giovedì 26 maggio 2016

Nonsense neocatecumenali

La Carmen fa la "Comunione seduta":
grave abuso liturgico che il Cammino
porta avanti da mezzo secolo
La cosa che mi lascia perplesso è che il sig. Xxxxx affermi che lui ha trovato Dio e Cristo (quale, poi?) passando dall'esperienza nei francescani (un ordine religioso che ha sempre seguito gli insegnamenti della Chiesa cattolica, che ha sempre evangelizzato tramite il Catechismo della Chiesa cattolica, che è sempre stato davvero ubbidiente alla Chiesa cattolica) all'esperienza nel CNC, un "movimento" dove:
  • si evangelizza con un "catechismo" proprio 
  • si danno interpretazioni delle parabole evangeliche (ma anche di altro) mai sentite prima in 2016 anni di storia della Chiesa (a meno di prendere in considerazione luterani, protestanti e, forse, evangelici e TdG) 
  • tutto viene fatto secondo quello che stabilisce il fondatore e solo in quella maniera (quindi in disubbidienza a quanto stabilito dal Papa e dalla Chiesa) 
  • le celebrazioni si svolgono in maniera differente a tutto il resto della Chiesa 
  • le stesse celebrazioni sono fatte separatamente rispetto a tutti gli altri componenti delle varie parrocchie 
e potrei ancora continuare.

E a tal proposito, visto che ci viene detto che quello che diciamo non è mai vero, porto una piccolissima testimonianza (termine tanto caro ai NC) di quello che avviene il sabato sera:
Messa parrocchiale alle ore 19, frequentata da tutti i "cristiani della domenica", subito dopo - quindi verso le 20 - spostamento di tutto ciò che serve nella cappella laterale della parrocchia - se non altro, il nostro parroco deve aver preteso che si celebri lì anziché nelle salette - per celebrare la "liturgia NC" per un numero di persone che va dalle 5 alle 15 unità al massimo! Al che, una delle parrocchiane mi ha domandato: "Ma che senso ha che debbano celebrare in separata sede rispetto a tutti noi altri? Sono differenti da noi?". La mia risposta, a malincuore, è stata: "Hanno questo modo di fare, finché gli viene permesso purtroppo è così".
Questo per dire a tutti i NC che quando vengono qui a cianciare di unità, di fare (altro termine caro ai NC) quello che fa' la Chiesa, di essere come tutti gli altri, beh le parole contrastano sempre con i fatti. Oltre tutto, di unità con il resto della Chiesa, di rinunciare ai personalismi e ai modelli acquisiti e da trapiantare necessariamente (chissà perché, poi... ) ovunque voi NC andiate, non ve lo chiedo io (che sono un signor nessuno) o il resto dei parrocchiani, ma ve lo chiede il Papa (ricordate? Quello che voi lodate quando vi fa' comodo!).

Per cui, questa è un'altra disubbidienza!
Che valenza hanno i mamotreti?
Perché utilizzate solo e soltanto quelli?
Perché la vostra liturgia è diversa da quella del resto della Chiesa cattolica?
Perché nel CNC tutto deve svolgersi solo e soltanto secondo quanto dettato da kiko & C.?
(da: Vincenzo) 

66 commenti:

Pietro (NON del Cammino) ha detto...

Le domande di Vincenzo porta a ripondere: perché sono una cosa diversa rispetto alla Chiesa Cattolica.

Questa però è solo un'ipotesi e questo è un blog aperto alla discussione.
Per cui, se quelche camminante ha delle risposte diverse, le esprima. Li invito ad intervenire, ma a 2 condizioni:
1) che non divaghino e si attengano alle domande di Vincenzo
2) che le risposte non siano proclami di dogmi loro, ma siano argomentate

Pietro (NON del Cammino) ha detto...

Quelli del Cammino hanno il vizio di dire sempre che sono approvati, come fossero approvate tutte le loro prassi. Ma ad essere approvato è solo lo STATUTO (che peraltro non osservano, vedi Comunione in piedi).

Le catechesi che fanno e le modalità dei passaggi non sono MAI state approvate. Anzi, riguardo alle catechesi, la Chiesa ha proposto una miriade di correzioni, che loro, da ciò che mi risulta, però NON SEGUONO.

Dicono sempre "Il Papa ci approva".
In effetti Gesù ha detto a Pietro di confermare nella fede i fratelli. Ma che significa?
Ciò non vuol dire andare dal Papa e promettere obbedienza per ottenere un "ok". Questa parola significa che il Papa PROCLAMA quella che è la fede, di cui è garante, e che sta poi ai cristiani conformarsi ad essa ed essere "approvati".

Gesù, ad uno che prometteva di seguirlo, non ha risposto "approvato!", ma gli ha proposto la sua via. E' poi stato lui a decidere se seguirlo ed essere "approvato", o no.

L'approvazione del Papa al Cammino è sulla parola: "voi dite che mi ubbidite e io vi approvo". Cioè il Cammino è approvato a CERTE CONDIZIONI, e solo a quelle.
E SOLO quelle condizioni che la Chiesa ha imposto, sono il Cammino che vuole la Chiesa.

Ma se i camminanti NON OSSERVANO neanche quelle 4 righe degli Statuti, come fanno ad osservare tutto quello che il Papa dice a tutti i cattolici?

Vincenzo ha detto...

@ Pietro (NON del Cammino)

Purtroppo non risponderanno mai, né a me né ad alcun altro che ha posto loro domande! Le uniche risposte che proferiscono, come un mantra, è: "Siamo approvati, il Papa ci loda". Stop, altre risposte non ne ricordo, a mia memoria. E sul discorso ubbidienza aggiungo quello che in altri post è stato riferito, riguardo alle modifiche che ai mamotreti dei NC aveva fatto il Papa emerito Benedetto XVI... A quelle modifiche, l'iniziatore di questo movimento, Kiko, disse: "Non lo riconosco!". Praticamente, disconoscendolo ha disubbidito a quanto gli aveva detto il Papa dell'epoca, continuando a fare come prima (e più di prima)! Se questo è essere ubbidienti a quanto dice la Chiesa e il Papa... Che poi, ripeto, tutto è segreto per quello che li riguarda, e già solo questo dovrebbe suscitare dei dubbi in chi frequenta questo movimento!

l'apostata ha detto...

