martedì 1 aprile 2008

Stati d'animo e propositi

L'articolo precedente lanciava la domanda su quale atteggiamento tenere di fronte ad un evolversi problematico della situazione. Tra le diverse risposte, ho preso questa citazione di "Aloisius", che mi sembra molto bella e perfettamente calzante:

"(essere) fedeli alla Verità è una grazia di Dio, non dovuta ad alcuno, perciò “chi crede di stare in piedi, guardi di non cadere”, come dice San Paolo (I Cor. X, 12).
[per questo affidiamo al Signore e Gli chiediamo di custodire la nostra Perseveranza nella semplicità -ndr]
Così, fino a che le autorità della Madre Chiesa soffriranno della lebbra dell’eresia del neo-modernismo, preghiamo Iddio affinché noi si possa mantenere il giusto equilibrio: né avvicinandoci a loro tanto da essere contagiati dalla loro lebbra, né stando lontani da loro tanto da abbandonare la nostra Madre." (Williamson 2005)

E' ovvio che intendiamo riferirci a quella parte della Chiesa che non è in comunione con il nostro Papa Benedetto

107 commenti:

Francesco ha detto...

Denunciamo con coraggio ai nostri vescovi gli arbitri dei neocatecumenali nelle nostre parrocchie!

Seby ha detto...

Basta usare un po' di discernimento per capire che ci sono molte cose che non vanno nel CNC.
Troppe menzogne dicono i vertici di questa organizzazione. Prima dicevano che non esistevano le catechiesi scritte, poi si scopre che non e' cosi'. Poi, Kiko va in Russia per spiegare il CNC agli ortodossi, i quali (guarda caso) gli fanno fare le corse a casa dicendo che non sono interessati, ma lui che fa? Dice l'opposto creando quasi un incidente diplomatico ed e' costretto a rettificare. Poi da piu' volte false date sull'approvazione definitiva degli statuti ed infine vediamo cosa dicono sulla lettera del Card. Arinze:
fra marco da velletri ha detto...

rilegiti la risposta di newgold che di chiesa ne sa qualcosa sulle lettere tipo che inviano a chi ne fa richiesta per matrimoni ecc. Chi scrive, fa sempre riferimento al Papa, così molte lettere che escono dalle congregazioni si fregiano dell'autorità papale.
Anche quella di Arinze.
Quella lettera è frutto esclusivo di Arinze.
La Liturgia neocat non verrà cambiata in nessuna parte dallo Statuto.
E' TUTTO COME PRIMA.
METTETIVI IL CUORE IN PACE.

Falsissimo. Il papa stesso cita la lettera eccone una parte del discorso:
"L’importanza della liturgia e, in particolare, della Santa Messa nell’evangelizzazione è stata a più riprese posta in evidenza dai miei Predecessori, e la vostra lunga esperienza può bene confermare come la centralità del mistero di Cristo celebrato nei riti liturgici costituisce una via privilegiata e indispensabile per costruire comunità cristiane vive e perseveranti. Proprio per aiutare il Commino Neocatecumenale a rendere ancor più incisiva la propria azione evangelizzatrice in comunione con tutto il Popolo di Dio, i la Celebrazione eucaristica, dopo il periodo di esperienza che aveva concesso il Servo di Dio Giovanni Paolo II. Sono certo che queste norme, che riprendono quanto è previsto nei libri liturgici approvati dalla Chiesa, saranno da voi attentamente osservate. Grazie all’adesione fedele ad ogni direttiva della Chiesa, voi renderete ancor più efficace il vostro apostolato in sintonia e comunione piena con il Papa e i Pastori di ogni Diocesi. E così facendo il Signore continuerà a benedirvi con abbondanti frutti pastorali.

Leggete bene il papa dice a MIO NOME! Non a nome di Arinze. Mentitre sapendo di mentire e Cristo Gesu' e' verita'!
Qui potete trovare il discorso completo:http://www.korazym.org/news1.asp?Id=15949

Invece di adeguarsi che fanno? Mentono e se ne fregano altamente, questo e' il ripsetto che hanno per la gerarchia.

michela ha detto...

"mi avete rotto le palle a cancellare ogni mio post, sono stato chiaro?"

La prossima volta scegli un nick, e sarà più semplice seguire i tuoi interventi.

Anonimo ha detto...

che bello leggere i vostri post sono cosi pieni di.......di.......bah.......non trovo le parole....sono commosso......hehehe

ciao ragazzi...ci vediamo alla domus...

Anonimo ha detto...

e se rylco o cordes diventeranno Papa???
mic s' impicca sicuro......
:-))

Francesco ha detto...

La Domus Galilaee è il tempio del sincretismo religioso, sotto l'ala protettrice dei Lubavitcher.

Francesco ha detto...

Quantyo a Rylko e a Cordes...che badassero ai compiti di congregazione per i quali sono stati nominati,senza perdere tempo in barzellette new age al seguito di fantasmi.

michela ha detto...

Caro Francesco, ho cominciato a scrivere uno schema di punti controversi del cammino,
E solo una bozza da riordinare e correggere, non dovrebbe superare le due facciate, e potrebbe servire come guida per esprimere le nostre perplessità ai sacerdoti e vescovi.
Che ne dite?
aiutatemi ad aggiungere altri punti, sempre in maniera molto semplice.

Al 30 marzo 2008-03-30

Nelle comunità non si è recepita la lettera di Arinze sul modo di ricevere la comunione

Processione delle palme, con palme diverse
Rinnovo delle promesse battesimali in vesti bianche, separati dal resto dei fedeli
Lavanda dei piedi eseguita in un contesto non eucaristico, spesso senza sacerdote, con valenza di perdono reciproco

Domande intime agli scrutinii, sulla sessualità, sul rapporto con i genitori,...

famiglie in missione che molto spesso non conoscono la lingua e le tradizioni del luogo, e impongono il metodo neocatecumenale in toto

Metodo neocatecumenale basato su tappe, tenute segrete, che avvalora i sospetti di un percorso gnostico
Segretezza.

Liturgie eucaristiche di fatto chiuse agli altri fedeli
Liturgie eucaristiche multiple

Veglie di Pasqua doppie
Dove non è possibile fare la veglia in parrocchia vi sono comunità che affittano sale di alberghi , capannoni e a volte sale da ballo.
Di conseguenza ci sono battesimi in luoghi non consacrati in spregio al CJC can. ….

La carità è soggetta alla previa approvazione del catechista. Nessuno può fare opere di volontariato se non ha ricevuto il permesso dal catechista

Dopo il secondo passaggio viene richiesto di consegnare la decima in comunità.
Questo flusso di denaro non viene rendicontato.

Francesco ha detto...

Ottimo,Michela.

Insistiamo anche sull'assoluta disobbedienza alle prescrizioni pontificie del I dicembre 2005.

Francesco ha detto...

Non guasterebbe nemmeno riportare il bilancio complessivo degli ultimi anni della Fondazione "Famiglia di Nazareth".

michela ha detto...

E dove si può trovare?
So che in Vaticano, ben prima degli statuti hanno chiesto di rendicontare le donazioni di soldi e di terreni e beni vari.
Ma non so dove si trova il bilancio, e a quale congregazione bisogna far rifermento.

Uriel ha detto...

Se qualcuno avesse il codice fiscale della Fondazione, si potrebbe provare alla Camera di Commercio di Roma.

Uriel ha detto...

Domande intime agli scrutinii, sulla sessualità, sul rapporto con i genitori,...

Puoi anche aggiungere che spesso il catechista racconta anche fatti intimi (esempio adulteri) che la coppia gli ha raccontato, ma che la stessa coppia non era d'accordo nel rendere pubblico.

michela ha detto...

