di risposta che fa pensare che ci siano dei confratelli che magari non scrivono post pubblici su fb, ma che sono ancor più duri e puri.
    Mi riferisco al commento "Caro Matteo e Famiglia dovete andare a prenderla con chi ha messo le firme per mandare via don Roberto e successivamente don Leonardo troppo debole con quelli che non volevano il Cammino".
    Quindi, in trent'anni, immagino si siano susseguiti tre parroci neocatecumenali, prima dell'attuale, quello che lo ha fondato più altri due, e chi scrive il commento ricorda al fratellino infuriato che lui (e Famiglia) hanno contribuito o non hanno preso posizione quando il secondo parroco è stato mandato via addirittura tramite una raccolta firme (a dimostrazione che la debolezza per il Cammino non era il suo unico difetto) e il terzo è stato "troppo debole" con chi avversava il Cammino (cioè non ha neocatecumenalizzato la parrocchia mandando via i fedeli che non ci stavano, fedeli che saranno andati dal vescovo a pretendere un parroco "normale", cioè un parroco NON neocatecumenale).
    Insomma, perché il cammino prosperi e si incisti, non bisogna avere scrupoli, sopportare tutto e possibilmente cacciare via gli altri fedeli. E questo lo chiamano "fare qualcosa di buono".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Valentina, hai puntato il dito sul vero problema.
      La parrocchia di cui si scrive in questo post è la parrocchia di Dragona, situata nella periferia di Roma, l'immagine nella foto è inconfondibile.
      Conosco la storia di questa parrocchia, la cosa che mi colpisce di più in questi commenti su Facebook non sono le "parole grosse" del commento contro il parroco, di per se inaccettabili ma spero lanciate in un momento di rabbia.
      No, mi colpisce di più il commento successivo sul fatto che in quella parrocchia si afferma che siano state raccolte firme per mandare via due parroci favorevoli al cammino.
      Conosco questi due parroci e so che entrambi provengono da seminari del cammino.
      Il secondo, Don Leonardo, é stato parroco per più di 11 anni ed ha spazzato via dalla parrocchia ogni realtà diversa dal cammino neocatecumenale.
      Per 11 anni in quella parrocchia ci sono stati solo e solamente i neocatecumenali.
      Niente per i giovani per tanti anni, fino alla comparsa del post-cresima neocatecumenale.
      Post-cresima che sappiamo è una creatura neocatecumenale, partorita dalla mente di Kiko Arguello, per portare gente nel suo cammino neocatecumenale sempre più a corto di nuovi adepti.
      Il post-cresima neocatecumenale è legato al cammino neocatecumenale perché è gestito solo è solamente da neocatecumenali, non si entra nella organizzazione e nella gestione di questo post-cresima se non si è da molti anni nel cammino neocatecumenale.
      La persona che scrive questo commento di lamenta che questi due parroci del cammino sono stati deboli contro i parrocchiani che non hanno aderito al cammino neocatecumenale.
      Avete capito!
      La colpa di avere un parroco che rifiuta la pastorale del CN è dovuta alle firme dei parrocchiani ed alla debolezza dei parroci neocatecumenali verso i parrocchiani che non hanno accettato il CN?
      Cosa dovevano fare di più questi parroci del CN, dovevano mettere al rogo i parrocchiani dissidenti?
      Dovevano rifiutare la Comunione ai non neocatecumenali?
      Dovevano scacciare dalla Chiesa, dalle Messe, dai servizi parrocchiali i non neocatecumenali?
      Dovevano mettere un cartello all'entrata della parrocchia tipo "Vietato ⛔ l'ingresso ai non neocatecumenali"?
      Io non so se sono state raccolte davvero le firme per mandare via il parroco, ma, se fosse vero, allora penso che quel parroco forse qualche sbaglio lo abbia fatto, forse non è stato corretto verso i suoi parrocchiani.
      Forse non è stato il parroco di tutti e forse non è stato abbastanza trasparente sul suo operato.
      Ma il punto non è questo, il punto è che il parroco precedente aveva le sue idee sulla pastorale della parrocchia, quello attuale ha altre idee su come gestire la pastorale della parrocchia.
      Si può non essere d'accordo, ma secondo quello che scrive il nostro commentatore, cosa deve fare il nuovo parroco per non fare gli stessi errori del suo precedessore?
      Deve bruciare tutti quelli che non sono d'accordo con lui?
      Perché è questo che si capisce dal suo commento allucinante.
      Chi ha il potere deve distruggere chi lo minaccia anche se non lo minaccia ed a prescindere se ha torto o ragione.
      Scusate ma questo non è cristianesimo.
      Nelle parrocchie non si gioca a Risiko con la vita delle persone.
      In questo commento c'è molto di più degli insulti personali.
      In questo commento c'è l'essenza dell'odio neocatecumenale per tutto quello che non è neocatecumenale.
      In questo commento passa il messaggio che quando un parroco del CN entra in una parrocchia, ha il compito primario di distruggere i dissidenti, di circondarsi ed affidare la gestione della parrocchia ai soli neocatecumenali, di rafforzare il potere del cammino neocatecumenale a tutti i costi, anche a costo di fare cambiare parrocchia a chi non è favorevole al cammino neocatecumenale.
      Colpire per primo e colpire forte.

      Scusate, mi viene da vomitare!

      LUCA

      Elimina
  9. Questa è la "fede adulta" del camminante medio di questo percorso "cattolico" di iniziazione.
    (La definizione di "cattolico" la dobbiamo alla ottima gestione da parte di chi ne ha la responsabilità nella Chiesa! Che noi ringraziamo sempre di cuore per l'attento ascolto alle nostre istanze, testimonianza, esperienze).
    Certo! Cosa aspettarsi da chi marcisce da una vita in un percorso fasullo?
    Imparano a ripetere:
    Non resistete al male
    Amate i vostri nemici
    Se rubano del tuo non lo reclamare
    A chi ti toglie la tunica dai anche il mantello
    Benedite coloro che vi maledicono
    Non giudicare
    Non condannare...

    Ma poi si sentono legittimati a comportarsi all'opposto PERCHE' - com'è giusto che sia - i loro maestri si premurano di offrire se stessi come esempio di messa in pratica della parola annunziata.
    E come la mettono in pratica?
    Leggere a tal proposito il Comunicato Stampa diramato a tutela del "BUON NOME DEL CAMMINO" nel quale si fa appello alla legge degli uomini (la Legge di Dio non risponde alle loro esigenze!) per minacciare querele per esigere smentite ufficiali. Comunicato a firma di due nomi di spicco del Cammino quali Adelchi Chinaglia e Ezechiele Pasotti che dovevano placare l'ira funesta di Kiko piombata su di loro se non ci mettevano subito una pezza al guaio combinato dagli ir-Responsabili neocatecumeni bevitori al coppone unico.

    Comunque stanno assatanati mentre noi oggi siamo contenti e soddisfatti e ci godiamo una delle rare belle notizie a lungo attese è sempre desiderate.
    Li hanno sbattuti fuori, senza se e senza ma, nessun tentativo di allinearli o correggerli. Correggere che???
    Sono corrotti, fanno cose abominevoli, sono da estirpare dalla Chiesa. La loro reazione vergognosa anche umanamente parlando ne e ennesima riprova. Se ancora ce ne fosse bisogno!
    Un parroco lo ha fatto. Ha avuto questo coraggio. Ce ne fossero di parroci così. Mi accontenterei di uno al giorno, uno solo! Va be', anche uno alla settimana o al mese, mi accontenterei.

