mercoledì 18 giugno 2008

Come si spiega? Cos'è cambiato?

Ci hanno fatto appena pervenire questa lettera, del Pontificio Consiglio dei Laici in risposta ad una delle testimonianze, come le tante già a noi e da noi inoltrate.

353/02/AIG-110 Vaticano, 28 febbraio 2002

Gentile Prof.ssa

Il Pontificio Consiglio per i Laici ha ben ricevuto la Sua lettera con l'allegato foglio relativo alla testimonianza vissuta insieme a suo marito nel Cammino neocatecumenale.
Posso assicurare che abbiamo attentamente considerato quanto lei ha voluto condividere con il nostro Dicastero.
Il Pontificio Consiglio per i Laici era già a conoscenza delle prese di posizione di diversi presuli in Italia anche allegato alla sua lettera, le quali fanno parte d'una peraltro più ampia e varia documentazione, di portata universale, con giudizi, esperienze e studi circa il Cammino Neocatecumenale. [la sottolineatura è nel documento]
Nel ringraziare per il suo contributo, approfitto della circostanza per trasmetterle cordiali saluti in Cristo e Maria SS.ma.

Stanislav Rylko
Segretario


Possiamo legittimamente chiederci cosa ha fatto cambiare idea all'attuale Presidente del Pontificio Consiglio, che così arriva ad esprimersi nel recente comunicato?
Il Pontificio Consiglio per i Laici ha avuto modo di constatare i numerosi frutti che il Cammino Neocatecumenale, sin dalla sua nascita, apporta alla Chiesa in vista della nuova evangelizzazione, mediante una prassi catechetico-liturgica accolta e valorizzata - nei suoi ormai quarant'anni di vita – in molte Chiese particolari.”.

165 commenti:

filus ha detto...

Mic,la letera è datata 353/02/AIG-110 Vaticano, 28 febbraio 2002
1-penso,certezza, che è una risposta standart,le testimonianze vanno valutate.
prendi per esempio le testimonianze riportate su vs.sito,
il 90%si possono ............
comè quella del figlio che voleva uccidere il padre.
Mic,smettila con le stupi...
fatti concreti per favore

mic ha detto...

evidente le testimonianze "di portata universale" - ed è evidente che non può riferirsi a testimonianze positive - non sono servite a nulla;

ma molto ha potuto, invece, la sapiente "macchina" pubblicitaria" di conio neocat

Sand ha detto...

Il 90 % ?

Non credo proprio e, in ogni caso, le tue sono asserzioni prive di ogni motivazione. Ti autoreferenzi filius...
Prova anche a contraddire i numerosi studi presenti nel sito. Perchè nel merito nessuno di voi è mai riuscito a confutare, con argomentazioni scientifiche, ovvio.

filus ha detto...

già fatto in passato,caro Sand

mic ha detto...

conosco la vita e la storia e la coppia concreta che ha inoltrato quella testimonianza, come conosco la mia testimonianza e tutte quelle arrivate qui...

non ti permettere di definirle altro che "fatti concreti" perché tali sono.

Fatti concreti che non contano nulla, naturalmente, ma "fatti" drammatici e dolorosi e pesanti "fatti", che sulla bilancia di alcuni che dovrebbero essere "custodi" della Fede hanno il peso di una piuma di fronte ad altri "argomenti"...

ma davanti al Signore non è così!!!!!

filus ha detto...

finora c'era solo 1 che scriveva filius

mic ha detto...

già fatto in passato,caro Sand

già fatto cosa? Confutato con dati????
ci stai prendendo per i fondelli???

filus ha detto...

non ti permettere di definirle altro che "fatti concreti" perché tali sono.
,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,
Mic,allora discutiamo di fatti concreti;p.es:?

frafra ha detto...

dice giudamaccabeo:

frafra scrisse:

Anche a me è capitata un'esperienza simile nella mia parrocchia. Anzi ex parrocchia.
...
A distanza di tanti anni posso dire che quella parrocchia non esiste praticamente più.

Credevo che a La Spezia non vi fosse mai stato il cammino.

....a la spezia non saprei. Io sono un po' più giù geograficamente

filus ha detto...

già fatto cosa? Confutato con dati????
ci stai prendendo per i fondelli???
,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,
Ti ricordi del tale che diceva del figlio che lo voleva uccidere?Il quale collabora con la padrona di felice?

mic ha detto...

Ti ricordi del tale che diceva del figlio che lo voleva uccidere?Il quale collabora con la padrona di felice?

stai parlando a vanvera, se ti riferisci al blog, qui sul blog è piovuto di tutto...

invece si parlava dei dati del sito, al di là delle testimonianze soggettive!

puoi scrivere quello che vuoi, ma la dialettica (!?) demenziale non fa per me

filus ha detto...

Grazie per il demenziale,
porta una testimonianza e discutiamola fino in fondo

mic ha detto...

Piuttosto, fo dato un'occhiata al blog di Tornielli: avete un'idea del perchè non ha ancora scritto il suo articolo sul Giornale con la notizia dell'avvenuta approvazione? O mi sbaglio?

Picciottino ha detto...

Mic è cascato dal pero! Forse si è anche svegliato!...omissis "le quali fanno parte d'una peraltro più ampia e varia documentazione, di portata universale, con giudizi, esperienze e studi circa il Cammino Neocatecumenale.
Ma è mai possibile che qualunque documento (questo tra l'altro di 6anni fa qualche mese prima dell'approvazione ad experimentum) possa essere letto solo in senso negativo? ma cosa pensi che il Vaticano approvi qualche documento così dalla mattina alla sera e senza prendere in considerazione una serie di documenti universali? (mondiali)e spiegami per quale motivo non dovrebbero essere testimonianze positive? saranno sicuramente testimonianze positive e negative, no comment sulla tua battuta, della macchina pubblicitaria!

Antonio Casini ha detto...

Io tremo, come tremavano i pastorelli di Fatima i beati! Giacinta e Francesco, per tanti che andranno all'inferno eterno, anche fra i Sacerdoti, che invece come eredita' se seguissero davvero Cristo Gesu' avrebbero una eternita' beatissima, grandiosa ed immensa,

ed invece scelgono di seguire satana e di seguire Giuda nel tradimento di Gesu' Cristo.

Signore, dacci Sacerdoti santi.

Antonio Casini

filus ha detto...

ma da quale manicomio estero è uscito Antonio Casini

Antonio Casini ha detto...

Noto che al governo, fra i Sacerdoti e fra tanti che pero' seguono il loro ventre, come nella Bibbia e' scritto, sembra che molti pensino di essere eterni e di non dover mai dare conto a Dio del loro operato.

Invece Dio chiedera' conto a tutti noi, ed anche a loro, di come avremo impiegato la nostra vita ed a servizio di chi la avremo messa.

Che Dio non trovi persi nelle trame del maligno alla loro morte chi oggi tanto sta remando contro la Chiesa di Gesu' Cristo, e che il loro trovarsi, presto o tardi lo sa Dio, davanti a Lui, non sia poi seguito da una condanna eterna.

Antonio Casini

Antonio Casini ha detto...

Filius, i toni da querela mica ti fanno guadagnare punti sai? Sempre meno cristiano appari, non certo di piu'.

E poi perche' estero? :-) ma, fai come uno spiritista che crede di sapere tutto di me perche' i suoi spiriti lo informano? e pero' gli dicono baggianate?

Quale discernimento utilizzi?

Antonio Casini

alessandra ha detto...

Vede è cambiato che sono stati vagliati tutti gli scritti ,che mons rilko ha avuto mdo cdi conoscere meglio il cammino vivendolo come ospite... e ha visto che molte testimonianze erano frutto di livore.... rancore... non accettazione...frustrazione... piuttosto che fatti concreti,e poi mi scusi nel pontificio consiglio per i laici nn mi sembra ci sia solo rilko.... e tutti gli altri espnonenti...tutti comprati... ma fatemi il piacere siate concreti nn fantasticate

mic ha detto...

spiegami per quale motivo non dovrebbero essere testimonianze positive?

sapeco che qualcuno lo avrebbe detto, per questpo ho specificato

ed è evidente le testimonianze "di portata universale" - ed è evidente che non può riferirsi a testimonianze positive - non sono servite a nulla;

perché sta rispondendo ad una persona che gli ha mandato una testimonianza negativissima con allegati anche tutti i pareri negativi dei vescovi e di quello si sta parlando...

Voi giratela come vi pare ma io aspetto ancora che la Dotrrina della Fede licenzi le catechesi...

filus ha detto...

non sia poi seguito da una condanna eterna.
,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,
Pensa per te,io penso a me

alessandra ha detto...

Antonio Casini ha detto...
Filius, i toni da querela mica ti fanno guadagnare punti sai? Sempre meno cristiano appari, non certo di piu'.

E poi perche' estero? :-) ma, fai come uno spiritista che crede di sapere tutto di me perche' i suoi spiriti lo informano? e pero' gli dicono baggianate?

Quale discernimento utilizzi?

Antonio Casini

18 giugno, 2008 17:33

che lavora in tribunale

filus ha detto...

E poi perche' estero? :-)
,,,,,,,,,,,,,,,,,,,
Perchè in italia i manicomi non esistono più

mic ha detto...

Comunuqe una cosa devo dirvela.
Questo percorso non sarebbe iniziato se Gennarini non avesso detto le baggianate iniziali sulla lettera di Arinze e non sarebbe proseguito e non proseguirebbe e non mi poteva fregare di meno di postare queldocumento avuto oggi, se non continuaste a volerci far credere quello che vi pare sul Cammino.

Datevi pace: il cammino non cambia identità per un'approvazione.

Ma se con quella siete nella Chiesa, stateci come si deve e piantatela di venirci a raccontare le favole!

alessandra ha detto...

Voi giratela come vi pare ma io aspetto ancora che la Dotrrina della Fede licenzi le catechesi...

18 giugno, 2008 17:39

e se accadesse ciò che è accaduto per gli statuti cosa che non c'avresti mai scommeso.... per una setta eretico gnosticaluterana che fai.....dimmelo sono curiosa

alessandra ha detto...

dimenticavo kiko è come la piovra ha tentacoli dapperttutto

filus ha detto...

Ma se con quella siete nella Chiesa, stateci come si deve e piantatela di venirci a raccontare le favole!
,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,
Ti posso rassicurare su di me,io ci sto come si deve

Antonio Casini ha detto...

Filius scrive:

E poi perche' estero? :-)
,,,,,,,,,,,,,,,,,,,
Perchè in italia i manicomi non esistono più
:::::::::::::.

Ah, ecco perche' i corridoi qui sono sempre vuoti!

Si sono dimenticati di me!! :-)

Antonio Casini

mic ha detto...

Per tornare ad elementi seri e Cattolici:

perché non celebrate messe per i defunti?

Forse anche questa è una dimostrazione che il vostro rito non è "la Messa?"

alessandra ha detto...

Ma se con quella siete nella Chiesa, stateci come si deve e piantatela di venirci a raccontare le favole!

18 giugno, 2008 17:42

visti i tuoi post su questo blog ,scusami la presunzione,...credo di non aver nulla da imparare da te, se nn il livore, ma nn mi piace molto sai?

mic ha detto...

e se accadesse ciò che è accaduto per gli statuti cosa che non c'avresti mai scommeso.... per una setta eretico gnosticaluterana che fai.....dimmelo sono curiosa

lo vedrai se e quando succederà!

Rispondi perché non celebrate messe per i defunti!

mic ha detto...

visti i tuoi post su questo blog ,scusami la presunzione,...credo di non aver nulla da imparare da te, se nn il livore, ma nn mi piace molto sai?

"livore" è il termine che usi con maggiore frequenza e io non me lo senti... non è che ti stai specchiando?
non ho mai preteso di ninsegnarti nulla, ho solo sempre parlato della fede della Chiesa

prima ho preteso solo che non veniate qui a raccontare le favole!
E' presunzione questa?

Ma PERCHE' SIETE ANCORA QUI???

alessandra ha detto...

perché non celebrate messe per i defunti

noi se vogliamo lo facciamo ...tranquillo....
nella celebrazione del sabato sera se vogliamo far dire messa per caro defunto lasciamo bilgietto al presbitero

filus ha detto...

Rispondi perché non celebrate messe per i defunti!
,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,
di cosa parli,la messa per i propri defunti si richiede personalmente al parrocco,
le preghiere per i defunti sempre

alessandra ha detto...

specchiando?
non ho mai preteso di ninsegnarti nulla, ho solo sempre parlato della fede della Chiesa

prima ho preteso solo che non veniate qui a raccontare le favole!
E' presunzione questa?

Ma PERCHE' SIETE ANCORA QUI???


perchè forse mic qualcuno dovrà sbugiardarvi prima o poi

e cmq non mi apparteine io difendo il cammino nn vomito ....calunnie nn mi attacco anche a cm si dgt le parole questo lo fate voi

filus ha detto...

Ma PERCHE' SIETE ANCORA QUI???
,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,
per dimostrarvi che avete torto,non mi costa fatica recuperare un fratello che sbaglia,
se è fratello in Cristo Gesù chiaramente

mic ha detto...

noi se vogliamo lo facciamo ...tranquillo....
nella celebrazione del sabato sera se vogliamo far dire messa per caro defunto lasciamo bilgietto al presbitero


da te non poteva venire risposta diversa ;)

filus ha detto...

e poi imparo pure qualcosa,perfino scrivere in italiano

mic ha detto...

perchè forse mic qualcuno dovrà sbugiardarvi prima o poi

vedo che ti interessa più sbugiardarci, cosa che non avete fatto, chissà perché, piuttosto che cercare la verità

e per ora ne ho abbastanza

alessandra ha detto...

da te non poteva venire risposta diversa ;)

18 giugno, 2008 17:57

la verità mic ,la verità

alessandra ha detto...

filus io col pc nn scriverò mai in tialiano

mic vattene ha detto...

mic....sará forse che hai perso e non lo vuoi ammettere????

e'ora che te ne vai...capito????

puntualmente le tue sagge affermazioni vengono smentite dal Papa, da Rylco e dalla madre chiesa....allora??????

sara'forse che hai sparato cazzate per anni????

Picciottino ha detto...

ma chi ti ha detto che non celebriamo messe per i defunti? Se e quando un fratello lo vuole chede al presbitero la messa in suffragio per un defunto, mi sembra che capiti così in tutte le parrocchie del mondo! Oppure nella tua "chesa" succede qualcos'altro?

mic vattene ha detto...

allora continua pure nel tuo IMPORTANISSIMO LAVORO DI SBRODOLARTI ADDOSSO LE BOJATE....TANTO NON TI SENTE NESUNO.....ANZI TI E'RIMASTO STEFANO E QUEL PROFESSIONISTA DI BARILE.....

EHM.......SCUSATE LA MIA DI BOJATA SU BARILE....

ah ah ah ah ah ha detto...

Mic, a sbugiardarvi ci pensate da voi.
ah ah ah ah ah

Picciottino ha detto...

M I C A C A S A !!!!

Antonio Casini ha detto...

con "mic vattene" siamo al delirio.

Mic, questi sono segni da parte di Dio che la nostra opera sta producendo frutti buoni, insopoportabili da chi non ama vengano alla luce le cose che devono invece essere gridate dai tetti.

Antonio Casini

ah ah ah ah ah ha detto...

Antonio... mi fai paura!!!

Antonio Casini ha detto...

E quali sarebbero le affermazioni di Mic smentite dal Papa in persona?

Quali?

O se no proprio l'utente "mic vattene" e' il caso vada per altri lidi a raccontare cretinate.

Antonio Casini

Picciottino ha detto...

Antonio Casini ha detto...
con "mic vattene" siamo al delirio.

Mic, questi sono segni da parte di Dio che la nostra opera sta producendo frutti buoni, ......

Ma visto che ci sei perchè non vai anche tu? Ma che frutti avete prodotto? Ma sei fuori come una tapparella? I frutti ve li producete e ve li mangiate tra voi 4 pazzi e fuori di testa. Avete rotto inventatevi una cosa nuova ormai siete in fuorigioco, che vi piaccia oppure no dovete tornare sui vostri passi e ricredervi di tutte le boiate che avete scritto per anni qui sopra, pensando di stare dalla parte della ragione ora siete stati certificati che siete eravate e sarete sempre dalla parte del torto!!!!

Gianluca ha detto...

Mic, questi sono segni da parte di Dio che la nostra opera sta producendo frutti buoni, insopoportabili da chi non ama vengano alla luce le cose che devono invece essere gridate dai tetti.