Comunque il bilancio della fondazione rappresenta solo una parte del denaro raccolto, per es. i RM hanno spesso altri canali di raccolta fondi.

Anonimo ha detto...

era l'aprile pasqua del Signore 2005 oppure vi posso citare la pasqua del 1997 quando due comunintà nc che erminarano il cammino celebararono la santa Pasqua la prima nel duomo di CivitaCastellana alla solenne veglia celebrata da monsDivo Zadi che nn è stato mai molto faveorevole al cammino,si in vesti bianche ma insieme agli altri cattolicifedeli,l'altra nel 1997 fece la santa veglia alla presenza di sua santità Giovanni Paolo II in Vaticano aSan Pietro sempre in vesti bianche ,ma cn tuttti altri fedeli.NN avrei alcun motivo per mentire nn sn abituata .Alessandra

Anonimo ha detto...

avrò pure difetto di essere nc ma nn sono una bugiarda e questo a prescindere dalle mie radici cristiane col lavoro che faccio nnposso mentire alessandra

Uriel ha detto...

Alessandra, e' inutile girare intorno al problema. I tuoi esempi sono un esempio di comunità che han terminato il Cammino e quella e' la prassi per quella tappa.

Poi sai benissimo, che di solito si fa un anno in Parrocchia ed un anno fuori, salvo casi particolari.

Che nel panorama nc ci siano poi comunità sui generis e' possibilissimo, ma sappiamo che la regola e' altra.


Mi spieghi per esempio perche' una comunità che sta facendo la redditio, superato lo scrutinio, va in Chiesa la domenica mattina (per far fare la testimonianza ad alcuni fratelli e' chiaro!), ed appena finita la redditio ritorna a celebrare in proprio?

A maggior ragioe una comunità adulta dovrebbe essere presente la domenica mattina, proprio per testimoniare con la presenza la Resurrezione del Signore.

Anonimo ha detto...

buongiorno uriel sai Tra gli antinc sei sicuramente il più dipolamatico e ci si parla bne forse perchè tusciano cm me alessandra

Anonimo ha detto...

e noi lo facciamo le comunità della mia realtà celebrano il sabato e la domenica mattina sn present i in chiesa io Uriel nn mi sento csì lontana da voi prùerchè utto ciò che mi spinge è L'amore gratuito di Dio Alessandra

stephanos78 ha detto...

Alessandra. Ma perchè devi sempre provocare? Che senso ha mettere questo messaggio ad Uriel? Tanto per dire che noi siamo "anti"? Non non siamo "anti" niente. Siamo PRO Chiesa.

Anonimo ha detto...

Per noi da 20 anni a sta parte la veglia pasquale è una in cattedrale aperta a T utti e la gioia è vedere giovani quei tanti giovani che nn frequentano abitualmente la chiesa che quel sabato notte affollano il duomo Alessandra

Anonimo ha detto...

sephanos cn lui parlo e nn mi sento giudicata da voi si forse è questa la differenzaAlessandra

stephanos78 ha detto...

Alessandra ma che c'entra la partecipazione saltuaria di chi finisce il Cammino con i problemi fondamentali del CNC e della sua "chiesa parallela"?

Anonimo ha detto...

anti nc era questo l'anti stephanos

stephanos78 ha detto...

Noi non giudichiamo te ma il Cammino. E vi sentite tuttuno con il CNC e quindi vi sentite giudicati da noi. Ma noi non vi giudichiamo e non vi condanniamo. Ci allontaniamo dalla COmunione con il CNC (e non solo) perchè non lo sentiamo Cattolico dagli insegnamenti che ci hanno dato.

Questo è quanto. E queste affermazioni confermano ancora una volta quello che pensiamo

Per non parlare di quando, come nella discussione passata, si iniziano le contumelie maledicenti nei nostri confronti per evitare l'unica cosa sensata: il confronto aperto sulla realtà che vi mostriamo e che rifiutate a priori per partito preso e senza la minima confutaizone

Anonimo ha detto...

no stephanos nn è presenza saltuaria da noi è costante e fissa catechismo ai bambini aiuto con i malati presenza alle liturgie animazione liturgie,questa è la realtànc che viviamo nella mia cittadina e se nn credete a me posso pure dirvi di venire a vedere nn temo di dirvi di edv sono sapete mia diocesi auindi....Alessandra

montmirail ha detto...

AAA - Genuine neocat product

Daniel Lifschitz

michela ha detto...

Aloessandra, vai alla messa parrocchiale per accompagnare i tuoi figli, o perchè hai qualche compito in parrocchia, ma perchè non dici che tu e tutte le comunità che hanno terminato il cammino state
facendo la cinquantina, cioè una celebrazione eucaristica quotidiana, chiusi nelle salette, per tutta la durata del tempo di Pasqua, con le vesti bianche?
Non potevate partecipare semplicemente alla Messa vespertina feriale?

Riguardo alle vesti bianche nella veglia di Pasqua, quello che mi chiedo è il perché?
Lo so che lo fate e lo fate alla presenza del vescovo, ma PERCHE' lo fate?

Anonimo ha detto...

se io lo rifiuassi nn sarei qui confrontarmi cn voi invece sn qui e francamente devo dire che la censura applicata ieri mi è sembrata in qualche modo fascistoide e nn in linea cn l'amore di Dio e la misericordia che usa nei miei riguardi, che conosco perfeamente mia realtà, Lui mi è stao sempre fedele io no Alessandra

Anonimo ha detto...

anche i bimbi che fanno il batesimo ricevono veste bianca il senso è lo stesso:rinnovando promesse battesimali nella veglia riceviamo la veste bianca:alessandra michela la nostra presenza nnè saltuaria tutti e sottolineo tuti siamo impegnati chi col forum delle famiglie chi caritas eccc

michela ha detto...

Ma tutta l'assemblea presente rinnova le promesse battesimali la notte di Pasqua, mica solo i neocatecumenali!

stephanos78 ha detto...

Fascistoide? E basta con queste basse insinuazioni!

L'applicazione di una REGOLA di convivenza e di rispetto è fascistoide?

E' ora di finirla con i fiumi di messaggi fuori-tema o con l'unico fine di sviare, o con l'unico fine di aprire polemiche su polemiche... trovandoci poi con il solito nulla di fatto e con il tema abbandonato...

Questo significa GESTIRE e ciò viene applicato da TUTTE le agorà, in rete e non!

Ma da noi diventa FASCISTOIDE!

Anonimo ha detto...

mail cammino è alla riscoperta dei segni batesimali e lafine del cammino cm segni ha questi

montmirail ha detto...

ma è normale, chi sente il bisogno di ripetere un rito, di spendere più di 20 anni per arrivarci è naturale che
ci tenga a mostrare la medaglia.
E' uno sforzo immane che ha svolto
da sè stesso su sè stesso..è entrato nel sepolcro è riuscito , è rientrato
è riusciuto, è disceso è risalito , ma senza discesa niente bonus..ecc.ecc. senza "macelli"
niente ascesa...senza cancri niente
vocazioni...

Anonimo ha detto...

sephanos a me nn sembra di aver detto cose senza senso io ho sempre riportato la mia esperienza nn ho visto nel mio dire sterile polemica , ho cercato per quanto possibile di dare il mio punto di vista senza offendere,mi sembra di essere stata corretta cm etica Alessandra

michela ha detto...

La vostra presenza non è saltuaria nelle parrocchie perchè da un certo punto in poi del cammino, i nc fanno il loro servizio in parrocchia come lettori, cantori, catechisti.
Ma in realtà non puoi negare che la cinquantina la fate separati dalla parrocchia.

