sabato 26 aprile 2008

Lutero e affini hanno invaso Roma! La radice dei mali è questa!

L'avevamo già detto, ma "Repetita Juvant". Come insegnano i nostri padri.

Questa riflessione la faccio in concomitanza con l' "ostensione" delle Sacre Reliquie del Santo Fraticello, Padre Pio.

Contestualmente a questo Fatto di Fede, l'anticristianesimo militante, PRESENTE IN MASSA ANCHE NELLA CHIESA CATTOLICA (SIC!), ha devastato tutti gli ambiti della comunicazione di massa e della vita pubblica!

Stamane, a "coronamento" dell' "opera", un "editoriale" sulla marxista La7. I convenuti "dissertano" di religione Cattolica, senza essere Cattolici ma soprattutto senza CONOSCERE la materia di cui dissertano! Unica nota "Intonata": Tornielli. Che è potuto intervenire poco. Per ovvi motivi!

Uno "Psichiatra", la Saluzzi, Veneziani. Un giornalista "Cattolico" Ambrosiano (poi spiegherò perchè tra virgolette). Una "lettera" a un giornale, credo La Stampa di Torino, dove un altro "Cattolico" vomita contumelie sul Fatto di Fede in oggetto.

Non mi stupisco e non mi sconcerta l'ignoranza e la veemenza dei C.D. "Laici" (termine che non significa niente! Bisognerebbe usare "anticristiani"). Quello che mi sconvolge è l'anticristianesimo e l'ignoranza della fede dei C.D. "Cattolici"!!!

Da costoro, è emerso (nello sbigottimento di Tornielli) che il Culto delle Reliquie è una INCROSTAZIONE, un "retaggio" VOLUTO dal Cattolicesimo Romano!!! Il "lettore Cattolico" della Stampa, esorta (SIC!) il Papa a NON ANDARE A VENERARE LE RELIQUIE DEL SANTO PADRE PIO, perchè non sopporterebbe di vederlo in ginocchio davanti ad un CADAVERE (SIC!!!!)!!!! L'altro "Cattolico Ambrosiano", conferma che queste "manifestazioni" (n.b: le preghiere dei fedeli e i pellegrinaggi per la venerazione delle Reliquie!!!!!) sono da bollare come superstiziose, vetuste e inammissibili nella Fede "Cattolica"!!! Tuttavia non ne fa una "colpa" alla gente (DEO GRATIAS! BONTA' SUA!) perchè le identifica con una certa "cultura popolare" meridionale (RAZZISTA!), ingenua (!!), sentimnentale! Infatti questi stessi "Cattolici" intervistati, hanno insistito molto Kantianamente, quasi avessero pietà di questi "Poveracci", che spesso le persone hanno BISOGNO di CONFORTO. Per cui, nei loro drammi, gli SFOGHI sarebbero questi Pellegrinaggi e queste devozioni "superstiziose"!!!!

Tutti, tranne Tornielli e la Saluzzi (SIC!), hanno commentato sfavorevolmente questa "mostra di un Cadavere", pensandola di pessimo "gusto"!!! L' "insigne" Psichiatra ha avanzato l'ipotesi di una Psicopatia grave del Santo Stigmatizzato. Psicopatia Istrionica, in termine tecnico (che non so cosa voglia dire).

Ma la cosa più allarmante e demoralizzante è questo "trionfo" del Luteranesimo nel Cattolicesimo! La nostra Fede ne è letteralmente soffocata! I "temi" della critica dei "Cattolici" convenuti in trasmissione sono LUTERANI! Ma sono anche IGNORANTI (e ritorna l'Omelia di Domenica scorsa)!
Ignoranti persino nella Professione di Fede (che il CNC, ad esempio OMETTEVA e OMETTE in molti casi anche oggi! Che caso, eh?). Perchè noi Crediamo "nella Risurrezione della Carne"! Crediamo in Cristo "incarnato e fatto Uomo nel Seno della Vergine Maria"! Crediamo nella "Comunione dei Santi"! Per mezzo dei Quali Dio compie le Sue Opere in mezzo ai Suoi. E Testimonia la Verità. Essi stessi Testimoniano Dio nella loro Carne.
Dalle Origini della Chiesa il Culto delle Reliquie dei Santi è Praticato! Gli Altari sono Costruiti sui SEPOLCRI di Santi e Martiri (il Mistero di Cristo che si perpetua anche nei suoi)! Lutero e gli altri Eretici non hanno "fondato" la Chiesa ma l'hanno violentata separandosene e contestandola!

Ma queste "posizioni", sono riprese terribilmente anche dal CNC... MA NON SOLO! Se il CNC (E NON SOLO) ha potuto prosperare è a causa di questo autentico DISASTRO, che non ha provocato lui!

A "coronamento dell'edificio" un'intervista demoralizzante dell'Arcivescovo Marini, che noi veneriamo, dove si "corre ai ripari" e si afferma: "nessuna intenzione di riformare il Messale di Paolo VI"!

Per carità! Lasciamo tutto com'è! Così la distruzione sarà completa... A BREVE! E chi ne sosterrà la responsabilità?

83 commenti:

stephanos78 ha detto...

Questi fatti demoralizzano.

Che i Tempi si stiano compiendo?

gherardo ha detto...

Non ho seguito la cosa di La7
ma di fronte alla fede
delle "reliquie" anch'io ho qualche perplessita'.
Mi ricordo una celebrazione in CHiesa
in un paese
delle mie parti dove seguendo il sacerdote si intonava il canto
"ti adoriamo spina santa, ti adoriamo
spina d'amor"
con riferimento alla supposta
reliquia di una spina della corona di Gesu'.

Capirete che adorare una spina mi sembra
fuori luogo.....

Insomma la storia della Chiesa
secondo me e' stata caratterizzata
anche da queste derive
che allontanano secondo me da una fede autentica e costeggiano pericolosamente
con l'idolatria e/o superstizione.

stephanos78 ha detto...

Gherardo.

E' assurdo ABOLIRE la nostra Fede a causa degli ERRORI DEGLI UOMINI, delle devianze, delle spuperstizioni, del fanatismo, dell'ignoranza!

E' anche vero che però se le persone sono ignoranti o esaltate le responsabilità è di due "parti": delle persone, che non approfondiscono e che non IMPARANO la dottrina; dei Sacri Pastori e dei MAESTRI CHE NON LA INSEGNANO!

Ma chi ha MAGGIORE responsabilità è chi DEVE INSEGNARE ED AMMAESTRARE! Perchè se non AMMAESTRO COME POSSO PRETENDERE CHE CI SIA CHI E' AMMAESTRATO?

Posto questo, noi Gherardo ADORIAMO la Santa Croce! Noi la Esaltiamo in una Festa Liturgica il 14 settembre e la Adoriamo il Venerdì Santo! Anche questo ti è di scandalo? Lo dico senza nessuna ironia, perchè la SPINA che "adorate" nel Canto, è una "reliquia" allo Stesso Modo della Santa Croce!

E' OVVIO che l'Adorazione non è al pezzo di legno o al rametto (la Spina)! Ma è a Chi ha conficcate nelle Carne le Spine e a Chi è Salito sulla Croce!

Durante la Via Cricis si recita: Ti Adoriamo, o Cristo, e ti Benediciamo. Perchè con la Tua Santa Croce hai Redento il Mondo!

Quindi noi Adoriamo La Croce non per il pezzo di Legno ma perchè Adoriamo Cristo! Per MEZZO dello "strumento di tortura" abbiamo la Vita! La Redenzione!

Per questo la Croce, dovrebbe stare sempre sul Tabernacolo, che supera l'Oggetto e a cui si DEVE l'Adorazione propriamente detta, perchè lì c'è il Signore Vivo e Vero!