@ Pietro (NON del Cammino)

Piccola precisazione. E' vero che non obbediscono al loro stesso Statuto, ma la disobbedienza riguarda risonanze, ammonizioni, presenza del sacerdote nei gruppi di preparazione, chiusura agli estranei, mancata partecipazione mensile alla Messa parrocchiale, violenze psicologiche negli scrutini, imposizione della decima eccetera.

In materia di Eucaristia dispone inderogabilmente sempre e solo il Messale Romano, del quale Sankiko si infischia.

Scusami Pietro, ma volevo prevenire qualche fanatikiko pronto a strillare che lo Statuto approvato permette tutto.

Le menzogne neocat è bene diffonderle con la massima precisione.

Ti chiedo ancora scusa se mi sono permesso di interloquire.

Buona giornata.

sandavi ha detto...

Le catechesi che fanno e le modalità dei passaggi non sono MAI state approvate. Anzi, riguardo alle catechesi, la Chiesa ha proposto una miriade di correzioni, che loro, da ciò che mi risulta, però NON SEGUONO.

Un'approvazione, anche se poco chiara, c'è, ed è il decreto di approvazione dei volumi del Direttorio del 2010. Il fatto è che questi volumi corretti e depositati presso la Biblioteca del PCL sono un mistero della Fede, la Chiesa sostiene che siano pubblici, il Cammino non ne autorizza la divulgazione. Cioè sono pubblici all'interno delle mura della biblioteca, una condizione assurda.
Pertanto, finché non avrò davanti ai miei occhi i volumi del Direttorio con il timbro del PCL sopra, copia originale prelevata dagli archivi, copia conforme, non crederò a una sola parola.
L'esistenza poi di un volume approvato non corregge né gli errori passati (propinati per 40 anni) sui quali tutti i neocatecumenali moderni sono stati formati e su cui si fondano tutte le cose realizzate da Kiko e soci, dai Seminari, ai corsi postcresima, ai canti, eccetera, né gli errori presenti e futuri. A prescindere da volumi approvati, si insegnano esattamente le stesse cose di sempre. Le famiglie in missio ad gentes fanno catechesi con il direttorio del 1999, l'ho visto coi miei occhi, cioè con l'ultima versione presentata alla CDF prima della correzione, valutazione e approvazione del 2010.
L'approvazione dunque è posticcia.

l'apostata ha detto...

@ Sandavi

Giusto, qui è il punto critico.

Mai nessun kikatekista è stato capace di indicare quali kikatekesi, o quali parti di kikatekesi, sono state mofificate a seguito della correzione.

Perché?

C'è un adulto nella fede che può spiegarci l'arcano?

Qualcosa però non funziona.

Secondo Sankiko profeta i kikatekisti parlano per ispirazione.

Se i Mamotreti contenevano errori, perché non li hanno corretti?

E se non ne avevano, se la Chiesa li ha corretti ha sbagliato.

Però alla Chiesa è stato assicurato l'aiuto dello Spirito Santo.

Come la mettiamo, egregi kikatekisti?

Come si esce da questo corto circuito spirituale?

Volete provare a rispondere argomentando o siete troppo occupati a cacciare diavoli?

Pietro (NON del Cammino) ha detto...

Apostata:
interloquire è un piacere e qualunque precisazione e, anche, correzione, è bene accetta.

Sandavi:
Ho capito bene? Cioè: se il Cammino ha un volume di catechesi approvato (perchè corretto a ripetizione), ma non ne fa uso e continua a fare catechesi seguendo le tracce originali, quelle zeppe di errori che la Chiesa ha corretto, disubbidisce alla Chiesa.

Di conseguenze le catechesi che fanno sono quelle dei mamomentri non approvati.

by Tripudio ha detto...

La foto d'epoca, che ritrae l'autonominata "iniziatrice" Carmen Hernàndez mentre effettua la Comunione self-service e comodamente seduta, sarà particolarmente apprezzata dai kikos, sempre a caccia di reliquie della coppia di fatto Kiko e Carmen.

In quella foto non è solo un abuso liturgico: è anche un gesto che banalizza e disprezza il Santissimo Sacramento.

Nella Chiesa Cattolica il momento della Comunione evidenzia la libertà del singolo fedele di accettare il gratuito dono di Dio, ed anche il rapporto personale e unico tra lui stesso e Dio.

Infatti, anche se la Messa è comunitaria, ogni singolo fedele cattolico che vi partecipa:
- decide, secondo coscienza, se può accostarsi all'Eucarestia;
- avendo scelto di riceverla, va personalmente;
- la riceve dal sacerdote, cioè dall'autorità della Chiesa;
- la consuma subito, perché non esistono motivi per mettere Nostro Signore in attesa;
- sa che la Comunione è totale anche se si trattasse di un frammento o di una goccia.

La modalità invalsa nel Cammino Neocatecumenale è invece di una perfidia diabolica, poiché:

- è un fatto "comunitario" anziché personale (infatti si manduca "tutti insieme" quando scatta il segnale prestabilito);

- è pressoché "obbligatorio" farla (è imbarazzante dover respingere l'addetto alla distribuzione - che potrebbe perfino imporla agli atei, come già successo -, e poi passare al prossimo l'insalatiera ottagonale designed by Kiko senza abbeverarsi);

- è compiuta con rigorosa abbondanza delle porzioni (mai visti dei kikos farla anche soltanto "per intinzione" o con le "ostie piccole" in uso in tutta la Chiesa oppure addirittura sotto una sola specie: per loro è obbligatorio farla con abbondanza e "sotto le due specie", come se credessero incompleta o invalida quella sotto una sola specie);

- è compiuta stando "seduti" come se si trattasse di uno snack anziché del Corpo e Sangue di Nostro Signore Gesù Cristo (solo da qualche anno è comparsa la brevissima alzatina ipocrita quando passa l'addetto alla distribuzione);

- è compiuta senza badare a briciole, gocce, frammenti (addirittura abbiamo casi documentati di frammenti calpestati dai kikos).

Il fatto è che Kiko e Carmen non credono alla Presenza Reale. Per questo hanno comandato che la Comunione si facesse in quel modo.

E non sono bastate a correggere tali errori nemmeno le «decisioni del Santo Padre» Benedetto XVI del 1° dicembre 2005, regolarmente confluite nello Statuto del Cammino (art.13, nota 49): i kikos hanno sempre disubbidito, ancor oggi disubbidiscono.

