lunedì 13 ottobre 2008

La Missione. Don Bux (Dio lo benedica) ne proclama il fondamento!


La Liturgia fonte della missione
Città del Vaticano (Agenzia Fides) - La Chiesa è consapevole di non avere altra fonte da cui attingere forza per la propria missione se non lo stesso Signore Gesù Cristo. La giusta valutazione ed autonomia delle scienze umane, dalla storia alla filosofia, dalla psicologia alla sociologia, etc., non dovrà mai sostituire il criterio soprannaturale del discernimento spirituale.

È Cristo, con la Sua proposta al cuore dell’uomo, l’unico ed imprescindibile riferimento per la missione della Chiesa. Fonte di tale missione è allora l’adorazione del Signore che si esprime principalmente nella Divina Liturgia.

Troppe celebrazioni si sono ridotte ad “autocontemplazione antropocentrica” dell’uomo sull’uomo, quasi impedendo, attraverso la verbosità del celebrante, i ritmi convulsi delle musiche e la frenesia dei movimenti, il contatto con il Mistero. La Liturgia della Chiesa è essenzialmente adorazione del Signore e, attraverso la celebrazione dei divini misteri, la Chiesa compie la sua prima opera missionaria.

È necessario recuperare la chiara consapevolezza sull’unico soggetto protagonista della Liturgia: il Signore. Il popolo santo di Dio, e con esso il celebrante, entra nella Liturgia, ma non la crea: essi, popolo e celebrante, vengono ospitati dal Mistero e solo la consapevolezza di tale ospitalità, rende capaci di divenire, a propria volta, ospitali verso il Mistero e verso i fratelli.

Pregando il Signore ed intercedendo per tutti gli uomini, attraverso la sacra Liturgia, la Chiesa compie la sua prima missione: la celebrazione dei Sacramenti è di per sé efficace in ordine alla salvezza.

In tanta organizzazione della pastorale contemporanea, sembra che l’impegno missionario sia talvolta interrotto dalle celebrazioni, delle quali, forse, non si comprende più adeguatamente il significato. Battezzare, perdonare i peccati, celebrare l’Eucaristia sono azioni più potentemente salvifiche e missionarie di qualunque catechesi, convegno, lezione accademica o documento ecclesiale. Dobbiamo recuperare questa consapevolezza e, con essa, l’indisponibilità della Liturgia al capriccio soggettivo della creatività liturgica e al mito moderno, inteso in senso democratico, della partecipazione del popolo.

Come ricorda il Catechismo della Chiesa Cattolica: “La Liturgia è anche partecipazione alla preghiera di Cristo, rivolta al Padre nello Spirito Santo. In essa ogni preghiera cristiana trova la sua sorgente e il suo termine. Per mezzo della Liturgia, l'uomo interiore è radicato e fondato [Cf Ef 3,16-17 ] nel “grande amore con il quale il Padre ci ha amati” ( Ef 2,4 ) nel suo Figlio diletto. Ciò che viene vissuto e interiorizzato da ogni preghiera, in ogni tempo, “nello Spirito” (Ef 6,18 ) è la stessa “meraviglia di Dio”. (CCC 1073). (Agenzia Fides 25/09/2008)

Deo Gratias!

Via alle riflessioni! E ce ne sono un mare...

45 commenti:

Stephanos78 ha detto...

Ragazzi questa sintesi è da incorniciare! E finalmente da più parti arrivano conferme che non siamo degli alieni!

Caterina63 ha detto...

Deo Gratias!

Via alle riflessioni! E ce ne sono un mare...

************************

aooooo e che c'hai preso a cottimo????
aaaaaaaaaahahahahahahah ^__^
te che parli romano me capisci ^___^

*************

si! sintesi però NON da incorniciare altrimenti rischia di rimanere in vetrina senza essere applicata^___^

Troppo magistero pontificio, specialmente recente è rimasto come una cornice....tuttavia poichè sono ottimista per natura, e poichè il Signore SA QUELLO CHE FA^___^ mentre noi facciamo solo pasticci, sono fiduciosa che TUTTA QUESTA RIFORMA esploderà portando copiosi frutti di grazia....

Quanto al fatto di essere giudicati "alieni".... penso sempre ai tanti cattolici che per anni si sono battuti per difendere la Sacralità della Liturgia ed hanno ricevuto porte in faccia, commiserazione, cacciati via dalle proprie parrocchie da chi, come il CUCULO (se non sapete la storia del cuculo ve la racconto ^___^) li ha spodestati IN NOME DELLA NUOVA MISSIONE, DELLA NUOVA EVANGELIZZAZIONE, IN NOME DI NUOVE DOTTRINE E DI NUOVA TRADIZIONE.....

E non parlo dei lefebvriani, attenzione, parlo delle centinaia di cattolici che per rimanere FEDELI A ROMA, ossia AL PAPA ed alla Chiesa HANNO SUBITO ogni sorta di infamia e....senza perdersi mai d'animo HANNO ATTESO LA GIUSTIZIA DI DIO....

