martedì 15 aprile 2008

Usciamo da una bolgia

Apro questa pagina con queste parole di Michela

"Ci sono stati dei post interessantissimi, che andrebbero meditati e compresi.
E i nostri nc probabilmente non li hanno neanche letti, e se li hanno letti ne hanno colto solo qualche frasetta che richiamava qualcosa già sentito nelle catechesi, e hanno risposto del tutto a sproposito.
Sembra che i nc facciano fatica a cogliere il punto centrale dei discorsi: ma lo fanno apposta o lo fanno per sviare una discussione che potrebbe mettere in crisi le loro certezze?"

In effetti ho letto cose sull'Eucaristia che andrebbero meditate e vissute e diffuse; ma chi ha orecchi per intendere? Infatti sono rimaste sommerse da un mare di banalità volutamente rovesciate sul blog, delle quali ne sono state cancellate altrettante...

Vanno, vengono. Si prova a intessere un dialogo. Ma ci sono cose che dividono
Riporto questo post emblematico:
"In quanto a disobbedienza al papa
rifletti su questo:
Il papa ti ha detto forse che dovevi calunniare su di un blog
i tuoi fratelli?
Ti ha conferito un incarico speciale di inquisitore?
Ti ha dato mano libera per anatemizzarci?
Non sai che Dio ha in abominio chi provoca litigi tra i fratelli?"

Appena riesco a intervenire risponderò punto per punto. Intanto spero riusciate a farlo voi.

207 commenti:

1 – 200 di 207   Nuovi›   Più recenti»
Anonimo ha detto...

certo cara michela tu mic glialtri forse nn avete letto tutti post ,perchè forse se li aveste letti vi saerste chiariti dubbi sull'eucarestia , e avreste finalmete capito che la celebrazione eucaristica nn si discosta per nulla dalla messa che si svolge in parrocchia, purtroppo voi vedete ciò che più vi conviene per screditare gli altri, emm insultereste, io sn stata insultata ,ma nn me la prendo, pperchè sn fatta così ,però vi consiglierei prudenza , perchè se qualcuno sistancasse di essere insultato, potrebbe anche ricorrere a mezzi legali, finora avete incontrato persone dabbene credetemi buona serata ora vado alessandra

mic ha detto...

Intanto rispondo a questo:

Stat Veritas:
"per portare "dalla morte alla vita, dalla tristezza all'allegria", ecc, ecc..."

ma prima aveva parlato della gioia e della Lode che scaturisce dalla Redenzione operata dal Sacrificio, che l'Anonimo ha tralasciato per quotare le parole di Kiko di cui sopra e deliziarci:

Anonimo:
Mirabile è l’opera da lui compiuta
nel mistero pasquale:
egli ci ha fatti passare
dalla schiavitù del peccato e della morte
alla gloria


Ebbene è vero. Ma non mi sembra di averne avuto dimostrazione da voi né oggi né in tutte le altre pagine di questo blog

mic ha detto...

non ci sono parole per commentare il post di Alessandra che apre con evidenti falsità e chiude con minacciosa arroganza... per essere una che non insulta e se insultata non se la prende! :(((

gherardo ha detto...

Cara Alessandra
quello che dici e' semplicemente
falso.
Abbiamo testimonianze dirette
anche di NC (Fabio e' l'esempio ultimo)
che riescono a conservare onesta' intellettuale
che il richiamo di Arinze
e' disatteso nella stragrande maggioranza dei casi.
In molti casi addirittura
vale l'adagio "Arinze chi era costui?"
per dire che non si sa nulla dei richiami.
QUindi per favore le favole
raccontale a qualcun altro

gherardo ha detto...

Finora cara Alessandra
ho dialogato con te perche'
nonostante tutto credevo parlassi
con sincerita'.
Incomincio a pensare che non sia cosi'.

Seby ha detto...

gherardo ha detto...

Finora cara Alessandra
ho dialogato con te perche'
nonostante tutto credevo parlassi
con sincerita'.
Incomincio a pensare che non sia cosi'.

Gherardo, oggi ho avuto una giornata pesante: insulti di ogni tipo da parte di Alessandra che mi ha fatto perdere le staffe e credimi, non sono un tipo che si arrabbia facilmente, anzi... Questo mi ha portato fastidio è gli ho più volte risposto, ma poi, alla fine di fronte alle sue disarmanti risposte, insulti, falsità ho capito che lei è qui non per dialogare ma per sviare! Per cui non risponderò più alle cavolate che dice e che afferma, anche se fanno male. vi invito tutti solo ad argomentare nella Verità e per Amore alla Verità!

Anonimo ha detto...

Mic....ma se e' vero che sei un prete......spieghi a tutti i lettori come fai a stare tutto il giorno a scrivere sul blog?

gherardo ha detto...

Caro Seby

c'e' anche un'altra possibilita'
puo' darsi che Alessandra
e' incappata in questo blog,
leggendolo alcune domande fastidiose
hanno cominciato a frullargli a livello
inconscio
e per metterle a tacere
sente il bisogno di replicare
botta su botta pure quando
non crede lei stessa a quello
che dice e anche lasciandosi
scappare qualche insulto.

Questo semplicemente per
non sentire l'eco di quelle domandine
che frullano in background....

potrebbe semplicemente non intervenire
piu' ,
ma quelle domandine
allora comincerebbero a frullargli
nel silenzio
e questo un po' le fa paura.

Comunque preghiamo davvero
per tutti questi fratelli
sappiamo cosa vuol dire
passare per il CN
e speriamo che la
Chiesa trovi una soluzione
a questo problema
contare sulla docilita' di kiko
alle correzioni del Papa
pero' mi sembra illusorio....

mic ha detto...

"VERGOGNA, CALUNNIATORI, VERGOGNA, FALSI PROFETI"

dovremmo lasciare a imperitura memoria questi e tanti altri insulti, senza nessun sostegno alle accuse che rappresentano?

In questo momento mi viene in mente p. Zoffoli, il Profeta inascoltato, che tanto ha sofferto per la Chiesa, ma prima di tutto per la Verità e voglio citare un brano di una sua lettera al card Antonelli, sottolineando: ci fosse stato un vescovo, né tanto meno il Papa che lo abbiano smentito o ripreso per quello che denunciava.

"...Oggi, illuminato e incoraggiato dallo stesso Vaticano II, il laicato cattolico non è più quello di un tempo, perché sa tutto e, amando la Chiesa - ben distinta dai singoli membri del Clero -, è pronto a difenderla contro tutti i suoi nemici, interni ed esterni.

Ed è precisamente il laicato che, tacendo il Clero - in alto e in basso prende l'iniziativa contro gli strafalcioni e le menzogne di un Cammino che conduce all'apostasia dalla Chiesa Cattolica. Non si tratta di sottigliezze teologiche, di "punti di vista", di "opinioni discutibili", ma del DOGMA, dei PRINCIPALI DOGMI DI FEDE, SOLENNEMENTE DEFINITI DAL MAGISTERO...

Esagerazioni, calunnie? Ma perché non sono chiamato e ripreso dalla Gerarchia, se questa crede di dover difendere un Movimento ritenuto altamente benemerito?..."

mic ha detto...

"Mic....ma se e' vero che sei un prete......spieghi a tutti i lettori come fai a stare tutto il giorno a scrivere sul blog?"

se fosse vero che io, come altri collaboratori, riuscissi a stare tutto il giorno sul blog non succederebbero tanti casini come quello di oggi dello tsunami di insulti e banalità che investe le nostre pagine

E' un impegno che sento e quando posso mi affaccio, tutto qui

mic ha detto...

tralasciando la leggenda metropolitana del "prete" che comunque, rispetto a "presbitero", prendo come un complimento ;)

Anonimo ha detto...

"Gherardo, oggi ho avuto una giornata pesante: insulti di ogni tipo da parte di Alessandra che mi ha fatto perdere le staffe e credimi, non sono un tipo che si arrabbia facilmente, anzi... "

pensa che giornata pesante che abbiamo avuto noi che invece di cazzeggiare su internet abbiamo lavorato otto-dieci ore...

Gert ha detto...

invece di cazzeggiare su internet abbiamo lavorato otto-dieci ore..."

ammesso che qui si faccia quello che dici tu,non hai niente di meglio da fare dopo otto-dieci ore di lavoro?

by Tripudio ha detto...

PRENDETE NOTA

Spiegazione tecnica di come funzionano le "ALZATE" dei neocatecumenali.


Fase 1: il SIGNOR Kiko Argüello chiede: “Se qualcuno si sente chiamato dal SIGNORE venga qui”.

Si tratta ovviamente del SIGNOR KIKO Arguello.

Infatti nella lettera "Ogniqualvolta" del 1990, papa Giovanni Paolo II fa cenno al "SIGNOR" Kiko Arguello e della "SIGNORA" Carmen Hernandez.


Fase 2: in tanti si alzano. Ma quanti? E chi sono?

Dall'ineffabile Korazym, veniamo a sapere che è Kiko a decidere quanti si sono alzati: "2mila ragazzi e 1200 ragazze, dice Kiko".

"DICE KIKO".

Il neocatecumenalissimo Korazym, quasi sottovoce, deve precisare che "erano molte centinaia, e probabilmente nell’ordine di un migliaio complessivamente"- Altro che duemila e milleduecento!

Poi il neocatecumenalissimo ineffabile Korazym aggiunge, ancor più sommessamente, che in quel migliaio che si sono “alzati” si notano anche bambini di poco più di sette anni, e facce che danno l’impressione più di scherzare che di fare sul serio!!!

Era a Loreto, settembre 2007.

Guarda caso, in quella stessa pagina si dà notizia che Kiko dava ormai per certissima e imminentissima l'approvazione!

E' passato giugno 2007, è passato settembre 2007, è passato febbraio 2008, è passata Pasqua 2008, e dopo ripetuti falsi annunci, la mitica leggendaria approvazione è ancora soltanto un prodotto della fantasia di Kiko e dei suoi adepti!

Quanto tempo occorre ad un neocatecumenale onesto, per capire di essere stato sempre preso in giro da Carmen e Kiko?

Come dicono su Petrus (papanews.it), ormai gli ex neocatecumenali sono un esercito!

Anonimo ha detto...

Alessandra???
lassali perdere sti 4 stronzi... ma non leggi cosa scrivono?????

ma come ti possono sembrare seri...deduzioni su articoli scritti da petrus che di punt in bianco diventa un portale di informazione cattolica....
ma per favore...puo essere serio un sito dove scrive LUCIANO MOGGI?????????

per cortesia aprite gli occhi...
petrus vi piace tanto perche e' l'unico che continua il lavoro di scopiazzamento con i testi di zoffoli.....

ma ha 4 visitatori al giorno e il giornalist e' un povero fallito che si fa strada tentando di creare lo scandalo....

e' evidente e si vede da 1 kilometro....

ovviamente gli unici a non vederlo sono sti 4 imbecilli del blog....ma visto che un prete che non ha un cazzo da fare vive su internet.....una ragione ai suoi isterismi dovra' pur trovarla..........

Seby ha detto...

ovviamente gli unici a non vederlo sono sti 4 imbecilli del blog....ma visto che un prete che non ha un cazzo da fare vive su internet.....una ragione ai suoi isterismi dovra' pur trovarla..........


Pimo mic non è un prete.
Secondo: quanto rispetto che dimostrate per i ministri, arrivi affermare che i preti non hanno un.... da fare...
E certo, solo i preti del CNC hanno da fare hanno da fare le convivenze con le loro comunità e non avere carità per chi non è della comunità...
Per fortuna non tutti!
Comunque, ancora complimenti!

alberto ha detto...

Come sono bravi a strumentalizzare tutto quello che va contro di loro.

E' bastato il nome di Moggi per scatenare un atto diffamatorio nei confronti di questo blog

Che vergogna!!!

Leo ha detto...

"ovviamente gli unici a non vederlo sono sti 4 imbecilli del blog....ma visto che un prete che non ha un cazzo da fare vive su internet.....una ragione ai suoi isterismi dovra' pur trovarla.........."

prima di prendersela in maniera evidentemente calcolata mancando di rispetto ad una persona che - insieme a tante altre - sta dando il suo impegno morale per una causa che lei non condivide, provi a leggersi il post delle 22:08

Leo ha detto...

"e' l'unico che continua il lavoro di scopiazzamento con i testi di zoffoli....."

mi chiedo dove veda lo scopiazzamento... si parla di cose molto serie e molto molto attuali purtroppo...

alberto ha detto...

Barile è un giornalista fallito? Almeno dice la verità.

Un certo Je Narino e co.............................. altro che manipolazione della realtà

Io parlerei di pittori falliti invece

Fedele ha detto...

"Esagerazioni, calunnie? Ma perché non sono chiamato e ripreso dalla Gerarchia, se questa crede di dover difendere un Movimento ritenuto altamente benemerito?..."

perchè,se il Papa lo avesse ripreso,avrebbe dovuto smentire il suo Magistero!

fabio ha detto...

come detto volevo rispondere a newgold il quale mi ha consigliato di farmi una cura...
la mia libertà non vuole imprigionare il tuo punto di vista assolutamente.tu sei libero di esternare le tue opinioni,però penso che capirai bene che quando offendi le mie idee o dici che le mie idee sono idiozie..bè questo è un gudizio nei miei confronti,e un non rispetto delle mie idee.tutto qua.quindi esterna con calma e pacatezza,come d'altra parte sei solito fare,le tue idee senza insultare le idee degli altri,soprattutto quando dall'altra parte(e in particolare da parte mia) non c'è mai stato insulto.
ripeto le mie idee possono anche essere sbagliate,ma pretendo il rispetto delle mie idee.poi se non le vuoi rispettare fai come vuoi.
Fabio

montmirail ha detto...

Abusi liturgici, il Cardinale Cipriani Thorne invoca maggior rigore

"E anche i Neocatecumenali si adeguino alle direttive della Chiesa"

Gert ha detto...

Messo così perentorio nel titolo non è proprio il tono usato dal cardinale,anche se la sostanza - presa dalla dichiarazione - è esatta

Gert ha detto...

"Il Vaticano stesso sta cercando una soluzione per approvare gli Statuti."

Forse questa dichiarazione così esplicita Volpe domani la dovrà smentire,ma chissà se il cardinale ha più mordente di un semplice monsignore

Anonimo ha detto...

messaggio di newgold69

ho trovato questo post sul solito sito neocat... non sono riuscito a verificare la fonte, ma il fatto che proprio i neocat si tirino la zappa sui piedi con questo doc... sta a significare che per loro è già declino!

leggetelo con attenzione e poi prestate attenzione al finale!!!



C'è anche la firma del Patriarca latino cattolico di Gerusalemme sotto l'importante documento che pubblichiamo, anzi è la prima.
La seguono le firme delle massime autorità cristiane di Gerusalemme.

Gerusalemme, 22 agosto 2006.
«The Jerusalem declaration on Christian Zionism - Statement by Patriarch and local heads of Churches in Jerusalem».
«Beati I pacificatori, perchè saranno chiamati figli di Dio» (Matteo 5,9).
Il sionismo cristiano è un moderno movimento teologico e politico che adotta le posizioni ideologiche più estreme del sionismo, sì da diventare dannoso a una giusta pace in Palestina e Israele.
Il programma sionista cristiano contiene una visione del mondo in cui il Vangelo è identificato con l'ideologia di imperialismo, colonialismo e militarismo.
Nella sua forma estrema, pone l'accento su eventi apocalittici conducenti alla fine della storia piuttosto che sull'amore e la giustizia di Cristo vivente oggi.
[…]
Noi rigettiamo categoricamente le dottrine del sionismo cristiano come insegnamenti falsi che corrompono il messaggio biblico di amore, riconciliazione e giustizia.
Noi rigettiamo inoltre l'alleanza contemporanea tra i capi e le organizzazioni dei sionisti cristiani con elementi del governo di Israele e Stati Uniti che oggi impongono sulla Palestina i loro confini preventivi unilaterali e il loro dominio.
Ciò porta inevitabilmente a cicli di violenza senza fine che minano la sicurezza di tutti i popoli del Medio Oriente e del resto del mondo.




Noi rigettiamo gli insegnamenti del sionismo cristiano che giustificano e sostengono queste politiche, che fanno avanzare l'esclusivismo razziale e la guerra perpetua anziché il vangelo dell'amore universale, della redenzione e della riconciliazione insegnati da Gesù Cristo.
Anziché condannare il mondo alla distruzione di Armageddon noi chiamiamo ciascuno a liberarsi dalle ideologie del militarismo e dell'occupazione.
Piuttosto, che avvenga la guarigione delle nazioni!
Noi facciamo appello ai cristiani e alle Chiese in ogni continente di pregare per i popoli palestinese e israeliano, che entrambi soffrono come vittime di occupazione e militarismo.
Azioni di discriminazione stanno tramutando la Palestina in ghetti impoveriti circondati da insediamenti israeliani esclusivi.
La creazione degli insediamenti illegali e la costruzione del Muro di Separazione su terra palestinese confiscata mina la vivibilità dello Stato palestinese, e anche la pace e la sicurezza dell'intera regione.
Facciamo appello alle Chiese che tacciono di rompere il loro silenzio e parlare ad alta voce di riconciliazione con giustizia nella Terra Santa.