Siete presenti solo quando avete un servizio da fare, solo per aumentare la visibilità dei nc in parrocchia.
Ma non siete presenti come popolo di Dio, insieme con gli altri fedeli, seduti insieme negli ultimi banchi.

Quanti nc, frequentano la parrocchia se non hanno nessun 'incarico' da svolgere: assai pochi, forse solo quelli che avevano già ricevuto un'educazione religiosa da piccoli, ma i lontani i neo-convertiti in chiesa non ci mettono piede se non per fare qualcosa.

Non puoi negare che le vostre liturgie sono legate al 'fare qualcosa', una liturgia semplice, in cui si ascolta solo, si prega e si contempla non è neanche liturgia per voi.

Anonimo ha detto...

io sn cattolica nn mi sento cristiana arrivata ma Ritengo Dio la parte più imporante della mia vita e se il cammino nc mi ha riavvicinato alla chiesa lui lo considero solo un mezzo e uno strumento per me IL MIO DIO è lo stesso vostro io nn idolatro i miei catechisti loro hanno svolto servizio cm io faccio cn i bambini.per me esiste la parola di Dio nn di Kiko kiko è uno strumento Alessandra

stephanos78 ha detto...

Alessandra, non discuto la TUA correttezza. Dico che non si può lasciare nell' anarchismo una qualsiasi realtà di gruppo. Alla base DEVE esserci una Regola CONDIVISA e RISPETTATA... E FATTA RISPETTARE. Punto.

La Regola dei Forum di Discussione in genere è IL TEMA della Pagina! Anche USCIRE troppe volte dal Tema richiede un intervento per RI-ENTRARE in tema. E nessuno deve sentirsi sotto REGIME per questo. O sbaglio?

Uriel ha detto...

Anonimo ha detto...
buongiorno uriel sai Tra gli antinc sei sicuramente il più diplamatico e ci si parla bne forse perchè tusciano cm me alessandra

Nel Cammino ci sono stato per 13 anni e non rinnego assolutamente quegli anni. Dico soltanto che qualcosa che non va c'e'

Non critico (nel senso negativo del termine)la tua scelta, come quella di altri fratelli, dico soltanto che e' tempo che il Cn si fermi e rifletta su dove sta andando.

Di sicuro qualcosa che non va c'e' se una comunità dopo 10-15-20 anni di cammino predilige la celebrazione "privata" a quella in Chiesa la domenica mattina.

Ti ripeto, un'oasi non rende il deserto una pianura lussureggiante.

montmirail ha detto...

«la mediazione operata da Bugnini e Vagaggini riveste un ruolo fondamentale nel far passare nella sostanza istanze nuove, utilizzando
un linguaggio o categorie teologiche
di tipo tradizionale» (pag.137)

AA.VV Verso il Concilio Vaticano II.
Passaggi e problemi della preparazione conciliare (a cura di G.Alberigo e A.Melloni)

stephanos78 ha detto...

Alessandra. Il Cammino NC non riavvicna alla CHiesa ma alla SUA Chiesa. POi è ovvio che la situazione non potrà essere monolitica. Io lodo Dio per te e per la tua Fede. Se ami la Chiesa Cattolica è per la Grazia di Dio e pe la tua Volontà che ha accolto Lei per come è. Ma questo è il risultato della permanenza di DUE Verità e della "vittoria" di quella giusta. Non la prova che il Cammino è "mezzo".

La realtà del Cammino è quella della "Chiesa Parallela", della "Nuova Estetica" (la prova più grande della diversità dela Cammino. La CHiesa Crede e Insegna che ad una Liturgia Diversa, a una "Estetica" diversa, corrisponde una DIVERSA Fede), della "nuova evangelizzazione".

stephanos78 ha detto...

Comunque voglio precisare una cosa:
nessuno di noi (penso di parlare per tutti) RINNEGA iL Cammino percorso.

Ne riscontriamo l' "alterità". E il progetto auto-referenziale. Personalmente grazie alla "fissa" del Cammino per la "Parola" ho ripreso confidenza con i Salmi. E mi sono avvicinato alla Lectio Divina della CHiesa, che è diversa dai Canoni del Cammino.

Ma, e qui parlo per me, approfondendo mi sento di negare la mia comunione col Cammino non perchè lo disprezzi ma perchè non c'è!

gherardo ha detto...

Alessandra forse non ha capito che nessuno qui
le sta chiedendo di rinnegare il CN.
Ella pero' vorrebbe di piu'
vorrebbe che noi tutti le confermassimo e riconoscessimo che la sua
esperienza e' la piu' bella e perfetta esperienza spirituale che esista
e chi lo nega e' un indemoniato.

Mi dispiace Alessandra ma
questo non possiamo
farlo. Non ci azzardiamo nemmeno a esprimere giudizi sulla tua esperienza personale, ma e' un fatto che
molte persone,
evidentemente non tu (lo spero per te)
hanno vissuto e sofferto
le contraddizioni del Cammino sulla propria pelle.
Il Cammino N. ha pesanti pecche ed errori
e piu' si dimostra
refrattario alle correzioni che la Chiesa
sta da un po' cercando
di apportarvi (Statuti,
richiami sulla liturgia ecc) piu' grave e piu' esteso e' il danno che esso arreca a una buona percentuale delle persone che raggiunge (per non dire alla Chiesa stessa visti i giochi di potere messi in moto dal leader maximo).

E' proprio per preservare il buono del lavoro fatto
che il CN (leggi il leader maximo) dovrebbe
umilmente mostrarsi docile
alla correzione fraterna
anzi materna della Chiesa.
Questo purtroppo
e' l'opposto di quello
che avviene in realta'

michela ha detto...

Neanche io rinnego il cammino.
Sicuramente la fede dei nc non è qui in discussione.
Però ci sono due piani dell'esperienza religiosa neocatecumenale che non si possono dimenticare.
a. un piano esterno, che è quello che ha descritto Stephanos, e cioè una prassi che porta a costruire un'altra chiesa, ma che può avere indirette ricadute positive, può aiutare a scoprire elementi della Chiesa, della liturgia o della Scrittura che non si conoscevano.

b. il piano interno,personale, che corrisponde ad uno stato d'animo delle persone che le porta ad affidarsi ad altre persone, in maniera cieca.
Per entrare nel cammino bisogna essere ciechi sulla propria realtà e soprattutto continuare a voler essere ciechi. I finti peccati che si riscoprono nella prima fase sono fumo negli occhi, ti fanno credere di conoscerti meglio, ma sono piccole cose rispetto alle grandi ferite e sofferenze che con il cammino si cerca di sublimare, e che non vengono mai alla luce finchè si resta nel cammino.

Ma se una persona si mette da sola in questa situazione e si trova poi costretta a difendere le bugie dei fondatori,
a negare la violenza degli scrutinii,
ad essere incapace di spiegare il senso di quello che sta facendo, allora vuol dire che quella persona in questo momento ha bisogno di essere cieca.

Io non rinnego neanche questo: ci sono dei momenti nella vita in cui abbiamo bisogno di sentirci protetti, non siamo tutti superman.
Di tutto questo me ne sono accorta solo dopo essere uscita dal cammino. Prima credevo di vedere, di essere guarita come il cieco nato.
Adesso la Parola che risuona in me è 'alzati e cammina', anche 'prendi il tuo lettuccio', che vuol dire che il segno della mia malattia sarà sempre con me, visibile, e che non avrò miracoli da testimoniare.

Anonimo ha detto...

Adesso la Parola che risuona in me è 'alzati e cammina', anche 'prendi il tuo lettuccio', che vuol dire che il segno della mia malattia sarà sempre con me, visibile, e che non avrò miracoli da testimoniare.