Il RISCATTO non è mai vendetta, guai se avesse il sapore della vendetta, si perderebbe la Grazia, ma quando parliamo di GIUSTIZIA eccola allora comprensibile nelle parole di mons. Bux che ridona al concetto della MISSIONE la sua vera etimologia, depurandola da ogni falsa dottrina opportunista...

Se i martiri del secondo secolo, poco prima di essere ammazzati hanno detto: "SENZA LA DOMENICA NON POSSIAMO VIVERE" ergo AMMAZZATECI PURE!!! ciò significa che era già implicita la conoscenza dottrinale della MISSIONE....^__^

con la Domenica noi abbiamo il cuore della Liturgia e del senso del SACRO....senza questo NON esiste nessuna MISSIONE, si, si può evangelizzare, ma senza il sacro è come seminare SENZA IL CRISTO...

Grazie mons. Bux

Fraternamente CaterinaLD

mic ha detto...

Grazie Mons. Bux, Grazie Signore!

Quante enfasi ascoltiamo oggi sulla Missione, dimenticando che la prima vera missione della Chiesa è quella di rendere culto a Dio, il resto è tutto consequenziale...

Quanto al Cammino NC, tutta questa enfasi sull'Annuncio, alla fine è vero e proprio 'proselitismo', perché i "nuovi evangelizzati" confluiscono a costituire nuove comunità e non si integreranno mai nel tessuto ecclesiale, salvo per proseguire l'opera di 'sostituzione' che stanno portando avanti subdolamente da 40 anni...

Il problema è molto serio perché, mentre da un lato sia per quanto riguarda i NC che per molte derive moderniste, la Chiesa ha rinunciato a condannare l'errore e quindi a circoscriverlo e "combatterlo" smascherandolo e chiamandolo per neme, dall'altro si continuano a cercare modalità 'accattivanti' per l'Annuncio e se ne dimentica il vero contenuto: il Signore!

Se qualcuno ha incontrato il Signore, non può non portarlo e quindi annunciarlo in qualunque situazione... ma questo è l'aspetto dell'Annuncio che arriva attraverso la 'testimonianza' personale, anche non esplicita, attraverso atteggiamenti, fatti, parole che sono 'portatrici' di vita in una data situazione, pur senza sbandierare, more NC,: "Vengo a dirti che il Signore Risorto e la mia vita è cambiata vieni-nel-cammino-se-vuoi-che-cambi-anche-la-tua!"

a volte magari semplicemente presenti con un silenzio pieno di amore e di condivisione in una situazione difficile nella quale si sperimenta tutta la nostra impotenza...

Quanto alla vita Parrocchiale, tutto nasce da celebrazioni vive e sante, dal prevedere ore di Adorazione e da catechesi curate, sia per i sacramenti che per gli adulti, per questi possibilmente partendo da lectio succose, nelle quali 'infilare' gli insegnamenti fondamentali, che tanto in quel contesto si presentano a valanga...

E' tutto molto semplice! Basta far bene queste cose e al resto pensa il Signore...

Francesco ha detto...

Quante volte durante la mia esperienza all'interno del Cammino Neocatecumenale ho sofferto nel sentir bollare come "Ritualità " le celebrazioni eucaristiche e ogni altra forma di preghiera di di liturgia realizzate fuori dal Cammino Neocatecumenale.
Ciò che salva - dicevano - ciò che suscita la fede è la predicazione, identificata pedissequamente nelle catechesi preordinate da Kiko e da Carmen.

Ciò che oggi afferma Don Nicola Bux è olio sulle nostre ferite, sulle ferite della Chiesa, troppo a lungo scambiata per un'agorà di convegni, di dibattiti, discussioni e soprattutto documenti, documenti, documenti,documenti.....quasi...
...Et Verbum carta factum est!

Stephanos78 ha detto...

Dice Mic:

E' tutto molto semplice! Basta far bene queste cose e al resto pensa il Signore...


Sacrosanto! Verissimo!

E' infatti di una SEMPLICITA' incredibile il rapporto tra noi è Gesù! Rapporto che c'è tra un Datore di Doni, tra il Re Buono, e figli BISOGNOSI dei Doni del Re!

Come possiamo distribuire i Doni del Re, se non li abbiamo ricevuti? E come li riceveremo se non Lo Incontriamo profondamente? E come potremmo mai IncontrarLo se non nella SacroSanta Litrugia, momento di DONO reciproco e di Mistero insondabile, dove siamo alla Sua Presenza e dove godiamo dei frutti del Suo Benedetto Sacrificio Redentore, senza i quali NON SIAMO NULLA e non possiamo "evangelizzare" nulla e nessuno?


