venerdì 22 aprile 2016

Guam: il Nuevo Tripode non racimola applausi

Gennarini go home! No to Kiko! NCW no!
Notizie di cronaca - 1: sono giunti ieri a Guam i coniugi Gennarini e il presbitero Pochetti, figure-chiave del Cammino in USA.

Insieme al vescovo neocatecumenale Apuron, costituiscono il Board dei Guarantors (cioè i veri proprietari) del seminario neocatecumenale di Guam, del valore stimabile fra i 35 e i 70 milioni di dollari, sgraffignato alla diocesi di Guam con la complicità del vescovo citato (il quale, fra parentesi, è membro del Board solo a titolo personale, e nelle decisioni è in minoranza perché vale un solo voto contro gli altri tre).

Allo scopo di nascondere lo "sgraffignare" e di far credere che il seminario neocatecumenale di Guam apparterrebbe ancora alla diocesi di Guam, vari sostenitori del Cammino (con l'inspiegabile ignavia dell'Attorney General di Guam) avevano pubblicato un certificato di proprietà sbagliato. Allo scoppiare dello scandalo, le successive correzioni sono state ancor più sbagliate, facendo di tutto per evitare che venisse corretto in tribunale (come prevederebbe la legge di Guam), poiché in tal caso parecchi kikos molto probabilmente finirebbero in carcere.

All'arrivo a Guam i vari Gennarini, Pochetti, Sammut (super-catechista neocatecumenale di Guam) e presbiteri neocat sono stati accolti da fedeli cattolici che mostravano cartelli con su scritto:
  • il Cammino non è per Guam
  • Gennarini vattene a casa
  • l'unico percorso è: ripristinare, ritornare, rassegnare [ndt: ripristinare ciò che c'era prima dei kikos, ritornare alla situazione precedente, e i kikos devono rassegnare le dimissioni dai loro incarichi - a cominciare dal vescovo neocatecumenale]
  • Una, Santa, Cattolica e Apostolica
  • RMS è una barzelletta! [ndt: RMS = il seminario neocatecumenale Redemptoris Mater]
  • io amo la Chiesa Cattolica
  • NO a Kiko!
  • NO al Cammino Neocatecumenale
E naturalmente, anziché le schitarrate alla Kiko, cantavano un canto tradizionale.

Il Gennarini, che da ambienti neocatecumenali viene indicato come il principale aspirante al trono di Kiko (e che da JungleWatch viene indicato come il mandante di tutte le controverse decisioni del vescovo neocatecumenale Apuron), ha trovato nei cattolici di Guam una sorprendente e inaspettata opposizione, di cui si è accorta anche la stampa. Stanotte, nel pregiato hotel a cinque stelle dove è alloggiato insieme al suo seguito, non avrà dormito sonni tranquilli: chissà Kiko come sarà indiavolato.



Notizia 2: il presbitero neocatecumenale arrestato in una spiaggia appartata di Guam mentre faceva sesso con una minorenne neocatecumenale è stato spedito nel Qatar probabilmente per evitarne l'estradizione qualora cominciasse un processo penale a suo carico a Guam. La stessa Attorney General di Guam, peraltro, aveva fatto di tutto per assecondare i kikos nonostante la legge le richiedesse di portare avanti il procedimento a carico del "presbitero" neocat.

Da un lato il mons. Camillo Ballin, Vicario Apostolico dell'Arabia Settentrionale, competente per il Qatar, aveva affermato che il presbitero arrestato appartiene al "suo" clero (come se lo avesse formalmente incardinato); chissà, magari è convinto che a momenti farà carriera e lascerà la patata bollente al suo successore... Dall'altro lato, invece, il cancelliere neocatecumenale di curia di Guam aveva detto in un comunicato stampa (Statement pubblicato sul giornale diocesano) che il presbitero era ancora appartenente al clero di Guam. Il vescovo neocatecumenale di Guam, infatti, per proteggere l'arrestato, aveva sempre evitato di seguire le proprie stesse disposizioni. Quale dei due vescovi si ritroverà col cerino acceso in mano?


Notizia 3: presso la facoltà teologica farlocca del seminario neocatecumenale di Guam, da oggi comincia un corso sul sacerdozio della durata di dieci giorni, tenuto dal cardinal Cordes, grande amicone del Cammino e uno dei principali orchestratori della stramba lettera Ogni Qualvolta, quell'«incoraggiamento» del 1990 che è stato sempre falsamente sfruttato dai kikos come "approvazione".