    Pax

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io mi accontenterei, Pax. In ogni caso, credo che sia una buona notizia anche per altri parroci che si trovano in una situzaione simile e vorrebbero fare la stessa cosa perché ormai hanno sperimentato che la convivenza pacifica con il Cammino è praticamente impossibile. Parroci che vorrebbero mandare via il Cammino dalla loro parrocchia, ma hanno paura perché temono le reazioni (ritorsioni) dei neocat. che sappiamo essere violente (verbalmente e, ahimé, talvolta anche fisicamente), nel miglior spirito del "non rispondere al male": complimenti per la coerenza!
      Un po' come quando in un contesto mafioso, qualche commerciante si ribella e decide di non pagare il pizzo e di denunciare gli estorsori all'autorità giudiziaria: questo coraggio può dare forza ad altri magari più timorosi e spingerli a fare lo stesso.
      Grazie a Luca per le informazioni che ci dà. Le parole dei post si commentano da sole e non ho altro da aggiungere. Quello che volevo sottolineare è che uno dei commentatori si smentisce da solo e nemmeno se ne accorge (e questa è un'ennesima manifestazione e riprova della stupidaggine [sono gentile] di chi si scaglia con ira e virulenza in questi commenti sul malcapitsto di turno). Infatti il commentatore scrive: "E' grazie a queste persone che le chiese sono vuote". In primis non si capisce di quale chiesa o chiese parla, ma come è la prassi neocat. fa di tutta un'erba un fascio. In secundis, che la chiesa oggetto dei post non sia affatto vuota lo dimostra la raccolta delle firme, accompagnata (evidentemente) dalla protesta dei parrocchiani. Quindi questa parrocchia più che vuota mi sembra piena, e soprattutto piena di gente che ha a cuore la parrocchia, che evidentemente la frequenta, altrimenti che ci siano o meno i neocat sarebbe loro indifferente. Il mito che le chiese sono vuote, ripetuto come un mantra dal catechisti neocat. e dai loro sottoposti fino al "piccolo" camminante, ha veramente stufato. Come dice AleCt, ma voi ci andate nelle chiese? Ci andate? No, no e poi no! Voi andate nelle salette: quelle sì che sono vuote, anche perché se fossero occupate dai parrocchiani, voi li eliminereste con il bazooka! Voi l'unica occasione in cui partecipate ad una messa della parrocchia è la domenica delle Palme. Punto.

      Elimina
    2. “Li hanno sbattuti fuori, senza se e senza ma, nessun tentativo di allinearli o correggerli. Correggere che???”

      Scusa Pax ma non è cosi, almeno nel caso di questa parrocchia.
      Il nuovo parroco è li da quasi 2 anni ed ha veramente tentato di coinvolgere i neocatecumenali di quella parrocchia, li ha inseriti nel consiglio pastorale, nella Equipe pastorale, nei catechismi, nei corsi dei matrimoni, nelle preparazioni ai battesimi, etc.
      Dopo due anni si è accorto che non serviva a nulla, li ci sono 6 comunità neocatecumenali che riempiono tutti gli spazi pastorali e non consentono di portare altre realtà in parrocchia.
      Per questo motivo, spiegato ampiamente ai catechisti del CN ed alle comunità neocatecumenali, qualche mese fa 3 comunità sono state trasferite in una parrocchia vicina, 3 Km di distanza forse anche meno.
      Non è cambiato nulla, solito tira e molla e solita voglia di comandare dei catechisti neocatecumenali responsabili di quella parrocchia.
      Ora il parroco ha deciso, in accordo con Vescovo di settore e Cardinale responsabile, di dare una impronta diversa alla sua pastorale, mandando in quella parrocchia vicina anche le altre 3 comunità neocatecumenali.
      Lo ha detto ai catechisti neocatecumenali ed a tutte le comunità, radunate insieme in un incontro specifico.
      Ed è stato contestato duramente già durante questo incontro, non conosco tutti i particolari , ma conosco persone che hanno partecipato in prima persona a questo incontro e mi hanno riferito che ci sono state, da subito, parole pesanti all’indirizzo del parroco.
      Questi sono i fatti, penso che un parroco abbia diritto di gestire la pastorale della sua parrocchia per aprire ad altre realtà o deve chiedere il permesso ai catechisti neocatecumenali?

      LUCA

      Elimina
    3. Forse devono intervenire forze straniere ancora per riprendere in mano l'ordine...
      Sempre se il neosposo descritto nel blog recente non teme perdita lavoro o divorzio rapido onorando e avendo ben a mente chi obbedire e priorità...
      Quindi siamo in guerra e stiamo lottando...
      Speriamo osservatori capiscano quando sanzionare e schierarsi...
      Comunque è una situazione da gestire e riprendere il controllo...
      Kiko presidente nuovo ordine mondiale...
      Ave

      Elimina
    4. Rispondo a Luca che dice che dice che non conosce i particolari e io dico che le parole pesanti sono volate proprio dal Parroco in questione che con fare minaccioso ha gia' da qualche tempo allontanato molti Parrochhiani lontani dal Cammino utilizzando molto spesso termini di una volgarita' che farebbero impallidire anche uno scaricatore di Porto .Da due anni a questa parte il sopracitato Parroco ha allontanato molte realta' Parrocchiali e affini e ricordo a tutti i conoscenti della Mia Borgata che il compianto Don Claudio fu grande perche' riusci nella stessa Chiesa A far coesistere tutte le ottime realta' che ravvivano il nome della Chiesa di Dragona .Saluti da un Parrocchiano lontano dal Cammino ma che ha una schiena dritta e una testa per pensare e pregare

      Elimina
    5. Albino,non mi risultano parole pesanti da parte del parroco, se ci fossero state è tuo dovere scrivere al Vescovo o denunciare l'accaduto alle forze dell'ordine.
      Se vuoi parlare di volgarità, leggiti i commenti di Facebook riportati su questo post.
      Dimmi se secondo te sono commenti "accettabili" da parte di un Cristiano, nei confronti del suo parroco.
      Il parroco in questi due anni non poteva allontanare "molte realtà parrocchiali" per il semplice fatto che non c'era alcuna realtà parrocchiali oltre al cammino neocatecumenale.
      Se sei onesto mi fai i nomi delle "molte realtà parrocchiali" che questo parroco ha allontanato in questi due anni.
      Il parroco che ha permesso l'entrata in parrocchia del CN è stato Don Claudio, ma Don Claudio ha sempre tenuto testa al CN, perché oltre ad essere una ottima persona è stato un grande parroco e parroco di TUTTI.
      Non ha mai permesso gli eccessi che sono avvenuti con i parroci successivi.
      Togliti le fette di salame dagli occhi e non scrivere baggianate.
      L'inferno è un posto brutto dove passare l'eternità, ed i bugiardi vengono accolti a braccia aperte, singolarmente od a grappoli.

      LUCA

      Elimina
    6. Meglio non dare spazio ai troll (personaggi che si intrufolano sotto mentite spoglie nelle conversazioni per deviare i discorsi, spargere dubbi e lanciare calunnie) come il suddetto "Albino", che finge di conoscere la realtà della parrocchia ma non ne sa nulla (e si capisce!).
      Il troll Albino dice di non essere neocatecumenale, quindi non può aver assistito alla riunione fatta con i neocatecumenali, appunto, e i loro catechisti.
      Qui l'unica testimonianza credibile da parte neocatecumenale è quella del personaggio di cui abbiamo pubblicato i commenti pubblici fatti sul proprio profilo Facebook, il quale, pur avendocela a morte con il parroco, ha saputo insultarlo solo sbeffeggiando la sua talare e definendolo "fariseo", e sappiamo che con questa invettiva i neocat intendono guasto all'interno ma ineccepibile all'esterno.
      Quindi il caro troll Albino, specializzato nelle calunnie fatte sotto la copertura delle sue personalità multiple, tutte inguaribilmente cretine, si tolga per favore dai piedi e non ci faccia perdere altro tempo, grazie.