Per questo ci impegniamo ai seguenti principii come base per un'altra via:
- Noi affermiamo che tutti gli uomini sono creati ad immagine di Dio; e a loro volta sono chiamati ad onorare la dignità di ogni essere umano, e a rispettare i suoi diritti inalienabili.
- Noi affermiamo che israeliani e palestinesi possono vivere insieme in pace, giustizia e sicurezza.
- Noi affermiamo che i palestinesi, musulmani e cristiani, sono un solo popolo; rigettiamo ogni tentativo di spezzare la loro unità.
- Chiamiamo tutti a rifiutare la ristretta visione del mondo del sionismo cristiano e le altre ideologie che privilegiano un popolo a spese di altri.
- Ci affidiamo alla resistenza non-violenta come il mezzo più efficace per porre fine all'occupazione illegale onde ottenere una pace giusta e duratura.
- Ammoniamo con urgenza che il sionismo cristiano e le sue alleanze stanno giustificando
la colonizzazione, l'apartheid e l'imperialismo.
- Dio chiede che giustizia sia fatta. Nessuna pace durevole, né sicurezza o riconciliazione
sono possibili se non fondate sulla giustizia; a domanda di giustizia non scomparirà.
La lotta per la giustizia va perseguita con costanza e diligenza, ma senza violenza.
- «Ciò che il tuo Signore esige da tè è agire con giustizia, amare la misericordia, e camminare
con umiltà assieme al tuo Dio» (Michea, 6,8).
- Questa è la nostra posizione. Noi siamo per la giustizia. non possiamo fare altrimenti, solo la giustizia garantisce una pace che porterà alla riconciliazione in una vita di sicurezza e prosperità
per tutti i popoli della nostra Terra. Ponendoci dalla parte della giustizia, noi ci apriamo all'opera
di pace - e operare per la pace fa di noi figli di Dio.
- «Dio ha riconciliato a sé il mondo in Cristo, e non ha contato i peccati degli uomini contro di Lui. Egli ha affidato a noi il messaggio di riconciliazione» (2 Cor., 5,19).




Sua Beatitudine Patriarca Michel Sabbah, patriarca latino di Gerusalemme.
Arcivescovo Saverios Malki Mourad, patriarcato siriano ortodosso di Gerusalemme.
Vescovo Riah Abu El-Assal, Chiesa episcopale [anglicana] di Gerusalemme e Medio Oriente.
Vescovo Munib Younan, Chiesa luterana evangelica in Giordania e Terra Santa.




Solo qualche chiarimento informativo.
Si chiama Sionismo Cristiano la credenza, assai diffusa tra i protestanti americani («cristiani rinati»), che il ritorno degli ebrei in Terra Santa nel 1948 segnali il compimento delle profezie bibliche.
I tempi ultimi sono imminenti: la ricostruzione del Tempio, l'avvento dell'Anticristo (in passato identificato nella Chiesa cattolica, poi nell'URSS, oggi nell'l'Islam), l'ultima battaglia tra le forze del Bene e quelle del Male; ci sarà una «tribolazione», da cui i buoni protestanti saranno risparmiati tramite miracoloso rapimento in cielo (rapture); seguirà il Secondo Avvento - il ritorno di Gesù in gloria - e un piccolo resto degli ebrei lo riconoscerà come Messia.




Ciò che rende pericolosa questa pseudo-teologia («Esegesi da rotocalco», è stata chiamata) è il fatto che due americani su cinque ci credono, circa settanta milioni di fondamentalisti: e che questi sono la base elettorale del partito repubblicano, e spingono il partito ad agire politicamente in vista delle «profezie» apocalittiche, ossia secondo il più estremo irrazionalismo.
I fondamentalisti di questo genere sono i più rozzi e duri conservatori, e spesso antisemiti: la loro profezia, dopotutto, si concluderà con la disfatta degli ebrei e il loro ritorno alla «vera» religione. Ma oggi, questa enorme base aiuta anche finanziariamente le formazioni sioniste più estreme, allo scopo di «accelerare» la fine dei tempi: più presto gli ebrei debellano i musulmani e ricostruiscono il Tempio, e più presto scenderà dal cielo Gesù.




Questa base massiccia di «cristiani rinati» dà forza politica ai programmi dei cosiddetti neo-conservatori, per lo più ebrei americani, seguaci della filosofia politica di Leo Strauss: tipicamente, Paul Wolfowitz.
Costoro in fondo credono alle «loro» profezie: i tempi di Israele-Messia sono qui, e ciò è confermato dalle continue vittorie dello Stato ebraico, che viene liberato dai suoi nemici.
I «cristiani rinati» non appartengono ad alcuna denominazione storica.
Sono membri, se così si può dire, delle «chiese televisive» dei telepredicatori.
Alcuni dei più famosi, Jerry Falwell e Pat Robertson, elettrizzano continuamente le loro assemblee con prediche infiammate sul fatto che stiamo vivendo i tempi ultimi, e che Israele è lo Stato sacro della promessa.
Falwell ha detto: «Mettersi contro Israele è mettersi contro Dio. Noi crediamo che la storia e la scrittura dimostrano che Dio tratta le nazioni secondo come esse trattano Israele».
Falwell infatti giustifica in termini biblici anche le politiche più discutibili e belliciste di Israele. Non a caso, viene spesso premiato dal Likud.
Il primo ministro Menachem Begin regalò anni fa a Falwell un jet privato, a compenso dei servizi resi.
Lo Stato d'Israele ha riconosciuto ufficialmente il sionismo cristiano, dando il suo assenso all'apertura, fin dal 1980, di una «Ambasciata cristiana internazionale» a Gerusalemme: una parodia di patriarcato degli apocalittici.


Il compito principale che questa «ambasciata» si è dato consiste nel cercare di ottenere il consenso delle entità e chiese cristiane nel mondo a favore di Israele.
Enorme la raccolta di fondi: questa ambasciata ha raccolto denaro per pagare gli ebrei dell'URSS che emigrarono in massa in Israele, raccoglie fondi per la ricostruzione del Tempio, e finanzia gli insediamenti ebraici più estremisti in Cisgiordania.

Proprio contro questo protestano il patriarca di Gerusalemme e gli altri firmatari, ortodossi, anglicani e luterani.


Benchè dilagante nel mondo anglo-americano, il fenomeno dei fondamentalisti apocalittici non manca di influire ogni giorno di più sulle frange «pentecostali» e giudaizzanti di un certo cattolicesimo, come i neocatecumenali, che sono in rapporti misticamente cordiali con i Lubavitcher, ossia la setta più irrazionalista del giudaismo americano, quella che fornisce i «coloni» più ostili negli insediamenti.
Anche in Italia, come noto, il neoconservatore Il Foglio arruola cattolici volonterosi per la «crociata» cristianista anti-islamica.

Maurizio Blondet

Anonimo ha detto...

In questo momento mi viene in mente p. Zoffoli, il Profeta inascoltato

E MENOMALE CHE E' STATO INASCOLTATO!

jeff m. ha detto...

mic ha detto...

"In questo momento mi viene in mente p. Zoffoli, il Profeta inascoltato, che tanto ha sofferto per la Chiesa, ma prima di tutto per la Verità e voglio citare un brano di una sua lettera al card Antonelli, sottolineando: ci fosse stato un vescovo, né tanto meno il Papa che lo abbiano smentito o ripreso per quello che denunciava."




"la invito fermamente a non sostituirsi agli Organi competenti e a non emettere, sia pure con buone intenzioni, giudizi personali e prematuri su temi che riguardano l'ortodossia di realtà ecclesiali, o addirittura del Santo Padre"
(Cardinal Ruini)


Qualcuno c'è stato, mic.

Gabriele ha detto...

L'importante azione di denuncia svolta da questo blog e dai siti collegati, sulla scorta dell'impegno del compianto padre Zoffoli, sta in qualche modo intralciando i piani dei fondatori del cammino neocatecumenale.
Infatti, un pò alla volta si sono accesi i riflettori su un progetto che si voleva mantenere nascosto il più a lungo possibile, pur operando di fatto all'interno della Chiesa cattolica.

Uno studio attento e meticoloso della teologia predicata nel cammino e delle prassi in esso praticate disvela una vera e propria "missione" alla base del movimento fondato da Kiko e Carmen: la riforma radicale della Chiesa non con un'intervento forte dall'esterno - come hanno tentato vari contestatori e riformatori nel corso dei secoli - bensì dall'interno, attraverso una "occupazione" militante delle parrocchie ed il parallelo reclutamento di ministri della Chiesa ad ogni livello alla causa neocatecumenale.

La recente riunione massiva di vescovi in Terra Santa ha dunque avuto una duplice funzione: accelerare il processo di coinvolgimento di alti prelati e contemporaneamente mandare un segnale forte alla Curia ed allo stesso Papa per significare loro il raggiunto controllo da parte del cammino di una larga schiera di vescovi e pertanto scoraggiare iniziative di contrasto al cammino stesso.

Del resto, la discussione sempre più accesa sulla natura e le deviazioni del Cammino in qualche modo sta nuocendo al programma perseguito dai suoi capi, nel cui contesto rientra come obiettivo strategico di assoluta importanza conquistare quanti più vescovi e cardinali per poter esercitare una diretta influenza sul futuro conclave, così da poter far eleggere al soglio pontificio un Papa neocatecumenale, al fine di portare a compimento il disegno riformatore all'origine del cammino...
Se qualcuno pensa che si tratti di fantareligione, non ha capito nulla del cammino neocatecumenale...

Francesco ha detto...

Grazie,GABRIELE.

La tua esposizione in questo post riassume tutte le ragioni di questo blog e del sito collegato.La ritengo meritevole quale base di discussione per un futuro thread.

Anonimo ha detto...

Vedo che Gabriele ha finalmente capito il principale obiettivo del cammino neocatecumenale.
Devo però focalizzare meglio qual'è
questo programma perchè è ora di buttare giù la maschera.
Lo riassumo in 7 punti, 6 dei quali mi sono stati dettati da Kiko stesso e l'ultimo, il settimo, da Carmen stessa.
1)Occupazione capillare di tutti i buchi del formaggio svizzero.
2)Abolizione totale dei dolci denominati "capelli d'angelo"
3)Ristrutturazione di tutti i siti internet in un internato internetico.
4)Instaurazione della giornata in onore di Seby
5)Obbligo di tripudiare almeno tre volte al dì
6)Abolire la fine del mondo.

e dulcis in fundo, e qui ci voleva il genio di Carmen
7)considerare tutti i nostri nemici
quali amici perchè grazie ad essi
la nostra giornata è molto più divertente.

Come vedete è un vero e proprio programma rivoluzionario e dobbiamo fare di tutto per arginare questo tsunami prima
che ci trascini via, noi, voi e soprattutto " i piccoli" che è meglio mettere quà e là per condire meglio il nostro discorso.

stephanos78 ha detto...

Riposto per Fabio

Dice Fabio

ciao steph
dunque io penso fermamente in quello che tu dici,e cioè che Dio ha donato il suo unico Figlio a noi per la remissione dei peccati,una ed una sola volta sul golgota ed è lì che c'è stato il vero sacrificio che noi ogni sabato o domenica (e in ogni celebrazione eucaristica)facciamo memoriale di questo sacrifico.


Carissimo. Ogni DOMENICA il Sacerdote, per il BENE di TUTTI QUELLI CHE PARTECIPANO IN QUEL MOMENTO, QUELLI CHE NON PARTECIPANO E DI TUTTA LA CHIESA, Offre la Vittima Immacolata. Cristo stesso Offre Se Stesso, per le mani del Sacerdote che è Mezzo. Il Sacerdote è MEZZO. Necessario, perchè nella persona di Cristo Pronuncia le Parole Sante sulle Sacre Specie, e fa avvenire la TRansustanziazione. Senza La Quale il Sacrificio di Gesù non avviene. Non avviene l'opera della Nostra Redenzione. Capisci perchè questa che Kiko chiama "parolina filosofica", è così importante? Capisci perchè questo Mistero Immenso che è la "Trasformazione" della Sostanza del Pane nella Sostanza del Corpo di Gesù e del Vino nella Sostanza del Sangue di Gesù, sia stato "sintetizzato" nel termine che Kiko definisce "parolina filosofica"?

Insomma: nella Santa Messa Cattolica il Celebrante è Gesù Stesso e i nostri Cuori "Sono Rivolti al Signore"! E' un caso che il Canone contempli queste parole? O significano qualcosa di profondo?

Per questo la Forma del Culto RIMANDA AD UNA SOSTANZA. Per questo la "celebrazione" NC, non è Cattolica. Il Crocifisso su un Altare in Pietra, Simnoleggia (nel senso più puro del termine di cui ti consiglio di leggere l'etimologia) il Cristo Che si Offre al Padre in Espiazione dei Peccati.
Quello che avviene ogni Messa. La Parola MEMORIALE è troppo generica e può dire tutto e il suo contrario. Memoriale per i Cattolici significa RI-PRESENTAZIONE. Per i protestanti no. La Messa è Memoriale della Morte e Resurrezione di Gesù? Sì. Ma nel senso Cattolico. Ovvero: RI-PRESENTA il Golgota. MA REALMENTE E VERAMENTE. Non ri-presente il SIGNIFICATO del Golgota. Non RICORDA il Sacrificio di Gesù. Non è "Lode". O meglio: è Lode in misura secondaria. Ed è Lode per l'Opera della Redenzione che si attua in quel momento!

La Domenica, per la messa Festiva (quindi di Precetto), è importante perchè concretizza la Attualizzazione del Mistero di Cristo, nel Culto, nel giorno in cui Vince la Morte. La Messa si conclude e noi USCIAMO dalla CHiesa (dopo aver partecipato del Sangue della VIttima, dopo che la Vittima si è Donata per la nostra Vita), DA CHI HA IL PEGNO DELLA RISURREZIONE. Da coloro che Grazie a Quel Sangue attendono la Resurrezione e già la vivono anche se non in pienezza. La DOmenica è anche Simbolo dell'Attesa del Cristo che Torna. Insieme all'Orientamento nella Messa, fondamentale per "realizzare" l'Attesa "escatologica" di Gesù.

resta il fatto che l'azione di grazia di nostro Signore può essere portata nei nostri cuori verso la conversione solo se noi lo vogliamo,solo se noi ci mettiamo in spirito adatto a ricevere questa azione salvifica.

Quello che chiama in causa NOI e la nostra Libertà non è iL Sacramento e l'AZIONE del Signore. E' IL FRUTTO del Sacramento. Che si GODE O MENO dipendentemente dalla nostra Libertà!
Per cui il Signore non COSTRINGE. il Signore AMA.

Nella tua OTTIMA FEDE e nel tuo CUORE SINCERO, mostri comunque l'insegnamento dei tuoi Catechisti, non accorgendoti di quanto sottile ed ambiguo sia l'errore. Ma anche pericoloso.

Kiko crede che l'Eucaristia non ESISTA senza Assemblea. Che Cristo "passa". Lo ha ribadito anche al Papa nella sua risposta! Cristo "passa" (E NON RESTA?!?!?!), per portare "dalla morte alla vita, dalla tristezza all'allegria", ecc, ecc...

L'Azione di Gesù nella Messa, invece, ESISTE INDIPENDENTEMENTE DALLE ASSEMBLEE! Ed essa è piena di Frutti di Bene!

La Prima Santa Messa della Storia, da cui sgorgano tutte le altre, ovvero il Golgota, ha avuto bisogno di ASSEMBLEE????
L'unica Assemblea presente eravamo noi peccatori che sputavamo in faccia a Cristo!

Se si vuole capire cosa sia la Messa, si guardi al Golgota! All'Icona della Crocifissione! C'è Gesù, nell'atto supremo del Suo Sacrificio Redentore, LA BEATA VERGINE MARIA, e il Ministro Ordinato SAN GIOVANNI! Che rappresenta iL Sacerdote e la Chiesa tutta!

Kiko lo sa?

stephanos78 ha detto...

Guarda La Prima Santa Messa della Storia

Anonimo ha detto...

Blondet dichiara serenamente di essere amico di Roberto Fiore, capo di Forza Nuova, un neofascista condannato per BANDA ARMATA e ASSOCIAZIONE SOVVERSIVA, uno sospettato di essere coinvolto nella Strage della Stazione di Bologna, di essere stato per venti anni al soldo dei servizi segreti britannici MI6, e altre cosette del genere. Robetta da gnente.

Anonimo ha detto...

E chi se ne frega di Blondet e di Fiore?

Anonimo ha detto...

buongiorno che l'amore di Gesù Cristo risorto sia cn tutti noi Volevo per dovere di sincerità è giustizia dire che ieri mi sn difesa e ho difeso ciò in cui credo ovvero L'amore che Cristo ha donato a me e a tanti altri cm me che hanno abbracciato il cammino,francamente l'essere presa per bugiarda mi ferisce enormemente,perchè scusate la presunzione nn lo sono maistata, e quanto a seby mi sn difesa dai suoi pesanti attacchi potete leggere sevolete Io credo che noi cristiani cammino o no siamo chiamati all'amore vicendevole , mi auguro che nn banniate questo msg che viene in pace e tranquillità ,siamoi esseri umani, e volte pretendiamo da noi stessi e da chi ci circonda la perfezione, ma noi nn siamo perfetti,me per prima Alessandra

mic ha detto...

piccolissima osservazione sulla patetica ironia di questo anonimo:

1)Occupazione capillare di tutti i buchi del formaggio svizzero.
2)Abolizione totale dei dolci denominati "capelli d'angelo"
3)Ristrutturazione di tutti i siti internet in un internato internetico.
4)Instaurazione della giornata in onore di Seby
5)Obbligo di tripudiare almeno tre volte al dì
6)Abolire la fine del mondo.


ti piacerebbe fosse una cretinata simile, eh?

La dimostrazione che non è una cretinata simile e nemmeno una cretinata è il tempo l'energia e la rabbia che ci spendete.
Se volete farci credere che davvero non contiano niente (abbiamo la consapevolezza dei nostri limiti e non ci crediamo chissà chi), intendo che non contiamo niente per voi, dovreste piantarla di dedicarci tanta (troppa) attenzione ;)

mic ha detto...

Buongiorno, Alessandra, stavamo in pensiero...
però, il tuo sermone l'hai già fatto e spero che tu non abbia preso la purga. ;)

mic ha detto...

quanto ai pesanti attacchi di Seby dopo che gli hai dato del mafioso, ma andiamo, si vergogni!
E adesso stop alle querule querelle

mic ha detto...