Intanto il vescovo neocatecumenale Apuron - come suo solito - continua ad ignorare le domande e le richieste di commenti che gli vengono fatte dai fedeli e dalla stampa.

38 commenti:

Anonimo ha detto...

Di fronte a tutti questi abusi e di fronte ad una protesta così pacifica ma assai coraggiosa, la gerarchia, quella vera, perché continua a nascondersi dietro questioni di prudenza? Non è ancora chiaro cosa sia, ovunque, il cammino neocatecumenale?Questa gente è da scomunica......

DAVID

sandavi ha detto...

La foto di Kiko al tavolo con un Vescovo e il Gennarini che ridono compiaciuti dopo lauto pranzo, mentre soddisfatti fumano un costoso sigarone è l'emblema dello sfregio ai veri missionari cattolici.
Chissà se San Francesco avrebbe amato sedersi alla tavola dei potenti, mangiando aragoste e gamberoni.

by Tripudio ha detto...

Nel video del Pacific News si vede la faccia preoccupata del Gennarini.

Molti, fra le centinaia di commentatori, hanno lamentato che la protesta sembrava tutt'altro che pacifica (in realtà, se proprio c'è stata "aggressione", è stata solo verbale) e lontana dalla tipica accoglienza chamoru. Per quegli ignari commentatori, infatti, Gennarini era solo un innocente turista: non sanno cosa ha già fatto negli scorsi anni a Guam, non sanno chi è e quali interessi persegue, non sanno cosa ha già rappresentato l'attività del Cammino Neocatecumenale a danno della Chiesa Cattolica.

Di fronte a quelle obiezioni generiche si può notare che la protesta cresce comunque, e che sarebbe il caso di chiedersi onestamente i motivi per cui quei fedeli cattolici, in nome della loro fede cattolica, dicono «Gennarini go home» e «no a Kiko, no al Cammino».

Qui in Italia, terra dove i potenti sono ben protetti, dove l'aprir bocca può costare fastidiosissime querele (specialmente quando si dice la verità), il Cammino ha potuto agire assai più comodamente. Anche se occorre ammettere che in certe occasioni qualche denuncia dei misfatti neocatecumenali ha sortito i suoi effetti (ricordo quando fu bloccata, in una chiesa toscana, la "kikizzazione" che sarebbe costata alla diocesi qualcosa come trecentomila euro).

by Tripudio ha detto...

Vedo che tutte le volte che qualche commentatore ha detto che avrebbero dovuto protestare col silenzio e la preghiera, è stato risposto che sono già vent'anni che stavano protestando col silenzio e con la preghiera.

Gli eventi di Guam stanno avendo eco anche nelle stanze vaticane e arrivano alle orecchie di quei cardinali che sull'eresia erano disposti a chiudere un occhio, ma non sulle questioni di soldi.

Anonimo ha detto...

Nel video segnalato da Tripudio alle 11:15 la cosa che a me infastidisce molto è la faccia di Gennarini (alla fine del video) che sembra sorridere o sghignazzare un po', o forse è soltanto una risatina nervosa... comunque non mi piace.
Marco

Pietro (NON del Cammino) ha detto...

I camminanti dovrebbero capire che il Papa parla loro non solo quando li riceve, ma anche quando parla a tutta la Chiesa.

Quando li riceve parla SOLO per loro. Per cui i severi moniti che hanno ricevuto a marzo, quando il Cammino è stato ricevuto dal Papa, erano tutti per loro.
Ma quando il Papa parla a tutti, parla ANCHE per loro, come nell'Esortazione Apostolica Amoris laetitia.

In tale documento cosa ha scritto il Papa che li potrebbero interessare? MOLTE cose. Ad esempio, al punto 182:

Nessuna famiglia può essere feconda se si concepisce come troppo differente o “separata”. Per evitare questo rischio, ricordiamo che la famiglia di Gesù, piena di grazia e di saggezza, non era vista come una famiglia “strana”... Invece a volte succede che certe famiglie cristiane, per il linguaggio che usano, per il modo di dire le cose, per lo stile del loro tratto, per la ripetizione continua di due o tre temi, sono viste come lontane, come separate dalla società, persino i loro stessi parenti si sentono disprezzati o giudicati da esse.

Pietro (NON del Cammino) ha detto...

Cosa c'entra il mio intervento precedente col tema di questo post?

Non l'ho specificato, ma il senso di quanto scritto sopra è che il Cammino ovunque va pare porti divisione e non si integra con il resto dei cattolici.