Le Reliquie non devono essere idolatrate ma VENERATE. Ovvero, attraverso di esse si Adora il Mistero di Cristo che Esse rappresentano. Nelle Reliquie dei Santi e dei Martiri si contempla il Mistero di Cristo!

Ripeto: fin dalle Origini, le Chiese e gli Altari venivano costruiti sui Sepolcri! Sulle Reliquie! San Pietro in Vaticano è Costruita sul Sepolcro di Pietro!

Non è ammissibile che a causa delle esagerazioni degli uomini, si BANDISCA il Culto delle Reliquie e la Venerazione dei Santi!

Non solo è inammissibile ma è anche un insulto alla Religione!

stephanos78 ha detto...

...lo Stesso dicasi per il Venerdì Santo che vivo da sempre.

Quando Bacio il Crocifisso il mio Cuore non è Oreintato alla idolatria di un pezzo di legno MA ALL'ADORAZIONE DI CHI E' RAPPRSENTATO SUL PEZZO DI LEGNO!

Io Bacio il "pezzo di Legno" per Baciare Gesù Crocifisso!

Attenzione! Perchè queste sono le FONDAMENTA su cui si poggiano il CNC e tutti coloro che voglio SBATTERE FUORI DALLE CHIESE il Padrone di Casa! Chi vuole abolire iL Crocifisso, le Icone, la Santa Vergine!

La BASE E' QUESTA! C'E' POCO DA GIRARCI INTORNO! E se non non abbiamo Fede, come pretendiamo di testimoniarla! Come pretendiamo di correggere anche gli Associati al CNC o chiedere loro di Abbandonare l'eresia in cui vivono?

Per questo prego Dio perchè ci aiuti nella nostra Incredulità!

Non siamo in una situazione migliore di tutti gli altri!

stephanos78 ha detto...

Dobbiamo disintossicarci dal VELENO dell'Incredulità INIETTATO AHINOI PROPRIO DA CHI DOVREBBE RAVVIVARE E SALDARE LA NOSTRA FEDE!

stephanos78 ha detto...

Dal Catechismo della Chesa Cattolica

IV. “Non ti farai alcuna immagine scolpita...”

2129 L'ingiunzione divina comportava il divieto di qualsiasi rappresentazione di Dio fatta dalla mano dell'uomo. Il Deuteronomio spiega: “Poiché non vedeste alcuna figura, quando il Signore vi parlò sull'Oreb dal fuoco, state bene in guardia per la vostra vita, perché non vi corrompiate e non vi facciate l'immagine scolpita di qualche idolo. . . ” ( ⇒ Dt 4,15-16 ). E' il Dio assolutamente Trascendente che si è rivelato a Israele. “Egli è tutto”, ma, al tempo stesso, è “al di sopra di tutte le sue opere” (⇒ Sir 43,27-28 ). Egli è “lo stesso autore della bellezza” (⇒ Sap 13,3 ).

2130 Tuttavia, fin dall'Antico Testamento, Dio ha ordinato o permesso di fare immagini che simbolicamente conducessero alla salvezza operata dal Verbo incarnato: così il serpente di rame, [Cf ⇒ Nm 21,4-9; ⇒ Sap 16,5-14; ⇒ Gv 3,14-15 ] l'arca dell'Alleanza e i cherubini [Cf ⇒ Es 25,10-22; 2130 ⇒ 1Re 6,23-28; ⇒ 1Re 7,23-26 ].

2131 Fondandosi sul mistero del Verbo incarnato, il settimo Concilio ecumenico, a Nicea (nel 787), ha giustificato, contro gli iconoclasti, il culto delle icone: quelle di Cristo, ma anche quelle della Madre di Dio, degli angeli e di tutti i santi. Incarnandosi, il Figlio di Dio ha inaugurato una nuova “economia” delle immagini.

2132 Il culto cristiano delle immagini non è contrario al primo comandamento che proscrive gli idoli. In effetti, “l'onore reso ad un'immagine appartiene a chi vi è rappresentato”, [San Basilio di Cesarea, Liber de Spiritu Sancto, 18, 45: PG 32, 149C] e “chi venera l'immagine, venera la realtà di chi in essa è riprodotto” [Concilio di Nicea II: Denz. -Schönm., 601; cf Concilio di Trento: ibid. , 1821-1825; Conc. Ecum. Vat. II: Sacrosanctum concilium 126; Id., Lumen gentium, 67]. L'onore tributato alle sacre immagini è una “venerazione rispettosa”, non un'adorazione che conviene solo a Dio.

Gli atti di culto non sono rivolti alle immagini considerate in se stesse, ma in quanto servono a raffigurare il Dio incarnato. Ora, il moto che si volge all'immagine in quanto immagine, non si ferma su di essa, ma tende alla realtà che essa rappresenta [San Tommaso d'Aquino, Summa theologiae, II-II, 81, 3, ad 3].

gherardo ha detto...

Appunto caro Stephanos

e' proprio li' l'inghippo.
Non si deve adorare la croce intesa come oggetto
quello che si adora e' Gesu' crocifisso.
Adorare la croce acquisisce un senso profondo
solo intesa in questo modo.

Altrimenti si fa della croce un talismano.

Questo e' il rischio
che si incorre nel fomentare troppo il culto delle "reliquie".

C'e' differenza
fra venerazione e adorazione.

E le reliquie non si "adorano" tuttalpiu' si venerano.

Insomma si sa che nella storia della Chiesa si e' giocato un po' troppo
sul culto delle reliquie
tanto da far spuntare
centinaia di "presunti chiodi" della croce di Gesu'.

E sappiamo che anche su Padre Pio si e' fomentato
un culto con annessa speculazione economica che sfiora la superstizione.

Credo che bisogna riconoscere anche le ragioni di chi non condivide la fede della Chiesa.
Proprio perche' questo puo aiutare
a correggere i propri errori.

gherardo ha detto...

Ovviamente alcuni argomenti
possono prestarsi se usati strumentalmente a campagne "anticristiane"
ma non per questo
vanno rifiutati in toto
ma coglierne gli elementi di verita' e' un'operazione
da non scartare a priori.

stephanos78 ha detto...

Ma io, Gherardo, nell' ostensione delle Reliquie del Santo e Venerato Padre Pio NON CI VEDO NULLA DI IDOLATRICO E BLASFEMO!

Il problema, per questi "cattolici" del mio articolo, non è la DERIVA, l'Esagerazione, il fanatismo, che tutti noi condanniamo!

IL PROBLEMA E' L'OSTENSIONE IN SE STESSA!

IL CHE E' TERRIBILE!

stephanos78 ha detto...

Tra l'altro il "Pezzo di Legno" su ci è Rappresentato il NOSTRO SIGNORE E DIO GESU', acquista una Sacralità e chiede una venerazione.

Per il fatto stesso che chi è Raffigurato è Gesù, nei suoi Angeli e nei Suoi Santi!

Il che vuol dire che se sappiamo bene che quello Sempre Pezzo di legno rimane, lo Trattiamo con RISPETTO PERCHE' QUELLA MATERIA RAPPRESENTA IL NOSTRO SIGNORE GESU', LA SUA BEATA MADRE E I SANTI!

bored2death ha detto...

ottima discussione... sono persino un po' meno annoiato del solito... l'unica cosa che mi sfugge e' questa: cosa c'entra il cammino?

stephanos78 ha detto...

Carissimo bored2death .

Basta entrare a San Bartolo per cpaire cosa c'entri questo col Cammino.

Nessuna Immagine, Nessun Crocifisso, nessuna Devozione ai Santi.

Solo la "Corona Misterica" di Kiko, le SUE "Icone" di quella che lui dice essere Maria.