Antonio Casini

18 giugno, 2008 18:06

Comincia a gridare che i statuti sono stati approvati ;-))

Vittorio ha detto...

"sara'forse che hai sparato cazzate per anni????"

mi pare che nessuno lo abbia mai dimostrato

Alessandro ha detto...

Messaggio per Alessandra e gli altri cristiani cattolici che percorrono il CNC:
BASTA, VENITE E VENIAMO VIA.. ALIMENTIAMO SOLO IL MARE ANZI L'OCEANO DELLE SCIOCCHEZZE CHE SONO SCRITTE IN QUESTO STUPIDO SITO: NON DIFENDIAMO CI MA NON PER SUPERIORITA' CRISTIANA, MA SEMPLICEMENTE PER SQUALLORE DEGLI ARGOMENTI E PER NON ALIMENTARE QUESTA MASSA DI BILIOSI.
MA SI PUO' SPERARE DI AVERE UN CONFRONTO CON CHI SI CHIEDE PERCHE' APPROVATI GLI STATUTI CONTINUAMO A SCRIVERE QUI SOPRA? SI DOMANDANO QUALE SARA' L'INTENTO. ALESSANDRA, LE TUE PAROLE NON HANNO NEMMENO PERMESSO DI CAPIRE CHE TU, IO NEI MIEI EPISODICI INTERVENTI E MOLTI ALTRI VOLEVAMO UN CONFRONTO FRATERNO E IN BUONA FEDE. MA SI PUO' DISCUTERE COSTRETTI A PRECISARE CHE ANCHE NOI DICIAMO MESSE IN SUFFRAGIO DEI MORTI?
VI CHIEDO DI SMETTERE DI SCRIVERE QUI SOPRA, TANTO SE BENEDETTO XVI SI AFFACCIA ALLA FINESTRE E DICE "RICONOSCO IL CN COME UN PERCORSO DI INIZIAZIONE CRISTIANA VALIDO.." SAREBBERO CAPACI DI DIRE CHE LO ABBIAMO DROGATO!!!! LASCIAMO FARE E SPERIAMO CHE CAPISCANO CHE GRAVE RESPONSABILITA' SI SONO PRESI PRENDENDO PUBBLICAMENTE POSIZIONE NON A FAVORE DELLE LORO IDEE MA CONTRO QUALCUNO (ALTRI OPERAI DELLA VIGNA).
BASTA!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Vittorio ha detto...

"pensando di stare dalla parte della ragione ora siete stati certificati che siete eravate e sarete sempre dalla parte del torto!!!!"

siete voi che siete stati certificato. Noi non avevamo bisogno di nessuna certificazione perchè siamo già cattolici.

non è la "patente" che fa dei bravi guidatori

ah ah ah ah ah ha detto...

Pienamente daccordo con Alessandro.
Tanti saluti.

Vittorio ha detto...

"MA CONTRO QUALCUNO (ALTRI OPERAI DELLA VIGNA)."

resta però da sapere quale vigna

"BASTA!!!!!!!!!!!!!!!!!!"

obbedite!

elisa ha detto...

Se il cammino non fosse stato approvato cosa sarebbe successo? Di certo con il fanatismo che vige nel cammino, la maggior parte avrebbe seguito Kiko fuori dalla Chiesa.
E il Vicario di Cristo altro non fà che seguire le indicazioni di Cristo, per un momento abbandona il suo gregge (che è ben saldo nel suo cerdere) e corre dietro alle pecorelle smarrire per cercare di riportarle nell'ovile. E nel riportarle dà delle regole. Questo è ciò che dobbiamo cercare di vedere in quello che è successo il 13 di questo mese.
Il Papa stà cercando semplicemnte di ricondurre all'ovile questi poveri cristiani smarriti, e poco a poco li ricomprende nella Chiesa e dà appunto delle regole. Perchè adesso dovranno seguirle non c'è più scusante!
Io qui vedo una gran divisone, e chi porta la divisione? Non certo Cristo!
Le fondamenta della Chiesa saranno scosse dalla fondamenta, ma la Chiesa non cadrà e Satana non prevarrà su di essa.
Cerchiamo di avere pazienza, ho fiducia nel Papa, non ha fatto tutto ciò senza ben sapere.
So solo che ne vedremo delle belle, ma per questo non dovremo stare in silenzio.

Caterina63 ha detto...

Alessandro said...
Messaggio per Alessandra e gli altri cristiani cattolici che percorrono il CNC:
BASTA, VENITE E VENIAMO VIA.. ALIMENTIAMO SOLO IL MARE ANZI L'OCEANO DELLE SCIOCCHEZZE CHE SONO SCRITTE IN QUESTO STUPIDO SITO:


*****************

lo sa che scrivere tutto (qualche frase è consentita ma non un intero testo) in maiuscolo, in internet, significa urlare ed imporre il proprio pensiero?

Resta palese che vi cambiate spesso nik per ingannare quelli che vi leggono....e che non risponete alle domande che vi si rivolgono (tranne alcuni con i quali si dialoga volentieri!)
è fuori dubbio che qui come altrove si iscrivono i famosi troll....o gente kikiana a tal punto da non sapere più la differenza che c'è fra l'apologetica cattolica e la difesa di un CATECHISMO kikiano neppure approvato....

Questo si che è triste e stupido e da stolti non approfondire....
^__^

zufolo ha detto...

Per riassumere quanto scrive Elisa:

(1) se non ci approvano gli statuti, e' perche' non siamo cattolici, e andiamo soppressi;

(2) se ritardano ad approvarci gli statuti, e' perche' non siamo cattolici, e andremo soppressi ma con calma;

(3) se ci approvano gli statuti, e' perche' non siamo cattolici, e andiamo imbrigliati.

Non c'e' proprio modo di uscirne bene, eh?

zufolo ha detto...

credo che tu abbia ragione, alessandro, e anche mic...

fino al 13 giugno pensavo che venire qui avesse una qualche utilita', anche solo per far parlare gente come antonio casini e caterina"eh!"63, nel caso qualche fratello con qualche dubbio si connettesse...

pensavo, insomma, che vedere da una parte gente pacata e intelligente come il sig veneranda e dall'altra un coacervo di personaggi comici sull'orlo di una crisi di nervi (o di neuroni), aiutasse a capire dove sta il buon senso...

ammetto che, dopo l'approvazione, questo e' diventato piuttosto inutile perche' se un amico ha dubbi sul cammino lo si puo' semplicemente rimandare ai documenti ufficiali; e lo stare qui rischia di trasformarsi a volte in un modo crudele e poco cristiano di prendersi gioco di persone con problemi ben piu' grossi di quello (l'ortodossia del cammino) dietro al quale si nascondono.

alessandra ha detto...

sa che scrivere tutto (qualche frase è consentita ma non un intero testo) in maiuscolo, in internet, significa urlare ed imporre il proprio pensiero?


si caterina lui urlava ,ma urlava a ragione,perchè come me altri neoctec,non capiscono che con voi..,che ci definite troll ,nn c'è dialogo,mentre noi da poveri illusi cerchiamo dialogo da fratello a fratello, lei non urlerebbe con chi nn sente? io sono stata acnche acccustaa perchè nn conoscendo l'uso del pc ho dgt dio cn la d minuscola, per favore
mi piacerebbe sapere se ha letto il mio post sull'altro argomento

La pulce ha detto...

ULTIMISSIME DALL'URBE

IL SESTO GIORNO DELL'ERA NEOCAT.

La Nueva Iglesia fondata dal senor Kirikus e da Dona Carmenita comincia già a cambiare aspetto: una delegazione di aesteti neocat ha oggi visitato la grande basilica all'interno, prendendo le misure per la nuova grande mensa ottagonale che,quanto prima, andrà a eliminare il baldacchino bronzeo dalle colonne tortili ed a coprire quello che Dona Carmenita ha definito "el buco che resterà".

Quest'oggi inoltre dai depositi neocat di via delle maschere sono stati recati sulla sacra piazza 40 bongos,che sono stati disposti intorno al grandissimo stand in cui era posta in vendita(a modicissimo prezzo) la primera enciclica kirikiana della nueva era.

L'edizione,fresca di stampa reca in opertina un ingrandimento della barba di mister Presbyterus che lascia visibili, tra un pelo e l'altro, tante piccolissime immagini di Mister Arinz corrucciato e nero.

Antonio Casini ha detto...

Alessandra, il dialogo e' fatto anche di domanda e risposta, e il n9on rispondere alle domande di Caterina da parte di tutti, che invece glissavano, fa vedere che non c'e' voglia di dialogo.

Ancora, l'insultare noi cghe siamo qui a difendere la Chiesa con insulti, continui, pesanti, dimostra del vostro interiore e di quale spirito vi guidi.

Ed ancora, lei scrive:

"io sono stata acnche acccustaa perchè nn conoscendo l'uso del pc ho dgt dio cn la d minuscola"

e a me viene solo da dirle di vergognarsi, perche' anche se e' facile dirle che e' l'uso dell'italiano e del rispetto che si deve a Dio che le impone di scrivere il suo Nome con la maiuscola, lei si sta solo arrampicando sugli specchi e inventando storie.

Si vergogni.

Antonio Casini

alessandra ha detto...

e a me viene solo da dirle di vergognarsi, perche' anche se e' facile dirle che e' l'uso dell'italiano e del rispetto che si deve a Dio che le impone di scrivere il suo Nome con la maiuscola, lei si sta solo arrampicando sugli specchi e inventando storie.

Si vergogni.

Antonio Casini

18 giugno, 2008 20:21

vede io so cosa è necessario per colui gazie al quale ho la vita,ma purtroppo anccora nn sono molto esperta nel usare pc il mio non è arrimpicarsi ma verità,lei che si ritiene così saggio avrebbe potuto dirmi quella è la tasteria così può fare la maiuscola invece si è limitato a puntare il dito e basta alessandra

mic ha detto...

pensavo, insomma, che vedere da una parte gente pacata e intelligente come il sig veneranda e dall'altra un coacervo di personaggi comici sull'orlo di una crisi di nervi (o di neuroni), aiutasse a capire dove sta il buon senso...

percezione della realtà distorta e unilaterale, Zufolo, perché:

1. il Sig. Veneranda come dici tu è l'unico pacato, nei modi, ma sei in grado di valutare i contenuti, lo scherno, il veleno... a volte lo fa sembrare un gioco; ma credi che un gioco non è!

2. E gli altri? tolto te o Goku o Jeff, che le frecciatine all'occorrenza non le risparmiate a nessuno? Li hai visti gli urli solo in questa pagina (non mi riferisco solo ad Alessandro)? Alessandra, sembra Alice nel paese delle meraviglie, ma quando le molla sono macigni!

Capisco che diciamo cose che toccano qualcosa a cui tenete. Ma anche noi teniamo alla nostra Fede e la vediamo calpestata e profanata, con l'aggravante che pretendete di essere voi la VERA Chiesa.

Ma qui non ci sono rivendicazioni di appartenenza, non stiamo rivendicando niente, stiamo difendendo la Fede, la Verità e tanti piccoli, compresi voi che forse piccoli non siete ma non sapete dove vi siete cacciati, anche se sembra farvi tanto bene.
E nessuno che sia stato capace di tirar fuori un argomento e una risposta che non fosse sterotipata!

E poi ci vieni a fare la predica...

Insomma eravate qui in missione per impedire che chi ha dubbi sul cammino non se li vedesse confermare!
E lasciare libere le persone di vedersela da soli con i propri dubbi e la propria coscienza no, vero?
E voi, talmente pieni delle vostre certezze prefabbricate, degli slogan marchiati nelle vostre coscienze, da essere impermeabili a qualunque cosa!
Ma va, datti una svegliata, che sarebbe ora!

E poi la tua concluione è che ormai siete approvati, quindi anche a chi ha qualche dubbio gli sbatterete in faccia l'approvazione, no?

Va bene, fatelo, chi ve lo impedisce?

Vi rendete conto che qui potete parlare e dire quello che volete e siete pure ascoltati mi sembra, e invece noi nel vostro contesto, che oltre tutto è blindatissimo, saremmo bollati subito come degli indemoniati solo perché c'è qualcosa che critichiamo e non sono cose da poco?
Non si possono fare domande e bisogna bersi tutte le risposte a scatola chiusa...
ma secondo te questo è da uomini prima ancora che da credenti?
Pensi che il Signore voglia degli esseri pensanti o dei burattini o gente dall'anima scolpita secondo il progetto di Kiko???

E' per questo che non potrete impedirci di dire quello che abbiamo da dire

mic ha detto...

dirmi quella è la tasteria così può fare la maiuscola invece si è limitato a puntare il dito e basta alessandra

Aòlessandra se non sapevi davvero usare il computer quando hai cominciato, la tua scusa poteva valere all'inizio, ma tenendo conto del tempo che passi su questo blog e altrove, penso che pormai di esercizio ne hai fatto e per usare la tastiera non ci vuole la laurea ma solo l'esercizio e non mi sembra che ti sia mancato!

Ismaele ha detto...

Per Mic,
ti ho scritto sul post precedente.

Un saluto

felice ha detto...

CARISSIMO FILUS, PRIMA DI FARE IL MIO NOME, LE CONSIGLIO DI CONTROLLARE PRIMA QUELLO CHE DICE...

IO NON CI PERDO NIENTE... LA LEGGE MI TUTELA, COME TUTELA LEI E ALTRI 60 MILIONI DI ITALIANI.

CERCHIAMO DI FARCI OGNUNO I CAVOLI PROPRI E FORSE VIVIAMO MEGLIO.

LE CONSIGLIO VIVAMENTE DI NON PARLARE A SPROPOSITO QUANDO LEI LE PERSONE NEMMENO LE CONOSCE.

ULTIMA COSA: QUALCHE TEMPO FA HO VOLUTO SORVOLARE SU UN POST CHE LEI HA VOLUTAMENTE COPIATO E INCOLLATO DA UN BLOG E CHE SI RIFERIVA AD UN PIANO CRIMINOSO MESSO IN ATTO DAI FONDATORI DEL CESAP ALLO SCOPO DI DIFFONDERE ODIO RELIGIOSO.

PER QUALE MOTIVO NON HA MESSO LA FIRMA DI COLUI CHE QUEL POST L'HA SCRITTO E CHE SI DEFINISCE SENZA ALCUNA VERGOGNA "GUARDIANO DELL'ANTICRISTO?"

GUARDI SIG. FILUS NE HO ABBASTANZA DI NEOCATECUMENALI. IO SO SOLO CHE LA CHIESA NON MI HA TUTELATO ED ERA MIO DIRITTO(PARLO DI ME COME DEGLI ALTRI)

DI GRANE NE HO GIA' TANTE (LAVORO, STUDIO, FAMIGLIA).

NON ALIMENTIAMO ALTRI FUOCHI.

CREDO DI ESSERMI SPIEGATO ABBASTANZA

Ismaele ha detto...

Ho fatto una domanda anche a Caterina.

Magari mi può rispondere su questa nuova discussione.

mic ha detto...

riposto qui il messaggio di Ismaele:

Caterina scrive:
Io non scherzo con la VERA EUCARESTIA E LA VERA MESSA....

Ismaele:
MA HAI CAPITO COSA TI HO SCRITTO?FACCIAMO COSI': SECONDO TE, NEL PANE E NEL VINO CONSACRATI DA UN SACERDOTE DURANTE LA MESSA FATTA NEL CAMMINO E' REALMENTE PRESENTE CRISTO?

Io non voglio fare nessuna illazione; ma chiedo a te, Ismaele: se tu credi che durante la Consacrazione si fa davvero Presente il Signore Gesù, come fai ad essere così disinvolto nel rimanere in piedi e non inginocchiarti?
Credi che il sacerdote che non ti insegna a inginocchiarti, ci crede a quella Presenza o non la ritiene solo 'significazione' come diceva Lutero e come ha detto Kiko?

perché credi che noi difendiamo la Messa cattolica? Dov'è il Sacrifico nel vostro rito? Nella messa c'è la lode nel Signore Risorto, e l'accoglimento e la gioia della Salvezza, ma c'è anche l'Offerta e la Croce! Dov'è tutto questo nel vostro rito?

Intanto ti posto questo, ora ti scrivo il resto...

Signor Veneranda ha detto...

