giovedì 17 aprile 2008

Cari Neocatecumenali

Voi affermate in molti modi che l'autentico cristiano è "colui che ama il nemico", ma da quando vi conosco (lungo tempo) e specialmente in questi giorni e su questo blog, voi riempite i vostri nemici o avversari di insulti, calunnie, disturbi, pesante ironia, arroganti accuse etc. etc., che tutto dimostrano tranne che il vostro amore. E, allora, siete veri cristiani?
Bravi! continuate così! Ho visto che sulla pagina su cui stiamo ancora discutendo sono già iniziate le incursioni di banalità, scurrilità, cretinate varie ripetute fino all'esasperazione, che costituiscono i vostri ARGOMENTI PIU' RICORRENTI.
Ancora bravi e continuate così! Ci risparmierete il lavoro di scavarvi la fossa perché, come dice il Salmista, siete voi stessi che in questo modo ve la state scavando. E vi precipiterete.
Vi abbiamo già avvertito che stiamo raccogliendo la documentazione di tutti i vostri insulti e delle banali e scurrili, quando non blasfeme, performances. Ne uscirà, forse, un'enciclopedia...
E, dobbiamo constatare che, più che il senso di responsabilità per il volto che state mostrando del cammino, prevale di gran lunga il fanatismo. I tanti Anonimi, che su ogni cosa che denunciamo immediatamente obiettano che sono eccezioni (!?), su voi non si pronunciano e stranamente non vi invitano a desistere, (escluso un super-forse-catechista che ha definito controproducente il vostro comportamento eufemisticamente "da stadio", ma che è rimasto inascoltato), anzi, vi approvano nella misura in cui intralciate e sviate il filo delle discussioni, che evidentemente toccano punti molto 'scomodi' per il cammino, che è riuscito a tenerli nascosti per molti (troppi) anni.
Continuate così finché davvero Qualcuno non metta a tacere queste forze oscure che vi governano e offuscano la Verità delle retta Fede cattolica, tuttora molto in pericolo per chi ha occhi (spirituali) per vedere...

48 commenti:

Anonimo ha detto...

perche' chiami noi ANONIMI????

qualé'la differenza tra anonimo e nic name????

lo vedi che sei 1 coglione.....

Seby ha detto...

Anonimo ha detto...

perche' chiami noi ANONIMI????

qualé'la differenza tra anonimo e nic name????

lo vedi che sei 1 coglione.....


La differenza sta nel fatto che con nick name e' possibile distinguere chi scrive un commento, invece immettedo un commento senza nick e' difficile capire se sto parlando una volta con uno e una volta con un altro. Ma si s, voi siete anonimi e senza personalita' anche fuori visto che imitate in tutto e per tutto il vostro Kiko.

Seby ha detto...

A simo, leggi tutto pero', non solo quello che vi conviene, fate come i testimoni di Geova, vero?

L'importanza della liturgia e, in particolare, della Santa Messa nell'evangelizzazione è stata a più riprese posta in evidenza dai miei Predecessori, e la vostra lunga esperienza può bene confermare come la centralità del mistero di Cristo celebrato nei riti liturgici costituisce una via privilegiata e indispensabile per costruire comunità cristiane vive e perseveranti. Proprio per aiutare il Cammino Neocatecumenale a rendere ancor più incisiva la propria azione evangelizzatrice in comunione con tutto il Popolo di Dio, di recente la Congregazione per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti vi ha impartito a mio nome alcune norme concernenti la Celebrazione eucaristica, dopo il periodo di esperienza che aveva concesso il Servo di Dio Giovanni Paolo II. Sono certo che queste norme, che riprendono quanto è previsto nei libri liturgici approvati dalla Chiesa, saranno da voi attentamente osservate.

(DISCORSO DI SUA SANTITÀ BENEDETTO XVI ALLA COMUNITÀ DEL CAMMINO NEOCATECUMENALE
Aula Paolo VI
Giovedì, 12 gennaio 2006

Era certo, adesso e' certo che siete un'altra Chiesa e che Kiko e' il vostro papa

Seby ha detto...