      Elimina
  10. Complimenti e GRATITUDINE a questo parroco che ha dato l'esempio di come agisce un vero Pastore estirpando l'erba velenosa dal campo dove far pascolare il suo gregge.
    Che il Signore dia a questo onesto sacerdote ogni BENEDIZIONE e RICOMPENSA e anche lo PROTEGGA dal male che questi subdoli possono ancora fargli ..
    purtroppo possono ancora farlo soffrire molto ..

    Non contenti di aver danneggiato questa parocchia per 30 anni, svuotandola (loro sì l'hanno vuotata) dei fedeli cui spettava starci per riempirla di figuranti vestiti a festa (loro sì) per la sfilata-passerella dei sabati sera in cui fare a gara di vanità e ostentazione di benessere,
    non si rassegneranno a non vedere completata la loro opera distruttiva;
    non rassegnandosi a essere stati cacciati dalla porta cercheranno di rientrare dalla finestra ..
    usando tutti i mezzi dell'ipocrisia-trasformismo , del vittimismo, del sorrisino di gomma mentre pugnalano alle spalle, del circuire e minacciare allo stesso tempo, del ricorrere ad amicizie importanti ..
    Inviperiti e subdoli come sono includeranno, nella loro vendetta contro il parroco, fedeli ignari di essere dentro a 1 faida (unilaterale) i quali si rtroveranno magari con il matrimonio e la vita distrutta .. come purtroppo è già successo altrove e io sono una di quelle vittime ..

    Ma se questo parroco non si tirerà indietro e non accetterà NESSUN compromesso, come invece purtroppo anche questo è già successo (causando più sofferenza, per qualcuno, di quella inflitta dai NC) allora farà il bene più grande per la sua parrocchia, gioirà per il miracolo di una rinascita e permetterà di vedere (a chi lo vuol vedere) che l'unica amicizia importante è quella di Gesù, Via, Verità e Vita.

    Che il Signore difenda dal male questi sacerdoti ONESTI che ancora esistono, li incoraggi a perseverare nel BENE (che non può coesistere col CN) e dia loro ogni momento la Sua Pace.

    Quanto ai NC mi viene ora da dire solo una cosa ..
    nel Nome di Gesù ogni ginocchio si pieghi in Cielo, in terra e sottoterra .

    RispondiElimina
  11. Mi chiedo, data l'inaudita violenza verbale verso un ministro di Dio, accusato non in quanto farabutto, ma in quanto parroco e perciò sacerdote nelle sue funzioni pastorali, se non ci siano i presupposti per una SCOMUNICA.

    Anche da questo episodio risulta lampante che il Cammino è una SETTA: per i camminanti le chiese non vuote se non c'è il Cammino. Gli altri nemmeno li considerano.
    E' chiaro infatti che se il parroco ha cacciato il Cammino, quelli che il Cammino aveva cacciato, torneranno.
    E poi è sempre meglio una chiesa semivuota che piena di eretici

    RispondiElimina
    Risposte

    1. “E' chiaro infatti che se il parroco ha cacciato il Cammino, quelli che il Cammino aveva cacciato, torneranno.”

      Esatto Pietro!!!

      Questa cosa è già avvenuta e stà continuando da 2 anni.
      La parrocchia è rifiorita, anche perché il nuovo parroco Padre Daniele, da subito ha fatto dei lavori nella parrocchia.
      Migliorie, lavori urgenti e anche costosi.
      Apertura e disponibilità verso tutti.
      Trasparenza nella gestione delle risorse.
      Un esempio:
      A settembre, in quella parrocchia , si fa una festa parrocchiale dedicata alla Madonna a cui è dedicata quella parrocchia (Santa Maria Regina dei Martiri), nella prima festa parrocchiale gestita dal nuovo parroco, nella bacheca parrocchiale è stata esposto, al pubblico, il resoconto economico della festa.
      Entrate, uscite e ricavato delle attività.
      È stato anche specificato cosa fare del ricavato , cioè l’acquisto di nuovi tavoli per i catechismi.
      Nella gestione precedente questa cosa non è MAI avvenuta, non si è MAI pubblicato il resoconto delle 12 feste parrocchiali precedenti .
      Forse questa è una stupidaggine, ma i parrocchiani ci fanno caso e lo raccontano in giro, qualcuno lo ha raccontato anche a me.

      LUCA

      Elimina
    2. L'ho visto anche io che la parrocchia è rifiorita specialmente il giorno di Pentecoste...... peccato che la maggior parte delle persone presenti quel giorno fossero al 90% del CN basta vedere anche le foto sul profilo fb della parrocchia.

      Elimina
    3. Sono un Parrocchiano non Neocatecumenale e per la verita' e' stato indetto per la prima volta un Consiglio per gestire i fondi della Parrocchia ma dopo il primo incontro non ne sono stati piu' fatti anzi il Parroco come prima cosa appena insediato si e' fatto montare un bel cancello elettrico con l'aiuto gratuito di molte persone proprio Neocatecumenali

      Elimina
    4. Le accuse di Albino non sono credibili perché sono superficiali; nel caso specifico, non spiegano perché occorrerebbe prenderle sul serio. Troppo facile presentare una versione edulcorata dei fatti senza aggiungere i motivi.

      Anzitutto gli voglio ricordare che lo scopo di una parrocchia non è "dare spazio a tutti": quello è il compito di un dopolavoro ferroviario, o di un club per il tempo libero. Lo scopo della parrocchia è garantire la santa dottrina e i santi sacramenti, come ho già spiegato nel mio commento delle 10:40, non fatemelo riscrivere qui.

      Vorrei anche ricordargli, come ho scritto nel mio commento di venerdì scorso che i sacerdoti non ne possono più del Cammino, e che i kikos stessi (a cominciare da Kiko) fanno notoriamente guerra aperta ai parroci che non assecondano le incessanti e arroganti pretese dei cosiddetti "catechisti". Ora, nello strato più basso del Cammino può anche esserci qualche anima più decente, non lo escludiamo, ma nel Cammino vige l'idea che pur di riconquistare terreno si può anche ingannare, si può anche essere ipocriti, si può anche mentire. Quale ambiente umano, anche non religioso, può tollerare persone che per salvaguardare il prestigio di una setta considerano lecito anche mentire? Da questo tipo di persone, credete forse che il marcare presenza a Pentecoste o l'aiutare a installare il cancello elettrico, siano gesti di carità e di distensione e di conversione all'unica vera fede? E che non hanno alcun interesse a deviare verso il Cammino un singolo centesimo dalle casse della parrocchia?

      Insomma, non fatemi riscrivere qui quello che ho già scritto e citato: cliccate sui link indicati e leggete.

      Qui voglio aggiungere solo che il parlar male del "parroco che ha scacciato i neocatecumenali" vi qualifica nel migliore dei casi come stupidi ingenui, nel peggiore dei casi come kikos sotto mentite spoglie che vanno giudicando e mormorando e infangando il parroco. Proprio come il soggetto che ha scritto quelle cosacce su Facebook di cui si parla in questa pagina con tanto di screenshot (a proposito, le ha finalmente fatte sparire: ma ormai la figuraccia l'ha fatta per bene: ha mostrato i "frutti del Cammino" specialmente a quel parroco).

      Elimina
  12. Nota tecnico-operativa: il ragliare del singolo, in sé, non farebbe notizia (una testa calda la si può trovare dovunque, fermo restando che nei movimenti ecclesiali è decisamente improbabile assistere a sfuriate del genere).

    Fanno più notizia le reazioni non negative dei fratelli di comunità, che confermano - insieme alla permanenza su Facebook di quello sgangherato post per ormai due giorni - che non è stato un banale momentino di rabbia asinina ma la manifestazione di un sentimento neocatecumenale ben condiviso. Non hanno paura della figuraccia ma del far notare cosa il Cammino ha messo loro in cuore.