Copio e incollo dal portale italiano degli amici domenicani:
"Nella Chiesa di Roma, il celebrante (il vescovo) ed i sacerdoti si comunicavano allo stesso altare, gli altri chierici nel presbiterio, i fedeli fuori del presbitero, salvo i sovrani, che erano ammessi a comunicarsi, come anche a fare l’offerta, nello stesso presbitero. Ma nella Chiesa di Roma si seguiva pure un’altra usanza: i fedeli rimanevano al loro posto e il sacerdote e il diacono si recavano presso di loro per amministrare la comunione. Altrove, in Africa per esempio, si accostavano alla balaustra, che separava il presbitero dal resto della chiesa. In Francia si era meno riservati: i laici, uomini e donne, penetravano nel presbitero per comunicarsi.
La comunione si riceveva in piedi, come hanno continuato a fare i Greci, più fedeli, su questo punto, come in molti altri, all’antica disciplina. Questa posizione era considerata come quella del rispetto ed anche della gioia, posizione che si manteneva durante le preghiere alla domenica e nel tempo pasquale.
Successivamente nella Chiesa latina subentrò la prassi di riceverla in ginocchio in segno di adorazione
Oggi è lasciato alla libertà dei fedeli. Ma, tolte le balaustre, diventa disagevole ricevere la Santa Comunione in ginocchio. La Chiesa, quando si riceve la Comunione in piedi, chiede un segno di riverenza.
Gli uomini ricevevano l’ostia nella palma della mano destra, sostenuta dalla sinistra, postavi sotto e se la recavano essi stessi alla bocca. Così pure facevano le donne, ma esse avevano la mano coperta d’un pannolino detto dominicale, che esse portavano con sé a questo scopo. Così si fece tanto in Oriente che in Occidente durante i primi sei o sette secoli.
Essendosi introdotti degli abusi, si giunse alla pratica di deporre il pane consacrato direttamente in bocca.
Oggi la Chiesa dà la possibilità di riceverla direttamente in bocca oppure sulla mano, come nell’antico rito."

perchè, domando a Mic, correlate la mancanza di fede al modo di ricevere la comunione?
Questa correlazione è, secondo me, una forzatura.

mic ha detto...

Ismaele:
Per Mic
RISPONDEREI VOLENTIERI MA PRIMA HO BISOGNO CHE MI SPIEGHI LA DOMANDA, COSA VUOL DIRE PRAGMATISMO?
NON SCHERZAVO QUANDO HO SCRITTO CHE SONO IGNORANTE.
PER LE STUPIDAGGINI NON MI RIFERIVO A TUTTI MA A CHI DA RISPOSTE CHE HANNO SCOPO DIVERSO DAL CONFRONTO, VEDI SOPRA.


pragmatismo vuol dire dare la prevalenza all'azione e ai fatti concreti rispetto al ragionamento e alla teoria.

Di per sé non è negativo perché porta alla concretezza, ma quando assolutizza la pratica e la fa prevalere sul ragionamento ti porta più al fare che all'essere... perché la concretezza dell'azione va fondata sulla ragione e soprattutto su una intenzionalità fondata a sua volta su Qualcuno: Il Signore, con cui entrare in relazione personale prima ancora che comunitaria, altrimenti rischia di diventare attivismo... adeguamento a modelli prefabbricati, come succede nel Cammino

Nel nostro caso, ad esempio, la Chiesa risulta pragmatica quando guarda ai frutti ai numeri del cammino (conversioni, vocazioni, ecc.) lasciando in secondo piano le motivazioni alla base degli insegnamenti e dei metodi che usa...

E' un concetto che può andar bene nella vita sociale, ma quando si ha a che fare con le Verità della Fede, se ci sono insegnamenti comportamenti e metodi che le sovvertono, non puoi chiudere gli occhi, perché alla fine la gente si converte, ma a cosa?
Le persone diventano quello che professano e celebrano

Cosa resta della tua responsabilità e della tua personalità se deve adeguarsi a modelli che le vengono imposti, quando si crede che gli uomini sono inesorabilmente peccatori e non abbiano nessuna responsabilità davanti a Dio, vedendo il peccato solo sotto l'aspetto sociale, comunitario?

Il peccato, Ismaele, ha sicuramente conseguenze anche sugli altri, ma innanzitutto su noi stessi, perché è uscire dal progetto di Dio, staccarsi da Lui, non sforzarsi, col suo aiuto, di essere quello che ognuno di noi è chiamato ad essere.

Nel cammino, si è irreggimentati, le personalità non vengono valorizzate a aiutate a liberarsi delle vere 'schiavitù', che non sono solo i cosiddetti idoli (denaro, persone che non accettano il cammino e quant'altro).

La vera schiavitù è l'incapacità di amare e di ricevere amore, dalla quale possiamo guarire solo quando vediamo la nostra realtà sotto lo sguardo del Signore e ci sentiamo e siamo perdonati e la Sua Grazia ci trasforma, anche, non ci lascia inesorabilmente peccatori!
La Chiesa ha una pedagogia insuperabile su questo, e i sacramenti ben vissuti è questo che provocano, altro che scrutini e tappe!

mic ha detto...

La grande suggestione e efficacia del cammino è quel calore e quall'accoglienza che all'iniziao ti fanno sentire accettato come sei e questo già riesce a sbloccare, convertire, ti fa dire: ho trovato l'amore e la misericordia di Dio nel fratello che mi accetta come sono!
Ma poi chiedetevi cosa succede dopo!

Signor Veneranda ha detto...

Cosa resta della tua responsabilità e della tua personalità se deve adeguarsi a modelli che le vengono imposti, quando si crede che gli uomini sono inesorabilmente peccatori e non abbiano nessuna responsabilità davanti a Dio, vedendo il peccato solo sotto l'aspetto sociale, comunitario?
.......................

R :Non resta niente. Ma non è questo che predichiamo. Predichiamo la reale possibilità che la grazia di Dio ci trasformi. Predichiamo di lasciarsi plasmare dallo Spirito Santo e di non resistere alla sua azione in noi. Predichiamo, infine, che il peccato prima di tutto distrugge l'opera di Dio in noi.

...........................
La grande suggestione e efficacia del cammino è quel calore e quall'accoglienza che all'iniziao ti fanno sentire accettato come sei e questo già riesce a sbloccare, convertire, ti fa dire: ho trovato l'amore e la misericordia di Dio nel fratello che mi accetta come sono!
Ma poi chiedetevi cosa succede dopo!

............................
R : Cosa succede dopo? E prima sei sicuro che puoi ridurre soltanto ad un fatto umano i primi momenti della conversione di un uomo? Forse questo può valere per qulacuno. Ma sei sicuro che valga per tutti?

mic ha detto...

e lo stare qui rischia di trasformarsi a volte in un modo crudele e poco cristiano di prendersi gioco di persone con problemi ben piu' grossi di quello (l'ortodossia del cammino) dietro al quale si nascondono.

non avevo letto tutto...

E così adesso ci fai passare anche per casi patologici??!!

Penso che i veri casi patologici sono quelli che non riescono neppure a leggere i dossier seri e documentati del sito perché altrimenti crollerebbe il loro "castello interiore" che non è quello di Santa Teresa... se non sapete cos'è fatevelo spiegare dal Signor Veneranda!

Se uno ci mette del vigore nel difendere la Fede ha qualche neurone fuori posto?

Invece la canea urlante dei cori da stadio e gli sghignazzi?
E, scusa, alcuni catechisti li hai presenti?

Antonio Casini ha detto...

Si e' arrivati a toni da querela piu' e opiu' volte, caro Mic, ad insulti, pesanti insulti, e indicazione di pazzia piu' volte espressa. Fossi uno che ha un po' di soldi da buttare via, aspetterei ed avvertirei che a stretto giro di posta, se continuano, si vedranno arrivare una querela, ma soldi da buttare non ne ho, e mi limito, ma e' tutt'latro che limitarsi, a chiedere a Dio di difendere la sua causa e chi sta facendo testimonianza della vera chiesa cattolica contro gli eretici di sempre.

Antonio Casini

mic ha detto...

se continuano, si vedranno arrivare una querela

è inutile parlare di querele quando parlano dietro un nick come del resto sto facendo io, Antonio...

ma siamo in un terrreno minato e dovendo continuare a parlare, dobbiamo cercare tutto l'equilibrio possibile...

Secondo me è inutile comportarsi da fustigatore, ad esempio... per quanto mi riguarda non mi è congeniale, ma poi - forse ingenuamente - penso che con qualcuno potrebbe essere possibile il dialogo... e in ogni caso è sempre preferibile non esasperare i toni

Personalmente non sento la contrapposizione con le persone, ma con le storture che conosciamo

Antonio Casini ha detto...

Ripeto ad Alessandra:

SI VERGOGNI!!!

copio incollo qui sotto pezzetti si suoi messaggi:

"alessandra ha detto...
l'unica cosa che meglio comprendo... è il livore che anima i vostri commenti... e di fronte a tutto questo...direi che non ci resta che piangere spero che Troisi da lassù perdoni questa mia liceità,ma siammo proprio arrivati al colmo dell' assurdo vorrei cmq ricordare a Stafano
[....]
18 giugno, 2008 15:13"


TROISI E STEFANO MAIUSCOLO, E POI MENTE DICENDO CHE NON SA USARE LA TASTIERA!!

MA SI VERGOGNI!!!

Antonio Casini

mic ha detto...

trovo inopportuna l'esasperazione dei toni... meglio prestare attenzione ad esempio, alle affermazioni del Sig Veneranda alle quali risponderò domani

mic ha detto...

e, se ha interesse, al resto del messaggio di Ismaele...

zufolo ha detto...

"Penso che i veri casi patologici sono quelli che non riescono neppure a leggere i dossier seri e documentati del sito perché altrimenti crollerebbe il loro "castello interiore" che non è quello di Santa Teresa... se non sapete cos'è fatevelo spiegare dal Signor Veneranda!"

Grazie a Dio su questo non ho bisogno dell'aiuto del Sig Veneranda: Il castello interiore e' uno dei due libri che ho letto nella mia vita (l'altro e' "Ploplo' il pesce viaggiatore", di cui peraltro ho perso traccia... qualcuno ne ha sentito parlare?).

Interessante del Sig Veneranda e' invece questa citazione dal sito domenicano sulla comunione in piedi... mi interesserebbe sentire qualche vostra risposta, soprattutto da colei (credo che fosse la nostra Caterina-eh!-sull'orlo-di-una-crisi-di-nervi) che si chiedeva perche' non facciamo la comunione in ginocchio...

katartiko ha detto...

sign. casini, se vuole la metto in contatto con un buon neurologo

katartiko ha detto...

1. il Sig. Veneranda come dici tu è l'unico pacato

E gli altri? tolto te o Goku o Jeff,

Alessandra, sembra Alice nel paese delle meraviglie



mic, ti sei dimenticato di me.
Ci sono rimasto malissimo. Pensavo fossimo amici...mi hai tradito :(

Antonio Casini ha detto...

sig. Zufolo, ognuno fa ammenda di se', e comunque per me essere considerato, insieme a tutti gli altri che non sono nc qui, uno squilibrato, e' un grosso complimento, perche' anche di Gesu' hanno detto che era un pazzo.

Antonio Casini

katartiko ha detto...

all'inizio si identificava con i pastorelli di fatima, ora con Gesù...
Scusi ma, per caso, non è che lei è Dio Padre in persona?

Esteban ha detto...

non serve a nulla continuare a sparare bugie.......voi figli del DEMONIO (vostro padre, il padre dei mentitori) siete stati sconfitti e svergognati da Cristo che tramite il suo Vicario (non uno dei tanti coglioncelli di turno che tra di voi ce ne son tanti) ha confermato che il CNC è un FRUTTO dello SPIRITO e che il DEMONIO ha tentato di distruggerlo ma ha perso.......

"SAULO, SAULO, PERCHE' MI PERSEGUITI?"


raccogliete armi e bagagli, chiudete quesato blog di merda, salvatevi la faccia e l'onore almeno, e andate a confessare tutte le vostre menzogne luridi INQUISITORI

Esteban ha detto...

approposito anche TORNIELLI vi deride

http://blog.ilgiornale.it/tornielli/2008/06/14/ancora-sugli-statuti-del-cammino-approvati-dalla-chiesa/

BAUHAUHAUHAUHUAHUAHUAHU

ma piantatela

sofia ha detto...

@ esteban

“…Godi, fanciullo mio; stato soave,
Stagion lieta è cotesta.
Altro dirti non vo’; ma la tua festa
Ch’anco tardi a venir non ti sia grave. ”

(G. Leopardi,
Il sabato del villaggio

ovvero:
...ride Pinocchio finchè sta
nel paese dei balocchi...

La pulce ha detto...

EL SEPTIMO DIA DE LA ERA NEOCAT

All'alba del settimo giorno dell'era neocat de la Nueva Iglesia,el senor Kirikus e Dona Carmenita hanno dato inizio al grande pellegrinaggio di ringraziamento che durerà tutta la giornata e li vedrà impegnati ad accogliere i numerosissimi pellegrini neocat che quest'oggi si recheranno al loro cospetto sull'assolata terrazza della Casa dei Camminanti e delle Camminanti.

E' stato già allestito un grande gazebo che, servirà a proteggerli adeguatamente dai raggi del sole.

Le funzioni di ciambellano saranno loquacemente svolte da mister Presbyterus che ha già sigillato la sua barba sulla bocca.

Reggerà il turibolo ivece volontariamente il sig. St.Piscedda,particolarmente esperto a disegnare molti giuochi caleidoscopici durante il movimento della navetta.

Stamane saranno anche ufficializzate le primissime,irrinunciabili modifiche che el senor Kirikus e Dona Carmenita intendono apportare agli interni della grande basilica: dalle colonne tortili bronzee saranno ricavate 4 grandissime hannukiah: una per la stessa basilica,una per il catacumbenium dei MC, una per la Domus Aurea e una da porre sulla residenza personale del senor Kirikus; al posto del campanone ormai muto saranno installati sette shofar di dimensioni diverse in modo che si copra almeno tutta la scala del Do; al posto dell'orologio del Valadier una clessidra disegnata dallo stesso senor Kirikus,munita di baffi e pizzetto.
Particolare di rilievo: l'altare della Confessione è stato già stanotte trasformato in un grande palco sormontato da uhn ritratto del senor Kirikus, sul quale prenderanno posto i musici fin dal prossimo banchetto escatologico che si celebrerà sulla grandissima mensa che andrà a coprire il "buco"(come lo definisce Dona Carmenita) di risulta dopo l'eliminazione del baldacchino di bronzo.

Alessandro ha detto...

Cari fratelli del Cammino, ai quali scrivo: siamo perfettamente consapevoli che ieri il mio messaggio scritto a maiuscole aveva voi come destinatari e quindi mi sono preso la licenza di "urlare" con voi e con nessun altro.
Grazie all'indicazione di esteban ho letto quanto scrive Tornielli e lo sottoscrivo in pieno.
Credo che per noi tutti sia la degna parola conclusiva e che tutti riteniamo che questa BATTAGLIA non merita le nostre energie.. e va finita qui.
Spero che ognuno di noi abbia di meglio da fare che stare a parlare di "come" si è cristiani.. fuori c'è un mondo che ci osserva e che aspetta segni di amore, e non guerre tra fratelli, e di carità..... qui non si vedono nè fede nè opere. le lodi di stamani dicevano che la lingua deve essere mite e non si deve cedere nè all'ira nè all'orgoglio... perchè stare qui? per essere continuamente tentati?
PROPOSTA: Chi ci sta a sospendere ogni intervento da oggi? Solo un messaggio per salutare, eventualmente chiedere perdono per qualche parola di troppo, offRire la pace e STOP STOP STOP per sempre. IMPEGNANDOSI A NON REPLICARE
Ci state? Alessandro Cerboni (non mi nascondo dietro un nomignolo)

Antonio Casini ha detto...

Gia' anni fa, e forse se ne trova ancora traccia sui newsgroups, kiko in persona diede ai catechisti l'indicazione vincolante di non stare piu' su internet, perche' c'era una battaglia per la verita' in corso fra me e loro, che mi diffamavano e cercavano di sapere dove abitassi ecc. facevano in fondo magra figure di persone piene di minacce e di falsita'.

La mala parata si risolse con l'indicazione: kiko non vuole che scriviamo su internet, e sparirono.

Forse risuccedera', lo spero, perche' che dialogo e' essere continuamente e pesantemente insultati? Che figura ci fanno anche loro a insultare cosi'?

E pero' e' indicativo di wquale spirito li muove.

La Bibbia ci avvisa della grande apostasia, di cui sono state messe le basi, e Gesu' ci dice di non temere, perche' Lui ha vinto il mondo.