Lino ha detto...

Sullo Statuto e sui mamotreti: come ho scritto in alcuni precedenti commenti, è un imbroglio totale.
Non lo dico io, per lo Statuto: lo dicono Kiko e il PCpL.
http://www.camminoneocatecumenale.it/public/file/Approvazione%20Direttorio.pdf
A detta di Kiko (lettera datata giugno 2010) senza l'approvazione del Direttorio catechetico non ci sarebbe stata sicurezza nell'attuazione del Cammino. Allora, signori del PCpL, che cavolo avete approvato nel 2008, nello Statuto? Una cosa che, secondo Kiko, non dava "sicurezza dottrinale"?
E lo dice il PCpL: gli Orientamenti sono stati emendati e corredati con note, e devono pertanto assumere un differente nome: direttorio catechetico. Che cavolo di Statuto avete approvato, allora, nel maggio del 2008, dove il Cammino nelle diocesi si attua mediante gli Orientamenti alle equipe di catechisti e lo Statuto?

Io, al posto loro, mi vergognerei. Non solo per l'imbroglio, anche perché nemmeno riescono a nascondere l'imbroglio. Mi spiace di aver notato la questione delle date solo oggi: ne avrei fatto un paragrafo molto eloquente.

Lino ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Anonimo ha detto...

Sí pietro, gli orientamenti ufficialmente sono stati giudicati dalla congregazione della dottrina della fede, che poi ha concesso al pontificio consiglio per i laici di approvarli come direttorio catechetico " VALIDO E VINCOLANTE " addirittura come risulta dal decreto, quindi una piena approvazione sembrerebbe. Ma il punto è che finchè tale direttorio approvato sará segreto, nessuno può verificare davvero che in esso siano scritte cose dottrinalmente corrette ( dovremmo credere ai dicasteri vaticani "sulla parola " ), nè è possibile verificare se davvero è lo stesso che usano attualmente i catechisti

l'apostata ha detto...

Per restare in tema di ipocrisia apologetica del cosiddetto Cammino, basata su menzogne e falsità, vi posto l'abstract e il link di un articolo pubblicato su Cammino.info.

L'articolo si intitola "“Difesa del Cammino Neocatecumenale”: intervento di un docente universitario". Link: elogio della bugia


"...Tuttavia, c’è chi vuole l’impossibile ... Almeno questo sembra essere il desiderio di coloro che lodano il Cammino Neocatecumenale solo per alcuni dei suoi carismi, le “famiglie in missione” per esempio, e poi attaccano la celebrazione dell’Eucaristia che si vive in queste comunità. Questi soggetti spesso elogiano in modo sentimentale e moralistico questo carisma, ma poi insultano e attaccano, in maniera diametralmente opposta, la liturgia, (che ricordiamo appartiene comunque al rito romano e alla Chiesa) che si celebra in quelle comunità.

La loro difesa del Cammino è sentimentale come la loro critica. Sono atteggiamenti irrazionali … Non si comprende che questi carismi sono intrinsecamente legati al modo di celebrare la liturgia nel Cammino. Non si percepisce il rapporto di causa ed effetto tra questi aspetti. I carismi nascono attraverso questa radice. Non potrebbero sorgere da nient’altro. Questa abbondanza di frutti nel Cammino sarebbe stata impossibile senza questa specifica modalità celebrativa. Non si rendono conto che questo modo di celebrare è la radice attraverso cui l’albero del Neocatecumenato si nutre e dà frutti tanto eccellenti e fiori tanto vari e ammirevoli. Senza quelle radici non sorgerebbero mai frutti. Non si può prescindere da questa modalità celebrativa senza causare gravi danni a tutta questa realtà ecclesiale così feconda.

Probabilmente questi soggetti, che criticano il Cammino, erano gli stessi che, 30 anni fa, parlavano delle eresie del Cammino Neocatecumenale, o che simpatizzavano con questa calunnia per decenni. Dopo l’approvazione degli statuti (2002-2008) e delle catechesi (2010) e dei riti (2012) del Direttorio, non può più essere accusato di eresia alcun elemento del neocatecumenato. Né si può attaccare la liturgia di queste comunità, perché sono state ampiamente approvate, prima tacitamente e ora esplicitamente, dal ‘70 fino ad oggi, dalla Santa Sede, la cui autorità ha espresso la decisione definitiva al riguardo..."


In mezzo al mare di chiacchiere e falsità su date e approvazioni, mi sembra che, secondo l'illustre accademico, tutti ma proprio tutti i cosiddetti carismi del Cammino scaturiscano dal tenere il posteriore ben fermo sulla sedia.

Questo spiega anche perché la sora Carmen ha una posizione così rilevante nella triade: il suo abbondante posteriore extra-large.

Anche quello è un carisma...

Lino ha detto...

P.S.
Kiko, nella lettera che ho segnalato, chiede che l'approvazione agli Orientamenti sia data "in modo esplicito". Perché, fino al 2008 l'avevano data in modo implicito, nel corso di una cena in un ristorante? Ma costoro sanno o no che con queste corrispondenze si rendono ridicoli?
La questione è molto seria: lo Statuto neocatecumenale fonda sul catechismo di Kiko che ancora era in fase di correzione e non aveva ricevuto approvazioni formali. Lo Statuto non ha valore perché un suo fondamento (il catechismo di Kiko e Carmen) era privo di approvazioni esplicite, deliberate. Potremmo sostenere che si fondava su chiacchiere, magari in un bar.
Le pezze a colori sempre sono peggio delle toppe.

Anonimo ha detto...

siamo approvati punto e basta.
la tua opinione conta meno di zero.

Anonimo ha detto...

bravo anonimo ... bimbo che batte i piedi.
Siete bimbi immaturi: mi tappo le orecchie per non sentire, chiudo gli occhi per non vedere, batto i piedi e urlo siamo approvati, siamo approvati, siamo approvati punto e basta perché è così, è così, è così!!!!!
Suscitate solo ilarità. Ma anche tristezza.

Ruben ha detto...

@Anonimo oggi 16:03
Da quanto mi risulta, di approvato, alla data odierna e all'ora attuale, avete solo lo Statuto che trasgredite regolarmente con studiata perizia.
---


sandavi ha detto...

