sabato 12 aprile 2008

Le ombre del cammino neocatecumenale

Così unizia l'articolo di oggi di Gianluca Barile su Petrus
CITTA’ DEL VATICANO - E’ il 28 Marzo del 2008 quando sul Monte delle Beatitudini, presso la ‘Domus Galileae’, da anni faraonica cittadella dei Neocatecumenali in Terra Santa, si consuma un evento che rischia di passare sotto silenzio ai più, ma che segna una vera e incompresa ‘rivoluzione’: quella di un movimento che si definisce Ecclesiale e che riesce in tal modo a cooptare ed irretire centinaia di prelati e porporati, il cui iniziatore laico riceve, addirittura, una ‘visita ad limina’, neanche fosse il Papa. Ben 160 Vescovi e 9 Cardinali europei, infatti, hanno partecipato ad una ‘Convivenza’, così viene chiamata in gergo neocatecumenale, durante la quale, nel tempio massimo del neocatecumenato in Terra Santa, sono stati impressionati e suggestionati con la potenza dell'architettura, con i simbolismi delle forme e degli spazi pieni di simbologie giudeo-luterano-gnostiche, con le presenze massicce di seguaci, con il clima carismatico e coinvolgente dei rituali messi in atto, le testimonianze e l'opera imbonitoria - così definita dai suoi critici - di Kiko Arguello, l’iniziatore del movimento cui, negli anni, si sono affiancati Carmen Hernandez e Don Mario Pezzi. La presenza di così tanti alti rappresentanti della Chiesa al cospetto di Kiko sembrerebbe dare il via all'evangelizzazione neocatecumenale dell'Europa, avallando un movimento, dai metodi quantomeno ‘discutibili’ in materia di Dottrina e Liturgia, ormai pesantemente infiltrato nel mondo ecclesiastico con le sue ritualità anomale che, malgrado i continui richiami di Papa Benedetto XVI, non sono state ancora né riviste né modificate né - tantomeno - soppresse. E che al Santo Padre questo non sia per niente piaciuto lo si capisce dal fatto che gli Statuti ‘ad experimentum’ del Cammino, scaduti ormai da 10 mesi dopo la concessione del periodo di prova di 5 anni da parte del Servo di Dio Giovanni Paolo II, non sono stati ancora approvati dal Vaticano.
....


Come vedete i riscontri aumentano. Ed è bene che nella Chiesa si guardi in faccia la realtà senza nascondere la polvere sotto il tappeto. Se ci sono problemi bisogna affrontarli e discuterne.
Questo è uno dei luoghi adatti, in attesa che chi deve decidere lo faccia appena possibile per il bene di molti

155 commenti:

Anonimo ha detto...

CARO Mic,
io penso cm sempre detto, che l'ultima parola spetti a sua Santità Benedetto XVI, e il fatto che mons Stanislaw Rilko, presidente del pontificio consiglio per i laici,fosse alla domus e abbia preso parte alla celebrazione, documentata dalla foto dell'illustre Barile, forse fa' presagire che l' approvazione degli statuti sia cosa che avverrà, a questo punto la domanda sorge spontanea:"tu e tutti coloro che liberamente la pensano cm te, tornerete alla madre chiesa recitando un mea culpa o farete un nuovo scisma .Noi nc,accetteremo qualsiasi dictat venga dal Pontefice . Con osservanza Alessandra buona domenica ps vado all'Eucarestia

Nicola V. ha detto...

L'articolo di Petrus fa seguito a una lunga serie di perplessità espresse da molte testate giornalistiche e anche da parecchi giornali on line circa l'ultimo atto che Arguello ha consumato ai danni dell'immagine della Chiesa e del Papa.
La riunione dei vescovi e dei cardinali europei sul Monte delle Beatitudini,da lui voluta, è parsa infatti ( e,secondo me, cosi lui voleva che fosse) come l'ennesimo atto di sfida verso le congregazioni romane,colpevoli,a dir suo, di non aver approvato lo statuto dei Neocatecumenali e,soprattutto,gli Orientamenti catechistgici da loui presentati che, come osservano in molti ormai, sono stati più volte rispediti al mittente con preghiera di cambiarli e da lui altrettante volte riportati al Pontificio Consiglio per i Laici senza aver cambiato che qualche aspetto marginale.
Il dibattito su questo problema è accesissimo e diverse volte i cardinali e i vescovi interessati non ne hanno fatto mistero,sia pure in modo ufficioso.
Certo è comunque che tra i 160 vescovi e i 9 cardinali convocati alla Domus Galilaee, almeno una decina erano inviati della Santa Sede incaricati di osservare e di vigilare su ciò che vi si stava facendo.
In Inghilterra,in Francia,Negli U.S.A. e persino in Spagna molti giornali cattolici hanno riferito di questo problema e di questi eventi,anche nei giorni scorsi.

Mi pare che Petrus,anche se ultimo arrivato a pubblicare queste notizie, sia in buona compagnia.
La situazione sta venendo a galla in modo prepotente ormai.

Anonimo ha detto...

nicola se mai gli statuti venissero approvati così come sono ,cosa direbbero i tabloid che tu hai citato ?Immagino: che direbbero,che ci sono state pressioni affinchè venissero approvati, io mi domando e dico perchè nnla smettete di leggere le novella 3000 di mezza europa? e di aspettare il pronunciamento di chi di dovere?Alessandra

Nicola V ha detto...

Leggo con ritardo la risposta di Alessandra.
Non leggo nessun tabloid di gossip,
ma solo testate qualificate e tacitamente anche approvate dalla chiesa.
Personalmente se gli Orientamenti venissero approvati dalla Chiesa in modo ufficiale,anche se non li condivido, non avrei nulla da ridire.
A me il Casmmino Neocatecumenale non fa nè caldo nè freddo,casomai mi chiama in campo il problema delle eresie che esso divulga in nome e per conto della Chiesa.

Reginaldus ha detto...

"Noi nc,accetteremo qualsiasi dictat venga dal Pontefice"

Nei tempi, modi e forme e - cioè - nell'interpretazione con cui ve lo riporteranno eventualmente i vostri catechisti.

Anonimo ha detto...

Caro Nicola nn mi sembra che annunciare l'amore chae Cristo morto e risorto ha per noi sia eretico.... no?Alessandar

Anonimo ha detto...

Reginaldus evita commenti banali perchè nc hanno un cervello in grado fi funzionare cm il tuo...o spero meglioAlessandra

Nicola V. ha detto...

le ricordo, Alessandra, che qualsiasi movimento,qualsiasi setta,anche New Age, annuncia l'Amore di Cristo...

Anonimo ha detto...

per favore noi viviamo all'interno delle parrocchie, perchè nn setta ,ma facente parte dell'unica chiesa cattolica apostolica romana. e mi documenti il contrario se le è possibile....Alessandra

Nicola V. ha detto...

No,voi non vivete all'interno delle parrocchie.Questo è ampiamente documentato anche presso la Santa Sede.
Appoggiarsi a una parrocchia non significa vivere in una parrocchia.
Nulla da documentare è sotto gli occhi di tutti

Anonimo ha detto...

perche' tu dentro la parrocchia cosa fai??

Nicolaq V. ha detto...