Brava Michela, vedo che stai facendo dei grossi passi in avanti.
Sinceramente.

gherardo ha detto...

Non so se c'e' ironia
nell'ultimo commento
ma una osservazione
mi viene di fare sui cosiddetti frutti-miracoli,
ossessione del Cammino.

Gesu' faceva miracoli non per impressionare le persone
li faceva semplicemente
per amore o perche' mosso da pieta' anzi come riscontriamo nel Vangelo diffidava i "miracolati" dall'andare in giro a propagandare il miracolo proprio perche' sapeva quanto ingannevole
potesse essere una fede basata sui "miracoli"
e non sull'incontro diretto, vero, autentico con Lui.
E invece si compiaceva
se i "miracolati" si fermassero a ringraziarlo
riconoscendo cosi' nell'incontro autentico con Lui la vera fonte
di vita di cui il miracolo e' una conseguenza che al cospetto diventa secondaria.

Propagandare i miracoli
i "frutti"-miracolosi
in modo ossessivo con cui
si fa nel Cammino
puo' portare ad un'affiliazione distorta
specialmente nel modo in cui viene fatto nel Cammino.


Perche' e' innegabile
come nelle farse (scusate ma non riesco davvero a definirle in altro modo)
delle redditio
o di altri momenti del Cammino
quest'ossessione dei frutti e' collegata
all'incontro col "CAMMINO".

Questo e' un punto
davvero di rivelazione.

In tutte queste manifestazioni di "frutti miracolosi"
il riflettore e' sull'incontro col CAMMINO
e non con Gesu' (o solo secondariamente).

Che poi ci sia qualcuno che in questa confusione
riesca a discernere le
cose in modo corretto
questo e' per me il vero
autentico miracolo.

Ma che tutto in questi "momenti" sia orchestrato in modo che i
riflettori siano puntati
sull'"incontro col Cammino"
come sorgente dei frutti
miracolosi
questo purtroppo e' un fatto.

Omen ha detto...

Perdonate la franchezza, ma affermazioni come quelle che auspicano l'autocorrezione da parte di Kiko sono proprio illusorie e fuori dal mondo.

Alcuni sulle pagine iniziali del blog hanno lucidamente analizzato il progetto neocatecumenale ed evidenziato come, trattandosi di un programma di riforma radicale della Chiesa, non contempla aggiustamenti o correzioni di sorta.

E' ingenuo aspettarsi professioni di sottomissione e di umiltà da parte dei capi del Cammino, al di fuori di strategie opportunistiche e circostanziali adottate di volta in volta.
Semplicemente perchè, dal loro punto di vista ogni cambiamento, ogni trasformazione da loro progettata è coerente con il programma generale di riforma, affinato e modulato man mano lungo un arco quarantennale.

Pertanto, le affermazioni che fanno generico riferimento a "qualcosa che non va" nel Cammino, al dovere di sentirsi fratelli con i NC, ad un embrassons nous molto cristiano ma anche molto ingenuo e superficiale non tengono conto della radicalità del progetto NC.

La citazione di Williamson che apre questa pagina mi sembra ben più cogente ed opportuna, anzichè generici appelli che sembrano ignari della vera posta in gioco: la sopravvivenza stessa della Chiesa cattolica apostolica romana per come consolidata nei millenni.

La grande, inusitata abilità dei capi neocatecumenali è stata indubbiamente quella di inoculare il germe del cambiamento eversivo in modo silenzioso e sotterraneo, cercando di acquisire adepti e simpatie il più possibile prima di essere scoperti.

Ciò che inquieta tutti quanti scriviamo su questo blog, il silenzio ostinato delle gerarchie sull'intera vicenda, è esattamente il risultato di una infiltrazione che oggi è arrivata a coinvolgere un numero talmente alto di alti prelati, vescovi, sacerdoti e fedeli - e il caso della visita collettiva attuale alla Domus è emblematica - da porre non pochi problemi al vertice della Chiesa, Papa in primis, non dico a scomunicare esplicitamente la palese eresia neocatecumenale ma neppure ad adottare severe sanzioni.

Tale purtroppo è lo stato delle cose, e fino a che non emergerà nel corpo ancora sano della Chiesa una vasta, corale ed autorevole presa di posizione contro lo stato di cose provocato dalla diffusione del neocatecumenato nel mondo cattolico, nulla si potrà contro il pericolo micidiale che esso rappresenta, neppure da parte del nostro pur vigile Papa Benedetto.
Al momento, è troppo forte lo squilibrio tra la forza palese dei neocatecumenali e quella di chi li respinge in nome dei più sacri valori della Chiesa.

stephanos78 ha detto...

COncordo con Omen. Certo, la situazione è molto complessa. Ma il radicamento del Cammino gioca molto sulla parzialità e ambiguità su cui si muove. E sul solito colpo al cerchio e alla botte per espandersi. E' "eresia" nel senso più vero del termine. Prende "Parte" della Vertià... Distorcendola per attuare il proprio piano.. Ma questo getta fumo negli occhi dei piccoli...

gherardo ha detto...

Omen
e' chiaro che Kiko
non si autocorreggera' mai
non so chi ti ha dato l'impressione
di credere questo.

Basterebbe che accettasse
le correzioni che la Chiesa
gia' gli ha impartito.

O che la Chiesa
gliele imponesse in modo
piu' efficace.


Abbiamo gia' detto ampiamente
che il CN e' DISOBBEDIENTE
alla CHiesa.

Quindi non si tratta di autocorreggersi
le correzioni sono gia' state impartite.

Pero' basta conoscere un po' di storia
della Chiesa per capire che
le vie della cosiddetta "romanita'"
raramente sono quelle dirette
o quelle che uno
si aspetterebbe da chi applica
l'evangelico "si si no no"

Teo ha detto...

Forse, Gherardo, bisognerebbe guardare ad altri aspetti reconditi in questa triste e disgraziata vicenda, in parte già richiamati da Omen
In fondo, il problema non è Kiko e il suo progetto.
Il problema è chi se ne è lasciato attrarre e sedurre, pur avendo gli strumenti intellettivi, spirituali, culturali per respingerlo.
Voglio dire, non c'è peggiore battaglia di quella perduta prima di essere iniziata, e la situazione della Chiesa attuale ricorda quella di quelle antiche roccaforti, le quali, pur munite di difese imponenti, viveri e soldati, all'apparire dei barbari all'orizzonte non hanno trovato di meglio che aprire le porte e gettarsi nelle loro braccia, procurandosi con le loro stesse mani il martirio, che senza tale resa, ci poteva essere oppure no, secondo la volontà di Dio. Il quale, come è noto, aiuta chi si aiuta e non chi si vuole perdere, per stanchezza, disaffezione, noia e magari il desiderio di rinvigorire la propria fede con qualche novità interessante, si avventura per sentieri sconosciuti senza minimamente accorgersi di essere finito nelle sabbie mobili.

gherardo ha detto...

Anch'io credo che una chiara presa
di posizione della Chiesa
sia l'unico modo per far uscire
dall'ambiguita' tutta questa situazione
e privare il leader maximo dei mille
alibi e altrettanti appoggi
laterali che si e' creato pur di non ubbidire al Papa.

Pero' non mi faccio illusioni
in proposito, proprio
alla luce della storia
della Chiesa in cui prese di posizione di questo tipo su questioni "interne"
sono state rare e comunque tardive.

Non mi faccio molte illusioni in proposito anche perche' ogni provvedimento severo preso ora sarebbe comunque tardivo e siccome in tutti questi anni la Chiesa ha investito, nolente o volente, nel CN
e' difficile pensare che il Papa
stesso o chi per lui voglia assumersi una tale responsabilita'.