Nel Cammino si fa di tutto per distinguersi e invece dovrebbero fare di tutto, pur nella diversità di ogni realtà ecclesiale, di integrarsi

Anonimo ha detto...

....magari gennarini se la rideva perchè stava gia' pensando a come VENDICARSI....

sandavi ha detto...

Mi fa un po' tenerezza e un po' tristezza che questi personaggi che altrove contano come il due di coppe nel Cammino siano trattati come santi in terra. Fuori dal Cammino, Gennarini e gli altri, a parte le proprie professioni, non sono nessuno, ma là dentro possono fare il bello e il cattivo tempo, essere serviti, osannati... Bella cosa il potere, vero Giuseppe?

Anonimo ha detto...

....contano come il 2 di denari..... ma hanno appartamenti in zone costosissime.... via del mascherino .... englewood ....

Donna Carson ha detto...

@Pietro: "Nessuna famiglia può essere feconda se si concepisce come troppo differente o “separata”. Per evitare questo rischio, ricordiamo che la famiglia di Gesù, piena di grazia e di saggezza, non era vista come una famiglia “strana”... Invece a volte succede che certe famiglie cristiane, per il linguaggio che usano, per il modo di dire le cose, per lo stile del loro tratto, per la ripetizione continua di due o tre temi, sono viste come lontane, come separate dalla società, persino i loro stessi parenti si sentono disprezzati o giudicati da esse."

Mamma mia, quante ce ne sarebbero da dire e da raccontare solo su questa citazione. Mi stupisce sempre questo Papa, la sua capacità di cogliere nel segno…

La famiglia di Gesù non era vista come strana. Come fa una famiglia di oggi a non farsi identificare come strana? Forse non sentendo il bisogno di acchittare la propria casa come una cappella religiosa di icone monoautore, con tanto di palma alla porta e/o alla finestra per iniziare?
Evitando di parlare a sproposito esibendo linguaggi e stili che al di fuori della propria cerchia non significano proprio nulla (“Tempo” quando tutti direbbero “periodo”, “storia” quando tutti direbbero “situazione”, per ricordare giusto un paio di evergreen)? Forse limitandosi qualche volta a salutare con un “Ciao” senza scomodare “La pace” anche in chiusura a un sms?
Forse provando a uscire dall’ottica che quando sentono di qualche brutta storia la loro missione non sarebbe quella di reagire con umana compassione e comprensione come chiunque ma sentendosi autorizzati a salire in cattedra e provocare il malcapitato a suon di “Cosa ti dice il Signore con questa storia”?
Evitando di parlare di se stessi sempre e comunque come dei poveracci e della propria vita come uno schifo (anche quando questo è in palese contraddizione con gli atteggiamenti adottati nel quotidiano)?
E che dire dei “parenti che potrebbero sentirsi disprezzati e giudicati”? Potrebbero essere forse quei parenti con cui diventa impossibile fare un pranzo di Pasqua perché “sai, noi facciamo la Veglia vera, quella di tutta la notte?”, o potrebbero essere i parenti ammalati che non si riesce a visitare perché oberati di impegni con la comunità? O magari quei parenti che se ci sei un po’ troppo affezionato sicuramente sono idoli, ti tengono in pugno con l’affettività malata? O per caso quelli che visto che non condividono il percorso di fede, meglio starne lontani perchè sono del mondo e se vanno in Chiesa sono cristianucci della domenica e non sia mai che ci si confonda?


sandavi ha detto...

È vero anonimo, ma quello che interessa veramente loro è il potere e il controllo. Tante persone nel mondo hanno ricchezze, non mi cruccio per quello. È l'influenza che hanno che è sconcertante ma fa ridere verificare che usciti dalla bolla neocatecumenale diventano ometti qualunque. Basta vedere le facce che fanno quando trovano la gente che invece di osannarli grida contro di loro. Guarda Pius Sammut che si aggira imbarazzato avanti e indietro col sorriso ebete incollato alla faccia. Non sanno che dire o fare, mi fanno pensare a pesci fuor d'acqua. Non vivono nella realtà ma nell'universo parallelo nc, dove loro sono giusti santi e portatori di verità.
Sono felice di esserne fuori e non dovermi più prostrare a loro.

Antonio ha detto...

Sandavi vivo in una parrocchia francescana e ti posso assicurare che S.francesco non rimarebbe tanto contento nel vedere come vivono i suoi confratelli. Antonio

sandavi ha detto...

Antonio, un ladro non fa gli altri meno ladri.

sandavi ha detto...