Il fatto che io non conosca il Cammino dall'interno e che lo tratti empaticamente non significa che io non lo conosca appieno.Lo conosco...se non altro per dovere d'ufficio.
Nelle catechesi iniziali(anche quelle in possesso della Santa Sede)asi dichiara apertamente che la parrocchia altri non deve diventare che una somma di comunità, un cathecumenium(mi par di ricordare),sotto la giurisdizione di un presbitero appositamente individuato non dalla gerarchia apostolica,ma dai catechisti neocatecumenali.

Anonimo ha detto...

Volevo solo mettervi a parte di questo e-mail che ho scritto a Barile. Penso che Barile sia anche uno degli amministratori di questo sito, e che quindi la leggerà qui prima ancora che sul suo account di posta su Petrus.

Spero di non essere il solo a rispondere.

-------------------------


Gentile Sig. Barile,

desidero congratularmi con Lei per i due servizi sul Cammino neocatecumenale apparsi sulla Sua testata on-line il 9 e il 12 aprile.

La ringrazio per avere dimostrato che ci meritiamo i Dan Brown con i loro Codici da Vinci, i suoi “monaci” albini dell’Opus Dei che si autoflagellano e i suoi complotti vaticani. Ci meritiamo Rossana Rossanda con la sua resa distorta di ogni gesto e di ogni parola del Papa. Ci meritiamo Paolo Boselli con le sue accuse alla Chiesa di cimentarsi in prove di forza contro la società laica. Ci meritiamo tutto questo perché siamo noi per primi a usare queste categorie quando parliamo delle vicende interne alla Chiesa. Siamo noi i primi a dipingere la Santa Sede come se fosse un luogo di congiure.

Suppongo che, nel descrivere l’evento di 160 Vescovi e 9 Cardinali invitati alla Domus Galileae, non Le sia venuta in mente la possibilità che questi alti prelati non siano andati in Palestina per rendere omaggio a Kiko Arguello, ma piuttosto per verificare con i loro occhi se il Cammino neocatecumenale non sia una delle realtà ecclesiali ispirate dallo Spirito Santo per la nostra epoca, e per verificare se il modello di evangelizzazione usato dal Cammino possa essere utile alla Chiesa in questa Europa secolarizzata.

Sono certo che descrivere questi 160 Vescovi e 9 Cardinali come mentecatti che si fanno “irretire” da un “imbonitore” laico gioverà all’autorevolezza della sua testata, e contribuirà a renderla per noi cattolici un punto di riferimento sicuro accanto all’Osservatore Romano e a Zenit.

Cordiali saluti,

(...)

Nicola V. ha detto...

Personalmente in parrocchia partecipo alla celebrazione eucaristica(celebrata da un sacerdote,non dall'assemblea) e, se richiesto,offro il mio lavoro secondo le mie possibilità.

Anonimo ha detto...

a tutti i fratelli nc su questo blog:
vi ricordo che questo sito e', oltre che inutile, prevenuto nei confronti dl cammino.
quindi vi cosiglio di non intavolare discussioni con chi non e' in grado di giudicare per due motivi, primo perche' la chiesa si serve, fortunatamente, di menti differenti da queste, secondo perche' la conoscienza del cammino di questi, barile compreso, e' superficiale e scaturisce dalle centinaia di perone fuggite via al solo sentir parlare di schiavitu' al denaro etc....cio' la dice lunga sulla cristianita' di tali soggetti.
buona eucarestia.

Gert ha detto...

Mi spiega,anonimo, come han potuto verificare coi loro occhi i vescovi alla Domus se il Cammino sia una realtà ispirata dallo Spirito Santo o non piuttosto dalle fantasie estrose di Kiko e Carmen?

Gert ha detto...

"... laico gioverà all’autorevolezza della sua testata, e contribuirà a renderla per noi cattolici (!!!???) un punto di riferimento sicuro accanto all’Osservatore Romano e a Zenit."

Anonimo ha detto...

punto di riferimento sicuro accanto all’Osservatore Romano e a Zenit...........

ma quando mai......barile si e' scavato la fossa criticando vescovi e cardinali...

bravo barilotto...lo so che mi leggi.......

Gert ha detto...

Sulla "schiavitù al denaro" lasciamo a voi catechisti neocatecumenali una grande competenza,guadagnata sul campo.

La fondazione neocatecumenale "Familia de Nazareth",censita tra le "Chiese protestanti e altri culti" ha un bilancio annuo dichiarato di 120 milioni di Euro.

Gert ha detto...

Chiedo scusa a Barile (che non appartiene affatto a questo blog e forse ne disconosce persino l'esistenza) per le intemperanze di questi catechisti neocatecumenali sempre di vedetta su questo blog.

Anonimo ha detto...

La fondazione neocatecumenale "Familia de Nazareth",censita tra le "Chiese protestanti e altri culti" ha un bilancio annuo dichiarato di 120 milioni di Euro.

GERT, ECCO I TUOI MEZZUCCI COGLIONE.......SANCITA....O UN ERRORE DI PAGINEGIALLE???

LO VEDI CHE SEI UN COGLIONE????

Anonimo ha detto...

ragazzi.....lavoro con wikipedia e sapete che barile si e' scritto la recensione da solo?????


che ridicolo......

Anonimo ha detto...

ooooooooooo

che bello...gert si e' svegliato.....

CIAO COGLIONE...

Fortiter in fide ha detto...

"vi ricordo che questo sito e', oltre che inutile, prevenuto nei confronti dl cammino."

e allora perchè continua a frequentarlo?

"quindi vi cosiglio di non intavolare discussioni con chi non e' in grado di giudicare per due motivi, primo perche' la chiesa si serve, fortunatamente, di menti differenti da queste, secondo perche' la conoscienza del cammino di questi, barile compreso, e' superficiale e scaturisce dalle centinaia di perone fuggite via al solo sentir parlare di schiavitu' al denaro etc....cio' la dice lunga sulla cristianita' di tali soggetti."

lei giudica, cara signora, in maniera più che prevenuta anche perchè non si è letta le testimonianze di chi è uscito con lacrime e sangue dalla tela del ragno che ancora l'avviluppa nè riesce a prendere in considerazione i tanti documenti che attestano la gravità dei problemi sorti nella Chiesa per la presenza del cammino al suo interno

"buona eucarestia."

dopo il veleno che ha appena sputato, il solo pensiero del tipo di pane eucaristico che la nutre fa venire i brividi

Anonimo ha detto...

dopo il veleno che ha appena sputato, il solo pensiero del tipo di pane eucaristico che la nutre fa venire i brividi

e un vaffanculo lo vuoi???
SATANA.

Anonimo ha detto...

ragazzi???

barilotto ha risparato.....
ora ha beccato pure l'opus dei(par condicio)

bah.....a me sembra un giornalista fallito in cerca di gloria/......

Anonimo ha detto...

poi uno che ha luciano moggi nella redazione.....

ma per favore............

Anonimo ha detto...

MOGGI???????????

QUEL LUCIANO MOGGI??????


ALLORA RAGAZZI NO PROBLEM.......BARILE SFIGATO!!

Anonimo ha detto...

ECCO UN' ARTICOLO SU PETRUS....NOTARE IL TITOLO E SOPRTATUTTO..... L'AUTORE......

Il punto sul Campionato - Arbitri modesti e arruffoni.

di Luciano Moggi.................


uaaaaaahhhhhhhhhhhh

heeeeeeeeeeeeeeeeeee

buuuuuuuuuuuuuuu!!

montmirail ha detto...

primo perche' la chiesa si serve, fortunatamente, di menti differenti da queste,

Quello che ci sta a cuore è che siano fotunatamente molto diverse dalla
pantomima kikiana, preghiamo per questo

Anonimo ha detto...

ao...gert e' della juve......