Pero' per come si stanno giocando
le cose in Vaticano mi sembra
che siano arrivate a un punto che
o il Papa smentisce se stesso
e cede totalmente a Kiko approvando
il Cammino e anche le sue liturgie,

o deve reagire in qualche modo plateale
alla disobbedienza

oppure si trovera' un modo alternativo
che lascera' in sospeso
ancora a lungo la questione.

La terza ipotesi purtroppo
credo sia la piu' probabile ma anche la piu' dannosa a meno che non si riesca
nel frattempo a frenare il lavoro
di "insinuamento" del CN a tutti i livelli della Chiesa.

Purtroppo chi ci rimette maggiormente
in queste situazioni sono
sempre "i piccoli" .

PS
Agli aspetti "reconditi"
abbiamo
abbondantemente guardato
ma piu' che a ricavarne sconsolamento
non e' servito.

Den ha detto...

Sembra che tra Omen, Teo e Gherardo, stiamo arrivando ad una sintesi.
E' interessante e singolare la notazione di Gherardo sulla Chiesa che avrebbe investito nel CN.
Ciò da una parte conferma una certa reattività dei NC quando dicono di sentirsi "dentro" la Chiesa. Dall'altra conferma che i seminari RM non sono piovuti dal Cielo, ma rientrano in quell' "investimento".
Che poi si sia trattato di un investimento sbagliato, a perdere come si dice, lo si è scoperto molto dopo.
Comunque, abbiamo davanti tre ipotesi di soluzioni.
Primo, il Papa smentisce se stesso, approva Kiko e le sue liturgie.
Secondo, il Papa reagisce in modo eclatante alla disobbedienza, magari con una scomunica.
Terzo, il Papa (la Chiesa) decide di non decidere e lascia il tutto in un limbo indefinito.
Sembra la situazione di un malato di cancrena: mentre la malattia continua a progredire, non si provvede ad amputare, si continuano a somministrare palliativi e nel frattempo ci si affida alla Divina misericordia.
Ma Teo ci ricorda che Dio aiuta chi si aiuta...

mic ha detto...

Riposto con mie annotazioni, un po' frettolose, ma intanto essenziali, la scheda predisposta da Michela. A voi il seguito...

Nelle comunità non si è recepita la lettera di Arinze sul modo di ricevere la comunione
Il problema non è solo la disobbedienza, quanto il persistere nell'interiorizzare una teologia "altra", che è alla bese del rito

Processione delle palme, con palme diverse
Rinnovo delle promesse battesimali in vesti bianche, separati dal resto dei fedeli
Lavanda dei piedi eseguita in un contesto non eucaristico, spesso senza sacerdote, con valenza di perdono reciproco

a tutto scapito del sacerdozio ministerale, in quanto celebrata da laici, spesso senza neppure la presenza del sacerdote (ma quando c'è, raramente perché non dice nulla?) e con ritualità del tutto 'staccata' da quella della Chiesa
enfatizzazione della 'separatezza' e di ritualità anomale rispetto alle prescrizione ecclesiali (applicano a battezzati - con l'aggiunta di suggestioni e innovazioni proprie - quello che le norme OICA prevedono per i non battezzati)

Domande intime agli scrutinii, sulla sessualità, sul rapporto con i genitori,...
mancato rispetto del foro interno, in spregio a quanto prescritto dallo Statuto; il che dimostra la Non volontà di adeguarsi e di mantenere la proprie frote identità che fa del Cammino NC un 'unicum'

famiglie in missione che molto spesso non conoscono la lingua e le tradizioni del luogo, e impongono il metodo neocatecumenale in toto
(la cosiddetta "implantatio ecclesiae" consiste nel creare nuovo Comunità NC - mai integratesi con la parrocchia se non persostituirsi ad essa - e sostanzialmente nella proliferazione del Cammino e non della Chiesa cattolica)

Metodo neocatecumenale basato su tappe, tenute segrete, che avvalora i sospetti di un percorso gnostico
Segretezza.

(contenuti: insegnamenti tratti prevalentemente dall'AT, Talmud, Midrash vari e non dal Nuovo Testamento se non per ragioni strumentali al Cammino; metodi lesivi della dignità della persona più propri di una realtà settaria che di un sedicente movimento ecclesiale)

Liturgie eucaristiche di fatto chiuse agli altri fedeli (con elementi sincretistici e innovazioni arbitrarie introdotte dall'iniziatore che nulla hanno di cattolico)
Liturgie eucaristiche multiple

Veglie di Pasqua doppie senza alcun rispetto delle prescrizioni della Paschalis solemnitatis dell'88, che dicono non li riguardi, come tutto il resto del Magistero
Dove non è possibile fare la veglia in parrocchia vi sono comunità che affittano sale di alberghi , capannoni e a volte sale da ballo. Di conseguenza ci sono battesimi in luoghi non consacrati in spregio al CJC can. ….

La carità è soggetta alla previa approvazione del catechista. Nessuno può fare opere di volontariato se non ha ricevuto il permesso dal catechista l'anomalia sta nel fatto che il catechista è il vero "pastore" e guida, in luogo del sacerdote e del vescovo, con la scusa che avrebbe ricevuto 'mandato' dal vescovo che in realtà è investitura dell'iniziatore che nei suoi insegnamenti non riconosce la gerarchia, salvo a strumentalizzarla quando gli serve per avere imprimatur. La cosa più grave è che il catechista è l'unico che può dire "se hai lo Spirito Santo", in virtù di quale carìsma? Neppure un Vescovo può dare un carìsma del genere, che viene direttamente da Dio...

Dopo il secondo passaggio viene richiesto di consegnare la decima in comunità.
Questo flusso di denaro non viene rendicontato

mic ha detto...

"Ma Teo ci ricorda che Dio aiuta chi si aiuta..."

sono decenni che le anomalie vengono denunciate, hanno parlato sacerdoti, sono fioccate testimonianze da ogni dove, ora anche la base più consapevole si sta sensibilizzando... ma NULLA SI MUOVE, si GRIDA NEL DESERTO e forse la nostra Chiesa sta rischiando la desertificazione - perché realtà come il Cammino NC sono gramigna, non piante commestibili e salutari -
se non interverrà un soccorso speciale

Anonimo ha detto...

gherado io nn voglio che voi rinneghiate voi stessi ,ma vorrei che foste solo tolleranti cn altre membra diverse da voi cm un piede lo è cn la mano,ribadendo,ciò,che avevo detto nel mio primo inervento,siamo tutti parte della stessa Chiesa Universale nc ac focolarini ecccc Alessandra

mic ha detto...

ma vorrei che foste solo tolleranti cn altre membra diverse da voi cm un piede lo è cn la mano

questo è un GROSSO EQUIVOCO: qui non si tratta di membra diverse dello stesso corpo: il cammino E' UN CORPO ESTRANEO alla Chiesa anche se molto ben mimetizzato!!!!

Ci può cascare solo chi non lo conosce o lo conosce superficialmente!!!

Anonimo ha detto...

Leggiamo su AVVENIRE:
Cammino neocatecumenale, i vescovi riuniti alla Domus Galileae: «Un carisma prezioso per l’Europa»
GERUSALEMME. Nove cardinali e 160 arcivescovi e vescovi europei si sono riuniti presso la «Domus Galileae» sul Korazim, il Monte delle Beatitudini, durante l’Ottava di Pasqua, per riflettere sulla nuova evangelizzazione dell’Europa e sul ruolo del Cammino neocatecumenale, «nel luogo dove Gesù proclamò le beatitudini e da dove inviò gli Apostoli per la missione universale». «Riconosciamo con gratitudine – scrivono i presuli nel comunicato finale dell’incontro – che, tra le numerose grazie concesse dallo Spirito Santo alla Chiesa del nostro tempo, il Cammino neocatecumenale rappresenta con il suo itinerario di iniziazione cristiana un carisma potente per rafforzare lo slancio missionario che sorge dalla rigenerazione battesimale e dare una risposta alla situazione drammatica della scristianizzazione dell’Europa». L’avvenire del Cammino, aggiungono i vescovi, «dipenderà per gran parte dall’amore paterno con il quale noi vescovi accoglieremo questo carisma, accompagneremo da vicino i Seminari Redemptoris Mater e incoraggeremo le famiglie tanto preziose delle Comunità neocatecumenali».

mic ha detto...