C'è stata una EVIDENTE modifica. Un evidente "spostamento" del Baricentro della Fede dal Dio Altissimo che si Dona, e che per questo rende capace chi Lo accoglie di donare a sua volta (è il "sovrabbondare della Grazia" di Paolina memoria), all'Uomo che "predica" e che PRETENDE di CAMBIARE IL CUORE DELL'UOMO SOLO PER MEZZO DELLA PREDICAZIONE!

La Predicazione può operare la PREPARAZIONE dell'Uomo alla ricezione della Salvezza, SOLO SE E' RADICATA SULLA ROCCIA della Fede di Gesù! Solo se è Testimonianza SEMPLICE e allo stesso tempo genuina.

E come uno potrà "predicare", se non infiammato dall'Amore del Santissimo Sacramento?

Quello che mi ha colpito dell'Articolo al primo sguardo è stata questa frase:
"Troppe celebrazioni si sono ridotte ad “autocontemplazione antropocentrica” dell’uomo sull’uomo, quasi impedendo, attraverso la verbosità del celebrante, i ritmi convulsi delle musiche e la frenesia dei movimenti, il contatto con il Mistero."

Signore Dio, IO MI RITROVO IN PIENO IN QUESTA CONDIZIONE DESCRITTA! Ho avuto Don Bux come portavoce, e questo mi ha emozionato!

Con Francesco di recente ho ricordato alcuni momenti della mia vita. Mi sono soffermato, manco a farlo apposta, sui momenti che ho passato con degli amici di RCC, RNS.

Sebbene non possano paragonarsi alla pervasività del CNC, anche loro mi hanno DISTRATTO dall'Incontro del Signore! Perchè? Perchè partecipai alla LORO Messa (anche per loro vale la celebraizone separata), nel TEATRO PARROCCHIALE, dove le Rubriche erano più o meno seguite, ma lo Spirito della Messa no. Ho ascoltato belle canzoni che "animavano" la Liturgia. Rock "cristiano"..! Totalmente distratto da questo e da altre manifestazioni spiccatamente IDENTITARIE del gruppo in cui mi sentivo un ESTRANEO!
Dopo i balli, i canti, gli abbracciamenti totali al momento della "Pace", le "preghiere carismatiche", l' imposizione della mani da parte dei laici (!!!!!!!!!!!!!!!!!!!).... Cosa mi è rimasto dell' Incontro con Gesù?
Anzi: mi sono chiesto se l'ho incontrato! Oppure ho incontrato gli Uomini che stavano celebrando se stessi e la "bontà" del loro "cammino di fede"???

Tutti questi "viaggi" nella Chiesa per "vedere Gesù"... Tutti questi "cammini"... E poi dove lo trovo? NEL RITO DELLA MESSA DI SEMPRE! Nel Sacramento! Nella Vita Vera!

Mi sono sentito confermato nei miei dubbi: ma tutti i "gruppi" di questo mondo, laici o religiosi che siano, sono o no "UTILI" solo nel caso in cui PREPARINO e NUTRANO il Fedele alla partecipazione PIENA ai Sacramenti e alla maggiore consapevolezza della Grazia Ricevuta?

COme dice Don Bux, convegni, accademie e onori SONO ZERO in confronto della POtenza di Grazia dei Sacramenti! E abbiamo spostato il centro...Da questa Grazia all'Uomo-Dio!

Aldo ha detto...

Prima bisognava partecipare almeno una volta al mese alla "Messa Domenicale" (solo in pochi obbedivano) ora immagino che l'assimilare la Messa nc alla Pastorale della Messa Vespertina, allontanerà ancora di più i nc dal celebrare una "Messa normale" e visto che nel cn ti salvi solo se "fai" il cn altrimenti sei fuori, continueranno a propinare le loro catechesi...
il loro "sacro" un misto di simbolismi, ai nc il "cuore palpita" solo quando partecipano ad una convivenza, quando ascoltano un catechista.. il "nc doc" non si emoziona davanti ad un "tabernacolo" in ginocchio.. ma si imbottisce di oppiacei se deve fare una "tappa"
e nella mia città si continuano a fare "catechesi" ad "evangelizzare" con il loro "metodo".. Grazie a Dio le persone sono sempre meno... credo che il giocattolo si stia rompendo..

mic ha detto...

Quanto alla formazione affidata alla ricerca personale, mi vengono in mente una mare di rischi...

Oggi nella Chiesa ci sono troppi 'cattivi maestri' e sull'onda dell'enfasi che si dà all'ecumenismo, molti fedeli vengono convogliati anche dalle parrocchie nei cosiddetti Gruppi ecumenici di ogni tipo e lì tutto diventano tranne che cattolici...

del resto molti cattolici sono vittime del 'disprezzo' e della 'condanna' nei confronti della Chiesa, sui cui errori soltanto si punta il dito, che echeggiano dai media e da ogni dove e da cui ogni gruppo che si rispetti non manca di partire con la totale apertura alle voci "altre" e corrispondente chiusura al Magistero

Esempio di 'cattivi maestri': quello di ieri di cui vi ho parlato era un incontro ecumenico, quindi è logico che avrebbe parlato anche il pastore protestante. Ma, premesso che non c'era un sacedote o perlomeno un teologo cattolico, la bilancia non faceva altro che pendere dalla parte protestante, anche perché le letture erano tratte dalla Bibbia interconfessionale.