LADROOOOOOOOOOOOOOOOOO

gherardo ha detto...

Anonimo said:

"Esatto, è indicativo. E' indicativo del fatto che la dichiarazione non è mai stata fatta. Voi fidatevi di Barile e leggetevi Dan Brown, che io mi fido del Mgr Clemens."

Caro Anonimo vedi come parlate
con lingua biforcuta?
Nessuno ha negato la smentita e la confusione dovuta
al fatto che Barile non ha riportato
le parole testuali di M. Clemens (errore
quasi imperdonabile per un giornalista
sgamato).

Ma quel che conta e' che prima che la correzione arrivasse tu e gli altri
stavete gia' dando addosso a Monsignor
Clemens, dicendo che non conta
nulla e che bisogna guardare a Rylko invece.

Ora dopo la correzione (che pero' sembrerebbe non correggere le considerazioni generali al di la'della
durata dei tempi di approvazione)
tutti a mostrarsi devoti di Monsignor
Clemens.

gherardo ha detto...

No hanno ripreso
col tormentone
della domanda :"che farete
ad approvazione avvenuta"?

Questa storia dell'approvazione
mi sembra la storia della fine
del mondo dei TdG.

Perfavore piantatela
che ci fate una figura migliore!

Sono 7 mesi ormai che urlate
APPROVATI su questo blog.

Quando e' troppo e' troppo.

Il vero Gert ha detto...

Non uso il turpiloquio qui costantemente usato dai neocatecumenali.

NON SONO IL GERT CUI SONO STATE MESSE IN BOCCA TANTE VOLGARITA'.

Non abbiamo bisogno di ricorrere a codesti infantili mezzucci per contrastare le follie scritte dai neocatecumenali che cercano di seminare confusione in questo blog e di annullarlo.Ma non ci riusciranno.

gherardo ha detto...

Anonimo said:

"Volevo solo mettervi a parte di questo e-mail che ho scritto a Barile. Penso che Barile sia anche uno degli amministratori di questo sito"

Poi saremmo noi quelli che leggono
Dan Brown..........

Pipìta Del Monte ha detto...

AVVENNE DUNQUE che un'armata di neocatecumenali, sedicenti cattolici di serie A armati di chitarre,cembali e baffi recossi nei mesi appena trascorsi dal vecchio curato della chiesetta che sorge nel villaggio attiguo al mio turrito maniero e chiese di poter disporre di una saletta parrocchiale per le proprie celebrazioni,offrendo in cambio il suo lavoro per evangelizzare tutta la valle e il poggio che ricadono sutto la giurisdizione della parrocchia.

Il vecchio curato,ormai sordo,non avendo capito di chi si trattasse e pensando fossero dei profughi in cerca di asilo,accettò e mise loro a disposizione una stanza e un bagno e alquante coperte di lana.

A distanza di alcune settimane però s'accorse che i nuovi arrivati,solertissimi nelle pulizie della chiesa, avevano rimosso altare e altarini e allestito una grande tavolata al centro della chiesetta.
Pensò dovessero celebrare un convito di nozze e con molto garbo fece loro capire che ciò non era possibile.

Ma essi con altrettanto garbo e senza tentennamento alcuno lo qaccompagnarono in una lontana casa di riposo per religiosi e ivi lo lasciarono!!!

Adesso dai locali della parrocchia provengono sempre al mio nobile padiglione auricolare suoni di chitarre e di balli che echeggiano i ritmi spagnuoli e non di rado anche effluvi di quadrupedi stanchi.

gherardo ha detto...

Beh mi era sfuggito l'articolo
odierno di Petrus.
Che dire?
Si commenta da solo....

Anonimo ha detto...

'Shlom lech Mariàm,
maliat taibutà ,
maràn maràn amech'

Anonimo ha detto...

La Chiesa ha sempre venerato le divine Scritture come ha fatto per il Corpo stesso di Cristo, non mancando mai, soprattutto nella sacra liturgia, di nutrirsi del pane di vita dalla
mensa
sia della parola di Dio che del Corpo di Cristo, e di porgerlo ai fedeli.

stephanos78 ha detto...

Per l'ennesima volta la parzialità di lettura delle richieste e delle esortazioni degli ultimi due Papi ci conferma.

Nella pagina precedente inserivo alcuni riferimenti a discorsi e richieste dei Papi di cui continuamente si leggono solo le frasi di accoglienza...

Questa "taratura" preoccupa perchè è distintiva di un modo di ragionare chiuso e impermeabile a qualsiasi consiglio, correzione o cambiamento...

Quei cambiamenti che dovrebbero avvenire ma che con ostentata volontà non avvengono e non avverranno. A meno di una seria conversione di Kiko.

E' chiaro il braccio di ferro messo in atto da Kiko contro la parte di Curia sana ancora esistente e resistente. Chi non è stato cooptato viene "avvertito".

Certo questi gesti plateali non fanno nessun piacere, soprattutto al Santo Padre.

Poi, la questione da dirimere, non è solo la Santa Comunione.

Sebbene importantissima, la questione si estende in altezza e profondità forse sconosciuta!

Il Problema è che il CNC dovrebbe abbandonare il SUO Culto e sposare quello Cattolico Romano, fatto della Parrocchia che, UNITA, Partecipa al SAcrificio Eucaristico Domenicale... Innanzi ad un Altare Dedicato in Presbiterio... Con Simboli Cattolici e non Ebraici... Rispettando il Depositum Fidei della Chiesa Romana... Usando il CCC e non il CNC...

Insomma, la questione della Santa Comunione non può e non deve essere la riduzione di tutta la questione NC. Anche se non è la sola ad esistere. Ed è potuta esistere grazie al clima di sovversione totale instaurato nel post-concilio...

cucusetta ha detto...

http://www.miliziadisanmichelearcangelo.org/content/view/842/1/lang,it/

gherardo ha detto...

Stephanos
sono d'accordo.
Ma essere fermi
affinche' recepiscano
la correzione (gia' impartita)
sulla Comunione
e' il primo passo da fare.

Da li' bisogna pregare che si inneschi
un ciclo virtuoso per recuperare
il CN alla Chiesa.
A costo di sfilarlo lentamente
di mano ai suoi fondatori
qualora (come del resto hanno fatto finora) si intestardiscano
nel "braccio di ferro".
Questo per il bene di tutti

Anonimo ha detto...

caro Nicola forse ,dovresti documentarti meglio,leggiti gli atti del Concilio VaticanoII,forse ti daranno una più giusta visione delle cose, per quanto riguarda me la mia famiglia e lamia comunità neoc noi viviamo in parrocchia e facciamo tutto in parrocchia dalla pastorale per i bambini per la preparazione ai sacramenti, alla preparazione per i battesimi, i matrimoni, all'ufficio dei defunti, abbiamo anche dei ministri straordinari dell' eucarestia,che hanno seguito corso formazione diocesano non neocat.,e che portano eucarestia agli ammalati per aiutare il nostro parroco .Questa dicesi pastorale chiesa cattolica Alessandra

Nicola V ha detto...

@ Alessandra

non mi risulta che il Concilio Vaticano II abbia prodotto gli Orientamenti e il Direttorio di Kiko Arguello.

