domenica 6 aprile 2008

Trasformazioni nella Fede cattolica

Qualcuno sull'altra pagina parlava dell'anonimato di alcuni siti che criticano il cammino. Il nostro ha appena pubblicato un articolo firmato da Don Gino Conti; per cui il pretesto dell'anonimato viene a cadere... perché non confrontarsi su quello che scrive? Documentarsi non fa mai male
Ci si potrebbe anche confrontare su quel che ne dice Teo:

Bella, documentata ed inoppugnabile l'analisi di don Gino Conti pubblicata sul sito e qui proposta da Mic, come pure le riflessioni lucide ed interessanti di Omen.

Ciò nonostante, è un dato di fatto che una larga schiera di ministri della Chiesa si è appena inchinata al capo del Cammino neocatecumenale nella sua megadimora in Galilea. PERCHE'?

Io temo che non sia stato ben compreso da molti il male oscuro che si è imposto nella società e nella stessa Chiesa negli anni dopo il Concilio e che oggi domina: quel relativismo stigmatizzato anche da papa Benedetto di recente.
I guai per la Chiesa sono cominciati precisamente quando si è fatto largo ed affermato, sulla scorta di alcune determinazioni ecumeniche conciliari, il concetto che il cristianesimo non era più l'unica Chiesa di Dio e che nel mondo anche altre confessioni-idee-concezioni rispecchiavano l'amore dell'Onnipotente per il mondo.
Questo relativismo ha indebolito la fede di molti religiosi cattolici, e unitamente al secolarismo, li ha resi succubi di modi di pensare e di agire del tutto contraddittori con gli insegnamenti ricevuti da Cristo.
Quei vescovi in Galilea sembrano smarriti e alla ricerca di risposte che non trovano più in sè stessi e nella Chiesa di Roma.
E ciò è molto triste, prima di essere nefasto ed eversivo.

Non a caso dopo alcuni decenni di ostracismo e censura, oggi è stata riscoperta la figura di mons. Lefebvre, il quale fu punito per aver voluto difendere l'unica Chiesa in cui si riconosceva, quella di sempre fino al Concilio.
E la stessa azione di Benedetto XVI, che all'epoca della scomunica di Lefebvre era Prefetto della CdF e dunque protagonista nella vicenda al fianco di Giovanni Paolo II, può forse essere interpretata da un lato come una riparazione, un riconoscimento del valore della posizione lefebvriana, mantenuta fino alla ribellione dolorosa alla Chiesa dell'epoca per difenderne l'integrità del depositum fidei; dall'altro lato, come prudenziale tentativo di bilanciamento delle spinte laiciste e delle derive moderniste che sembrano prevalere nella Chiesa odierna, di cui il cammino neocatecumenale è espressione emblematica e rappresentativa.

Per quanto i neocatecumeni che intervengono su questo blog si affannino a domandare il perchè di tanta acrimonia verso il cammino da parte di altri "fratelli" di fede, sembrano sfuggire loro i motivi incontrovertibili che rendono il cammino del tutto diverso da tutti gli altri movimenti ed associazioni ecclesiali, tale da richiedere una opposizione chiara e determinata ad esso.
Quei motivi sono stati ampiamente richiamati in molti interventi su questo blog, incluso quello di don Conti prima citato.
Uno per tutti: tutti gli altri movimenti ecclesiali operano nelle chiese tradizionali e celebrano secondo le norme cattoliche.
Il cammino è l'unico ad aver costruito propri templi - oppure modificato a propria immagine quelli esistenti - predicato una teologia diversa e celebrato con riti difformi. Tralasciando qui di citare tutti gli altri aspetti difformi, ampiamenti documentati e testimoniati.
Mi sembra una ragione più che valida per opporsi ad oltranza alla diffusione del cammino neocatecumenale nella Chiesa.

166 commenti:

mic ha detto...

Finché non proverete a prendere in considerazione le denunce, a verificarle attraverso gli argomenti e documenti portati, continuerete in eterno a scriverci che creiamo divisione quando in realtà non facciamo altro che constatare una divisione già consumata da un pezzo e ci porterete il solito luogo comune di "guardare a quello che unisce" senza aver recepito che non può esserci tra noi alcuna "communicatio in sacris", cioè comunione nelle "cose sacre" perché quelle che sono sacre per voi NC, per noi cattolici sono pagliacciate, surrogati, invezioni e scimmiottature, e invece quelle che sono sacre per noi o non le conoscete oppure vi hanno insegnato che vanno CAMBIATE e i cosiddetti cambiamenti non sono RINNOVAMENTO, ma SOVVERTIMENTO.

mic ha detto...

Sulla temperie di oggi nella chiesa scrive una mia amica:

"pensavo che se lo fa un fedele (prete o laico che sia) della Tradizione che ama davvero la continuità.....questo viene censurato, scomunicato, attaccato, ISOLATO DALLE COMUNITA'.....ISOLATO DAI VESCOVI....
se invece a disobbedire ALLA TRADIZIONE è appunto un cattolico MODERNISTA....a meno che non fa cose gravissime, VIENE PERDONATO, viene aiutato, mantiene la sua carica, TROVA TUTTE LE PORTE APERTE.... (il caso di don Gallo a Genova non è isolato....questo sacerdote inganna, insegna false dottrine eppure ben tre cardinali: Tettamanzi, Bertone ed oggi Bagnasco, NESSUNO LO HA MESSO A TACERE, non è stato allontanato....)"

Faber ha detto...

infatti perché è stato scomunicato Lefevbre, che in fondo aveva a cuore di mettre in salvo la Tradizione in un momento di vera rivoluzione selvaggia e chi sta sovvertendo la fede viene lasciato a briglia sciolta?

mic ha detto...

... e prosegue:

"Disobbedire per obbedire? San Paolo ci fa osservare in Galati 2 che disobbedire si può, ma PARLANDONE, CHIARENDOSI.....purtroppo noi laici non abbiamo questo "potere"...possiamo agire come agirono certi santi laici come santa Caterina da Siena....DARE LA VITA PER LA CHIESA......e possiamo TESTIMONIARE appunto come si da la vita per la Chiesa......chi vuole essere innamorato della Chiesa DEVE SALIRE IL CALVARIO.....DEVE SOFFRIRE....e deve dire la VERITA' con carità certo, ma dirla sempre e viverla....in questo modo ci sarà sempre il "piccolo gregge" che ALL'APPARENZA SEMBRA DISOBBEDIRE perchè NON tace e non cede ai compromessi....ma in realtà obbedisce e in Cristo sa di seguire la via tortuosa sulla quale cammina IL SOMMO PONTEFICE....."

stephanos78 ha detto...

Questo ultimo brano è splendido. Non è solo condivisibile. Esso rispecchia la realtà della strada che troviamo e troveremo davanti: il Golgota.

Anonimo ha detto...

non condivido le vostre idee, ma forse la nostra speranza è la stessa: che Dio, attraverso la Chiesa, chiarisca una volta per tutte cosa è il Cammino per la Chiesa stessa, se un dono dello Spirito Santo, o una eresia da limitare e combattere...fino ad allora, postate quello che volete (e mi riferisco anche ai NC), ma nessuno a ragione e nessuno torto.siete tutti in forse.Buonanotte

Francesco ha detto...

Rinvenuto sul blog di Tornielli

"Condivido pienamente i rilievi critici mossi da Luisa alla spettacolarizzazione della Liturgia. Ne ho avuto una prova stamattina accompagnando mio figlio in parrocchia per il catechismo. Per fortuna, mi sono detto, alla messa vado sempre il sabato alla basilica romana di piazza della Repubblica altrimenti tra chitarre, sacerdote-animatore col microfono in mano stile Fiorello e applausi ai bimbi battezzati non mi sarebbe neppure sembrato di prendere parte ad una celebrazione religiosa. Credo abbia ragione l’ottimo cardinale Francis Arinze, Prefetto della Congregazione per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti. “C’è una tentazione - afferma il card. Arinze -alla quale si deve resistere: cioè quella di pensare che sia una perdita di tempo prestare attenzione agli abusi liturgici. Si è scritto che gli abusi sono sempre esistiti e che esisteranno sempre; dunque, dovremmo piuttosto preoccuparci di formazione e di celebrazioni liturgiche positive. Questa obiezione, parzialmente vera, può indurci in errore. Gli abusi a proposito della Santa Eucaristia non hanno tutti lo stesso peso. Alcuni minacciano di rendere il sacramento invalido. Altri manifestano una mancanza di fede eucaristica. Altri contribuiscono ancora a seminare confusione tra il popolo di Dio e tendono a dissacrare le celebrazioni eucaristiche. Gli abusi non sono da prendersi alla leggera”.

Giacomo Galeazzi

Francesco ha detto...

Un piccolo corollario

L'uomo della strada,il cristiano "della domenica" distratto e laicista, il "lontano" è alla ricerca di liturgie sobrie e aderenti al massimo allo stile evangelico propugnato in modo sempre più incisivo da Benedetto XVI.

Amano invece le celebrazioni estrose,gli sfarfallii di invenzioni e lustrini soprattutto coloro i quali si sentono all'nterno della Chiesa da sempre, gli "adulti" per intenderci:i don Farinella,ad esempio....

montmirail ha detto...

Penso che il punto più controverso del CNC rimanga il piano
escatologico al di là delle varie prassi differenti. Vediamo
anche oggi come la ricerca di un luogo definito costituisca un punto
ricorrente che va oltre il significato simbolico:

"Per questo vedete che nella chiesa (della Domus Galilaeae) ho fatto
nell’abside, un dipinto del Giudizio Finale alla fine del mondo. Cioè è
importantissima questa missione universale a tutto il mondo a tutte le
nazioni. Tra qualche anno saremo tutti morti e resterà qui come un
monumento per quei fratelli che Dio ha scelto da prima della creazione
del mondo per aprire il Cammino Neocatecumenale, che sarà un cammino
molto importante per tutte le nazioni in tutte le Chiese".

da Racconto di Kiko sulla creazione della Domus


da un altro forum in rete:

"i 72 garanti:

sono persone scelte tra catechisti itineranti, preti (mi sembra),
e ragazzi itineranti che evangelizzano da moltissimi anni; è il
consiglio che voterà il possibile successore di Kiko; questo
sarà scelto tra uno dei 12 cefali.

i 12 cefali:

sono 12 catechisti; uno di questi sarà il successore di Kiko".


Come si può vedere se fosse solo un problema di metodo si potrebbe al limite accettare
questa sorta di "PNL cristiana" che si applica dai lontani ai
consacrati come "fine che giustifica i mezzi" in una società
secolarizzata (che poi è il presupposto base con cui viene introdotta).

Ma a parte il fatto che un mezzo sbagliato non giustifica un fine
buono, c'è da chiedersi fino a che punto il fine
sia coerente con la prospettiva cattolica. E' giusto aspettare e
rimettersi alle decisioni della strutture preposte, ma visto che
a queste riunioni partecipa una quota significativa di personalità
ecclesiastiche rimane qualche
perplessità di fronte a tutto ciò

montmirail ha detto...

Lunga digressione di Daniele Arai

La «Nostra aetate»... del «nuovo (dis)ordine» terminale"

montmirail ha detto...

Da Petrus:

Il Vaticano difende la preghiera per la conversione degli ebrei

In realtà di "conversione" non c'è più traccia

"..mentre in Vaticano si fa notare che la parola conversione non appare nè nella nota della Segretaria di Stato nè nel nuovo testo, che non invoca più la conversione degli ebrei ma semplicemente la luce del Signore su di loro"

gherardo ha detto...

E' bellissima la storia
dei 12 cefali
(a parte che cefalo in italiano significa capo solo nei composti
mentre da solo indica semplicemente un pesce)
comunque il fatto che Kiko
si fara' sostituire da uno dei 12 cefali
la dice lunga sul fatto che forse
la somiglianza di certe icone di Cristo
col suo volto (che io pure ho sempre snobbato come argomento quando proposto
da altri qui)
forse non e' proprio un caso.....

mic ha detto...

invoca più la conversione degli ebrei ma semplicemente la luce del Signore su di loro"

si parli o non si parli di conversione, il "punto di scandalo" è perennemente la "Cristofobia"

Anonimo ha detto...

per cui il pretesto dell'anonimato viene a cadere...

ma che boiata 'e questa....vi nascondete voi dietro l' anonimato da mesi e usate gino conti come unico nome.......racconta la tua storia mic.....racconta che ERI un prete e non lo sei piu....racconta perche' e vedrai come la gente aprira' gli occhi e capira' che il vero satana sei tu....rinnegato e traditore di Santa Madre Chiesa!!!!