Forti di questa Fede andiamo avanti, e siccome sono nemici della Verita', continueranno wqui o da altre parti a diffamare, a mentire, a falsificare ogni cosa, ma noi forti e consapevoli in Chi abbiamo creduto, dobbiamo essere pronti a rendere ragione della Speranza che e' in noi.

A tutti i veri cattolici: forza, ed andiamo avanti!

Il Papa non ha ancora parlato e vedrete che quando lo fara', dira' chiaro che gli abusi devono cessare.

Antonio Casini

Caterina63 ha detto...

Signor Veneranda said...
Copio e incollo dal portale italiano degli amici domenicani:
"Nella Chiesa di Roma, il celebrante (il vescovo) ed i sacerdoti si comunicavano allo stesso altare, gli altri chierici nel presbiterio, i fedeli fuori del presbitero, salvo i sovrani, che erano ammessi a comunicarsi, come anche a fare l’offerta, nello stesso presbitero. Ma nella Chiesa di Roma si seguiva pure un’altra usanza: i fedeli rimanevano al loro posto e il sacerdote e il diacono si recavano presso di loro per amministrare la comunione.
............"

perchè, domando a Mic, correlate la mancanza di fede al modo di ricevere la comunione?
Questa correlazione è, secondo me, una forzatura.


*****************************

Ci sono due aspetti da considerare...

1) il testo riportato fa una cronistoria cronologica di come la prassi si è EVOLUTA....come infatti si evince è la Chiesa, nella sua gerarchia che stabilisce e DEFINISCE una pratica (liturgica), il caso NC è diverso ^___^

2) se leggiamo gli eventi della prassi essi non richiamano infatti MOTIVAZIONI DOTTRINALI per il mutamento della prassi stessa....^___^

3) basterà leggersi il Concilio di Trento per comprendere come la stessa Chiesa, riportando l'voluzione della prassi liturgica STABILI' A SUO TEMPO UNA DEFINITIVA PRASSI PER TUTTA LA CHIESA....

Ergo il contesto cronologico riportato in quel sito non può essere usato per spiegare che le motivazioni indotte dal CN POSSONO ESSERE EQUIPARATE allo stato modo....^___^ nelle prime infatti riportate dal sito NON vi sono motivazioni DOTTRINALI, dottrinale fu la motivazione invece che spinse il Concilio di Trento alla ELIMINAZIONE di tanti riti e anni dopo alla promulgazione, unica per la Chiesa del Rito Latino.....
nel secondo caso, il vostro, si....le motivazioni SONO DOTTRINALI peccato che a motivarle non erano vescovi o Papi, ma un laico, KIKO....il quale, abusivamente, introdusse 40 anni fa nel CN una prassi che NON esisteva nella Chiesa a tal punto che per ben tre volte la Santa Sede ha dovuto RICHIAMARVI....SOLO SULLA LITURGIA....
^___^

Sand ha detto...

katartiko ha detto...
all'inizio si identificava con i pastorelli di fatima, ora con Gesù...
Scusi ma, per caso, non è che lei è Dio Padre in persona?


CHI DISEGNA GESU' CON LA PROPRIA FACCIA E' KIKO NON ALESSANDRO

alessandra ha detto...

alessandra ha detto...
l'unica cosa che meglio comprendo... è il livore che anima i vostri commenti... e di fronte a tutto questo...direi che non ci resta che piangere spero che Troisi da lassù perdoni questa mia liceità,ma siammo proprio arrivati al colmo dell' assurdo vorrei cmq ricordare a Stafano
[....]
18 giugno, 2008 15:13"


TROISI E STEFANO MAIUSCOLO, E POI MENTE DICENDO CHE NON SA USARE LA TASTIERA!!

MA SI VERGOGNI!!!

Antonio Casini

19 giugno, 2008 00:18

Per dovere di cronaca questo post l'ho scritto io marito di Alessandra condividiamo lo stesso account,mia moglie non sa usare ancora bene il computer ,si vergogni lei prima di giudicare senza sapere ovviamente mi riferisco al post dove citavo il compianto Troisi

alessandra ha detto...

caro Alessandro,condivido in pieno il tuo dire,dillo però a mia moglie,Alessandra si sente indignata perchè grazie al cammino Dio ci ha riempito di Sé e delle Sue Benedizioni La pace

Sand ha detto...

Per dovere di cronaca questo post l'ho scritto io marito di Alessandra condividiamo lo stesso account,mia moglie non sa usare ancora bene il computer ,si vergogni lei prima di giudicare senza sapere ovviamente mi riferisco al post dove citavo il compianto Troisi


Avrei capito l'argomentazione che nel web spesso le lettere maiuscole non si usano per, diciamo, consuetudine. Ma dire, invece, che chi scrive da mesi qui articoli anche lunghissimi non sappia usare lo shift o il block mi pare veramente una presa in giro.

Sand ha detto...

Per dovere di cronaca questo post l'ho scritto io marito di Alessandra condividiamo lo stesso account,mia moglie non sa usare ancora bene il computer ,si vergogni lei prima di giudicare senza sapere ovviamente mi riferisco al post dove citavo il compianto Troisi


Avrei capito l'argomentazione che nel web spesso le lettere maiuscole non si usano per, diciamo, consuetudine. Ma dire, invece, che chi scrive da mesi qui articoli anche lunghissimi non sappia usare lo shift o il block mi pare veramente una presa in giro.

alessandra ha detto...

se le può interessare sto cercando di insegnargli,ma lei preferisce carta e penna non le piacciono mezzi tecnologici e infatti ci volevate voi per portarla al pc in 10 anni non ci ero riuscito

Sand ha detto...

sì, sì, come no

alessandra ha detto...

senta io non devo a voi nessuna spiegazione se lo faccio è perchè detesto quando mi si attaccano i beni preziosi e mia moglie per me lo è creda ciò che vuole nessuno si deve permettere di parlare male della mia regina,soprattutto se sono calunnie

Caterina63 ha detto...

.....ma santo cielo, smettetela di fare i bambini....^___^
sig. "marito di alessandra" comprendo il suo dolore, ieri "qualcuno" trasmigrato in altro blog si è divertito ad offendermi pubblicamente, solo perchè intervengo citando il Magistero.... e comprendo pertanto che non è divertente....
Ma l'assicuro che qui non vi erano offese di questo spessore...

Riguardo alle maiuscole o minuscole, ci si sforzi, più semplicemente, di scrivere tutto ciò che richiama al Sacro e al santo Nome di Colui che ci salva, in maiuscolo....

Evitiamo così di dare spettacoli indegni perfino per un asilo...^___^

Cerchiamo di restare in tema enegli argomenti che se ben ponderati aiuteranno TUTTI noi e quanti leggono, ad amare la Chiesa e ad innamorarci di questa Madre e Maestra....
^___^

ci auguriamo così che appelli che ci richiamano alla buona educazione, vengano fatti anche dall'altro versante, ignorando i provocatori....
^__^

Sand ha detto...

katartiko ha detto...
all'inizio si identificava con i pastorelli di fatima, ora con Gesù...
Scusi ma, per caso, non è che lei è Dio Padre in persona?


CHI DISEGNA GESU' CON LA PROPRIA FACCIA E' KIKO NON ALESSANDRO



che poi, identificarsi nell'intimo col Maestro, mi pare veramente un alto esercizio di evoluzione spirituale. Anzi, direi di più, bisognerebbe che tutti si danno questo traguardo (piccoli e grandi misteri).
In astratto, infatti, l'allievo "uccide" il maestro e ne prende il posto per assicurare la regolarità dell'Ordine. Ora, quando si tratta di un maestro "solo umano", ciò vale anche in senso letterale. Nell'ipotesi de quo, invece, è solo una aspirazione, perchè il Maestro non è una persona nel senso corrente del termine, salvo voler dar adito a concezioni gnostiche relative alla figura di Giuda ma bisogna sposare dottrine discutibili.

Sand ha detto...

che vuole nessuno si deve permettere di parlare male della mia regina,soprattutto se sono calunnie



Ripigliati

Sand ha detto...

caro amore grazie,ma lo sai che sono abituata a farmi [...]


C'è un alberghetto qui dietro, perchè non andate là a scambiarvi le effusioni.

giudamaccabeo ha detto...

marito di alessandra scrisse:
"se le può interessare sto cercando di insegnarGLI,ma lei preferisce carta e penna non le piacciono mezzi tecnologici e infatti ci volevate voi per portarla al pc in 10 anni non ci ero riuscito".

Beh direi che ultimamente tra blog di mic e di Tornielli ha bruciato le tappe :-)

GLI?

alessandra ha detto...

giuda l'insegnante di casa è lei io sono un allitterato,lei cerca di difendere una cosa che a noi ha dato molto

alessandra ha detto...

C'è un alberghetto qui dietro, perchè non andate là a scambiarvi le effusioni.

19 giugno, 2008 10:43

caro sand è la ignorante a scrivere l'alberghetto è pergli incontri clandestini io non ho nulla da nascondere

Sand ha detto...

lei cerca di difendere una cosa che a noi ha dato molto


si potrebbe dire lo stesso dell'eroina, ma non significa che la sostanza sia una cosa buona a prescindere.

Sand ha detto...

molto più competente di lei e di me soprattutto in ordine al discernimento


che ne sai? E se fossi un Vescovo Faraone?

pippoarturo ha detto...

Già, cosa è cambiato?


IL CAMMINO NEOCATECUMENALE E LE NORME LITURGICHE

- Intervista con il cardinale Francis Arinze - 15 febbraio 2006



Il bollettino Notitiae, organo ufficiale della Congregazione per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti, nel suo ultimo numero appena pubblicato, riporta il discorso che Benedetto XVI ha rivolto il 12 gennaio scorso durante il festoso incontro con il Cammino Neocatecumenale e la lettera che il Dicastero ha inviato allo stesso Cammino Neocatecumenale, a nome del Papa, il 1° dicembre scorso. Ascoltiamo in proposito il cardinale Françis Arinze, prefetto del Dicastero, al microfono di Giovanni Peduto:



**********

R. – La cosa migliore è di leggere il discorso del Santo Padre. L’abbiamo riprodotto alla pagina 554-56 del bollettino della Congregazione Notitiae, nel numero di novembre-dicembre. Io non leggo tutto il discorso ma solo la parte che affronta la Liturgia. Era un’occasione di gioia: il Santo Padre ha benedetto le tante famiglie del Cammino Neocatecumenale che erano sul punto di essere mandate in missione. Tra le altre cose, il Santo Padre ha detto, ora lo leggo: “L’importanza della Liturgia e in particolare della Santa Messa nell’evange-lizzazione, è stata a più riprese posta in evidenza dai miei predecessori e la vostra lunga esperienza può bene confermare come la centralità del mistero di Cristo, celebrato nei riti liturgici, costituisce una via privilegiata e indispensabile per costruire comunità cristiane vive e perseveranti”. Il Papa continua: “Proprio per aiutare il cammino Neocatecumenale, a rendere ancora più incisiva la propria azione evangelizzatrice in comunione con tutto il popolo di Dio, di recente, la Congregazione per il culto divino e la disciplina dei Sacramenti, vi ha impartito, a mio nome, alcune norme concernenti la celebrazione eucaristica. Dopo il periodo di esperienza che aveva concesso il Servo di Dio, Giovanni Paolo II, sono certo che queste norme, che riprendono quanto è previsto nei libri liturgici approvati dalla Chesa, saranno da voi attentamente osservate”. Ecco le parole del Santo Padre. Egli ha detto loro: “Tramite questa Congregazione ho vi ho dato delle direttive; seguitele”.



D. – Ora veniamo al contenuto di queste direttive…



R. – Il 1° dicembre 2005 la nostra Congregazione, al termine di tanti colloqui per un periodo di almeno 2 anni se non più, ha scritto ai responsabile del Cammino Neocatecumenale una lettera di due pagine. Io do soltanto il sommario: “Nella celebrazione della Santa Messa il Cammino Neocatecumenale accetterà e seguirà i libri liturgici approvati dalla Chiesa senza omettere né aggiungere nulla”. Questo è il principio base. Seguire i libri approvati, non aggiungere e non sottrarre. Tutto il resto è dettaglio e ci sono sei punti più precisi per rispondere ad alcune richieste del cammino Neocatecumenale su materie relative alla celebrazione eucaristica. Primo, sulla celebrazione del sabato sera: la domenica è il giorno del Signore. Il Santo Padre decide che per il Cammino Neocatecumenale, almeno una domenica al mese, le loro comunità devono partecipare alla Santa Messa della Comunità parrocchiale. Per le altre tre settimane, il Cammino Neocatecumenale in ogni diocesi sia in dialogo con il vescovo diocesano. Secondo: le ammonizioni previe alle letture si possono fare a condizione che siano brevi. Anche durante l’omelia, pronunciata sempre dal sacerdote o dal diacono, si può fare qualche intervento occasionale che sia breve e che non abbia apparenza di essere l’omelia. Anche questo si può accettare. Poi, per lo scambio della pace: si concede che il Cammino Neocatecumenale possa usufruire dell’indulto già concesso, cioè di fare lo scambio della pace prima dell’offertorio fino ad ulteriori disposizioni. E poi sul modo di ricevere la Santa Comunione: si dà al Cammino Neocatecumenale un periodo di transizione, non più di due anni, per passare dal modo invalso nelle loro comunità di ricevere la Comunione, per esempio, seduti, con l’uso una mensa addobbata posta al centro della chiesa, invece dell’altare dedicato; passare da questo al modo normale per tutta la Chiesa di ricevere la Santa Comunione. Ciò significa che il Cammino Neocatecumenale deve camminare verso il modo previsto nei libri liturgici per la distribuzione del Corpo e del Sangue di Cristo. Infine, il Cammino Neocatecumenale deve utilizzare anche le altre preghiere eucaristiche contenute nel messale e non solo la seconda preghiera eucaristica. La sintesi di tutto questo è che il Cammino, nella celebrazione della Santa Messa, seguirà i libri liturgici approvati, tenendo conto delle specificazioni appena pronunciate. Questa è la lettera.



D. – Eminenza da quali esigenze è scaturita questa lettera?



R. – E’ scaturita da ciò che emergeva dall’esame di questa Congregazione di come il Cammino Neocatecumenale celebra la Santa Messa da molti anni, perché dopo l’approvazione dei loro statuti per un periodo di cinque anni da parte del Pontificio Consiglio per i laici, rimanevano per gli altri Dicasteri le approvazioni di loro competenza: per la nostra Congregazione, il campo della liturgia. Per l’esame di questo abbiamo avuto una commissione mista tra persone nominate dal Cammino Neocatecumenale e persone nominate dalla nostra Congregazione. Nelle discussione sono emerse tante pratiche che loro fanno durante la Messa, le quali sono state esaminate e molte di loro emergevano che non erano secondo i libri approvati. Questo è il “background”. Il tutto è stato esaminato in molte sessioni dalla commissione mista per un periodo di due anni o più. E c’è stata anche una discussione tra sette cardinali della Curia romana per volere del Santo Padre, i quali hanno esaminato il tutto. Dunque, questa lettera è la conclusione di tutto.

http://www.radiovaticana.org/radiogiornale/ore14/2006/febbraio/06_02_15.htm#neocatecumenali

andbat ha detto...