    Se fossi nei panni del parroco, mi stamperei quel post e lo affiggerei alla bacheca della parrocchia e ne manderei copia al vescovo, e magari lo invierei ai confratelli ammanicati col Cammino per vedere quanti di loro prendono onestamente le distanze (hint: zero). Infatti il peggior nemico del Cammino è chiunque getti luce sulle opere neocatecumenali.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alcuni articoli degli scorsi anni, per chi non cogliesse bene il contesto di quel fratello di comunità sgangheratamente ragliante:

      - Napoli: i parroci non ne possono più del Cammino.

      - Kiko vuole dar battaglia ai parroci

      - Testimonianze di sacerdoti sull'arroganza del Cammino

      - Articolo del 1990: i kikos "disgregano le parrocchie, esasperano i parroci"

      - Quei vescovi che si fanno "ribattezzare" dal Cammino

      - don Ariel: "i sacerdoti sono le prime vittime" del Cammino

      - Altre testimonianze di sacerdoti italiani sul Cammino

      - Pacata "catechesi" di SanKiko SantArgüello "iniziatore" del Cammino: «Noi stiamo ricostruendo la Chiesa e la Chiesa non può prescindere da noi.
      Sarebbe un errore enorme. Possono farlo ma sarebbe un errore, perché sarebbe opporsi all'opera del Signore.
      Io sono un'opera del Signore. Parlo qui mosso dallo Spirito del Signore, come tutto ciò che ho fatto è stato per l'azione dello Spirito Santo.» [testuali parole]

      Elimina
    2. Eh, infatti si vede: la violenza dei camminanti, l'ira, la malvagità, il vilipendio della religione cattolica sono proprio opere dello Spirito Santo, vero? Sono opera del demonio! kiko arguello dovresti convertirti prima che sia troppo tardi per te. Tu ti senti più potente di Dio, ma ricordati che Dio ha rovesciato i potenti dai loro troni!

      Elimina
  13. Apprendo laudato si di papa Bergoglio
    Immagino riguardi l'ecologia e responsabilità verso il pianeta e umanità...
    Ecco,io penso di non avere chissà quali costi o vizi e penso di avere emissioni di elementi di scarto umani, penso di impattare sul pianeta in termini di CO2,cibo e soldi in modo molto piu' nobile e parco rispetto che a certi insegnanti arrivisti...
    Io quello che potevo dare l'ho dato e idem quello che potevo fare...
    Quindi se puo fare qualcosa o riesce io vorrei sapere se posso contribuire in un edificio religioso per i fatti miei...perche' anche tra fratelli di vario tipo nascono discordie...di contribuire o a fare del verde che emetta o2 e antiossidanti o una scuola di cristiani per creare coniugi e consumatori utopistici e combattenti verso i cadaveri incancreniti dimenticati da saggi mestieranti interessati nei loro ruoli giusto per ambire a pace e armonia...
    Io penso non sia chiedere molto...
    Altrimenti mi dispiace per Kiko ma non me la sento di andare sotto un treno o buttarmi giu' da un ponte con l'omelia già pronta,anche le risorse incriminate oggetto di contesa e almeno la dignità umana di permettere a mia madre di piangere un corpo intero giusto x evitare costi aggiuntivi di trasporto,bolli e altro...
    Io penso che sia una ragguardevole e equa ambizione...
    Altrimenti dove si può chiedere asilo politico o ci sono governanti che possono intercedere o permettermi di essere ripreso da satelliti e droni... sempre se non è chiedere troppo...
    Io non ho altro da chiedere...
    Grazie x chi vuole aiutarmi e collaborare...
    Almeno finisco il cammino sotto i migliori auspici ..

    RispondiElimina
  14. Quello che mi colpisce di tutta questa faccenda è che il vento comincia a cambiare.
    Non solo per il coraggio del parroco che si è esposto in prima persona alle ire funeste dei "camminanti su vicoli ciechi", ma perché è certo l'appoggio del vescovo.

    Normalmente, in una parrocchia si cerca sempre di seguire una certa continuità e se c'è il neocatecumenalesimo si è sempre cercato di mandare preti neocatecumenali o perlomeno non contrari.
    Almeno da noi è sempre successo così.

    Ora invece pare che in più posti i vescovi mandino proprio parroci "atti ad epurare", fregandosene della "continuità".

    Anche qua da noi recentemente una parrocchia ha allontanato il Movimento Neocatecumenale e prima di quella, anche alcune altre.

    Quindi la vicenda odierna non è l'atto di forza di un singolo parroco, ma una inversione di rotta.
    Lenta, paziente, pacifica (per quanto può essere pacifico aver a che fare coi neocatecumenali), ma pur sempre un'inversione "dal basso", a cominciare dalle parrocchie.

    Se in quella parrocchia avessero voluto mantenere le 6 comunità kike, non avrebbero mandato quel parroco che come dice LUCA, prima ha tentato di farle pervenire a più miti consiglie e poi, constatando l'inutilità dei tentativi, si è deciso ad "epurare".

    C'è un'altra parrocchia a Roma che versa in una situazione simile, provocando non solo lo scontento ma anche l'allontanamento di tutti i parrocchiani non neocatecumenali.
    Prima o poi si spera che abbia la stessa sorte di quella in oggetto oggi.

    Il vento cambia, cari kikos.
    I parroci che non approvano il kikianesimo vengono mandati per una ragione nelle parrocchie kikizzate, altrimenti si potrebbe tranquillamente continuare la sequela scegliendo parroci che assicurino la continuità.

    Allora anche il "gradino più in alto" rispetto alla parrocchia, sta iniziando a muoversi.
    Forse i vescovi sono stanchi di dover sempre risolvere problemi nelle parrocchie-kike e questo deve aver fatto prendere loro una certa coscienza di come stanno davvero le cose.

    Dopo i parroci e i vescovi, manca solo il Papa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La speranza è l'ultima a morire.
      In fondo il CN è partito dal basso (con i soldi di Carmen).
      E dal basso si sviluppano e crescono gli anticorpi del CN (anche senza i soldi di Carmen).
      La strada è lunga, ma l'inversione della tendenza è inequivocabile.
      Il CN è oramai un "movimento" di nicchia ad incremento puramente demografico (figli dei camminanti).
      LUCA

      Elimina
  15. Perdete ogni speranza, o voi che odiate il Cammino. 6 comunità le spostano di qualche chilometro? Che sono rispetto alle migliaia di chilometri che spesso fanno gli itineranti o i missionari? Un cafone prende a parolacce un presbitero o un vescovo? Se ne pentirà amaramente! Tutte le comunità d'altronde sono chiamate a muoversi e ad essere missionarie e qualcuno è più recalcitrante di altri. Sbagliato installarsi troppo, a noi quando ci hanno spostato nel lontano 92 è stata una benedizione, sono nate molte più comunità.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma infatti, è quello che dico io! Che gli costa andare in un'altra parrocchia vicina quando a Roma sono state mandate in missione da Kiko intere comunità dalla parte opposta della città?
      Eppure ci tengono, ci tengono tanto a mettere le bandierine della loro dislocazione territoriale, ad aumentare il numero delle parrocchie e delle comunità per parrocchia!
      Non siamo noi a snocciolare i numeroni ed i grandi successi del Cammino!
      Eppure, oltre a questo tale che scrive su fb, sappiamo che il parroco è stato trattato male anche de visu dai neocatecumenali durante le riunioni indette in parrocchia.
      Io non lo so perché, ma ci tengono, ci tengono tanto a incistarsi in tutte le parrocchie!
      Anch'io appartenevo ad una di due comunità che furono spostate.
      Risultato? Nella mia parrocchia d'origine mai più è attecchito il Cammino. In quella di destinazione, dopo un'iniziale fioritura, ora è un mortorio, soprattutto perché ci sono solo loro, non ci sono altre iniziative e gli altri parrocchiani sono sloggiati.
      Ma certo che vi interessa conquistare tutte le parrocchie, non per niente sono famose le cartine neocatecumenali con le bandierine.