Anonimo ha detto...

se lo cancelli ti blocco il blog!!

mic ha detto...

E' inutile che minacci. Non cancello perché è la dimostrazione della tua solita pretestuosità

Tu puoi continuare a calunniarmi... ma io ho spiegato a iosa le ragioni, tutte di necessità e prudenziali, della mia 'riservatezza' che non sarà più tale se si rivelasse necessario...

In ogni caso immagini quanto rendereste la vita difficile a me e a chiunque è coinvolto in questo impegno? Il che ci renderebbe impossibile continuarlo con un minumo di serenità...

Quanto a Don Gino Conti sono anni e anni che è in prima linea. Ha scritto molti libri che avete fatto sparire dalla circolazione; il suo nome è già noto. E allora? cos'hai di pretendere? Cos'hai da minacciare?

montmirail ha detto...

Lascia stare Mic non vale la pena,

occupiamoci dei pesci grandi :-))

Anonimo ha detto...

"i 12 cefali:
sono 12 catechisti; uno di questi sarà il successore di Kiko".

Immagino che a loro volta i 12 cefali facciano parte del gruppo dei 72 garanti.
Ora dei 72 garanti esiste una lista (allegata agli statuti ad experimentum). Esiste una lista di chi sono questi cefali?

mic ha detto...

i 72 garanti: sono persone scelte tra catechisti itineranti

- I 70 anziani al seguito di Mosè che ricevettero l’effusione dello spirito, più i 2 assenti che erano rimasti al campo, Eldad e Medad (Nm 11,25-26)

- I 72 Anziani della sinagoga, secondo lo Zohar

- Il nome di Dio è composto di 72 lettere secondo la tradizione cabalistica.

-I 72 traduttori ebrei – sei per ogni tribù – che Tolomeo II, re d’Egitto – 283-246 a.C. -, chiese ad Eleazar, gran sacerdote di Gerusalemme, per tradurre dall'ebraico in greco i libri di Mosè per la sua biblioteca di Alessandria.

- I 72 discepoli inviati da Gesù (Lc 10,1)

fissazioni giudaizzanti o vero e proprio messianismo?

katartiko ha detto...

"mic.....racconta che ERI un prete e non lo sei piu...."

Ma io sapevo che è già cardinale.

mic ha detto...

"mic.....racconta che ERI un prete e non lo sei piu...."
Ma io sapevo che è già cardinale.


tu quoque a quest'ora e solo per dire cavolate?
Non eri quello sempre al lavoro?
;)

katartiko ha detto...

Sulle affermazioni di don Conti, iniziamo a dire qualcosa di serio. Spero che accettiate un discorso serio, se no sarò costretto a giudicarvi veramente male.

Voi affermate che Kiko, negli "Orientamenti…." neghi:

1) che la celebrazione sia il Sacrificio;

2) la presenza reale del Corpo e Sangue di Cristo.

Per il punto n°1 gli "Orientamenti alle equipes di catechisti vol. 1" pag. 328 ( appunti rivisti nel 1999) dicono: "Nella religione pagana sacrificio, sacrum facere, fare ciò che è sacro, è propiziarsi la divinità tramite sacrifici di animali e di cose. Non è questo il significato del sacrificio nel cristianesimo né nell’Eucaristia. Nell’Eucaristia c’è l’unico sacrificio gradito a Dio: l’offerta che Gesù Cristo fa della sua vita al Padre morendo sulla croce per noi."

Per il punto n° 2 gli stessi dicono (pag. 300): "La parola memoriale riassume quello che per noi è sacramento. Un sacramento racchiude una realtà che si realizza e si attualizza. La parola memoriale nelle nostre traduzioni suona come… ricordo del passato. Non è così. Memoriale è un sacramento, un’attualizzazione, un avvenimento che si realizza, una efficacia presente."; pag. 309: "(Gesù) è come se dicesse: Questo non sarà più per voi il pane dell’uscita dall’Egitto; Questo è mio memoriale…è il mio corpo che si consegna alla morte per voi…Comunicare con questo pane è comunicare con il Corpo di Gesù Cristo.Questo pane è realmente il suo corpo che si consegna alla morte."; pag. 316: "Il pane è realmente il Corpo di Gesù Cristo che si consegna alla morte per distruggerla, affinché noi abbiamo la vita eterna…Il vino è realmente il Sangue di Gesù Cristo…"; pag. n°332: "Per la Chiesa primitiva non c’era alcun dubbio sul fatto che Gesù Cristo fosse presente nell’Eucaristia"; pag. n°335 (citazione per esteso del Messale Romano 241): "I pastori…ricordino ai fedeli…che…anche solo una sola specie si riceve il Cristo tutto intero…; pag. n°339: "Tutti i valori di contemplazione e adorazione propri dell’Eucaristia…dobbiamo recuperarli soprattutto all’interno della Messa, conservando il culto all’Eucaristia fuori della Messa".

Queste sono fedeli citazioni dagli "orientamenti....".
Vediamo le eresie.

mic ha detto...

Per il punto n°1 gli "Orientamenti alle equipes di catechisti vol. 1" pag. 328 ( appunti rivisti nel 1999) dicono: "Nella religione pagana sacrificio, sacrum facere, fare ciò che è sacro, è propiziarsi la divinità tramite sacrifici di animali e di cose. Non è questo il significato del sacrificio nel cristianesimo né nell’Eucaristia. Nell’Eucaristia c’è l’unico sacrificio gradito a Dio: l’offerta che Gesù Cristo fa della sua vita al Padre morendo sulla croce per noi."

questi sono gli orientamenti "ritoccati" presentati alle Congregazioni...
che non corrispondono alle "catechesi orali" tuttora fedeli a quelli del 1972

il grande inganno consiste proprio in questo
Mi sai dire, se è vero quello che hai citato, che ho evidnezito in grassetto e non è presente nelle precedenti predicazioni, perché si continua a celebrare sulle 'mense' e non c'è obbedienza alla lettera di Arinze?

Anonimo ha detto...

Io sn un "lontano", un pagano che ha scolatato le catechesi nel 1994 e da quando sono entrato in cammino ho imparato e sempre sentito che "nell’Eucaristia c’è l’unico sacrificio gradito a Dio: l’offerta che Gesù Cristo fa della sua vita al Padre morendo sulla croce per noi".

PS: forse non questa frase esattamente parola per parola ma il senso che io ho acquisito e questo. E te lo posso sottoscrivere.

michela ha detto...

Allora Katartiko,
perchè nelle ambientali, e nel cammino in genere, si parla di mensa.
Una mensa addobbata con i segni della festa, tovaglia fiori e cibo.

Se "Nell’Eucaristia c’è l’unico sacrificio gradito a Dio"
perchè il tavolo su cui si celebra non viene mai chiamato ALTARE?

C'è una catechesi scritta per le congregazioni vaticane, che è stata corretta opportunamente,
ma c'è una catechesi non scritta, fatta di segni e parole, che viene trasmessa alle comunità e che non corrisponde alla prima.

Siccome nessun neocatecumenale ha in mano il testo degli orientamenti, l'unica catechesi che riceve sull'Eucarestia, è che si tratta di un banchetto, che ha il compito -del tutto umano- di costruire la comunità, in cui i peccati delle persone si annullano per effetto della partecipazione all'Eucarestia.

mic ha detto...

Posto uno stralcio tratto dall'Annuncio di Pasqua si quest'anno. Senza commenti

...
Per farvi capire come ci ha aiutato il Signore, guardate che Don Maximino Romero, che è stato vescovo di Avila e dopo lo nominarono segretario della Congregazione del clero, come la congregazione del clero era quella incaricata della catechesi, un giorno ci ha detto: voi avete alcuni scritti che utilizzate come orientamenti per i catechisti, consegnate a me prima che vi prenda il toro… perché quando vi perseguono e pensino che siete malvagi, leggeranno i vostri scrittii per trovare delle eresie ; date a me ora che la situazione è più calma e lo farò studiare. Ha mandato a studiare questi testi a uno degli specialisti più importanti della catechesi della Chiesa antica, il P:Groppo, un Salesiano. ..

mic ha detto...

...e ancora, sempre dallo stesso Annuncio:

(…) Ci diceva Mons.Cordes: è importante fare un riassunto su quello che predicate, mandare a alcuni teologi che si riuniranno e vedranno in forma teologica ciò che predica (e come) il vangelo il Cammino. Abbiamo chiamato a Emiliano e a Ricardo Blàzquez e un altro ancora, che erano a Roma e che lavorava nella Dottrina per la fede: hanno scritto una specie di tesi, un ‘mattone’ così grosso che era illeggibile. Presentarono questo libro e la Santa Sede incominciò a inviare riforme: questo non ci piace, questo nemmeno, Per cinque anni sono stati in giro con il libro affinché la Congregazione della Dottrina della Fede era d’accordo con quella tesi teologica. Va Mons.Bertone e mi dice: lei deve raccogliere tutti i mamotretos e questo sarà il direttorio catechistico per i catechisti . Come? Che questo devono usare i catechisti per le catechesi? Siamo arrivati all’incontro con il Cardinal Ratzinger per approvare questo libro come ortodosso, e gli dico al Cardinal Ratzinger: io questo libro non lo riconosco. Ha battuto sul tavolo: lei non riconosce questo libro dopo di cinque anni di lavoro? Ah, allora la Chiesa non si intende con voi, abbiamo finito. Gli dico: no, no, io sono disposto a consegnare tutte le catechesi. Perché noi avevamo paura di consegnarle, perché le catechesi sono raccolte così, senza correggere , e non sapevamo come era la santa inquisizione, può darsi trovano eresie, pensavamo. Però, visto che ci mettevano quel mattone, gli abbiamo consegnato tutto. Ah, bene, se è così torneremo da capo: e con una carriola abbiamo portato tutti i nostri mamotretri, 15 volumi : Prime catechesi, Shemà, Primo Escrutinio, Secondo Escrutinio, Traditio, Redittio, Iniziazione alla Preghiera, ecc. 3.050 pag. E manda una commissione di esperti della Santa Sede preseduta da Mons. Bertone. Ho detto a Javier e a Ezechiele di revisionare un po le catechesi e dovevano revisionare tutti i mamotretos con questo equipe della Comissione della Santa Sede. (s)

mic ha detto...

La grande stranezza è perché un COSIDDETTO movimento che asseriva di non avere testi e che le catechesi erano ispirate direttamente dallo Spirito Santo, invece usava apoditticamente i testi "segreti" del 1972 e 1986. alla fine non solo è costretto a "consegnare" i suoi testi e addirittura a correggerli.
Cos'hanno di speciale quelle catechesi da non poter essere sostituite senza problemi dal Catechismo della Chiesa cattolica?

E' evidente che sono di supporto a tutta la "costruzione" che è altra rispetto alla Chiesa e in Vaticano preferiscono bersela per non guardare in faccia un problema diventato troppo grande o nella pia illusione che catechesi corrette= predicazione corretta... e il resto dei comportamenti? e le tappe? e le celebrazioni anomale?

michela ha detto...

Per concludere l'intervento di prima, e per corredarlo di 'prove'

...noi abbiamo sempre mostrato a tanti fratelli che vengono dall’inferno, pieni di ferite e di disprezzo verso se stessi, che nella Santa Eucaristia il Signore fa presente il suo amore, morendo e risuscitando per loro; non solo, ma preparando una mensa, un banchetto escatologico, che fa presente il Cielo e dove Lui stesso, pieno di amore, li fa sedere e passa a servirli: “Li farà mettere a tavola e passerà a servirli” (Lc 12,37).


Parole di Kiko, del gennaio 2006, dirette al Papa e ad Arinze


appena sfiorato il Mistero Pasquale, e subito messo in ombra
dal concetto di banchetto, e di presenza del Cielo nella comunità neocatecumenale.

gherardo ha detto...

Il caro Katartiko
finge di non comprendere
che ormai le catechesi
"interiorizzate" da tutti i NC
non sono certo quelle del 1999
ma quelle che per quasi 30 anni
hanno contribuito a formare
lo "zoccolo duro" del CN.

Se le correzioni apportate agli orientamenti non sono "ad hoc" solo
per gli organi competenti
ma sono correzioni autentiche
alla predicazione NC
allora visti anche gli
aggiustamenti sul concetto
di sacrificio apportati
non dovrebbe costare
troppo come diceva anche Mic
obbedire al Papa (lettera Arinze)
e celebrare sull'altare e non
sulla mensa.