All'anonimo 16.03

Ecco uno dei frutti delle vostre "approvazioni" (commentatore anonimo neocat sul blog Crux Sancta)

"Sigue obedeciendo Gloria come mierda, te dije en la madrugada:

Apestosa Gloria, estais muy demorada con esta puta entrada, cambiadla ya, mirad bien que estais preparando para sabado y domingo, zorra inmunda Gloria, y cada vez menos y menos y menos comentarios, meteos vuestros comentarios a por el culo sabandija farzante engañadora Gloria come mierda maldita y anatema."


"Apestosa" = "puzzolente"
"zorra inmunda" = "puttana (cagna) immonda"
"farzante" = "falsa"
"come mierda" = "mangia merda"
"maldita" = "maledetta"
"sabandija" = "pidocchio"

Si stava rivolgendo a una donna che gestisce il blog. Spagna come Italia, come tutto il mondo.
Mi fate pena e anche un po' schifo e venite qui a straparlare di "approvazioni".

Ruben ha detto...

@sandavi 17:42
Mi sa che Satana in persona, forse, sarebbe stato più educato!..
---

Ruben ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
by Tripudio ha detto...

L'anonimo coniglio delle 16:03 viene qui a proclamare le due menzogne principali del Cammino:

1) che le "approvazioni" del Cammino riguarderebbero anche gli strafalcioni liturgici e le ambiguità dottrinali e vere e proprie eresie;

2) che la Tradizione della Chiesa, la liturgia della Chiesa, il Magistero della Chiesa, sarebbero solo "opinioni" di chi fa notare le storture del Cammino.

Un accanimento a ripetere sempre le stesse menzogne... che viene senza dubbio dal Padre della Menzogna, cioè dal vero ispiratore del Cammino Neocatecumenale.

Anonimo ha detto...

Si continua a parlare di famiglie in missione, seminari redemptoris Mater, itineranti pronti a partire per tutte le parti del mondo, le 100 piazze, come se questi fossero segni/frutti della fede, ma che potrebbero essere anche frutti del proprio Ego. I segni/frutti della fede sono solamente due a detta di Cristo l'amore e l'unità (Gv 17)non ne esistono altri. I neocatecumeni in tutte le loro fasi di crescita per diventare adulti nella fede(!!!), compresi gli iniziatori del cammino, non hanno nè l'uno nè l'altra!
Odla.

Antonio ha detto...

Carissimi vi rivolgo l'attenzione per poco tempo visto che ho appena finito di lavorare e devo scendere per la processione del corpus domini. Gli esorcismi nel cammino li fanno i sacerdoti, vedi 1 e 2 scrutinio.Questa e' la prassi poi se qualcuno fa diversamente non ne sono a conoscenza. I miei catechisti facevano cosi, i catechisti dei miei catechisti dei miei catechisti fanno cosi e questi lo hanno visto da Kiko. I vs commenti sono acqua sporca che si versa se non siete d'accordo con le missioni etc prendetevela con i Papi che si sono succeduti e che hanno, loro, inviato i fratelli in giro per il mondo. Saluti e bacetti ai bambini.

l'apostata ha detto...

all' Anonimo delle 16,03

"siamo approvati punto e basta. la tua opinione conta meno di zero.

Continua a ripetertelo se ti aiuta.

Cordialità.

Anonimo ha detto...


"Sigue obedeciendo Gloria come mierda, te dije en la madrugada:

Apestosa Gloria, estais muy demorada con esta puta entrada, cambiadla ya, mirad bien que estais preparando para sabado y domingo, zorra inmunda Gloria, y cada vez menos y menos y menos comentarios, meteos vuestros comentarios a por el culo sabandija farzante engañadora Gloria come mierda maldita y anatema."

"Apestosa" = "puzzolente"
"zorra inmunda" = "puttana (cagna) immonda"
"farzante" = "falsa"
"come mierda" = "mangia merda"
"maldita" = "maledetta"
"sabandija" = "pidocchio"

Anonimo ha detto...

Da quanto mi risulta, di approvato, alla data odierna e all'ora attuale, avete solo lo Statuto che trasgredite regolarmente con studiata perizia. Da quanto mi risulta, di approvato, alla data odierna e all'ora attuale, avete solo lo Statuto che trasgredite regolarmente con studiata perizia.Da quanto mi risulta, di approvato, alla data odierna e all'ora attuale, avete solo lo Statuto che trasgredite regolarmente con studiata perizia.Da quanto mi risulta, di approvato, alla data odierna e all'ora attuale, avete solo lo Statuto che trasgredite regolarmente con studiata perizia.Da quanto mi risulta, di approvato, alla data odierna e all'ora attuale, avete solo lo Statuto che trasgredite regolarmente con studiata perizia.Da quanto mi risulta, di approvato, alla data odierna e all'ora attuale, avete solo lo Statuto che trasgredite regolarmente con studiata perizia.Da quanto mi risulta, di approvato, alla data odierna e all'ora attuale, avete solo lo Statuto che trasgredite regolarmente con studiata perizia.Da quanto mi risulta, di approvato, alla data odierna e all'ora attuale, avete solo lo Statuto che trasgredite regolarmente con studiata perizia.Da quanto mi risulta, di approvato, alla data odierna e all'ora attuale, avete solo lo Statuto che trasgredite regolarmente con studiata perizia.Da quanto mi risulta, di approvato, alla data odierna e all'ora attuale, avete solo lo Statuto che trasgredite regolarmente con studiata perizia.Da quanto mi risulta, di approvato, alla data odierna e all'ora attuale, avete solo lo Statuto che trasgredite regolarmente con studiata perizia.Da quanto mi risulta, di approvato, alla data odierna e all'ora attuale, avete solo lo Statuto che trasgredite regolarmente con studiata perizia.Da quanto mi risulta, di approvato, alla data odierna e all'ora attuale, avete solo lo Statuto che trasgredite regolarmente con studiata perizia.Da quanto mi risulta, di approvato, alla data odierna e all'ora attuale, avete solo lo Statuto che trasgredite regolarmente con studiata perizia.Da quanto mi risulta, di approvato, alla data odierna e all'ora attuale, avete solo lo Statuto che trasgredite regolarmente con studiata perizia.Da quanto mi risulta, di approvato, alla data odierna e all'ora attuale, avete solo lo Statuto che trasgredite regolarmente con studiata perizia.