P.s. Fu un prete ad accostare Kiko e Carmen ai santi Francesco e Chiara. Ecco perché cito sempre San Francesco.

by Tripudio ha detto...

Notare il solito trucchetto neocatecumenale del commento delle 17:31, che va letto così: «siccome oggi tutti sono mariuoli, allora nessuno deve chiamarmi ladro dopo che ho rubato».

Ary ha detto...

Esattamente!!! Cosa vuol essere? Un'autorizzazione ad ucciderci reciprocamente??
Gesù Cristo mi ha fatto la grazia di aprirmi le cataratte dopo solamente 3 anni...fortunatamente!! Poi pugnalata alle spalle li mando a farsi friggere...e loro hanno pure la faccia tosta di chiamare e dire: ma dai....siamo tutti peccatori!!
E' vero...tutti sbagliamo, ma alzarsi la mattina e nella noia inventarsi il male da fare al prossimo è davvero diabolico. Per questo sono sempre più convinta che dietro tutto c'è lo schifosissimo maligno!! E mi meraviglio dei preti e porporati che gli stanno dietro.
Ah, si... dimenticavo che il potere unito all'idolo denaro è un piatto succulentissimo.
Ma godendone oggi, non sanno che sempre sottoterra come tutti vanno a finire.

Anonimo ha detto...

Beati voi quando i neocatecumenali vi hanno insultato (e vi insulteranno), perseguitato (e vi perseguiteranno) e, mentendo, hanno detto (e diranno) ogni sorta di male contro di voi per causa mia. Rallegratevi ed esultate, perché grande è la vostra ricompensa nei cieli. ExCCD

Ary ha detto...

Anonimo ha detto...
Come volevasi dimostrare....Giustamente... i nc parlano alle spalle ed in anonimato. Loro che chiamano Cristo a loro garante per lavoricchiare "nelle cantine"!
Io invece vi dico: beati voi neocatecumenali, farisei dei tempi moderni, sepolcri imbiancati rivestiti a calce bianca per togliere la puzza di marcio, beati voi, quando la Verità verrà a galla e sarete contrattaccati. Anzi...direi che già lo siete.
«Guardate che nessuno vi seduca. Poiché molti verranno sotto il mio nome, dicendo: Io sono il Cristo, e ne sedurranno molti. Or voi udirete parlar di guerre e di rumori di guerre . . . ci saranno carestie e terremoti in vari luoghi; ma tutto questo non sarà che il principio di dolori» (Matteo 24:3–8).

Anonimo ha detto...

OT: segnalo una parte di un articolo del Magister del 7.3.16 riguardo l'omelia.

Nella pratica, si sa, gli strappi alla regola sono oggi numerosi. Bianchi lamenta però che avvengono "in modo selvaggio o, peggio ancora, in modo simulato", ad esempio chiamando tali omelie tenute da donne e uomini "risonanze".

È questo il caso del Cammino neocatecumenale, il cui anomalo rituale liturgico riguarda però l'intera messa, che nemmeno Benedetto XVI è riuscito a riportare all'ordine e che Francesco lascia andare alla deriva.

Articolo completo a http://chiesa.espresso.repubblica.it/articolo/1351248

Fine OT

BoB

ExCat20 ha detto...

Comunque, lì dove la notizia dell'accoglienza ricevuta da Gennarini fosse mai circolata nelle comunità (cosa assai improbabile), sicuramente tutti stanno pregando per le persecuzioni a cui è sottoposto il povero Gennarini!
Nel cammino sono maestri nel riportare a proprio vantaggio qualsiasi situazione, anche quelle palesemente contrarie.
Purtroppo c'è da dire che sono proprio queste "persecuzioni" che alimentano il processo di santità in vita di certi personaggi nell'ambiente neocatecumenale, in virtù della distorsione con la quale percepiscono la realtà.

Saluti

Lino ha detto...

ExCat20
E' circolata per forza, ExCat20. La pagina di Pacific News Center Guam ha 449 condivisioni e centinaia di commenti, in gran parte di NC. E la persecuzione a cui è stato sottoposto il povero Gennarini è citata in molti interventi. La questione è che molti si chiedono: "Why is Neocatechumenal Way upsetting to Catholics in Guam. Can somone explain, pls?". Chiedono, cioè, il motivo per il quale il Cammino in Guam è così sconvolgente per i cattolici. E altri spiegano.
Quella di Guam è una situazione devastante per il Cammino, considerati i passi falsi dei leader e dei presbiteri pro-Cammino, colti con le mani nella marmellata. Stai certo che la storia è arrivata anche nei Palazzi del Vaticano, il CNC fa notizia.