Vista la refrattarieta'
sin qui dimostrata a ogni correzione
e' piu'che lecito dubitare
che questa sia la strada intrapresa
dal CN.

Comunque siamo aperti a gradite
sorprese.

Come ho sempre detto se il CN mostrasse
cristiana umilta' mostrandosi docile
alle correzioni della Chiesa
ne guadagnerebbero sia il CN che la CHiesa.

Anonimo ha detto...

Don Gino Conti... se sei un prete dovresti anche sapere che "NON DIRE FALSA TESTIMONIANZA" è uno dei 10 comandamenti, lo sapevi? Nel dubbio te lo ricordo io... Prima di sparare a zero su di noi, guarda i tuoi amati confratelli come si comportano, parlando di SETTA, ANTICATTOLICESIMO, NUOVA FEDE, RIBELLIONE AL PAPA, ATTACCANDO I VESCOVI E CARDINALI...

MA NON TI VERGOGNI NEMMENO UN PO'? IO NEL TUO CASO SCAVEREI UNA FOSSA E MI CI TRASFERIREI...

gherardo ha detto...

Anonimo urlante
invece le tue calunnie
a Mic come si qualificano?

Perche' sappiamo bene
che tu sei quello che piu' volte
ha calunniato Mic su questo blog.....

Leo ha detto...

Tu sei un violento che ha trovato la tana congeniale nella setta neocatecumenale.
Dovresti tu scavarti la fossa, per le falsità e le eresie che nel tuo infimo contribuisci a spargere come un veleno nella Chiesa che ti ha battezzato e redento dal peccato grazie alla misericordia di Dio e al sacrificio di Cristo.
E non sporcare il nome di buoni sacerdoti difensori della Santa Chiesa con la tua linguaccia depravata...

Anonimo ha detto...

Consiglio:

State buoni se potete (1983)
un film di Luigi Magni


Già visto questo film ??

mic ha detto...

cdv,esauriti gli argomenti,ricompaiono a pioggia le accuse e la violenza

mic ha detto...

tate buoni se potete (1983)
un film di Luigi Magni


perché non lo dici in termini più efficaci ai tuoi compagni di consorteria?

Anonimo ha detto...

Tu sei un violento che ha trovato la tana congeniale nella setta neocatecumenale.
Dovresti tu scavarti la fossa, per le falsità e le eresie che nel tuo infimo contribuisci a spargere come un veleno nella Chiesa che ti ha battezzato e redento dal peccato grazie alla misericordia di Dio e al sacrificio di Cristo.
E non sporcare il nome di buoni sacerdoti difensori della Santa Chiesa con la tua linguaccia depravata...

Sarai bravo tu Leopoldo, eresie? falsità? ma perchè non ti calmi? Buoni sacerdoti? i buoni sacerdoti, quelli veri, si rimettono al volere del Papa SUL SERIO, non solo con le parole, al volere dei Pastori, Vescovi e Cardinali. Non spargono merda sulle realtà ecclesiali solo perchè a loro non sono congeniali sono stato abbastanza chiaro?

Gherardo, tu che sei sempre bravo ad accusare gli altri...
Prendendo come spunto la Parola di San Paolo, quando dice "sia il vostro parlare sisi nono", con questo metodo, saresti in grado di affermare che il dott. Mic non è qualcuno che è stato ripreso dalla Chiesa per la sua condotta?
Attenzione, sisi nono...

Gert ha detto...

"Non spargono merda sulle realtà ecclesiali solo perchè a loro non sono congeniali sono stato abbastanza chiaro?"

da quando in qua a un sacerdote vero possono essere congeniali le eresie?

il tuo tono arrogante da supercatechista è mooolto chiaro

Anonimo ha detto...

mic ha detto...
tate buoni se potete (1983)
un film di Luigi Magni

perché non lo dici in termini più efficaci ai tuoi compagni di consorteria?

07 aprile, 2008 13:39

***********************
l'ho scritto, punto.
Poi a dire il vero ho il sospetto che molti msg anonimi siano in realtà firmati Mic.

Gert ha detto...

"dott. Mic non è qualcuno che è stato ripreso dalla Chiesa per la sua condotta?"

se posso permettermi io,il dott.Mic è stato ripreso solo dalla Chiesa neocatecumenale su questo blog

Gert ha detto...

"l'ho scritto, punto.
Poi a dire il vero ho il sospetto che molti msg anonimi siano in realtà firmati Mic."

magari anche questo! ;)

Gert ha detto...

il film più adatto sarebbe "La fossa dei serpenti" non chiedrmi l'anno

Anonimo ha detto...

fatemi vedere dov'è la carità Cristiana nel vostro parlare???

TDL ha detto...

Questi cagnolini da guardia messi da Kiko e dai suoi pretoriani a sorvegliare il blog veramente scocciano e ammorbano.
Non si riesce ad iniziare un discorso che subito infestano il blog con i loro latrati su newgold69, su mic, su gherardo, su gert, ecc.
Ai cagnolini da guardia di kiko una sola parola: a cuccia!

Vittorio ha detto...

Ma carissimi anonimi NC, quali correzioni fraterne invocate?
Per voi c'è solo il pentimento e la penitenza.
Prima vi ravvedete, meglio è per voi stessi e per la Chiesa.

Gert ha detto...

visto che fino hanno fatto le correzioni del Papa

Anonimo ha detto...

cancellate eh eh eh vi sto parlando della crità nel parlare e voi cancellate addio bau

michela ha detto...

Questo blog sta diventando una chat
Si potrebbe decidere di non rispondere agli anonimi insultatori, e continuare il discorso tra noi e chi vuole partecipare con un nick.

Tanto lo sappiamo bene che il cammino su alcune persone crea dissociazione interna, fa diventare persone senza rispetto per niente e nessuno.

Leandro ha detto...

Dal post di apertura:
"Quei vescovi in Galilea sembrano smarriti e alla ricerca di risposte che non trovano più in sè stessi e nella Chiesa di Roma.
E ciò è molto triste, prima di essere nefasto ed eversivo."

diciamo che non lo trovano più in se stessi e in quella parte della Chiesa di Roma che si è venduta ai nuovi profeti e alle nuove mode postconciliari

simo ha detto...

Siete disposti ad accettare il CNC come una realtà della Chiesa pienamente riconosciuta se verranno pubblicati gli statuti ed i commenti delle varie congregazioni a tutti volumi dei mamotreti di tutti i passaggi?

...a presto.

Anonimo ha detto...

i dodici cefali? i d o d i c i c e f a l i ? ? ?

ma ci rendiamo conto? neanche un Papa si sognerebbe mai di dire una cosa del genere. che schifo.

La pulce ha detto...

A LEZIONE DI IGLESIA

El senor Kirikus e Dona Carmenica comunicano che sono aperte le iscrizioni al loro master di III livello che si terrà intensvamente presso il catacumbenium dei MC a Roma dal 29 al 31.2 pp.vv.

Costo complessivo scontato del master(comprese le 4 encicliche del senor Kirikus e un fiasco di Agua Jordan): € 2.750.


Coordinatore del master Brandipaolo Maradonna,catequista senior,cui occorre rivolgersi per ulteriori informazioni e per il versamento della vile spazzatura richiesta.

per simo ha detto...

"fatemi vedere dov'è la carità Cristiana nel vostro parlare???"

l'annuncio di Pasqua diceva "noi non possiamo TOLLERARE l'omosessualità".

visto che è questo il vostro stile, io faccio lo stesso: io non posso TOLLERARE il cammino.

il cammino è violento. non c'è nessuna carità nei discorsi di Kiko. distruggete le parrocchie senza riguardo. e poi parlate di carità? imponete il vostro modo di pensare a chi non la pensa come voi e se proprio non c'è nulla da fare sbattete i sandali e via.. ognuno per conto suo.. questa è la vostra carità. ho imparato da voi.

Anonimo ha detto...

Chi sarebbero i "dodici cefali" della Domus Aurea: 12 T.d.c?

per simo ha detto...

..al di là di tutto sì, io accetterei.

Seby ha detto...

Ogni giorno mi arrivano, tramite un sefvizio gratutito da parte del Vaticano le mail con le comunicazioni ufficiali della Santa Sede.
Ne posto due di oggi:telegramma uccisione sacerdote siro-ortodosso iraq



CITTA' DEL VATICANO, 6 APR. 2008 (VIS). Il Cardinale Tarcisio Bertone, Segretario di Stato, ha inviato, a nome del Santo Padre Benedetto XVI, un telegramma di cordoglio per l’uccisione avvenuta sabato 5 aprile a Baghdad, di un sacerdote della Chiesa Siro-Ortodossa.



Nel telegramma, inviato tramite la Nunziatura Apostolica in Iraq all’Arcivescovo Siro-Ortodosso di Baghdad, Mar Saverius Jamil Hawa, il Santo Padre esprime profondo dolore per l’uccisione del Sacerdote Yousef Adel Abudi ed “assicura al Presule della Chiesa Siro-Ortodossa, ai sacerdoti ed ai religiosi dell’Arcidiocesi, la sua vicinanza nella preghiera”.



“Affidando l’anima di questo devoto servitore all’infinita misericordia di Dio, Sua Santità prega affinché tutto il popolo segua la via della pace per edificare una società giusta e tollerante nella diletta terra irachena”.

TGR/UCCISIONE SACERDOTE ORTODOSSO/HAWA VIS 080407 (130)


NCONTRO CARDINALE CORDES E VESCOVI INGHLETERRA E GALLES



CITTA' DEL VATICANO, 7 APR. 2008 (VIS). Il Cardinale Paul Josef Cordes, Presidente del Pontificio Consiglio “Cor Unum” incontrerà i Vescovi d’Inghilterra e Galles, riuniti in Assemblea Plenaria a Leeds (Gran Bretagna), dal 7 al 10 aprile.



Su invito della Conferenza Episcopale d’Inghilterra e Galles (CBEW), il Cardinale Cordes intavolerà un dialogo con i Presuli “alla luce della prima Enciclica del Santo Padre Benedetto XVI ‘Deus caritas est’, sulla promozione dell’identità cattolica delle organizzazione caritative ecclesiali, in un contesto caratterizzato sia da mutamenti repentini che da nuove sfide poste al tradizionale impegno della Chiesa in questo campo”, come si legge in un Comunicato reso pubblico questa mattina.



“Sebbene la Chiesa in Inghilterra e Galles abbia raggiunto con opere efficaci quanti si trovano nel bisogno, i cambiamenti storici e culturali rendono necessaria una riflessione sul ruolo del Vescovo quale primario responsabile dell’attività caritativa della Chiesa”.



Durante la visita il Cardinale Cordes terrà una conferenza pubblica martedì 8 aprile, all’Istituto Maryvale dell’Arcidiocesi di Birmingham, con l’obiettivo di incoraggiare una riflessione approfondita sull’attività caritativa della Chiesa.

CON-CU/CARITÀ/LEEDS:CORDES VIS 080407 (180)


Come vedete una e' un telegramma firmato dal Santo Padre e l'altra e' una Congresso importante scoltosi in Inghilterra tra i vescovi. In queste mai larriva smpre tutto cio' che riguarda in modo ufficiale gli atti della Santa Sede, anche piccoli.
Ora mi chiedevo e vi chiedo, come mai non mi e' arrivate nessuna mail quando il Card. Bertone ha inviato gli auguri per la convivenza dei vescovi alla domus???? Mistero....

Anonimo ha detto...

ancora il nn comprendersi che fa male alla chiesa tutta e soprattutto ai lontani che vedono sentono e in questo caso leggono,Che la chiesa sia in crisi nn è mistero le messe sn sono sempre deserte,ieri alla messa in cattedrale delle 11 nella mia città saremo stati 30 persone, e la maggioranza,si badi bene nn lo dico per vantarmi ( poi francamnete nn vedrei di cosa) erano nc.Sicuramnete tutti noi dovremmo tener a mente le parole del vangelo di ieri,noi tutti(nn in senso nc), ma in senso di cattloici, dobbiamo essere luce per i lontani,ma finchè nn ci accetteremo gli uni con gli altri nn potremo dare questo segno ai "pagani" . Aquesto proposito mi tornano in mente le parole della canzone di maria chiara, ( canto che cantavo in A.C) e che dicevano "la mia porta sarà chiusa per il ricco e per il forte, per tutti quelli che nn hanno amato, per chi ha giocato cn la morte, poi ancora , se nn ritornerete cm bambini nn entrerete mai"mi chiedevo sempre, cosa fgosse questo giocare con lamorte, e l'assistente diocesano mi disse che la morte era da intendersi,in senso dell'anima lui era Don Antonio delle Piane e ne conservo buonissimo ricordo.concludendo il mio nn intende essere un elogio dei Nc ma un invito a sedere dialetticamente tutti alla stesse nozze regali
dell' agnello dalle quali saremo esclusi solo dallo Sposo spero di nn essere bannata solo perchè sono Alessandra

Seby ha detto...