Blondet dichiara serenamente di essere amico di Roberto Fiore, capo di Forza Nuova, un neofascista condannato per BANDA ARMATA e ASSOCIAZIONE SOVVERSIVA

se qui è stato citato un articolo di Blondet non significa che ce lo siamo spostato o che sposiamo tutte le sue idee.
A volte dà informazioni molto documentate ed è bene conoscere tante campane per interpretare correttamente la realtà
E lui e Fiore che c'azzeccano con noi?

mic ha detto...

francamente l'essere presa per bugiarda mi ferisce enormemente,perchè scusate la presunzione nn lo sono maistata,

ci siamo ripromessi di non dare ulteriore spazio alla nostra infaticabile frequentatrice, ma questa è l'ultima attenzione che le dedico:

la presunzione te le perdoniamo, ma il fatto di essere bugiarda lo ha dimostrato con dichiarazioni contrastanti su Denver )in circostanze diverse) e con tante altre esperienze parrocchiali così evidentemente stucchevoli e non rispondenti alla esperienze di altri, da suscitare non poche perplessità

Anonimo ha detto...

ci ha chiamato per nome ci ha detto siete liberi,se cercate la mia strada,la mia strada è l'amore.Alessandra

Gert ha detto...

ma vah!!!Mic, l'ha presa,la purga!!!

gherardo ha detto...

Beh
che blondet avesse delle posizioni
"estremiste" e al limite
del vero antisemitismo
era abbastanza evidente

Anonimo ha detto...

gert penso che un esame di coscienza lo facciamo tutti no?io se sbaglio lo riconosco,Il salmo 50 è la mia preghiera preferita ,insieme alla preghiera del pellegrino russo,Signore Gesù Cristo abbi pietà di me Alessandra

Anonimo ha detto...

buongiorno gherardo,che il signore ti accompagni nella giornata di lavoro alessandra

Anonimo ha detto...

alessandra, è sempre così da queste parti...non sanno argomentare e accusano i NC di non saperlo fare....non sanno cosa sia il rispetto, e accusano i NC di mancare di rispetto ed offendere...non sanno cosa sia la Chiesa (oh, magari saranno preparatissimi teologicamente, ma questa è un'altra cosa...la Chiesa la si vive, per prima cosa) e pretendono di parlare per essa...

e quando la situazione si mette troppo male per loro: inveiscono e cancellano i tuoi commenti! geniale.

mic ha detto...

...non sanno cosa sia la Chiesa (oh, magari saranno preparatissimi teologicamente, ma questa è un'altra cosa...la Chiesa la si vive, per prima cosa) e pretendono di parlare per essa...

non pretendiamo di vivere per la Chiesa, viviamo per il Signore e quindi anche per la Chiesa 'luogo' privilegiato della sua Presenza.
La nostra vita e la nostra storia non si esaurisce su internet, quindi non puoi permetterti di trinciare giudizi

Qualche battuta sarà consentita anche a noi spero ;)
quando tra l'altro riceviamo attacchi veri e pesanti insulti e non battute

Anonimo ha detto...

Contesto che siano preparati teologicamente. Il discorso di Stephanos è infarcito di sfondoni.

gherardo ha detto...

Buongiorno Alessandra

che hai preparato a colazione?

mic ha detto...

e quando la situazione si mette troppo male per loro: inveiscono e cancellano i tuoi commenti! geniale.

so che lo dici pretestuosamente perché dovresti sapere che cancelliamo gli insulti e le ccatini che non fanno altro che sviare ogni discorso, come del resto sta accadendo ora e come per quanto mi riguarda non accadrà finchè resto collegato... se mai provvederò dopo

Anonimo ha detto...

sn uscita di casa alle 6,45 troppo presto per poter lascair pronta colazione fasccio la pendolare

mic ha detto...

Contesto che siano preparati teologicamente. Il discorso di Stephanos è infarcito di sfondoni

tipico stile neocat, accusa pesante semza argomenti.
se è vero che il suo discorso è pieno di sfondoni, contestaglielo.
troppo facile lanciare accuse senza assumersi l'onere della prova

mic ha detto...

Gherardo, buongiorno!
Ci siamo riproposti di non dialogare con i troll. la qualifica può apparire un po' dura, ma alla prova dei fatti questo è...

jeff m. ha detto...

Gabriele ha detto...

"L'importante azione di denuncia svolta da questo blog e dai siti collegati, sulla scorta dell'impegno del compianto padre Zoffoli, sta in qualche modo intralciando i piani dei fondatori del cammino neocatecumenale."


Ma figurarsi se Kiko, Carmen e Padre Mario si preoccupano per 4 nullafacenti con l'avversione per il cammino...
L'ho detto e lo ripeto, siete sempre i soliti 4 gatti contro 1 milione di vite rinate grazie all'opera che Cristo ha fatto con il Cammino mediante la sua Chiesa.



Gabriele ha detto...

"Se qualcuno pensa che si tratti di fantareligione, non ha capito nulla del cammino neocatecumenale..."

Invece è proprio di questo che si tratta, mi spiace dirtelo.
Ti dò un consiglio: butta quei libracci di Dan Brown coi quali ti sei annacquato il cervello e dedicati a letture più serie.
Un buon libro: "il grande divorzio. Un sogno" di C.S.Lewis.

Anonimo ha detto...

grazie per l'appellatico trolls,forse lo sarò anche ma sono un troll che predica l'amore di Dio che la ama nonostante il suo essere babbana e che porterà sempre qui l'amore per Dio Alessandra

Anonimo ha detto...

rimango ferita disarmata impotente di fronte a tale livore e tanta acredine ,nn credo sia questa la Chiesa che Dio vuole se vi interessa dgt mentre lacrime rigano il mio volto so che questo post durerà un secondo emezzo ma volevo farvi presente la mia testimonianza Alessandra

Anonimo ha detto...

mic ha detto...

"non pretendiamo di vivere per la Chiesa, viviamo per il Signore e quindi anche per la Chiesa 'luogo' privilegiato della sua Presenza.
La nostra vita e la nostra storia non si esaurisce su internet, quindi non puoi permetterti di trinciare giudizi"


Ho detto che la Chiesa la si vive, non che si vive PER la Chiesa. La Chiesa non è un libro scritto, non la si può capire studiando bene e facendo i teologi della situazione..
La Chiesa è (anche) comunione, è comunità (non esclusivamente nel senso NC del termine...), è amore...e tutto questo evidentemente non traspare dalle vostre parole e dai vostri velenosi giudizi dei quali nemmeno vi accorgete - questo il vero dramma!

mic ha detto...

L'ho detto e lo ripeto, siete sempre i soliti 4 gatti contro 1 milione di vite rinate grazie all'opera che Cristo ha fatto con il Cammino mediante la sua Chiesa.
(parli della Chiesa del Cammino, naturalmente)

OK OK ma allora perché ti preoccupi tanto di disturbare quello che diciamo con questi tuoi fanta-pensieri e ci tieni tanto a denigrarci, ergo perdi tempo con noi?

A proposito di Dan Brown che ormai vi piace tirare in ballo spesso, ti faccio notare che il suo è un genere letterario (romanzo) che parte da documenti inventati.
La nostra è informazione basata su documenti VERI, se li avessi letti o fossi in grado di ragionere con la tua testa te ne saresti accorto.
Ma credo che le mie saranno parole al vento che daranno la stura a sparate ancora peggiori, conoscendoti

mic ha detto...

Ho detto che la Chiesa la si vive, non che si vive PER la Chiesa. La Chiesa non è un libro scritto, non la si può capire studiando bene e facendo i teologi della situazione..

ci stai dicendo cose verissime, ma scontate, che andrebbero bene applicate a noi se il nostro compito si esaurisse nel "fare i teologi" della situazione...
Se si è scoperto qualcosa che non va ed è la rovina della nostra Fede non solo è nostro diritto ma anzi è nostro dovere farlo conoscere come meglio possiamo

Anonimo ha detto...

sono un semplice strumento nelle mani di Dio e se sono approdata qui un motivo ci sarà,nn credo all caso o al destino forse serviva per smorzare mio orogoglio,mia superbia, nn so ,ma ci sono approdata , evoglio essere di testimonianza sebbene campana scordata in mezzo atante che vanno all'unisono Alessandra

montmirail ha detto...

Blondet dichiara serenamente di essere amico di Roberto Fiore, capo di Forza Nuova, un neofascista condannato per BANDA ARMATA e ASSOCIAZIONE SOVVERSIVA, uno sospettato di essere coinvolto nella Strage della Stazione di Bologna, di essere stato per venti anni al soldo dei servizi segreti britannici MI6, e altre cosette del genere. Robetta da gnente.

16 aprile, 2008 08:44


L'impegno di Blondet - non si sa ancora per quanto consentito - è questo
il resto è cronaca scandalistica

mic ha detto...

lo sappiamo che la Chiesa non è un libro scritto e i cristinai sono pietre vive non parole stampate.
Essi (noi) siamo Parole pronunciate divenute carne e per questo parliamo e ogni giorno non sappiamo quello che diremo perché non è niente di preconfezionato e è 'mosso' da quel che dicono gli altri...
Leggiti i post sull'Eucaristia cattolica di ieri, nella quale nessuno di voi si è riconosciuto, salvo poi alla fine dopo ore, tirar fuori per ragioni di comodo e mimetizzazione che è così come avevamo detto noi che la vivete, mentre noi abbiamo le prove che non è così!!!

jeff m. ha detto...

mic ha detto...

"OK OK ma allora perché ti preoccupi tanto di disturbare quello che diciamo con questi tuoi fanta-pensieri e ci tieni tanto a denigrarci, ergo perdi tempo con noi?"

Non vi sto denigrando. Sto cercando di ragionare con voi.



mic ha detto...

"A proposito di Dan Brown che ormai vi piace tirare in ballo spesso, ti faccio notare che il suo è un genere letterario (romanzo) che parte da documenti inventati.
La nostra è informazione basata su documenti VERI, se li avessi letti o fossi in grado di ragionere con la tua testa te ne saresti accorto."

Forse non conosci affatto il codice da vinci (buon per te, si tratta di una pessima lettura) ma lì si parla di documenti reali, di Opus Dei, dell'ultima cena, eccetera (a parte evidenti strafalcioni storico/geografici)

Proprio come voi ha montato su una storia ridicola di manipolazioni e montature all'interno della Chiesa interpretando come gli faceva comodo alcuni dati reali (ad esempio la figura "femminea" di san giovnni nel quadro di Leonardo)

E' in tutto e per tutto simile a voi.

E per cortesia, smettila di darmi del manipolato mentale.

Anonimo ha detto...

salvezza è Cristo Vivo e vero Realmente Presente nell'Eucaristia, morto per noi, prima di essere risuscitato dal Padre

noi questo celebriamo nell'eucarestia del sabato sera, nella cinquantina e ogni qualvolta ci rechiamo a messa in parrocchia Alessandra

15 aprile, 2008 17:51

questo mio post di ieri riporta fedelmente ciò che io faccio da 20 anni a questa parte

mic ha detto...

La Chiesa è (anche) comunione, è comunità (non esclusivamente nel senso NC del termine...), è amore..

è vero che la Chiesa è amore e comunione, ma ci stiamo rendendo conto che non siamo nella stessa Chiesa (perché lo siamo solo formalmente) e tra noi non c'è nessuna communicatio in sacris perché a pensare di vivere certi vostri riti e certe vostre prassi o ascoltare certi insegnamenti, vengono i brividi (spiritualmente parlando)

Anonimo ha detto...

mic ha detto...

"Leggiti i post sull'Eucaristia cattolica di ieri, nella quale nessuno di voi si è riconosciuto, salvo poi alla fine dopo ore, tirar fuori per ragioni di comodo e mimetizzazione che è così come avevamo detto noi che la vivete, mentre noi abbiamo le prove che non è così!!!"

Ma che prove avreste???
Ma che ne sapete di quello che ci passa per la testa a noi durante l'Eucarestia?? Ma la volete smettere di giudicare a questo modo??

Anonimo ha detto...

mic manderò alla vostra e mail copie delle buste paga dell'anno in cui andai aDenver vedrai che nn mentivo

mic ha detto...

Proprio come voi ha montato su una storia ridicola di manipolazioni e montature all'interno della Chiesa interpretando come gli faceva comodo alcuni dati reali (ad esempio la figura "femminea" di san giovnni nel quadro di Leonardo)
se noi abbiamo "montato una storia" come dici tu perché non confuti i documenti (così come hai analizzato gli espedienti di Dan Brown) che la sostengono?

Anonimo ha detto...

se è vero che l'indifferenza sia l'arma migliore,vi garantisco che è così,mi state umiliando bene,mi auguroche serva ame e achi cm jeff anonimo e altri difendono il dono che abbiamo ricevuto,vi dico grazie , e nn lo faccio ironicamnete,ma cn il cuore, cn le lacrime nn siironizza Alessandra

mic ha detto...

Ma che prove avreste???
Ma che ne sapete di quello che ci passa per la testa a noi durante l'Eucarestia?? Ma la volete smettere di giudicare a questo modo??


quello vissuto da noi e predicato a noi e quanto hanno vissuto tante persone uscite da poco dal cammino.
Tu negherai di sicuro, ma come spieghi, a proposito dell'Eucaristia, il sacerdote che la notte raccoglie le briciole di nascosto dal Parroco perché non vengano buttate via o coloro che affermano di aver visto praticare la preghiera di de-consacrazione, di aver sentito dire "cancella il sacramento".
Questa potrebbe sembrare fanta-religione, se non fosse purtroppo vera!!!!

michela ha detto...

Alessandra,
cerca di capirmi: non entro nel merito di quello che hai scritto, ma ti voglio contestare il modo in cui l'hai scritto.
Dici che ti sei sentita in dovere di difenderti.
Perchè? Non devi difendere te, nè quello in cui credi.
Ma se lo vuoi difendere, perchè attacchi le persone, e lo fai forse in modo inconsapevole, il che rende la cosa più grave?

Nel mio caso, ho capito che ero stata ingannata dal cammino, quando ho cominciato a vedere in me e nei miei fratelli atteggiamenti simili ai tuoi.
Ci avevano detto che alla fine del cammino saremmo stati come la famiglia di Nazaret, in cui l'altro è Cristo. Invece basta dire qualcosa contro il cammino, e si scatenano le peggiori cattiverie che abbiamo dentro.
Poi per giustificarci, diciamo che non siamo ancora convertiti ecc ecc.
Ma se i nc perdono la bussola per gente che non conoscono nemmeno, su un blog anonimo, per me significa che c'è qualcosa che non va.

E' stridente il contrasto tra quello che si dice in comunità sul diventare cristiani adulti e i comportamenti sguaiati e a volte violenti, spesso fuori luogo, che hanno i nc.

montmirail ha detto...

Forse non conosci affatto il codice da vinci (buon per te, si tratta di una pessima lettura) ma lì si parla di documenti reali, di Opus Dei, dell'ultima cena, eccetera (a parte evidenti strafalcioni storico/geografici)

Mi sembra che il paragone non calzi.
Dan Brown parte da documenti reali , essenzialmente i vangeli apocrifi , ignorando volutamente il fatto che siano posteriori ai canonici, come fa da sempre gran parte della vulgata anticlericale.

La strategia di contare vescovi e
cardinali favorevoli, mentre non si
ha ancora l'approvazione ufficiale e
dopo espresse indicazioni del Papa,
di fatto denota una volontà da
"fatto compiuto" che ha ben poco di complottistico, bensì è palese.

Anonimo ha detto...

da noi i ministri straordinari dell'eucarestia controllano tutto molto accuratamente al fine di evitare dispersione di briciole e Don ASntonio nostro parroco fa preghiera liturgia ceondo il messale di santa romana chiesa che viene retto da un dei ministrei

Anonimo ha detto...

michela in coscienza rileggiti post di ieri e poi rispondimi e aiutami a vedre dv sn statacosì violenta e aggressiva

montmirail ha detto...

Forse non conosci affatto il codice da vinci (buon per te, si tratta di una pessima lettura) ma lì si parla di documenti reali, di Opus Dei, dell'ultima cena, eccetera (a parte evidenti strafalcioni storico/geografici)

Mi sembra che il paragone non calzi.
Dan Brown parte da documenti reali , essenzialmente i vangeli apocrifi , ignorando volutamente il fatto che siano posteriori ai canonici, come fa da sempre gran parte della vulgata anticlericale.

La strategia di contare vescovi e
cardinali favorevoli, mentre non si
ha ancora l'approvazione ufficiale e
dopo espresse indicazioni del Papa,
di fatto denota una volontà da
"fatto compiuto" che ha ben poco di complottistico, bensì è palese.

mic ha detto...

e nn lo faccio ironicamnete,ma cn il cuore, cn le lacrime nn siironizza Alessandra

mi spiace Alessandra, sei una cratura amata dal Signore come tutti noi, ma ho paura che tu stia piangendo per te stessa (e mi spiace comunque perché conosco la sofferenza) e anche per il cammino che vedi misconosciuto e disprezzato da noi.

Noi, e non abbiamo mancato di dirlo, soffriamo e piangiamo per come è ridotta la Chiesa anche a causa del cammino, cosa che nessuno di voi sembra in grado di riconoscere perché vi è invischiato!

Ti è stato chiesto se ti accorgi della sofferenza negli occhi (in questo coso nella parole) degli altri...

Ebbene, l'unica cosa chiara e comune in questo momento è che entrambi stiamo soffrendo per ciò in cui crediamo che è ciò che in fondo ci siamo 'sposati', perché si tratta di scelte profonde che coinvolgono la vita

Anonimo ha detto...

mic rispondendo cn sincerità ti dicoche la sofferenza nel mio paese si nota nei lontani dalla chiesa ieri se ne è impiccato uno,non in chi fa parte dell'unitalsi o della caritas perchè loro forse per meriti che nn dipendono da noi ci vedono cm aiuto cm forza cn i quali si può collaborare e questa è la realtà che viviamo nel m,io paese di 10000 anime alessandra

Anonimo ha detto...

organizziamo insieme viaggi pellegrinaggi ci sono persone che pur nn stando in cammino collaborano cn noi vogli citare due nomi massimo emaria sempre pronti in parrocchia alvise che cn i suoi 80 anni è roccia miluare nella nostra chiesa Alessandra

montmirail ha detto...