      Elimina
    2. Giusto!!
      Proporrei di spostate tutte le comunità neocatecumenali, di ogni diocesi, in una sola maxi parrocchia, sai quanto starebbero bene tutti insieme.
      Tipo una maxi fusione atomica.
      Filmiamo tutto, tipo grande fratello come dice Enzo Jannacci "per vedere di nascosto l'effetto che fà".
      Allora si che ne vedremmo delle belle.
      Questi signori illuminati del CN quando non hanno nemici esterni si massacrano tra di loro con le rivalità tra comunità.
      Immagino le lotte per il potere tra le prime comunità.
      Sarebbe un esperimento interessante, un po' come le fusioni di due comunità neocatecumenali.
      Chi ha vissuto una "fusione" sa di cosa parlo.

      LUCA

      Elimina
    3. @ Valentina

      La mia esperienza è identica alla tua.

      Nella parrocchia d'origine il Movimento Neocatecumenale aveva attecchito molto.
      Poi fummo spostati in una parrocchietta più piccola. Tutti. Da allora in poi, in quella parrocchia il Movimento Neocatecumenale non ha più potuto mettere piede. "Neocatechumenal Free", mi piace dire.

      Fin dall'inizio, quelli che accettarono di spostarsi furono meno di un quarto.
      La parrocchia "ricevente" ha molto stentato a decollare, anzi potrei dire che non ha decollato mai.

      Ora hanno chiuso pure quella.
      Altro che fioritura...
      Nel '92 erano altri tempi, coincidono proprio con l'inizio del declino, ma ancora c'era un po' di margine.

      @ LUCA

      Ho vissuto 4 fusioni.
      L'ultima è stata devastante.

      Quando si parla, i kikos non ci credono, ma sappiamo quello che diciamo.

      Esclusi i deceduti, se facessimo la somma dei numeri originari delle 4 comunità fuse negli anni, avrebbero dovuto superare le 150 persone.

      Oggi invece sono soltanto 35.
      Se ne sono andati in così tanti, che il numero dei fuoriusciti supera di gran lunga quello dei deceduti e degli attualmente presenti.

      Ah, però dimenticavo, gli attualmente presenti sono "il resto", "gli eletti", quelli che hanno perseverato nel neocatecumenalesimo fino alla fine, perciò conquisteranno "La terra promessa da Kiko".
      Quale sia questa Terra, lascio alla sensibilità di ciascuno poterlo immaginare.

      Elimina
  16. Ascoltando il Tg ho sentito di un nuovo focolaio di covid19, più di 100 persone, in Germania causa Messa di Pentecoste. Ho cercato maggiori informazioni su internet e mi puzza tanto di neocatecumenali. Qualcuno, magari Libera mente semper ottima investigatrice, può indagare meglio.

    https://berlinomagazine.com/2020-germania-focolaio-in-chiesa-piu-di-100-contagi-115657-2/

    Frilù

    RispondiElimina
  17. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  18. @ Frilù

    Pronta all'appello, ormai mi sono ritrovata nel ruolo di segugio...:)

    No, la chiesa in questione di Bremerhaven non è kika.
    Si tratta di una "Chiesa libera" pentecostale (non dipendente dallo Stato, da cui non riceve la "kirchensteuer", la famosa tassa ecclesiastica tedesca).
    E' una chiesa Evangelica pentecostale, la "Comunità cristiana del Vangelo libero", che però ha molti tratti comuni col neocatecumenalesimo:

    - le comunità sono finanziate con donazioni dai loro membri
    - i membri della comunità vivono isolati
    - spesso sono famiglie con molti bambini
    - credono che la Bibbia sia l'UNICA parola infallibile e sovrana di Dio ispirata da Dio
    - viene spesso cantato e ballato ad alta voce

    https://www.butenunbinnen.de/nachrichten/gesellschaft/freikirchliche-gemeinde-bremerhaven-100.html

    RispondiElimina
  19. “Non siamo noi a snocciolare i numeroni ed i grandi successi del Cammino!”
    Tornando al post di oggi, mi faccio ispirare da questa frase di Valentina, per sottolineare i “numeroni “ del cammino nella parrocchia di Dragona.
    - Ben 6 comunità per un totale di ….udite udite …160-180 fratelli , contando anche quelli che magari da mesi non vengono più….
    - Tutto questo in ben 30 anni di cammino neocatecumenale !!!!
    - Praticamente parliamo di circa…..5-6 nuovi adepti ogni ANNO !!!
    - In una parrocchia di 15000-20000 persone?

    Be effettivamente è davvero un “gran numerone “.

    Kiko e soci possono dormire sonni tranquilli.

    LUCA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'ho già detto in un'altra circostanza, ma ripetere non fa mai male:

      Nella parrocchia dalla quale me ne sono andata, ho saputo per certissimo da persona direttamente coinvolta nei fatti, che l'ultima comunità nata è stata quasi un anno con 1 SOLO CATECUMENO.

      Erano in 3: la coppia in appoggio ed un catecumeno.
      Non potevano metterlo nella penultima, perché aveva già accolto tutti i figli (solo quelli) di 4 o 5 catechizzazioni precedenti e non progredivano mai col primo passaggio.

      Quando lo seppi mi venne da ridere, ma per loro, in quella parrocchia, le comunità erano aumentate di 1 unità, almeno sui fogli che annualmente ci facevano redigere per il Centro Neocat.

      Una boutade, uno scherzo, un arrampicarsi sugli specchi...
      Ma questi mica se ne rendono conto.

      Elimina
  20. ANONIMO nostalgico delle 13 e 33:

    tu stai parlando del 1992! In commercio c'era ancora il COMMODORE 64!
    Hai lasciato aperto il sipario su una vecchia scena.
    Le informazioni che ci hai dato non sono tratte dal telegiornale di oggi, ma dal programma "Come eravamo".
    Lo sbarco di Normandia è già avvenuto e il Cammino è in ritirata.
    Guam, il Callao e, ora, perfino a Roma!
    Sei tu che devi perdere la speranza, suppongo

    RispondiElimina
  21. Voi pensate se certuni avessero ad esempio il commercio mascherine o altro...
    Tra l'altro mi sa che...visto sopportare o continuare il cammino ci vuole proprio qualcosa di forte dentro di se

    RispondiElimina
  22. Kiko e c diffusori di fake e cake news...
    Kiko onnipotente...
    Peccato solo non abbia in mano il covid19 e il business d'azzardo e lo sport (x ora).
    Con loro non si finisce mai di imparare e di crescere...
    Sentirò la tua mancanza appena mancherò da questo blog...
    Abbiamo degli indovina indovinello...
    Almeno uno si può fare e rifare...
    Chirurgia psicologica...
    Avanguardia ..

    RispondiElimina
  23. Kiko alimenta crisi,perversioni e divisioni..
    Selezionatori locali,nazionali e internazionali...
    Kiko e c amici e campioni di umanita'...