Cara Alessandra, la divisione l'ha creata il CNC con le sue segretezze e i suoi abbusi liturgici!

michela ha detto...

Alessandra

non hai detto niente, come al solito.

per farti un esempio:
"Sicuramnete tutti noi dovremmo tener a mente le parole del vangelo di ieri,noi tutti(nn in senso nc), ma in senso di cattloici, dobbiamo essere luce per i lontani,ma finchè nn ci accetteremo gli uni con gli altri nn potremo dare questo segno ai "pagani".

che c'entra col vangelo di ieri, che parlava di Gesù che si accompagna ai due che si stanno allontanando?

Anonimo ha detto...

seby io credo che noi cattolici nn dobbiamo cercare colpevoli,ma piuttosto e parlo cnn parole mie, cercare di fare qulacosa perchè la gente capisca, che lontano da Dio,nn si trova la felicità, tu che sei vicino alla chiesa ,sai bene quanto me, come a volte molti problemi della vita quotidiana diventano tragedie se nn si ha fede in Dio,e sembrano montagne insormontabili , e credo che per questo serva l'azione sinergica di tutte le componenti cattoliche Alessandra

Seby ha detto...

http://profezie3m.altervista.org/ptm_profx_emmerich.htm

stephanos78 ha detto...

E' abnorme l'assurdità relativa agli "Orientamenti".

Prima di discutere sull' Ortodossia o meno di tali Tomi, c'è da tener presente ciò che già è stato affermato: essi non hanno nessuna ragione di esistere!

La gravità è maggiore se pensiamo che la loro esistenza è stata negata per un certo tempo. Ciò è stato confermato anche dagli stessi "fondatori" del CNC.

Questi Tomi, contengono chiaramente una dottrina diversa rispetto a quella in cui Crediamo. Questo perchè realizzano una Liturgia e una Prassi chiaramente e inconfutabilmente diverse dalla Prassi Cattolica che conosciamo.

Infatti come giustamente nota Mic, nonostante le potenti correzioni apportate a quei libri che sono stati consegnati, per dare una slavata alle forme, si nota come la Prassi del CNC abbia proseguito inalterata nella forma e nella sostanza. Come dai dettami dei fondatori.

E' chiaro che non c'è la minima volontà di mettersi in discussione, di CAMMINARE davvero insieme nel segno dell'Amore alla Chiesa di Roma. Se fosse così non saremmo qui il CNC non avrebbe nessun problema a deporre le proprie idee in favore del Sacro Culto della Chiesa di Sempre..

Anonimo ha detto...

che Dio cara michela porta due confusi di nuovo sulla strada di gerusalemme, cm noi cattolici siamo chiamati a portare alla fede chi è lontano e credimi è lo stesso pensiero che il Mons che ieri ha celebrato messa in cattedrale ha detto; ha detto che i discepoli di emmaus che riconoscono gesù allo spezzar del pane sn i confusi che hanno bisogno di segni per tornare alla madre chiesa Alessandra

Seby ha detto...

Anonimo ha detto...

seby io credo che noi cattolici nn dobbiamo cercare colpevoli,ma piuttosto e parlo cnn parole mie, cercare di fare qulacosa perchè la gente capisca, che lontano da Dio,nn si trova la felicità, tu che sei vicino alla chiesa ,sai bene quanto me, come a volte molti problemi della vita quotidiana diventano tragedie se nn si ha fede in Dio,e sembrano montagne insormontabili , e credo che per questo serva l'azione sinergica di tutte le componenti cattoliche Alessandra


Si Alessandra, sono perfettamente d'accordo con te, ma come ben sai, il CNC fa tutto in modo separato dal resto degli altri fratelli e dalla parrocchia, a meno che questa non sia in toto una parrocchia NC.

Anonimo ha detto...

forse seby l'esempio che io ti porto ti sembrerà una sola gocciolina d'acqua in un oceano io vivo in una cittadina du ci sn 2 parrocchie in entrambe ci sn Nc che però collaborano fattivamente cn altre realtà presenti ad esempio ora siamo tutti impegnati insieme al forum delle famiglie per un fisco a misura di famiglia, ovviamente capisco che noi potremmo essere l'eccezione , ma intanto nel nostro piccolo ci siamo.Alessandra

Paolo ha detto...

Ed ecco il logico corollario all'intervento della cara Alessandra: beati monoculi in terra caecorum.
Secondo lei, poichè le chiese sono deserte, è sempre meglio che si riempiano di NC.

Ripetiamolo ancora, a buon intenditore.

Gli acciacchi della Chiesa non si guariscono spalancandone le porte ai NC, che rappresentano un rimedio peggiore della malattia perchè colmano quell'assenza con forme eretiche e contenuti variamente devastanti.

Gli acciacchi della Chiesa si guariscono riportando innanzitutto gli ordinati ad una coerente vita di fede, formandoli ad una sana dottrina cattolica, spiegandogli bene che a loro non è richiesto di essere i manager dell'azienda-chiesa bensì i pastori della parte di gregge a loro affidato, e di comportarsi coerentemente.
Qualcuno una volta scrisse che combina più danni alla Chiesa un prete corrotto che cento atei: aveva perfettamente ragione.
Bisogna ancora ripulire la Chiesa di quella sporcizia denunciata dal Papa nel corso della Via Crucis 2005.
E pertanto rieducare un bel pò di sacerdoti e vescovi e anche alcuni cardinali al senso della loro missione terrena.
E' necessario dare buoni esempi ai fedeli, e non tacere la verità, anche quando fa male (v. prelati pedofili, simoniaci, corrotti e collusi).
Il mea culpa sincero e la capacità di dare buon esempio è l'antidoto alla disaffezione e all'allontanamento dei fedeli.
Quella neocatecumenale è una falsa soluzione, primo perchè è fallace ed illusoria, secondo perchè generatrice di disordine, confusione dottrinale e divisioni, terzo perchè produttrice di sofferenze in chi vi aderisce e in chi ne deve sopportare la pervasività e le prepotenze comportamentali.
Il tutto lontano mille miglia dall'insegnamento di Cristo.

michela ha detto...

"credimi è lo stesso pensiero che il Mons che ieri ha celebrato messa in cattedrale ha detto; ha detto che i discepoli di emmaus che riconoscono gesù allo spezzar del pane sn i confusi che hanno bisogno di segni per tornare alla madre chiesa Alessandra"

I confusi hanno bisogno di segni ( come i vescovi che sono andati in Israele) o hanno bisogno di Gesù Cristo in persona, come i discepoli di Emmaus?

In questo vangelo io non vedo 'segni': c'è Gesù in persona, prima come uomo, poi come pane spezzato ( Eucarestia)

Anonimo ha detto...

caro Paolo benchè io sia nc ,nn ero questo questo che intendevo,bensì unasinergia di tutte le componenti cattoliche:alessandra

Anonimo ha detto...

Michela loro riconoscono Cristo risorto allo spezzar del pane nn prima mentre conversava cn loro Alessandra

Anonimo ha detto...

Seby: ...Si Alessandra, sono perfettamente d'accordo con te, ma come ben sai, il CNC fa tutto in modo separato dal resto degli altri fratelli e dalla parrocchia, a meno che questa non sia in toto una parrocchia NC.

07 aprile, 2008 15:43
------------------
Ma è questa la novità che non volete comprendere e non capendo arrivate a delle conclusioni sbagliate.

Paolo ha detto...

E dalli: ma allora non vuoi proprio capire! I problemi non sono fuori della Chiesa: sono "nella" Chiesa e rappresentati per un verso dalla secolarizzazione dei suoi ministri e per l'altro dalle deviazioni dogmatiche e dottrinali di cui il vostro cammino è custode, propugnatore e divulgatore massimo.
E' chiaro, Alessandra, o fingi sempre di non capire?

katartiko ha detto...

Vedo bene che il discorso serio non si può fare con i vari cardinali e arcivescovi.
Io vi ho portato documenti scritti e voi rispondete con le illazioni.
Verba volant, scripta manent.
Siete tutti bravi seguaci del buon Don Conti che appena gli spedii queste (e molte altre) citazioni degli "orientamenti", provando nei fatti l'assurdità delle sue accuse, mi ha risposto come voi e facendo riempire la mia posta elettronica di insulti e parolacce di vario genere.
I figli di Zoffoli (che Iddio lo abbia in gloria) non si smentiscono mai nella loro violenza, arroganza e stupidità.
Meno male che abbiamo il Papa e i vescovi.
Addio.
Avete perso una occasione per dialogare con serietà; "chi di dovere" (mic mi capisce) avrà visto anche questo.
A mai più risentirci.

AD ha detto...

Quale la "novità" che non vogliamo comprendere, Alessandra?
la divisione dagli altri fratelli e la spaccatura delle parrocchie?
La novità sarebbe la divisione in fedeli di serie A e serie B, l'autoesaltazione ed il considerarvi voi NC eletti, predestinati e salvati?
Ma per favore...

Anonimo ha detto...

i problemi sono di tutti i cattolici paolo ,a mio avviso, che nn riescono a essere luce per gli altri, nn scarichiamo responsabilità a prelati corrotti o altre casistiche chi ha ricevuto i sacramenti tutti, e crede ,deve poter essere luce per chi è lontano questo è ciò che io credo Alessandra

michela ha detto...

Hanno sempre Gesù davanti, sia quando non lo riconoscono, sia quando lo riconoscono.
Questo accento dato ai 'segni' è fuorviante: di che segno hanno bisogno se lì c'è Gesù?

C'è una bella differenza tra 'segno' e presenza reale.

Dopo anni di neocatecumenato, mi dà fastidio questo linguaggio che dice una cosa -accettabile- ma sotto sotto apre la strada ad interpretazioni kikiane.

Per questo è difficile il dialogo:
diamo significati diversi alle stesse cose.

Anonimo ha detto...

io cm nc nn mi sono mai sentita di serie a ;al limite ,concedetemi la battuta,la mia inter è in testa in serie a,mi sento solo una persona che ha sperimentato vivendo, in 40 anni, cm si sta cn Dio ,e cm senza, per me nn esistono cattolici divisi in serie, ma cristiani cattolici e basta. E di questo nn ne faccio morliasmo,ma è la mia pure idea:alessandra

Vittorio ha detto...

Katarkiko, hai la faccia come il bronzo. Rileggiti tutte le pagine di questo blog e verifica chi sono i violenti, arroganti e stupidi, ovvero i tuoi compari di setta.
Avete scritto di tutto e di più contro questo blog, incluso l'augurio di morte ai suoi animatori, ed hai pure la faccia tosta di atteggiarti a vittima.
Ma smettila di recitare e pentiti.
Non sei la Chiesa e non sei nella Chiesa, anche se vi operi e produci danni. Questo è il tuo (e nostro) problema.

katartiko ha detto...

vittorio, già da come scrivi si vede dove arriva il tuo grado di comprendonio.
Anche tu non stai argomentando.
Fatti 'na tac alla materia grigia.

michela ha detto...

dice Katartiko:
Avete perso una occasione per dialogare con serietà; "chi di dovere" (mic mi capisce) avrà visto anche questo.

Io ti ho risposto
ma tu, come tanti altri prima di te, non puoi ribattere, perchè noi conosciamo la prassi del cammino. Con noi non puoi mentire, puoi citare documenti, ma sai benissimo che il cammino ama citare le parole del CCC, ma non le vive, anzi nella pratica insegna altro.

Paolo ha detto...

Alessandra, per un attimo, collega il cervello e rifletti.
Cosa ti è mancato nella Chiesa, nell'A.C. per farti vivere la fede nel modo in cui la vivi adesso?
Cosa ti avrebbe dato il cammino che non ti ha dato la Chiesa prima di esso? Perchè non sei riuscita ad illuminarti della fede di Cristo, prima di buttarti nel cammino?
Un parroco credibile? La coesione dei fedeli comuni? La credibilità delle celebrazioni liturgiche?
Cosa hai trovato nell'esperienza della setta da farti abbandonare il retto sentiero ed avviarti lungo un cammino di rottura e di collisione?