Le "Icone di Kiko" non obbediscono al Canone Iconografico della Chiesa. Alcune sono anche inquietanti.

E comunque tutto il Culto dei Santi come la Chiesa lo Intende è ASSENTE

mic ha detto...

Nessuna Immagine, Nessun Crocifisso, nessuna Devozione ai Santi.

esattamente alla maniera protestante, come la celebrazione alla fine altro non è che la Santa Cena di Lutero con varianti flocloristiche introdotte da Kiko

mic ha detto...

Insomma la storia della Chiesa
secondo me e' stata caratterizzata
anche da queste derive
che allontanano secondo me da una fede autentica e costeggiano pericolosamente
con l'idolatria e/o superstizione.


caro Gherardo la vera devozione non conosce queste "derive" e, se queste ci sono, è perché può capitare ci siano contesti che vivano alcuni aspetti della fede in maniera più superficiale.

Ma è proprio assolutizando del tutto arbitrariamente diversi di questi aspetti nei quali nessuno di noi si riconosce, che il cammino giustifica il suo "far nuove tute le cose" che in realtà, col pretesto di rinnovare, distrugge la Chiesa per poi ricostruirla a sua immagine a somiglianza

Ognuno sulle reliquie può avere la sua idea e la sua sensibilità spirituale. Credo che la Chiesa abbia dato ad esse importanza a causa del grande rilievo che dà all'incarnazione e quindi al corpo e credo che dalle spoglie mortali di un santo possa emanare un'aura di grazia e di riflesso della sua santità e quindi del suo ministero di intercessione davanti al Signore...

questa alla fine è la funzione dei pellegrinaggi delle devozioni (che non cadono necessariamente nel devozionismo) e quant'altro...

mic ha detto...

d'altronde lo stesso fanatismo che i neocatecumenali criticano ferocemente in alcune derive devozioniste, riscontrate nella Chiesa e subito assolutizzate e strumentalizzate da Kiko per il suo cammino, essi poi lo vivono all'ennesima potenza quando parlano o vanno alla Domus Galileae o in altri loro "luoghi santi", tipo Porto S.Giorgio et similia...

mic ha detto...

E' anche vero che però se le persone sono ignoranti o esaltate le responsabilità è di due "parti": delle persone, che non approfondiscono e che non IMPARANO la dottrina; dei Sacri Pastori e dei MAESTRI CHE NON LA INSEGNANO!

magari per andere dietro ai 'falsi profeti del nostro tempo' per rimanere in tema, dato che proprio Padre Pio così ha definito i neocatecumenali.

La testimonianza è autentica. Ho letto la lettera originale di un sacerdote a Padre Zoffoli, che parla di una domanda sui neocatecumenali, che proprio allora si stavano affacciando alla ribalta ecclesiale, durante un pellegrinaggio di una diocesi toscana

"nuovi falsi profeti", così li ha definiti San Pio!

mic ha detto...

E sappiamo che anche su Padre Pio si e' fomentato
un culto con annessa speculazione economica che sfiora la superstizione.


la speculazione c'è in tutti i luoghi di grandi assembramenti, anche nelle adunate sportive, nelle mostre e in altre circostanze... basta che ognuno sappia cogliere l'essenziale e che, rispetto ai pellegrinaggi, ci siano pastori che aiutano a crescere in una fede matura, esente da superstizione e tante altre possibili superficialità

mic ha detto...

e, poi, quante persone si sono 'mosse' se non per superstizione, magari solo per curiosità, e sono state 'toccate' dallo Spirito e si sono convertite?

mic ha detto...

L' "insigne" Psichiatra ha avanzato l'ipotesi di una Psicopatia grave del Santo Stigmatizzato. Psicopatia Istrionica, in termine tecnico (che non so cosa voglia dire).

non sapevo che la "psicopatia istrionica" fosse capace di ottenere miracoli dal Signore!

vi rendete conto che lo psichiatra parla a vanvera, dalla sua stolta agnostica sicumera? Ma come pensare il termine "istrionica" se non completamente estraneo a Padre Pio e a tutto quello che è stato e che ha fatto?

Potete pensare che sia un istrione chi è vissuto nel nascondimento (ore e ore nel confessionale) senza fare discorsi, ma solo pregando e celebrando la messa, con anni di segregazione per "obbedienza" ad ordini della Santa Sade del tutto falsati da informazioni erronee nei suoi confronti?

Le folle erano e sono "attratte" dalla sua santità e dal suo grande carìsma di intercessore, ma soprattutto di "alter Christus" come S. Francesco... ed a Cristo attirava tutte le persone che hanno avuto le anime e le vite ricostruite!

I veri "istrioni" sono quelli che le folle le attraggono radunandole, ammaliandole con la "danza delle parole", facendo convergere l'attenzione e l'emozionalità sulla loro persona e le sue 'costruzioni' nelle quali coinvolgerle...

è per questo che, a proposito di "psicopatologia istrionica" mi viene piuttosto in mente qualcun altro!

stefano ha sparato ha detto...

RAGAZZI..SENTITE STEFANO CHE HA SPARATO.....

Le "Icone di Kiko" non obbediscono al Canone Iconografico della Chiesa. Alcune sono anche inquietanti.


peccato per la tua affermazione....IGNORANTE, FALSA ED IPOCRITA COME SEMPRE.....

PERCHE' UN CERTO RATZINGER...NON SO SE LO CONOSCI...NE HA BEN 2 DI ICONE PROPRIO SOPRA LA SUA SCRIVANIA......

NON CI CREDI????
VEDITI IL DOCUMENTARIO SU DISCOVERY CHANNEL...CRETINO...

mic ha detto...

Le "Icone di Kiko" non obbediscono al Canone Iconografico della Chiesa. Alcune sono anche inquietanti.

Una domanda all'urlatore starnazzante che non è ignorante, ma dallo stile e dalle espressioni che usa non si direbbe

Conosci i canoni iconografici delle vere icone cristiane?
Puoi onestamnnte dire che il "bambino" (!?) di Scandicci non sia inquietante?

stefano ha sparato ha detto...

stefano????

c'e' un' articolo sul gioco a zona contro il catenaccio???

perche' non dici che e' colpa del cammino???

ciao coglione...

siete veramente...ma etteralmente ridicoli...

ciao belli...:-))

stefano ha sparato ha detto...

caro mic...tu sei malato...davvero...fatti vedere da un esorcista.....

mic ha detto...

il papa avrà avuto le icone di kiko sulla sua scrivania nel momento che gliele ha consegnate, se ce le tiene ancora... beh, bohhhh!!!!

mic ha detto...

grande prova di razionalità ed equilibrio il nostro interlocutore starnazzante!

gherardo ha detto...

bored2death
fatti una danza davidica
per tirarti un po su'
dai.

Siamo in crisi d'astinenza?

La pulce ha detto...

AVVISO URGENTE PER I NEOCAT IN CERCA DI LAVORO

L'ufficio stampa della Domus Aurea comunica che sono disponibili a corte 20 posti di giullare,30 di sguattero e 42 di stalliere.
I signori neocat ancora a spasso o di passaggio su questo blog sono pregati di imbarcarsi subito sul primo volo per raggiungere al più presto la Domus.
E restarci!

guastafeste ha detto...

Della chiesa tenete solo quello che vi fa comodo e il resto e spazzatura!!!
In questo blog ci sono un sacco di parole ma pochi fatti documentati.
Mi fanno ridere anche i paragoni che ho letto sulle icone di Kiko che dicono ci siano rappresentati i tra fondatori del Cammino...vi consiglio un buon ottico!!! Perché se basta avere la barba per soligliare a Kiko, allora...

stephanos78 ha detto...