Concordo con Gabriele. Non c'è nulla di fantascientifico nel programma di rifondazione kikiano. Programma abile
che ha sfruttato gli eccessi autoreferenziali nel clima del post concilio (si instaura nel 1968) per poi proporsi come cura
a quegli effetti che in parte ha contribuito a creare. Nel migliore dei casi forse non fa parte del problema, lo diventa quanto pretende
di esserne la soluzione

Anonimo ha detto...

L'idea che ormai mi sono fatto DI QUESTO BLOG che si tratti di persone cattive che, con perfetta lucidità e malafede, fanno questi lavoretti per ingraziarsi "QUALCUNO", per accreditarsi agli occhi di tale "QUALCUNO".
E' tutto un disgustoso leccare il culo a Joseph Ratzinger.
È un atteggiamento tipico in chi sta nell'esercito, o in aziende competitive. Si lecca il culo, con abbondanza di salivazione, a chi ha o sembra avere autorità. Ci si mette a disposizione per fare il lavoro sporco.
Qui l'esperimento di Milgram torna utile per capire la personalità disturbata e socialmente pericolosa di questa gentaglia.

jeff m. ha detto...

montmirail ha detto...

"La strategia di contare vescovi e
cardinali favorevoli, mentre non si
ha ancora l'approvazione ufficiale e
dopo espresse indicazioni del Papa,
di fatto denota una volontà da
"fatto compiuto" che ha ben poco di complottistico, bensì è palese."

No, è l'esatto opposto: siete voi che condannate il Cammino senza ancora aver ascoltato una condanna in via ufficiale. Quella dei vescovi e cardinali è solo una difesa che portiamo: "se fosse vero che il cammino è fuori della Chiesa non ci sarebbero tanti vescovi e cardinali a lui favorevoli"

Argomento razionale. Non sto dicendo che è ufficiale, che il Cammino è ufficialmente riconosciuto dalla Chiesa, ma che bisogna aspettare il pronunciamento del Papa e fino a quando non sarà lui a dichiararlo "non cattolico" questo compito non spetterà certo a voi.

Mi sembra un ragionamento semplice e sensato.

Qui invece vi mettete a favoleggiare di complotti e compagnia bella...eddai su....

montmirail ha detto...

Cara Alessandra nessun attivismo
da onlus e lo dico con grande rispetto per chi è impegnato
potrà "salvare" la Chiesa. Questo è
quanto si è creduto per molto tempo
trasformando la figura del sacerdote
in un operatore sociale. I laici sono
importanti ma la funzione della Chiesa deve restare quella dell'accesso a Cristo, è fondata su una promessa divina, la gente chiede
questo , altrimenti si rivolge altrove.

jeff m. ha detto...

montmirail ha detto...

"Concordo con Gabriele. Non c'è nulla di fantascientifico nel programma di rifondazione kikiano. Programma abile
che ha sfruttato gli eccessi autoreferenziali nel clima del post concilio (si instaura nel 1968) per poi proporsi come cura
a quegli effetti che in parte ha contribuito a creare. Nel migliore dei casi forse non fa parte del problema, lo diventa quanto pretende
di esserne la soluzione"


Va benissimo...allora se non è fantascienza continuiamo il vostro ragionamento e facciamo un'ipotesi.
Mettiamo che il Cammino sia eretico e che il papa lo approvi. E' un esempio, ma serve a capire meglio.

Questo vorrebbe dire che la Chiesa non sia più in grado di discernere tra cosa sia eretico e cosa non lo sia. Cosa fareste a quel punto?
L'unica conclusione logica per voi sarebbe uscire dalla Chiesa, no?
Come diceva mic tempo fa: questa non è più la sua Chiesa.
Lo fareste? Oppure semplicemente chiudereste questo blog e rassegnerete al fatto di esservi sbagliati e che il Cammino sia perfettamente "cattolico"?

mic ha detto...

È un atteggiamento tipico in chi sta nell'esercito, o in aziende competitive. Si lecca il culo, con abbondanza di salivazione, a chi ha o sembra avere autorità. Ci si mette a disposizione per fare il lavoro sporco.

basse, sempre più basse insinuazioni e al solito zero argomenti...

la cosa più buffa e anche paradossale è sentir dire certe cose proprio a me, che per non aver mai saputo - senza mio merito, è che non ci sono proprio tagliato - leccare il culo a nessuno ho e avrò una carriera meno brillante di quel che si potesse, ma per contro con molte più soddisfazioni morali e di realizzazione personale...

Per cui, mi vien che ridere, da un lato mentre sono sempre più disgustato dei mezzucci dei nostri interlocutori, dall'altro.

Sono proprio questi che fanno volutamente scadere il livello delle discussioni sul blog

Ma andiamo avanti verranno tempi migliori...

montmirail ha detto...

No, è l'esatto opposto: siete voi che condannate il Cammino senza ancora aver ascoltato una condanna in via ufficiale.

Noi mostriamo l'impazienza di un pronunciamento , ma le cose sono ben note sia dentro che fuori la Chiesa ormai.
La condanna in via ufficiale significherebbe l'ammissione di un
clamoroso errore di valutazione da parte di chi doveva vagliare il contenuto delle catechesi. E' chiaro
che la Chiesa cerca in tutti i modi di recuperare il cnc , mentre il cnc diverge sempre di più nella
sua autoreferenzialità.
Il fatto stesso della mancata approvazione alla scadenza dopo
gli annunci roboanti parla da solo.
Allora a che titolo questo signore
convoca i vescovi? Nessuno lo dice

jeff m. ha detto...

montmirail ha detto...

"Noi mostriamo l'impazienza di un pronunciamento , ma le cose sono ben note sia dentro che fuori la Chiesa ormai."

Cosa c'è di noto??
Ripeto ancora: un milione di vite e testimonianze a favore contro 4 gatti su un blog, 160 vescovi e 9 cardinali contro una manciata di preti e vescovi...eddai, un po' di obiettività!!

mic ha detto...

Lo fareste? Oppure semplicemente chiudereste questo blog e rassegnerete al fatto di esservi sbagliati e che il Cammino sia perfettamente "cattolico"?

ti dico il mio pensiero chiaro e limpido, non posso parlare per gli altri.

Se il Papa vi approvasse (con o senza paletti, tanto è purtroppo provato che non li rispettereste), per quel che so e non per quello che immagino, non potendo non aver fiducia nel Papa, penserei che è stato ingannato e che non ha avuto accesso a tutte le informazioni che vi riguardano.

Le conseguenze per la mia coscienza e per quello che sento nelle spirito sarebbero queste: non mi sentirei più nella mia Chiesa, perché se foste approvati non fareste altro che neocatecumenizzarla ulteriormente; il che anche spiritualmente mi farebbe sentire estraneo.

E allora, continuerei ad amare la Chiesa di Cristo - non quella visibile - e a pregare per la Sua salvezza, e continuerei a custodire le fede che ho ricevuto come un tesoro prezioso che per fortuna o meglio per Grazia, nessuno potrà mai togliermi...

michela ha detto...

Alessandra, non farne un discorso personale: ho detto che i neocatecumenali, quando si tocca il cammino diventano aggressivi.
L'ho fatto tante volte, lo fai tu.

Es. una persona mi dice che sto sbagliando che mi devo occupare più di me, del mio lavoro e non pensare solo alla comunità.
Rispondo sorridendo, che non si deve preoccupare, e che esiste la Provvidenza.

Sono stata violenta? aggressiva?
In apparenza no, anzi ho anche annunciato l'amore di Dio.

Oggi sono pentita, ho visto che sono stata molto violenta a negare il bisogno dell'altra persona di vedermi al sicuro, di non vedermi sbagliare. Non ho compreso la sua sofferenza nel vedermi fare cose che non capiva e ho risposto con una frase fatta, senza entrare nella mia e nella sua verità.

Come ogni buon nc ho la lingua tagliente, ho fatto baruffe, sono stata violenta a parole,
ma questo episodio è quello in cui la mia violenza è stata più forte, perchè mascherata da una falsa fede, che ho sbattuto in faccia a quella persona, che era credente anche lei.

Spero che adesso sia chiaro cosa intendo per violenza e aggressività neocatecumenale ( o se volete settaria, perchè dipende dall'appartenere a un gruppo chiuso e non da un cattivo carattere)

mic ha detto...

organizziamo insieme viaggi pellegrinaggi

vivere insieme l'eucaristia no, eh!

Ma dai che per per la mia inguaribile empatia nei confronti delle persone, ci sono ricascato.

Io ho parlato dal cuore ad Alessandra, ma cos'ho in risposta?
I soliti compitini...

So che non te potrà fregare di meno, ma mi hai deluso, Alessandra, perché credevo che la tua dichiarata sofferenza denotasse una briciola di umanità ancora intatta... so anche che non capirai e fraintenderai questa affermazione, ma non importa
Andiamo avanti, ma non prendertela se troverai qualche compitino in meno sul blog

Leo ha detto...

"Cosa c'è di noto??
Ripeto ancora: un milione di vite e testimonianze a favore contro 4 gatti su un blog, 160 vescovi e 9 cardinali contro una manciata di preti e vescovi...eddai, un po' di obiettività!!"

obiettività fondata sui numeri e non su argomenti seri?

michela ha detto...

Nel mio post precedente, sul gettare addosso alle persone frasi fatte che colpiscono pr l'intensità di vita cristiana che sottintendono ( è ironico!), c'entra anche la traditio, in cui vai per le case, dici belle parole, poi se le persone vengono in comunità, bene,
altrimenti il rapporto che si è creato con questi non viene più mantenuto.

Dal momento che adesso, come avete visto, sto facendo i conti con tutte le fesserie che ho combinato nel cammino, vi posso dire che una famiglia che avevo incontrato nella traditio, e che era entrata in comunità, adesso ne è uscita.
Ho parlato con loro a lungo recentemente, e con grande gioia ci siamo accorti di essere tutti sulla stessa lunghezza d'onda.

Ci aspetta una vita di sicuro meno strutturata, più difficile, perchè più autonoma, ma di sicuro più interessante.

Gert ha detto...

"sono un troll che predica l'amore di Dio che la ama nonostante il suo essere babbana"

NO,secondo vostro comporamento i babbani siamo noi,a cui venite a raccontare una marea di frottole

Anonimo ha detto...

mic ha detto...
Buongiorno, Alessandra, stavamo in pensiero...
però, il tuo sermone l'hai già fatto e spero che tu non abbia preso la purga. ;)

16 aprile, 2008 09:08


mic ha detto...
quanto ai pesanti attacchi di Seby dopo che gli hai dato del mafioso, ma andiamo, si vergogni!
E adesso stop alle querule querelle

16 aprile, 2008 09:10


mic ha detto...
Blondet dichiara serenamente di essere amico di Roberto Fiore, capo di Forza Nuova, un neofascista condannato per BANDA ARMATA e ASSOCIAZIONE SOVVERSIVA

se qui è stato citato un articolo di Blondet non significa che ce lo siamo spostato o che sposiamo tutte le sue idee.
A volte dà informazioni molto documentate ed è bene conoscere tante campane per interpretare correttamente la realtà
E lui e Fiore che c'azzeccano con noi?

16 aprile, 2008 09:14


mic ha detto...
francamente l'essere presa per bugiarda mi ferisce enormemente,perchè scusate la presunzione nn lo sono maistata,

ci siamo ripromessi di non dare ulteriore spazio alla nostra infaticabile frequentatrice, ma questa è l'ultima attenzione che le dedico:

la presunzione te le perdoniamo, ma il fatto di essere bugiarda lo ha dimostrato con dichiarazioni contrastanti su Denver )in circostanze diverse) e con tante altre esperienze parrocchiali così evidentemente stucchevoli e non rispondenti alla esperienze di altri, da suscitare non poche perplessità

16 aprile, 2008 09:19


Anonimo ha detto...
ci ha chiamato per nome ci ha detto siete liberi,se cercate la mia strada,la mia strada è l'amore.Alessandra

16 aprile, 2008 09:20


Gert ha detto...
ma vah!!!Mic, l'ha presa,la purga!!!

16 aprile, 2008 09:22


ALESSANDRA TI PREGO, IN NOME DI DIO, LASCIA PERDERE QUESTA GENTE, TI STANNO PRENDENDO PER IL CULO TUTTO IL GIORNO, TANTO NON C'E' VERSO, FIDATI DI ME, SONO UNO CHE CI HA PROVATO INNUMEREVOLI VOLTE AD INSTAURARE UN MINIMO DI DIALOGO, MA E' STATO SEMPRE RIFIUTATO E COLMATO DI INSULTI, PROPRIO COME HANNO FATTO CON TE.
CONTINUIAMO IL NOSTRO CAMMINO CHE TANTO BENE CI FA E LASCIAMO QUESTI SIGNORI AL LORO DIVERTIMENTO QUOTIDIANO

michela ha detto...

E' arrivato puntuale questo tuo post che svia dal discorso che stavamo facendo con Alessandra sulla violenza insita nelle parole noecatecumenali che abbiamo spesso sbattuto addosso alle persone, senza conoscerle.

E' un caso, oppure appena si arriva a un punto cruciale ( eucarestia- traditio- ....) inizia questo piagnisteo da bambinetti su quanto siamo cattivi!

Anonimo ha detto...

credi di essere buona? Qualcuno disse: "nessuno è buono, se non il Padre vostro che è nei cieli"
Allora anzichè dire baggianate assumiti le tue responsabilità (e ne hai molte) insieme a tutta la vostra equipe di ribelli.

michela ha detto...

buono-cattivo sono parole tue
non mie

mic ha detto...

"mic ha detto...
Buongiorno, Alessandra, stavamo in pensiero...
però, il tuo sermone l'hai già fatto e spero che tu non abbia preso la purga. ;)"

Anonimo non hai il senso dell'umorismo, la stessa Alessandra non se l'è presa perchè ha avuto l'intelligenza di capire che era una battuta basata su un discorso di ieri...

perché hai fatto la cernita dei discorsi un po' pepati, che ogni tanto ci scappano perché il vostro assedio è davvero pesante, come se il blog fosse caratterizzato da quelli e non da altri contenuti ben più seri e polposi che ignori volutamente?

Gert ha detto...

"CONTINUIAMO IL NOSTRO CAMMINO CHE TANTO BENE CI FA E LASCIAMO QUESTI SIGNORI AL LORO DIVERTIMENTO QUOTIDIANO"

se potessimo crederci ci sarebbe da avere un sospiro di sollievo

mic ha detto...

il silenzio di Alessandra dimostra l'effetto dei dictat e l'assoluta impermeabilità ai discorsi logici.
se questo silenzio sarà rotto, potrà essere solo in risposta a Michela, possibilmente parlando da persona a persona come sta facendo lei, che significa senza compitini...

michela ha detto...

Sarò ribelle, cattiva, tutto quello che vuoi, ma c'è un fatto che è sotto gli occhi di tutti:

nessun nc finora è stato in grado di scrivere parole come quelle di stat Veritas o di Stephanos ( non per trascurare gli altri, ma solo per restare tra ieri e oggi)
sull'Eucarestia. Hanno espresso cose difficili, in modo chiaro, senza copiare documenti, dimostrando di avere interiorizzato il significato profondo di ciò che si fa ogni domenica.

Queste sono TESTIMONIANZE che ci indicano chi è il cristiano.
Davanti a queste testimonianze ognuno può capire qual è la fede di chi le pronuncia ,
e soprattutto può decidere dove sta la verità.

Gert ha detto...

"Queste sono TESTIMONIANZE che ci indicano chi è il cristiano."

in tutta risposta alla quali,oltre ad alcuni distiguo da parte NC, che non vi si riconosceva, si è scatenata un'alluvione infernale...anche di questo c'è da chiedersi perchè

jeff m. ha detto...

michela ha detto...

" Sarò ribelle, cattiva, tutto quello che vuoi, ma c'è un fatto che è sotto gli occhi di tutti:

nessun nc finora è stato in grado di scrivere parole come quelle di stat Veritas o di Stephanos ( non per trascurare gli altri, ma solo per restare tra ieri e oggi)
sull'Eucarestia. Hanno espresso cose difficili, in modo chiaro, senza copiare documenti, dimostrando di avere interiorizzato il significato profondo di ciò che si fa ogni domenica.

Queste sono TESTIMONIANZE che ci indicano chi è il cristiano."


No michela, non sono affatto d'accordo. Le testimonianze sono i fatti, non i papiri pseudo-teologici scritti su un blog qualunque. Questo intendevo quando dicevo che la Chiesa non è un libro, non sono parole ma sono fatti, vita.
Faccio i miei complimenti a stephanos e stat veritas per la loro cultura e il loro saper esprimere a parole (una parte de) l'immenso dono dell'Eucarestia, ma questo non significa assolutamente nulla, mi dispiace.

Vivere davvero quello che loro scrivono: è quella la cosa importante. E voi non siete nessuno per sindacare se i NC vivano o meno quelle cose.

Anonimo ha detto...

Un compito per il teologo Stephanos:
Commentare le seguenti frasi del Concilio di Trento.

"per lasciare alla chiesa, sua amata sposa, un sacrificio visibile (come esige l’umana natura), CON CUI VENISSE SIGNIFICATO quello cruento che avrebbe offerto una sola volta sulla croce"

Cercando di essere meno apodittico
come suo solito.
Buona fortuna

Anonimo ha detto...

Se vuole può anche commentare questo secondo passo del Concilio di Trento:
Celebrata, infatti, l’antica Pasqua, - che la moltitudine dei figli di Israele immolava in ricordo dell’uscita dall’Egitto -, istituì la nuova Pasqua, e cioè se stesso, da immolarsi dalla chiesa per mezzo dei suoi sacerdoti sotto segni visibili, IN MEMORIA del suo passaggio da questo mondo al Padre, quando ci redense con l’effusione del suo sangue, ci strappò al potere delle tenebre e ci trasferì nel suo regno .


By

mic ha detto...