    RispondiElimina
  24. La sintesi:
    L'istituzione del figliol prodigo senza lieto fine...
    Vorrei sentire che difesa offrite?
    Essere peccatori,nessun obbligo ai frequentatori di sfuggita?
    Voi siete degli abusivi di esercizio altrui...
    Meritereste le peggiori restrizioni e controllo...altroche le libertà e tolleranze ricevute...
    Nemmeno materiale buono date ... perché dite sempre colpa altrui... però stando alle vostre regole...
    Voi meritereste la fine del business sporco che muovere...
    Soffocate famiglie, vocazioni,fede e credibilità a chi pensava altre cose...
    Vergognatevi dilettanti molestatori...
    Vi va bene finché vi danno libertà e lasciano fare...
    Meglio la messa su Tv2000 o RaiUno...Per difendere quel poco che ancora uno sopporta ...
    Ignorate...avete ragione...
    Così si compie le conseguenze o si fa onore al cammino...
    Vi darò notizie ancora...non si sa di che tipo...
    Buon sonno della ragione,camministrazione,viaggio ed eresia a piede libero...
    Auguri fratelli...
    In alto i cuori...si brinda e blinda il sodalizio...
    Ciaoooooooooooooooooo

    RispondiElimina
  25. Vedo...vedo... vedo...
    La forza degli elementi e della natura...
    Vedo la gente pensierosa e che agisce...
    Vedo possibilità...
    Kiko e c fate qualcosa...

    RispondiElimina
  26. Kiko e c alla fine sono buoni e il cammino è bello...
    Vogliono farmi il regalo di compleanno...
    Il punto e che quando uno non è convinto la colletta in bolletta è una disdetta...
    E riguardo il cammino tu che 6 bravo a raddrizzare ci penso io,ma non mi devi rompere e potermeli usare...
    Almeno sappi ci sono altri nel mondo...
    Le cose stanno prendendo una tinta... nemmeno ai miei capelli 6 riuscito come efficienza...
    Ti sfratto e ti imbratto..
    Impositore di reati disperati autodifensivi...
    Kiko 6 eretico disgraziato della stessa pubblicità propagandistica...
    Datti un contegno e misurati...
    Scusa ma me le sto bevendo per fare bene il cammino...
    Devo fare di piu', così è meglio...
    Spero non sbagliare a versare e i postumi e cattivi pensieri,ma tanto 6 permissivo e previdente..
    Una assicurazione x la vita...
    Con la schiena rotta e anche altro...

    RispondiElimina
  27. Ho visto frankenstin giugno e il blocco del sistema simpatico e aigor..
    Cerca di prendere per buone le notizie,non fare di testa tua...
    Guarda ogni tanto la tv...bene anke io...tanto ...

    RispondiElimina
  28. Kiko e c
    Bisogna fare menzione e nota di merito per la cura con cui entrano e collaudano ogni buco e fessura...
    Dalle porte di casa ad ogni altra cosa, niente lasciato al caso...
    Kiko e c sono talmente signori che con loro non serve nemmeno il diritto di recesso o soddisfatti o rimborsati,per il semplice motivo che la cura e amore nei particolari è tale che uno può pensare (come pensano loro)che dopo un poco stanca o la proprietà...
    Quindi aperti alla vita è far girare...su questo sono unici e irripetibili...
    Grazie davvero per dare opportunità di riflessioni profonde e confessioni pubbliche ingrate nelle grate...
    Avessi una scala e il camino...

    RispondiElimina
  29. Piccolo off-topic, perché il tema è interessante e tocca punti roventi che in questi anni di blog abbiamo spesso discusso (in quanto il Cammino è fondamentalmente una delle eresie che si spacciano per "frutto del Concilio"): don Barthe spiega le posizioni di mons. Viganò.

    Sì, c'è bisogno di "spiegazioni" perché gli eretici che si autoproclamano «frutto del Concilio» sono prontissimi a fingere di non capire e ad etichettare in modo infamante chiunque non accetti l'idea che il Concilio Vaticano II sarebbe una rivoluzione che consente di qualificare "cattolica" ogni eresia malamente travestita.

    RispondiElimina
  30. Viganò non ha detto un fiato contro la Chiesa Conciliare fin che ha potuto tenere la borsa. Squallore.
    Eretico, disobbediente, apostata, prezzolato.
    (ma tanto non lo pubblicate...)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E invece lo pubblichiamo, il cretineocatecumenale delle 12:34, per dimostrare le altissime vette di ragliante asineria che il Cammino fa raggiungere ai kikolatri.

      Con la stessa obiezione del fratello cretineocatecumenale GpG si dovrebbero condannare tutti i santi perché in vita loro sono tutti stati peccatori prima di diventar santi. A cominciare dal Buon Ladrone, canonizzato da Nostro Signore personalmente, contro il quale GpG raglierebbe furioso: «il Buon Ladrone è sempre stato ladro e malfattore anziché stare insieme agli Apostoli alla sequela del Signore! ha potuto tenere la borsa!» Per un somaro altamente ragliante come GpG, è impossibile che qualcuno in vita sua si accorga di aver sottovalutato un problema. Come dice il proverbio, solo i cretini sanno essere sempre coerenti con sé stessi.

      Passiamo quindi all'epica ragliata dell'eretico GpG (eretico perché professa le dottrine kikiste-carmeniste, infognate di errori contro la fede), che crede di avere autorità per sputare addosso a chi non loda l'idolo Kiko e farlo senza addurre minimamente argomenti. Vorremmo qui ricordare a tutti che:

      - "eretico" è colui che professa dottrine sbagliate (come ad esempio il fratello GpG, che non si è mai sognato di riconoscere che la Chiesa insegna una cosa e il tripode Kiko-Carmen-Cammino ne insegna una diversa); mons. Viganò, finché non insegnerà errori dottrinali, non può essere qualificato come eretico;

      - "disobbediente" è colui che non ubbidisce al Papa (come ad esempio il fratello GpG, che se ne è infischiato della lettera con le «decisioni del Santo Padre» del 1° dicembre 2005, preferendo in questi quindici anni celebrare la carnevalata liturgica neocatecumenale ed evitando di ricordare ai suoi cosiddetti "catechisti" che le celebrazioni del Cammino vanno contro il Messale, contro il Papa, e contro lo stesso Statuto del Cammino); mons. Viganò non ha disubbidito al Papa, tanto meno quando ha evidenziato il marciume che c'era nella Chiesa - in particolare, il caso dell'abusatore sessuale McCarrick, ospite d'onore del seminario neocatecumenale Redemkikos Mater (chissà perché pedofili e abusatori sono sempre trattati con tutti gli onori nel Cammino), soggetto che papa Bergoglio ha privato del titolo di cardinale e l'ha pure spretato;

      - "apòstata" è colui che rinnega la fede cattolica (come ad esempio il fratello GpG, che di fronte alle clamorose differenze tra la fede in Cristo e la fede in Kiko, ha abbandonato la prima per abbracciare la seconda, e ciononostante va spacciando sé stsso per "fede adulta dei primi cristiani delle origini cristiane", come se i primi cristiani facessero il girotondo idiota e le grattugiate di chitarrella kikiana);

      - "prezzolato", in questo contesto, è colui che agisce contro la fede per guadagnarne denaro: ci chiediamo se GpG sia uno di quei poveri kikos che i soldi li danno, o magari se sia uno di quei kikos che i soldi li prendono, come ad esempio i cosiddetti "catechisti", "itineranti", e tutta quella casta neocatecumenalizia che è praticante (del kikismo) ma non necessariamente credente (in Kiko). Al contrario, nessuno ha pagato mons. Viganò (sfido il ragliante cretineocatecumenale GpG a dimostrare il contrario, ma tanto lo so già che GpG è capace solo di giudicare temerariamente, accusare, mormorare, e scappar via come un ragliante coniglio).

      Gli insulti a mons. Viganò da parte degli adepti del kikismo-carmenismo, dimostrano esattamente ciò che avevo scritto alle 12:00 - cioè che gli eretici-disubbidienti-apòstati-prezzolati, che hanno costruito le loro fortune sulla falsa convinzione che il Concilio Vaticano II sarebbe l'autorizzazione a reinventarsi fede, morale e liturgia a proprio comoco, vedono come fumo negli occhi qualsiasi onesto ragionamento sul Concilio e sulla Tradizione.