Se sbaglio,scusami,ma citami il documento.

Anonimo ha detto...

é molto bello leggervi,sembrate esercito della salvezza,lasciate che le decisioni le prenda ,chi deve prenderle, non ponetevi problemi che non vi riguardano, tranquilli nessunovi toccherà il vostro posticino non abbiate paura,ma che ognuno si prenda le responsabilità di ciò che dice, edi come lo dice, sapete bene che noi cristiani siamo chiamati a non scandalizzare i piccoli , abbiamo grande responsabilità ,non siamo noi, in grado di discernere cose più alte di noi, solamente chi ne ha carisma opportuno può farlo ovvero il Papa,Alessandra

Observer ha detto...

"caro Nicola forse ,dovresti documentarti meglio,leggiti gli atti del Concilio VaticanoII,forse ti daranno una più giusta visione delle cose, per quanto riguarda me la mia famiglia e lamia comunità neoc noi viviamo in parrocchia e facciamo tutto in parrocchia"

cara signora,
abbiamo capito è inutile che ce lo ripeta: lei/voi siete di tutto di più in parrocchia in cielo in terra e in ogni luogo

Anonimo ha detto...

Il concilio Vaticano II ha aperto le porte alle nuove frontiere dello spirito per l'evangelizzazione e il cnc nasce proprio sotto questa egida Alessandra

dan ha detto...

"in grado di discernere cose più alte di noi, solamente chi ne ha carisma opportuno può farlo ovvero il Papa"

sarà moooolto difficile che il Papa possa prendere la decisione giusta dato che lo Spirito Santo solo kiko e i catechisti sanno e possono dire chi ce l'ha :(

Anonimo ha detto...

alessandra disse:
>.......facciamo tutto in parrocchia...


...tutto tranne le celebrazioni del sabato sera
che facciamo nelle salette annesse attorno
alla mensa posticcia, ma in obbedienza al papa

Dan ha detto...

"Il concilio Vaticano II ha aperto le porte alle nuove frontiere dello spirito per l'evangelizzazione e il cnc nasce proprio sotto questa egida Alessandra"

sìììììììììì quanto è brava, quanto è buona leiiiiiiiii

Anonimo ha detto...

observrer il mio post serviva per far intendere a Nicola che noi viviamo attivamnete nella parrochia al servizio del prossimo e nn ne siamo fuori DO YOU UNDERSTAND? nn voleva essere elogio della mia bravura, uno perchè mi sento solo strumento , due pperchè nn mi sento affatto brava Alessandra

Dan ha detto...

"...tutto tranne le celebrazioni del sabato sera
che facciamo nelle salette annesse attorno
alla mensa posticcia, ma in obbedienza al papa"

ma certooooooo!!!!!!!!

Observer ha detto...

"observrer il mio post serviva per far intendere a Nicola che noi viviamo attivamnete nella parrochia al servizio del prossimo e nn ne siamo fuori DO YOU UNDERSTAND? nn voleva essere elogio della mia bravura, uno perchè mi sento solo strumento , due pperchè nn mi sento affatto brava Alessandra"

no, lo so bene che lei è un verme e che si fa schifo!!!

Nicola V. ha detto...

@Alessandra

Più che sotto l'egida dell'evangelizzazione verso la Chiesa di Cristo,mi pare(e non sono affatto solo a pensarlo) che il Cammino Neocatecumenale sia nato sotto l'egida dell'evangelizzazione verso la Chiesa di Kiko.
Lei non se n'è mai accorta finora?
Stasera in comunità ha "celebrato" in chiesa o in una sala ed ha avuto il coraggio di inginocchiarsi durante la consacrazione oppure di alzarsi e recarsi davanti al sacerdote per ricevere inginocchiata il Corpo di Cristo?

Dan ha detto...

certo che tanta bravura e insieme tanta schifezza a pranzo cena e colazione col solo intervallo dell'eucarista è un po' indigesta, o no?

Anonimo ha detto...

Dan dove due o più persone siriuniscono nel mio nome io sarò in mezzo a loro....Di chi era questa frase? I don't remember Maybe you 're so good to say me?Alessandra

Anonimo ha detto...

errato io nn mi faccio schifo ne mi sento un verme mi sento solo ciò che sono,una fallibile essere umana o lei forse è anche infallibile? Alessandra

Dan ha detto...

"Dan dove due o più persone siriuniscono nel mio nome io sarò in mezzo a loro....Di chi era questa frase? I don't remember Maybe you 're so good to say me?Alessandra"

stat veritas in unum verbum TROLL

Dan ha detto...

"errato io nn mi faccio schifo ne mi sento un verme mi sento solo ciò che sono,una fallibile essere umana o lei forse è anche infallibile? Alessandra"

iooooo?????
SferisArciSfranto al triplo cubo

Dan ha detto...

alessandra disse:
>.......facciamo tutto in parrocchia...

anche la pipi'?????

Anonimo ha detto...

francamente nel lontano 1977 giorno della mia prima comunione i nc ancora nn erano nella mia parrocchia e il nostro allora Arciprete oramai in cielo nn ci fece inginocchiare ne per la consacrazione ne per ricevere l'Eucarestia povero Mons Francesco peccò mortalmente?eh nicola? MI ricordo che durante il ritiro ci disse che dovevamo tenere atteggiamento di adorazione e rispetto ,ma che lo si poteva fare senza inginocchiarsiALESSANDAR

assenteismo ha detto...

alessandra come
mai non sei alla celebrazione del sabato sera?

Dan ha detto...

ma beeneeee!!!!!

Anonimo ha detto...

SE CI ESCE SI ABBIAMO UN BAGNETTTO MOLTO CARINO

Anonimo ha detto...

GIà Fatta pic indolor

Nicola V. ha detto...

@Alessandra

"Una liturgia che non contempli l'inginocchiarsi davanti al Sacrificio di Gesù ripetuto sull'altare e davanti al Corpo di Cristo è malata in qualche sua parte...(Card.J.Ratzinger)."


Ma lei,Alessandra, in tanti anni di cammino gnostico, non ha mai avuto il beneficio del dubbio?E' possibile?

Anonimo ha detto...

assenteismo abbiamo già celebrato

Dan ha detto...

giusto! ci sono anche troppi anonimi in giro per essere sabato sera

Dan ha detto...

"assenteismo abbiamo già celebrato"

già fattoooo?????

Dan ha detto...

Alessandra, non è gnostica, Nicola, è paragnosta ;)

Nicola V. ha detto...

"Avete" celebrato?

Avete caso mai assistito al sacrificio eucaristico celebrato dal sacerdote in persona Christi(è più corretto).

Anonimo ha detto...

Allora tutta la chiesa è malata ! perchè se osserva liturgie domenicali nesuno si inginocchia più ne alla consacrazione , nè alla comunione,e mi sembra che la chiesa cm istituzione nn deprechi e non riprenda tale atteggiamento o sbaglio? Alessandra

Nicola V. ha detto...

@ Alessandra

la Chiesa depreca tale atteggiamento,ma lascia liberi(come liberi ci lascia Cristo).

Il Cammino IMPONE di restare alzati.

E un po' diverso il concetto.

Dan ha detto...