Ebbene, sapete cosa ho scoperto in pochi minuti e da tre sole righe?
Il testo di Paolo 2 Cor 5, ... ha affidato a noi il ministero della riconciliazione. era letto l'annuncio della riconciliazione

Ebbene, sicuramente il discorso sul "ministero dellariconciliazione" è molto più ampio, ma venendo al sodo: i protestanti hanno abolito il Sacramento della Penitenza e padronissimi... ma perché i cattolici devono adeguarvisi? Sono modernisti e quindi, al pari dei NC, sono in linea con i protestanti? Ma allora la finissero di definirsi cattolici... Qualcuno glielo dovrà pur dire che tutti quelli che predicano che l'inferno è vuoto e che Dio è solo Misericordia e non anche Giustizia e che non c'è più bisogno di confessarsi (perché come ha detto un sacerdote ad una bimba che conosco "i panni sporchi falli lavare dalla tua mamma"!!!) ma questo se non glielo dice il Papa, chi glielo deve dire?

Se glielo dico io, mi dicono che sono un Tradizionalista sorpassato, che il Concilio (non serve nominarlo tanto ne esiste uno solo valido, ormai!) ha cambiato la coscienza di sé che ha la Chiesa, ecc. ecc.

Non è che come cattolici siamo messi un po' male?

Ma andiamo avanti con fiducia e speranza nelle Promesse del Signore, il Pastore Bello, lo Sposo che custodisce la Sua sposa... Almeno Lui lo sa QUAL E' LA SUA SPOSA!!!!

Stephanos78 ha detto...

La domanda NODALE ai nostri Sacri Pastori, ai "vaticanisti", ai "teologi".. è la seguente:
da come i PROTESTANTI concepiscono i Docuementi del COncilio Vaticano II, senza che vengano degnamente contraddetti, cosa dobbiamo dedurre????????

I Prostestanti, i "riformati" in genere, concepiscono i documenti del Vaticano II come una "nuova chiesa a loro vicina" che nasce abbattendo quella vecchia!

Il discorso riportato da Mic, per questo mi ha lasciato BASITO! Il motivo principale è QUESTO! Non solo il fatto che questi incontri vengono quasi sempre fatti in modo "autonomista" dalla Chiesa Madre (con gran danno per tutti!). La cosa PEGGIORE di questi incontri è la tendenza "proselitista", manco autenticamente "missionaria" (dal loro punto di vista), ma rigidamente contestatrice!

Il protestante "medio" è convinto di questo, dunque: la "nuova Chiesa" ha decretato la possibilità del sincretismo Cristiano! La "condivisione" può esistere, sebbene ognuno permanga nella prorpia visione, a condizione del SENTIMENTO ecumenista! Il Vaticano II ha decretato l'accettazione di fondamenti protestanti, letti pure con la Bibbia "interconfessionale"!

E' da questo, non da altro, che dobbiamo FARCI DOMANDE! Da come i "riformati" abbiano "concepito" il Vaticano II! Se LORO lo concepiscono e lo capiscono COSI', forse qualche problema esiste!

mic ha detto...

e nella mia città si continuano a fare "catechesi" ad "evangelizzare" con il loro "metodo".. Grazie a Dio le persone sono sempre meno... credo che il giocattolo si stia rompendo..

anche passando davanti alla mia ex parrocchia ho visto riapparire l'abominevole striscione delle nuove catechesi....
Signore aiuta i tuoi piccoli!

Forse da qualche parte il giocattolo scricchiola, ma qui da noi non sembra proprio!

Caterina63 ha detto...

Stephanos78 ha detto...


I Prostestanti, i "riformati" in genere, concepiscono i documenti del Vaticano II come una "nuova chiesa a loro vicina" che nasce abbattendo quella vecchia!

***************

no non più.....da dopo l'intervento della Dominus Jesus, c'è stato un effetto domino di questa realtà sconcertante.... ^___^
è, per dirla con Benedetto XVI, è stato così il crollo di un ecumenismo DEL FAI DA TE....
Indubbiamente ora gli errori seminati hanno dato origine ad ulteriori gruppi e gruppuscoli che ancora interpretano il Concilio a modo loro, ma tra la Dominus Jesus e l'Ecclesia de Eucharestia E' FINITA LA PACCHIA....
^___^

ci vuole solo pazienza Stephanos, ma i frutti di questi due testi fondamentali quali PRIMI INTERVENTI UFFICIALI contro questo ecumenismo falso, già si cominciano a vedere e a sentirne il profumo...