      Elimina
    2. Ah, faccio anche notare che il fratello neocatecumenale GpG si è comportato esattamente come il fratello neocatecumenale di cui parla questa pagina: odio e insulti, questa è la "fede adulta" dei kikos.

      Se l'asino ragliante GpG fosse stato minimamente cattolico, avrebbe preso le distanze dal vergognoso soggetto che ha insultato il suo parroco. Avrebbe almeno ripetuto lo slogan "se il parroco non ci vuole, ce ne andiamo via", che i kikos amano ripetere ma solo quando il parroco li accoglie.

      Ringraziamo dunque il fratello ragliante GpG per aver dimostrato che la cosiddetta "fede adulta" dei kikos è uguale in tutti i posti e in tutto il mondo, e consiste di ipocrisia e odio, oltre che naturalmente di inganni e menzogne, che nel Cammino sono considerati strumenti santi qualora servano a difendere il prestigio della setta.

      Elimina
    3. Io dico sempre che è l'ultimo messaggio,ma vedi:
      Quando ci sono lacune e certuni correttamente agiscono per sopperirle come mai cert'altri tardano?
      Per infierire,legittimare,paura,accreditarsi?
      Questo agire non è cristiano, nemmeno costruttivo x la societa'...
      Io penso che sentendo persone,e se dovessero accadermi quelle più arretrate di me o vittime di abusi io proverei a capire quanto segno e flashback hanno lasciato,poi proverei a costruire fiducia con amore...
      Cioé non servono delle sanguisughe,ma se vogliono il mondo di un certo tipo non si devono neanche impegnare e che lo dicano...
      Purtroppo anche in certe altre zone del mondo l'essere vincente, competitivo e affidabile è una persona spesso individualista...
      Sia ben chiaro che non è sbagliato in toto essere cosi',ma alle volte si chiede e richiede...
      A me piacerebbe che a breve parta una bella campagna,ideologia e struttura atta a puntare di più sul recupero che sul consumo o ambizione carrieristica...
      Io da misero quale sono mi sono trovato in buona fede nella vita ad avere delle persone forse atte x una decrescita piu' felice e integrazione territoriale,ma se poi subentrano antipaticamente delle richieste piu' prioritarie,sensibili e di vita io "quelli lì" e quella "roba lì" la tollero finché non mi sottraggono altre risorse, finché non divulgano che volevano,potevano e altre cagate e penso che le loro risorse, legittimazioni e modi siano da prendere a calci nel sedere perché sono asini a tutti gli effetti...
      Io mi auguro parta una forza,agire, volontà, pensiero che tocchi questi target,mmotivazioni, sensibilità e doveri di tentare...
      Io non sono arrivato e immagino faccia sorridere provare,chiedere o affacciarsi perché ci sono specialisti che provano a "standardizzare" o rendere facile o fingere una integrazione che poi sarà falsa,ccostosa,traumatica,dispersiva x errori concettuali di partenza,errori di approvigionamento di sostanza e limiti evidenti di pazienza perché è dura...
      Forse ho fatto capire una mia sensibilità, punto di vista e business benevolo a maggior ragione se con risultati...
      Il cammino non è questo finché non lascia e fa crescere le persone, finché non ragiona sul senso di risorsa, agire e conseguenza...
      Si vede che siamo troppi nel mondo...ma non è che Kiko come altri "illuminati" siano l'umanità ridotta a bambino per fare... Quando va bene...e comunque male...
      Quindi avanti così...
      Una mano lava l'altra...
      Mi apro una birra così erutto...

      Elimina
  31. Vi invito a firmare petizioni x fine vita e donazione organi...
    O riempire le chiese anche da tardoni esclusi...
    Ogni materiale e collaborazione va nella direzione cristiana di fare riflettere,apprendere,prendere quello che si puo'...
    Domani messa in TV perché è meglio...
    Speriamo mercoledì la visita psichiatrica... Speriamo sappiano darmi qualche cosa di forte oltre al solito che ho preso finora...
    Mi auguro abbiano ancora rimanenze nei loro scaffali e non se la tirino troppo x le lunghe...
    Poi gli unici gemelli che posso dare sono nei pantaloni o cadono nell'acqua per il voltastomaco di buon governo...
    Oltre non posso dare ne ambire...
    Per fortuna...

    RispondiElimina
  32. Buongiorno kiko e Friends...
    Il fuoco della fede rischia di divorare ogni cosa nel suo tragitto
    È ormai un cammino segnato dalle vicissitudini e sofferenze della natura per mano dell'uomo ribellatosi come Adamo ed Eva col serpente traditore...
    Quindi è giusta la punizione eterna divina x i serpenti ingannatori...
    Vediamo cosa accadrà in questa estate calda.
    Buona domenica

    RispondiElimina
  33. Nel 1972 in una parrocchia della diocesi fiorentina un parroco osteggiò il cammino fino a costringerlo ad emigrare qualche chilometro più in là, e assistetti di persona a una violenta sassaiola, messa in atto da giovani invasati gregari di Kiko, contro la finestra di camera del parroco, sassaiola insaporita dalle urla "faraone, faraone". Il povero parroco si ammalò di depressione... Altro che attacchi verbali sui social... 50 anni fa, che monotonia...

    RispondiElimina
  34. Nel 1972 in una parrocchia della diocesi fiorentina un parroco osteggiò il cammino fino a costringerlo ad emigrare qualche chilometro più in là, e assistetti di persona a una violenta sassaiola, messa in atto da giovani invasati gregari di Kiko, contro la finestra di camera del parroco, sassaiola insaporita dalle urla "faraone, faraone". Il povero parroco si ammalò di depressione... Altro che attacchi verbali sui social... 50 anni fa, che monotonia...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Immagino che dopo tutti questi anni costoro, terminato il pagamento del mutuo al pittore spagnolo, facciano parte della schiera degli eletti...

      Elimina
    2. Probabilmente sono quelli che entrano trionfalmente in fila per due in chiesa con le vesti bianche e le palme giganti la domenica delle Palme al canto "sono quelli che vengono dalla gran tribolazione...". Tribolazione che hanno dovuto patire quelli che hanno avuto la disgrazia di trovarseli/incontrarli sul loro cammino di vita...

      Elimina
    3. Caro noKiko, non solo eletti... Gianfranco mi ha dato sufficienti elementi per comprendere che due di questi esagitati sono diventati sacerdoti del cammino

      Elimina
  35. Pur non facendo parte del Cammino e frequentando la Parrocchia ho notato atteggiamenti molto duri dacda parte del Parroco contro molti Parrocchiani che non seguono il Cammino.La bravura di un Sacerdote sta nel promuovere le verità di fede (solo su quelle può esistere l'unità della Chiesa), non nel cercare di far coesistere verità ed errore. Qualificarsi come Realtà Parrocchiale o come Itinerario di Riscoperta non dà diritto ad avere spazi in parrocchia, se non si promuovono tutte le verità di fede. Il Compianto Dom Claudio fece installare il Cammino e i pessimi risultati sono visibili ancora a tutti.Certo e' che l atteggiamento aggressivo dei neocatecumenali fa' molto riflettere .Spero per loro che ritornino alla vera fede cattolica

    RispondiElimina
  36. Siamo tutti cattivi in una verità raccontata male!questo parroco ha cancellato un cammino per imporre il suo (andate la domenica a messa fanno inviti e parlano solo dei salvadoriani e non fanno altro che ripetere il miracolo di padre Jordan)addirittura a fine messa dicono ringraziamo padre Jordan, e poi dicono che il cammino idola Kikio arguelo, anche io sono fuori dal cammino ma tocca vedere se quest altro cammino che ha cacciato in modo violento i catecumeni sia migliore!il cammino per molti può essere pesante può farci sentire giudicati e fatto di persone che possono sbagliare ma allo stesso tempo a molte persone ha fatto bene, per me quando ero a dragona sono stati la mia unica famiglia, se qualcuno sta male loro sono con quella persona!nella vita reale non ho mai conosciuto gente così!io lo approvo, potete rispondermi cristianamente io sono uno che ha provato tutti e cammini e anche altre religioni per una ricerca spirituale ora per curiosità proverò anche i salvadoriani!tutte le strade che portano a Dio fanno bene!i movimenti cristiani dovrebbero essere come fiumi che portano allo stesso mare ossia a Dio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Buuu! buuu! ci hanno scacciato dalla parrocchia! il beato Jordan vale meno di Kiko Super Santos (autocanonizzatosi)! ora mi invento qualche brutta calunnia contro il parroco che non si è convertito a Kiko! corro sul blog e fingo di non essere del Cammino!"