"Allora tutta la chiesa è malata ! perchè se osserva liturgie domenicali nesuno si inginocchia più"

ma dove vive lei?
guardi che sta confondendo tutta le chiesa con i neocat

Dan ha detto...

o con qualcuno che ha anche le ginocchia sfrante!!!!!!

Anonimo ha detto...

dan guarda le messe intv la domenica e vada a messa nelle parrocchie normali poi mi dica

Nicola V. ha detto...

@ Alessandra

E comunque non è affatto vero che nelle celebrazioni eucaristiche (non sbrigativamente "Eucarestie") domenicali( o anche feriali: esistono pure quelle) non ci si inginocchi.Siamo in tanti a farlo.

Lei no?

Dan ha detto...

"la chiesa cm istituzione nn deprechi"

la chiesa cm istituzione purtroppo ha l'abitudine di nn deprecare nn

Anonimo ha detto...

nn l'ho mai fatto e le ripeto neanche il giorno della mia prima comunione e nn per mia scelta

Dan ha detto...

"dan guarda le messe intv la domenica e vada a messa nelle parrocchie normali poi mi dica"

io non guardo la messa in tv,ci vado in parrocchia e si inginocchiano tutti, tranne quelli con le ginocchia sfrante!!!!

Nicola V. ha detto...

@ Alessandra

non so cosa significhi paragnosta,ma è certamente gnostico (leggasi eretico) un cammino di progressiva scoperta dei misteri della Fede.

Basterebbe solo questo piccolo indizio per capire di quale torta lei fa parte.

Preghi per me.

Dan ha detto...

"nn l'ho mai fatto e le ripeto neanche il giorno della mia prima comunione e nn per mia scelta"

braaava continui a non farlo e lasci che siano gli altri= catechisti che scelgono per lei!!!

Anonimo ha detto...

Che il Signore ci Benedica ci preservi da ogni male e ci conduca alla vita eterna Alessandra

Nicola V. ha detto...

Amen, Alessandra.

Quando ha tempo si rilegga il bell'articolo che oggi ha pubblicato Petrus sul Cammino Neocatecumenale. Lo faccia senza prevenzioni e poi rifletta un poco sulla sua esperienza,cercando di capire se veramente tutto,ma proprio tutto,secondo lei,va bene.

Buonanotte

Anonimo ha detto...

dan nicola me raccomando domani votate bene Alessandra

Anonimo ha detto...

bello,ma molto di parte,lei ha letto quello di avvenire di qualche giorno fà? Alessandra

Nicola V. ha detto...

Votare bene significa votare per coloro i quali nella loro bandiera,parziale o totale,non hanno mai messo gli emblemi dell'ateismo conclamato e ideologico.

Anonimo ha detto...

Un quiz:

In altre parole, noi ammettiamo che la diffusione del Vangelo ha, praticamente e storicamente, bisogno d’una Evangelizzazione, d’una mediazione umana; e precisamente d’una causa cooperante (Cfr. 1 Cor. 3, 9), ministeriale umana, gerarchica in senso proprio, e comunitaria, cioè solidale e coefficiente; ha bisogno d’un sacerdozio sacramentale e d’un sacerdozio comune, come il Concilio ci ha chiaramente insegnato (Lumen Gentium, 10, 11, 28).
Così la risposta alla questione, che ci siamo proposta, è data: la Evangelizzazione ha bisogno di uomini. Ed è risposta così semplice, che può provocare una risposta deludente: lo sapevamo! Attenzione: se ciò era saputo, perché gli uomini sono mancati? o almeno, non sono bastati? Ed oggi che la riflessione sul sacerdozio comune ci avverte che ogni cristiano, ogni battezzato porta dentro di sé una vocazione missionaria, una chiamata all’apostolato, all’onore cioè e alla responsabilità della diffusione del Vangelo, com’e mai l’Evangelizzazione ancor oggi si afferma con tanto stento e con tanta fatica?

Chi disse queste parole?

Nicola V. ha detto...

@ Alessandra

Si,ho letto quello di Avvenire,anch'esso molto di parte...
..dalla parte di coloro che sfidano il Papa riunendosi sul monte delle Beatitudini,a spese delle povere tasche di tanti neocatecumenali,per discutere dell'evangelizzazione d'Europa,dimenticando che le sedi opportune per questo genere di discussioni sono le conferenze episcopali e il sinodo dei vescovi.

Dan ha detto...

"bello,ma molto di parte,lei ha letto quello di avvenire di qualche giorno fà? Alessandra"

non c'aveva dato la benedizione?

Dan ha detto...

"Chi disse queste parole?"

se non vado errando Ben XVI, ma non stava parlando dei neocat

Nicola V. ha detto...

Parole dette in alto,molto in alto.
Parole il cui significato vero indica che evangelizzare significa anzitutto evangelizzare con gli esempi.Le parole infatti non bastano .(chi dice queste parole?)

montmirail ha detto...

non siamo noi, in grado di discernere cose più alte di noi, solamente chi ne ha carisma opportuno può farlo ovvero il Papa,Alessandra

Quindi Kiko a che titolo parla
alla Domus , è già stato investito
di un nuovo ministero per laici
indirizzato a vescovi e cardinali?

insecula ha detto...

Cercare di forzare la mano al Papa
e' scorretto.
Il Papa ha fatto delle richieste
che vorrebbe fossero obbedite.


Kiko e' una persona scorretta

Anonimo ha detto...

Dan scrive....se non vado errando Ben XVI, ma non stava parlando dei neocat............
........................
sbagliato DAN

Anonimo ha detto...

insecula scrive: Kiko e' una persona scorretta.
........................

2° me no.

insecula ha detto...

Cercare di forzare la mano al Papa
e' scorretto.
Il Papa ha fatto delle richieste
che vorrebbe fossero obbedite.
Kiko non obbedisce e cerca di forzare
la mano al Papa.


Ergo: Kiko e' una persona scorretta

Anonimo ha detto...

http://it.wikipedia.org/wiki/Chutzpah

insaecula ha detto...

http://en.wiktionary.org/wiki/schnook

Anonimo ha detto...

I don't remember Maybe you 're so good to say me?Alessandra

prof!!!

insaecula ha detto...

si la prof ha fatto un errore d'inglese
ma non e' certo quello il problema
anonimo!!

Anonimo ha detto...

insaecula ha detto...

si la prof ha fatto un errore d'inglese
ma non e' certo quello il problema
anonimo!!


Allora ha ragione seby quando dice che non manderebbe i sui figli da alessandra...... :))))

Dan ha detto...

"sbagliato DAN"

chi lo dice un anonimo per di più laconico senza nessun argomento?
sbagliato Dan... apodittico come il detto di un catechista... senz'appello!!!!

Anonimo ha detto...

"Beh mi era sfuggito l'articolo
odierno di Petrus.
Che dire? Si commenta da solo...."

Già si commenta da solo; ha tirato fuori tutta una serie di osservazioni errate.
Prendiamo solo una "perla" tra le tante:
Barile:

"poi manca il ‘corporale’, dal momento che la visione teologica che l'iniziatore trasmette dell'Eucaristia riguarda la Presenza del Signore intesa luteranamente come ‘transignificazione’ (testuali parole di Kiko Arguello) e non ‘transustanziazione’;"

Evidentemente il giornalista non ha MAI partecipato ad una eucarestia NC altrimenti avrebbe visto che il corporale è sempre usato. Poverino, in mancanza di esperienza diretta si deve essere basato sull'immagine allegata all'articolo; gli è sembrato che non ci fosse il corporale e si è lanciato in una fantasiosa interpretazione teologica per questa (inesistente) mancanza. Peccato per lui che vedendo ingrandita l'immagine si notano chiaramente i pizzi del corporale sotto il calice e il piatto, così come si vedono i pizzi delle tovagliette usate sotto i fiori (vedere per credere, basta usare lo zoom di un normale programma visualizzatore di Wind.)