Approvazione definitiva dello Statuto del Cammino Neocatecumenale
Annotazioni canoniche di Mons. Juan Ignacio Arrieta
Segretario del Pontificio Consiglio per i Testi Legislativi
Già Preside dell’Istituto di Diritto Canonico san Pio X di Venezia

La Santa Sede ha approvato in modo definitivo lo Statuto giuridico del Cammino Neocatecumenale. Con la consegna formale del decreto di approvazione da parte del Presidente del Pontificio Consiglio per i Laici agli iniziatori del Cammino, Kiko Argüello e Carmen Hernández, e al Padre Mario Pezzi, si è concluso nella mattinata del 13 giugno 2008 l’iter giuridico avviato sei anni fa quando venne approvato ad experimentum il testo degli Statuti. Alcuni mesi prima, il Consiglio per i Laici era stato indicato dal Servo di Dio Giovanni Paolo II come il Dicastero che doveva assumere a nome della Santa Sede i lavori di approvazione di questi Statuti, pur non trattandosi di un’associazione di fedeli. Con il presente atto il Pontifico Consiglio ha dato compimento a quell’incarico del Papa.
I nuovi Statuti seguono sostanzialmente il dettato di quelli approvati sei anni prima. Trentacinque articoli e una disposizione transitoria conteneva il testo provvisorio del 2002, e gli stessi articoli possiede adesso la norma definitiva. Al di là della novità, per nulla secondaria, a cui farò riferimento qui di seguito, nessun cambiamento fondamentale è stato compiuto in questo nuovo passaggio degli Statuti, e quasi tutti gli articoli sono riproduzione esatta di quelli vecchi. Questi sei anni sonno serviti, tuttavia, per fare maggior chiarezza sull’originaria formulazione dei testi e per migliorare la norma sia dal punto di vista tecnico che da quello strutturale.
Il Cammino Neocatecumenale si conferma nei nuovi Statuti come un modello di catecumenato post-battesimale da impartire sotto la direzione dei Vescovi diocesani o, come lo aveva definito Giovanni Paolo II in parole trascritte nell’art. 1° del testo statutario, come un ”itinerario di formazione cattolica”: un programma di formazione alla vita cristiana della persona, di base principalmente catechetica e liturgica, impartito in comunità e condotto secondo ritmi e metodi specifici. Ciò che contiene lo Statuto del Cammino, e ciò che approva adesso la Santa Sede, non è un’associazione di persone, né un “movimento ecclesiale” di fedeli. La Chiesa ha dato la sua approvazione non a ciò che solitamente potrebbe denominarsi una “aggregazione di persone”, bensì ad un “metodo di formazione cattolica”, sebbene l’approvazione da parte dell’autorità ecclesiastica del metodo e dei contenuti impegni in modo riflesso quanti propongono o ricevono tali mezzi a rispettare le relative regole, senza creare tra di loro alcun legame associativo, come accade con tutta normalità tra i compagni di scuola o i colleghi dell’università. Soltanto in questo senso può interpretarsi il termine “neocatecumeni” usato in riferimento alle persone che “propongono” il Cammino o che “fanno” il Cammino.
Ad onor del vero, pur non essendo una categoria istituzionale tipizzata come tale nell’ordinamento canonico, che per essere costruita richiede l’uso dell’analogia rispetto ad altre norme canoniche – sulla persona giuridica, le associazioni, fondazioni, ecc. –, va pure detto che questa impostazione, ricevuta sei anni fa come una novità, è servita successivamente per meglio capire altre realtà che si riconoscono a stento nei convenzionali sistemi associativi.
A differenza del testo del 2002, gli Statuti ora approvati affermano la personalità giuridica pubblica del Cammino Neocatecumenale (art 1 § 3), erezione che avvenne per iniziativa del Pontificio Consiglio per i Laici, con Decreto del 28 ottobre del 2004. Il punto è di particolare rilevanza perché ci porta alla vera novità che, qua e là, emerge dai nuovi Statuti.
Ci si potrebbe anzitutto domandare qual è il sostrato della personalità giuridica pubblica del Cammino o, in altri termini, a che cosa sia data personalità giuridica nella Chiesa. Ma è altrettanto importante domandarsi quali conseguenze può avere una tale formalità per le persone a vario titolo implicate nell’attività del Cammino Neocatecumenale. In questo momento, naturalmente, mi limiterò a qualche cenno essenziale.
La prima questione risulta abbastanza chiara da quanto si è detto finora. Ciò che in questo caso riceve personalità giuridica pubblica nella Chiesa è propriamente l’itinerario di formazione cattolica, cioè, il metodo di catecumenato post-battesimale che gli Statuti descrivono. Detto metodo rappresenta, infatti, quell’insieme di beni – in questo caso beni di natura spirituale – che secondo il can. 114 § 3 CIC (cfr. anche 115 § 3) è suscettibile di ricevere nel diritto canonico personalità giuridica, a determinate condizioni. Si può definire il Cammino come una fondazione di beni spirituali. Altrettanto rilevante, però, risulta l’altra questione. Quale rilevanza pratica può avere adesso l’erezione della personalità giuridica pubblica?
Va detto anzitutto che la principale conseguenza – o una delle principali – non va trovata nell’ambito patrimoniale, come di solito accade con le persone giuridiche di natura pubblica nella Chiesa. I soggetti con personalità giuridica pubblica, anziché privata, hanno la peculiarità che i loro beni sono tecnicamente “beni ecclesiastici” (can. 1257 § 1 CIC), e quindi sottoposti ai controlli giuridici stabiliti dal diritto. Nel caso presente il problema non si pone, poiché l’art. 4 § 1 degli Statuti – uguale a quello del 2002, dove la personalità pubblica non veniva affermata – dichiara apertamente: “Il cammino Neocatecumenale, in quanto itinerario di formazione cattolica che si attua nelle diocesi mediante servizi resi a titolo gratuito, non ha patrimonio proprio”. La rilevanza della personalità giuridica pubblica del Cammino va trovata altrove.
A mio modo di vedere, la maggiore conseguenza di questa personalità pubblica, applicata all’itinerario di formazione neocatecumenale, riguarda la particolare autorevolezza ecclesiale con la quale, sotto la direzione dei Vescovi diocesani, s’impartisce finora il Cammino, e nel particolare impegno che, di conseguenza, si assume perché esso sia proposto – come risultava prima, ma adesso con rinnovato impegno giuridico – per mezzo di persone particolarmente selezionate e appositamente formate.
Infatti, nell’art. 1 § 2 degli Statuti si afferma ora che “il Cammino Neocatecumenale è al servizio del Vescovo come una delle modalità di attuazione diocesana dell’iniziazione cristiana e dell’educazione permanente nella fede”; nell’art. 2° si dice che è sotto la giurisdizione del Vescovo diocesano, sebbene, com’è ovvio, anche con la guida dell’Equipe Responsabile Internazionale del Cammino, che ha, per così dire, la “conoscenza tecnica” di come deve proporsi il Cammino; l’art. 6 § 2 stabilisce che la realizzazione del Cammino va coordinata con la funzione propria del parroco in ogni parrocchia; per concludere poi con una affermazione categorica che tira le somme alle premesse anteriori: le celebrazioni eucaristiche delle comunità neocatecumenali il sabato “fanno parte della pastorale liturgica domenicale della parrocchia e sono aperte anche ad altri fedeli” (art. 13 § 2).
Risulta abbastanza coerente. Essendo caratteristica della persona giuridica pubblica eretta dalla gerarchia della Chiesa il fatto di agire a nome della Chiesa (cf., per analogia, can. 313 CIC), sembra abbastanza coerente che il metodo catechetico configurato adesso con persona giuridica sia presentato facendo parte della pastorale organica della Chiesa, pienamente integrato nella sua struttura, e sotto gli auspici del Pastore diocesano, oltre che dei propri Responsabili che ne conoscono l’identità.
D’altro lato, c’è conseguentemente un uguale impegno perché l’itinerario catechetico sia proposto da persone sempre più qualificate, e così lo segnalano gli Statuti in vari posti. L’art. 17 § 1, riprendendo un’esperienza seguita da sempre nel Cammino, segnala adesso esplicitamente che i catechisti di ogni comunità “sono scelti tra coloro che danno garanzie di vita di fede e morale, partecipano al Cammino e alla vita della Chiesa e sono in grado di dare testimonianza, grati dei beni ricevuti attraverso il Cammino Neocatecumenale”. E più avanti, lo stesso precetto stabilisce ancora che “i catechisti vengono convenientemente formati”, come già prevedeva sin dall’inizio l’art. 29, in tutto identico a quello precedente.
Per quanto riguarda, infine, le cerimonie liturgiche, e concretamente la celebrazione eucaristica, il testo dello Statuto definito si è giovato certamente dei progressi e aggiustamenti di questi anni. Anche qui si è arrivato a un testo chiaro, che si articola in quattro principi sanciti dall’art. 13 degli Statuti. Primo, che i neocatecumeni celebrano l’Eucaristia nella piccola comunità, dopo i primi vespri della domenica. Secondo, che tale celebrazione dopo i primi vespri ha luogo secondo le disposizioni del vescovo diocesano. Terzo, che queste celebrazioni – come ho già detto – fanno parte della pastorale parrocchiale e di conseguenza sono aperte a tutti i fedeli. Quarto, che in queste celebrazioni si seguono i libri liturgici approvati del Rito Romano, “fatta eccezione per le concessioni esplicite della Santa Sede” (uso del pane azzimo per la comunione, spostare il rito della pace, comunione sotto le due specie, brevi monizioni e risonanze). Per quanto riguarda, in fine, la Comunione, il menzionato art. 13 § 3 risulta di una particolare nettezza: “Per quanto concerne la distribuzione della Santa Comunione sotto le due specie, i neocatecumeni la ricevono in piedi, restando al proprio posto”.
Chi si prenda l’impegno di controllare le variazioni tra il testo provvisorio degli Statuti del 2002 e quello definitivo adesso pubblicato, potrà costatare che, oltre a quelle menzionate in queste poche pagine, non vi sono variazioni rilevanti nel corpo del documento. Le modifiche, come dicevo all’inizio, sono state ben poche, sebbene significative come abbiamo segnalato.
E’ certamente un bene per la Chiesa che il Cammino Neocatecumenale sia arrivato adesso all’approvazione definitiva dei propri Statuti. Rimane a noi, con l’aiuto del Signore e della Madonna, fare in modo che queste norme siano applicate con giustezza nei casi concreti dell’attività pastorale della Chiesa.

frafra ha detto...

Pippoarturo, l'intervista al Car. Arintze è interessantissima, ma mi sfugge qualcosa.
Se nell'intervista il Cardinale dice che si richiedeva al cammino di uniformarsi ai dettami del Magistero e dei libri liturgici, come mai successivamente, negli Statuti, è stata approvata una sorta di indulto al Cammino sulla celebrazione della Messa?

Perchè non si può negare che l'assumere il Corpo di Cristo e il Sangue di Cristo stando ad esempio al proprio posto come in pizzeria non sia una straordinaria concessione. Mi pare che a questo punto venga fuori che da un dicastero si dice A e da un altro si dice B...una gran confusione

giudamaccabeo ha detto...

marito di a. scrisse: "giuda"

maccabeo ;.-)

"l'insegnante di casa è lei io sono un allitterato,"

Effettivamente ... visto che si dice illetterato ...

"lei cerca di difendere una cosa che a noi ha dato molto"

mica solo a voi, ma c'è sempre da guardarsi da difensori troppo "zelanti"

alessandra ha detto...

mica solo a voi, ma c'è sempre da guardarsi da difensori troppo "zelanti

ora è la proprietaria dell'account io faccio ciò che io e solo io ritengo giusto e francamente non mi interessa se lei approva o no credo che ognuno debba prendersi in toto le sue responsabilità io le mie me le prendo e non temo nessuno ,anzi solo uno con la u maiuscolissima

Caterina63 ha detto...

frafra ha detto...
Mi pare che a questo punto venga fuori che da un dicastero si dice A e da un altro si dice B...una gran confusione


**************************

bè....questo avviene da 40 anni.....e lo ha detto più volte Ratzinger sia da Cardinale Prefetto, sia da Pontefice.....
^___^
Paolo VI quando asserì che il fumo di Satana, il diavolo che vuol dire DIVISIONE....era entrato in VATICANO intendeva proprio DENTRO LA GERARCHIA, DENTRO I DICASTERI...non certo fuori e non certo in un altro Stato....
^__^


andbat riporta un testo che specifica la questione anche giuridica del CN che condivido per metà....proprio a causa di questa confusione....e conclude dicendo:

Rimane a noi, con l’aiuto del Signore e della Madonna, fare in modo che queste norme siano applicate con giustezza nei casi concreti dell’attività pastorale della Chiesa.

********************

mi domando....IL PAPA ha chiesto nel MP sulla Messa di APPLICARE LE SUE NORME, come mai tra i vescovi e cardinali, così solerti ad invitare ad applicare il riconoscimento del CN NON SI PRODIGANO PER APPLICARE LA MESSA SAN PIO V NELLE PROPRIE DIOCESI?
Perchè NON si prodigano AD APPLICARE il ritorno dell'inginocchiatoio nelle loro cattedrali e diocesi?

due pesi due misure?
^___^

pippoarturo ha detto...

Già frafra, la situazione sembra un pò complessa.
Io penso che gli statuti siano stati approvati per tutelare la gran parte dei NC che sono persone in buona fede. E che tramite le regole si cercherà di portare il CNC al rispetto della Liturgia e alle dovute correzioni alla teologia di Kiko.

Un problema è che seppur in buona fede, la maggioranza dei NC si rifiuta di pensare.
Ho postato fatti: nelle parrocchie dove vivono loro non c'è altra pastorale. Per 200 lontani che entrano nel Cammino (e lo faranno tutto?) 2000 si allontanano dalla Parrocchia in senso fisico e spesso anche spirituale.

L'intervista ad Arinze mano si sognano di leggerla e verificare le contraddizioni che tutti vediamo.

Pensiamo all'umiltà con cui S.Francesco consegno la sua regola al Papa e confrontiamola all'enfasi data anticipando la notizia degli statuti abbiamo la misura di chi è Kiko e la sua banda.

Caterina63 ha detto...

pippoarturo ha detto...


Pensiamo all'umiltà con cui S.Francesco consegno la sua regola al Papa e confrontiamola all'enfasi data anticipando la notizia degli statuti abbiamo la misura di chi è Kiko e la sua banda.


***********************

Non esiste un calendario LITURGICO DEI SANTI nella liturgia kikiana.....in tutto ciò che certi vescovi e cardinali scrivono a favore del CN, stranamente si dimenticano di dirlo....poi però vogliono l'obbedienza DAI PARROCCHIANI....
è un tempo di contraddizioni grandi, ma anche di PROFONDA APOSTASIA....e nessuno ne è immune, neppure i vescovi....

Non ci dimentichiamo che nella storia della Chiesa le più grandi divisioni, lacerazioni ed eresie non recano la firma di LAICI SEMPLICI COME NOI, ma recano la firma di VESCOVI (Donato per esempio, i donatisti), PRETI, MONACI E TEOLOGI....
e queste lacerazioni avvengono quando NON si obbedisce al Papa ed è lampante che mentre il Pontefice oggi GIUSTAMENTE E REGIONEVOLMENTE DIFENDE IL CAMMINO NEOCATECUMENALE NELLA SUA ESSENZA DI CARISMA, NON HA MAI DI FATTO SCRITTO NULLA SULL'APPROVAZIONE DELLA DOTTRINA EUCARISTICA E LITURGICA....

questo è un dato di fatto.....il resto son chiacchiere....
^__^

mic ha detto...

Al solito, torna in causa San Francesco.
Vogliamo ricordare che S. Francesco non ha inventato una sua liturgia e non ha fondato suoi seminari e non ha neppure inventato un suo catechismo?
Inoltre non gestiva Fondazioni miliardarie?

Almeno quando fate dei paragoni siate coerenti!

pippoarturo ha detto...

Mic, mi sà che hai letto di fretta...

sunny ha detto...

Un saluto a tutti.
Dunque, è da tempo che ho la tentazione di fare una micro lezioncina di ripasso sulla corretta ortografia della nostra amata lingua italiana....Non abbiatevene a male, ma oggi proprio urge!
Dunque iniziamo subito.
1. Dà = quando è voce del verbo dare al presente indicativo, 3 persona singolare ASSOLUTAMENTE vuole l'accento; se preposizione semplice non va accentata.
2. nè = quando è avverbio di negazione vuole sempre l'accento.
3. sè = vuole sempre l'accento quando è pronome personale alla terza persona singolare. NB l'acccento non si mette quando il pronome in questione precede il pronome dimostrativo " stesso" al quale è frequentemente abbinato.
4. si usa "gli" come pronome personale riferito a persone di genere maschile; "le" se riferito a persone di genere femminile.

Ultimo punto di riflessione linguistica riguarda l'aggettivo " ALLITERATO"....

Mi scusi, marito di Alessandra, ma lei sa cosa significa letteralmente "alliterato"? Sfogli un po' il vocabolario della lingua italiana e sarà sorpreso....
Mi creda, non è questione di essere "illetterati" o meno, ma di conoscere l'a b c della propria lingua madre.

Concordo inoltre con Caterina63: il rispetto per il Sacro traspare anche da come si scrive, al di là del fatto di saper utilizzare una tastiera da pc, che permettetemi, non ha nulla di così misterioso da nascondere, soprattutto per coloro che ormai scrivono con frequenza giornaliera assidua in un blog da diversi mesi.

Aggiungo altro che esula dal ripasso di grammatica.