Ecco, appunto!

Anonimo ha detto...

Gherardo: Basterebbe che accettasse
le correzioni che la Chiesa
gia' gli ha impartito.
*********************
Ci sarà un motivo a te sconosciuto. Accettalo.
------------------------
Gherardo: O che la Chiesa
gliele imponesse in modo
piu' efficace.
***************************
Se non lo ha fatto avrà i suoi motivi. Cosa pretendi di sapere tutto?
--------------------------------
Gherardo: Abbiamo gia' detto ampiamente
che il CN e' DISOBBEDIENTE
alla CHiesa.
******************************
E con questo dimostri la tua di disobbedienza e presunzione.

Come puoi dire quindi di rimetterti alla volontà di Dio che non vedi se non sei capace di rimetterti alla volontà del Papa che conosci.

La volontà del Papa è che il Cammino NC cammini così come ha fatto in questi 40 anni.
Camminare vuol dire anche perfezionarsi.

Claudio

Anonimo ha detto...

Bravo MIC. Tu ne sai più di otto cardinali e 170 vescovi messi insieme. Alla faccia della superbia !

Uriel ha detto...

Da Avvenire
..e incoraggeremo le famiglie tanto preziose delle Comunità neocatecumenali».

E porca pupazza mo esistono pure le famiglie di serie a e serie b.

Di chi ..azzo sono figli i miei figli di un Dio Minore? e lo scrivo pure la maiuscola.

Ma fatemi il piacere!!!

Anonimo ha detto...

mic scusa ma io il cammino l'ho finito tre anni fa,per quel che mi compete lo conosco, e sono anche catechista, l'ho vissuto e credimi io sn di nuovo nella chiesa Grazie al cammino e nn smetterò mai di dirlo,io mi ero persa la paernità di Dio ora a distanza di 20 lunghi anni lo sento nuovamente mio Padre io mi ero allontanaa e ora sn di nuovo nella chiesa Alessandra

francis ha detto...

Se qualcuno avesse il codice fiscale della Fondazione, si potrebbe provare alla Camera di Commercio di Roma.

Sede legale in Spagna

Uriel ha detto...

francis ha detto...
Se qualcuno avesse il codice fiscale della Fondazione, si potrebbe provare alla Camera di Commercio di Roma.

Sede legale in Spagna

Hanno buoni fiscalisti.

Anonimo ha detto...

anonimo 14:40

ho avuto anch'io la stessa esperienza -- ero fuori dalla chiesa all'inizio non potevo sopportare le liturgie che non fossero nc, ma adesso proprio il cammino mi ha insegnato ad apprezzare tutte le liturgie eucaristiche, dentro o fuori dal cammino.

ma e' fiato sprecato -- qualsiasi cosa posti qui che non va a genio a quelli dei blog lo chiamano "spot".

Anonimo ha detto...

quello di cui questi non si rendono conto e' che pochi nc si preoccupano del contenuto del direttorio catechetico, ma non ce n'e' uno che non abbia in casa il catechismo e non lo usi per preparare le celebrazioni

Uriel ha detto...

E ritorno sulla frase felice:

e incoraggeremo le famiglie tanto preziose delle Comunità neocatecumenali».

Qui si cade veramente nel ridicolo: famiglie preziose e non.
Ma che cacchio si va dicendo. Veramente il cristianesimo sta diventando per eletti!!! speriamo che qualcuno trovi una formula per innalzare il numero degli eletti oltre i 144.000!!!

Ebbene, oggi piu' che mai sono contento di essere uscito dal Cn, di essere di serie infima e che la mia famiglia non sia preziosa agli occhi di questi prelati!!!!

Uriel ha detto...

Anonimo ha detto...
quello di cui questi non si rendono conto e' che pochi nc si preoccupano del contenuto del direttorio catechetico, ma non ce n'e' uno che non abbia in casa il catechismo e non lo usi per preparare le celebrazioni

Infatti, negli ultimi anni, il prezzo causa la domanda e' salito alle stelle.....

Anonimo ha detto...

uriel, quindi alla fine il problema e' l'invidia

l'anti-kiko ha detto...

ci vorrebbe un decalogo dell'anticatecumeno.
Qui leggo solo post infiniti.
Ci vuole una cosa molto semplice in pochi punti al massimo 20 o 30 di problemi, non pagine per dimostrare che kiko è un presunto eretico.
Alcuni punti molto brevi e concreti.
E' inutile riportare sempre la lettera di Arinze, ma il problema che vi è alla base: la disobbedienza a....questo, questo e questo, eresia su questo questo e questo ecc.

Così chiunque interviene sa dove si fondano le vostre tesi.

Brevi, concisi e compendiosi.

Lutero affisse 95 tesi. Per chi le conosce sa che erano brevissime e incisive, poi vengono i trattati esplicativi.

Le tesi antikiko possono anche essere poi affisse sulle porte delle Chiese dove ci sono comunità e inviate a parroci e vescovi, e se avete paura delle spese postali inviate e-mail?

Anonimo ha detto...

io nn ero fuori la chiesa io ero dentro e ne sono uscita.Ero in A.C ma poi l'uragano si è abbatuto su me e nn vedevo più in Dio un Padre, il cammino mi ha aiutato a ritovare la mia paernità celeste ,fino alla mia militanza in A.C anch'io giudicavo aspramente il cammino nc Alessandra

Uriel ha detto...

uriel, quindi alla fine il problema e' l'invidia


Ma Vaff......

mic ha detto...

"Dio ora a distanza di 20 lunghi anni lo sento nuovamente mio Padre io mi ero allontanaa e ora sn di nuovo nella chiesa Alessandra"

la solita "esperienza" personale che non tiene conto della miriade di altre esperienze e degli "argomenti" da noi sviluppati

Credo a quello che dici, ma non so con quale Padre ti stai relazionando... il fatto che sei catechista e che hai finito il cammino non toglie e non aggiunge nulla

ti sei accorte che non fai che inondarci della TUA esperienza che ha la stesa dignità della mia e di tutte le altre qui portate?
Noi non stiamo parlando SOLO di esperienza e di 'Sentire', stiamo parlando di qualcosa di più sostanzioso... e sono pagine ormai che non riesci ad accorgertene

l'anti-kiko ha detto...

Cosa ne sa un praticante della domenica della lettera di Arinze sconosciuta ai più, ma se va in Chiesa e sul portone legge un foglietto breve e poi trova lo stesso ciclostilato anche sul banco delle riviste, lo prende lo porta a casa e lo legge.

Mi sembra così semplice!

mic ha detto...

Le tesi antikiko possono anche essere poi affisse sulle porte delle Chiese dove ci sono comunità e inviate a parroci e vescovi, e se avete paura delle spese postali inviate e-mail?

sul sito ci sono le principali difformità tra cammino e chiesa.

Perché gentilmente non te le guardi e ci aggiungi le tue?

mic ha detto...

uriel, quindi alla fine il problema e' l'invidia

slogan, slogan niente altro che slogan, non parliamo con delle persone ma con dei 'ripetitori' di slogan...

mic ha detto...