Anonimo ha detto:

LE TUE AFFERMAZIONI SONO TUTTE FALSE E LE PERSONE CHE SONO SCAPPATE DAL CAMMINO SONO LIBERISSIME D PENSARE QUELLO CHE VOGLION MA NON VI INVENTATE CAZZATE SUL PLAGIO ED ALTRO....NON E'ASSOLUTAMENTE VERO....

1 - Non urlare!
2 - Le fesserie le dici tu!
3 - Il tuo linguaggio e' tipico del neocatecumeno, che ben si distingue da un linguaggio di cristiano cattolico!

Anonimo ha detto...

"DETTO QUESTO VI RIMANDO ALLE PAROLE DEL PAPA....DEI PAPI PASSATI...ED ALLE PAROLE CHE PRESTO ASCOLTERETEDALLA SUA BOCCA.....DI CUI DOMENICA CÉ'STATO UN PREAVVISO....."

a cosa ti riferisci?

Seby ha detto...

Anonimo ha detto...

vaffanculo che linguaggio e'???

quello che certemente non usa un cristiano che dice di amore il prossimo e addirittura il nemico, mentre e' il linguaggio che usano i settari come voi.

Anonimo ha detto...

chiedi in vaticano, seby, magari hanno bisogno di qualcuno che controlli l'applicazione dei loro decreti...

Anonimo ha detto...

magari, seby, da soli non ce la fanno -- understaffed, credo.

Uriel ha detto...

LE TUE AFFERMAZIONI SONO TUTTE FALSE E LE PERSONE CHE SONO SCAPPATE DAL CAMMINO SONO LIBERISSIME D PENSARE QUELLO CHE VOGLION MA NON VI INVENTATE CAZZATE SUL PLAGIO ED ALTRO....NON E'ASSOLUTAMENTE VERO....
-----------------------------------

Quello che dici in parte e' vero, ma, come in tutte le cose c'e' un ma.

Innanzitutto il termine SCAPPARE e' l'esercizio della propria libertà in modo pieno e consapevole e questo in un mondo come il nostro non e' poi cosi negativo e molte volte e' il ritrovare una Fede troppo mediata dai catechisti e dalla comunità di appartenenza.

LIBERISSIME DI PENSARE QUELLO CHE VOGLION, ci mancherebbe altro, ma da parte nc c'e' sempre la famosa accusa quantomeno di non riconoscere i doni.... (ne abbiamo parlato nell'altra pagina).

Sul Plagio bisogberebbe intendersi: il termine e' forte e non mi piace in assoluto. Diciamo che dopo anni di comunità si realizza una simbiosi tra te e la comunità. A chi piace a chi no.

Uriel ha detto...

...porto la mia esperienza questo faccio e cn amore , misricordia e rispetto Alessandra
----------------------------------

In genere, e non perche' sei nc, e' sempre meglio lasciare dire all'altro come ha accolto le nostre buone intenzioni. E' una regola di vita.

jeff m. ha detto...

Vorrei sapere una cosa: per quale motivo dite che noi NC parliamo tutti nella stessa maniera quando si trova gente che disturba e offende con i caratteri maiuscoli (l'ultimo anonimo che è una vostra vecchia conoscenza), gente capace di fare fantastica ironia (il "signor" anonimo dai mille quesiti), gente che scrive coi piedi ma che almeno porta la propria esperienza con una semplicità disarmante (alessandra), gente che argomenta e che dimostra buona conoscenza di scritture e magisterio (l'ormai storico M.) eccetera eccetera...