Anonimo ha detto...

Cara Michela, sui discepoli di Emmaus, che idea avevano di Gesù uomo, visto che affermano "Noi speravamo che fosse lui a liberare Israele".

Erano delle persone deluse del Gesù uomo e per questo si allontanavano da Gerusalemme, lo speravano liberatore, invrece era qualcosa d'altro, solo attraverso dei segni (lo spezzare il pane) lo hanno potuto riconoscere per quello che era (figlio di Dio).

Certo che Gesù è sempre presente, ripeto sempre, ma se non lo riconosco non posso godere della sua presenza in quanto Lui rispetta la mia libertà. Il riconoscerlo, rendersene conto, non è una cosa scontata ,c'è bisogno di qualcosa che aiuti al riconoscimento.

Anonimo ha detto...

vittorio scusa ma nn mi sembra che nè io ne Katartiko stiamo parlando, cn arroganza; scusa se mi sono permessa Alessandra

Vittorio ha detto...

Katartiko, insulti c.v.d. ma non dai risposte. Ti ho chiesto se hai verificato le pagine pregresse del blog. C'è di tutto e di più da parte vostra, e senza particolare pudore o ritegno.
Ma tu fingi di non capire, da buon discepolo dei tuoi catechisti. La loro lezione l'hai imparata bene: dissimulare, dissimulare, dissimulare e negare, sempre.

Seby ha detto...

Anonimo ha detto...

io cm nc nn mi sono mai sentita di serie a ;al limite ,concedetemi la battuta,la mia inter è in testa in serie a,mi sento solo una persona che ha sperimentato vivendo, in 40 anni, cm si sta cn Dio ,e cm senza, per me nn esistono cattolici divisi in serie, ma cristiani cattolici e basta. E di questo nn ne faccio morliasmo,ma è la mia pure idea:alessandra


Ma come v=ben sai questo e' il tuo pensiero, ma non e' quello del CNC che affeerma tuttaltra cosa gia' fin dalle catechiesi iniziali....
Vuoi che te le posti?

katartiko ha detto...

Michela, anche tu rispondi con illazioni. Non porti documentazione (se non di parte).

michela ha detto...

C'è bisogno di mettere al centro della catechesi Gesù,
non le opere, le testimonianze di come il cammino mi ha cambiato la vita ( Prima catechesi delle 14 catechesi iniziali).
Non di umiliare la gente rinfacciandole la sua incapacità di amare fino alla morte, o dicendole che il mondo fuori del cammino è brutto e fa schifo.

Per mettere Gesù al centro:
- liturgie sobrie in modo che emerga che colui che compie l'atto liturgico è Lui, e non noi
- Linguaggio sobrio che faccia amare Gesù e non il catechista, i segni, ecc ecc.

Questo è quello che significa per me essere catechista, cioè colui che deve aiutare a portare a Gesù.

Anonimo ha detto...

io paolo a distnza di 20 anni ti posso dire solo quello che è successo a me , un evento mlt traumatico mi ha demolito ogni certezza, la fede che credevo incrollabile, e' caduta,mod casa sulla sabbia, ho cominciato a giudicare dio per questa storia,e mi sn scandalizata del mio peccato ,cm potevo io che credevo in dio, maledirlo, per ciò che vivevo,nn riconoscevo più paternità, il cammino mi ha riportato nella chiesa, usando oggettivamente mezzi giusti, o sbagliati, nn sta a me giudicare, ma io rora Riconosco in dio padre buono , sia nel bene che nel male. solo questo posso dirti Paolo altro no se vvolete bannarmi per questo, ma penso di aver risposto a chi michiedeva Alessandra

Anonimo ha detto...

seby io porto me stessa e la mia esperienza nel cammino, nn posso portarne altre, e cmq credo che l'errore sia aprte della fallibilità umana alessandra

michela ha detto...

Alessandra
il cammino aiuta le persone a riaccostarsi ad una esperienza di fede, ma che non è fede cattolica.
Si serve della disponibilità delle persone, del loro desiderio di trovare un senso alla loro vita.
Il problema è che usa metodi tipici di un setta, e non trasmette le fede che si vive nella chiesa cattolica, ma un misto di protestantesimo e giudaismo, mascherati da cattolicesimo.

Di questo ci sono le prove in quei fratelli che sono usciti dal cammino e hanno lasciato la chiesa, proprio perchè il cammino non li ha introdotti nella chiesa cattolica. Lasciate le pratiche del cammino, non è rimasto nulla.

fabio ha detto...

ciao a tutti.
ritorno dopo una lunga assenza(causa impegni vari di tesi e di un silenzio che mi sono auto-imposto per vedere lo svolgersi dei fatti).credo che i più si ricordino di me e di quanto avevo detto nei miei precedenti post.penso di essere sempre stato uno aperto al dialogo e lo sono ancora.come ho più volte detto è lampante che nel cammino qualcosa che non vada, ci sta.ma non perchè lo dico io;semplicemente i fatti lo dicono,ovvero c'è la lettera di arinze che sull'eucarestia è rimasta almeno finora lettera morta.e fin qua siamo tutti d'accordo(anche perchè non mi pare di dire niente di che se non la mia pura verità).tuttavia io ritengo sempre che sia giusto aspettare e vedere (o più che altro sperare)che la Santa Sede si pronunci.sia sugli statuti (anche questi scaduti da quasi un anno),sia sugli orientamenti.penso che ormai dovremmo essere prossimi a qualche annuncio.almeno questo è quanto penso.anche perchè kiko troppe volte si è esposto su questo.quindi una volta approvati o meno gli statuti e gli orientamenti si potranno trarre i giudizi del caso.
quello che vedo (seppure sono in cammino "solo"da 5 anni),è che il cammino lentamente sta cambiando.nel senso anche la cappella di adorazione alla domus la vedo come un segno molto positivo.e francamente non riesco a capire le critiche anche a quello.credo che sia un segnale che fa vedere come forse le cose stanno pian pianino cambiando.così come sul famigerato secondo scrutinio.ho letto e sentito dire (anche da altri fratelli in cammino da più tempo di me)che era una cosa terribile.che era una violenza morale.ora io ovviamente non so se fosse così fino a qualche anno fa (e se così fosse è chiaro che sarebbe una cosa deprovevole)così come non posso sapere che tipo di sofferenze può aver cuausato il secondo passaggio ad alcune persone,ma,e parlo per me,per la mia esperienza cioè,in questi mesi ho fatto il secondo passaggio e devo dire la verità che tutti noi abbiamo raccontato solo cose che volevamo raccontare.ovvero non ci sono state domande "scabrose"nè c'è stata una violenza del foro interno.tutt'altro.però ripeto questa è stata la mia esperienza.di altri non posso dire.
tutto questo per dire che credo che il cammino, lentamente(è vero),sta cambiando e ho come l'impressione che molte delle critiche (giuste per carità)siano rimaste agli anni passati dove alcune difformità esistevano.non che ad oggi sia tutto perfetto, come più volte detto, anzi difformità o cose da cambiare ce ne sono.penso che ci voglia altro tempo però (e non mi riferisco alla lettera di arinze la cui applicazione doveva e poteva essere istantanea).quindi aspettiamo tutti con fiducia lo svolgersi degli esventi.
vi abbraccio tutti fraternamente e come sempre sono aperto al dialogo(ma non agli insulti,da qualunque parte essi provengano)
Fabio

michela ha detto...

Alessandra, ti prego di non prendere il mio post come un giudizio sulla tua fede.
Il problema, e secondo me molto grosso, riguarda soprattutto i 'lontani' coloro che non hanno conosciuto altra esperienza religiosa che non sia il cammino.

Chi ha conosciuto la chiesa, tramite AC o il catechismo è già stato 'salato' e quanto è stato seminato da piccoli, forse continua a germogliare, nonostante gli insegnamenti distorti di Kiko.

Anonimo ha detto...

michela io oramai cammino cm tappe l'ho terminato io vivo nella chiesa in tutto e per tutto catechismo ai bambini , preparazione battesimi, preparazione matrimoni, visita per pregare insieme a chi ha defunti in casa,animazione domenicale messe, questo svolgo e svolgiamo in chiesa cattolica alessandra il mio nn vuole essere un autoelogio,ma solo spiegarvi cm vivo da nc.Alessandra

Paolo ha detto...

Sai, Alessandra, ancora non hai detto come è che dall'odio e dalla bestemmia sei passata alla pacificazione e alla pratica della fede NC.
Te lo dico io, per come è ipotizzabile sulla base di altre esperienze. Un abile catechista NC ti prese in cura, messa davanti alle tue angosce, schiacciato la tua superbia con una supponenza carismatica anche maggiore, ti ha denudata psicologicamente fino a renderti misera e debole al suo cospetto ed infine ti ha "ricostruita" conducendoti per mano lungo il sentiero del cammino, al cui termine ti hanno fatto intravedere la "loro" visione di Dio, convincendoti che fosse anche la tua.
Così piegata, schiacciata e smontata dentro, sei stata ricostruita facendoti credere che fosse opera di Dio e non di abili catechisti.
E sai dov'è il tarlo? Che tu senza il cammino neppure esisti, dopo tanti anni di percorrenza e tappe.
Prova a lasciare il cammino e vedrai se non ti riverseranno addosso tutte le loro maledizioni, e quell'amore che dicono di aver ricostruito in te si trasformerà d'improvviso nel morso di una bestia feroce ed infernale.
Ma per provare questo, Alessandra, dovresti anche possedere una parte di te ancora autonoma ed integra.
Se sei stata completamente ristrutturata dal cammino, se ci hai passato dentro una mezza vita vivresti il distacco come un trauma peggiore della condizione precedente all'ingresso in esso.
Oggi tu rappresenti il prodotto finale dell'azione del cammino su una persona.
Per questo, secondo me, il tuo recupero dalla condizione di pecorella smarrita, plagiata e lungamente indottrinata, rispetto alla Chiesa ed alla vera ed unica fede in Cristo, è una missione quasi disperata.
Ed il guaio è che riguarda molte altre persone, purtroppo.

Anonimo ha detto...

Sai Paolo,un abile catechista NC,
un giorno di Pasqua ti ha preso,ti ha fatto vedere L'AMORE di CRISTO
inchiodato sulla Croce,ti ha fatto vedere la Sua Misercordia,ti ha fatto vedere L'Amore per tutta la Sua Creazione.
Da quel giorno non hai mai smesso di LODARE L'unico SIGNORE GESU' CRISTO

Anonimo ha detto...

MIC;MIC,per quanto tempo ancora?

Paolo ha detto...

Caro anonimo, non un abile catechista NC, ma un vecchio parroco di campagna, semplice e buono, dall'animo puro e candido.
Questo è avvenuto molti anni fa, ma ha lasciato frutti indelebili.
Come vedi, non è necessario finire nella brace NC per diventare e rimanere buoni cristiani.

Paolo ha detto...

Anonimo NC, dimmi un solo motivo valido per cui una persona credente in Cristo e nella sua Chiesa dovrebbe abbandonarla per entrare nel Cammino.
Un solo motivo valido...

Anonimo ha detto...

Paolo che tu mi creda o no io ho una forte personalità e credimi solo Dio avrebbe potuto farmi tornare a lui , io ho cambiato ben tre equipes di catechisti, i primi li vevdevo materni, gli altri che erano più duri c'è sempre stato scontro, credimi nn sono stati loro a palgiarmi loro mi hanno fornito solo mezzi e Parola di dio dio fatto resto io i miei catechisti specie uno l'hosempre molto criticato e sai cm ci scontravamo !! io nn sn da plagio credimi Alssandra

lara ha detto...

"a quanto ho capito ogni thread passa per queste fasi:

(1) brano idilliaco tratto da qualche santo o saggio e applicato arbitrariamente al cammino
(2) espressione di buone intenzioni e iniziale spirito collaborativo tra gli autori del sito
(3) testimonianza di un neocatecumenale che si dice contento
(4) zittimento del neocat, con preghiera di rileggersi tutto il resto del sito perche' alla sua osservazione e' gia' data risposta nel 2004, forse a maggio
(5) battibecchi
(6) intervento di nuovi neocat che vengono per farsi due risate
(7) richiamo all'ordine e tentativo di ritornare all'argomento iniziale
(8) altri battibecchi
(9) prime cancellazioni mirate
(10) reazioni rabbiose dei cancellati
(11) inizio delle cancellazioni casuali
(12) caos, panico e disordine
(13) inizio di nuovo thread, ancora piu' ispirato del precedente

[durata media del thread: 8 ore]"

Anonimo ha detto...

vedi Paolo nn posso e soprattutto nn vogliolasciarlo ora sn anche catechista e io nn plagio dico ciò che è stata mia esperienza
Alessandra

Paolo ha detto...