Anonimo ha detto...

Ti farò perdere tempo a filtrare spam per tutta la vita

Anonimo ha detto...

Ho comprato il libro di Lino per bruciarlo

Ruben ha detto...

@ Antonio ha detto...
Carissimi vi rivolgo l'attenzione per poco tempo visto che ho appena finito di lavorare e devo scendere per la processione del corpus domini.
---
Bravo, vai a far finta di fare la Processione del Corpus Domini, infatti il tuo "credo" sulla Transustansazione, si vede già dalle maiuscole che hai omesso.

Ruben ha detto...

@Anonimo 20:17,
non credevo di essere stato così incisivo nei tuoi confronti, visto che mi ribadisci che hai compreso "il concetto" per ben 14 volte!!....
...

Ruben ha detto...

@ Anonimo ha detto...
Ti farò perdere tempo a filtrare spam per tutta la vita
---
Magari potresti anche dirci per "quale motivo".

l'apostata ha detto...

@ Antonio che manda bacetti

"...I miei catechisti facevano cosi, i catechisti dei miei catechisti dei miei catechisti fanno cosi e questi lo hanno visto da Kiko..."

Non sei ben informato. Il signor trettre dottor (h.c.) esorciccio Arguello ha pubblicamente dichiarato che ogni volta che arriva in una città fa un esorcismo e poi confina i demoni.

Ascoltalo dalla sua viva voce su Youtube.

Poi magari, tra un bacetto e l'altro, riflettici, se sei in grado.


al piromane anonimo delle 20.28

"Ho comprato il libro di Lino per bruciarlo"

Hitler era più furbo, lui i libri da bruciare non li pagava, li sequestrava direttamente.

Se ti diverte, comunque, continua pure. Del resto ognuno ha i suoi problemi, chi più chi meno.

by Tripudio ha detto...

Quando i neocatekikos reagiscono come ossessi, mi tornano sempre in mente quei passi del Vangelo dove gli indemoniati che percependo la presenza di Nostro Signore cominciano a urlare come ossessi.

Il che mi fa supporre che l'anonimo coniglio che mentendo asserisce di aver comprato il libro di Lino per bruciarlo (senza leggerlo), si sia sentito in realtà chiamato in causa a proposito della "comunione seduti" che offende Nostro Signore.

È comprensibile che sia indiavolato come una belva: dopo aver professato per una vita intera (e insegnato anche ai propri cari) che nel Cammino è invalsa quella prassi, comincia a rendersi conto del madornale errore.

Magari in cuor suo, pensando alla carnevalata liturgica comunitaria di sabato prossimo nella sua comunità, già si sta augurando di fare la Comunione seduto ma col massimo rispetto possibile per il Sacramento (ma com'è che davanti al Sindaco ti alzi in piedi, e davanti al Signore resti seduto come in pizzeria?).

E non potrà fare a meno di notare la sciatteria dei suoi fratelli, identica a quella delle sacre Convivenze, identica a quella dei grandi eventi con Kiko, identica a quella degli stessi autonominati "iniziatori" (come da foto)... cercando inutilmente di scacciare il pensiero-tabù che per tanti anni aveva sempre messo a tacere: «ma guardali! qui nel Cammino, alla Presenza Reale non ci crede nessuno!»

Ed ancora: «se Gesù è veramente presente nel Santissimo Sacramento, allora noi kikos lo stiamo maltrattando, lo stiamo riducendo a uno snack!»

E poi: «in questa ridicola e imbarazzante pagliacciata, il centro di ogni cosa è Kiko! Perché mai dobbiamo gettar via ogni espressione religiosa? come mai Kiko vale più di tutti i santi, di tutta la Tradizione, di tutta la liturgia valida per tutta la Chiesa?»

Vincenzo ha detto...

@ anonimo ore 16:03

Sei stato la migliore testimonianza di ciò che dicevo. L'unica risposta che riuscite a dare è "Siamo approvati". Peccato che non hai aggiunto "il Papa ci loda", così la "risposta" sarebbe stata completa. Sul resto delle domande, come al solito, silenzio assoluto!

Ruben ha detto...

@ Anonimo ha detto...
Ho comprato il libro di Lino per bruciarlo
---
il libro puoi tranquillamente bruciarlo, ciò che non brucerai mai, sono le idee in esso contenute; magari, prima di bruciarlo leggilo, se no, avrai speso inutilmente una quindicina di Euro, per un mero atto di pseudo-negromanzia.

Lino ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Pietro (NON del Cammino) ha detto...

Ai vari camminanti che sono intervenuti:

E' vero, siete approvati (solo per quanto riguarda le 2 paginette dello Statuto). Ma se siete approvati perché fate la Comunione seduti, se lo Statuto obbliga a farla in piedi?

Attendo risposte.

Ma faccio notare che è MEGLIO non essere approvati, che essere approvati e NON UBBIDIRE ALLA REGOLA APPROVATA.
Visto che disubbidite esplicitamente, ipotizzare che non siete cattolici ha un certo fondamento

luca ha detto...

Pietro ma che dici???
Siete cosi' attenti alla forma ma vi sfugge il punto 3 dell'art.13 dello Statuto: "la distribuzione della Santa Comunione, i neocatecumeni la ricevono in piedi sotto le due specie, restando al proprio posto". Si parla di distribuzione Pietro. Ora, delle due l'una: o dite che e' un espediente formale per far approvare lo Statuto o non potete dire che non lo rispettano, perche' la distribuzione avviene esattamente cosi', insomma fate pace col cervello. Ma come al solito fate il servizio alla verita', che e' quella che pensate voi. A volte penso che dobbiate per forza dire qualche cosa come da contratto....come quei cantanti che se non fanno dischi per qualche anno sono tenuti a fare almeno una raccolta di grandi successi per volere della casa discografica. Vi rendete conto del pessimo servizio che rendete o no? Boh.
Luca (ex neocatecumenale)

Anonimo ha detto...