Insomma, dire che noi NC siamo "tutti uguali" e "parliamo tutti alla stessa maniera" mi sembra davvero riduttivo. Potrei dire la stessa cosa di voi anti-NC, che non fate che ripetere come un disco rotto le solite quattro argomentazioni già stra-discusse, eppure non lo dico, semplicemente perchè non è così. Ognuno di noi è diverso, ognuno di noi possiede qualcosa che lo differenzia ed è semplicemente la propria vita. Quindi per favore, se volete fare un dialogo serio smettetela di trattarci da automi senza cervello.

Uriel ha detto...

Per Alessandra

Hai capito fischi per fiaschi ma va bene lo stesso.

Uriel ha detto...

Anonimo ha detto...
Sig.Uriel lo sa il il signor Mic che il suo nickname è abbastanza gnostico? Evidentemente è un gnostico cattolico.

17 aprile, 2008 14:56

Leggi Ezechiele e scoprirai chi e' Uriel.

Lo sai che cosa significa gnostico?
Studia e poi ritorna.

prof ha detto...

asino, correggiti: si scrive "uno gnostico".

Uriel ha detto...

sshhh... non parliamo male del sig. uriel che gia' rischia grosso in questo sito... e' l'unico che non si straccia le vesti quando parla con i nc, potrebbe essere oggetto della prossima purga sebynista.
-----------------------------------

Caro fratellino, siamo tutti figli di Dio,per essere felici ed imparare a benedire Dio con la nostra vita ( quanto e' difficile!!) in questa bellissima avventura terrena.

Ognuno di noi e' diverso e proprio in questo se vuoi e' la bellezza del Creato.

L'unica cosa che rischio grossa e' la mia coscienza per voler sempre addolcire la pillolina.

Sai quante volte sono stato purgato.....ma senza effetti sulla mia libertà di pensiero.

doc ha detto...

Hai ragione, prof.
Si dice "uno gnostico neocatecumenale" , così come si dice "centomila gnostici neocatecumenali". :)

Paul ha detto...

Alessandra, tu hai urgentemente bisogno di un buon sacerdote (non NC).

Anonimo ha detto...

paul io ti consiglierei di togliere il trave dal tuo occhio prima di vedere e notare la cispa che è nel mio eh ? alessandra

Uriel ha detto...

Di solito non seguo le ripicche sui post bannati. Se l'adm banna e' suo diritto; e' cosi in tutti i blog.
Personalmente non bannerei se non l'illeggibile, ma ti ripeto su questo non entro.

Uriel ha detto...

Cosa studi Jeff?

Uriel ha detto...

Secondo la tua ottica anche la frase "grazie alla Chiesa ho scoperto l'Amore di Cristo" sarebbe sbagliata? Sì, tecnicamente lo è, ma nessuno lo noterebbe perchè è chiaro, la Chiesa è uno strumento di Dio e non parla "per sè stessa".
-----------------------------------

Sei andato un po' fuori con l'accuso, ma forse lo hai fatto apposta.

Tu credi che la Chiesa sia solo uno strumento? o forse e' qualcosina in piu'?

Se hai da studiare ne parliamo un altra volta.

Ti saluto

Umberto Eco ha detto...

Secondo la tua ottica anche la frase "grazie alla Chiesa ho scoperto l'Amore di Cristo" sarebbe sbagliata? Sì, tecnicamente lo è, ma nessuno lo noterebbe perchè è chiaro, la Chiesa è uno strumento di Dio e non parla "per sè stessa"


A voi i nominalisti vi fanno un baffo!

Uriel ha detto...

Sai un'altra cosa che mi ha sempre stupito, Alessandra, e' il non parlare mai direttamente dei Sacramenti.

Kiko, i catechisti, il cammino, pero' i Sacramenti in quest'ottica cosa sono, al servizio dello strumento?

Anonimo ha detto...

leggendo il post devo notare che volge favorevolmente pro curatori blog e anti nc , in tale post si accusano i nc di arroganza, maleducazione,ma se io facessi copia incolla di alcuni post a me mandati, vi accorgereste che i nc rispondono aprovocazioni e ad offese , e nfatti riscrivo questo post dopo che ilmio commento è stato bannato di nuovo ,è trppo semplice ergersi a buoni quando si infangano gli altri, nn credo sia questo che la chiesa e il suo magistero insegnano ? o forsr in questi anni di militanza AC prima Nc poi nn ho capito un accidente ? Alessandra

Anonimo ha detto...