^___^

P.S.

sull'O.R. che uscirà domani:

http://www.vatican.va/news_services/or/or_quo/text.html#1

Il cardinale Tarcisio Bertone durante gli interventi liberi al Sinodo dei vescovi

Parola di Dio
e sacramento della penitenza


altro tema scottante eh! ^___^

dice il card, Bertone:

"" ha iniziato dalla premessa di "una ripresa della pratica del sacramento della penitenza individuale specialmente dall'Anno Santo del 2000". Una ripresa che però deve fare i conti con una crisi senza precedenti e che impone una seria e approfondita analisi delle cause e l'individuazione di soluzioni pratiche.

In tal senso il porporato ha parlato del rapporto tra Parola di Dio e sacramento della penitenza, che - ha detto - "è facile tematizzare nelle celebrazioni penitenziali, che solitamente precedono il rito per la riconciliazione di più penitenti", mentre appare "molto più difficile realizzare questo collegamento esplicito nella riconciliazione di un singolo penitente".

Il cardinale Bertone ha messo in rilievo come non si veda la realizzazione concreta di tale collegamento e che, sebbene l'Instrumentum Laboris ne accenni solo brevemente al numero 36, il rito della Penitenza promulgato nel 1973, al n. 17 lo postula in modo esplicito. Esso parte dal principio: "È la Parola di Dio che illumina il fedele a conoscere i suoi peccati, lo chiama alla conversione e gli infonde fiducia nella misericordia di Dio. Quindi il sacerdote, o anche il penitente stesso, legge secondo l'opportunità un testo della Sacra Scrittura; la lettura può essere fatta anche nella preparazione al Sacramento (oltre l'esame di coscienza!)".

^__^

Emma ha detto...

Caro Mic, sarò un`iper-sensibile o un`iper-reattiva ma quello che tu scrivi mi irrita profondamente.
Dunque le catechesi neocatecumenali e i loro tipici striscioni sono riapparsi.
Ma con quali testi saranno fatte queste catechesi?
4 mesi dopo la sempre più anomala consegna dello statuto al Cn i testi non sono ancora approvati e dinque pubblicati.
Questo meraviglioso strumento di formazione e iniziazione cattolico che è il Cn, secondo il PCL, con quali testi forma e inizia?
Ci sarà qualcuno che oserà porre la domanda al parroco?

Questo statuto avrebbe dovuto imporre finalemente una certa trasparenza, ma in realtà tutto sembra continuare come prima.
Continua l`assoluta indifferenza di parroci e vescovi che malgrado la loro ignoranza del contenuto delle catechesi nc confidano i loro fedeli ai catechisti del cammino neocatecumenale.

I catechisti nc potranno continuare a diffondere i testi di Arguello, non approvati, e alla fine potranno invitare la gente a formare una comunità, e le persone, che saranno già coinvolte emozionalmente nel gruppo, davanti alla domanda non oserano ritirarsi e si troveranno membri del Cn.
Non saranno entrati nella Chiesa cattolica, dal momento che non ne seguiranno nè l`insegnamento nè la Liturgia, saranno entrati nel cammino.
Scusatemi ma per me questo era, è e resterà incomprensibile.

Francesco ha detto...

Purtroppo, Emma, sotto il profilo strettamente "legale" il Cammino Neocatecumenale, una volta che ha avuto approvato dal PCL il suo Statuto, pur in mancanza di approvazione del Direttorio Catechetico, è legittimato più che mai a continuare le sue solite catechesi.

Sorprende piuttosto il fatto che ancora continuino a definire ">Catechesi Parrocchiali": a questo punto potrebbero benissimo definirle "Catechesi Neocatecumenali".

O la dissimulazione serve ancora a nascondere qualcosa?

Francesco ha detto...

Peraltro gli "Orientamenti alle equipes dei catechisti" - dice Kiko - sono stati passati “al setaccio” dalla Congregazione per la Dottrina della Fede e approvati da Ratzinger già nel 2003." (Intervista di Korazym.org a Kiko).

Se non è vero, ci resta, come sempre l'amaro in bocca; se è vero....beh semplicemente un Amaro Lucano.

Francesco ha detto...

Rimane la responsabilità di parroci e vescovi a vigilare che le catechesi neocatecumenali, approvate o meno, siano condotte secondo il Magistero e con ortoprassi....rimane?

Caterina63 ha detto...

NON SIAMO UNA VOCE FUORI DAL CORO

^___^

leggete qui:
http://rivoltialsignore.blogspot.com/

L'articolo è molto lungo, io vi metto solo una stringa, vi suggerisco di leggerlo, CONSERVARLO E DIVULGARLO...