Ancora con la solfa del "siamo approvati", a parte tutte le incongruenze di date tra aprrovazione statuto e approvazione direttorio, ve lo ha scritto pure il VOSTRO GRANDE AMICONE CARD. RYLKO, nero su bianco: l' approvazione riguarda gli aspetti extra-liturgici che, tra l'altro, non prevedono moltissime cose che invece fate , come la decima. Per quelli liturgici le concessioni estorte riguardano: comunione potendo restare al posto, il che non significa con il deretano irriverente attaccato alla sedia di plexigas, né aspettando il segnale manducatorio tutti insieme appassionatamente-vedere documenti liturgici e messale romano-; segno della pace spostato.Punto.
Il problema è che non solo ignorate, o volete ignorare, teologia, dottrina, liturgia, magistero e tradizione ma che non sapete leggere , o non volete saper leggere, i vostri stessi atti.
Quindi sceglete voi come classificarvi:
1) analfabeti
2) schizofrenici

DAVID

Lino ha detto...

Leggo dall'illustre accademico Desiderio Parrilla: "Dopo l’approvazione degli statuti (2002-2008) e delle catechesi (2010) e dei riti (2012) del Direttorio, non può più essere accusato di eresia alcun elemento del neocatecumenato".
Come si può notare, anche un "illustre accademico" filoneocatecumenale non è in grado di fornire argomentazioni differenti da quelle di un qualsiasi pasqualone : approvazioni e (supposti) frutti. Imbonitori, altro che pensatori! Tra i "soggetti" che cita ("che criticano il Cammino, erano gli stessi che, 30 anni fa, parlavano delle eresie del Cammino Neocatecumenale, o che simpatizzavano con questa calunnia per decenni") ci fu padre Zoffoli, il quale argomentò con lettere aperte e libri. E l'illustre accademico NC non sa fare altro che opporre le approvazioni alle dimostrazioni di padre Zoffoli (già docente in una Pontificia Università).


@ Chuck White
Sono tutti uguali. E tutti si danno la zappa sui piedi. Eccone un altro che pospone senza vergognarsi l'approvazione del catechismo NC (2010) a quella dello Statuto (2008). D'ora in poi, ogni volta che leggeremo lo Statuto del Cammino, dovremo cassare tutti i paragrafi e i passi nei quali sono citati gli Orientamenti ai catechisti. Come sostiene lo stesso PCpL nella lettera del 24 novembre 2010, nel 2008 non esisteva una esplicita e specifica approvazione dottrinale degli Orientamenti alle equipe di catechisti!
http://www.camminoneocatecumenale.it/public/file/Approvazione%20Direttorio.pdf
Non erano offerte, quindi, come scrive ancora il PCpL, "garanzie dottrinali a tutti i pastori della Chiesa". Figuriamoci che affidabilità e credibilità possiamo dare allo Statuto del Cammino se lo stesso Dicastero che lo approvò ha prodotto poi simili considerazioni.
Facciamoli neri in inglese, caro Chuck, con il fango terapeutico di Guam :-)

Lino ha detto...

@ Luca
Hai capito quello che ho scritto a Chuck White, Luca? Potete giocare sull'equivoco dei vocaboli, dando alla locuzione "ricevere la Comunione" un significato diverso da quello che ogni altro cattolico dà, ma non potete giocare sulle date. Le date non mentono, cancella gli Orientamenti dallo Statuto, non davano garanzie dottrinali, erano privi di approvazione, sarebbero stati emendati. Lo scrisse il PCpL, non io. Lo ripeto: il diavolo fa le pentole, non i coperchi e il fumo e la puzza di bruciato pervadono la casa dei pessimi cuochi.

sandavi ha detto...

Il gioco al rimpiattino fra il PCL e la CDF ha dello scandaloso.
La CDF si è limitata a emendare il testo, stando alla vulgata e ai documenti questo lavoro è stato fatto dal 1999 al 2003. Poi però tutto si è bloccato misteriosamente. Che diavolo aspettava la CDF o il PCL per l'approvazione? Ci sono voluti altri 7 anni per considerare se approvarli o no? E poi, dopo 7 anni il PCL chiede a Kiko di inviare i volumi in tre copie?? Ma non li avevano alla CDF?

Mi puzza di mafia.

sandavi ha detto...

p.s. Lino mi hai messo la pulce nell'orecchio...

Lino ha detto...

Caro Sandavi, tra le righe è evidente: la Congregazione per la Dottrina della Fede è stata messa davanti a un fatto compiuto, l'approvazione dello Statuto del quale gli Orientamenti sono parte integrante e sostanziale.
Nell'approvazione "AD EXPERIMENTUM" (sempre del PCpL, del 2002) leggiamo che "Il Cammino si attua secondo le linee contenute nel Direttorio catechetico Cammino Neocatecumenale. Orientamenti alle équipes di catechisti (cfr. Statuti, art. 2, 2°), soggetto all’approvazione congiunta della Congregazione per la Dottrina della Fede, della Congregazione per il Clero e della Congregazione per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti". Nel 2008 ancora non c'era approvazione congiunta e il PCpL comunque approvò definitivamente lo Statuto. La CDF, con la sua richiesta di correzione dello Statuto, comunque prende le distanze dagli Orientamenti, indifendibili e, comunque, emendati in Direttorio: tanto, chi mai potrà consultarli?
La responsabilità dell'approvazione del catechismo, in ogni caso, è lasciata al PCpL, il che è tutto dire: nella "Pastor Bonus" proprio questa facoltà del PCpL non si ritrova!

sandavi ha detto...

Ci faccio un bel post... puoi inviarmi le tue considerazioni per e-mail?

Lino ha detto...

Certo.

l'apostata ha detto...

Aggiungerei che, ancor prima delle farlocche "approvazioni", addirittura nel 1988 è stato eretto a Roma il primo Redemptoris Mater.

A che titolo?

In base a quali requisiti?

Il cosiddetto Cammino non aveva nessun riconoscimento da parte della Chiesa.

Il signor trettre dottor (h.c.) Arguello era -ed è- un laico qualunque.

Eppure gli hanno dato mano libera nella formazione di un clero a lui sottomesso.

Questo nel 1988.

Lo Statuto è stato approvato definitivamente vent'anni dopo, e con la furbata degli Orientamenti/Direttorio emendati/approvati da non si sa chi e segretati da chi si sa benissimo.

Magari domani vado anch'io a chiedere di aprire un seminario.

Dirò che anni prima, dopo abbondante bevuta in un bar, ho avuto una visione che mi ordinava di rifondare la Chiesa.