No michela, non sono affatto d'accordo. Le testimonianze sono i fatti, non i papiri pseudo-teologici scritti su un blog qualunque. Questo intendevo quando dicevo che la Chiesa non è un libro, non sono parole ma sono fatti, vita.

La TESTIMONIANZA è fatta di fatti ma anche di Parole perché siamo creature dotate di parola che comunicano parlando e confrontandosi anche quano parlano con gli scritti.

Le nostre parole di ieri sull'Eucaristia erano FATTI perché erano VIVE dal momento che il loro contenuto stillava la Verità accolta e vissuta nella Chiesa.

Quando sei edificato da un libro e entri in contatto col mondo spirituale e umano dell'Autore di cui ti 'sposi' le cose edificanti che accende nel tuo essere, non accade un FATTO, un EVENTO?

Certo non si vive solo a contatto di libri e di scritti, di ascolto, poi quello che assimili va INCARNATO tradotto in fatti concreti, nella quotidianità: "non chi dice Signore, Signore ma chi FA la volontà del Padre mio..."

Faccio i miei complimenti a stephanos e stat veritas per la loro cultura e il loro saper esprimere a parole (una parte de) l'immenso dono dell'Eucarestia, ma questo non significa assolutamente nulla, mi dispiace.

non significa nulla PER TE ma se loro hanno saputo ESPRIMERSI in quel modo, grazie al loro personale incontro col Signore nella Sua Chiesa e consapevoli non si possa mai esaurire la GRANDEZZA e il MISTERO di cui parlavano, sicuramente significherà qualcosa per chi sa riconoscere la Verità.

E ti assicuro che non si trattava di CULTURA come dici troppo riduttivamente, ma di Vita Spirituale, che tu non sai come poi si traduce in concreto nelle loro vite, che sono vite di cristiani autentici, credimi, non di sepolcri imbiancati di di ripetitori asettici di quallo che ascoltano

michela ha detto...

Nel cammino si insiste molto sui fatti,
ma da un punto di vista spirituale i fatti non contano niente.

-I 'fatti' possono essere prodotti anche dal maligno
-i 'fatti' sono interpretabili a piacimento.
-i 'fatti' sono un prodotto della nostra epoca materialista che guarda molto alle conseguenze concrete di un atteggiamento, guarda ai risultati.

Accenno anche a un altro aspetto della nostra fede, su cui però, lo dico subito, non sono in grado di sostenere una discussione:
la notte oscura di S.Teresa, le lettere di Madre Teresa, un Dio che scompare dall'orizzonte della tua vita. Una Presenza che si manifesta come assenza, che ti impedisce di parlare, di dare testimonianza. Qui mancano i 'fatti', ma la fede c'è!

Inoltre dai post citati si comprende che per i nc Gesù Cristo è presente nell'Eucarestia perchè ci sono i 'fatti' che lo testimoniano:
. la gioia alla fine
. la parola che 'risuona'
. la comunità che si ricostruisce nella Eucarestia, e torna a disgregarsi nella vita quotidiana.

nella S.Messa, invece Gesù è già lì, che mi attende, anche se io non 'produco nessun fatto', anche se non sono pronta, non ho preparato le letture, non ho un bel vestito.
Anche se non avverto quella gioia che ho conosciuto nell'assemblea neocatecumenale, L'ho incontrato, ma in un modo che non so dire a parole.

Ma Stat Veritas e Stephanos che non sono nc, sanno come dire di questo incontro, mentre io e te, non lo sappiamo fare.
E questo è un fatto.

Anonimo ha detto...

messaggio di newgold69

volevo chiedervi (gestori del blog) se avete preso visione dell'articolo che ho posto ieri, per precisione alle 00.21 di stanotte.

grazie

Anonimo ha detto...

perché hai fatto la cernita dei discorsi un po' pepati, che ogni tanto ci scappano perché il vostro assedio è davvero pesante, come se il blog fosse caratterizzato da quelli e non da altri contenuti ben più seri e polposi che ignori volutamente?

IL VOSTRO E' LEGGERO? 24H/24 A ROMPERE I MARONI? VEDETE UN PO' VOI...

SE SAPESSI CHI SONO, AMMETTERESTI CHE TANTE MA TANTE VOLTE HO PERSO IL MIO TEMPO A DIALOGARE CON VOI SUI CONTENUTI A TE TANTO CARI, MA DI CERTO NON AMMETTERESTI CHE CON VOI NON C'E' DIALOGO PERCHE' VI DIMOSTRATE ESATTEMENTE QUELLO CHE CONTESTATE AL CAMMINO: UNICI DETENTORI DELLA VERITA'

Anonimo ha detto...

Sai cara Michela, abbiamo predicato nel suo nome e compiuto molti miracoli nel suo nome: ma questo non serve a niente per noi stessi : rischiamo sempre che un giorno ci venga detto : non vi ho mai conosciuti. Infatti lo spirito della carne vuole e si preoccupa molto di possedere parole ma poco di attuarle.

mic ha detto...

Caro Anonimo,
perchè non va a distribuire i suoi "compiti" sul concilio di Trento nella sua comunità invece che su questo blog, a persone che non hanno niente da dimostrare né lei né a nessun altro, ma sono qui solo per testimoniare la loro Fede?

E, soprattutto, perché non spiega il Concilio di Trento al suo iniziatore che lo disconosce?

Anonimo ha detto...

Caro Anonimo,
perchè non va a distribuire i suoi "compiti" sul concilio di Trento nella sua comunità invece che su questo blog, a persone che non hanno niente da dimostrare né lei né a nessun altro, ma sono qui solo per testimoniare la loro Fede?

A me sembra che voi vogliate dimostrare il teorema della nostra antifede.

E, soprattutto, perché non spiega il Concilio di Trento al suo iniziatore che lo disconosce?


Perchè me lo ha spiegato lui.

mic ha detto...

rischiamo sempre che un giorno ci venga detto : non vi ho mai conosciuti. Infatti lo spirito della carne vuole e si preoccupa molto di possedere parole ma poco di attuarle.

caspita se è vero; ma vale per tutti i cristiani non solo per i non nc.

Caro mio, lei crede che ci sia di conforto possedere le quattro povere parole che cerchiamo di dire su questo blog?

In realtà l'unica cosa che ci conforta e che ci edifica ogni momento è che nella Chiesa abbiamo ricevuto la Parola, ma soprattutto il Pane di Vita eterna, che NON POSSEDIAMO, ma è Lui che ci possiede, perché quando parliamo di Lui non sappiamo mai prima quello che diremo, ci fluisce così, come ieri parlando dell'Eucaristia e come in altre occasioni totalmente misconosciute o scambiate per "cultura"
La cultura è un'altra cosa, mi creda...

Anonimo ha detto...

La cultura è un'altra cosa, mi creda...


Lei coltiva le piante del suo giardino, signor MIC?

mic ha detto...

Perchè me lo ha spiegato lui.

mi cadono le braccia! Se lo ha spiegato come lo ho ascoltato io, povera Chiesa.
Lo ha illustrato una persona che passa dal livello psicologico a quello spirituale senza neanche accorgersene e psicologizza il soprannaturale e, quel che è peggio, senza che se ne accorgano i suoi uditori

gherardo ha detto...

Una nota per tripudio:

Sulla storia dei numeri gonfiati
di Loreto (triplicati almeno, come conferma Korazym)
non sai nemmeno che
fuoco di fila ho dovuto sostenere
quando su wikipedia
che riportava i dati falsati
ho cercato di obbligarli
almeno a citare la fonte Korazym.

Ho piu' volte citato quello
come esempio di come il leader maximo
sia portato a modificare
la realta' a suo piacimento.

Del resto anche alla domus
si era partito con l'annuncio
di 300 vescovi
per poi ridimensionarsi a 160.

Insomma i numeri NC che sbandierano
ad ogni occasione
sono tutt'altro che attendibili
e forse non solo quello..........

mic ha detto...

Lei coltiva le piante del suo giardino, signor MIC?

il mio giardino, lo coltivo insieme al mio Signore

Anonimo ha detto...

mi cadono le braccia! Se lo ha spiegato come lo ho ascoltato io, povera Chiesa.


Lei è il detentore dell'ortodossia della Chiesa cattolica, signor MIC?
Peccato che non sia stato invitato come il signor Kiko a parlare in Laterano il prossimo 24 Aprile.

mic ha detto...

"Lei coltiva le piante del suo giardino, signor MIC?"

comunque sia meno ermetico e vada al sodo se vuole confrontarsi con me...
Ci sono tante suggestioni in questo sua domanda ma sono sicuro che a qualunque rispondessi lei cercherebbe di prendermi in castagna... per cui la prego di formulare le sue domande in maniera non criptica ma chiara e logica e aperta chiedendo quello che vuol sapere ed esprimento quello che vuol sostenere

Anonimo ha detto...

il mio giardino, lo coltivo insieme al mio Signore


Allora abbiamo un amico in comune,signor MIC.

gherardo ha detto...

Kiko e la famiglia intesa in modo
cristiano sono due cose inconciliabili
ed infatti mi interesserebbe capire
cosa dira' in Laterano.

La sua costruzione di COmunita' infatti
soppianta in toto la famiglia
come nucleo principale
e lo umilia asservendolo
alla comunita'.

Questo purtroppo e' un fatto

mic ha detto...

Lei è il detentore dell'ortodossia della Chiesa cattolica, signor MIC?

non sono il detentore, sono uno dei "portatori sani" ;)

Peccato che non sia stato invitato come il signor Kiko a parlare in Laterano il prossimo 24 Aprile.

a me non interessa parlare in Laterano (non è questione di volpe ed uva, mi creda, è questione di rimanere serenamente al mio posto; il che non esclude che io l'abbia fatto qualche volta)

Questo episodio credo che sia uno dei colpi di coda di Ruini, per dirla come la penso

Anonimo ha detto...

Signor Gherardo lei ha famiglia?

Anonimo ha detto...

Ruini ha una coda signor MIC, con cui dà colpi?

mic ha detto...

Allora abbiamo un amico in comune,signor MIC.

su questo non avevo dubbi, mi preoccupa solo come il suo iniziatore tratta il MIO Amico

Anonimo ha detto...

non sono il detentore, sono uno dei "portatori sani" ;)


Si è vaccinato signor MIC o è sempre stato immune dal virus KC ?

Anonimo ha detto...

su questo non avevo dubbi, mi preoccupa solo come il suo iniziatore tratta il MIO Amico


Non pensa che il Nostro Amico comune sia sufficientemente in grado di cavarsela da solo, signor MIC?

Gert ha detto...

"Signor Gherardo lei ha famiglia?"

cos'è una minaccia?

mic ha detto...

Non pensa che il Nostro Amico comune sia sufficientemente in grado di cavarsela da solo, signor MIC?

certamente! Ma penso che ami e gradisca molto la nostra collaborazione

Anonimo ha detto...

Ti sembra una minaccia chiedere se ha famiglia? Se ti chiedo se hai famiglia,Gert, ti senti minacciato?
Guarda me lo chiedo a me stesso: signor anonimo ha famiglia lei?
Sì ho famiglia. Mi sono autominacciato? Lei ha famiglia signor GERT?

mic ha detto...

Si è vaccinato signor MIC o è sempre stato immune dal virus KC?
se per virus KC intende Kiko Carmen ritengo di essere stato vaccinato, dal momento che ho conosciuto dal di dentro il Cammino nc.

Anonimo ha detto...

certamente! Ma penso che ami e gradisca molto la nostra collaborazione



Lei quindi è un Suo collaboratore, signor MIC? E a cosa sta collaborando da due anni a questa parte?

Gert ha detto...

"Ti sembra una minaccia chiedere se ha famiglia? Se ti chiedo se hai famiglia,Gert, ti senti minacciato?
Guarda me lo chiedo a me stesso: signor anonimo ha famiglia lei?
Sì ho famiglia. Mi sono autominacciato? Lei ha famiglia signor GERT?"

ci facci il piacere!!!

mic ha detto...

Lei quindi è un Suo collaboratore, signor MIC? E a cosa sta collaborando da due anni a questa parte?

a mandare a quel paese i rompiscaotole come lei. ;)

Guardi che devo andare sul serio, la prego di scrivere, se vuole, cose sensate e non criptiche e le rispondero stasera

Gert ha detto...

Signor anonimo neocatecumenale,
...e lei di preferenza quando alza meglio i suoi ragli?

Anonimo ha detto...

AHAHAHAHAHAHAH QUESTO ANONIMO E' UN FICO...

Gert ha detto...

anonimo ragliante ci pensa mic stasera,nel frattempo continua,il file si allunga sempre di più...
se anche questi non sono "fatti"!

gherardo ha detto...

Caro anonimo
siamo italiani
tutti abbiamo famiglia........

Francesco ha detto...

Un altro chiarissimo esempio di un sacerdote della Chiesa Cattolica,tratto da Petrus:

"L'Editoriale di Don Marcello Stanzione - Neocatecumenali: gnosi e uso del denaro per accrescere il consenso