Negli statuti approvati di recente si fa riferimento a delle modifiche in fatto di liturgia.
Questo a riprova del fatto che FORSE qualcosa non era corretto, diversamente da quanti nc sostenevano fermamente.
Comunque ritengo che chi ama davvero il Signore HA l'istinto ad inchinarsi di fronte a lui e mostri un rispetto che va al di là del mettere in pratica quanto un articolo di uno statuto o quant'altro possa prevedere.
L'Eucarestia è il CENTRO per ogni cristiano. Da come le persone si accostano ad essa e la vivono allora si comprende quale possa essere il loro rapporto DIRETTO con Gesù. E non si tratta assolutamente di una formalità!!!
Pensiamo alla peccatrice che con lacrime e olio profumato bagna i piedi di Gesù e poi glieli asciuga con i capelli: praticamente gli si è gettata addosso, ignorando i commenti delle solite malelingue. Oppure ancora ricordiamo il giusto posto che gli uomini devono avere di fronte al Signore in Luca 18: " Due uomini salirono al tempio per pregare... il fariseo, STANDO IN PIEDI pregava così tra sè....Il pubblicano... NON OSAVA NEMMENO ALZARE LO SGUARDO...
Il corpo parla!
Che tristezza apprendere che nelle comunità NC spesso si sente dire (ahimè anche da sacerdoti!!!)
- Ma che fai!!! S'inginocchiano gli schiavi! -
Allora desidero essere in stato di schiavitù eterna di Colui che per amore mio e di tutti noi è salito sulla Croce!
Un abbraccio a tutti.

sofia ha detto...

@ sunny

l'aggettivo " ALLITERATO"....
-----------------
Era ora!
Purtroppo i signori NC
non hanno letto PINOCCHIO...
e salgono in cattedra.

Ignoranza + presunzione =
azzeramento della ragione

sofia ha detto...

vai al grand hotel a limonare...

hai sparato cazzate per anni????

e'ora che te ne vai...capito????
-----------------------------

Questo è il linguaggio
dei cristiani NC.

Qui mancano le basi
del VIVERE CIVILE
altro che essere cristiani
di un nuovo mondo!

In realtà il vero Cristianesimo
ha civilizzato il mondo
insegnando a lavorare
su VIZI E VIRTU'
mentre voi NC pensate di avere tutto gratis e andare in paradiso
senza MERITI.

Chiedetelo a tutti i Santi della storia, quanto hanno combattuto
dentro di sè,
con l'aiuto della Grazia!

Questo Kiko non ve lo dirà
mai!

mic ha detto...

Mic, mi sà che hai letto di fretta...

sì Pippoarturo, hai ragione, andavo di corsa... scusami, ma quello che ho detto resta per gli altri

mic ha detto...

Chiedetelo a tutti i Santi della storia, quanto hanno combattuto
dentro di sè,
con l'aiuto della Grazia!


Cara Sofia, purtroppo ecco un altro aspetto che non li rende propriamente cattolici...

sofia ha detto...

Certo, Mic

diciamo alto e forte
a questi poveri schiavi
accecati da quel somaro
che un ERRORE BASILARE
della kiko-pedagogia
(povera pedagogia!)
è questo squilibrio:

DISPERAZIONE DELLA SALVEZZA
e
PRESUNZIONE DI SALVARSI SENZA MERITO!

Sono 2 grandi peccati
che ostacolano gravemente
l'anima nella vita cristiana
e la mettono in un continuo
SBANDAMENTO, come vediamo bene
nel parlare di questi
personaggi...

sofia ha detto...

Quando mai i catechisti
hanno insegnato a coltivare
il giardino dell'anima, estirpando le erbacce, cioè
i 7 vizi capitali
(peccati ricorrenti, dovuti
alla natura ferita da quello originale)?

SUPERBIA
AVARIZIA
LUSSURIA
IRA
GOLA
INVIDIA
ACCIDIA

Il più grave, la superbia, genera tutti gli altri, e se non controllato con l'umiltà
(fino alla morte si dovrà
combatterlo),
manterrà l'anima
in una miserabile fase di STALLO

(sono sempre peccatore,
non ci posso fare niente,
tanto Gesù ha fatto tutto per me!)

altro che cammino!

Il più grande inganno che Kiko
poteva fare agli adepti
è questo nome "cammino",
lui che cammina
sul cavallo della sua superbia!

Cieco e guida di ciechi!

mic ha detto...

Tutto questo, Sofia, perché la Grazia Santificante non sanno neppure cos'è e la Redenzione di nostro Signore...

ci sarebbe da piangere amaramente su quanto accaduto. Abbiamo avuto anche espressioni amare e di sconcerto, ma abbiamo ora espresso la fiducia, riprendendo le parole di una nostra carissima interlocutrice, che il Papa - nel suo amore di Pastore che guida e unisce - è andato a cercare le pecorelle che avanzavano, in un percorso parallelo, con il loro pastore laico, e ha dato loro la possibiltà di inserirsi nel gregge da lui guidato, il suo è un atto di amore e fiducia, spetterà a loro rendersi degni di questa fiducia.

È una grande responsabilità la loro, speriamo che non lo deluderanno.

e noi continuiamo a vigilare e pregare!

EGONON ha detto...

@sofia

Quando mai i catechisti
hanno insegnato a coltivare
il giardino dell'anima, estirpando le erbacce, cioè
i 7 vizi capitali



Brava Sofia!
quoto in toto

CAPITO NC in lettura?
Non venite qui a dire che usate i libri approvati, so anch'io che queste cose non ci sono perché la Chiesa è in rovina.

ASCOLTATE!
IMPARATE!
APRITE GLI OCCHI!

Questa e una delle lezioni di catechismo che mi piacerebbe vedere ripetute e ribattute all'infinito su questo blog.

EGONON ha detto...

APPROVAZIONE E CARISMA

Personalmente mi aspettavo altro.
Dopo la lettera di Arinze un fedele cristiano cattolico di Santa Romana Chiesa ha il diritto di un orientamento chiaro.
Il buon Pastore ha lasciato le altre 99 pecore per andare a prendere quella perduta, ma non ha disperso le altre o lasciato la porta aperta ai lupi che "salgono dall'altra parte"... Le pecore riconoscono la mia voce... ma queste pecorelle riconoscono SOLO la voce del "loro" falso pastore! E non basta ancora questo?

NON DIMENTICHIAMO CHE NELLA CHIESA C'E' GIA' STATO GIANSENIO!!!
Ricordiamoci che a causa del giansenismo c'è stata una persecuzione della Chiesa, la chiusura di conventi e ordini religiosi interi, ecc.
Sono questi i VERI FRUTTI che aspettano noi, noi che siamo la Chiesa?


"CARISMA" DEL CAMMINO NEOCATECUMENALE?
A mio modo di vedere e di "sentire" è improprio parlare di carisma nel CNC.

I carismi vengono dallo Spirito, e non mi paiono tali queste manifestazioni del sig KIKO che:

- ha avuto una visione della madonna (minuscola perché parlo di quella che ha visto lui);

- ha ideato una nuova estetica (iconografia, impianti liturgici e devastazioni affini);

- ha riformulato la storia della Chiesa correggendone le storture secondo la Scienza e la Sapienza che gli sono state concesse dall'Altissimo con un dono straordinario che supera anche l'evidenza dei fatti e dei documenti;

- ha rivisto la Liturgia e conseguentemente la dottrina di cui quella è espressione contraddicendo così le lettere encicliche di GPII e il MP di B XVI particolarmente sull'Eucaristia e superando anche le intenzioni del CVII e dei liturgisti di Paolo VI;

- ha inserito simboli e segni ebraici che NON CI APPARTENGONO;

- ha ideato un proselitismo che più basato su metodi umani non si sarebbe potuto pensare, adottando una struttura multilivello che scimmiotta ANCORA! il fondamento della nostra FEDE.
Vediamola:
a Capo di questa chiesa c'é Kiko,
proseguendo troviamo i 12 cefali che sono 12 catechisti dei quali uno il successore di Kiko,
poi ci sono ancora i 72 "saraghi" o garanti o saggi...
...ma non vogliamo proprio vedere?
... e questo nuovo metodo vuole diventare l'UNICO metodo della Chiesa Cattolica Romana di avvicinare i lontani...
dopo l'altro approccio storico: quello "caritativo" di sostegno economico, naturalmente...;

- ha saputo muoversi in soli 40 anni talmente bene da pensare e organizzare da solo(!? e ci siamo capiti!) la costituzione di seminari di "persone sue".
Leggere gli statuti approvati: fa rabbrividire l'idea di trovare una persona così formata.


- ha reso accettabile la finzione, la menzogna, la falsità contraddicendo frontalmente la Verità di cui dice di essere al servizio (per riferimento: sant'Agostino "De Mendacio");

sorry!... non ho più tempo... comunque credo possa bastare.

Giusto uno spunto per questa giornata di calma:

Potremmo avere in futuro due Chiese parallele: una si occupa dell'approccio caritativo cui provvedono quei quattro integralisti, fanatici dei fedeli della domenica, ed una Chiesa che si occupa di avvicinare i lontani col "metodo" CNC... che di soldi ne scuciono solo per i "grandi progetti" ad alta visibiltà (per il resto: NEBBIA!) ci sarebbe da divertirsi a fare qualche ipotesi su questo.



Ecco perché rispondo NO alla domanda che mi sono posto:
è vero carisma quello che Kiko ha portato nella Chiesa?

Caterina63 ha detto...

EGONON ha detto...
APPROVAZIONE E CARISMA




"CARISMA" DEL CAMMINO NEOCATECUMENALE?
A mio modo di vedere e di "sentire" è improprio parlare di carisma nel CNC.

******


Calma, calma.....ragione e fede non vanno separate....^___^

Perdonatemi, sapete come la penso, ma accanirsi e confondere noi il concetto di CARISMA no, non è saggio.....non daremo un buon insegnamento^___^

Basta leggersi le Lettere di san Paolo per capire cosa sono i Carismi e come si esprimono....ma sappiamo bene che anche ai tempi di san Paolo le DIVISIONI A CAUSA DEI CARISMI sono un fatto compiuto a dimostrare appunto la profezia di Gesù: SONO VENUTO A PORTARE LA SPADA, LA DIVISIONE....

Parole tremende che dovrebbero farci riflettere su un certo BONISMO che vorrebbe TUTTI I CARISMI dentro la Chiesa SENZA ALCUN CONTROLLO, senza dottrine controllate, senza REGOLE E SENZA DISCIPLINA....questo è il punto cruciale del tema CN non altro....^___^


Ergo il CN SONO UN CARISMA fra i tanti se non altro almeno perchè NON spetta NOI giudicare il cuore dei singoli che in questo ambiente hanno trovato "refrigerio"....

Questo punto, e ve lo dico con il cuore in mano, è INDISCUTIBILE...
^___^

Ma allora quale è il punto dolente?
Lo dice sempre san Paolo (e la Chiesa lo insegna) i CARISMI devono EDIFICARE e non devono portare DIVISIONE....quando ciò avviene qualcosa NON quadra perchè se è vero che NON dobbiamo giudicare, il Signore però ci dice di fare DISCERNIMENTO....perchè la nostra battaglia NON E' CONTRO LE PERSONE, MA CONTRO GLI SPIRITI DELLE TENEBRE, DELLA MENZOGNA per questo ci è stata da la Chiesa nella quale, tuttavia, I PASTORI posti alla guida POSSONO COMMETTERE ERRORI, POSSONO ECCEDERE, POSSONO AGIRE COME PIETRO QUANDO RINNEGO' GESU' PER PAURA, POSSONO AGIRE COME GIUDA alla peggio....^__^

Come possiamo agire noi? quali "armi abbiamo"?

Innanzi tutto quello della CARITA'...la quale prevede prima di tutto NON tanto la difesa della Verità la quale si difende da sola essendo GESU' IN PERSONA ^___^ quanto DIFFONDERE LA VERITA'....
per diffondere la Verità occorre comprendere dove una certa parte (non tutta) della gerarchia sta sbagliando^___^ questo lo possiamo fare, lo vogliamo, LO DOBBIAMO...

Questo non pone giudizi alle singole PERSONE, al contrario, ci aiuta TUTTI A DIVENTARE PIU' CATTOLICI ^___^

Ergo il Carisma è una cosa, esiste ed esiste INDIPENDENTEMENTE DALL'ISTITUZIONE DELLA CHIESA....MA ATTENZIONE, E' LA CHIESA CHE DEVE SOSTENERE QUANDO UN CARISMA E' CATTOLICO O LO E' PER META'...(es. leggersi la Ut unum Sint di Giovanni Paolo II)O NON LO E' AFFATTO....

San Paolo sottolinea anche che taluni carismi servono NON PER LA CHIESA MA PER UNA EDIFICAZIONE PERSONALE ma quando avviene ciò san Paolo stesso SUGGERISCE che NON venga coinvolta la comunità per evitare di DARE DI SCANDALO ^__^

Ma a questo punto come possiamo COLLABORARE con il CN?

Punto dolente, ma che non possiamo ignorare, la COLLABORAZIONE e' richiesta, indipendentemente dalle forme di eresia o di abusivismo liturgico....chi lo dice? lo dicono e insegnano i Padri della Chiesa, in una parola è il DIALOGARE CON TUTTI I CARISMI CHE INCONTRIAMO....
Dunque nel dialogare DOBBIAMO mettere a nudo quelle difficoltà OGGETTIVE CHE TANTI VESCOVI NON VEDONO O FINGONO DI NON VEDERE....SANNO MA FINGONO DI NON SAPERE....ma ciò deve essere fatto con cognizione di causa, cioè, amici miei...DOBBIAMO STUDIARE E INFORMARCI SULLA SANA DOTTRINA...^___^

Forse noi qui siamo più responsabili proprio perchè sappiamo, ma quanti parrocchiani IGNARI di quanto sta avvenendo saprebbero far fronte a queste difficoltà oggettive se non quando la frittata è fatta?
^___^

Ma ripeto, questo con il carisma non c'entra nulla...
anche il cattolico che abbandona la Chiesa per farsi BUDDIST lo fa perchè li, dice, DI AVER TROVATO QUALCOSA CHE IN PARROCCHIA, NELLA CHIESA NON HA TROVATO....

SE CENTINAIA DI CATTOLICI SONO ENTRATI NEL CN PRIMA DELL'APPROVAZIONE SIGNIFICA DRAMMATICAMENTE CHE NELLE PARROCCHIE NON TROVAVANO CIO' CHE CERCAVANO e questo, amici miei è colpa NOSTRA, DEI SACERDOTI E DEI VESCOVI, nonchè responsabilità anche di chi INVECE DI IMPEGNARSI A STUDIARE IL MAGISTERO DELLA CHIESA, CRITICANDO O MENO HA CREDUTO DI TROVARE ALTROVE, IN UN UOMO(laico per giunta) IL MAESTRO DA SEGUIRE....

Ora, battibeccare NON serve a nessuno....il CARISMA NC esiste è un dato oggettivo o soggettivo scegliete voi che tuttavia NON implica alcun OBBLIGO da parte nostra se non il rispetto al Papa per la scelta che ha fatto e naturalmente L'IMPEGNO da parte nostra e di chi può di fronteggiare la situazione NELLE REGOLE, direi regole paoline....^___^ affinchè LA GENTE SAPPIA che cosa è la Fede Cattolica e il Catechismo Cattolico....

Se noi ci impegneremo in questo, il CN resterà un carisma FRA I TANTI che finirà LUI per adeguarsi ALLA MADRE CHIESA E NON VICEVERSA....^___^

Mi permetteranno, spero, questa romanzina i moderatori del Blog e gli amici CATTOLICI qui presenti ai quali rammento le parole usate da Benedetto XV, predecessore dell'attuale Pontefice che ci rammenta in una enciclica:

«Questa è la fede cattolica; chi non la crede fedelmente e fermamente non potrà essere salvo»(28); o si professa intero, o non si professa assolutamente. Non vi è dunque necessità di aggiungere epiteti alla professione del cattolicesimo; a ciascuno basti dire così: «Cristiano è il mio nome, e cattolico il mio cognome»; soltanto, si studi di essere veramente tale, quale si denomina.

"AD BEATISSIMI APOSTOLORUM" di Papa Benedetto XV

CRISTIANO E' IL MIO NOME
CATTOLICO E' IL MIO COGNOME non dobbiamo aggiungere altro...solo dimostrare e testimoniare che cosa significhi esserlo.....

se i NC qui presenti si riconoscono NEL MAGISTERO PONTIFICIO collaborino in questo, diversamente vorrà dire, come dice l'apostolo Giovanni nella sua Prima Lettera:

ma non erano dei nostri; se fossero stati dei nostri, sarebbero rimasti con noi; ma doveva rendersi manifesto che non tutti sono dei nostri.