Carissimo FRATELLO DI COMUNITA' che mi segui con tanta assiduità ;-)

Che il Papa abbia "icone di Kiko" non me ne può fregare di meno.

Quello che vedo è quello che ho sotto gli occhi.

Anche al mio Matrimonio sono stato sommerso da questa iconografia. Una su tutte, che è vermante BRUTTA, è la "santa famiglia" con San Giuseppe sfigurato perchè fatto come l'uomo della sindone!!!!!

L'Icona della Trinità di Rublev, sfigurata, rasenta la blasfemia!

E' impossibile trovare anche un minimo legame con queste "icone" di gusto PERSONALE, con quelle della Chiesa! E dire che ci ho provato! Ma niente!

Guarda che Splendore:

Gesù Pantocrator

Madre Di Dio

Santa Trinità

... quelle di Kiko:

Maria e Gesù?

Gesù?

La Trinità???

mic ha detto...

Della chiesa tenete solo quello che vi fa comodo e il resto e spazzatura!!!

è esattamente quello che fa il cammino, ammesso che poi, alla fine, qualcosa della Chiesa resti!!!

In questo blog ci sono un sacco di parole ma pochi fatti documentati.

dici? Dove sono i vostri di argomenti?

Mi fanno ridere anche i paragoni che ho letto sulle icone di Kiko che dicono ci siano rappresentati i tra fondatori del Cammino...vi consiglio un buon ottico!!! Perché se basta avere la barba per soligliare a Kiko, allora...

bravo, continua a ridere e magari coinvolgi anche il tuo compare affetto da noia mortale.

Noi potremmo consultare un buon ottico, tu invece faresti bene ad attivare il cervello! Nel file che citi si parla - e seriamente - non solo dell'icona della Trinità... sembra che il resto non ti abbia sfiorato neppure e comunque non ti 'tocca' minimamente la profanazione di una Sacra icona da parte del tuo iniziatore

guastafeste ha detto...

A stephanos78.
Un parere al di sopra delle parti, immagino!!!
Abbiamo capito che anche se kiko venisse esposto al Louvre tu diresti che il suoi quadri fanno cagare.
Per fortuna i gusti sono gusti!!!

stephanos78 ha detto...

Guastafeste, le Icone non devono essere necessariamente "belle", devono essere SANTE. Devono far trasparire una Bellezza che non è di questo mondo!

Matisse, Picasso, e compari, che Kiko dice di "sviluppare", non mi sembra siano "artisti iconografi cattolici"!

mic ha detto...

Un parere al di sopra delle parti, immagino!!!
Abbiamo capito che anche se kiko venisse esposto al Louvre tu diresti che il suoi quadri fanno cagare.
Per fortuna i gusti sono gusti!!!


in attesa che risponde, se vuole, Stefano, ti faccio notare che quando si parla di cose sacre non è questione di 'gusti',

ma la spiritualità ha le sue 'coordinate' che non sono improvvisazioni estemporanee del primo venuto

e c'è anche un certo tipo di 'sensibilità' spirituale che o ce l'hai o non ce l'hai

guastafeste ha detto...

a mic.
Sembra di dialogare con un bambino!
Quanti anni hai? Mi viene il dubbio.
Comunque ho capito che vuoi avere sempre l'ultima parola.
Metti che per tua disgrazia vengano approvai gli statuti e quindi la Chiesa riconosca il cammino, tu cosa fai?
Chiudi il blog?
Lasci la Chiesa Cattolica?
Rinneghi che è lo Spirito ad operare?
Non riconosci più l'autorità del Papa?
Ti prometto che se gli statuti non vengono approvati e il cammino chiude vengo qui e ti chiedo scusa!
Spero tu faccia lo stesso nel caso contrario (pubblicamente).

mic ha detto...

a mic.
Sembra di dialogare con un bambino!
Quanti anni hai? Mi viene il dubbio.
Comunque ho capito che vuoi avere sempre l'ultima parola.
Metti che per tua disgrazia vengano approvai gli statuti e quindi la Chiesa riconosca il cammino, tu cosa fai?
Chiudi il blog?
Lasci la Chiesa Cattolica?


ma a te che ttte frega???? ;)

mic ha detto...

Da manuale:

in assenza di argomenti, attacco alla persona

guastafeste ha detto...

Ma che bella risposta!!!
Non so' perché mi sono imbarcato in questa spazzatura di blog.
Tanti cari saluti e buona guerra!!!

mic ha detto...

mi accorgo che forse sono stato un po' brusco, ma forse guastafeste non ha letto tutte le migliaia di volte in cui ho già risposto a quelle domande...

gherardo ha detto...

Qualcuno disse:

-Un parere al di sopra delle parti, -immagino!!!
-Abbiamo capito che anche se kiko venisse -esposto al Louvre tu diresti che il suoi -quadri fanno cagare.
-Per fortuna i gusti sono gusti!!


Guarda che non c'e' proprio nessun rischio che questo accada.
Altrimenti che avrebbe fondato il Cammino a fare?

stephanos78 ha detto...

DIRETTORIO SU PIETÀ POPOLARE E LITURGIA

Capitolo VI

LA VENERAZIONE PER I SANTI E I BEATI


208. Radicato nella Sacra Scrittura (cf. At 7, 54-60; Ap 6, 9-11; 7, 9-17) e attestato con certezza fin dalla prima metà del secolo II,[265] il culto dei Santi, anzitutto dei martiri, è un fatto ecclesiale antichissimo. La Chiesa infatti, sia in Oriente sia in Occidente, ha sempre venerato i Santi e quando, soprattutto nell’epoca in cui è nato il protestantesimo, sono state mosse obiezioni contro alcuni aspetti tradizionali di tale venerazione, essa l’ha strenuamente difesa, e ne ha illustrato i fondamenti teologici nonché la connessione con la dottrina della fede; ha disciplinato la prassi cultuale nelle espressioni sia liturgiche sia popolari e ha sottolineato il valore esemplare della testimonianza di questi insigni discepoli e discepole del Signore in ordine a una genuina vita cristiana,

209. La Costituzione Sacrosanctum Concilium, nel capitolo dedicato all’Anno liturgico, illustra efficacemente il fatto ecclesiale e il significato della venerazione dei Santi e Beati: «La Chiesa ha inserito nel corso dell’anno anche la memoria dei Martiri e degli altri Santi che, giunti alla perfezione con l’aiuto della multiforme grazia di Dio, e già in possesso della salvezza eterna, in cielo cantano a Dio la lode perfetta e intercedono per noi. Nel loro giorno natalizio infatti la Chiesa proclama il mistero pasquale realizzato nei Santi che hanno sofferto con Cristo e con lui sono glorificati; propone ai fedeli i loro esempi che attraggono tutti al Padre per mezzo di Cristo; e implora per i loro meriti i benefici di Dio».[266]

210. Una corretta intelligenza della dottrina della Chiesa sui Santi è possibile solo nell’ambito più vasto degli articoli di fede riguardanti:

- la «Chiesa una, santa, cattolica e apostolica»,[267] santa cioè per la presenza in essa di «Gesù Cristo, il quale con il Padre e lo Spirito Santo è proclamato “il solo santo”»;[268] per l’incessante azione dello Spirito di santità;[269] perché dotata di mezzi di santificazione. La Chiesa dunque, pur comprendendo nel suo seno i peccatori, è «già sulla terra adornata di una vera santità, anche se imperfetta»;[270] essa è il «popolo santo di Dio»,[271] i cui membri, secondo la testimonianza delle Scritture, sono chiamati “santi” (cf. At 9,13; 1 Cor 6,1; 16,1).