Che dire? Qualcuno ha parlato bene di Barile come giornalista. Posso crederci sulla fiducia ma mi chiedo: non è forse un requisito base del giornalista quello di controllare le cose prima di fare affermazioni?

Una citazione a parte i vari Mic e compagni che hanno conosciuto il cammino partecipando alle eucarestie. Non si sono forse accorti che il cosporale è sempre utilizzato? Direi che è impossibile e allora perchè sposare in toto un articolo di questo tipo?

Anonimo ha detto...

"Direi che è impossibile e allora perchè sposare in toto un articolo di questo tipo?"

Ovviamente è una domanda retorica.

Anonimo ha detto...

A Mic dimenticavo. Credo che se hai un minimo di decenza e di onestà intellettuale 8come ti piace dire) converrai che non puoi cancellare il post sul corporale. Comunque se lo cancelli lo ripropongo.

Anonimo ha detto...

Dan scrive......chi lo dice un anonimo per di più laconico senza nessun argomento?
sbagliato Dan... apodittico come il detto di un catechista... senz'appello!!!!
**********************
Si,laconico per scelta, ma tu
diventi nervoso anche per un quiz?

Ti dò un'aiuto: le parole sono state dette durante un'udienza generale, il 30 ottobre 1974.

Anonimo ha detto...

kirikiki

"I don't remember Maybe you are so good to say me"
Un errore? Altro che errore, questo e' un'orrore strutturale! La prof non c'ha azzeccato per niente!
Take it easy Prof, and have a look at the grammar when you got time (after NC meetings, of course)

Anonimo ha detto...

Il signor MIC fermò una signora NC per la strada.
"Scusi" disse il signor MIC"io sono tornato da poco da Venezia".
"Bene" disse la signora" io la ringrazio dell'informazione, ma a me cosa importa?"
"Non le importa proprio niente?" chiese il signor MIC mostrandosi stupito.
"Assolutamente niente" replicò la signora.
"E adesso" disse il signor MIC pestando un piede alla signora "continua a non importarle niente il fatto che io sono tornato da Venezia?"
"Accidenti!" urlò la signora spiccando un balzo. "Ma che maniera è questa! Ma lei come si permette?".
"Vede?" disse il signor MIC senza perdere la calma."Se non fossi tornato da Venezia, non avrei potuto pestarle un piede. Le pare? Le pare che io, stando a Venezia, avrei potuto pestare un pide a lei che sta a Viterbo?".
"Lei è un villano screanzato!" gridò la signora indispettita.
"Quello che vuole lei" disse il signor MIC " ma da Venezia non potrei schiacciarle un piede nemmeno se fossi mille volte più villano di quello che sono. Neanche il campione del mondo di villani che sta a Venezia può pestare un piede a una signora che sta a Viterbo".
"Io non..." balbettò la signora NC, confusa e morrtificata.
"Lei non, lei non..." disse il signor MIC "lei insista pure a dire che non le importa niente che io sono arrivato da Venezia, e intanto il piede le fa male. Lei è testarda, ecco che cosa è."
"Insomma la smetta" urlò la signora indispettita.
"Va bene" disse il signorMIC "però ora sono più contento. Leggo nei suoi occhi che le importa qualcosa del mio ritorno".
E il signor MIC buttò un bacio sulla punta delle dita, poi si allontanò voltandosi ogni tanto.

(riadattato da "50 scontri con il signor Veneranda" di Carlo Manzoni"

Nicola V. ha detto...

Il signor Veneranda?
Mi pare abbia tutti i connotati del "missus dominicus" Kiko Arguello piuttosto che quelli di Mic.

Anonimo ha detto...

Se ci sono problemi bisogna affrontarli e discuterne.
Questo è uno dei luoghi adatti?????????????????????????????????????????????????

bah.....mic ti invito a non abusare di alcoolici in futuro....guarda cosa hai scritto......LUOGO ADATTO?????

senza parlare poi di barile.......

per saggiare l'affidabilita' dei suoi servizi bastano 2 sempici considerazioni:
1) scrivere un'articolo sulla convivenza alla domus senza esserci stato.........

2) LASCIAR PUBBLICARE SUL SUO SITO ARTICOLI DA LUCIANO MOGGI CHE CRITICA GLI ARBITRI........
.....PERCHE' NON CHIEDERE A ZAPATERO DI SCRIVERE 2 RIGHE SUL MATRIMONIO CRISTIANO????

SIETE RIDICOLI...RIDICOLI...SCHIZZATI NELLA VOSTRA ISTERIA BORGHESE.....CHE PENA RAGAZZI.....

Nicola V. ha detto...

Coerenza e correttezza vorrebbe che un movimento cristiano di matrice gudaico-protestante,qual è quello neocatecumenale,smettesse di professarsi cattolico e acquistasse serietà e rispetto proponendosi per ciò che è realmente,non per ciò che (inspiegabilmente) vorrebbe apparire.

Anonimo ha detto...

INTERESSANTE...E QUESTO NON E' BARILE.......

Invitati dai responsabili del Cammino neocatecumenale, ci siamo ritrovati sulle orme dei primi discepoli nella nuovissima “Domus Galileae”, sul monte delle Beatitudini di fronte al lago di Tiberiade. Eravamo 170 vescovi di tutta Europa (quattro della regione Umbria) e là idealmente ci aspettava Gesù risorto (cfr. Mt 28,7 e Mc 16,7) per indicarci le strade della nuova evangelizzazione dell’Europa. Strade nuove aperte in questi anni da coraggiose famiglie del Cammino, che hanno inteso far rivivere lo spirito delle prime comunità cristiane, quelle di Atti 2,42 e 4,32ss, per rispondere alla sfida dell’attuale cultura europea, che si qualifica soprattutto come “cultura di morte”. Accanto a queste famiglie missionarie, tutte ricche di vita e di figli, una nuova schiera di sacerdoti preparati nei numerosi seminari Redemptoris Mater, sparsi in tutta Europa, per lanciare la nuova evangelizzazione proposta da Giovanni Paolo II, attraverso la predicazione della Parola, un lungo cammino catecumenale e la formazione di comunità senza sconti. La fotografia e la diagnosi di questa Europa è stata pennellata ripetutamente da uno dei fondatori del Cammino, Kiko Arguello, a tinte piuttosto oscure, anche se molto vicina alla realtà. Ma è soprattutto la cura di questa Europa che ci deve interessare e che richiede non solo tutta la nostra attenzione, ma la nostra specifica responsabilità di pastori, per fare tutto il possibile e non ripetere qualche errore recente che va umilmente riconosciuto. Cominciamo da un errore, sottolineato dal card. Schoenborn, arcivescovo di Vienna. Nel periodo dell’Humanae vitae di Paolo VI, la gerarchia cattolica non fu così compatta e coraggiosa nel sostenere la dottrina proposta dal Papa, e questo disorientamento ha prodotto una maggiore diffusione del pensiero anticattolico nell’interpretazione del valore della sessualità e della vita umana. Oggi dobbiamo ritrovare questa unità e questo coraggio. Tutto il possibile richiede poi una testimonianza forte dell’identità cristiana. Va recuperata la centralità della Parola, perché ogni cristiano possa entrare attivamente come collaboratore di Dio nella ri-creazione di questo mondo. Va rivissuto il battesimo - e con esso i sacramenti dell’iniziazione cristiana - con una adeguata formazione seria che duri nel tempo, perché sull’immagine di Cristo - Uomo nuovo possano nascere e manifestarsi uomini e donne veramente nuovi. Vanno ricostruite comunità secondo lo stile apostolico, dove la comunione sia resa visibile dall’unità nella carità e dalla coerenza al Vangelo. Oggi in modo particolare vanno testimoniate l’apertura costante alla vita nella gestione del matrimonio e della sessualità, e una nuova forma di condivisione dei beni. Questa cura è particolarmente proposta dal Cammino neocatecumenale, che è riconosciuto oggi dalla Chiesa come uno dei suoi carismi. Ma nella sua essenzialità questo carisma e questa cura riguardano la missione di tutta la Chiesa: ci deve far riflettere, mentre cerchiamo di capire la responsabilità che il Signore intende affidarci per il bene di questa Europa.