Alessandra il concilio di Aquisgrana nel 789 DC ha condannato come eretici quelli che adorano l'arcangelo Uriele però se tu gli parli forse va bene lo stesso.

Uriel ha detto...

Anonimo ha detto...
Signor Uriele ma è dal 789 dopo Cristo che si doveva togliere da torno...

17 aprile, 2008 16:02

....e invece sono ancora qui.
Che meraviglia!!!

Gert ha detto...

"leggendo il post devo notare che volge favorevolmente pro curatori blog e anti nc"

l'articolo è il succo di un'esperienza di anni e lei sta facendo la finta tonta

Seby ha detto...

Anonimo ha detto...

chiedi in vaticano, seby, magari hanno bisogno di qualcuno che controlli l'applicazione dei loro decreti...


Magari gia' ci lavoro e tu non lo sai.... :-)

Seby ha detto...

Anonimo ha detto...

leggendo il post devo notare che volge favorevolmente pro curatori blog e anti nc , in tale post si accusano i nc di arroganza, maleducazione,ma se io facessi copia incolla di alcuni post a me mandati, vi accorgereste che i nc rispondono aprovocazioni e ad offese , e nfatti riscrivo questo post dopo che ilmio commento è stato bannato di nuovo ,è trppo semplice ergersi a buoni quando si infangano gli altri, nn credo sia questo che la chiesa e il suo magistero insegnano ? o forsr in questi anni di militanza AC prima Nc poi nn ho capito un accidente ? Alessandra

Ma chi ti impedisce di aprire un tuo blog? Sei libera, la rete e' libera, per questo Kiko dice di non coleegarsi ad internet e cercare info sul CNC! Apri un tuo blog e gestiscilo come meglio credi...

Cronista ha detto...

DA UN ARTICOLO ODIERNO DI BRUNO VOLPE

Il Cardinale Medina Estevéz critica i Neocatecumenali: “Facciano Messe senza abusi: la liturgia non è proprietà di nessuno, tantomeno di Kiko Arguello”

di Bruno Volpe

CITTA’ DEL VATICANO - Come è noto, il nostro giornale sta conducendo da diversi giorno una campagna di sensibilizzazione per evidenziare ciò che non va nella dottrina del Cammino Neocatecumenale. In proposito, abbiamo riportato commenti e testimonianze personali di chi, negli ultimi anni, si è imbattuto nel movimento fondato dallo spagnolo Kiko Arguello e ancora in attesa di essere ufficialmente riconosciuto dal Vaticano. Chi conosce certamente bene come pochi i Neocatecumenali è il Cardinale cileno Jorge Arturo Medina Estevéz (nella foto), il porporato che dalla Loggia delle Benedizioni della Basilica di San Pietro diede l’annuncio, il 19 Aprile 2005, dell’elezione di Benedetto XVI e che per anni è stato Prefetto della Congregazione per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti. E neanche lui sembra troppo tenero nei confronti del Cammino.

Eminenza, cosa pensa dei Neocatecumenali?

"Devo dire che anche tra di loro vi è qualche cosa di buono, cioè il sincero amore verso Cristo, ma…".

Ma?

"Negli anni, come Prefetto del Dicastero vaticano competente in materia, ho purtroppo notato nelle loro liturgie autentiche stranezze e preopccupanti stravaganze. Da tempo la Santa Sede li ha invitati a mettersi al passo e ad obbedire; gli consiglio di farlo, perchè la liturgia non è proprietà di nessuno, tantomeno di Kiko Arguello".

Lei parla di stranezze e stravaganze. A cosa allude precisamente?