di Don Marcello Stanzione

CITTA’ DEL VATICANO - Dopo il mio articolo “I Neocatecumenali di Kiko: movimento ecclesiale o setta all’interno del Cattolicesimo?”, diversi lettori di ‘Petrus’ mi hanno chiesto ulteriori dettagli sul Cammino Neocatecumenale e sulla mia storia personale. Premetto che non sono un teologo di professione ma un normale parroco di Campagna, per cui mi rifaccio alla mia esperienza con il Cammino Neocatecumenale durata diversi anni per spiegare perché decisi di chiudere con tale gruppo. A lungo andare la frequenza Neocatecumenale mi puzzava sempre più di gnosticismo. Mi spiego meglio: le eresie gnostiche sono state, dall’epoca patristica, tra i più pericolosi nemici della Chiesa Cristiana, ma, malgrado i ripetuti attacchi, non hanno mai potuto abbattere l’edificio costruito da Cristo. Esse si basano sulla “conoscenza” (gnosi, appunto) che è riservata ad un ristretto numero di persone (gli “iniziati” o “illuminati” a seconda della varie sétte), mentre gli altri (gli “affiliati”) devono essere all’oscuro di tutto e non avere la minima idea di dove li porterà il loro percorso iniziatico. Molte persone, anche oggi, si affiliano alla Massoneria Operativa senza avere la benché minima idea di dove questa affiliazione possa portarle, magari per l’impronta vagamente filantropica di alcune logge, o magari per accrescere il loro status sociale nella società e aumentare così il proprio potere, non immaginando certo di diventare veri e propri schiavi di Satana, cosa che solo alcuni arriveranno a capire, salendo la lunga scala dell’iniziazione massonica. Riguardo al Cammino, poi, quando uno entra nel movimento Neocatecumenale deve dimenticare le domande. Per lungo tempo non è permesso di porne e, anche quando arriva il momento di chiedere qualcosa, le risposte sono evasive, e meno che mai quelle che riguardano le tappe future del Cammino perché allora è tutto top secret. Il sapere è esclusivamente nelle mani dei responsabili, o dei “catechisti”, che non hanno fatto studi particolari di teologia, liturgia, patristica o altro, ma che hanno il solo merito di aver compiuto almeno cinque o sei anni di Cammino; si tratta di persone che sono state indottrinate imparando a memoria o quasi le catechesi di Kiko Arguello. Catechesi che sono piene di eresie dottrinali e che sono state fatte nel contesto socio-culturale degli anni ‘70 e vengono ancora propinate nel ventunesimo secolo! Loro stessi non hanno idea di quello che verrà loro insegnato nei prossimi anni. Il miglior allievo per i Neocatecumenali è colui che è a digiuno di nozioni di catechismo, di teologia e di Bibbia, in modo da potergli insegnare tutto quello che pare a Kiko. Ma ci chiediamo: perché tanta gente, all’inizio, si fida dei Neocatecumenali? Perché l’annuncio delle catechesi viene fatto la Domenica in parrocchia e i catechisti dicono che sono stati mandati dal vescovo. Ricordo che quando le perplessità sulla bontà del Cammino divennero delle evidenze sconcertanti e iniziai a lamentarmi pubblicamente, ricevetti una telefonata dalla responsabile del Cammino che mi disse che essi avevano deciso di chiudere il Cammino nella mia parrocchia; io replicai, allora, che se erano stati inviati, come essi dicevano, dal vescovo, doveva essere il vescovo stesso, solo lui, a ordinare la chiusura del Cammino nella mia Chiesa e non loro, laici, a dare ordini a un sacerdote. Il fatto interessante avvenne subito dopo. Per anni ero stato il confessore di centinaia di Neocatecumenali di altre comunità parrocchiali, i quali non si facevano scrupolo di venirsi a confessare a tutte le ore. Chiuso il Cammino nella mia parrocchia, non ne vidi più nessuno, ma proprio nessuno, e la cosa mi sconcertò alquanto, perché con gli anni ti affezioni alle persone. Ci furono ordini di scuderia per cui nessuno doveva più venire da me. Ed io, preticello ingenuo, che pensavo venissero dal sacerdote cattolico per riconciliarsi con Dio! No, venivano dal Presbitero di comunità, e quando questi non lo fu più, ci fu un ordine di scuderia del tipo ‘No Kiko, No party’. Il catechista Neocatecumenale che aveva aperto il Cammino nella mia parrocchia, quando venne l’ultima volta a trovarmi, stizzato mi disse che tra me e loro non ci poteva essere dialogo perche io - sue testuali parole che non dimenticherò mai - rappresentavo la Chiesa di Pietro, mentre loro rappresentavano la Chiesa di Giovanni. A queste testuali parole capii finalmente che Dio, nella sua infinita misericordia, mi aveva liberato da una setta che per ingenuità sacerdotale giovanile io stesso avevo aiutato ad impiantarsi nella mia parrocchia! Da fonti massoniche sono trapelati vari documenti che attestano come da molti anni siano in corso piani per l’annientamento della Chiesa Cattolica, operando dal suo interno (cfr. “La faccia nascosta della storia” di P. Mantero, Ed. Segno, Udine). Esaminiamo alcuni punti interessanti: 1. La svalutazione e il deprezzamento della Santissima Eucarestia e conseguentemente la desacralizzazione e profanazione del culto cattolico e dei luoghi di culto. 2. L’eliminazione della Mariologia e dell’angelologia dalla teologia cattolica. 3. L’eliminazione del sacerdozio ministeriale e di tutto ciò che ha a che fare col sacro. 4. L’uso del denaro per accrescere il consenso. Ora esaminiamo ad uno ad uno questi punti, confrontandoli con la catechesi Neocatecumenale tratta dagli orientamenti alla èquipes di catechisti di Kiko Argüello, come riportato da Padre Enrico Zoffoli, da essi considerato il nemico n. 1, nel suo volumetto “Il neocatecumenato della Chiesa Cattolica”. Per i Neocatecumenali la Messa non è un vero “sacrificio”, il perpetuarsi del sacrificio della Croce, ma soltanto un banchetto comunitario che celebra la potenza salvifica di Cristo risorto che è bene celebrare non in Chiese consacrate, ma in stanze qualsiasi proprio per far risaltare che è una cena, e se si celebra in Chiesa per ragioni di spazio (con più comunità riunite) l’altare (cioè, la tavola) va tolto dal presbiterio e portato al centro della Chiesa. Il Pane Consacrato non si muta nella sostanza del Corpo e del Sangue di Cristo, non avendo altra funzione che quella di simboleggiare la presenza spirituale di Lui che, risorto, tutti trascina sul carro di fuoco... Negati il Sacrificio eucaristico e la transustanziazione, il “Pane consacrato” (con tutti i suoi resti e frammenti), il Cammino esclude la reale presenza di Cristo, perciò abbiamo che nelle Messe celebrate da sacerdoti Neocatecumenali non viene fatta la purificazione dei vasi in modo corretto, non si fa caso se dei frammenti cadono a terra (una volta si chiamava sacrilegio...) e viene negato ogni culto al Santissimo Sacramento (niente Quarant’ore o adorazione Eucaristica ). L’unica effigie Mariana ammessa è un’icona di vago sapore bizantino, chiamata “Madonna di Kiko”. Ricordo che una volta, durante la liturgia della parola del mercoledì, non si trovava il quadro di Kiko, ed io proposi di andare a prendere il quadro del Cuore Immacolato di Maria appeso in sacrestia e metterlo sul trepiedi. Ovviamente non se ne fece niente, perché tutto il materiale liturgico deve essere disegnato da Kiko. Come ho già scritto, c’è un culto della personalità verso l’Arguello, per questo definisco i Neocatecumenali anche ‘kikiani’. Ovviamente non si può parlare ai Neocatecumenali di Lourdes, Fatima e di altri luoghi mariani, a cui viene negata ogni importanza. L’eliminazione del sacrificio comporta la soppressione del sacerdozio ministeriale, non dovendosi riconoscere altro sacerdozio se non quello di Cristo: l’Eucarestia è celebrata nella comunità dei credenti, tutti indistintamente partecipi di quell’unico sacerdozio... L’esclusione del sacerdozio ministeriale porta al crollo della gerarchia Ecclesiastica, ossia il rifiuto dell’ordine sacro che la fonda, soppresso il quale, la Chiesa, come società visibile e gerarchica, non ha più alcuna ragione di essere. Infatti, nel neocatecumenato tutta l’autorità e tutto il sapere sono nelle mani di Kiko e dei responsabili da lui nominati a livello zonale e dei catechisti, ai quali, tutti, anche i sacerdoti devono obbedienza! I preti servono solo a celebrare le Messe secondo le indicazioni liturgiche di Kiko. Il rispetto verso i sacerdoti è solo formale, i veri pastori sono i Catechisti del Cammino che, laici, non si fanno pudore di chiedere, durante gli scrutini, anche ai sacerdoti se si masturbano… Aspetti privatissimi della vita intima di una persona non li conosce il sacerdote parroco o il sacerdote confessore, che in virtù del suo ministero ne avrebbe tutto il diritto, ma dei semplici laici conoscono i fatti di tutti! In realtà, essi non si fidano dei preti, è questo il motivo per cui Kiko ha voluto i seminari Redemptoris Mater, per avere un clero plasmato a sua immagine e somiglianza! Mia mamma, che avevo portato insieme a mia sorella nel Cammino, mi fece notare che i catechisti Neocatecumenali poi non si inginocchiavano mai, né davanti al Santissimo, né alla consacrazione, e assumevano atteggiamenti irriverenti durante le celebrazioni (la posizione classica in Chiesa è con le gambe accavallate ed i due gomiti appoggiati allo schienale, possibilmente in posizione obbliqua rispetto alla panca). Io stesso devo ammettere che durante la mia permanenza nel Cammino ero come se fossi stato ipnotizzato, avevo le fette di prosciutto sugli occhi. Il mio risveglio dal sonno ipnotico avvenne durante una convivenza piena di termini e ritualità giudaiche, in cui ad un certo punto mi chiesi: ma dove sono capitato? Sono in un’associazione cristiana o sono finito in una sinagoga ebraica? Mi trovo tra i marrani, ossia gli ebrei spagnoli che fingevano di essersi convertiti a Cristo, o in un gruppo cattolico? Non sono assolutamente un antisemita, ma il rinnovamento della Chiesa si deve rifare alla Padri della Chiesa e non all’Antica Alleanza che è superata! I Neocatecumenali dispongono di grosse somme di denaro, che vengono elargite dai loro membri. Con quale “liberalità” ci sarebbe molto da discutere: C’è la storia di una suora alla quale fu tolto l’orologio perché si “liberasse dai beni” non avendo altro da dare a causa del voto di povertà e perciò non possedendo niente. Arrivati ad un certo punto del Cammino, i seguaci devono dare le ‘decime’ non sapendo ovviamente dove vanno a finire: nessuno presenta consuntivi. In gran parte vengono date in elemosina ai vescovi delle Diocesi che ospitano i ‘kikiani’ al fine di accrescere il consenso della Gerarchia nei loro confronti. Un altro aspetto del Cammino Neocatecumenale che trova riscontro nello statuto massone è il comportamento verso il prossimo. Come nel giuramento massone è fatto obbligo di aiutare i “fratelli” della stessa loggia, anche per i neocatecumenali c’è l’impegno del mutuo soccorso all’interno della propria comunità ed eventualmente delle altre comunità. In conclusione, a proposito di soldi, sul blog “La Verità sui Neocatecumenali” è stato riportato il mio primo articolo su ‘Petrus’ e tra i commenti ve ne è uno di un anonimo che scrive le testuali parole: ”LA STORIA SI RIPETE… DON MARCELLO COME GINO CONTI… ANCHE LUI COMINCIA A VENDERE LIBRI… INTERESSANTE, NO??? PRIMA L’ARTICOLO COPIA E INCOLLA CON ZOFFOLI… L’ANNUNCIO DEL NUOVO LIBRO… DAJE MARCE’… SE VOI 50 EURO TE LI REGALO IO”. Al caro anonimo ricordo che sono molti anni che mi dedico alla compilazione di libri: ne ho attualmente scritti 24, alcuni tradotti in diverse lingue. Quest’anno ne pubblicherò altri 10, per cui se segue ‘Petrus’ dovrà abituarsi alla pubblicità frequente dei miei libri! Un’ultima cosa: caro anonimo, per quanto riguarda i 50 Euro che vuoi regalarmi, parlane prima con il responsabile della tua comunità, lo sai non ti è lecito fare l’elemosina senza il suo permesso: potrebbe essere interpretato come un atto di superbia da parte tua…"

Grazie di cuore, Don Marcello.

gherardo ha detto...

Grande don Marcello!!

Anonimo ha detto...

marcello, in quello che hai scritto non riconusco nulla del cammino dove ho incontro Nostro Signore Gesù Cristo morto e risorto! p.s. passo e chiudo!

michela ha detto...

Anonimo ha detto...

marcello, in quello che hai scritto non riconusco nulla del cammino dove ho incontro Nostro Signore Gesù Cristo morto e risorto! p.s. passo e chiudo!
-----------------------------

E' quello che ti stiamo dicendo da giorni!
E' il segno che devi aprire gli occhi.
Se tante persone vedono così il cammino, non può essere che tutti sbaglino.
Ad un certo punto c'è un passaggio personale ,in cui don Marcello dice ' ero come ipnotizzato'.
Questo è quello che è successo a tutti noi nc, ed ex-nc, siamo stati impediti dall'usare tutte le nostre facoltà.
E sta succedendo a te adesso.

Se non riconosci queste cose, non è perchè non sono vere, ma perchè la tua coscienza si rifiuta di vederle.
Di tutto quello che c'è scritto non può essere che non ci trovi niente di vero:
per es. il flusso di denaro mai registrato?

Anonimo ha detto...

io non ci vede la malizia e il male che voi dite di vedere...poi il Signore mi giudicherrà.

fabio ha detto...

leggendo gli ultimi post (circa 120 da ieri sera...ammazza quanto scrivete regà...;)...),vorrei fare un paio di osservazioni.
la prima è che sto notando il fatto che quando noi neocat diamo la nostra testimonianza,anche di come viviamo il momento dell'eucarestia,questa debba per forza essere una testimonianza secondaria o comunque meno importante rispetto a come la si vive al di fuori,cioè nella santa messa della domenica o del sabato in chiesa.
mi chiedo:ma chi può giudicare come vivo l'eucarestia e in base a cosa questo mio vivere l'eucarestia in maniera così personale,è minore rispetto a quella di steph o di stat veritas?
non voglio fare polemiche perchè non mi piace farle,ma noto questo atteggiamento:cioè che se siamo neocat allora non capiamo in profondità il senso dell'eucarestia,del sacrficio di Cristo...questo può valere per alcune persone,ma leggendo alcuni commenti (mi pare michela)dove si trovava scritto che nessuno dei nc è riuscito a dare una testimonianza forte sul momento dell'eucrestia come steph e stat veritas, e che quindi noi non la vivremmo bene...bè fa un po male.
ma fa male perchè io non sono nessuno per sapere o per dire che una persona non sa vivere profondamente l'importanza dell'eucarestia.
per quanto mi riguarda io confermo quello che ho scritto in risposta a steph,con cui sono perfettamente d'accordo.credo che diciamo le stesse cose,nel senso che per me l'eucarestia non è solo un segno che si riepte del sacrifico di Cristo,ma è il sacrificio di Cristo,dove il pane e il vino diventano il vero corpo e sangue di Gesù versato per noi.
quindi alla trasustanziazione ci credo,e non ho mai sentito il contrario nella mia comunità.poi è vero ho letto anche i memo tratti dalle catechesi ed è vero che c'è scritto quello che kiko dice rispetto all'eucarestia.tuttavia visto che questi testi sono datati e visto che io finora non ho sentito parlare del contrario,non potrebbero essere stati modificati proprio perchè non andavano bene?da qui la mia idea che alcuni aspetti del cammino di cui si discute oggi sono riferiti a momenti ed episodi del passato(episodi brutti,sgradevoli e tutto quello che volete,anche aspetti non perfettamente in linea con la dottrina cattolica),e che adesso invece si stanno smussando proprio perchè il cammino pian pianino sta cambiando.almeno questa è la mia impressione.
poi un'altra osservazione:se il cammino fosse davvero così eretico,giudaico,a chiara impronta luterana,non credete che lo avrebbero già chiuso da parecchio tempo?cioè i testi sono sotto esame da quanti anni?15?mettiamo anche 10...bè credo che per leggere 3000 pagine e studiarle a fondo ci voglia poco.se si fosse riscontrato che c'era tutta una teologia dietro atta a cambiare la fede e la struttura della chiesa,penso che il cammino (malgrado le "alte conoscenze" e tutto quanto),lo si sarebbe chiuso.anche qui questo è quello che penso,ma forse sto semplificando troppo.
fatemi sapere che ne pensate
Fabio
p.s.:per steph:scusami ma non ti ho risposto ancora sul post che hai scritto.lo farò quando avrò un pò più di tempo che sono giorni intensissimi.ciao ciao

Anonimo ha detto...

è una vergogna che su un sito cattolico si scriva e si legga un articolo del genere...

Francesco ha detto...

No, è caso mai una vergogna che queste cose si tengano nascoste agli sprovveduti.

Anonimo ha detto...

"Se tante persone vedono così il cammino, non può essere che tutti sbaglino.
Ad un certo punto c'è un passaggio personale ,in cui don Marcello dice ' ero come ipnotizzato'."

Confermo. Anche a me i catechisti hanno ipnotizzato. E alle convivenze ogni tanto facevamo yoga e training autogeno. A me piaceva, ma il saluto al sole alla domenica mattina era parecchio complicato, per uno della mia eta'.

Anonimo ha detto...

"da qui la mia idea che alcuni aspetti del cammino di cui si discute oggi sono riferiti a momenti ed episodi del passato(episodi brutti,sgradevoli e tutto quello che volete,anche aspetti non perfettamente in linea con la dottrina cattolica),e che adesso invece si stanno smussando proprio perchè il cammino pian pianino sta cambiando."

fabio, cerca di non essere troppo logico, vedi di adottare un tono piu' consono a uno a cui e' stato fatto il lavaggio del cervello

Anonimo ha detto...

"Se tante persone vedono così il cammino, non può essere che tutti sbaglino."

ti riferisci ai 160 vescovi e 9 cardinali della domus? voi nc non potete farne sempre una questione di numeri!

Anonimo ha detto...

michela: "Se tante persone vedono così il cammino, non può essere che tutti sbaglino."

ti riferisci ai 160 vescovi e 9 cardinali della domus? voi nc non potete farne sempre una questione di numeri!

jeff m. ha detto...

Tratto dall'articolo su Petrus di don Marcello:


"sul blog “La Verità sui Neocatecumenali” è stato riportato il mio primo articolo su ‘Petrus’ e tra i commenti ve ne è uno di un anonimo che scrive le testuali parole: ”LA STORIA SI RIPETE… DON MARCELLO COME GINO CONTI… ANCHE LUI COMINCIA A VENDERE LIBRI… INTERESSANTE, NO??? PRIMA L’ARTICOLO COPIA E INCOLLA CON ZOFFOLI… L’ANNUNCIO DEL NUOVO LIBRO… DAJE MARCE’… SE VOI 50 EURO TE LI REGALO IO”. Al caro anonimo ricordo che sono molti anni che mi dedico alla compilazione di libri: ne ho attualmente scritti 24, alcuni tradotti in diverse lingue. Quest’anno ne pubblicherò altri 10, per cui se segue ‘Petrus’ dovrà abituarsi alla pubblicità frequente dei miei libri! Un’ultima cosa: caro anonimo, per quanto riguarda i 50 Euro che vuoi regalarmi, parlane prima con il responsabile della tua comunità, lo sai non ti è lecito fare l’elemosina senza il suo permesso: potrebbe essere interpretato come un atto di superbia da parte tua…"


Allucinante.

Ma è un prete o un bambino indispettito?? Ma vi sembra modo di concludere un editoriale??

Vi giuro, sono sbigottito.

jeff m. ha detto...

Anonimo ha detto...

michela: "Se tante persone vedono così il cammino, non può essere che tutti sbaglino."

ti riferisci ai 160 vescovi e 9 cardinali della domus? voi nc non potete farne sempre una questione di numeri!



Autogol clamoroso: guarda che michela è un'Anti-NC, non si riferisce certo ai 160 vescovi e 9 cardinali...

La questione numerica ha comunque la sua importanza, e infatti non ci sono TANTE persone che vedono così il cammino, ma solo poche persone molto numerose.

jeff m. ha detto...

Correggo il mio precedente intervento:



"La questione numerica ha comunque la sua importanza, e infatti non ci sono TANTE persone che vedono così il cammino, ma solo poche persone molto RUMOROSE."

(anch'io svalvolo, ogni tanto :))

Anonimo ha detto...

caro anonimo sbigottito,

abituati e vedrai che lo sbigottimento ti passa. il modo migliore per trattare con questa gente e' farli parlare, parlare, nella fiducia che si affosseranno da solo.

comunque questo mostra anche la connivenza tra petrus e questo sito -- si tratta almeno in parte della stessa gente, che si cita tra loro per far numero.

stephanos78 ha detto...

Si, ve piacerebbe

stephanos78 ha detto...

...quante parole sprecate. Solo per screditare, demolire.

E mai una volta che costruite. Ah no! 'Na cosa l'hanno costruita! La Domus "aurea"!!!

aghast ha detto...

"Al caro anonimo ricordo che sono molti anni che mi dedico alla compilazione di libri: ne ho attualmente scritti 24, alcuni tradotti in diverse lingue. Quest’anno ne pubblicherò altri 10,"

mazza, neanche asimov era cosi' prolifico... o intende dieci copie?

Anonimo ha detto...

SONO EGONON

@Fabio

per me l'eucarestia non è solo un segno che si riepte del sacrifico di Cristo,ma è il sacrificio di Cristo,dove il pane e il vino diventano il vero corpo e sangue di Gesù versato per noi.
quindi alla trasustanziazione ci credo


Mi è piaciuto molto quello che dici sulla transustanziazione: davvero.
Ma è proprio per questo che è inaccettabile che non si dia al Corpo, Sangue, Anima e Divinità di Gesù realmente presente sotto le specie del pane e del vino il rispetto, la devozione e l'adorazione dovute, nel modo, nel luogo, e nell'atteggiamneto e postura personale di fronte a LUI.

Dici che non hai sentito cose diverse: ma nei fatti? I fatti indicano, mostrano l'adorazione a DIO presente e vivo?
Non sembrerebbe così, altrimenti si userebbe l'altare consacrato, e tutto il resto.

poi un'altra osservazione:se il cammino fosse davvero così eretico,giudaico,a chiara impronta luterana,non credete che lo avrebbero già chiuso da parecchio tempo?cioè i testi sono sotto esame da quanti anni?15?mettiamo anche 10...bè credo che per leggere 3000 pagine e studiarle a fondo ci voglia poco.se si fosse riscontrato che c'era tutta una teologia dietro atta a cambiare la fede e la struttura della chiesa,penso che il cammino (malgrado le "alte conoscenze" e

Questa domanda è un po' retorica, ma una parola te la dico lo stesso.
Sai benissimo anche tu che la Chiesa, nella sua Gerarchia è innanzitutto Madre e non Giudice.