Alessandra, lungi da me metterti di fronte alle tue contraddizioni, ma se avevi una personalità forte non saresti finita nel cammino.
Rifletti. Avere una personalità forte non significa accapigliarsi con questi e quelli, ma avere equilibrio, saldezza di princìpi, fermezza nelle proprie convinzioni.
Non ci si lascia abbindolare e trascinare dagli altri, se si ha una personalità forte, soprattutto in materia di fede...

michela ha detto...

Non volevo arrivare a scrivere questo, ma siccome usate il mio nome ( come pure quello di Lara) per scrivere post falsi , io scrivo questo e così si capisce il mio vero pensiero:

Paolo il tuo post lo devo stampare e incorniciare.

Hai detto benissimo quello che cercavo di capire.
Pensavo che il cammino ti cambiasse il modo di pensare: invece hai detto bene, ti smonta e ti ricostruisce come una persona diversa da prima, che funziona bene solo all'interno del contesto nc.
Ecco perchè una caratteristica dei nc è la dipendenza psicologica: non puoi chiedere a nessuno di loro di stare lontano dal cammino per tre mesi, non ce la farebbe, solo l'idea gli fa aumentare il livello di ansia.

Ecco perchè la dissociazione interiore, perchè adesso ci sono due persone: quella originaria, che dorme, e quella ricostruita che deve difendersi dagli attacchi esterni che potrebbero distruggerla e far riemergere la vecchia personalità, fatto che si teme, perchè si è imparato a disprezzarla e a considerarla appartenente al mondo, in preda del demonio e così via.

Ecco perchè i nc non sono capaci di gesti creativi, di carità ( che non sia stata comandata dai catechisti), perchè hanno una personalità ricostruita secondo un modello imposto dall'esterno e come tale non libera e limitata nelle sue possibilità di espressione.

lara ha detto...

per alessandra.
Sorella non hai ancora capito che qui c'è satana che ti porta via dalla luce e ti confonde le idee per portarti con lui nelle profondità dell'inferno?

don lino ha detto...

per michela il cammino produce il cristiano perfetto, ricostruendolo.

Brava Michela è quello che tutti vogliono diventare buoni cristiani per opera dello Spirito Santo e non basandosi sulle proprie forze.
Cambiare l'attitudine del cuore, avere una nuova natiura quella di gesù cristo.
Non sono più io che vivo ma cristo che vive in me.

Brava michela

Paolo ha detto...

Anonimo NC, un cammino di fede per chi vuole?
Allora perchè adescate i vostri futuri adepti con lo specchietto delle "catechesi per adulti" in parrocchia e non scrivete sugli avvisi "catechesi per adulti a cura del cammino neocatecumenale"?
E perchè, se qualcuno ci ripensa e vuole andarsene dal cammino, gli rendete la vita un inferno?
No, anonimo.
Il cammino è una trappola per credenti ingenui e deboli, per lontani con complessi di colpa e conflitti, per atei orfani di ascolto misericordioso, per preti delusi, stanchi o ambiziosi.
Una trappola ben congegnata, lo ammetto e ancor meglio gestita, visti i risultati, ma certamente non moralmente fondata nè divinamente ispirata.
Dio non ispira un cammino per dividere e perdere la sua Chiesa.
E non è neppure per chi vuole: è per chi duole e non ha gli strumenti interiori per difendersi.

Anonimo ha detto...

lara io seguo Dio per quanto mi è possibile , satana si incontra, e nel cammino di un cristiano si cade e ci si rialza sarebbe troppo bella fede senza ostacolim mi
è piaciuta molto la porta stretta della domus che ci fa comprendere l'essere cristiani,ma satana si fa presente per forgiare nostra fede, cm fece cn Gesù nel deserto Alessandra

Anonimo ha detto...

sì sei per caso invidioso di me?????

Si,sono molto invidioso,visto che hai tanta fede vai all'inferno,ritorna e racconta,io purtroppo con la fede che ho non posso,rischio di rimanerci

il super anonimo ha detto...

Cara Aleesandra, la pax.

Io non ho mai lasciato il cammino e mai lo lascerò.

Uriel ha detto...

...ma satana si fa presente per forgiare nostra fede, cm fece cn Gesù nel deserto..Alessandra

Ecco, speriamo che non si faccia mai presente seriamente.

Ma ti senti santa da scrivere quello che scrivi...mamma mia a me viene paura soltanto a pensare di pensarlo quel brutto nome, pensa poi incontrarlo.

Uriel ha detto...

Anonimo ha detto...
mi sento giù di corda dai mic vieni a riempirci di buon umore pre-conciliare, sei mitico

Quando sei in crisi di astinenza www.unavox.it.

ariel ha detto...

Uriel spiegami che cosa rappresente la Pasqua.
Il suo significato essenziale.


Pasqua significa parola nell’atto manifesto che si fa carne nel momento che il Piano è stato reincorporato all’interno dell’anima sangue.

La parola che si fa corpo e scende nell’involucro-tempio per farsi realtà agli occhi dell’altro.

La resurrezione della carne lo manifesta come risveglio del corpo nel principio regale del cuore.

La vita diventa Eternità dell’atto manifesto quale principio primo di saldezza e fede interiore.

Ricorda la Pasqua quale atto manifesto nell’involucro corpo che ospita il principio eternità della parola quale suono, vibrazione di campo, che emette sentenza di risveglio interiore.


Uriel parlami dell’energia che è scesa sulla terra con l’equinozio di primavera.

E’ un’energia di fuoco potente che irradia il Pianeta in tutte le sue manifestazioni.
Ogni creatura vivente ne percepirà gli influssi.
La scelta sarà indispensabile altrimenti all’interno delle menti dilagherà il tormento, inteso come costrizione di campo che esige chiarezza e determinazione nella vita reale di ogni giorno.
Occorre, è importante la scelta per uniformarsi all’energia di campo quale onda vibratoria all’interno del processo in atto : risvegliare le menti.
Il mondo della luce prenderà sempre più spazio e si farà vedere e sentire agli occhi e alle orecchie di chi sa ascoltare il silenzio dell’anima sangue.
Gli ignari non potranno più nascondersi perché tutto brillerà e risalterà il campo!
Ogni evento occultato prenderà forma e si tingerà con la vibrazione della coscienza.

Anonimo ha detto...

Uriel,se vuoi mantenere le tadizioni dei cristiani e ora che ti servi del CNC

Anonimo ha detto...

uriel io nn sono santa ma quando ad esempio, in un matrimonio che nn funziona si decide per li divorzio chi è quel consigliere secondo te, che nn è per una famiglia unita cm sancisce vincolo matrimoniale? li vedi azione del demonio,oppure dv si perde lucidità e si fanno atti estremi?Se io mi fossi fermata ad ascoltare voce diversa a quest'ora nn ti dico la fine che avrei fatta Alessandra

Paolo ha detto...

"Caro Paolo,tu non sai lontanamente cosè il CNC,hai molta fede vero?"

La mia fede è salda, caro anonimo, e tutti i giorni ringrazio Dio per quello che ci dona e che noi indegnamente riceviamo.
Se non fosse stata salda, magari sarei finito come te ed altri nella brace NC.
Quanto al conoscere il cammino, lo conosco bene, purtroppo, sebbene indirettamente per i tanti momenti che ho passato a consolare fratelli ed amici segnati dall'esperienza del cammino, ad ascoltare i loro resoconti, a dover asciugare le loro lacrime, a dover portare loro una parola di conforto e di rincuoramento, a dover spiegare che se Dio ha voluto portarli fuori da quell'esperienza così dolorosa vuol dire che ha ascoltato il loro grido di aiuto e preso a cuore le loro sofferenze.
Lo ripeto.
Il cammino non è opera di Dio.
Dio non avrebbe mai vanificato il sacrificio di Suo Figlio sulla croce per diffondere nella Casa da Lui fondata un cammino separatore, ingannatore, falso e violento.

Seby ha detto...

Anonimo michela ha detto...

Pensate don Gino Conti 90 anni a settembre, lui si che conosce la vera dottrina "pre-conciliare"!!!


La dottrina, ignorantone, non può essere cambiata da nessuno, infatti è stata trasmessa da Gesù Cristo agli apostoli. e nessuno la può cambiare enon l'ha fatto neppure il Concilio Vaticano II!

Uriel ha detto...

Anonimo ha detto...
Uriel,se vuoi mantenere le tadizioni dei cristiani e ora che ti servi del CNC

E' meglio il CCC.

Giuliano ha detto...

"chi è quel consigliere secondo te, che nn è per una famiglia unita cm sancisce vincolo matrimoniale?"

Alla faccia del vincolo matrimoniale! Forse non ti risulta che se in cammino ci va uno solo dei coniugi e l'altro è restio ad oltranza, i catechisti obbligano quello nel cammino o a separarsi o a lasciare il cammino. Informàti Alessandra, perchè mi sembra che pur avendo fatto tutte le tappe, non le hai fatte davvero nel cammino ma da qualche altra parte.

michela ha detto...

finalmente lo staff si presenta nel blog
ciao seby cancella tutti i post eretici a favore del cammino, ti aspoettavo con impazienza

Uriel ha detto...

ariel ha detto...

Ciao sorellina!

(meglio finirla qui!)

Debora ha detto...

chi vuole essere innamorato della Chiesa DEVE SALIRE IL CALVARIO.....DEVE SOFFRIRE....e deve dire la VERITA' con carità certo, ma dirla sempre e viverla
perché si continua a celebrare sulle 'mense' e non c'è obbedienza alla lettera di Arinze?

Se celebriamo in Chiesa l'Eucarestia noi usiamo l'altare.

anna ha detto...

ancora con arinze, ma non avete capito che arinze vorrebbe di nuovo tutti con la bocca aperta e la lingua fuori a ricevere l'ostia???

Anonimo ha detto...

Il cammino non è opera di Dio.
Sè non è opera di Dio sarà cancellato,qualè il tuo problema?
Visto che conosci il CNC per sentito dire?Per fortuna che hai tanta fede,se no,chissa cosa avresti fatto con il CNC.
Lo sai cosa diceva San Filippo Neri alle donnine che sparlavano di tutti?Vai a casa prendi una gallina e portamela,lungo il cammino per arrivare da me spellalla e lasci le piume lungo all strada.
Vediamo se conosci il resto

fabio ha detto...

a tutti quelli che stanno impallando il blog siete dei veri idioti!!!soprattutto se siete neocat non state facendo per nulla un buon servizio.pensate prima di agire

Anonimo ha detto...

e poi la lettera di arinze è stata inserita nella raccolta degli ACTA del vaticano?
No quindi a da considerarsi messaggio privato e non normativo

Anonimo ha detto...

Informàti Alessandra, perchè mi sembra che pur avendo fatto tutte le tappe, non le hai fatte davvero nel cammino ma da qualche altra parte.
Stronzateeeeeeee

Uriel ha detto...

Cara Alessandra,
attenta a confondere con i nostri errori, l'uso del libero arbitrio ed insomma tutto cio' che deriva dall'uso della nostra ragione.
Molto deriva da noi, dal nostro animo. Siamo noi che spesso, con il nostro comportamento, senza saperlo nutriamo chi sai.

Con affetto

Debora ha detto...

Dov'è carita e amore lì c'è Dio!... Ai posteri l'ardua sentenza.

gherardo ha detto...

Beh il Papa personalmente
all'incontro
con le famiglie NC in missione
ha detto:
"per il bene del CN vi ho dato
tramite Arinze delle istruzioni
RISPETTATELE"

Gia' ma voi ascoltate solo il vostro
vero papa-kiko


La cosa migliore è di leggere il discorso del Santo Padre. L’abbiamo riprodotto alla pagina 554-56 del bollettino della Congregazione Notitiae, nel numero di novembre-dicembre. Io non leggo tutto il discorso ma solo la parte che affronta la Liturgia. Era un’occasione di gioia: il Santo Padre ha benedetto le tante famiglie del Cammino Neocatecumenale che erano sul punto di essere mandate in missione. Tra le altre cose, il Santo Padre ha detto, ora lo leggo: “L’importanza della Liturgia e in particolare della Santa Messa nell’evangelizzazione, è stata a più riprese posta in evidenza dai miei predecessori e la vostra lunga esperienza può bene confermare come la centralità del mistero di Cristo, celebrato nei riti liturgici, costituisce una via privilegiata e indispensabile per costruire comunità cristiane vive e perseveranti”. Il Papa continua: “Proprio per aiutare il cammino Neocatecumenale, a rendere ancora più incisiva la propria azione evangelizzatrice in comunione con tutto il popolo di Dio, di recente, la Congregazione per il culto divino e la disciplina dei Sacramenti, vi ha impartito, a mio nome, alcune norme concernenti la celebrazione eucaristica. Dopo il periodo di esperienza che aveva concesso il Servo di Dio, Giovanni Paolo II, sono certo che queste norme, che riprendono quanto è previsto nei libri liturgici approvati dalla Chiesa, saranno da voi attentamente osservate”. Ecco le parole del Santo Padre. Egli ha detto loro: “Tramite questa Congregazione ho vi ho dato delle direttive; seguitele”.