"Intanto alla Comunione fatta stando seduti e senza inginocchiarsi. Mi pare un’assoluta mancanza di rispetto verso Cristo. Poi veniano alle omelie. Mi consta che laici - ripeto, laici - facciano dei sermoni che seppure non chiamano esplicitamente omelie, lo sono nella sostanza. Ricordo a me stesso e a loro che secondo la Divina liturgia solo un Ministro consacrato, cioè un sacerdote o un diacono, può fare omelie. Si tratta di abusi pericolosi".

Parliamo ora di abusi liturgici in generale.

"Francamente, e ne sono lieto, oggi la situazione è migliorata, e di molto, grazie prima al Servo di Dio Giovanni Paolo II e poi al Papa Benedetto XVI".

Gli abusi liturgici sono iniziati dopo il Concilio Vaticano II…

"Sì, ma non a causa del Vaticano II. Effettivamente, dopo il Concilio si è creata molta confusione che ha a sua volta generato un clima da ricreazione. Erroneamente si è pensato che tutto fosse permesso e ammesso in nome della cosiddetta creatività liturgica che, in concreto, si è tragicamente tradotta in caos e anarchia".

Una parolina magica, la creatività liturgica…

"Io la ritengo solo sinonimo di disordine e disobbedienza. Ma il tempo della creatività, grazie a Dio, sembra finito. Certo, ogni tanto si notano preti che cambiano le letture, abusi in tema di assoluzioni generali e via discorrendo, ma la situazione non mi sembra drammatica come un tempo".

Eminenza, se dovesse spiegare cos’è la liturgia in poche parole, cosa direbbe?

"Direi che è l'aspetto pratico della Fede. Il centro della liturgia e della Santa Messa è Gesù Cristo, con buona pace di chi pretende di razionalizzare ogni cosa. La Messa è dono, sacrificio, ricerca del trascendente e mistero. Non è giusto nè tantomeno tollerabile che nessuno, dico nessuno, si impadronisca della liturgia con idee e bizzarrie personali".

Alcune volte si nota la tendenza a spettacolizzare la Messa.

"Vero. Ma chi lo fa, sbaglia. Il fulcro della Messa è il Signore e non il celebrante. La liturgia guarda a Cristo e non a chi celebra la Messa. Alcuni preti tendono a farne uno spettacolo, e sbagliano. La Messa non è uno spettacolo, non è un film. Certe Messe-show mi preoccupano davvero”.

In conclusione, cosa raccomanda?

"Che le Messe siano celebrate degnamente, con musiche appropriate, gesti corretti e nessuna stravaganza. E richiamo tutti, per il bene della Chiesa, all’obbedienza: lo ripeto, la liturgia non è proprieta' di nessuno".

Seby ha detto...

Alessandra, cia sei tornata! Bene, bene! Senti mi potresti rispondere al post che avevo messo nella discussione precedente? Se rispondi, tranquilla che non ti banniamo, ma rispondi... o fuggi di nuovo?

Per conoscenza dei fratelli NC, visto che non conoscono queste cose perche' nessuno gliele dice:

I NC dicono con orgoglio che tutto quello che fanno è approvato dalla Chiesa, anzi, dal Papa stesso. Vediamo allora quali sono le uniche vere approvazioni che finora hanno ricevu¬to.
********************************
ISTRUZIONE “ACTIO PASTORALIS”
MESSE PER GRUPPI PARTI¬COLARI

Sacra Congregazione per il Culto divino e per la disciplina dei sacramenti (15.05.1969- AAS 61, 1969, 806-811; Notitiae 6, 1970, 50-55)