Come è possibile pensare che di punto in bianco si dica a una enormità di persone: «Siete fuori strada, avete sbagliato tutto.»
La Chiesa ha una storia millenaria, può aspettare per anni, decenni e secoli oppure prendere posizione nettamente...
certamente tutto possiamo immaginare ma è certamente ingenuo e non realistico pensare ad una condanna tout-court come dicevi tu.

Se è vero quanto hai detto sull'Eucaristia (maiuscolo), che è il centro, la fonte e il fondamento della nostra vita e della unità della Chiesa di Gesù Cristo, ora che tu lo hai incontrato: cosa ti trattiene dall'essere un cristiano battezzato, profeta, re e sacerdote emancipato dalla tutela di catechisti auto-investiti di incarichi e investiture divine (lo Spirito Santo soffia dove vuole, ma escludo possa servirsene)? Non sarebbe ora di cominciare il vero cammino di cristiano nella Chiesa di Gesù Cristo invece di trastullarsi in questo gioco di ruolo di cui siete pedine?

Che il Signore ti faccia dono della sua pace e ti illumini la mente e il cuore.

Nicola V. ha detto...

Certo scotta che si incominci a parlare un po' dovunque e apertamente delle devianze del Cammino Neocatecumenale.
E,come al solito, si cerca di lanciare accuse e di minimizzare.
Atteggiamento tipico degli adepti a sette.

michela ha detto...

170 vescovi che si sono nascosti in Galilea?

E quanto possono contare rispetto a quelli che sono rimasti nelle loro diocesi?

Volevo rispondervi, anche a Fabio, ma poi ho pensato che in fondo noi qui siamo tutti in buona fede, che per quanto mi riguarda è lo Spirito che attesta al mio spirito se le testimonianze e le parole che leggo sono vere o meno.

se voi non ci credete, io non posso convicervi.
Se penso poi che per aprire gli occhi ci ho messo almeno dieci anni, capisco quanto possa essere difficile mettersi davanti alla verità, ammettere di aver sbagliato e di essere stati ingannati da gente che si presentava con il salterio sotto il braccio, che conosceva bene la Bibbia, e che si presentava come ispirata.

stephanos78 ha detto...

Si nicola.

Chiunque parla di fatti documentati e vissuti che vanno a cozzare con l'immagine "rosa, fiori e luce" di "rito" è: malizioso, giudice, fariseo, cattivo, fissato, razionalista, interessato alla vendita di libri, e quante più calunnie e insulti possano esistere ed essere usati per screditare.

Poi la risposta è: non è vero (magari battendo i piedi).

Che tristezza

stephanos78 ha detto...

Dice Fabio
ma chi può giudicare come vivo l'eucarestia e in base a cosa questo mio vivere l'eucarestia in maniera così personale,è minore rispetto a quella di steph o di stat veritas?

Carissimo Fabio. Lungi da me e da tutti "giudicare" come vivi il Santo Sacrificio di Gesù nella Messa! Facciamo solo constatazione di fatto.

La scelta dei Catechisti e dei dirigenti della vostra Associazione è quella del "silenzio-assenso" o "silenzio-dissenzo" nelle varie situazioni. E si sceglie di portare avanti il proprio insegnamento particolare SENZA CONTESTARE APERTAMENTE E DIRETTAMENTE la Fede della Chiesa Romana.

Questo determina la differenziazione di sensibilità negli adepti. E te lo dice uno che ERA COME TE! IDENTICO! Infatti, dopo, me ne sono andato.

Se anche qualcuno dirà qualcosa in favore (molto raro!) della Fede Eucaristica Romana, i fatti (con la prassi e gli insegnamenti) vanno a cozzare con questa realtà! E questa "schizofrenia" è il compromesso e l'ambiguità che permette a Kiko di dare un colpo al cerchio e uno alla botte.

Il Rito NC non ha ragione di esistere! L'associazionismo Cattolico, in tutta la sua storia, non ha mai pensato di "edificare", creare e strutturare RITI derivati dalle concezioni dei presidenti dell'associazione stessa!!!! A prescindere se abbiano senso o meno! Se uno è Cattolico, ha Fede nei Riti, e nella Dottrina che in teoria dovrebbe sposare... A che ti serve un altro Rito, altri modi, i Mamotreti???? C'è una risposta sensata a questa domanda?

quindi alla trasustanziazione ci credo

Lodo Dio per questo! Quindi capisci perfettamente il problema che si crea quando, stando davanti alla Vittima Perfetta in "Carne e Ossa" e Divinità (!!!) uno si senta quanto meno a disagio vedendo che si sta seduti in "sala" schitarrando e, alla fine, facendosi un bel ballo in "allegria" con arredamento ebraico!!!

A prescindere dalla consonanza o meno di questi elementi conil Cattolicesimo, perchè usarli? Forse che la Chiesa non ha libri liturgici e Catechistici?

Insomma, tu credi alla Transustanziazione: però la tua COmunità (tutte) MOSTRA la sua Catechiesi VISIBILE (nei simboli e nella prassi) che dice l'esatto contrario!

ho letto anche i memo tratti dalle catechesi ed è vero che c'è scritto quello che kiko dice rispetto all'eucarestia.tuttavia visto che questi testi sono datati e visto che io finora non ho sentito parlare del contrario,non potrebbero essere stati modificati proprio perchè non andavano bene?

Magari. Se i testi fossero comunque Cattolici, non si spiegherebbe (non ci sarebbe nessuna ragione logica!!) perchè solo dopo un primo quindicennio di Cammino siano stati consegnati e non siano state consegnate le Copie Originali ma Copie già modificate.
E perchè dopo quasi un ventennio ancora non sono stati approvati?

La più logica interpretazione dei fatti fa pensare ad una doppia stesura. E tra l'atro non sono stati in grado di "addomesticare" bene neanche la copia! Perchè è quella che è ancora al Vaglio! Il che la dice lunga sulla DOttrina di chi li ha compilati!
Ma a monte di tutto c'è il fatto che questi testi NON SERVONO! NON HANNO RAGIONE DI ESISTERE!

Infatti se anche tu hai letto l'eresia di Kiko sui testi, sai meglio di me che è quella (e non altro) ciò che si insegna!

Dio ti benedica.

fabio ha detto...

per quanto riguarda il rispetto sull'Eucarestia, è vero.ed è per questo che infatti il Papa attraverso quella famosa lettera di Arinze,ci ha ricondotti sulla strada giusta,anche se finora rimane lettera morta.quindi da quel punto di vista,se c'è stata correzione dal Papa vuol dire che così come facciamo noi la comunione non va bene.niente da discutere e mai ne ho avuto in questo senso.per questo spero quanto prima ci si possa adeguare perchè è ovvio che,stando così le cose (cioè se non escono altre notizie di una smentita della lettera di Arinze),la disubbedienza al Papa ci sta.e lo ripeto di nuovo perchè sia chiaro:alla luce dei fatti,c'è la lettera di Arinze che nel suo punto culminante (comunione),è rimasta disattesa.
dall'altro lato ci sta da dire che il cardinale Arinze è il prefetto della congregazione per il culto divino e i sacramenti,quindi dovrebbe essere colui che sovrintende(uso questo termine improprio...)alla liturgia della Chiesa (anche qui se sto in errore corregetemi).Quando quindi uscì la famosa lettera,questa doveva "regolare"la liturgia del cammino e quindi aggustarla dove andava male.giusto?prendendo buono per questo,la lettera dà i famosi 5 punti sui quali il cammino deve cambiare.di questi 5,4 sono stati realizzati mentre uno è ancora ad oggi disatteso.
e parliamo chiaramente del punto più delicato e maggiormente importante e cioè quello relativo alla comunione,come già detto.
quindi vado a pensare che una volta applicato questo punto la celebrazione neocatecumenale,così come,almeno da un punto di vista liturgico vada bene.o mi sbaglio?
poi ci credo alla prudenza della Chiesa,ma anche qui mi domando e chiedo:per quale motivo,ora come ora,aspettare ancora così tanto tempo?cioè se il cammino è come dite eretico in tutto e per tutto,non pensate che una presa di posizione,netta sia la cosa più giusta esia quella più auspicabile?e ve lo dice uno che fa il cammino e che dalle gerarchie vorrebbe chiarezza.
infine rispondo a michela.non era un'accusa a te e lo avevo specificato nel post precedente,ma era solo una constatazione del fatto che per come facciamo la comunione noi,sembra che questa non possa darci una stessa compartecipazione alla sofferenza di Cristo immolato e agnello sacrificale.è questo che contesto.tutto qua.
Fabio

Anonimo ha detto...

Lodo Dio per questo! Quindi capisci perfettamente il problema che si crea quando, stando davanti alla Vittima Perfetta in "Carne e Ossa" e Divinità (!!!) uno si senta quanto meno a disagio vedendo che si sta seduti in "sala" schitarrando e, alla fine, facendosi un bel ballo in "allegria" con arredamento ebraico!!!


Lei pensa che il Signore provi lo stesso suo disagio signor Stephanos?

Anonimo ha detto...

Ma a monte di tutto c'è il fatto che questi testi NON SERVONO! NON HANNO RAGIONE DI ESISTERE!



Certo che è strano che nonostante il fatto che secondo Lei non servono, questi testi tuttavia esistono, non le pare signor Stephanos?

Anonimo ha detto...

con arredamento ebraico!!!


Lei pensa che abbia cambiato gusti, signor Stephanos?

Anonimo ha detto...

L'associazionismo Cattolico, in tutta la sua storia, non ha mai pensato di "edificare", creare e strutturare RITI derivati dalle concezioni dei presidenti dell'associazione stessa!!!!


Lei pensa che il cammino neocatecumenale sia un'associazione signor Stephanos?

Anonimo ha detto...

La scelta dei Catechisti e dei dirigenti della vostra Associazione è quella del "silenzio-assenso" o "silenzio-dissenzo" nelle varie situazioni.


Forse silenzio-assenzio , signor Stephanos ?

Anonimo ha detto...

E questa "schizofrenia" è il compromesso e l'ambiguità che permette a Kiko di dare un colpo al cerchio e uno alla botte.


Se lei esce dalla botte,signor Stephanos, che le importa di quello che fa il signor Kiko?

Anonimo ha detto...

Non sono assolutamente un antisemita, ma il rinnovamento della Chiesa si deve rifare alla Padri della Chiesa e non all’Antica Alleanza che è superata!


Signor Marcello ma non era un padre della Chiesa che parlava della uguale dignità del Vecchio e Nuovo testamento?
Si chiamava, mi pare, aspetta un po' Irene, no Nereo ah sì ora ricordo S. Ireneo, nevvero signor Marcello?

Anonimo ha detto...

C’è la storia di una suora alla quale fu tolto l’orologio perché si “liberasse dai beni” non avendo altro da dare a causa del voto di povertà e perciò non possedendo niente.


Che brutta gente, signor Marcello, ma almeno era un rolex d'oro o una patacca giapponese?

Anonimo ha detto...

e assumevano atteggiamenti irriverenti durante le celebrazioni (la posizione classica in Chiesa è con le gambe accavallate ed i due gomiti appoggiati allo schienale, possibilmente in posizione obbliqua rispetto alla panca)

Signor Marcello ma questi signori
come fanno ad essere così disarticolati ? Non sarà a causa di qualche influsso diabolico?

Leo ha detto...

"ma fa male perchè io non sono nessuno per sapere o per dire che una persona non sa vivere profondamente l'importanza dell'eucarestia"

non mi pare nè Stephanos, nè Stat Veritas nè Mic abbiano parlato della capacità di nessuno, nc compresi, di vivere profondamente l'eucaristia.
Hanno solo 'mostrato' l'eucaristia cattolica.

Leo ha detto...

"Che brutta gente, signor Marcello, ma almeno era un rolex d'oro o una patacca giapponese?"

Il "signor" Marcello è "Don" Marcello, sacerdote-doc, e non è con quettro battute sgangherate che potete smontare la sua testimonianza

Anonimo ha detto...

cosa ti trattiene dall'essere un cristiano battezzato, profeta, re e sacerdote emancipato dalla tutela di catechisti auto-investiti di incarichi e investiture divine (lo Spirito Santo soffia dove vuole, ma escludo possa servirsene)?

Ma dove le trova queste ultime informazioni così preziose ?, io ho cercato le ultime notizie sulle direzioni del suo soffio ma non ho trovato nulla, beato lei signor Egonon!

fabio ha detto...

ciao steph
ho riletto il tuo post precedente e provo a risponderti. quando dici :

"Ogni DOMENICA il Sacerdote, per il BENE di TUTTI QUELLI CHE PARTECIPANO IN QUEL MOMENTO, QUELLI CHE NON PARTECIPANO E DI TUTTA LA CHIESA, Offre la Vittima Immacolata. Cristo stesso Offre Se Stesso, per le mani del Sacerdote che è Mezzo. Il Sacerdote è MEZZO. Necessario, perchè nella persona di Cristo Pronuncia le Parole Sante sulle Sacre Specie, e fa avvenire la TRansustanziazione. Senza La Quale il Sacrificio di Gesù non avviene. Non avviene l'opera della Nostra Redenzione"

mi trovi completamente d'accordo,cioè che il sacerdote sia mezzo attraverso il quale Cristo stesso si offre a noi per la remissione dei nostri peccati.senza il sacerdote non ci potrebbe essere consacrazione del pane e del vino e quindi la transustanziazione.d'accordissimo.
e ti dico,in verità,che non ho sentito dire il contrario.posso dirti che si ho sentito dire che Dio passa in quel momento.certo questo l'ho sentito.
ma non vedo cosa ci sia di così sbagliato nel dire che Dio passa in qul momento.e non è che se ne vada via.ma passa e resta con noi e in noi dopo la comunione.

"nella Santa Messa Cattolica il Celebrante è Gesù Stesso e i nostri Cuori "Sono Rivolti al Signore"! E' un caso che il Canone contempli queste parole? O significano qualcosa di profondo?"

assolutamente si hanno un loro significato profondo e infatti noi le diciamo o cantiamo durante la consacrazione.


"Memoriale per i Cattolici significa RI-PRESENTAZIONE. Per i protestanti no. La Messa è Memoriale della Morte e Resurrezione di Gesù? Sì. Ma nel senso Cattolico. Ovvero: RI-PRESENTA il Golgota. MA REALMENTE E VERAMENTE. Non ri-presente il SIGNIFICATO del Golgota. Non RICORDA il Sacrificio di Gesù. Non è "Lode". O meglio: è Lode in misura secondaria. Ed è Lode per l'Opera della Redenzione che si attua in quel momento!"

su questo punto evidentemente più di una volta mi sono espresso.tutto vero ed è proprio per questo che la lettera di Arinze è venuta in nostro soccorso,affinchè ci riconduca sulla retta via.
altresì mai detto che l'Eucarestia ricordi il sacrficio di Cristo,ma è il sacrificio di Cristo riproposto per noi ogni volta che c'è una celebrazione eucaristica e ogni volta che c'è la consacrazione del pane e del vino come vero corpo e vero sangue di Cristo.memoriale lo intendo come riproposizione del sacrificio di Cristo, e ripresentazione del suo dono per noi.
da qui che poi nasce la gioia,dopo la comunione e alla fine della celebrazione di rendere grazie a Dio per l'immenso dono che ci ha fatti,del suo Figlio prediletto.
la lode nasce proprio da questo.dopo la partecipazione e la rivisitazione(nel senso di aver rivissuto) del sacrificio di Cristo,credo che come cristiano (poi magari sbaglio io),sia una conseguenza non così tanto secondaria,rende lode e grazia a Dio per la sua benevolenza,per la sua misericordia.

"Quello che chiama in causa NOI e la nostra Libertà non è iL Sacramento e l'AZIONE del Signore. E' IL FRUTTO del Sacramento. Che si GODE O MENO dipendentemente dalla nostra Libertà!
Per cui il Signore non COSTRINGE. il Signore AMA."

d'accordo;è infatti attraverso la comunione che ci mette in intia relazione con Dio che possiamo davvero dare frutti nella nostra vita.ed sono proprio questi frutti o comunque la costanza dell'"assaporare" il corpo e il sangue di Cristo e prendere parte alla sua sofferenza,al suo sacrificio,ma anche alla sua resurezione e alla sua vittoria sulla morte che possono condurci,liberamente e se lo vogliamo davvero con cuore sincero,alla conversione del cuore e alla salvezza eterna.

Fabio

Anonimo ha detto...

Il "signor" Marcello è "Don" Marcello, sacerdote-doc, e non è con quettro battute sgangherate che potete smontare la sua testimonianza

Signor Leo ma Don non viene da Dominus che significa Signore, o no?
Forse mi sto sbagliando signor Leo, adesso vado a controllare.

Leo ha detto...

"Signor Marcello ma non era un padre della Chiesa che parlava della uguale dignità del Vecchio e Nuovo testamento?
Si chiamava, mi pare, aspetta un po' Irene, no Nereo ah sì ora ricordo S. Ireneo, nevvero signor Marcello?"

uguale dignità delll'Antico (non Vecchio) Testamento col Nuovo non significa nè giustifica l'ebraicizzazione del cristianesimo operata dal Cammino

Leo ha detto...

"Signor Leo ma Don non viene da Dominus che significa Signore, o no?
Forse mi sto sbagliando signor Leo, adesso vado a controllare."

lei ha perfettamente ragione, ma l'uso che fa dei termini è chiaramente spregiativo nel non rispetto del sacerdozio della persona cui si riferisce.Non vorrà attaccarsi a queste bambinate spero

Anonimo ha detto...