La volontà del Papa è che il Cammino NC cammini così come ha fatto in questi 40 anni.
Camminare vuol dire anche perfezionarsi.


dimostracelo

Anonimo ha detto...

"il cammino E' UN CORPO ESTRANEO alla Chiesa anche se molto ben mimetizzato!!!!"

slogan, slogan niente altro che slogan, non parliamo con delle persone ma con dei 'ripetitori' di slogan...

mic ha detto...

Bravo MIC. Tu ne sai più di otto cardinali e 170 vescovi messi insieme. Alla faccia della superbia !

se taceremo noi parleranno le pietre!!!
e saranno macigni!!!

Uriel ha detto...

mic ha detto...
uriel, quindi alla fine il problema e' l'invidia

slogan, slogan niente altro che slogan, non parliamo con delle persone ma con dei 'ripetitori' di slogan...


No Mic, qui non siamo di fronte ad uno slogan, ma a dei Principi della Chiesa che cominciano a discriminare pure il Sacramento del Matrimonio.

Anonimo ha detto...

no forse nn ci spieghiamo di fronte a tanti documenti anti nc cene sono molti pro e nn lo dico per propaganda kikiana ma perchè basta aprire siti nn so se sai ma se vai su korazim lo vedrai che la diocesi di roma aveva in "mostra"la locandina per una nuova catechesi pensi che se il Vesvoco di Roma fosse stato contrario sarebbe apparso l'invito sul sito? Alessandra

mic ha detto...

"il cammino E' UN CORPO ESTRANEO alla Chiesa anche se molto ben mimetizzato!!!!"

slogan, slogan niente altro che slogan, non parliamo con delle persone ma con dei 'ripetitori' di slogan...


sarebbe davvero uno slogan se non fosse dimostrato in tutte le salse, con ogni tipo di documento sia qui che sul sito... non ciurliamo nel manico, per favore!!!

Anonimo ha detto...

"se taceremo noi parleranno le pietre!!!
e saranno macigni!!!"

si', si', certo...

mic ha detto...

dice Uriel:

No Mic, qui non siamo di fronte ad uno slogan, ma a dei Principi della Chiesa che cominciano a discriminare pure il Sacramento del Matrimonio.

Dice Alessandra:

se vai su korazim lo vedrai che la diocesi di roma aveva in "mostra"la locandina per una nuova catechesi pensi che se il Vesvoco di Roma fosse stato contrario sarebbe apparso l'invito sul sito?

ecco che cosa si intende per Grande Apostasia, e non sono mai stato millenarista... ma da quello che vedo non posso che dire questo e inorridire...

l'anti-kiko ha detto...

ma siete proprio un gruppo di esaltati, il buon senso sapete cosa significa?

Chi volete che legga quintali di vostre elucubrazioni contro Kiko, o chi volete che legga i mamotreti che pubblicate di centinaia di pagine.

Sul sito c'è tutto, ma chi volete che perda tempo a leggere.

Non c'è tempo per leggere le encicliche e i documenti papali sempre più numerosi e corposi, e uno dovrebbe leggere quello che scrive mic o seby o stephanos. Vi seguo da alcuni giorni, qui vengono solo per dileggiarvi, e farvi arrabbiare, c'è lara che non legge più i post e perde il suo tempo solo per cancellare i post contro di voi.
Lo dice sempre nei suoi post, non ho fatto a tempo a leggere niente ma ho tanto cancellato.

Svegliatevi ragazzi

Anonimo ha detto...

Mic, fidati !

l'anti-kiko ha detto...

Fatevi seguire da un sacerdote che sa come agire.
Lasciate il post a qualcuno con i cosiddetti e vedrete che Kiko o quant'altri vola via in quattro e quattrootto.

I Vescovi hanno sempre appoggiato la Dem. Crist. e poi si è scoperto cosa facevano.
I l potere religioso non si mette mai contro un movimento così potente, cerca di assorbirlo e se non ci riesce lo si incoraggia per stare sul "carro" del più forte.

A Napoli per anni c'è stato un Cardinale in odore di mafia e la chiesa non l'ha mai minimamnte toccato, Milingo ha fatto il comodo suo e solo dopo che si è sposato è stato riportato un po' all'ordine ma per poco tempo.
In America tutti sapevano cosa facevano alcuni preti ai ragazz.... e nessuno e mai intervenuto anzi vi erano delle norme che copribvano la faccenda.
Cosa volete abbiamo i porporati che meritiamo.

Anche su questo sito c'è la Pulce che chiama il Cardinal Bertone, il pelato bertoni.

Non c'è rispetto da alcuno per alcuno.

l'anti-kiko ha detto...

dimenticavo e nessuno cancella il linguaggio dissacrante della Pulce perché vostro compare.

I compari non toccano i compari.

Kiko riempie di denaro sonante le tasche di tanti chi volete che lo tocchi.

mic ha detto...

"Svegliatevi ragazzi"

penso che hai perfettamente ragione e che qello che hai proposto lo realizzeremo e ci vuole...

Comunque le considerazioni più estese, i documenti, sono per chi non conosce questa realtà e vuole approfondire. (considera che c'è anche chi sarebbe TENUTO ad approfondire: sacerdoti, parroci, ecc., ecc.)

E' efficace la comunicazione essenziale ma credo che occorra anche l'approfondimento e la motivazione delle affermazioni tipo "proposizioni" come giustamente le chiami tu

l'anti-kiko ha detto...

se tutto questo è nato per divertirvi allora lascitae divertire anche gli altri senza cancellare i post almeno si ride in tanti.
Ma se fate i seri e poi lasciate scorazzare un dissacratore come la pulce siete patetici.

Amate tanto la Chiesa ma lascitae che la pulce la dissacri chiamando "pelati" i prelati, beffeggiando il Cardinal bertone o il Cardina Sepe o altri

A questo punto Vergognatevi

mic ha detto...

A Napoli per anni c'è stato un Cardinale in odore di mafia e la chiesa non l'ha mai minimamnte toccato, Milingo ha fatto il comodo suo e solo dopo che si è sposato è stato riportato un po' all'ordine ma per poco tempo.
In America tutti sapevano cosa facevano alcuni preti ai ragazz.... e nessuno e mai intervenuto anzi vi erano delle norme che copribvano la faccenda.
Cosa volete abbiamo i porporati che meritiamo.


qui non ti seguo perché è un discorso disfattista che prende alcuni dati della realtà e li assolutizza...

mic ha detto...

A questo punto Vergognatevi

ci stiamo cospargendo il capo di cenere ;)

noi dovremmo vergognarci per due righe di "satira" in un "corpus" di argomentazioni serie e chi non obbedisce al Papa sfrontatamente, con l'aiuto dei "Pelati" di cui parli, no?

l'anti-kiko ha detto...

tu confondi il realismo con disfattismo, se non hanno fatto niente contro il capo della Chiesa di Napoli che conta con milioni di fedeli, cosa vuoi che facciano contro Kiko che ha anche lui milioni di seguaci.

Hai mai sentito la parola tanto cara al vaticano "opportunismo".

Si sono pentiti di quello che è successo 500 anni fa con Lutero e cercano di allungare il cordone della misericordia finché si troveranno con il solo pezzo finale della corda e tutto il resto della corda nelle mani di Kiko che spadroneggerà nella sua Chiesa.
Ricorda che un assioma di Kiko è il Carismo e l'Istituzione su piani paritari, Mosé ed Aronne, comandava Mosé non il Gran Sacerdote Aronne, il profeta, il carisma detta i voleri di Dio al Sacerdote.
L'Istituzione ha il compito di discernere il carisma, ma se il Carisma prende il comando l'Istituzione segue il profeta.