Se mi chiederanno perché ho aspettato tutto questo tempo a farmi vivo, spiegherò che ero occupato a flirtare con una svedese.

Aggiungerò che non ho alcuna preparazione catechistica né teologica, però so suonare la chitarra.

I testi su cui studieranno i futuri presbiteri li ho scritti io, su ispirazione, e non li mostrerò perché sono segreti.

Sicuramente mi concederanno l'apertura di un seminario, lasciandolo al mio totale controllo.

Sicuro come il sole.

p.s. Andando via mi farò prestare i soldi per il taxi...

Anonimo ha detto...

Sempre solo i soliti discorsi è approvato non è approvato. Se sono eretici il Papa li deve sciogliere senza paura di scissioni, tanto loro l'hanno gia fatta sono una chiesa nella Chiesa come la p2 era uno stato nello stato!!!!!! Angelo

Anonimo ha detto...

Possiamo andare noi il sabato sera nelle loro salette parrocchiali "che tra l' altro paghiamo con i nostri otto per mille? .... no non possiamo andare a tor bella monaca quando è venuto papa francesco non si poteva neanche entrare in chiesa solo camminanti paganti. Angelo

Antonio ha detto...

Cari amici vi invito a riflettere per un momento, solo per un momento. Si sono accorti che lo statuto e' stato approvato con astuzia, che i nc disubbidiscono, vanno in missione a fare la vita da nababbi etc.etc. perche' non lo fermano? Mi sembra strano che il capo dei cattolici di fronte a tutte queste cose li va a trovare, li incoraggia, li rimprovera pero' conferma il carisma ed e' una storia che va avanti da 50 anni, con attori diversi. Allora, vuoi vedere che i Papi non si fermano alle piccolezze da voi enfatizzate ma vanno nella profondita' del CN e sanno che' e' un bene per la Chiesa? Saluti e baci. NB scusami Ruben per le minuscole, speriamo di non andare all'inferno per questo.Antonio

Anonimo ha detto...


OT
dalla bacheca annunci della chiesa di Santa Maria Goretti:

Lunedì, 30 maggio – ore 19:00
Parrocchia S. Maria Goretti
Via di Santa Maria Goretti, 29 – 00199 Roma
Tel.: 06-86208326
Fermata “Libia” Metro B1

Costanza Miriano presenta il libro “Eterna è la Sua Misericordia” di Mariolina Coghe.

“In questo libro possiamo conoscere le opere di misericordia corporali e spirituali attraverso la tradizione ebraica e cristiana e trovare delle indicazioni per come metterle in pratica ad imitazione di Dio stesso che lo ha fatto per primo.”

Fine OT


LE SETTE OPERE DI MISERICORDIA SPIRITUALE - secondo i neocat
1 - Consigliare i dubbiosi – vieni in comunità
2 - Insegnare agli ignoranti – ascolta le catechesi
3 - Ammonire i peccatori – non puoi fare il bene
4 - Consolare gli afflitti – Cosa ti sta dicendo Dio con questo fatto?
5 - Perdonare le offese – no comment
6 - Sopportare pazientemente le persone moleste – scuoti la polvere dai tuoi sandali mentre voltate loro le spalle
7 - Pregare Dio per i vivi e per i morti – per i vivi, i morti sono già in cielo

LE SETTE OPERE DI MISERICORDIA CORPORALE – secondo i neocat
1 - Dar da mangiare agli affamati – agape per i fratelli
2 - Dar da bere agli assetati - idem
3 - Vestire gli ignudi – (mi manca)
4 - Alloggiare i pellegrini – ospitare fratelli/presbiteri di altre comunità
5 - Visitare gli infermi – prima viene la comunità
6 - Visitare i carcerati – chi ?????
7 - Seppellire i morti – ci stiamo lavorando: cimitero neocat nei progetti

Ruben ha detto...

Antonio,
non sai quanto stanno tentando di
fermarli, e quanto in parte ci stanno riuscendo; in prima linea i Parroci di buona volontà che non si fanno corrompere.

I NC nel 2012 erano 1.200.000,
adesso, sono poco più di un milione nel mondo.

Continuando di questo passo, non io, ma i miei figli, vedranno la fine del Cammino.

Tranquilli, che la Chiesa non ha fretta, in quanto ragiona in termini di secoli.
---





Antonio ha detto...

Sai Ruben sara' anche vero ma e' la sostanza che conta ricordati che gli apostoli erano solo 12. Per l' anonimo delle 18:05, aiutami a capire come si vivono le opere magari raccomantandomi come le vivi tu!!!Antonio

Lino ha detto...

Anonimo Antonio ha detto...

Così disse Ario...

by Tripudio ha detto...

Caro Antonio, ti invito a riflettere per un momento, solo un momento.

Fin dal 1948 (mille-novecento-quarant-otto) piovvero in Vaticano denunce contro l'operato di un certo Maciel rispetto ai suoi "seminaristi" e alla sua furbata per farsi "approvare" prima del tempo. Le denunce non sortirono effetto.

Nel 1956 piovve in Vaticano un'altra serie di denunce sul suo operato, ancora più gravi e circostanziate, contro lo stesso soggetto. Non avvenne nulla.

Nel 1978 salì al soglio Giovanni Paolo II. Regnò fino al 2005, e protesse il Maciel bloccando ogni indagine.

Nel 2005 (due-mila-e-cinque), cioè cinquantasette anni dopo le prime denunce, dopo la morte di Giovanni Paolo II fu finalmente avviata un'indagine canonica a carico del Maciel.

A maggio 2006, dopo poco più di un anno, la Congregazione per la Dottrina della Fede emise il suo verdetto: al Maciel fu imposto di ritirarsi a vita privata e di lasciare. Decisione approvata personalmente da Benedetto XVI, che inoltre definì Maciel «un falso profeta».

Negli anni successivi è stata avviata una radicale riforma dell'ordine, mentre a uno a uno i più alti collaboratori del Maciel ammettevano a poco a poco di essere a conoscenza dei fattacci.

Chiaro il concetto?

Chiare le analogie con l'invenzione di Kiko e Carmen?

Maciel vantava l'appoggio di cinque Pontefici (di cui qualcuno perfino salito agli onori degli altari), vantava fiumi di vocazioni, chiamava "persecuzioni" le critiche, comprava il consenso dei vescovi a suon di «oliature» e di vocazioni, ecc.