Introduzione - La cura pastorale si dirige però anche a gruppi particolari non già al¬lo scopo di alimentare la tendenza alla separazione, alle chiesuole, al privile¬gio, ma per anda¬re incontro a speciali bisogni o per approfondire e inten¬sificare la vita cri¬stiana… Se questi gruppi sono bene guidati e illumi¬nati, non solo non sono di ostacolo all'unità della parroc¬chia, ma giovano anzi alla sua azione missionaria, a riavvicinare alcuni fedeli, ad approfondire la formazione di altri.
4. La facoltà di concedere che la celebrazione eucaristica per gruppi particolari si svol¬ga fuori del luogo sacro è riservata all'ordinario del luogo e,… all'ordi¬nario religioso.
6d) Tenuto conto di quanto è prescritto nelle lettere f) e h) che seguono ed eccettuati gli in¬terventi dell'eventuale commentatore, ai fedeli non è consentito d'interve¬nire, duran¬te la celebrazione, con considerazioni, esortazioni e simili.
6f) Le letture che precedono il Vangelo potranno essere lette da qualcuno dei par¬teci¬panti (uomo o donna); il vangelo dev’essere proclamato dal sacerdote, o even¬tualmente da un diacono.
6g) Nell'omelia, il sacerdote ricordi il carattere particolare della celebrazione e i suoi le¬gami con la Chiesa locale e universale.
9. Si avrà l'avvertenza di non introdurre nelle celebrazioni fatte in chiesa per tutta la co¬munità dei fedeli, gli adattamenti permessi soltanto per questi casi particolari.
10a) Salvo casi particolari, la facoltà di cui al n. 4 non venga concessa per le do¬meni¬che e le feste di precetto; l’assemblea liturgica parrocchiale non deve essere pri¬vata del mini¬stero dei sacerdoti e della partecipazione dei fedeli: ne soffrirebbe la vita… della comunità.
10e) Il tempo della celebrazione non sia la notte inoltrata.
11a) I testi da usarsi nella messa siano tolti dal messale o dai supplementi approvati. Fatta ec¬cezione di quanto si è detto al n. 6 e), è riprovato come arbitrario qualsiasi cambia¬mento.
11b) La suppellettile dell’altare, i vasi e gli indumenti sacri, devono essere, nel nu¬me¬ro, nella forma e nella qualità, quelli conformi alla legislazione vigente (I.G.M.R. nn. 268-270; 290-296; 297-310).

Francesco ha detto...

Dunque qui non è un manipolo di esaltati critici del Cammino,ma persino un cardinale di Santa Romana Chiesa che inorridisce davanti alle stravaganze liturgiche dei Neocatecumenali.

La pulce ha detto...

EL SENOR KIRIKUS
DA' ALLE STAMPE
LA SUA IV ENCICLICA


Già pronta la IV enciclica del Senor Kirikus dal titolo "La familia neocat" ormai in stampa per la presentazione che sarà tenuta nell'università lateranense fra qualche giorno in occasione del convegno sponsorizzato da Mister Ruinis,avente il seguente variegato programma:

-lacrimoso ceno di saluto di Mister Ruinis;
- Introduzione dei lavori: a cura del senor Kirikus;
- I relazione:"La familia neocat e i neocat in familia": a cura del senor Kirikus;
- break di chitarre: a cura del senor Kirikus;
-III relazione" La vera familia dispendiossa è quella neocat": a cura del senor Kirikus;
-break di ventagli e nacchere:a cura di Dona Carmenita;
-Lectio magistralis: a cura del senor Kirikus;
-Conclusioni: a cura del senor Kirikus.

Dopo la conclusione si terrà un'agape a cura delle tasche di tutti i neocat partecipanti.


La IV enciclica kirikiana(che reca in copertina il viso sorridente e scarno di Mister Ruinis eche raccoglie tutti gli atti del convegno) sarà subito messa in vendita in pacco dono insieme con una pergamena aurea riportante il documento dei 169 pelati e alti pelati recentemente riuniti alla Domus Aurea e un fiasco di Agua Jordan alla modica cifra di €.29,00 a cranio.

Alois ha detto...

"persino un cardinale di Santa Romana Chiesa che inorridisce davanti alle stravaganze liturgiche dei Neocatecumenali."