- La «comunione dei santi»,[272] per cui la Chiesa del cielo, quella che attende la purificazione finale «nello stato chiamato Purgatorio»[273] e quella pellegrina sulla terra comunicano «nella stessa carità di Dio e del prossimo»;[274] infatti, tutti quelli che sono di Cristo, avendo il suo Spirito, formano una sola Chiesa e sono uniti in lui.

- La dottrina dell’unica mediazione di Cristo (cf. 1 Tm 2,5), che tuttavia non esclude altre mediazioni subordinate, le quali si esercitano peraltro all’interno dell’onnicomprensiva mediazione di Cristo.[275]

211. La dottrina della Chiesa e la sua Liturgia propongono i Santi e i Beati, che contemplano già «chiaramente Dio uno e trino»,[276] quali:

- testimoni storici della vocazione universale alla santità; essi, frutto eminente della redenzione di Cristo, sono prova e documento che Dio, in tutti i tempi e presso tutti i popoli, nelle più svariate condizioni socio-culturali e nei vari stati di vita, chiama i suoi figli a raggiungere la perfetta statura di Cristo (cf. Ef 4,13; Col 1,28);

- discepoli insigni del Signore e quindi modelli di vita evangelica;[277] nei processi di canonizzazione la Chiesa riconosce l’eroicità delle loro virtù e quindi li propone alla nostra imitazione;

- cittadini della Gerusalemme celeste, che cantano senza fine la gloria e la misericordia di Dio; in essi infatti si è già compiuto il passaggio pasquale da questo mondo al Padre;

- intercessori ed amici dei fedeli ancora pellegrini sulla terra, perché i Santi, pur immersi nella beatitudine di Dio, conoscono gli affanni dei loro fratelli e sorelle e accompagnano il loro cammino con la preghiera e il patrocinio;

- patroni di Chiese locali, di cui spesso furono fondatori (sant’Eusebio di Vercelli) o Pastori illustri (sant’Ambrogio di Milano); di nazioni: apostoli della loro conversione alla fede cristiana (san Tommaso e san Bartolomeo, per l’India) o espressione della loro identità nazionale (san Patrizio, per l’Irlanda); di corporazioni e professioni (sant’Omobono, per i sarti); in circostanze particolari – nell’ora del parto (sant’Anna, san Raimondo Nonato), della morte (san Giuseppe) – e per ottenere specifiche grazie (santa Lucia per la conservazione della vista), eccetera.

Tutto ciò la Chiesa confessa allorché, riconoscente a Dio Padre, proclama: «Nella vita dei Santi ci offri un esempio, nell’intercessione un aiuto, nella comunione di grazia un vincolo di amore fraterno».[278]

212. Occorre infine ribadire che scopo ultimo della venerazione dei Santi è la gloria di Dio e la santificazione dell’uomo attraverso una vita pienamente conforme alla volontà divina e l’imitazione delle virtù di coloro che furono eminenti discepoli del Signore.

Perciò nella catechesi e in altri momenti della trasmissione della dottrina si dovrà insegnare ai fedeli che: il nostro rapporto con i Santi deve essere concepito alla luce della fede, non deve oscurare «il culto latreutico, dato a Dio Padre mediante Cristo nello Spirito, ma, anzi lo intensifica»; «il culto autentico dei Santi non consiste tanto nella molteplicità degli atti esteriori quanto piuttosto nell’intensità del nostro amore attivo», che si traduce in impegno di vita cristiana.[279]

(...)

Le reliquie dei Santi

236. Il Concilio Vaticano II ricorda che «la Chiesa, secondo la tradizione, venera i Santi e tiene in onore le loro reliquie autentiche e le loro immagini».[323] L’espressione “reliquie dei Santi” indica anzitutto i corpi – o parti notevoli di essi – di quanti, vivendo ormai nella patria celeste, furono su questa terra, per la santità eroica della vita, membra insigni del Corpo mistico di Cristo e tempio vivo dello Spirito Santo (cf. 1 Cor 3, 16; 6, 19; 2 Cor 6, 16).[324] Poi, oggetti che appartennero ai Santi, come suppellettili, vesti, e manoscritti, e oggetti che sono stati messi a contatto con i loro corpi o i loro sepolcri, quali olï, panni di lino (brandea), ed anche con immagini venerate.

237. Il rinnovato Messale Romano ribadisce la validità dell’«uso di collocare sotto l’altare da dedicare le reliquie dei Santi, anche se non martiri».[325] Poste sotto l’altare, le reliquie indicano che il sacrificio delle membra trae origine e significato dal sacrificio del Capo,[326] e sono espressione simbolica della comunione nell’unico sacrificio di Cristo di tutta la Chiesa, chiamata a testimoniare, anche con il sangue, la propria fedeltà al suo Sposo e Signore.

A questa espressione cultuale, eminentemente liturgica, se ne aggiungono molte altre di indole popolare. I fedeli infatti amano le reliquie. Ma una pastorale illuminata sulla venerazione dovuta ad esse non trascurerà di:

- assicurarsi della loro autenticità; là, dove essa sia dubbia, le reliquie dovranno, con la dovuta prudenza, essere ritirate dalla venerazione dei fedeli;[327]

- impedire l’eccessivo frazionamento delle reliquie, non consono alla dignità del corpo umano; le norme liturgiche, infatti, avvertono che le reliquie devono essere «di grandezza tale da lasciare intendere che si tratta di parti del corpo umano»;[328]

- ammonire i fedeli a non lasciarsi prendere dalla mania di collezionare reliquie; ciò nel passato ha avuto talvolta conseguenze deprecabili;

- vigilare perché sia evitata ogni frode, ogni forma di mercimonio,[329] e ogni degenerazione superstiziosa.

Le varie forme di devozione popolare alle reliquie dei Santi, quali sono il bacio delle reliquie, l’ornamento con luci e fiori, la benedizione impartita con esse, il portarle in processione, non esclusa la consuetudine di recarle presso gli infermi per confortarli e avvalorarne la richiesta di guarigione, devono essere compiute con grande dignità e per un genuino impulso di fede. Si eviterà in ogni caso di esporre le reliquie dei Santi sulla mensa dell’altare: essa è riservata al Corpo e al Sangue del Re dei martiri.[330]

gherardo ha detto...

Steph
grazie per il documento
che e' chiarissmo nel contenuto
e apprezzabile sotto tutti i punti di vista.

Come spesso avviene pero' in Italia
e anche nella Chiesa
le indicazioni (le leggi) sono chiare
ma la pratica e' diversa, e la tolleranza
eccesiva a volte diventa complicita'
nelle degenerazioni.

Come anche il caso del CN insegna.

katartiko ha detto...

Padre Zoffoli ha ascoltato san Pio dire qualcosa sui NC?
Verba volant.
Sinceramente nutro qualche dubbio, in quanto l'"illustre" passionista si doveva andare a ricordare di un dialogo su qualcosa che ancora nn conosceva nè lui nè San Pio (nel 1968, anno della morte di San Pio, il CN stava ancora nelle baracche); inoltre anche i santi possono sbagliare: il fatto di essere santi non significa infallibilità (che è propria del Magistero).
E' noto l'aneddoto di San Pio che disse, a chi affermava che le stimmate fossero frutto di una sindrome da imitazione (di Gesù Cristo), di pensare intensamente a un bue per vedere se spuntassero le corna; così ho l'impressione che a voi, a causa dei vostri unici pensieri rivolti a Kiko e Co, tutta in una volta spunterà la barbetta.

stephanos78 ha detto...