Signor Fabio ma lei ha capito o no che si deve lodare Dio con moderazione sempre tesi al luogo del cranio, contenti ma senza dimenticare che, felici ma non perchè siamo in festa bensì perchè
ha capito signor Fabio? Altrimenti
il signor Stephanos riattacca. Vogliamo che il signor Stephanos riattacca la sua catechesi, signor Fabio?

Anonimo ha detto...

lei ha perfettamente ragione, ma l'uso che fa dei termini è chiaramente spregiativo nel non rispetto del sacerdozio della persona cui si riferisce.Non vorrà attaccarsi a queste bambinate spero


Signor Leo ma allora lei non gira quà e là per le reti cattoliche.
Io lo chiamo signor Marcello qualcun altro lo chiamerebbe signor... (le risparmio l'epiteto).

fabio ha detto...

Leo ha detto...
"ma fa male perchè io non sono nessuno per sapere o per dire che una persona non sa vivere profondamente l'importanza dell'eucarestia"

non mi pare nè Stephanos, nè Stat Veritas nè Mic abbiano parlato della capacità di nessuno, nc compresi, di vivere profondamente l'eucaristia.
Hanno solo 'mostrato' l'eucaristia cattolica.

bè insomma.a dire la verità steph e stat veritas hanno detto come la vivono loro.e va benissimo.mic però ha detto questo: "Leggiti i post sull'Eucaristia cattolica di ieri, nella quale nessuno di voi si è riconosciuto, salvo poi alla fine dopo ore, tirar fuori per ragioni di comodo e mimetizzazione che è così come avevamo detto noi che la vivete, mentre noi abbiamo le prove che non è così!!!"
ora sul modo di fare la comunione,l'ho detto tante volte,ci sto, anche perchè c'è una lettera che parla chiaro.ma è sul modo di viverla che non ci sto da qui la mia constatazione.tutto qua.
Fabio

Anonimo ha detto...

uguale dignità delll'Antico (non Vecchio) Testamento col Nuovo non significa nè giustifica l'ebraicizzazione del cristianesimo operata dal Cammino


Signor Leo lei forse confonde ebraicizzare con giudaizzare allora ! A noi cristiani non è permesso giudaizzare non è vero?
Ma possiamo pronunciare qualche termine ebraico anche perchè altrimenti non potremmo proprio parlare: Le faccio un esempio signor Leo. Le dò un elenco di nomi ebraici:
Gesù
Giuseppe
Maria
Propiziatorio
Paradiso
Pasqua
Amen
Alleanza
Legge
Salmo
e molti altri.
Ora di questi alcuni conservano lo stesso suono altri sono grecizzati o latinizzati. Signor Leo è un problema di traduzione?

Anonimo ha detto...

Ah mi sono dimenticato il più importante : Golgota , o vogliamo chiamarlo luogo del Cranio, le piace di più signor Leo?

Anonimo ha detto...

Signor Leo le fa schifo la parola shalom? La infastidisce la parola shekinah? Signor Leo ma se fosse andato dietro al nostro amico, l'avrebbe accusato di usare termini aramaici?

Anonimo ha detto...

Certo signor Leo che fa più fine dire Torah invece che Legge ma che ci vuol fare : al giorno d'oggi invece di dire Così sia diciamo Amen. Che brutto mondo signor Leo!

Anonimo ha detto...

«Tu sia lodato, Silenzio»

Teo ha detto...

I neocatecumenali potranno pure sbattere i piedi e fare i capricci ma l'intervento di Gabriele è lucido ed inquietante e l'articolo di don Marcello Stanzione richiamato su questa pagina costituisce una delle sintesi più efficaci, veritiere ed esaustive sul cammino neocatecumenale.

E' dura da ammettere da parte di persone lungamente invasate e fanaticizzate come i NC, ma è la realtà.

E tuttavia, ci si chiede, rispetto al coacervo impressionante di eresie affermate e diffuse dal cammino, per quale motivo la Chiesa non ha subito fermato questo movimento-setta?

Ovvia la risposta dei neocatecumenali: perchè sarebbe stata riconosciuta sia pure ufficiosamente la sua validità come iniziazione cristiana e l'approvazione dello statuto sarebbe solo un dettaglio di un riconoscimento già avvenuto nei fatti, tant'è vero che è stato consentito l'impianto dei seminari RM nella Chiesa stessa.

Ciò corrisponde al vero, almeno per gli inizi della diffusione del movimento, quando non lo si conosceva e chi era vicino ai Papi e soprattutto a Giovanni Paolo II ha fatto in modo di tenerli all'oscuro delle anomalie del cammino e delle insorgenti contraddizioni.

A distanza di alcuni decenni dalla fondazione del cammino ad opera di Kiko e Carmen, si ripropone la domanda, soprattutto oggi che si è a conoscenza di tutti i dettagli del progetto eretico del CNC sul piano dottrinale e riformatore su quello istituzionale:
perchè il cammino non viene fermato, subito e senza "se" e senza "ma", cominciando a fermare l'opera di indottrinamento di novizi e sacerdoti fedeli a Kiko e non al Papa attraverso i seminari RM?

Ci si è resi realmente conto in Vaticano che a fronte di presunti benefici e "frutti buoni" riferiti alla evangelizzazione dei cosiddetti "lontani" il cammino ha introdotto nella Chiesa una congerie gigantesca di alterazioni, difformità, ribellioni di varia e spesso inaudita gravità?

L'atteggiamento attendista della Chiesa in generale, ma in particolare di quella parte dei Vescovi e cardinali ormai irretiti dai capi del cammino fa pensare al paradosso di chi, entusiasmato dalla possibilità di costruire un nuova staccionata in grado di incanalare ed accogliere nell'Ovile le numerose pecore smarrite non si è accorto che il taglialegna su cui ha riposto la fiducia in realtà gli sta disboscando e distruggendo l'intera foresta perchè a lui non interessa costruire quella staccionata ma abbattere la foresta stessa per impiantarne una completamente nuova e differente.

Come da altri sottolineato nelle precedenti pagine del blog, il problema non è di emendare questo o quell'aspetto dello statuto o delle catechesi del CNC, ma di chiudere risolutamente con un progetto che mira a rifondare radicalmente la fede e la Chiesa cattolica.

Questo non lo può consentire nessuno, neppure una ipotetica e sempre meno plausibile benevolenza del Papa o la simpatia di una parte dei vescovi, semplicemente perchè risulta assolutamente inaccettabile per un credente che Cristo voglia distruggere la propria Dimora e la fede trasmessa agli apostoli servendosi di un cammino iniziatico che contraddice e rinnega precisamente i cardini ed i fondamenti del suo insegnamento.

Torniamo dunque alla domanda originaria, con una osservazione inquietante, che vale per il cammino ma anche per altri, già evidenziata da don Marcello: chiunque si proponga la finalità di rifondare la Chiesa cattolica - al di là di adattamenti che storicizzano la sua presenza nel mondo senza alterarne la missione e la sostanza della fede - si pone dalla parte dei suoi nemici storici e detrattori (protestanti, gnostici, eretici, massoni, atei anticlericali, ecc.) i quali tutti insieme fanno il gioco del supremo ed originario Nemico, che beneficia di tutto ciò perchè risponde al suo piano irriducibile contro Dio.
A meno di non credere più nell'esistenza del Maligno e nel costante perseguimento del suo disegno, come appare addirittura dalle parole e comportamenti di alcuni ministri della Chiesa, evidentemente distolti e traviati.

Leo ha detto...

"Signor Leo le fa schifo la parola shalom? La infastidisce la parola shekinah? Signor Leo ma se fosse andato dietro al nostro amico, l'avrebbe accusato di usare termini aramaici?"

signor Anonimo, lei neppure immagina quanto amo i termini ebraici soprattutto se li penso pronunciati dal nostro amico, ma non immagina neppure quanto faccia male a un cuore cristiano vederli usati e abusati come mai il nostro Amico, se davvero è lo stesso che intendiamo, si sarebbe sognato di fare.

Anche perché Lui è venuto a portare a compimento la Torah i neviim e i ketuvim ma non ci chiede di rimanerci impantanati nella maniera strumentale del suo iniziatore

e l'ironia davvero pesante dei suoi post è completamente fuori luogo, perché non ha niente a che vedere con lo spirito con cui avevo scritto il mio

Andare dietro al nostro Amico, poi, non significa necessarimente usare e abusare di quei termini ebraici e giudaizzanti, ma trovare le "parole nuove" che ogni giorno suscita nel cuore di tanti cristiani in tutte le lingue di tutto il mondo

mic ha detto...

"Signor Fabio ma lei ha capito o no che si deve lodare Dio con moderazione sempre tesi al luogo del cranio"

ironia fuori posto falsa, ma soprattutto blasfema. La centralità del Sacrificio di Cristo Signore di cui si è parlato e che si vuole affermare e difendere è il 'luogo' teologico ineludibile per raggiungere e vivere la tanto conclamata Risurrezione. Forse Lei non ha mai lodato il Padre anche e proprio da quel Luogo in un momento di grande sofferenza. E se lo ha potuto fare e lo ha fatto è solo perché Cristo liberamente si è Offerto per questo!
Ma celebrare e vivere questo non significa quello che lei ha detto in maniera davvero blasfema, perché NON E' VERO come dite per trarre in inganno chi non conosce la Chiesa che ci si ferma lì. La Verità è che è che da lì che si parte e non si può non farlo... "chi non entra dalla porta..." e "chi entra trova molto pascolo" e quindi si nutre e si disseta e gioisce, loda, si rafforza e ha la Vita in abbondanza... e alla fine ha la 'gioia' e la Pace (pienezza, benessere, compimento) che forse è qualcosa di più dell' "allegria"

mic ha detto...

il punto di scandalo tra noi è voi è la Croce di Cristo, come tra ebrei e cristiani è l'Incarnazione di Cristo, ma forse, alla fine, è la stessa differenza...

Anonimo ha detto...

da interviste di Petrus:

Abusi liturgici, il Cardinale Cipriani Thorne invoca maggior rigore: “E anche i Neocatecumenali si adeguino alle direttive della Chiesa”

di Bruno Volpe

CITTA’ DEL VATICANO - Il Cardinale Juan Luis Cipriani Thorne (nella foto), Arcivescovo di Lima e Primate del Perù, autorevole esponente del Sacro Collegio e dell’Opus Dei, è uno dei massimi esperti della Chiesa cattolica in teologia morale e liturgia. E proprio sul tema della liturgia, tanto attuale in questo periodo, il porporato ha accettato volentieri di sottoporsi alle domande di ‘Petrus’.(omissis)...
Veniamo al modo di amministrare la Comunione…

“Anche in questo caso la ‘rilassatezza’ di molti sacerdoti ha ridicolizzato agli occhi dei cattolici il valore dell’Eucarestia. Personalmente, ritengo che il modo migliore di amministrare la Comunione sia sulla lingua, tant’è che nella mia Diocesi ho vietato la particola nelle mani. Nelle Messe con enorme affluenza, in passato abbiamo trovato persino particole gettate sul pavimento della Chiesa”.

‘Petrus’ si sta occupando dei Neocatecumenali: il Cammino suscita ammirazione ma anche preoccupazione e sospetti.

“Non ho dubbi che le intenzioni dei Neocatecumenali siano lodevoli e che essi realmente cerchino Dio con calore e gioia. E penso che vada instaurato con loro un dialogo sano e, al tempo stesso, fermo nella verità. Il Vaticano stesso sta cercando una soluzione per approvare gli Statuti. Tuttavia, nella celebrazione della Santa Messa da parte dei Neocatecumenali ci sono aspetti che assolutamente non condivido. Ricordo e ribadisco che la liturgia è unica e deve essere rispettata da tutti alla stessa maniera. Insomma, tolleranza sì verso i Neocatecumenali, ma è compito della Chiesa richiamarli al rispetto dell’Eucarestia”.

Eminenza, cos’è la vera liturgia?

“Sarò sintetico: è il volto puro della Fede. Non si tratta di mera esteriorità o di rispetto di regole formali, ma nella liturgia si celebra con gioia il Mistero di Cristo morto e Risorto. Dunque, è importante celebrare degnamente e correttamente la Santa Messa, con una liturgia fedele ai canoni della Chiesa, anzitutto per rispetto verso Gesù. Apprezzo, in tal senso, i continui richiami del Santo Padre Benedetto XVI al rispetto del decoro della liturgia”.

mic ha detto...

ma che è 'napocalisse?
che gli è preso a Petrus, con i neocatecumenali?

fabio ha detto...

Anonimo ha detto...
"C’è la storia di una suora alla quale fu tolto l’orologio perché si “liberasse dai beni” non avendo altro da dare a causa del voto di povertà e perciò non possedendo niente."

E' successa una cosa simile anche a me con gli orecchini: due catechisti mi hanno tenuta ferma e un terzo me li ha strappati tagliandomi un lobo.

16 aprile, 2008 18:37

...voglio sperare che sia una battuta perchè non voglio neanche credere a una cosa del genere.se fosse vero è da denuncia....ma credo che l'anonimo volesse fare nua battuta....

Anonimo ha detto...

messaggio di newgold69

secondo me in ambiente vaticano-petrus si è creata come una sorta di pentola a pressione senza sfogo, una molla caricata troppo.

molti vorrebbero svelare l'eresia del cammino, ma qualche pezzo grosso che li appoggia li ha sempre tenuti bloccati. ora, con il sinodo ombra che si è fatto alla domus si è superato il limite.

è uscito un primo articolo che è stato costretto a correggere il tiro, ma forse, tale costrizione è stata una cosa troppo sporca e ha provocato una reazione inaspettata: ecco quindi la valanga di articoli di svelamento della vera realtà del cammino, come movimento eretico!!!

della serie: prima o poi i nodi vengolo al pettine!!!

e mi compiaccio anche delle mie previsioni di qualche settimana fa: che si sta assistenzo all'inizio della fine (ovviamente per i neocat): si stanno alzando i veli che a forza sono stati stesi a copertura di questa realtà, a più si alza, più emerge l'odore di marcio e la sua causa!

farà male alla chiesa ripulire questo putridume, ma lo deve fare, altrimenti si rischia di far marcire tutto.

e l'unico che ne sarebbe felice sarebbe il maligno!

ma la battaglia per scornarlo alla grande è iniziata e con papa benedetto, il vicario di Cristo, siamo sicuri della vittoria contro il male e il maligno!

Anonimo ha detto...

Michela: "170 vescovi che si sono nascosti in Galilea?

E quanto possono contare rispetto a quelli che sono rimasti nelle loro diocesi?"

Beh, parecchio visto che da allora Petrus l'attendibilissimo non parla d'altro, e anche su questo sito si sono usati toni apocalittici su questo mega-raduno...

ti ricordo comunque che la discussione sui numeri l'hai cominciata tu, dicendo che cosi' tante persone che parlano male del cammino (mic, gherardo, te, seby, gentile, don marcello...) non si possono sbagliare tutte: argomento che si puo' facilmente ribaltare: cosi' tanti vescovi e cardinali non possono certo sbagliarsi tutti!

comunque, ripeto, sei tu che ti avventuri in questi ragionamenti traballanti sui numeri...

Anonimo ha detto...

messaggio di newgold69

l'anonimo saccente dice:

Anonimo ha detto...
Signor Newgold69 ma dopo che hanno pulito tutto il marciume ci invita a casa sua per fare una bella festa? Che ne dice signor Newgold69?

16 aprile, 2008 19:00


Anonimo ha detto...
I cornetti li portiamo noi naturalmente,OK?

16 aprile, 2008 19:03



dato che il marciume siete voi, una volta rimossi, di sicuro non vi invito nuovamente a casa mia... e visto che si parlava di demonio... solo tu potevi venir fuori con i "cornetti".

ora... dopo questa mia risposta, non continuare a rompere con battute ed insinuazioni! chiudi il pc e vai a pregare, pensa all'eresia che stai vivendo da tanti anni, fai un bell'esame di coscienza e domani vai da un sacerdote, ovviamente che non fa parte del cammino eretico neocatecumenale e fai una bella confessione: rinnova la tua fede e ritorna nella vera e unica chiesa!

questo te lo dico col cuore... se tu continui a prendere in giro, significa che sei proprio dal demonio!

Anonimo ha detto...

ora... dopo questa mia risposta, non continuare a rompere con battute ed insinuazioni! chiudi il pc e vai a pregare, pensa all'eresia che stai vivendo da tanti anni, fai un bell'esame di coscienza e domani vai da un sacerdote, ovviamente che non fa parte del cammino eretico neocatecumenale e fai una bella confessione: rinnova la tua fede e ritorna nella vera e unica chiesa!



Signor Newgold69 ma la trave nell'occhio se l'è fatta vedere?
Ma quante volte glielo devo ripetere che non può andare in giro
con quel bastone nella pupilla!

Anonimo ha detto...

questo te lo dico col cuore... se tu continui a prendere in giro, significa che sei proprio dal demonio!

Meno male signor Newgold69 che me l'ha detto col cuore! E comunque se fossi un demonio non le conviene
parlare troppo con il cuore.
Sa, essendo una intelligenza superiore alla sua, generalmente capisco quello che pensa da piccoli movimenti del suo viso, ma se lei mi apre il cuore , la partita è bella che vinta in partenza.

Anonimo ha detto...

messaggio di newgold69

all'anonimo saccente e demoniaco che mi scrive in questo modo:

Signor Newgold69 ma la trave nell'occhio se l'è fatta vedere?
Ma quante volte glielo devo ripetere che non può andare in giro
con quel bastone nella pupilla!


io rispondo:

1. "... Ma quante volte glielo devo ripetere..." questa cosa non me l'hai mai detta!

2. sei per caso un catechista e quindi pensi che nessuno, nemmeno un prete si possa azzardare ad esprimere giudizi o idee eccetto voi?

3. concludo alla san filippo neri: brutto demonio, dalla cui bocca esce il tanfo della morte, il palo dall'occhio me lo tolgo, ma per mettertelo nel culo!!!!


e adesso vai a rompere da un'altra parte!!!

«Meno recenti ‹Vecchi   1 – 200 di 207   Nuovi› Più recenti»