Chiaro questa è teologia della Storia non astratte considerazione sulla lettera di Arinze dettata dal papa.
Il Papa è l'Istituzione che se non tiene a freno il Carisma finirà per seguirlo avallandolo nelle sue "profezie".

Uriel ha detto...

Scrive Mic

ecco che cosa si intende per Grande Apostasia, e non sono mai stato millenarista... ma da quello che vedo non posso che dire questo e inorridire...

Il punto non e' questo,( credo, spero, booh) ma e' almeno la leggerezza con cui le parole sono usate.

La parola, anche quella detta dall'uomo crea qualcosa, e in questo modo si crea discriminazione, si favorisce l'auto esaltazione. Se arriveremo al punto di avere famiglie si serie A e serie b (pure minuscolo), e' perche' si sarà persa (spero che non si stia perdendo) la DIGNITA' DI ESSERE FIGLI DI DIO!!!!!!!!!!!!


Ma la strada a questo punto mi sembra questa.

mic ha detto...

Fatevi seguire da un sacerdote che sa come agire.
Lasciate il post a qualcuno con i cosiddetti e vedrete che Kiko o quant'altri vola via in quattro e quattrootto.


i nostri sacerdoti i cosiddetti li hanno e hanno anche una fede retta; ma non credo che basti questo per "far volar via kiko"
ho l'impressione che sei qui a menarci per il naso

Le tesi antikiko possono anche essere poi affisse sulle porte delle Chiese dove ci sono comunità e inviate a parroci e vescovi, e se avete paura delle spese postali inviate e-mail?

te l'immagini che fine farebbero in pochi secondi?

l'anti-kiko ha detto...

l'attuale papa è di transizione, il prossimo sarà di restaurazione della vera Chiesa.
Ci vorrà del tempo ma quando arriverà un nuovo papa la scure si abbatterà sul carisma impazzito riportandolo sotto le chiavi di pietro.

Sai nello stemma della Chiesa vi sono due chiavi alcune le interpretano come la duplice chiave che apre il cuore di Dio e dell'Uomo, altri dicono che la doppia chiave serve a tenere Satana racchiuso agli inferi e per aprire quella porta ci voglio due personaggi il primo è un Gran Sacerdote il secondo un profeta, se il primo non tiene a freno il secondo quella porta verrà aperta.

mic ha detto...

la DIGNITA' DI ESSERE FIGLI DI DIO!!!!!!!!!!!!

sai Uriel, qual è il dramma?

che per kiko "figli di Dio" sono sono i NC (testuali parole, credilo, troverò il riferimento) e la cosa ancora più grave è che acquistano la "natura" divina, quinidi diventano COME DIO!!! non sono come noi "figli per adozione in Cristo"...

Lui asserisce che non tutti sono figli di Dio, "figli di Dio" sono solo quelli che hanno lo Spirito Santo e sai chi è il solo che può assicurarti che hai lo Spirito santo? Solo lui e i catechisti!!!!!

Capisci cosa avallano i vescovi????

mic ha detto...

Il Papa è l'Istituzione che se non tiene a freno il Carisma finirà per seguirlo avallandolo nelle sue "profezie".

qui possiamo solo stare a vedere questo davvero non dipende da noi né da qualche proposizione se non sono bastati decenni di denunce, testimonianze e documentazioni

mic ha detto...

personaggi il primo è un Gran Sacerdote il secondo un profeta, se il primo non tiene a freno il secondo quella porta verrà aperta.

noi abbiamo UN SOLO GRAN SACERDOTE che è venuto dopo tutti i profeti e ci ha detto "portae inferi non praevalebunt".
Non so come né quando ma così sarà, così è, che poi sarebbbe AMEN!!!

mic ha detto...

l'attuale papa è di transizione, il prossimo sarà di restaurazione della vera Chiesa.
Ci vorrà del tempo ma quando arriverà un nuovo papa la scure si abbatterà sul carisma impazzito riportandolo sotto le chiavi di pietro.


sei tu il profeta?

mic ha detto...

se i Signore vorrà, non ci sarà bisogno di aspettare un nuovo Papa come piacerebbe a molti...

mic ha detto...

Oremus pro Pontifice nostro Benedicto
Dominus conservet eum et vivificet eum
et beatum faciat eum in terra
et non tradat eum in animam inimicorum eius

Uriel ha detto...

Il discorso sui Carismi ed Istituzioni Kiko lo fece anche a Pentecoste 2006, nella famosa "sfida lanciata" a Papa Benedetto XVI.

A me e' sempre sembrato che la storia di Mose' ed Aronne non tenga, perche' di fatto la storia (=Gesu Cristo) ha completamente superato la diatriba.

D'altra parte anche San Paolo ricorda che Gesu e' sacerdote alla maniera di Melchidesek (sacerdote del Dio vivente e storicamente prima di Mose ed Aronne), ed e' l'unico nostro Sommo Sacerdote, che mi sembra quasi superfluo ricordare che ha realizzato (sulla Croce) e realizza oggi (nella Santa Eucarestia)tutte le profezie.

E poi l'azione primigenia dello Spirito Santo e' nella Santa Eucarestia (manda il Tuo Spirito....), da cui tutto deriva e tutto ha il corretto nutrimento spirituale e fisico.

mic ha detto...

hai detto più che bene Uriel, quelle di cui sopra erano elucubrazioni giudaizzanti kikiane!

Uriel ha detto...

Mi piacerebbe sapere Alessandra come si pone davanti all'articolo di Avvenire, ed in particolare riguardo alla distinzione delle famiglie.

Caro anonimo, qui non si tratta di invidia, ma di capire cosa porta ad affermare la preziosità di una famuglia rispetto ad un'altra.

Aiutatemi a comprendere, perche' quando si comincia a giocare con i figli la cosa diventa ancora piu' seria!!!

mic ha detto...

Aiutatemi a comprendere, perche' quando si comincia a giocare con i figli la cosa diventa ancora piu' seria!!!

chi è capace di strumentalizzare la Parola di Dio, di "giocare" (uso un eufemismo) con le cose sacre, vuoi che non sia capace di stumentalizzare anche i figli, dato che comunque strumentalizza i padri e le madri, ai quali per di più sostituisce catechisti e didascali?

gherardo ha detto...

Claudio disse
Gherardo: Basterebbe che accettasse
le correzioni che la Chiesa
gia' gli ha impartito.
*********************
Ci sarà un motivo a te sconosciuto. Accettalo.
------------------------
Gherardo: O che la Chiesa
gliele imponesse in modo
piu' efficace.
***************************
Se non lo ha fatto avrà i suoi motivi. Cosa pretendi di sapere tutto?
--------------------------------
Gherardo: Abbiamo gia' detto ampiamente
che il CN e' DISOBBEDIENTE
alla CHiesa.
******************************
E con questo dimostri la tua di disobbedienza e presunzione.



Carissimo Claudio
questa tua dialettica infantile
non ti fa' onore.
Uno ti dimostra matematicamente
perche' dopo il richiama del Papa
e la scadenza dei due anni
matematica e' la DISOBBEDIENZA
del Cammino N. e tu siccome non sai argomentare dici semplicemente
"no tu sei disubbidiente, offi"

Ok continua cosi'
come tutti i NC vedo che
confidi nelle cose segrete
e trascuri quelle che sono alla
luce del sole.
Non so chi e' che ama la tenebre qui.
Cosa vuoi che ti dica.

Questo non cambia lo status
di DISOBBEDIENTE del Cammino
e di riflesso quindi
anche tuo.
Anche se la tua colpa e' minore
perche' sei solo una pedina
nelle mani dei giochi di potere
di qualcun'altro che si diverte
a giocare all'apprendista stregone....