^___^


sabato 20 settembre 2008
La Messa tradizionale libera: un primo passo verso il risanamento


Come già denunciò l’allora card. Ratzinger, nella comunità ecclesiale “è andato disperso il proprium liturgico” (3), cioè si è perso il senso stesso del rito, inteso come azione sacra e sacrificale, che dovrebbe renderlo una sia pur pallida imitazione della celeste Liturgia celebrata nel Paradiso da Angeli e Santi all'augusta presenza di Dio. Sancendo la preminenza della “liturgia della Parola” sulla liturgia del Sacrificio, e tendendo ad affogare questa in quella, le odierne celebrazioni favoriscono non tanto l'elevazione verso Dio quanto la partecipazione comunitaria, e suscitano non tanto la devozione religiosa quanto l'umana comprensione e solidarietà.

3) J. Ratzinger, Rapporto sulla fede, cit., p. 130.


^___^

Gert ha detto...

Tutt'altro che una voce fuori dal coro, Caterina.
La coscienza delle disfunzioni teologiche ed ecclesiali sta prendendo sempre più piede in diffusi strati del Cattolicesimo, tanto che una delle nuove sfide dei prossimi anni,se non dei prossimi mesi, sarà per la Chiesa quella di dare ragione di un malcontento ormai diffuso, di incanalarlo e di dare ad esso risposte chiare ed inequivocabili.

L'attuale Sinodo è, forse, dopo il Motu Proprio S.P. un'altra tappa miliare in tal senso e da esso tutti ci aspettiamo molto.

Quella successiva la nomina del successore del Cardinale Arinze e di Mons. Ranjit.

Emma ha detto...

Francesco, il Cn ha uno statuto giuridico, su questo non ci piove, MA trovate logico che non si conosca il contenuto catechetico dello strumento?
Trovate logico che i testi ai quali fa riferimento lo statuto non siano approvati e pubblicati dunque ignorati da parroci e vescovi?
Io non lo trovo normale, il mio semplice buon senso me lo suggerisce.
Ammettiamo che, curiosa, mi lascio attirare dallo striscione nc, entro e seguo le catechesi, in buona fede credo che sto seguendo l` insegnamento della Chiesa cattolica, NO, lo ignoro ma sto seguendo l`insgnamento di Kiko Arguello, non conosco la Liturgia cattolica, seguo l`insegnamento del cammino e mi trovo a preparare una messa che credo cattolica, i simboli ebraici, le danze ebraiche, la tavola, il pane o pagnotta, le esternazioni emotive, i canti e lo stare seduti attorno alla tavola, non mi sembrano anormali perchè non ho conosciuto altro prima.
Sono iniziato e formato alla liturgia cattolica? NO.
Sono iniziato alla sana dottrina cattolica ? NO
Quando uscirò, perchè uscirò come mi sentirò?

Francesco ha detto...

Cara Emma,

quella che paventi è un po' la parabola che abbiamo vissuto tutti coloro i quali siamo stati per qualche tempo nel Cammino Neocatecumenale.

Descriverti le sgradevolissime sensazioni che si provano quando si decide ad uscirne sarebbe lunghissimo: ti basti sapere soltanto che, tra tutte, la più fuorviante è quella specie di sordo rancore che si prova nei riguardi del presbitero che ti sei ritrovato in Comunità, che avverti non come un sacerdote pieno di misericordia e di sollecitudine,ma quasi come un gregario dei catechisti che, al momento opportuno, ti appare più insensibile e paradossale di loro.

Francesco ha detto...

Dal "rancore" verso il sacerdote alla generalizzazione del "rancore" verso la Chiesa tutta il passo poi è purtroppo molto breve.....
E non hai idea di quanto si impighi a risalire la china!

Emma ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Emma ha detto...

I presbiteri hanno disobbedito al Papa durante diversi anni per obbedire ad Arguello.
Sanzione? NO
Anzi adesso possono tranquillamente continuare a celebrare il rituale nc.
Paradossale no?
Chi disobbedisce è riconosciuto e premiato.

Immagino senza difficoltà l`incomprensione,la rivolta di colui o colei che, uscito dal Cn per NON disobbedire al Papa, ha in seguito visto premiata la disobbedienza.
Mentre c`era chi festeggiava il premio alla disobbedienza, c`era e c`è chi, con difficoltà, cerca di salire la china, come dice Francesco.

Stephanos78 ha detto...

Abbiate pazienza, fra poco pubblicherò una analisi sugli Statuti che sono sicuro i stupirà^__^

cris ha detto...

Ho visto la nuova grafica del sito e volevo complimentarmi, molto bella.
Bella l'idea di mettere Cristo unica "verita'" accanto alla parola del titolo "Verita'" che vi proponete di cercare, e che prima suonava un po' azzardata, come se si desse per assunto di averla gia' trovata... Cosi da piu' l'idea che riferite a lui come guida per trovarla. Ottima scelta.
Ho anche seguito lo scambio sul tema e mi congratulo con stefano , per lo spunto di onesta' nel suggerire di togliere l'immagine del papa che effettivamente accanto alla scritta del titolo, sembrava fosse lui l'autore del blog..e ho anche apprezzato molto l'idea di caterina di togliere quel banner un po' di cattivo gusto.
Mi piace moltissimo anche la scelta della frase "Non nobis, Domine, non nobis, Sed nomini tuo da gloriam""

Mi rallegro, vedo che anche nei contenuti il blog e' cresciuto molto,
mi sembra di avvertire dopo un certo tempo, una netta tendenza a una maggiore obiettivita' rispetto a prima e a una certa attenzione per la buona fede.