† P. Giovanni Scanavino Vescovo di Orvieto-Todi

Nicola V. ha detto...

Io penso che in questa dimensione (cioè nella sua reale dimensione di percorso religioso giudaico-protestante) il cammino gnostico neocatecumenale meriti rispetto.

Nicola V. ha detto...

L'esperienza vissuta recentemente dai vescovi alla Domus Galilaee non va condannata,anzi,al contrario,va inquadrata nella sua giusta luce di esperienza ecclesiale a sè, avulsa dalla Chiesa Cattolica propriamente detta e intesa a definire meglio i caratteri di una realtà ecclesiale nuova che affonda le sue radici nel luteranesimo e nel messianismo.

Su tali basi meriterebbe rispetto.

Nicola V. ha detto...

Dunque qui non si tratta di continuare una dialettica di scontro tra cattolici osservanti e sedicenti cattolici.
Si tratta semplicemente di prendere atto che una realtà cristiana di circa un milione di persone(i neocatecumenali),avallata da circa 200 tra vescovi e prelati, sta assumendo ormai con chiarezza i connotati di una chiesa a se stante,che non intende minimamente essere confusa con la Chiesa Cattolica Romana e,al contrario, cerca di acquistare autonomia e visibilità.

E' un suo diritto e bisogna prenderne atto,dispiaccia o meno.

Nicola V. ha detto...

In questa prospettiva bisogna leggere la situazione storica che sta vivendo il cd Cammino Neocatecumenale, i cui statuti sono stati pretesi prima da Giovanni Paolo II,più volte corretti e infine approvati a titolo sperimentale.
Ma va letto anche il silenzio-dissenso della Chiesa di Roma a quasi un anno dalla scadenza dell'esperimento: una sostanziale presa di distanza da entrambe le parti senza conflitti e senza prevaricazioni.
Leggo in questa chiave l'iniziativa di Kiko Arguello a fine marzo scorso che,convocando i vescovi e i prelati nel suo Centro di irradiazione in Galilea,ha voluto con chiarezza dimostrare che una parte della Chiesa,abbracciando il Credo Neocatecumenale,ha preso automaticamente le distanze dall'obbedienza a Roma e rivendicato quasi ufficialmente una propria autonomia liturgica,dottrinaria ed ecclesiale.

mic ha detto...

andate a leggere cosa abbiamo scritto al vescovo di Orvieto

Anonimo ha detto...

vorrei sapere cosa vi ha risposto.....hehe...

Gert ha detto...

Il vescovo di Orvieto non deve dare risposte a noi,ma a se stesso.

mic ha detto...

Una citazione a parte i vari Mic e compagni che hanno conosciuto il cammino partecipando alle eucarestie. Non si sono forse accorti che il cosporale è sempre utilizzato? Direi che è impossibile e allora perchè sposare in toto un articolo di questo tipo?

corporale o non corporale (data anche la presenza dei vescovi) nulla toglie all'esattezza della affermazioni di Barile sulla celebrazione, che è e resta sconcertantem dal momento che i vescovi si stanno muovendo non in sintonia col Papa

Anonimo ha detto...

È la prima volta nella storia che i vescovi rinunciano al loro mandato per affidarsi alla guida di un semplice laico...........

AH SI???

E' VERO...SAN PIETRO ERA STATO IN SEMINARIO.....

MA VAFF.....

Anonimo ha detto...

Il Vescovo di Orvieto loda le impostazioni delle catechesi di Kiko sulla base di una conoscenza estemporanea e non approfondita

CERTO PERCHE' VI CONTROLLATE QUANTO I VWESCOVI SI INFORMANO.....

mic ha detto...

vorrei sapere cosa vi ha risposto.....hehe...

dagli almeno il tempo di leggere... e poi non è importante a noi ma che rinsavisca. E' al Signore che deve rispondere!

Anonimo ha detto...

Siamo quindi di fronte ad una impostazione difforme da quella dogmatica della Chiesa


BENVENUTI ALLA NUOVA INQUISIZIONE.....BRAVO MIC....

Anonimo ha detto...

Per questi motivi sentiamo il dovere di invitare espressamente il Vescovo di Orvieto a leggere i testi del Cammino NC


GRAZIE RAGAZZI DEL VOSTRO VALOROSO AIUTO......

Anonimo ha detto...

Questi fatti ci addolorano profondamente ma non ci turbano. Anche nel Collegio Apostolico uno dei discepoli scelto da Gesù e da Lui trattato come un amico, lo tradì per pochi denari ma con infinita superbia.

APOTEOSI DELL'IMBECILLITA' CONDITA CON IPERSTIMA DI SE STESSI......

BEH...SE CONTINUATE COSI' I VESCOVI PENSERANNO CHE SIETE SUONATI....
GRAZIE RAGAZZI PER IL CONTRIBUTO CHE DATE OGNI GIORNO AL RAFFORZAMENTO DEL CAMMINO.....


CIAAAOOOOOO!!!

:-)))

Anonimo ha detto...

e poi non è importante a noi ma che rinsavisca.

QUESTA NON CANCELLARLA CHE LA MANDO IO A SCANAVINO.......

Anonimo ha detto...

MIC...VERAMENTE...FATTI CURARE.....PORCO CANE STAI MALE........

mic ha detto...

CERTO PERCHE' VI CONTROLLATE QUANTO I VWESCOVI SI INFORMANO....

intanto piantala di urlare: se si fosse informato e conoscesse le vere catechesi kikiane forse non sarebbe andato in Galilea e purtroppo quasi tutti i vescovi non le conoscono. Questo lo so per certo si lasciano abbagliare dai numeri e dalla sapiente propaganda

Si chiama culpa in vigilando perché chi è garante per i fedeli una realtà ecclesiale la deve conoscere bene e non superficialmente

mic ha detto...

Grazie per i complimenti anonimo urlante; ma ancora una volta dobbiamo constatare la tua lettura con i paraocchi di ogni cosa che riguardi il cammino

Anonimo ha detto...

TI DANNO FASTIDIO GLI URLI????

PERCHE' NON SENTI QUELLI DEL TUO VESCOVO EVIDENTEMENTE....