Io credo che il CNC, che tanto nomina San Padre Pio e San Francesco d'Assisi, anche con molta carenza di informazioni su di loro (!), per fare il pianto greco perchè sarebbe "perseguitato" come sono stati perseguitati loro (e questo potrebbe valere solo Per San Pio ma con modalità e ragioni diverse e ineguagliabili!), farebbe bene a MUTUARE LA LORO STESSA SPIRITUALITA'!

Le parole stanno a zero, come dite ossessivamente?

Bene. A quando la chiusura delle "celebrazioni di comunità" e la Partecipazione al Rito di San Pio V, che Officiava il Santo Frate?

stephanos78 ha detto...

Spero proprio che un giorno possa accadere: Kiko che annuncia per amore della Chiesa la fine delle "celebrazioni di comunità" e il nuovo inizio del vero CAMMINO POST-BATTESIMALE, tutto orientato alla riscoperta dei Sacramenti, specialmente quello della Penitenza, che è il VERO E UNICO RINNOVATORE DEL BATTESIMO! Altro che SCRUTINIO!

stephanos78 ha detto...

Perchè, caro MIO FRATELLO di COmunità, invece di scrivere queste scemenze non Preghi?

stephanos78 ha detto...

Dimostri un' incredibile megalomania.

A parte i Vescovi che Kiko ha Ospitato Ad Limina (!) e che hanno fatto incavolare la Curia non poco, mi spieghi COME PUOI CREDERE che il Santo Padre in quel piccolo riferimento stesse parlando SOLO DELLE FAMIGLIE DEL CAMMINO???

MEGALOMANE! GIA' LA CHIESA E' FATTA SOLO DEL CAMMINO? GIA' E' STATA POLVERIZZATA???

stephanos78 ha detto...

Poi ti ricordo che quegli stessi Vescovi, evidentemente con grandi vuoti di memoria, hanno chiesto al CNC il rispetto integrale e assoluto di ogni virgola dello statuto provvisorio al momento della divulgazione!

Hanno detto che non BASTA essere MORALI ma bisogna PRIMA ESSERE DI CRISTO E DELLA CHIESA, ESSERE SANTIFICATI DALLO SPIRITO DI VERITA', per essere FRUTTO DI QUESTO SPIRITO!

VAI NELLE COMUNUTA' MUSULMANE, VAI DAI TESTIMONI DI GEOVA, VAI NELLE COMUNITA' PROTESTANTI E TROVERAI ALTRETTANTA E MAGGIORE VOLONTA' MISSIONARIA E BELLEZZA MORALE!
MI SPIEGHI CHE DIFFERENZA C'E'? SE BASTA QUESTO PER DIRSI DI CRISTO, ALLORA TUTTI SONO DI CRISTO E DELLA CHIESA? CHE CE FAMO DEL PAPA, DELLA CHIESA CATTOLICA, DEL VATICANO?

amore per la verita' ha detto...

A parte i Vescovi che Kiko ha Ospitato Ad Limina (!) e che hanno fatto incavolare la Curia non poco, mi spieghi COME PUOI CREDERE che il Santo Padre in quel piccolo riferimento stesse parlando SOLO DELLE FAMIGLIE DEL CAMMINO???

no parlava della tua...che evangelizza scaldando il mouse....a ste'...ma vaff....poi dici che devi essere educato.....

stephanos78 ha detto...

Non parlava di certo della Mia. Ma parlava di quella missione di tante famiglie, di tanti laici consacrati, di tanti ORDINI Secolari, che non sono SOLO IL CAMMINO NEOCATECUMENALE! MEGALOMANE!

newgold69 ha detto...

amore per la verità... bel nick, ma se l'amore si evince dalle parole che scrivi?

ti auguro che tutto quello che hai vomitato si ritorca contro di te!!!

ricorda che nella chiesa esitono centinaia e centinaia di ordini, movimenti, associazioni che annoverano famiglie e laici che si impegnano come missionari, che vanno in luoghi lontani nel sostenere i missionari del vangelo, che portano la loro professionalità e perizia per il bene dei più poveri!!!

ti scaldi così perché ti si dice la verità?

povero... mi fai pena!
sei talmente posseduto dal male che è in te che no riesci più a vedere nessuna strada di salvezza, e quella che reputi l'unica via, il cammino neocat, è diventata la superstrada della perdizione!!!

gherardo ha detto...

Noi le parole di Kiko le rimuginiamo,
a te caro Katartiko
sono scivolate diritte nell'
inconscio senza alcun filtro.
E li hanno gia' fatto tutto il danno
possibile.

bored2death ha detto...

questa di katartiko e' una battuta ma c'e' dentro piu' verita' di quello che sembra... una delle cose che mi colpisce di piu' di questo sito e' il tono oracolare, perentorio, da sicuri detentori della verita', di chi non ammette repliche degli amministratori, che sembra un po' una parodia di kiko e dei suoi catechisti...

l'impressione e' che gli orientamenti per le equipe, che i catechisti usano come traccia e conoscono a malapena (parlo per esperienza...), siano invece conosciuti a memoria, citati per versetto come fossero la bibbia, da quelli di questo sito...

insomma sembra che mic e la sua band abbiano conosciuto il cammino, abbiano mangiato la foglia e non l'abbiano ancora digerita... il risultato e' che pensano alle parole di kiko almeno dieci volte quanto il neocatecumeno medio... e molto di piu' di quando frequentavano la comunita'... che sia una forma di autocondanna?

padre roberto ha detto...

Scusate l'intromissione nel vostro sito/servizio, ma volevo avvisarvi che mercoledi 7 Maggio il Papa durante l'udienza del mercoledi consegnera' in forma solenne gli statuti al Sig. Arguello.

Mi scuso per l'intromissione ma e' l'unico sito attivo e "pulsante" che ho trovato al momento.
Soero di aver reso un buon servizio alla vostra causa.
Buona Domenica
P. Roberto

La pulce ha detto...

SI,ORMAI E' UFFICIALE

Mercoledi,7 maggio il Santo Padre consegnerà nell'ordine:

- al senor Kirikus gli statuti chiusi in una busta sulla quale ci sarà la scritta "AL MITTENTE";

- a Dona Carmenita: una museruola;

- a Mister Presbyterus: una buona aspersione di acqua benedetta;

- a Padre Roberto un pacco dono di pannoloni.

padre roberto ha detto...

scusate allora l'intromissione, evitero' in futuro di intromettermi.
Capisco la serieta' del sito.
Grazie a tutti.
P. Roberto Callan

La pulce ha detto...

Di un altro pacco di pannoloni La omaggeremo noi della redazione,caro padre Roberto. Buon viaggio!

felipe ha detto...

carissimi fratelli,
mi dispiace davvero darvi una palata sui denti di questo genere, ma quanto esposto da P. Roberto (che non ho il piacere di conoscere) è vero... La prossima settimana ci sarà l'approvazione UFFICIALE E DEFINITIVA degli statuti del CNC, parole udite con le mie orecchie da Kiko stesso.

Speriamo sia la volta buona, così, statuti alla mano, magari riuscirete ad attapparvi la bocca!

CARA PULCE, UN PANNOLINO IN OMAGGIO TE LO FARO' AVERE IO LA PROSSIMA SETTIMANA, ANCHE SE VEDRO' DI PROCURARMI ANCHE UNA MASCHERINA, PERCHE' IL TUO ALITO DIVENTA SEMPRE PIU' PESANTE

bored2death ha detto...

Padre Roberto,

la prego di non scandalizzarsi per i commenti della Pulce. I contributi della Pulce, benche' eterodossi, rappresentano una delle attrattive principali di questo sito, e uno dei migliori antidoti alla tetraggine che occasionalmente lo caratterizza.