Anonimo ha detto...

bravo gherardo suonali tutti finalmente adesso tornerà la calma sul blog impazzito, i nc stanno dappertutto e hanno invaso il blog,

grazie

piuchiarodicosi ha detto...

Il Papa continua: “Proprio per aiutare il cammino Neocatecumenale, a rendere ancora più incisiva la propria azione evangelizzatrice in comunione con tutto il popolo di Dio, di recente, la Congregazione per il culto divino e la disciplina dei Sacramenti, vi ha impartito, A MIO NOME, alcune norme concernenti la celebrazione eucaristica. Dopo il periodo di esperienza che aveva concesso il Servo di Dio, Giovanni Paolo II, sono certo che queste norme, che riprendono quanto è previsto nei libri liturgici approvati dalla Chiesa, saranno da voi attentamente osservate”. Ecco le parole del Santo Padre. Egli ha detto loro: “TRAMITE QUESTA CONGREGAZIONE VI HO DATO DELLE DIRETTIVE:SEGUITELE!.

Uriel ha detto...

anna ha detto...
ancora con arinze, ma non avete capito che arinze vorrebbe di nuovo tutti con la bocca aperta e la lingua fuori a ricevere l'ostia???

07 aprile, 2008 18:14

Il Signore abbia misericordia di te. Spero che tu capisca le parole blasfeme che hai postato.

gherardo ha detto...

Anonimo said

Ola,quanti Dott,Scusate,qualcuno ha visto passare lo S..... S...?


bravo anonimo
anche blasfemo.

Vergognati!!

Anonimo ha detto...

TRAMITE QUESTA CONGREGAZIONE VI HO DATO DELLE DIRETTIVE:SEGUITELE!.

Pertanto via libera al CNC.
EVVIVA.Approvati

Anonimo ha detto...

Il Signore abbia misericordia di te. Spero che tu capisca le parole blasfeme che hai postato.

Non credo che abbia voluto esprimere ciò che tu rimproveri

Anonimo ha detto...

al super anonimo io nn lo lascerò perchè ora è la mia vita perchè mi piace fare le lodi cn i miei bambini,educarli alla fede, mostrargli che nonostante la nostrà umanità abbiamo mezzi per vivere in pace in amore , che il benessere nn viene dai soldi ,ma che il nostro primo pensiero deve esser pper dio padre.Alessandra

Anonimo ha detto...

Giuliano credo che tu sia male informato, vorrei sapere la fonte di questo tuo dire, cm catechista di cammino nc, senza polemica aklcuna a me risulta proprio il contrario Alessandra

Anonimo ha detto...

ne ho 2 e forse un terzo in arrivo chissà

Silvestro ha detto...

Dio mio, se i risultati dell'esperienza del cammino sulla gente sono le intemperanze e stupidaggini quivi affluite come da una diga crollata, quale speranza rimane alla Chiesa di salvarsi da una tale devastazione?

gherardo ha detto...

Lo sai che vuol dire
1)non nominare il nome di Dio invano?

Pur di irridere gli altro
non ti fai scrupolo di tirare
in ballo in frasi che mirano
solo a insultare e schernire
gli altri
anche la Santissima Trinita'.

E' quello che hai appena fatto
mostrando di non avere rispetto
per una delle persone della trinita'
quindi per Dio stesso.


In effetti non mi meraviglio
perche' spesso nel Cammino
viene tirato in ballo a sproposito, anche per giustificare comportamenti
"poco ortodossi" dei catechisti .

Cosa che certo non aiuta
ad averne rispetto.

fabio ha detto...

io proprio non riesco a capire che gusto provate ad intsare il blog e a deviare dall'argomento originale di partenza.boh!rimane un mistero per me e continuo a ripetere quanto già detto in precedenza:idioti!!!
Fabio

Uriel ha detto...

Anonimo ha detto...
Il Signore abbia misericordia di te. Spero che tu capisca le parole blasfeme che hai postato.

Non credo che abbia voluto esprimere ciò che tu rimproveri

07 aprile, 2008 18:29

Sinceramente, lo spero per lei.

michela ha detto...

Anonimo Silvestro ha detto...

Dio mio, se i risultati dell'esperienza del cammino sulla gente sono le intemperanze e stupidaggini quivi affluite come da una diga crollata, quale speranza rimane alla Chiesa di salvarsi da una tale devastazione?
--------------
Evidentemente sono questi sono i frutti del cammino.

Io sono convinta che il vero motivo per cui Kiko sconsiglia l'uso di internet, è perchè qui emerge la personalità distorta dei neocatecumenali, che lui sta tentando di tenere nascosta ai vescovi.

Anonimo ha detto...

Ti bastan poche briciole lo stretto indispensabile

E i tuoi malanni puoi dimenticar

Infondo basta il minimo sapessi quanto è facile

:) Canta Michela che poi ti passa :)

stanis ha detto...

Penso che ci siano molti ragazzini neocatecumeni su questa pagina.
E se non sono ragazzini, si tratta di adulti con qualche problema mentale, considerato il livello infimo e le sciocchezze postate, fino ai veri e propri sacrilegi.
Facile immaginare la loro spavalderia con i catechisti quando racconteranno di aver incasinato il blog in maniera pazzesca.
Tipico delle personalità infantili plasmate e plagiate dal cammino...
Bravi.
Avete raggiunto lo scopo, vi siete guadagnati la fiducia dei vostri capibanda.

michela ha detto...

Ti bastan poche briciole lo stretto indispensabile
E i tuoi malanni puoi dimenticar
Infondo basta il minimo sapessi quanto è facile
:) Canta Michela che poi ti passa :)
---------
Quando lo stress diventa troppo pesante, il neocat cerca vie di fuga dalla realtà come questa.

Non sono malati di mente in senso proprio, sono solo molto stressati dall'indottrinamento ambiguo che hanno avuto.

La ricostruzione della personalità che fanno i catechisti ha un costo umano molto elevato, e oggi l'abbiamo visto tutti.

Anonimo ha detto...

uriel nn prendiamo subito per buone battute di chi cerca di sdrammatizzare,cmq sai a parte il nostro libero arbitrio a me il demonio mi sembra tanto mod grimilde, sai strega di biancaneve, che confezionava mele lucidissime,ma mortali, ci mostra per buono ,ciò chre buono nn è, ed è facile farsi trascinare se nn si è un pò forti nella fede Alessandra

Anonimo ha detto...

nella fede a mio modo di vedere c'è solo un frutto :ed è quello detto da gesù nel Vangelo di Giovanni: vi riconosceranno se avrete amore gli uni per gli altri.Alessandra per ottavonano

Anonimo ha detto...

a tutti una serena notte e che la luce di Dio ci accompagni sempre alessandra

Seby ha detto...

Anonimo ha detto...

nella fede a mio modo di vedere c'è solo un frutto :ed è quello detto da gesù nel Vangelo di Giovanni: vi riconosceranno se avrete amore gli uni per gli altri.Alessandra per ottavonano

Ho passato gli ultimi minutio a cancellare un 50 di post davvero cretini, insensati o blasfemi!
Come al solito non sanno argomentare i NC!
Alessandra rispondi, se basta solo quello che hai appena scritto, secondo te, anche i pentrecostali evangelici sono cristiano doc?
Secondo me no, comunque, fra di loro si amano davvero, ma questo, come ben sai, non vuol dire che la dorùttrina non sia protestante!

montmirail ha detto...

La fede in Abramo e la «Nostra Aetate»

montmirail ha detto...

Opera blasfema nel museo diocesano di Vienna.

Il cardinale pare abbia dichiarato di essersi trovato davanti al fatto compiuto

Anonimo ha detto...

Anonimo ha detto...
http://www.corriere.it/scienze_e_tecnologie/08_aprile_06/stress_blog_salute_abe29fc6-0400-11dd-bca3-00144f486ba6.shtml

Per favore fate fare un po' di sport a mic, seby e alessandra!!
*****************

Bhe si sapeva, e se non si sapeva adesso lo si deve sapere che questi Mic & Co. coi NC blasfemi ci guadagnano.
--------------
Molti blogger sono pagati a pezzo, altri a numero di lettori, in una gerarchia retributiva che ripaga lo scoop anche se appena di pochi minuti. La velocità in questi casi è tutto: «Non c'è una volta, neanche quando dormi, che non ti viene l'ansia di avere preso un buco», ha detto Addington al New York Times. Tanto i blogger sono consapevoli dei rischi del mestiere che alcuni di loro hanno preso a scambiarsi consigli su come farvi fronte. Un mese fa su Problogger.com l'australiano Darren Rowse, che contribuisce a una ventina di blog oltre ai due da lui curati, ha offerto ai suoi lettori un piccolo manuale di sopravvivenza: tra i consigli, quello di «tagliare le catene della scrivania» e «tornare a buttar giù idee su taccuini di carta».
di Alessandra Baldini (Ansa)
06 aprile 2008

vincenzo ha detto...

Stupendo!Nelle parrocchie con i nc si sono celebrate con il rinnovo(?..non abbiamo capito bene se è qst o qlcs d'altro) delle prime comunità.
Vesti bianche, danza davidica, distribuzione dell'ostia consacrata stando seduti, doverosamente sulla mano e obbligatoriamente da non prendere direttamente in bocca. Logico che è stato il sac nc a distribuirla passando tra i banchi.
Tutto condito con testimonianze e preghiere personali e monizioni (anzi , come dicono loro, ammonizioni) kilometriche.

Fino ad ora i nc non hanno fatto che dire di aver fatto come il Papa raccomandava e cioè seguire le indicazioni dei libri liturgici.

Falsi, subdoli (cercano ancora di invitare a queste pagliacciate i parrocchiani facendo dire al parroco, ben foraggiato, che sono momenti per tutta la parrocchia), prepotenti. Strumentalizzano le cose di Dio per fare incetta di adepti.
La danza delle veline era ridicola, non vi sto a descrivere il prete nc grosso come una botte che saltellava e girava da ippopotamo intorno all'altare.

Le preghiere personali...”chiedo perdono ai fratelli xrchè li ho giudicati e loro mi hanno insegnato tanto”, “ringrazio Dio che si è chinato su di me che non lo meritavo”.
Tutto questo dopo trentanni di catechesi..
Due ore e mezza per non lasciar spazio a Dio ma alle loro identità represse .

D'altronde l'idolo kikiano li soddisfa così tanto...

E quelli al banco che continuavano a dondolarsi...
Roba da masturbazioni liturgiche...
Tutto per svuotare la mente, altra tecnica settaria.

simo ha detto...

Non ci sono parole .....
Per favore moderazione.
Come sempre nessuno ha risposto al mio post!

Anonimo ha detto...

ho l'impressione che in questo sito pensiate molto piu' a kiko di quanto non ci pensiamo noi in cammino, dove kiko viene nominato solo agli annunci o poco più...

guardate che alla chiesa di kiko in sé non frega né poco né molto, mica è in corso la causa di beatificazione. quello che la chiesa sta cercando di fare in questo momento è semplicemente vedere se questo cammino è uno strumento buono a prescindere dalla personalità del fondatore -- qualcosa che possa servire all'evangelizzazione anche tra 20 anni quando magari kiko sarà morto e sepolto con tutti i suoi strepiti e le minchiate che ha detto, sicuramente numerose.

in una parola, la chiesa sta cercando di capire se questo cammino viene dallo spirito santo o no, non se kiko è uno strumento fedele di questo spirito. kiko è un narcisista con una personalità ingombrante che dà addosso -- e giustamente -- a molti. ma siamo sicuro che il cammino sia opera sua?

Anonimo ha detto...