Ruben ha detto...

Questa è la forza positiva e propositiva di "internet", ovvero la verità documentata ed incontrovertibile: scritti, foto, video ed audio.
Soltanto vent'anni fa, agli albori della rete, avere tutti i giorni, di prima mano ed in tempo reale i disagi ecclesiastici di una sperduta isoletta del pacifico, sarebbe stato impensabile.

In quanto a Gennarini & Co, se il buongiorno si vede dal mattino....
---

Anonimo ha detto...

L’Arcigay ha querelato per diffamazione il portavoce del comitato "Difendiamo i nostri figli" e organizzatore del Family Day Massimo Gandolfini.

Chuck White ha detto...

Perché non c'erano chitarre, tamburelli, e gli osanna tipici per salutare il super-catechisti? Perché l'arrivo Gennarini doveva essere un segreto ...hanno portato Gennarini ad un furgone e corse via, ma hanno permesso la moglie Claudia a prendere un taxi ...ha ha!

Lino ha detto...

@ anonimo 23 aprile 2016 14:24
Ho letto qualcosa. Nell'ipotesi in cui "il femminiello", identità tipica della tradizione napoletana, sia stato accostato da Gandolfini alla pedofilia, l'Arcigay ha sbagliato. Gandolfini andava denunciato al Tribunale degli ignoranti NC impenitenti, non alla magistratura penale o civile.
Ha sbagliato doppiamente l'Arcigay, avrebbe dovuto spiegare che l'identità partenopea associabile - non sempre, ma frequentemente - alla pedofilia è quella dei "ricchioni": una questione tradizionale, oltre che semantica.

Mi pare di capire che - perdonatemi il vocabolo, che comunque potrete trovare nella Treccani con il significato 2 - che né Gandolfini né l'Arcigay capiscono un cazzo, in materia di tradizioni napoletane che riguardano le checche e i froci (pardon, i gay).

sandavi ha detto...

Una denuncia anche se ricevuta dai nemici di Dio non fa di Gandolfini un Santo.

by Tripudio ha detto...

Quel che mi meraviglia del Gennarini è la sua capacità di aver costruito una fitta rete di amicizie importanti. Tra cui personaggi tutt'altro che simpatizzanti per il Cammino (ad esempio, perfino un soggetto come Blondet scrisse di aver fatto parecchia fatica a rendersi conto di cosa professava quel suo buon vecchio amico). Anche solo per questo si potrebbe dar credito alla voce secondo cui il "principale aspirante al trono di Kiko" abbia infaticabilmente costruito la propria successione già da parecchi anni, e proprio col metodo neocatecumenale (come quando disse che la lettera del Culto Divino del 1° dicembre 2005 non era pubblica, non era normativa ed anzi non era nemmeno esistente: dopo neanche una settimana, il 12 gennaio 2006, fu smentito dal discorso di Benedetto XVI, che disse ai kikos che la lettera c'era, che era pubblica, che andava seguita fedelmente: talmente normativa che è divenuta parte integrante dello Statuto del Cammino... e ovviamente i neocatekikos non hanno mai ubbidito).

Fra le grandi "amicizie personali" del laico Gennarini va annoverato anche il Ballin, che si è scomodato non solo per ospitare (forse addirittura incardinare) in uno dei vicariati più delicati del mondo un presbiteronzolo neocatecumenalogeno alquanto poco propenso alla castità e al buonsenso (un favore che anche i vescovi più «oliati» sarebbero restii a concedere, tanto più se stanno dall'altra parte del globo), ma addirittura a porre pubblicamente e con gran fanfara la volpe nel pollaio. Quali argomenti "convincenti" avrà adoperato il Gennarini verso il Ballin?

Nel mettere la volpe nel pollaio - e ancor più nel difendere ciò con tono furente - il Ballin dà nettamente l'impressione di tener più ai desiderata dei caporioni del Cammino che alle necessità del suo gregge. Perché?

Ruben ha detto...

Gandolfini, dovrebbe ricocordarsi, che la pedofilia è anche e soprattutto, eterosessuale.
Il suo e solo"terrorismo psicologico.
---

sandavi ha detto...

Fa impressione il numero di testimonianze che oggi, grazie alla rete, si possono trovare contro il Cammino. E per le centinaia che hanno deciso di parlare apertamente (penso a Guam, al Giappone, alla Danimarca, eccetera) mi domando quante decine di migliaia di persone avranno sofferto a causa del Cammino e non hanno voce o non hanno voglia di aprire ferite.