La ragione per cui i suoi interventi riguardino quasi esclusivamente deiezioni, flatulenze, parti molle etc non e' nota anche se sono state avanzate molte ipotesi, alcune sinceramente fantasiose, o offensive (come quella che farebbe risalire l'ossessione alla stipsi del soggetto). La mia personale opinione e' che si tratti di una autoimposta cifra stilistica, che va apprezzata per quello che e' anziche' spiegata.

Per quanto riguarda la sua notizia, le comunico che purtroppo in questo sito accettiamo solo notizie accuratamente documentate, quali:

- notizie che vengano direttamente da www.vatican.va

- notizie che siano apparse su Petrus

- voci di corridoio sentite da Mic, l'amministratore, e da lui autocertificate come attendibili.

La ringraziamo per il suo contributo.

Gert ha detto...

no parlava della tua...che evangelizza scaldando il mouse....a ste'...ma vaff....poi dici che devi essere educato.....

Steph,scaldando il mouse,sicuramente evangelizza più di te

Gert ha detto...

"UFFICIALE E DEFINITIVA degli statuti del CNC, parole udite con le mie orecchie da Kiko stesso."

dati i precedenti,non mi pare una garanzia,ma almeno sapremo da che parte stare

Gert ha detto...

"una delle cose che mi colpisce di piu' di questo sito e' il tono oracolare, perentorio, da sicuri detentori della verita', di chi non ammette repliche degli amministratori, che sembra un po' una parodia di kiko e dei suoi catechisti..."

di fronte alle falsità NC e alle verità di fede tradite,perentorietà o "si si, no no"?

e quindi ammetti che kiko e i catechisti si comportano da detentori della verità

bored2death ha detto...

ma che importanza ha cosa ammetto o penso io... non sono mica la santa sede...

Gert ha detto...

infatti,per questo l'affermazione di Felipe non ti ha convinto.Perchè hai cancellato la domanda?

katartiko ha detto...

Noi le parole di Kiko le rimuginiamo,
a te caro Katartiko
sono scivolate diritte nell'
inconscio senza alcun filtro.
E li hanno gia' fatto tutto il danno
possibile.



Caro Gherardo, non capisco a cosa ti stai riferendo. A volte rispondi solo per rispondere.
Puoi dire con certezza che San Pio abbia detto così? Eri presente? c'è un documento scritto di pugno da San Pio?
A me pare una piccola calunnia (fra le altre) di P. Zoffoli (santo subito).
Inoltre per affermare che io sono in un certo modo dovresti conoscermi e frequentarmi un po'.
Ho l'impressione che sai solo offendere amore

bored2death ha detto...

gert: "infatti,per questo l'affermazione di Felipe non ti ha convinto.Perchè hai cancellato la domanda?"

ho cancellato la domanda semplicemente perche' mi sono accorto di avere superato la mia quota di tre "post" al giorno... una regola autoimposta di igiene mentale, per non farmi risucchiare dal blog. comunque se mi viene fatta una domanda diretta come la tua rispondo. ho chiesto spiegazioni a felipe semplicemente per farmi un'idea della verosimiglianza della notizia. prendo tutto con beneficio di inventario...

katartiko: "Caro Gherardo, non capisco a cosa ti stai riferendo."

colpa mia katarkiko. credo che gherardo volesse rispondere a un mio post precedente -- che avevo cancellato perche' avevo fatto casino e l'ho ri-postato alle 20:19. o si e' confuso o pensa che io e te siamo la stessa persona. evidentemente togliere per registrarsi ogni volta e l'accesso agli anonimi non e' servito a migliorare le comunicazioni ma solo a rendere il processo di lasciare un post estremamente tedioso...

kirikiki' ha detto...

Insomma quest'appovazione sta volta deve essere vera, se no il Padre non si sarebbe firmato con nome e cognome! una cosa pero' bisongerebbe prendere in considerazione caro padre, e cioe' COME questi statuti saranno approvati? Con o senza modifiche alle catechesi. Lei che non sara' stato stato al Redemptoris MAter (sicche' ha detto padre deve essere o cappuccino o comboniano visto che sono i due ordini religiosi piu' vicini al cammino) la teologia se l'avra' studiata come Dio comanda! Detto questo almeno per amor della verita' e della concretezza converra' con noi che le catechesi del sig. Arguello e della sig.na Hernandez sono un mucchio di eresie da non sfuggire a uno come Lei.
L'altro punto dolente sarebbe se mai le catechesi approvate riporteranno dei cambiamenti RADICALI. Lei dovrebbe altrtanto convenire che le modifiche sarebbero state NECCESSARIE in quanto non in linea con gli insegnamenti della Chiesa, ergo ERETICHE. Conseguenza diretta: se da 40 con queste eresie sono state inculcate centinaia di migliaia di persone lei in piena onesta' potrebbe confermare firmando con nome e cognome assumendosi la responsabilita' SACERDOTALE conferitasi dalla CHIESA, che la possibile approvazione del 7 Maggio RIPARERA' a tale scempio?
Questo e' il succo di questo blog se lei non avesse capito. il resto sono chiacchere. Se lei e' veramente chi dice di essere dovrebbe pensarci un po' di piu' prima di sbatterci in faccia l'ironia! E' il suo essere prete che dovrebbe andare oltre alle lezioni di kiko. Lei e' il pastore consacrato dalla Chiesa e sarebbe lei quello incaricato ufficialmente a dare lezioni di catechismo e di fede a kiko e non kiko a lei. Se cosi' non fosse converrebbe con me CHE NO GHE ZE PIU' RELIZON. ME STAGA BEN!

La pulce ha detto...

EL SENOR KIRIKUS APRE LA FESTA DI PRIMAVERA

Con l'aiuto di alcuni suoi solertissimi e incipriati luogotenenti italici che hanno il vezzo di usare nomi esotici,Felipe,bored2,bored3,Diarr1,
Diarr2,Diarr3 e sotto gli auspici di altrettanto museale Padre Roberto, el senor Kirikus,dopo la fiesta magna alla Domus Aurea e la fiesta parva alla Lateranense ha annunciato una fiesta maior che ha il compito di "...agitar las aguas estancadas con un nuevo diurético"

Fervet opus!!!!

sikulo ha detto...

Domani, in San Pietro, Benedetto XVI presiede la Messa per l’ordinazione di 29 diaconi della diocesi di Roma.Benedetto XVI, domani alle ore 9.30, presiederà la Santa Messa nella Basilica Vaticana e conferirà l'ordinazione presbiterale a 29 diaconi della diocesi di Roma. Dei 29 diaconi della diocesi di Roma che Benedetto XVI ordinerà domani, 13 hanno compiuto la loro formazione nel Seminario Romano maggiore, 9 al Redemptoris Mater, 3 negli Oblati del Divino Amore, 2 in un istituto religioso dei Figli della Croce e 1 nel Collegio Capranica.

mic ha detto...

"9 al Redemptoris Mater"

ordinati diaconi da Ruini a novembre scorso con messa separata da quella per l'ordinazione dei diaconi del seminario romano.
Il rito ovviamente era quello neocat, non approvato dal Papa, tranne per la prima volta l'orrenda 'mensa' al posto dell'Altare che forse dopo tutto quello che è stato lamentato si sono vergognati di montare...
Lo sa il Santo Padre?
Perché nella chiesa accade tutto questo????

mic ha detto...

non e' servito a migliorare le comunicazioni ma solo a rendere il processo di lasciare un post estremamente tedioso...

è servito almeno a evitare gli inserimenti selvaggi "a nastro".
Quando la comunicazione è autentica riesce a superare anche questa barriera.

Lo dimostra il fatto che il tuo tedio e la tua immancabile ironia, unici elementi della tua comunicazione, passano benissimo.