Fraternamente CaterinaLD^__^

mic ha detto...

ma non erano dei nostri; se fossero stati dei nostri, sarebbero rimasti con noi; ma doveva rendersi manifesto che non tutti sono dei nostri.

così a caldo e velocemente, approfondiremo appena avrò più tempo....

Intanto grazie sia a Egonon che a Caterina.

Quello che ho quotato è esattamente quello che intendeva dire Egonon, Caterina, perchè non sono 'con noi', almeno i responsabili e le guide.

Per gli altri non so cosa si possa fare, se non continuare a diffondere il vero cattolicesimo con ogni mezzo e bisognerà vedere chi seguiranno... perché le loro guide NON obbediscono al Papa, questo mi pare certo, se non vogliamo tapparci gli occhi e le orecchie.

Leggi bene quello che ha detto Egonon, perché è uno scenario inquietante che realisticamente non mi sentirei di non prendere in considerazione, del quale, al momento, non vedo vie d'uscita... se non in quello che ancora è sospeso e non sappiamo che riflesso avrà su questa brutta storia (spero di non essere troppo ottimista, nel vedere ancora questo spiraglio)

Ma avremo tempo di approfondire, con l'aiuto di tutti e, soprattutto, del Signore...

In tutto il resto hai perfettamemte ragione, Ccaterina.

Mi spiace che non ho il tempo di approfondire più e meglio perché vado di corsa.

Alla prossima!
Un abbraccio

sofia ha detto...

@ egonon
concordo 100%

...queste pecorelle riconoscono SOLO la voce del "loro" falso pastore!
...Ecco perché rispondo NO alla domanda che mi sono posto:
è vero carisma quello che Kiko ha portato nella Chiesa?
---------------------

Credo che Caterina63
non li abbia mai sentiti
e visti parlare dall'interno
come me, che li ho seguiti, per Grazia di Dio
per pochissimo tempo,
giusto per vedere
che sono SABBIE MOBILI
PER LE ANIME!

"il Buon Pastore
ad acque tranquille
mi conduce!"

EGONON ha detto...

@caterina63

Purtroppo non ho il tempo che mi serve...

Giusto per dirti che - a mio modo di vedere - sei totalmente fuori strada.

Sia nel voler avallare "i due pastori" che ha ripreso Mic, sia nella interpretazione dell'esistenza di un carisma con gli argomenti che hai portato.

Scusami ma la prassi non ha cittadinanza.

Un talento naturale non è un CARISMA al servizio della Chiesa.

Per estremizzare per fare prima:
anche alcuni capo popolo (spesso dittatori) che abbiamo avuto nella storia avevano "un carisma" eppure fra loro c'erano dei veri anticristi (Napoleone per fare un nome, ed era adorato dai francesi, che davano la vita per lui e non per gli ideali che incarnava).

Come la pensi credo di averlo visto, ma su questo non ci può essere nessuno sconto.

E' questo il punto cruciale, vitale di tutta la questione.
Proprio perché fede e ragione possono e devono andare insieme.

I Carismi sono al servizio della Chiesa. PUNTO

Chi si fabbrica una sua Chiesa (e NON STO PARLANDO dei fratelli NC ovviamente, ma dei "fondatori!) è "altro"! e non è al suo servizio.

Sul sito cathecumenim hanno pubblicato le norme attuative per la Comunione: è un altro rito!
... è un carisma?

Una ultima cosa per quanto mi riguarda:

sono d'accordo sull'inutile battibeccare.

Diverso è essere intransigentemente ASSERTIVI.

QUESTA E' CARITA'
VERA
NON POLITICA


Sono contento che tu sia approdata e intervenga in questo blog.
Con amicizia, naturalmente

sofia ha detto...

Se uno parla mescolando abilmente
menzogne e verità
questo non è un carisma,
è INGANNO!

Circonvenzione di incapace!
Mi sono salvata
per le Verità di Fede
che avevo ben stampate
nella mia memoria
e che mi hanno indicato la via d'uscita da quel labirinto
di discorsi biblici
affumicati, che servono solo
a destrutturare la debole
coscienza cristiana
ma soprattutto a far
perdere la fiducia
nella propria RAGIONE!

sofia ha detto...

@ egonon
Benedetto il linguaggio chiaro!

Diverso è essere intransigentemente ASSERTIVI.
---------------------------

Se una mamma vede a un tratto
che il suo bimbo di pochi
anni ha ingurgitato un boccone
che lo può soffocare in pochi attimi,
cosa fa?
Lo prende subito, gli dà magari
un colpo ENERGICO sulla schiena
PER SALVARLO, oppure lo porta a fare la lavanda gastrica
PER SALVARLO...
oppure comincia a disquisire:

"...dunque, vediamo, potrebbe darsi che ti faccia male...
o potrebbe darsi che in parte
ti giovi... chi sa..."

(per non dargli un colpetto,
poverino...)

Ma il bimbo muore in pochi secondi!

Caterina63 ha detto...

EGONON ha detto...


Un talento naturale non è un CARISMA al servizio della Chiesa.


******
mai detto una cosa del genere^___^
forse è meglio che rileggi con calma quanto ho scritto che proviene per latro dal Magistero della Chiesa insito nel CCC quando spiega i Carismi e la stessa enciclica del Papa Ut unum Sint....^___^

I Carismi NON DIPENDONO DA NOI NE DALLA CHIESA....la Chiesa ha il compito di approvarli, gestirli o alla peggio definirli estranei alla Chiesa....

la bontà dell'uomo è un carisma, ma non è detto che chi ce l'ha sta dentro la Chiesa....^___^ comprendi?

Dice san Paolo: tutto ciò che è buono viene da Dio, definire il CN CATTIVO mi sembra eccessivo perchè neppure san Paolo giudica così i "non buoni" che infastidivano la comunità dei Corinzi ^___^

Noi possiamo valutare se SONO DEI NOSTRI....e per questo non è sufficiente che la Chiesa approvi un carisma, occorre PROVARE E SAGGIARE ed è quello che si sta facendo qui...ma questo non ha nulla a che vedere con il concetto di CARISMA...anche Hitler, Marx, Stalin, Lenin, ognuno di loro aveva CARISMA, è ovvio che il loro non era a servizio della Chiesa ^___^

spero di aver chiarito
^__^

sofia ha detto...

pardon
...ovviamente
fare la lavanda gastrica
quando SI SA CHE IL BOCCONE E'
AVVELENATO...

(simile ipotesi
di salvataggio energico
d'urgenza...)

sofia ha detto...

@ caterina63

Cara Caterina

provi a guardare di quale carisma
si fa portatore
questo blog Neocat appena creato:

www.bugiardicontrolachiesa.blogspot.com

Sono grandi difensori del CNC, bisogna capire lì da loro che cosa sono la verità e la menzogna...

filus ha detto...

DISPERAZIONE DELLA SALVEZZA
e
PRESUNZIONE DI SALVARSI SENZA MERITO!
,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,
Tu invece ti salvi per i meriti che ti sei guadagnati?Quali?
Piccola presentuosa

Caterina63 ha detto...

...cara Sofia carisma o l'essere carismatico è una definizione LINGUISTICA....carismatico è colui che (nel bene o nel male) FA ADEPTI....^__^
Carismatici lo erano gli apostoli come lo era LUTERO....il problema non è "carisma si, o carisma no" ma se questo carisma, come è stato detto dalla Congregazione per i Laici sia realmente un vantaggio per la Chiesa....

Non basta che si dica "no"....o peggio dire "non sono carismatici, non hanno carisma".....così si fa il gioco loro ^___^
il punto è entrare all'interno della DOTTRINA solo così possiamo AIUTARE a far comprendere dove alberga l'errore...

Lascia perdere i siti che ci parlano alle spalle ^___^ Gesù ricevette di peggio....qui stiamo dimostrando che non esiste un sito del CN nel quale ci si possa confrontare con onestà....sono loro che vengono a cercarci anche se per provocarci ^___^
ma sta a noi a non alimentare le loro provocazioni e le inutili risposte....concentriamoci SULLA DOTTRINA è qui che infatti divagano, escono dal tema, e gettano scompiglio nel Blog, ma noi dobbiamo insistere....

Sursum corda eh!
^__^

Caterina63 ha detto...

Filus.....provi a collaborare ^___^


Notizia fresca:

'Ecclesia Dei' scrive ai Seminari: “Insegnare ai futuri sacerdoti a celebrare con il rito tridentino”

CITTA’ DEL VATICANO - La commissione vaticana Ecclesia Dei ha in preparazione una lettera da diffondere nei seminari di tutto il mondo per chiedere che i candidati al sacerdozio siano istruiti a celebrare anche in latino e secondo il rito tridentino. Lo riferisce il vaticanista Marco Tosatti nel suo Blog on-line, in base a dichiarazioni che il presidente della commissione, cardinale Dario Castrillon Hoyos, ha fatto durante una conferenza stampa tenutasi nei giorni scorsi nel Regno Unito, quando il porporato e' stato ospite della Societa' della messa latina di Inghilterra e Galles.

(da Petrus)

orbene, come si comporteranno I VOSTRI SEMINARI? OBBEDIRANNO? INSEGNERETE A CELEBRARE CON LA MESSA ANTICA?

inoltre non risulta che venga dato, nei seminari, spazio per la vostra liturgia, segno evidente che NON esiste una liturgia NC....e che ciò che fate è un abuso, altrimenti dove stanno i documenti di Arinze che dicano che TUTTI I PARROCCHIANI debbono prendere le vostre messe?


Fatti non parole su su....


^__^

filus ha detto...

NON esiste una liturgia NC
,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,
Ecco Caterina,l'unica cosa giusta che hai detto,non esiste una liturgia NC.
Noi celebriamo la liturgia ,comè ci viene inseganata dalla Chiesa Cattolica,con le concessioni che la Madre Chiesa ci ha voluto concedere.
Tanto per ripeterlo,mi piacciono da morire i canti Gregoriani,mi piace il rito Tridentino,e per ricevere il Corpo di Cristo non solo in ginocchio ma strisciando in ginocchio per riceverlo.
eppure sono un NC straconvinto.
I seminari nostri?Comanda il Vescovoò

Caterina63 ha detto...

filus ha detto...
NON esiste una liturgia NC
,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,
Ecco Caterina,l'unica cosa giusta che hai detto,non esiste una liturgia NC.
Noi celebriamo la liturgia ,comè ci viene inseganata dalla Chiesa Cattolica

*******************

è qui che ti sbagli....
NON E' LA STESSA MESSA quella E' PER IL CN a meno che non mi stai dicendo che IO, parrocchiana, sarò obbligata a dover sopportare la VOSTRA LITURGIA....^___^

EGONON ha detto...

@filus

Tu invece ti salvi per i meriti che ti sei guadagnati?Quali?
Piccola presentuosa


Tutti i peccati saranno perdonati ad esclusione di quelli contro lo Spirito Santo.
Dunque... fra i sei peccati contro lo Spirito Santo c'é:
Presunzione di salvarsi senza merito

Quindi:
sperare di salvarsi senza merito è un peccato contro lo Spirito Santo.
E' un insegnamento della Chiesa.

Nella Chiesa Cattolica è questo che dice il Catechismo. Non ti risulta?

Su da bravo, per le vacanze è tempo di fare ripasso.


... comunque consolati ho sentito personalmente un prete di 70anni definire una bestemmia quello che dice Sofia che sottoscrivo in toto e che la Chiesa ha sempre insegnato.

filus ha detto...

è qui che ti sbagli....
NON E' LA STESSA MESSA quella E' PER IL CN a meno che non mi stai dicendo che IO, parrocchiana, sarò obbligata a dover sopportare la VOSTRA LITURGIA....^___^
,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,
Ti farebbe bene partecipare il sabato sera,ma vai la domenica è la stessa cosa;importante è farsi travolgere dell'Amore di Gesù Cristo.vai a messa stai zitta non guardare non pensare e se Dio vuole vedrai che meraviglia.
Prega Caterina,con il cuore,vedrai che,tutte le stupidaggine che dici sparirano.
Mi dispiace ma per oggi basta

EGONON ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
filus ha detto...

Su da bravo, per le vacanze è tempo di fare ripasso.
,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,
Egonon,sarei felicissimo di ricevere qualche lezione,vuoi?
ffilus@tiscali.it
la presunzione sta nel pensare che l'uomo possa meritarlo per i propri meriti.
Il ns.Signore Gesù Cristo ci giudicherà.
;Presunzione di salvarsi senza merito;Chi decide il merito?
Io non credo di meritare niente,ma confido nel Signore Gesù Cristo e chiedo perdono

filus ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Caterina63 ha detto...

filus said...

,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,
Ti farebbe bene partecipare il sabato sera,ma vai la domenica è la stessa cosa;importante è farsi travolgere dell'Amore di Gesù Cristo.vai a messa stai zitta non guardare non pensare e se Dio vuole vedrai che meraviglia.
Prega Caterina,con il cuore,vedrai che,tutte le stupidaggine che dici sparirano.
Mi dispiace ma per oggi basta

************************

1) la Messa della Domenica la partecipo già nella mia Parrocchia con il mio parroco e tutta la COMUNITA'....non usiamo la tavola da pizzeria, non saliamo sul presbiterio....(tranne chi deve servire e leggere).... non ci mettiamo come gli indiani attorno ad un totem.... NON SIAMO CONCELEBRANTI MA FEDELI....non siamo sacerdoti ordinati ma con il nostro sacerdozio comune con il Battesimo OFFRIAMO con l'Alter Christi le offerte portate e ci uniamo AL SACRIFICIO NON AD UNO SPETTACOLO....

2) alla Messa NON si sta ZITTI come se si fosse a teatro....IO DEVO GUARDARE ciò che sta avvenendo e certamente guardare con gli occhi del Cuore....DEVO PENSARE A COSA STA ACCADENDO...GESU' E' LI' SULL'ALTARE IMMOLATO PER ME....

3) io prego con il rosario, fa lo stesso?

^___^

non dico stupidaggini visto che non hai risposto alle domande sopra....hai letto l'enciclica di Benedetto XV ? (non XVI, XV)
semmai sono paziente e ti dico le cose come stanno....
^___^

sofia ha detto...

@ Caterina
OFFRIAMO con l'Alter Christi le offerte portate...
---------------
ecco:
da insegnare a questi poveretti
abbeverati ad una parola falsificata:

OFFRIAMO esattamente come offriamo
le nostre sofferenze e i nostri
sacrifici e la lotta contro i vizi, li UNIAMO AL SACRIFICIO REDENTIVO DI GESU' CRISTO, e solo così
acquistano valore, non di per sè!
Così facevano le anime che si offrivano vittime in riparazione
dei peccati, propri e di altri:
questa è umiltà, di unire la propria vita a quella del Salvatore, visto che anche San Paolo diceva:
"Completo nella mia carne
[con la sofferenza] quello che manca alla Passione di Cristo!"
(spiegare bene questo, visto
che quello di Gesù è Sacrificio perfetto)

Queste cose i catechisti NC non le
diranno mai!

Allora secondo Kiko i Santi che si sono offerti volontariamente al Signore con le proprie croci, piccole o grandi, sono tutti
presuntuosi!

Prima di tutti S. Padre Pio...

Ismaele ha detto...

Mic scrive:

Io non voglio fare nessuna illazione; ma chiedo a te, Ismaele: se tu credi che durante la Consacrazione si fa davvero Presente il Signore Gesù, come fai ad essere così disinvolto nel rimanere in piedi e non inginocchiarti?

DUE COSE (in maiscolo x differenziare) LA DOMANDA ERA PER CATERINA, MA SE VUOI POTRESTI RISPONDERE ANCHE TU, E' O NON E' CRISTO?
SECONDO, PERCHE' DAI PER SCONTATO CHE IO NON MI INGINOCCHI.
QUANDO E' DISPONIBILE UN INGINOCCHIATOIO LO FACCIO, QUANDO NON C'E' FACCIO COME DICE LA CHIESA, PROFONDO INCHINO, COMUNQUE CREDO CHE GESU' GUARDI AL CUORE.
SE FAI L'ADORAZIONE DEL SANTISSIMO, LA FAI TUTTO IL TEMPO IN GINOCCHIO O TI SIEDI?

Credi che il sacerdote che non ti insegna a inginocchiarti, ci crede a quella Presenza o non la ritiene solo 'significazione' come diceva Lutero e come ha detto Kiko?
TI RIPETO CHE LA FORMA E' PREVISTA ANCHE SE CREDO NON SIA LA FORMA CHE SALVA.
COMUNQUE I SACERDOTI CHE HO INCONTRATO IO CI CREDONO ECCOME, LO RICONOSCO DALLE LORO PAROLE.

perché credi che noi difendiamo la Messa cattolica?