Meglio tardi che mai. E comunque, le trasgressioni del cammino vanno ben oltre la liturgia: se ci si ferma alla sola liturgia, il che sarebbe comunque grave e bastevole a condannare il cammino neocatecumenale, si commette peccato di omissione rispetto al mare magnum delle altre violazioni.
Nulla è stato lasciato indenne dalla furia riformatrice dei Kiko: le chiese, gli spazi interni, i sacri simboli, le sacre icone, la mariologia, i luoghi di pellegrinaggio mariano, la funzione sacerdotale e ministeriale, ma soprattutto, l'interpretazione delle Sacre Scritture.
Se vogliamo dirla tutta, la fortuna di Kiko è di non essere nato qualche secolo addietro, perchè avrebbe seriamente rischiato, insieme alla scomunica, di essere spedito con i ceppi ai piedi su qualche isoletta lontana a meditare sul motto "scherza con i fanti..."

Anonimo ha detto...

messaggio di newgold69

per Mic

ti ricordi quello che ti ho detto poco tempo fa?
non ti preoccupare, vedrai che la chiesa sa fare le cose giuste al tempo giusto... e il tempo sembra arrivato; basta vedere gli interventi di questi ultimi giorni!!!

FORZA E CORAGGIO!!!!

Lumen ha detto...

Se vogliamo dirla tutta, la fortuna di Kiko è di non essere nato qualche secolo addietro, perchè avrebbe seriamente rischiato, insieme alla scomunica, di essere spedito con i ceppi ai piedi su qualche isoletta lontana a meditare sul motto "scherza con i fanti..."
,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,
Beh,lo Spirito Santo interviene sempre nel momento propizio

Anonimo ha detto...

messaggio di newgold69

pezzente... non ho parlato con te!

lascia questo luogo e vatti a confessare!!!

Alois ha detto...

Io proprio non chiamerei in causa lo Spirito Santo, quanto piuttosto il suo acerrimo Nemico.
Se lo sfascia-parrocchie ha potuto divulgare la sua eresia distruttrice nella Chiesa offuscando occhi e menti, ciò non è certo opera dello Spirito Santo quanto del Maligno.
Perchè converrai, vero, che l'arrivo del cammino nella Chiesa ha portato solo confusione dottrinale, smarrimento, contrasti, polemiche, divisioni e separazioni.
E chi è che beneficia da sempre di tutto ciò?
Sempre lo stesso antico avversario di Cristo, sempre lui.
Consapevole o no, l'Arguello ha operato in vantaggio del Maligno, c'è poco da obiettare.

Anonimo ha detto...

il codice di diritto canonico parla chiaro, anchi chiarissimo ein modo inequivocabile. inoltre tale chiarezza � ripresa nei prenotanda dei libri liturgici che sono l'unico modo che la chiesa indica come modus celebrandi.

il battesimo si pu� fare solo nella chiesa parrocchiale o in una cappella o chiesa succursale (oratorio), consacrata e legata alla chiesa parrocchiale.

non � consentito celebrare in altri luoghi, soprattutto senza il permesso del parroco del luogo dove si celebra.

se ad esempio una comunit� neocatecumenale di brescia centro andasse a fare la veglia pasquale in un albergo o discoteca del lago di garda, farebbe una cosa illecita.

primo perch� il luogo non � adatto al sacramento

secondo perch� non si pu� celebrare la veglia pasquale in luoghi che non siano le cattedrali o le parrocchie (tecnicamente nemmeno i santuari potrebbero fare tale celebrazione), quindi figuriamoci un albergo o discoteca o capannone;

terzo, il battesimo verrebbe fatto non solo fuori parrocchia, ma anche spesso fuori diocesi. mancano quindi i vari permessi e nulla osta.

se, facendo un esempio, io di brescia centro battezzo mio figlio a desenzano nell'albergo miralago, dovrei avere il permesso del parroco di desenzano e del vescovo di verona, e poi registrare il battesimo nella parrocchia di desenzano, e prima ancora fare la veglia e il battesimo nella chiesa di desenzano e non in albergo.

ergo, il battesimo � valido, ma illecito!

cosa ancor pi� grave: i sacerdoti che fanno tutto ci� sanno che questo non si pu� fare, ma lo fanno ugualmente!

a me hanno insegnato che quando io so di fare una cosa sabgliata e la faccio ugualmente, commetto peccato grave, soprattutto se la faccio con deliberato consenso, con piena avvertenza e sapendo che la materia � grave, cio� celebrare un sacramento in modo sbagliato!!!