Non è "passata" invece la balla del "tetto" di post che ti sei imposto, per non lasciarti risucchiare dal blog, dici. Ma non hai fatto altro che dimostrare che, anche se non scrivi, sei lì di vedetta e, quindi, se di risucchio si tratta, in qualche modo opera.

Secondo me il "risucchio" opera nella misura in cui si è "schiavi" del mezzo o comunque asserviti ad esso.

Risparmiati l'ironia, troppo facile, sui miei tempi di impegno, perché sono esattamente calibrati a tutto il resto e facilitati dal fatto che sono spesso sul Web anche per altri motivi

sikulo ha detto...

Lo sa il Santo Padre?

Benedetto XVI presiede la Messa per l’ordinazione di 29 diaconi

vuol dire che lo sa....

mic ha detto...

<2A me pare una piccola calunnia (fra le altre) di P. Zoffoli (santo subito)."

noto che è l'ennnesimo post che sostiene questo.
Noi abbiamo l'originale della lettera del sacerdote che scrive a P. Zoffoli riportando la risposta alla domanda fatta a Padre Pio durante un pellegrinaggio dalla Toscana. Non è così improbabile che qualcuno, avendo accostato i neocat, anche se al loro inizio, ne abbia chiesto a San Pio.

Abbi il rispetto di evitare allusioni improprie nei confronti di p.Zoffoli che era una sacerdote del Signore

gherardo ha detto...

Caro Katartiko

come supponevo i danni sono ormai
irreparibili, preferisci rispondere
a picche quando io metto per terra danari.
Sei tu che hai parlato del fatto che soppesiamo ogni parola di Kiko
e io ti ho spiegato cosa invece produce
il non farlo.

E tu mi parli di Padre Pio?

Mi sa che qualche connessione ti e' saltata.

Comunque sul fatto di Padre Pio
dovresti tacere perche' non c'e'
nessuna certezza ne controprova
in proposito.
Ti ricordo comunque che Kiko sbarca a Roma all'inizio del 1968
e infatti padre Zoffoli dice che Padre Pio li chiamo' (i NC) falsi profeti gia'
dal loro INIZIO (controlla direttamente
il testo di padre Zoffoli).

Invece sulle calunnie di Kiko e voialtri
verso padre Zoffoli dopo la morte
(avrebbe chiesto scusa a Kiko avete
calunniato per decenni! VERGOGNATEVI!)
abbiamo testimonianze dirette e controfirmate.


Quando parli dovresti essere piu' aderente a fatti documenti testimonianze
e date. E non piegarli alle conclusioni
che piu' ti piacciono.

Come vedi le parole di padre Zoffoli
su padre Pio non contrastano affatto
con le date.

mic ha detto...

"vuol dire che lo sa...."

se lo sa vuol dire che ne risponderà lui. Forse ha già in animo soluzioni che ritiene possibili; strano che non si decida a renderle note.

Quella del 7 maggio potrebbe essere l'ennesima "bufala".
Ma, se la notizia fosse vera, bisognerebbe vedere le condizioni, che non dovrebbero realisticamente mancare, anche se conosciamo purtroppo quanto ve ne infischiate di qualunque condizione, come avete dimostrato finora.

katartiko ha detto...

Allora ragioniamo: Padre Pio muore nel 1968, da tempo gravemente malato e ha tempo di pensare ai neocat sbarcati per l'invasione dell'Italia da pochi giorni?
Ma và.....

mic ha detto...

Inoltre per affermare che io sono in un certo modo dovresti conoscermi e frequentarmi un po'.
Ho l'impressione che sai solo offendere amore


si può esprimere un'opinione o una sensazione anche 'frequentando' quello che una persona dice non solo saltuariamente ma abbastanza spesso

gherardo ha detto...

Caro Mic
se il 7 Maggio fosse prevista
cerimonia di consegna
vorrebbe dire che l'approvazione c'e' gia' stata
e dovrebbe risultare pubblicata su qualche atto ufficiale.

Potrebbe essere l'ennesima bufala
siamo abituati alla loro totale mancanza
di senso della realta' e del ridicolo.

Ma comunque aspettiamo
anche un'orologio fermo
ha ragione due volte al giorno....

gherardo ha detto...

Katartiko
a parte che sembri sottovalutare
ampliamente le capacita' di padre Pio
comunque quello che sottolineavo
io era solo che le parole di padre Zoffoli
NON SONO in contrasto con le date.

Sulla loro effettiva veridicita'
non mi esprimo.
L'amore di padre Zoffoli per la verita'
era tale che tenderei a credergli
ma puo' darsi anche che riportasse
una "voce" non verificata.

Qualche leggerezza la commettono tutti.

Ma le calunnie "comprovate" di Kiko e vostre su padre Zoffoli dopo la sua morte
quelle non sono una leggerezza
ma una pratica reiterata per decenni.
(ancora nei forum NC c'e' qualcuno che riporta la calunnia che padre Zoffoli prima di morire chiese scusa a Kiko. VERGOGNA!!)

stephanos78 ha detto...

L'ordine sarà quello di fare propaganda ciclica, ogni "tot", per portare "scompiglio" ai NEMICI (ovvero noi). Perchè a furia di dirlo, diffonderlo pubblicamente, forzare, imporre, sfidare, prima o poi qualcosa faranno muovere...

Questa è la "tattica"... Le provocazioni hanno due aspetti: uno propagandistico e l'altro (peggiore) ricattatorio.

In questo tempo non credo che Kiko abbia fatto le cose in modo "superficiale". Lo credevo prima. Ma a guardr meglio, ogni mossa sembra frutto di un tecnica molto "raffinata"...

Il che la dice molto ma molto lunga...

mic ha detto...

Allora ragioniamo: Padre Pio muore nel 1968, da tempo gravemente malato e ha tempo di pensare ai neocat sbarcati per l'invasione dell'Italia da pochi giorni?
Ma và.....


adesso comincia il tormentone Padre Pio!!!

1. ha detto messa e ricevuto pellegrini fino all'ultimo istante della sua vita

2. la lettera è scritta da un sacerdote ed è autentica. Il fatto che i NC fossero "appena sbarcati" non dice nulla perchè hanno cominciato subito le catechesi ai Martiri canadesi e c'è chi potrebbe benissimo averle ascoltate ed essersi posto qualche domanda
Potrebbe trattarsi di qualcuno impressionato favorevolmente oppure scettico: le persone non sono mica tutte ricettori passivi o ignoranti in questioni di fede cattolica!

Chiunque fosse si è beccato quella risposta!

Ma al di là e tralasciando tutto questo, quanto documentato e denunciato basta e avanza per dimostrare il pericolo che siete per la Chiesa!

stephanos78 ha detto...

Ritorno a fare la mia proposta.

A quanto sembra il CNC si sente devoto del Santo Fraticello.

A quando l'abbandono delle "celebrazioni di comunità" e la frequentazione dei Sacramenti Secondo il Messale Promulgato da San Pio V?

gherardo ha detto...

E come sempre modifichi le date
a tuo piacimento.
Non si tratta di pochi giorni
ma di mesi senza considerare che a Madrid il Cammino era gia' in stato avanzato...

Mi dispiace ma con le date semplicemente non puoi smentire le parole di padre
Zoffoli,
questo non vuol dire che siano sicuramente vere
ma solo che il tuo tentativo e' fallito miseramente.

Vittorio ha detto...

"Allora ragioniamo: Padre Pio muore nel 1968, da tempo gravemente malato e ha tempo di pensare ai neocat sbarcati per l'invasione dell'Italia da pochi giorni?
Ma và....."

scopo di invalidazione aggiunto?

non direi perchè le precisazioni
di Mic sono convincenti
e io non metto in dubbio il giudizio di San Pio da Pietralcina testimoniato da un prete