A questo proposito una curiosita': ho visto che mentre il blog ha preso abbastanza nettamente una strada piu equilibrata, invece il sito internetica diverge sempre di piu' verso posizioni estreme e ormai al limite del ridicolo...spiegatemi una cosa , ma davvero siete le stesse persone che scrivete qui e li? Non posso credere che gente come Caterina, stephanos o anche mic, sono in grado di scrivere robe come queste , queste , o queste, ove non solo non v'e' traccia alcuna di carita', ma nemmeno della piu minima buona fede...fino ad arrivare ad affermazioni che per l'odio malcelato che si portano dietro sfociano senza accorgersene in aperta blasfemia ( "voi non ricevete Sacramenti, voi ricevete i Sacramenti del cammino NC")....
Dunque se siete persone diverse, come immagino, il mio spassionato consiglio, se melo permettete per continuare nel bene che state tentando di fare, e' delle due l'una:
o comunicate coi vostri amici del sito dandogli una regolata quando le sparano troppo grosse; o fate una netta presa di distanze da quel sito o almeno dalle esposizioni piu farneticanti.. Altrimenti si ha una impressione di spaccatura, di travestimento e di finta obiettivita e ricerca serena della Verita' su un fronte mentre sull'altro si assume una esasperata partigianeria che spesso diventa delirante e mina la credibilita dello stesso blog...


in bocca al lupo per la vostra opera in cerca del bene della Chiesa
e un saluto in Cristo Signore

Stephanos78 ha detto...

...Un'altra considerazione sull'Insegnamento benedetto di Don Bux.
Il Documento così afferma:
"Battezzare, perdonare i peccati, celebrare l’Eucaristia sono azioni più potentemente salvifiche e missionarie di qualunque catechesi, convegno, lezione accademica o documento ecclesiale"

Davanti a questa Verità INNEGABILE (per un Cattolico), si evidenzia tutta la ragione della crisi attuale nella Chiesa!

Insieme ad un aumento esponenziale e quasi maniacale di "catechesi", "annunci", "missioni popolari e ad gentes"... Sono diminuiti in modo devastante i CONTENUTI CATTOLICI di tutto questo. E' diminuita in modo dvastante la CENTRALITA' dei Sacramenti! Di essi, quasi non si parla più! O se ne parla come "momenti di Comunione col Signore"! La qual cosa è anche vera ma assolutamente MARGINALE rispetto alla REALTA' di questa Comunione: la Salvezza data Grazie al Dono di Gesù, al suo Sacrificio Redentore e alla sua Resurrezione!

La Catechesi e la Pastorale è totalmente CARENTE di questo "Annuncio"! Che poi è la base di quel Kerigma che tanti dicono di "proclamare"... Ma senza farlo realmente!

La Formazione, pre e post battesimale, dovrebbe riguardare proprio questo! La meditazione della Parola, la vita di Fede, dovrebbe fondarsi proprio su questa "scoperta" o "ri-scoperta"!

Il Signore Salva! Che è poi il significato del nome di Gesù!

Per questo la famosa "actuosa participatio", il famoso "coinvolgimento" dei Fedeli, è stato DISATTESO poichè si è sostituito con l' "antropocentrismo"!

La più grande devastazione che poteva abbattersi sulla Chiesa, che mette in gioco la Salvezza degli Uomini, è stata ed è questa!

Ci sarebbe urgente bisogno di questa Pastorale e di questa Catechesi! I fedeli hanno bisogno di essere "allevati e sostenuti" da questa Catechesi, da questo annuncio alla preghiera costante!

...Invece i fedeli assistono all' "antropocentrismo"... E solo questo è il reale motivo dei vari "allontanamenti"...o ri-allontanamenti.

I Catechisti si "preoccupano" che una volta usciti dal CNC gli ex-associati possano allontanarsi dalla Chiesa. Premura?
In realtà se questo dovessa accadere, a chi la responsabilità?
Se uno va via dal CNC e va via dalla Chiesa, vuol dire che il CNC ha svolto male, malissimo, quello che ritiene sia il suo compito!

Ha ottenuto attaccamento ad un Idolo... Invece che amore per la Chiesa!

Emma ha detto...

Se qualcuno uscendo dal Cn esce dalla Chiesa, vuol forse dire che mentre era nel Cn NON era nella Chiesa o meglio non si sentiva essere parte della Chiesa cattolica.