MA TU CHI CAZZO SEI PER SAPERE COSA LEGGONO O NO I VESCOVI?????

Anonimo ha detto...

culpa in vigilando............


LA TUA E' CULPA IN DEFICIERE

Anonimo ha detto...

ancora una volta devo constatare che la trave e' penetrata fino dentro il cervello di mic.....
con danni irreparabili....

Anonimo ha detto...

e' questo che ti fa rodere il culo???

no problem...il Papa in una saletta ci ha gia' celebrato.....sia GP II che Benedetto....quindi fatti i cazzi tuoi....

mic ha detto...

MA TU CHI CAZZO SEI PER SAPERE COSA LEGGONO O NO I VESCOVI?????

sono un battezzato credente cattolico che vede come si comportano e recentemente li ha ascoltati dire cose deliranti nei confronti dell'evangelizzzazione dell'Europa, senza che il Papa vi abbia ancora approvati, dopo essere stati imboniti dal tuo iniziatore.

Anche perché evidentemente non sanno che evangelizzazione fatta da voi = neocatecumenizzazione e non cattolicità.
Pensa solo a quante comunità che celebrano in salette separate ci sarebbero, incece che fedeli cattolici davanti all'unico altare in una Chiesa consacrata

mic ha detto...

e dalli all'attacco di Mic!
e con che stile e con che argomenti di ragione!

Anonimo ha detto...

sono un battezzato credente cattolico....
BAH.........

Anonimo ha detto...

LO STILE E' IL TUO,

DIFFAMARE DA ANONIMO E' BELLO EH??????????

LO FAI DA MESI STRONZO!!!

mic ha detto...

sono un battezzato credente cattolico....
BAH.........


padronissimo di dubitarne, anche se è indubitabile il fatto che parlo da cattolico, ma io sono altrettanto libero di dubitare della cattolicità del CNC

Anonimo ha detto...

INFATTI LE TUE LETTERE NEMMENO LE FIRMI...E PARLI DI KIKO, VESCOVI, CARDINALI CON NOMI E COGNOMI....


ESCI ALLO SCOPERTO INFAMACCIO.....DI IL TOU NOME SUL BLOG....RACCONTA CHI ERI E CHI SEI....

MA GLI INFAMI NON HANNO CORAGGIO PER QUESTO....STRISCIANO NELLA MERDA COME TE......

mic ha detto...

"DIFFAMARE DA ANONIMO E' BELLO EH??????????"

io non diffamo da anonimo, DENUNCIO da anonimo per non aver a che fare de visu con figuri come te e perché sono sicuro che mi avrebbero già tappato la bocca

Anonimo ha detto...

sono sicuro che mi avrebbero già tappato la bocca

QUESTO E' VERO....DI CAZZATE NE SPARI PARECCHIE......

mic ha detto...

INFATTI LE TUE LETTERE NEMMENO LE FIRMI...E PARLI DI KIKO, VESCOVI, CARDINALI CON NOMI E COGNOMI....

se cominciassi a firmarle la cosa diventerebbe più eclatante e non so se vi conviene

Anonimo ha detto...

MO VAFFANCULO DA UN ALTRA PARTE PER FAVORE.......

VATTI A SFRACELLARE CON UNA PIETRA AL COLLO...CHE FAI UN SERVIZIO ALL'UMANITA'..........

Anonimo ha detto...

TI CREDI COSI IMPORTANTE????
MIC..IL TUO PROBLEMA E' CHE NON CONTI UN CAZZO......

mic ha detto...

sono sicuro che mi avrebbero già tappato la bocca

voi, non la MIA CHIESA, che mi ha dato mandato di continuare, nonostante intendessi chiuderla qui dati i suoi silenzi e la vostra volgare aggressività

mic ha detto...

TI CREDI COSI IMPORTANTE????
MIC..IL TUO PROBLEMA E' CHE NON CONTI UN CAZZO......


il tuo problema è che non sai che lo so...

ma non è una buona ragione per non fare del mio meglio ;)
tu le ritieni cavolate, altri forse no :)

mic ha detto...

24 ORE AL GIORNO SU INTERNET....BAH........
E' QUESTA LA TUA MISSIONE????


mi pare che coincide con la tua.

se permetti l'insulto lo cancello perché tutto ha un limite.
E' solo per dare una ripulita, perché non possono darmi fastidio insulti che vengono da persone come te

mic ha detto...

E' VERO...SAN PIETRO ERA STATO IN SEMINARIO.....

S Pietro era stato in seminario alla sequela di Gesù ed è stato COSTITUITO SACERDOTE da Lui, ignorante, nel senso che ignori cose che i tuoi imbonitori si guardano bene dall'insegnarti!

Nicola V. ha detto...

Non è proprio il caso di litigare.

Mi pare che la situazione si stia chiarendo da sola:
la Chiesa lascia ormai fare Kiko Arguello perchè ne considera le esternazioni e le azioni (oltre che il credo) ormai lontani dalla retta dottrina cattolica.

Kimko Arguello a sua volta sta contando coloro i quali( laici e non) gli sono rimasti favorevoli nel suo progetto di nuova chiesa,consapevole delle differenze enormi con quella fondata da Cristo.

In entrambe le posizioni c'è ormai molta dignità e non un rincorrersi a vicenda.

Io personalmente rispetto e seguo la Chiesa Cattolica,riconoscendo nel Papa il rappresentante di Cristo sulla terra,ma ciò non toglie che io non rispetti anche Kiko, al pari di quanto posso rispettare le posizioni storicamente assunte da Lutero o
dai Calvinisti.

La libertà di tutti non deve diventare scontro di confessioni religiose.

Gert ha detto...

A proposito del vescovo di Orvieto, perché non avete citato questo?

"Per questi motivi sentiamo il dovere di invitare espressamente il Vescovo di Orvieto a leggere i testi del Cammino NC... Si accorgerà allora che il fondatore dell’Ordine cui lui steso appartiene: gli Agostiniani: il Vescovo S. Agostino, definito il Dottore della Grazia, non sta dalla parte di Kiko, che osa affermare che il Santo non ha capito né cos’era il peccato né che cosa era la Grazia santificante… Vedrà, eccellentissimo Vescovo, una volta studiati quei testi, che Kiko Arguello è un eretico peggiore dell’altro ex Agostiniano Lutero, da lui molto citato."

mic ha detto...

La libertà di tutti non deve diventare scontro di confessioni religiose.

caro Nicola condivido quanto dici e ti ringrazio per i tuoi contributi;
quanto allo scontro, poiché "scontro" è davvero, esso dipende dal fatto che il Cammino e quella parte di chiesa che lo appoggia, pretendono di essere i veri CATTOLICI e invece non fanno altro che stravolgere la identità cattolica (che è anche quella Apostolica Romana del Credo Niceno, che non a caso i NC non recitano mai)!!!!

Anonimo ha detto...

"E che al Santo Padre questo non sia per niente piaciuto lo si capisce dal fatto che gli Statuti ... non sono stati ancora approvati dal Vaticano."
Veramente una brillante e logica deduzione. Altre possibilità? Proprio proprio nessuna? Mi sembrava di aver letto, proprio in uno di questi siti, del rammarico per la benedizione del Papa su questo evento...

Anonimo ha detto...

>Come vedete i riscontri aumentano.


Caro Mic,

se questi sono i riscontri... si salvi chi può.

Ciao