FRATELLO ANCHE QUELLA DEL CAMMINO E' CATTOLICA ANCHE SE PER TE NON E' COSI', NON LO DICO IO MA IL PAPA.

Dov'è il Sacrifico nel vostro rito? Nella messa c'è la lode nel Signore Risorto, e l'accoglimento e la gioia della Salvezza, ma c'è anche l'Offerta e la Croce! Dov'è tutto questo nel vostro rito?
ESATTAMENTE LI' DOVE E' PER TUTTE LE CELEBRAZIONI CATTOLICHE, NON CAMBIA NULLA. SEI TU CHE DICI IL CONTRARIO MA COSI' NON E'.
IL PAPA COME TU BEN SAI, HA SCRITTO LIBBRI SULLA LITURGIA, FORSE QUALCOSA NE SA.

pragmatismo vuol dire dare la prevalenza all'azione e ai fatti concreti rispetto al ragionamento e alla teoria.

GRAZIE PER L'AIUTO, NON SO COME GLI ALTRI VIVONO IL PROPRIO CAMMINO DI FEDE, PERSONALMENTE CREDO DI AVER AVUTO UN FORTE AIUTO DAL SIGNORE IN QUANTO DAL PRIMO MOMENTO CHE HO SENTITO LA SUA CHIAMATA, RICEVUTO L'ANNUNCIO DEL SUO AMORE HO INIZIATO A FAR PROSEGUIRE L'ASCOLTO DALLA MEDITAZIONE, ANCHE SENZA VOLERLO.
LE RISPOSTE SONO ED ARRIVANO ANCHE QUANDO NON ME LO ASPETTO.
PERCIO' CONFIDO IN LUI, NONOSTANTE IL MIO ESSERE PECCATORE, SPERO NELLA SUA GRAZIA.

PER IL RESTO, SONO MOLTO STANCO, GIORNATA FATICOSA.

NON SO SE RIPSONDERO' ANCORA.

SONO TUTTI DISCORSI CHE NON PORTANO A NULLA PERCHE' PARLI DI COSE CHE IO PERSONALMENTE NON HO VISSUTO NEL CAMMINO, FORSE ACCADONO DA ALTRE PARTI, MA NON CREDO.. GIRO TUTTA L'ITALIA.

COMUNQUE NON SAPREI COME AIUTARTI SE NON PREGANDO PER TE.

PUOI FARE LO STESSO TU PER ME?

GRAZIE, PACE A TE.

Caterina63 ha detto...

Ismaele dice (in maiuscolo):

perché credi che noi difendiamo la Messa cattolica?

FRATELLO ANCHE QUELLA DEL CAMMINO E' CATTOLICA ANCHE SE PER TE NON E' COSI', NON LO DICO IO MA IL PAPA.

*******************

.....a me sembra di più che il Papa TOLLERI perchè, fino a prova contraria non esiste un Documento o una lettera del Papa che parli ESPLICITAMENTE DELLA LITURGIA USATA DAL CAMMINO....
Posso anche sbagliarmi eh! ^___^
ma da quel che ne so il Papa, sia quando era cardinale, sia oggi da Pontefice, si è sempre solo limitato AL CARISMA del Cammino, ma MAI sulla LITURGIA e questi sono due aspetti diversi come ho ben espresso sui carismi....

Il Papa ha sempre parlato di una sola Liturgia quella CATTOLICA che voi avete modificato durante la Messa....non mi risulta infatti che il Papa abbia dato la Comunione a fedeli seduti, tanto meno gli ha servito il Calice....^___^

La Chiesa è MADRE e spesso TOLLERA....ciò non vuol dire che un atteggiamento tollerato sia la NORMA ^___^ o sia la cosa giusta....
a mio parere il problema creato dal CN è stato di rendere UNA NORMA ciò che norma non lo è mai stato, GENERANDO ZIZZANIA E CONFUSIONE nella dottrina EUCARISTICA....

Poi per la domanda che avevi rivolto a me, ho risposto....

^__^

mic ha detto...

(spiegare bene questo, visto
che quello di Gesù è Sacrificio perfetto)


sono felice di aver trovato questa sfilza di bellissimi post edificanti e costruttivi :)

Cara Sofia, abbiamo provato tante volte a parlare dell'Eucaristia, del Sacrificio, con le cose bellissime e Vere che avete detto tu e Caterina e scendendo nei significati più profondi e più fondamentali...

Non farete fatica a credermi: il tutto non solo è scivolato loro addosso, ma hanno anche dileggiato, nonostante gli sforzi di cancellare i disturbi... non vi dico altro... tuttavia questo non mi impedisce di ricominciare non una, ma cento volte... e allora, come suggeriva Caterina, e come giustamente rilevava anche Egonon, questo deve essere uno spazio in cui si trovano insegnamenti cattolici...

non sono mancati finora, se andate a scorrervi lo storico delle vecchie pagine... ma hanno il difetto di essere in ordine sparso... Il problema, poi, in una comunicazione diretta e immediata come questa è il fatto ormai assodato che i nostri interlocutori recepiscono e danno autorevolezza SOLO a quello che ricevono dai catechisti e in definitiva le cose scivolano loro addosso! Hai voglia a dire che noi parliamo del Magistero della Chiesa assimilato e vissuto... finora si contano sulle punta delle dita le persone (almeno che conosciamo) su cui questo ha fatto breccia.

E allora sapete cosa vi dico? Noi ripartiamo... prepariamo delle schede e cominciamo con l'Eucaristia, che è il cuore della nostra fede e dedichiamo una pagina solo a quello...

Ritengo però che per fare questo sarebbe più adatto un Forum, dove gli argomenti possono essere organizzati e sistematizzati e seguiti meglio.

Tuttavia, in attesa di organizzare il Forum, possiamo non perder tempo e partire con una pagina dedicata alla Santa e Divina Liturgia, nella quale ognuno inserirà il suo contributo, a partire dal testo che Caterina mi farà avere per inserirlo come testo di partenza.

Con l'impegno di cancellare inesorabilmente qualunque cosa sia fuori tema o voglia sviare il discorso

Che ne dite?

mic ha detto...

Comunque volete anche dare un'occhiata preliminare a queste due pagine del sito riguardanti, rispettivamente:

L'Eucarisiia e

Sul sacerdozio, senso del peccato e Riconciliazione

Caterina63 ha detto...

mic scrive e chiede:


E allora sapete cosa vi dico? Noi ripartiamo... prepariamo delle schede e cominciamo con l'Eucaristia, che è il cuore della nostra fede e dedichiamo una pagina solo a quello...

Ritengo però che per fare questo sarebbe più adatto un Forum, dove gli argomenti possono essere organizzati e sistematizzati e seguiti meglio.

Tuttavia, in attesa di organizzare il Forum, possiamo non perder tempo e partire con una pagina dedicata alla Santa e Divina Liturgia, nella quale ognuno inserirà il suo contributo, a partire dal testo che Caterina mi farà avere per inserirlo come testo di partenza.

Con l'impegno di cancellare inesorabilmente qualunque cosa sia fuori tema o voglia sviare il discorso

Che ne dite?

*******************

mi stai invitando a nozze?????
^___^ ahahahahahahah

io ci sto!!!!!!!
Pronta, ho tutto ciò che mi serve:
CARITA', FRATERNITA' LEGALITA'.....ops....mi pare uno slogan già letto con LIBERTà....^___^

a parte gli scherzi, sarebbe un ottima idea....
anche perchè c'è una NOTIZIA BOMBA......
IL PAPA DESIDEREREBBE LA MESSA SAN PIO V IN TUTTE LE PARROCCHIE:

http://www.totustuus.net/modules.php?name=News&file=article&sid=2315

mic.....dai risalto a questa notizia ci servirà per le future discussioni e riferimenti....^___^

Antonio Casini ha detto...

Per Ismaele:

il Papa ha detto altro da "la "messa" neocatecumenale e' cattolica". Ha detto altro, tramite Arinze, e per ora non ha detto nulla.

Nessuno fra i neocatecumenali esulta, perche' kiko sta tremando e temendo, aspettando la parola del Papa che ancora NON si e' espresso.

Antonio Casini

Antonio Casini ha detto...

E riprendo: anzi, kiko trema anche forse perche' il Papa Benedetto XVI si e' espresso il giorno dopo a Brindisi, con l'inginocchiatoio per chi si comunicava dalle sue mani, messaggio nemmeno troppo sottinteso, ma palese, per kiko.

Il Papa non tollerera' pèrofanazioni e disobbedienza ulteriori, kiko lo sa e non esulta e non fa esultare i neocatecumenali, che d'altra parte si scatenano in insulti verso chiunque ami la verita' e questa serva anche in questi giorni e su questo blog.

Antonio Casini

mic ha detto...

perche' kiko sta tremando e temendo

non mi pare proprio il tipo!

Antonio Casini ha detto...

Allora perche' non esulta come sempre?

Anche io ho le mie fonti vaticane :-)

Antonio Casini

sofia ha detto...

@ mic
questo deve essere uno spazio in cui si trovano insegnamenti cattolici...
---------------------------
Sono d'accordo al 100%
e prontissima a dare il pochissimo
che potrò, come potrò : forse farò solo domande a scopo di "maieutica", mettendomi nei panni di quei lettori che dovessero passare, magari
da lungo tempo affamati e
assetati della Verità, che è Cristo, o anche avvelenati
per aver bevuto alle fontane
inquinate e fossero spinti dal desiderio autentico di conoscere il Signore, ma non hanno neanche
la voce e "le parole per dirlo"!
*****

Purtroppo è vero che la struttura
e l'andamento dei discorsi di un blog (dove sembra vincere chi grida o offende di più) favorisce la falsa democrazia
che si manifesta non coi pari diritti, ma con la prevaricazione dell'ignorante sul sapiente,
del maleducato sul civile, del violento sull'innocente...
ed è la fine della libertà,
il trionfo della menzogna.

I figli delle tenebre ora appaiono sempre più astuti e potenti dei figli della Luce.
Fino a quali limiti di tempo e spazio ancora?

Siamo tormentati giorno e notte
e a gran voce chiediamo a Dio
Giustizia e Verità, gli
vorremmo quasi forzare una decisione e chiedergli:
Signore, perchè
non dici ancora una volta,
come all'inizio dei tempi
"Fiat Lux"! allora tutto
rifiorirebbe in una Vita nuova
lucente di zecca...

Caro Mic,
non voglio rattristare la virtù della Speranza che vuole vivere
in noi, anche in questo buio marasma che sembra travolgerci, e consegno a tutti voi, a me, e a quelli che il Signore porterà
a leggervi questo pensiero:
se quelle anime sventurate (a migliaia) sono rimaste impigliate nella retata di una pesca malefica
e poi straziate dal Falsario, padre di tutte le menzogne, che ha fatto di Kiko il suo più geniale artista in quest'alba del 3. millennio,
sarà la Rete (network), laddove è benedetta dal Signore, allorchè
di nuovo si seminerà la Sua Parola
(senza togliere una virgola o aggiungere uno iota) a liberarle
e riportarle a Lui!

Possa concederci il Signore di vedere come il seminatore abbia iniziato il suo lavoro nel pianto e torni poi col raccolto esultante!

mic ha detto...

Amen.

Grazie. Sofia, che Dio ti benedica e ci benedica e accompagni tutti!

Si parte da qui, da piccole cose, ma con tutto il nostro cuore, con tutta la nostra anima, con tutta la nostra mente, con tutte le nostre forze!

Prego te e Egonon di farmi avere la vostra mail :)

mic ha detto...

Voglio condividere con voi questa riflessione.

Vedete come si evolvono le cose e come ne stiamo seguendo l'evolversi?

Quello che sta nascendo ora è un deja vu: mi ricorda gli inizi di questo blog, che poi ha alimentato il sito, che non era programmato in partenza, anche se l'idea è venuta fuori quasi subito...

Praticamente, ora, nel momento in cui stavamo allargando lo sguardo all'intera realtà della Chiesa e pensando di approfondire il postconcilio, per arrivare al Motu proprio... praticamente la nuova sezione del sito si alimenterà anche con il nostro lavoro qui sul blog o sul Forum (appena ci riuscirà di organizzarlo), rispondendo proprio a queste esigenze di "istruzione corretta"

e viene ancor più avvalorato da questa notizia (v. nuova pagina)

"Ieri il Cardinale Dario Castrillon Hoyos, Presidente della Commissione Pontificale Ecclesia Dei, ha annunciato a Londra che Papa Benedetto XVI vuole introdurre il “Rito Gregoriano” – in precedenza conosciuto come Rito Tridentino – in ogni parrocchia della Chiesa d’Occidente."

ci sarà tanto lavoro da fare per prepare i sacerdoti e i fedeli a vivere e 'gustare' e nutrirsi e... delle ricchezze della Santa e Divina Liturgia di Sempre, senza trascurare il Novus Ordo!!!

EGONON ha detto...

@filus

Egonon,sarei felicissimo di ricevere qualche lezione,vuoi?
la presunzione sta nel pensare che l'uomo possa meritarlo per i propri meriti.
Il ns.Signore Gesù Cristo ci giudicherà.
;Presunzione di salvarsi senza merito;Chi decide il merito?
Io non credo di meritare niente,ma confido nel Signore Gesù Cristo e chiedo perdono
* * * * *
Egonon,scherzavo da te non ho bisogno nessun insegnamento.
Ti offro il mio,basato sull'Insegnamento del NS.Salvatore
Gesù Cristo.Unico Maestro


Non ti sto prendendo in giro. Vai qui.

Su www.vatican.va nella sezione Testi fondamentali
Trovi il CATECHISMO DELLA CHIESA CATTOLICA
e il COMPENDIO DEL CATECHISMO DELLA CHIESA CATTOLICA

Ti ho riportato un articolo del catechismo, non ti sei fidato e insisti, vai a verificare tu stesso dunque.

Scoprirai le immense ricchezze della nostra FEDE che sono molto più profonde di quanto ti è essere stato prospettato con una dottrina fatta di ragionamenti umani che di trascendente e di mistico non conoscono nemmeno il significato.

... non c'é antagonismo da parte mia, ma la pena di vedere tanto entusiasmo (tuo) corrotto da errori che ti sono stati proposti come veri ed assoluti.

Con empatia...

sofia ha detto...

Il guaio è, caro Egonon, che
quei tapini devono chiedere ai catechisti il permesso di guardare
il Catechismo della CEI, e quelli gli diranno che è opera infestata dal demonio e glielo proibiranno!

"Lasciate che questi piccoli vengano a me!" e loro sono
incatenati, torturati e affamati...

Quanto dovranno rispondere
alla Giustizia Divina Kiko
e i suoi caporali di questo misfatto!

Caterina63 ha detto...

Il 10.5.2006....si attenti DUEMILA E SEI....^___^ così scriveva un NC in un forum:

...comunque il prossimo anno scadranno i 5 anni di approvazione ad experimentum, e credo verso giugno 2007 avverrà l'approvazione definitiva (come è successo per tutti gli altri movimenti).
La Liturgia è stata regolamentata con la lettera della congregazione per il culto Divino e il direttorio catechetico è già stato approvato dalla congregazione per la dottrina della Fede (aspettiamo solo il decreto).

******************

già nel 2006 la seguente disinformazione:

1) approvazione ad experimentum, la risposta il NC l'ha data perchè aveva scritto prima che l'approvazione era definitiva e qui si ricorregge^___^

2) il 2007 passò....

3) La Liturgia fu regolamentata dal card. Arinze è vero, ma non è vero che essi obbedirono....e lo dimostrerebbe forse la Nota INCOMPRENSIBILE allo Statuto approvato che a prima lettura cancellerebbe la Lettera di Arinze e LA RICHIESTA ESPLICITA DEL PAPA di cambiare Liturgia....

4) il DC NON FU MAI APPROVATO nè ieri, nè il 13.6.2008.....^___^
però scriveva questa persona nel 2006: "attendiamo SOLO...il decreto" SOLO? Una cosettina da nulla!!!!


Diciamo che siamo noi ad attendere ora qualche Decreto atto a chiarire come mai che la Lettera di Arinze di due anni fa VOLUTA DAL PAPA sia stata eclissata....e attendiamo di capire se dobbiamo attenderci un nuovo rito della Messa....quello della mensa NC....

^__^