Anonimo ha detto...

Tripudio di Gennarini ce ne sono due, quello aspirante post kiko non è quello che sta in America, ma il fratello capo del cnc in polonia. Secondo tanti, almeno fino a pochi anni fa il successore di kiko non sarà il Gennarini polacco, per capirci quello che ha studiato da ratzinger e che era amico di blondet, ma un altra figura don rino rossi.
Pp

Anonimo ha detto...

Oggi c'è stato il primo incontro di tutti i ragazzi per il "Giubileo dei Giovani" a Roma. Oggi hanno riempito con la loro gioia le strade del centro e lo Stadio Olimpico dove c'è stato uno spettacolo organizzato dal Papa per loro. Dei giovani neocatecumenali neanche l'ombra... loro non si confondono certo con tutti gli altri ragazzi, soprattutto se Kiko ha organizzato un incontro separato che ci sarà il 1 maggio al Divino Amore. Come al solito i neocatecumenali sono una chiesa parallela!
Marco

psyco ha detto...

INSOMMA ARRIVA GENNARINI con tutta L' EQUIPE AMERICANA a GUAM......

.....E il comitato di accoglienza erano solo quelli che portavano i cartelloni GENNARINI GO HOME !!!!

ma allora gennarini e l' qequipe erano arrivati IN GRAN SEGRETO ??
senza far sapere niente ai KIKOS ??????

http://www.junglewatch.info/2016/04/lol-bingo.html

CHE FINE HANNO FATTO I KIKARIELLI COI TAMBURELLI CHITARRINE NACCHERE BONGO CHARANGO E CANZONETTE DI KIKO ??

proprio potente la foto di KUAM NEWS con gennarini che passa vicino al cartello " GENNARINI GO HOME !!!!!!!!

CHI SA se in quel momento pensava al perchè della contestazione OPPURE A COME VENDICARSI .................

psyco ha detto...

NOTIZIE DA GUAM :
5 giugno 2016 : quattordicesima CENA DI GALA da 200 dollari a persona per finanziare il seminario RM di guam.... l'anno scorso si pagavano solo 175 a persona !!!! hanno invitato il cardinale di seul (corea) YEOM SOO JUNG ....chi sa perchè.......

ma quindi......se gennarini è arrivato in GRAN SEGRETO SUPER SEGRETO a guam con gli altri GUARANTORS..... vuoi vedere che i suoi GUAI LEGALI sono già cominciati ?????

Anonimo ha detto...

@MARCO: Oggi c'è stato il primo incontro di tutti i ragazzi per il "Giubileo dei Giovani" a Roma. Oggi hanno riempito con la loro gioia le strade del centro e lo Stadio Olimpico dove c'è stato uno spettacolo organizzato dal Papa per loro. Dei giovani neocatecumenali neanche l'ombra... loro non si confondono certo con tutti gli altri ragazzi, soprattutto se Kiko ha organizzato un incontro separato che ci sarà il 1 maggio al Divino Amore. Come al solito i neocatecumenali sono una chiesa parallela!
E' VERO SONO SEPARATI, QUI A NAPOLI CI SARA' IL GIUBILEO DEI MOVIMENTI ALLA VEGLIA DI PENTECOSTE COL CARDINALE E LORO NON CI SARANNO C'E' LA CONVIVENCIA, E I PARROCI LI ACCOMPAGNANO PURE SENZA PROFERIR VERBA CHE CON LORO VOLANT! MIKI

ExCat20 ha detto...

Circa il successore di Kiko non credo possa essere Don Rino Rossi perché il cammino ha stabilito la prevalenza dei laici sui prelati. Mettere Don Rino, seppur forgiato nei RM, significherebbe annullare questo lavoro di anni. I preti, nel cammino, servono solo per portare i Sacramenti. Basti pensare a quante convivenze vengono fatte nella indisponibilità del sacerdote, pardon presbitero. Per l'Eucarestia va bene anche il parroco della parrocchia più vicina al l'albergo.
Il successore deve necessariamente essere un laico.
Saluti

sandavi ha detto...

E don Rino rispetto ad altri è una figura relativamente recente. Sarà uno dei lord romani, con pochi dubbi.

Anonimo ha detto...

Hai ragione, ho provato a riferire l' accaduto ad un' ex sorella di comunità e candidamente mi ha risposto: "la verità è scomoda". "È il demonio che perseguita". Hanno sempre ragione :(