      Piccolo promemoria: il Cammino Neocatecumenale è certamente zeppo di eresie e ambiguità; e comunque nessun cristiano è obbligato a effettuare "cammini" di qualsiasi tipo. Se il parroco promuove attivamente l'esperienza che più ritiene valida, non c'è niente di strano (e niente di obbligatorio). L'esperienza va valutata per ciò che è: il Cammino è certamente imbottito di eresie, per cui se un parroco propone il Cammino sta proponendo un veleno spirituale per i fedeli; se un parroco scaccia il Cammino, sta scacciando l'eresia e gli strafalcioni e l'arroganza e l'ipocrisia.

      Ad ogni modo mi piacerebbe capire come mai quando un parroco scaccia i kikos, subito intervengono qui degli anonimi "non kikos" per dire che il Cammino è buono ed è stato trattato ingiustamente. Che strano. Chissà perché.

      Intanto, come si vede dalle schermate presentate sopra, quando il parroco smette di accogliere i kikos, subito volano insulti volgari e gira velocissima la macchina neocatecumenale del fango sui "faraoni". Ci avete fatto caso? i sedicenti parrocchiani "non kikos" non si sono minimamente espressi sugli sgangherati insulti pubblicati su Facebook dal sullodato fratello di comunità Matteo. Il quale li ha tolti solo dopo che qualche valente pasqualone, identificata la parrocchia di Dragona, ha chiesto alle comunità che vi imperversavano di controllare al più presto e di far sparire quegli arcani del Cammino o almeno di non renderli più visibili.

      Allora, cari anonimi cristiani "non del Cammino", cosa ne pensate di un kikos che dice: «non gli sputo in faccia [al parroco] perché rischio di improfumarlo»? Cosa ne pensate del fatto che nessun kikos si è degnato di rimproverare il fratello Matteo, ed anzi hanno apposto diversi Like alla sua vergognosa intemerata? Cosa ne pensate del fatto che per giorni e giorni quella robaccia è rimasta pubblicamente visibile sulla sua bacheca Facebook? (Vedete, quei riquadri neri per coprire il suo nome servivano proprio a dimostrare che il soggetto, finché non veniva identificato da qualche valente pasqualone, non avrebbe avuto alcuno scrupolo a mantenere quella robaccia nella sua bacheca, men che meno a scusarsi col parroco e coi suoi lettori. Credono che il gettar fango su chi non è del Cammino, significherebbe rendere gloria a Dio (al dio Kiko). Questa sì che è "fede adulta", ragazzi, questo sì che è "riscoprire il battesimo", questo sì che è "il Cammino mi ha salvato"...

      Elimina
    2. Non tutte le strade portano a Dio.

      Chiunque cerca di imporre "un cammino" uguale per tutti sbaglia;
      lo sbaglio è pensare di dover a tutti i costi intrupparsi in 1 gruppo, mentre il cammino verso Dio non può che essere PERSONALE, non si trova "PROVANDO" tutte le varie religioni per scegliere quella che aggrada, ma cercando la VERITÀ che non può che essere UNA sola, per cui una strada esclude l'altra.

      Da come parli del CN mi sembra che stai dicendo, non che è il migliore, ma solo che è "meno peggio" di quest altro che hai sentito proporre ora e perché?
      Solo perché alcune persone NC ti hanno aiutato nel momento del bisogno? Questo rende buono il CN? A me, nel momento del bisogno mi hanno aiutato delle persone atee, allora devo dire che è meglio l'ateismo o che l'ateismo è anch'esso 1 fiume che porta al mare di Dio ?

      Che tu sappia, anche questi Salvatoregni predicano un vangelo diverso da quello che vuole il Signore, cercano di ingannare le persone per soldi, praticano il culto della personalità, usano tecniche di lavaggio del cervello, pretendono obbedienza, inducono ad abbandonare il coniuge se non è d'accordo o a rompere i rapporti coi genitori? Perché queste sono le cose (e altre peggiori) che trovi nuotando nel fiume neocatecumenale, questa è la "famiglia" che dovrebbe essere "buona" e portare a Dio. E poi i violenti sarebbero quelli che li hanno mandati via?
      Può essere, ma se anche questi ultimi fossero pessimi, ciò NON renderebbe "buono" il CN, perché Gesù non toglie il peccato "un po' e un po' lo lascia" ma lo distrugge e non vuole che sia praticato nel Suo Nome!

      Ti auguro di trovare la TUA strada, con o senza Salvatoregni.

      Elimina
    3. EC
      Salvatoriani, non salvatoregni.

      Elimina
  37. Queste persone non sanno cosa dicono.
    I Salvatoriani sono una "confraternita religiosa" non sono un "movimento laico ".
    Infatti, come sacerdoti, sono chiamati con il termine "Padre" e non con il "Don " dei preti diocesani.
    Chi scrive questi commenti è una persona ignorante, nel senso che ignora il funzionamento della Chiesa.
    Il presbitero della equipe internazionale del CN è Don Mario Pezzi.
    Prima era Padre Mario Pezzi perché stava in una "confraternita di religiosi", cioè i Padri Comboniani, ora, è stato cacciato dai Padri Comboniani per disobbedienza (cronica come il suo signore e padrone Kiko Arguello) ed è stato incardinato nella diocesi di Roma, appunto come Don Mario Pezzi.
    Quindi, i padri Salvatoriani fanno parte di una "confraternita religiosa" come ad esempio i Francescani, i Domenicani, i Comboniani, etc.
    Dire che vogliono imporre io loro modo di portate Cristo alla gente è sbagliato, perché, non mi stancherò mai di ripeterlo,loro non sono un "movimento laico".
    Quindi hanno una loro spiritualità ma seguino la dottrina della Chiesa in tutto e per tutto, perché sono Chiesa Viva.
    Invito chi ha scritto questo commento ad informarsi con attenzione per capire a pieno la differenza "abissale" che passa tra una "confraternita religiosa" ed un "movimento laico".

    LUCA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per capirci, non chiedono "decime" obbligatorie, non fanno "scrutini" ai parrocchiani, non predicano il peccato "necessario", non fanno la Comunione tutti insieme da seduti "come un banchetto comunitario", non fanno balletti ebraici o danze di Davide intorno alla "mensa-altare", non chiamano "Lectio Divina" la "Scrutazio" inventata da Kiko, non fanno convivenze ed incontri "comunitari" a porte chiuse, non hanno post-cresima gestiti solo dai neocatecumenali,non fanno messe nelle salette e non cambiano la dottrina Cristiana a loro piacimento, vedi fango del cieco nato, Zaccheo che sale sul sicomoro, la salvezza a grappoli, le 10 vergini che attingono l'olio alle convivenze neocatecumenali, le "cefale" per attirare i cinesi nel cammino neocatecumenale, etc.etc.etc.

      LUCA

      Elimina

I commenti vengono pubblicati solo dopo l'approvazione di uno dei moderatori.

È necessario firmarsi (nome o pseudonimo; non indicare mai il cognome).

I commenti totalmente anonimi verranno cestinati.