"Non ci sono parole .....
Per favore moderazione.
Come sempre nessuno ha risposto al mio post!"

mi sa che ti hanno già risposto nel pezzo che dà il titolo a questo thread... resistere ad oltranza, come lefebvre!!

montmirail ha detto...

Infatti il problema non è kiko in sè
quanto i cardinali che gli vanno dietro

"Tra qualche anno saremo tutti morti e resterà qui come un
monumento per quei fratelli che Dio ha scelto da prima della creazione
del mondo per aprire il Cammino Neocatecumenale"

montmirail ha detto...

"..Infatti, accelerare con azioni la venuta dell’Anticristo e del disordine mondiale per accelerare
la Seconda Venuta «equivale a ripetere la parte di Giuda», che tradisce Cristo - forse - per accelerare la redenzione.

C’è tutta una letteratura (satanica) che ambiguamente dipinge Giuda come il collaboratore volontario della salvezza, da ultimo la pubblicazione del cosiddetto «Vangelo di Giuda», opera degli ambienti americani del massonico National Geographic.
Anche questo è un segno dei tempi.
Ma per un cristiano, vale la parola di Gesù in Matteo (26:24): «Il Figlio dell’Uomo andrà dove è stato decretato, ma guai all’uomo da cui il figlio dell’Uomo è tradito».
La fonte di questa rivalutazione di Giuda, ricorda Shamir, è il libro «Toledoth Yeshu», opera talmudica, che fa di Giuda un eroe nazionale (2).

da L’Anticristo: un promemoria
effedieffe

Francesco ha detto...

Il cardinale Schoenbrun nei giorni scorsi era tanto occupato con Kiko e con gli altri 8 cardinali e i 160 vescocvi riuniti sull'Aventino della Domus Galilaeae a parlare di evangelizzazione dell'Europa, da non accogersi che nel suo museo diocesano a Vienna si esponevano opere blasfeme.

Bella metodologia di evangelizzazione!

mic ha detto...

in una parola, la chiesa sta cercando di capire se questo cammino viene dallo spirito santo o no, non se kiko è uno strumento fedele di questo spirito. kiko è un narcisista con una personalità ingombrante che dà addosso -- e giustamente -- a molti. ma siamo sicuro che il cammino sia opera sua?

se con questo intendi dire che il cammino sarebbe opera dello Spirito Santo è una bestemmia, perché se così fosse, Kiko non avrebbe tentato, essendoci per di più quasi riuscito, a distruggere la Chiesa di Cristo, che molto sta già facendo col post-concilio per autodemolirsi...

gio ha detto...

Ma almeno si può pretendere che i parroci non invitino i parrocchiani ad assistere a queste forme demenziali e scimmiottature della liturgia?
SI PUO' AVERE QUESTO DIRITTO???

Il fatto che nella parrocchia in cui vivo ci sono i nc che sovvenzionano i lavori decisi dal parroco, non dà il diritto a questultimo di fare propaganda e forzare. Ma che razza di religione si sta instaurando?
Il cristianesimo è un fatto serio vissuto con la fede non separata dalla ragione. Invece qui si è sempre più introdotti in un fare psicopatico. Lei deve vedere le masturbazioni liturgiche! I visi in estasi! Sono tutti drogati , ad alte dosi, anche.


Non è offendere perchè questa è una realtà, purtroppo.
Ma se una gamba è andata in cancrena è bene che si tagli.
Stiano chiusi nelle loro sale, con i preti che oramai non sanno più nè da dove vengono , nè dove vanno tanto sono assetati di esistere manipolando sempre più le menti e le tasche adescando tanti e sempre più poveri inermi .

Si vergognino ad avere tradito il loro mandato che chiede la difesa della fede.
Stolte sanguisughe! Lasciateci vivere di Cristo, in Cristo e per Cristo.


Se avete problemi, certamente non è questa la strada per risolverli. Dovete cercare e guardare il volto di Dio e non la sua scimmia.

mic ha detto...

Bhe si sapeva, e se non si sapeva adesso lo si deve sapere che questi Mic & Co. coi NC blasfemi ci guadagnano.

questa sì che è calunni e soprattutto menzogna sapendo di mentire anche perché ci sarebbe innanzitutto da individuare chi potrebbe essere addirittura disposto a pagarci e perché.

Anche qui vi state specchiando, perché ci è ormai ben noto di come andate avanti ungendo soprattutto le "ruote" più potenti, non i 'poveri' (in senso biblico) come noi

li fa ha detto...

Da quello che leggo ciò accade in tutte le diocesi.
Satana sta chiudendo gli occhi e le orecchie a chi si avvicina al cn.
Ma i veri sacerdoti vigilano, pochi si lasciano ammaliare. Certo è che il danno è enorme anche così.

C'è unazione dello Spirito che sta agendo molto forte.Più i parroci a favore del CN invitano più i parrocchiani si ritraggono e quei pochi che hanno visto intuiscono che si tratta di un'altra fede e un'altra religione.
I frutti dei robotizzati non testimoniano il Cristo

stephanos78 ha detto...

Intervengo, vincendo il disgusto provato in questi ultimi giorni in vari ambiti del vivere ecclesiale (non ultima la querelle per la Preghiera IN FAVORE degli Ebrei del Vetus Ordo e le imposizioni ESTERNE ed INTERNE indegne ad essa legate!).

Lo faccio però per un motivo principale, che incredibilmente esula (ma non troppo) dal tema specifico della pagina, che come al solito è rispettato solo dal gruppo di sostenitori di questo Impegno. Che non è ristretto ai 3 che amministrano il blog.

Intervengo per salutare caramente Fabio, persona squisita. Cordiale e rispettosa. Solo per questo, lo ringrazio di cuore. Invoco su di te, Fabio, l'Aiuto di Dio con l'Immacolata affinchè tu possa ServirLo nella Verità e nella Carità. Sempre. Egli ti ricolmi di Beni e ti dia ogni Grazia che occorre per la tua Perfezione.

Solo per l'intervento cordiale e rispettoso di Fabio, aggiungo qualche mia considerazione.

Non ho intenzione, caro fratello mio, di distoglierti dalla fiducia che nutri nel Cammino e nella sua "possibilità di conversione".

Io stesso Spero nel Cambiamento del CNC, nonostante a differenza tua non nutra però nessuna Fiducia UMANA che esso possa avvenire.

Prego affinchè i fondatori siano pervasi dall' Amore struggente per la Santa Chiesa di Roma,per la Fede che a Lei fu consegnata dal Divin Maestro, per il Sacro Culto IMMUTABILE.

La mia pecca è che prego troppo poco. Se io pregassi di più, offrissi al Signore la mia stessa Vita, i miei Sacrifici quotidiani. Se partecipassi ai Santi Sacramenti di più, soprattutto il Sacrificio Eucaristico, avrei in me la Forza. Che non è umana e che non posso trovare da persone o da "cose". Essa è un Dono che viene dall'alto. E forse ora non sare così sconfortato e disgustato. E avrei la forza di rimanere SALDO nelle Opere di della Fede. Con Carità e Amore Perfetto, senza essere confuso dal Peccato in cui purtroppo ancora troppo spesso cado.

La "chiave di volta" di un impegno come questo può essere solo e soltanto la Preghiera Incessante e l'Adorazione Operosa.
"Da dove mi verrà l'aiuto", recita il Salmo. E prosegue: "il mio Aiuto viene dal Signore". Quindi dalla Sua Santa Chiesa che Egli ha Costituito.

Dobbiamo pregare di più. Ovvio, carissimi, che non mi riferisco alle vostre singole Vite, che non posso conoscere e che per molti di voi (che conosco) sono già piene dell'Amore Orante. Ma mi riferisco anche a questo sito-blog.

Abbiamo Pregato poco, QUI! Invece bisogna Pregare anche QUI! Leggere una Preghiere INSIEME, fermandoci, è un modo per chiedere la Guida al Signore, per mezzo della Sua Chiesa. Questo è un esempio.
Ma soprattutto Contemplare ed Adorare. Da dove verrà l'Aiuto? Dal Signore! Presente, Vero Dio e Vero Uomo, nel Sacramento dell'Altare.

Spesso qui sono intervenute persone chiaramente disturbate o peggio immature. Forse molti ragazzini i quali però rispecchiano tristemenre l'ambiente in cui crescono...Altri invece non lo erano e non lo sono. Il che aggrava il loro comoportamento e la loro posizione. Perchè questi altri non sono "ignoranti" dell Fede della Chiesa... Ma evidentemente sono convinti che essa non sia quella "giusta"....

E' chiaro, Fabio, che il CNC sia una Associazione non Cattolica nei Metodi, nella Prassi Liturgica e Catechistica. Constatarlo mi costò mesi di crisi e di dolore che ancora non si allevia. Ma non sono qui per convincrtene.

Sono qui per Testimoniare. E per PROVARE la mia Testimonianza, mostrandola VERACE. Perchè amo profondamente la Santa Chiesa, il Santo Padre, il suo Magistero. Amando la Chiesa AMO I MIEI FRATELLI e il mio "sentire" coinvolge anche la volontà di fare un servizio per tutti.

Non nego i limiti umani che mostro. Ma io Amo la Chiesa. E perdonatemi.

Il Santo Evangelo dei "discepoli di Emmaus", è stato trasformato (come forse inconsapevolmente da Alessandra per aver ascoltato il suo "presbitero") in una specie di "ode alla nuova evangelizzazione" da uno dei miei ex "presbiteri" di Comunità, che ho ascoltato nell'Omelia di Domenica Scorsa (sono tornato in PArrocchia).

Un' "omelia" a tratti fervorosa, che fa dire: "senti come è bravo"! In quell'Omelia dov'era Cristo? Dov'era la continuazione dell' Insegnamento del Papa, ad esempio? Dov'era la "Conversione al Signore"? Quel Vangelo è un INNO al Santissimo Sacramento! E' un INNO alla Santa Messa, che il Signore ha MOSTRATO CONCRETAMENTE COME UNICA FONTE DA CUI ATTINGERE PER POTER ESSERE PIENI DEL SUO AMORE E DOPO ANNUNCIARLO AGLI ALTRI!

Questo mi aveva suscitato il Vangelo. Ma non sono stato corrisposto dal SACERDOTE OFFICIANTE. Si dirà che i Sacerdoti devono corrispondere a Cristo e non agli uomini. APPUNTO! Io non sono Cristo, e ne sono consapevole, ma so che Cristo è la Via, la Verità e la Vita. Ed Egli mi dà di riconoscerlo.

E' palese la mancata volontà di "esaminare tutto" e ritenere "ciò che è buono". In queste pagine abbiamo provato a mostrare noi stessi, non nei nostri nomi (ma chi fosse così morboso può fare clic sul MIO PROFILO), ma nel nostro "sentire". E "noi stessi" sono anche le nostre umane intemperanze. I nostri limiti ed i nostri errori. Siamo stati accusati di fariseismo in modo strumentale. Quasi stessimo innanzi al tribunale di Dio! Ma aspettavamo che, al limite, fosse ascoltata la Parola "fate quello che dicono". Sebbene nessuno può giudicare i Cuori degli uomini, SE NON DIO SOLO! E questo avere a che fare con questi tanti "dio", ci ha confermato una volta di più.

La nostra Testimonianza non è presa in considerazione non tanto perchè FALSA (come provocatoriamente viene affermato da tanti PRIMA CHE L'ABBIANO ESAMINATA!) ma perchè NOSTRA!

A questo punto non possiamo e non dobbiamo INSISTERE. Dobbiamo Pregare.

Il senso di questa che pensavamo come "Agorà" viene sempre più messo in discussione. Sarebbe più pensabile la forma del portale di informazione, aggiornato da Articoli e commenti.

Io propongo nuovamente, come feci tempo fa sostenuto da tutti voi, di eleggere il Venerdì come giorno di Preghiera ed Adorazione per le nostre Intenzioni, per la Santa Chiesa, per la Verità che UNISCE COME VINCOLO DELLA CARITA'!

Dio vi benedica

Gert ha detto...

Anonimo Anonimo ha detto...

cancellate eh eh eh vi sto parlando della crità nel parlare e voi cancellate addio bau

07 aprile, 2008 14:06
..........................

Non capisco se si sta abbaiando o latrando...non sono esperto di cose canine.

Francesco ha detto...

SEGUITE L'ULTIMA DISCUSSIONE SUL BLOG DI TORNIELLI. SI DISCUTE SUI NEOCATECUMENALI CON UNA CERTA VIVACITA'

http://blog.ilgiornale.it/tornielli