Francesco ha detto...

Sono convinto anche io ovviamente che la questione liturgica è solo un segmento del mare magnum di devianze ,anche dottrinali, che il Cammino Neocatecumenale è riuscito a inculcare nella Chiesa Cattolica.
E tuttavia occorre pensare che le stravaganze liturgiche non sono aspetto marginale,ma sostanza rivelatrice dell'inconsistenza e dell'estraneità del Cammino alla Chiesa Cattolica propriamente detta.

Anonimo ha detto...

Il battesimo è valido,se officiato da un ministro consacrato.
Non è questo il problema.
Il problema è capire perchè occorra recarsi al Giordano quando qualsiasi chiesa,qualsiasi fonte battesimale contiene in sè il Lavacro della Grazia!

Anonimo ha detto...

Quello che mi colpisce � che tutta la simbologia del cammino neocatecumenale riproduce in maniera forte proprio questo cammino nel deserto fino al raggiungimento della Terra Promessa, solo che la comunit� viene in qualche modo ipostatizzata e il discorso esce fuori dal concetto di salvezza e di cammino nel Signore cristiano cattolico che, non dimentichiamocelo � quello apostolico e non quello inventato da kiko.

Anonimo ha detto...

lascio un commento.
sono in cammino da ca 10 anni.
ai non neoc dico: per me, al di là delle critiche, il cammino è stato ed è uno strumento importante per conoscere Dio.
ai neo: se chiudono il cammino mi stappo una bottiglia di champagne.
ci sono una marea di contraddizioni, errori teologici, forzature, giudizi, poca libertà, confessioni pubbliche. usate il cervello, non fate le capre.
chi esce dal cammino non esce dalla chiesa.
e kiko e la sua sequela di catechisti la devono smettere di credere di possedere lo Spirito Santo. non se non può più di canti orribili, chiese e oratori identici quasi fossero mac donalds (stessi quadri, stessa croce, stesso colore della moquette, ora pure le stesse sedie), catechisti che rovinano la vita delle persone.
kiko ha speso non so quanti soldi (mi è arrivata voce di un milione di euro) per l'ultima scultura in bronzo, ma non ci si avvicina minimamente alle direttive del papa.
fate voi, ma tenetevi stretta la vostra coscienza.
bye

gherardo ha detto...

Mi sembra che il tappo (e con esso i nervi) sulla situazione NC
sia completamente saltato.
Gli interventi scomposti
e urlanti
ricordano i comportamenti
infantili del bambino che per non sentire
cosa l'altro dice urla e ripete
sempre la stessa cosa.......

Anonimo ha detto...

I nervi sono saltati

Gert ha detto...

i vostri, evidentemente

Marco ha detto...

E' evidente come in questi ultimi tempi l'attenzione del Vaticano per i Neocatecumenali sia molto aumentata.

guastafeste ha detto...

Leggete qui!!!

http://www.segnideitempi.com/modules.php?name=News&file=article&sid=7787

Che ne dite?

...può “dare una risposta alla situazione drammatica della scristianizzazione dell’Europa”.

...hanno sottolineato la grave situazione della famiglia e della moralità in Europa.

...significa rinnovare la famiglia e quindi rinnovare l’Europa”.

C'è la scristianizzazione dell'Europa. C'è una grave situazione della famiglia e moralità in Europa. E voi cosa fate? Qui a fare guerra al Cammino Neocatecumenale! COMPLIMENTI!!!!!