E solo cinquantotto anni dopo (nel 2006) le accuse sono state riconosciute valide.

Ci sono solo due fondamentali differenze col Cammino Neocatecumenale.

La prima è che Maciel non ha inventato una nuova dottrina, né di conseguenza una nuova liturgia. Aveva avuto l'accortezza, inoltre, di scegliere dei collaboratori attenti al Magistero e alla Tradizione, che perciò formarono le vocazioni alla sana liturgia, alla chiara dottrina, al rispetto della gerarchia cattolica. Il risultato è che anche i vescovi che non si fidavano di Maciel hanno sempre potuto regolarmente impiegare i Legionari senza temere brutte sorprese.

La seconda è che Maciel non ha preteso di essere il novello redentore che salva la Chiesa. Pressoché la totalità delle sue vocazioni ha sostenuto e sostiene l'opera della Chiesa. Per questo è possibile riformare l'ordine da lui fondato, anche radicalmente, senza temere scismi né colpi di testa, senza timore di danneggiare le anime che in buona fede si erano affidate ai Legionari.

Antonio ha detto...

Scusa non e' che Maciel si e reso reo di qualche altra cosa? Antonio

Antonio ha detto...

Ue Tripudio sbaglio o noto una certa riluttanza a parlare di Giovanni Paolo II.Ti dovresti sciacquare la bocca prima di nominarlo. Sei sempre molto attento a non far notare le tue simpatie vs "qualcuno" e poi all'improvviso viene fuori un malessere nei confronti del santo. Io capisco che subisci l'influenza di alcuni tuoi amici pero' ti consiglio di stare attento se non ti dai la zappa sui piedi!!!!!!! Salve. Antonio

by Tripudio ha detto...

"Santo" non significa "infallibile", come già spiegato in questo articolo.

Poi, di quali "simpatie" parla Antonio? E perché mai sarebbero così importanti, visto che il sottoscritto è un emerito signor nessuno?

L'unica cosa importante è la verità. «La verità vi farà liberi»: ed è esattamente per questo motivo che il Cammino vi fa schiavi.

Anonimo ha detto...

Antonio......
La"profondità" che conosci tu nel cnc è quella del sacco nero,quello dell'immondizia per intenderci,quella da 50 litri che riempite ad ogni mega convivenza

Ruben ha detto...

@ Antonio ha detto...
"Sai Ruben sara' anche vero ma e' la sostanza che conta ricordati che gli apostoli erano solo 12. Per l' anonimo delle 18:05, aiutami a capire come si vivono le opere magari raccomantandomi come le vivi tu!!!Antonio"
---
Dall'età della ragione(7 anni,1957) "le Opere" , le ho sempre vissute sotto la paterna guida dei Fratelli Maristi delle Scuole, secondo il Catechismo di San Pio X, allora vigente e mai abrogato.
Quindi, a che serve disquisire sulle procedure? Ovvero, quando si è a posto con la propria coscienza, perché "raccontare" come si vive il proprio Credo?...

Ruben ha detto...

@ Antonio ha detto...
"Ue Tripudio sbaglio o noto una certa riluttanza a parlare di Giovanni Paolo II.Ti dovresti sciacquare la bocca prima di nominarlo. Sei sempre molto attento a non far notare le tue simpatie vs "qualcuno" e poi all'improvviso viene fuori un malessere nei confronti del santo. Io capisco che subisci l'influenza di alcuni tuoi amici pero' ti consiglio di stare attento se non ti dai la zappa sui piedi!!!!!!! Salve. Antonio"
---
Antonio,
la "riluttanza" da te espressa, nei confronti di GPII, ce l'ho anch'io, quindi tranquillo; i Papi passano, la Santa Romana Chiesa contro la quale "le porte dell'inferno non prevarranno", resta.

Ruben ha detto...

@ Antonio ha detto...
Scusa non e' che Maciel si e reso reo di qualche altra cosa? Antonio
---
No, Maciel già faceva schifo per conto suo.

Anonimo ha detto...

http://blog.messainlatino.it/2016/05/comunione-sulla-mano-no-grazie.html

Pietro (NON del Cammino) ha detto...

LUCA:

Per la Chiesa ricevere la Comunione significa riceverla e consumarla. Infatti le disposizioni valide per tutti i fedeli dicono che la Comunione va consumata SUBITO dopo averla ricevuta.
Vuoi il riferimento? Leggiti la Redemptionis Sacramentum

E poi ci sarebbero tante altre cose. Un solo esempio (ma ce ne sono altri) l'Angelus di Papa Giovanni Paolo II al punto 2 riporta:

E’ su questa fondamentale base antropologica ed etica che poggia la dottrina ecclesiale della "paternità e maternità responsabili". Purtroppo su questo punto il pensiero cattolico è sovente equivocato, come se la Chiesa sostenesse un'ideologia della fecondità ad oltranza, spingendo i coniugi a procreare senza alcun discernimento e alcuna progettualità. Ma basta un'attenta lettura dei pronunciamenti del Magistero per constatare che non è così...

Ovviamente: i metodi naturali, motivi seri, ecc.

L'esatto contrario di quello che insegna Kiko

by Tripudio ha detto...

Maciel voleva solo diventare un ricco e riverito ecclesiastico come suo zio (con in più il "parco giochi" personale).

Kiko vuole solo soddisfare il suo insaziabile ego - ed è per questo che l'agente Carmen Hernàndez lo ha assoldato, addomesticato, addestrato e lanciato al successo.

Il caso Maciel ha sorpreso molti. Ed è un caso di cronaca recente. E mostra che Giovanni Paolo II si è fidato ciecamente di persone pericolose.

Per questo è possibile fare un confronto con gli autonominati "iniziatori" del Cammino, e rispondere ai loro falsi slogan tipo «il Papa ci approva», «nessun provvedimento è mai stato emesso», ecc.

Ruben ha detto...

@ by Tripudio ha detto...
"Il caso Maciel ha sorpreso molti. Ed è un caso di cronaca recente. E mostra che Giovanni Paolo II si è fidato ciecamente di persone pericolose."
---
Purtroppo Givanni Paolo II, si è sempre fidato ciecamente, di chiunque fosse visceralmente anticomunista.

Ruben ha detto...

@Anonimo ieri 18:05
Lunedì, mi ci fiondo subito!
---