Era membro del Cn ma non apparteneva alla Chiesa cattolica.

Vuol dire che il Cn forma e inizia al Cn e non alla fede cattolica.

Ma quel che è peggio è che chi lascia il cammino è spesso in situazione di rivolta e di rigetto contro la Chiesa cattolica.
Chi si rivolta e soffre non sa che quello che gli hanno insegnato, come glielo hanno insegnato, le messe alle quali ha preso parte NON sono in uso nella Chiesa cattolica, non sono conformi.

C`è chi risalirà la china faticosamente, c`è chi resterà nella rivolta e abbandonerà la sua ricerca, c`è chi continuerà la sua ricerca e saprà fare tesoro anche della sua sofferenza, tirandone lentamente e progressivamente tutti gli insegnamenti.

E i membri del CN oseranno dire, come lo hanno fatto su questo blog, che anche con quelle dolorose conseguenze il CN sarà stato benefico!

mic ha detto...

E' diminuita in modo dvastante la CENTRALITA' dei Sacramenti! Di essi, quasi non si parla più! O se ne parla come "momenti di Comunione col Signore"! La qual cosa è anche vera ma assolutamente MARGINALE rispetto alla REALTA' di questa Comunione: la Salvezza data Grazie al Dono di Gesù, al suo Sacrificio Redentore e alla sua Resurrezione!

tutto nasce dall'antropocentrismo e dall'orizzontaltà di ogni esperienza che risulta scollegata con il Trascendente, con l'Azione di Dio che nella Liturgia Opera la nostra Slavezza e ci 'forgia' secondo l'immagine di Cristo e ci riempie delle Grazie di cui abbiamo bisogno... ed è proprio della Grazia che non si parla più... tutto è subordinato a quello che si fa, si sperimenta, ma soltanto emozionalmente, non intimamente, spiritualmente e che a volte non è dato 'sentire' quando accade: sono le "cose invisibili" di cui parla l'Apostolo Paolo di cui vedi però poi gli effetti, non necessariamente subito...
Il 'segno' della Risurrezione non è l'"allegria"!
E' qualcosa di molto di più, è SALVEZZA e VITA IN CRISTO, da cui scaturisce gioia intima e profonda, che dona serenità anche nella sofferenza!

mic ha detto...

Per Cris:

Ho visto la nuova grafica del sito e volevo complimentarmi, molto bella.

Grazie!

Bella l'idea di mettere Cristo unica "verita'" accanto alla parola del titolo "Verita'" che vi proponete di cercare, e che prima suonava un po' azzardata, come se si desse per assunto di averla gia' trovata... Cosi da piu' l'idea che riferite a lui come guida per trovarla. Ottima scelta.

Questa è la tua interpretazione! Il Signore Gesù, che è anche il Cristo, non solo è la nostra Guida, ma è anche il nostro Signore e certo la Verità, che è Lui, non la possediamo interamente... Ma quello che ce ne ha dato di conoscere lo esprimiamo e lo condividiamo con gli altri... del resto anche prima avevamo ben specificato - e ripetutamente - queste cose: quindi la nuova grafica non ha cambiato nulla nella sostanza.

Ho anche seguito lo scambio sul tema e mi congratulo con stefano , per lo spunto di onesta' nel suggerire di togliere l'immagine del papa che effettivamente accanto alla scritta del titolo, sembrava fosse lui l'autore del blog..e ho anche apprezzato molto l'idea di caterina di togliere quel banner un po' di cattivo gusto.

Il banner l'ho tolto io, perché mi pareva creasse confusione, nella nuova linearità, e forse le due immagini sia pur mini del vostro iniziatore, mal coesistono con quella del Salvatore nostro!
Con dispiacere, ma con realismo, abbiamo tolto l'immagine del Papa, perché non possiamo parlare a nome suo, ma nella nostra responsabilità e consapevolezza di credenti, ma sempre avendo lui come guida: infatti, come vedi, sono rimaste le "chiavi" del MAGISTERO... Del resto lui allude, orienta, indica, mostra con gesti e parole; ma poi è necessario obbedirgli... e noi mettiamo in risalto proprio quelle cose che non rientrano nell'obbedienza a Lui che è obbedienza alla Chiesa.

Mi piace moltissimo anche la scelta della frase "Non nobis, Domine, non nobis, Sed nomini tuo da gloriam""

c'era anche prima, non l'abbiamo inserita ora! Tutti questi sviolinamenti intrammezzati da critiche feroci, che ho già visto anche più avanti, non sono altro che il vostro stile subdolo e ipocrita (sono stato incerto se inserire questi termini, ma è quello che emerge dal tuo post, dall'irenica veste formale, ma che ha lasciato una scia di bava e, alla fine una bella dose di veleno)... Noto che non ti sei soffermato sulla citazione dalla "Pascendi"...

Mi rallegro, vedo che anche nei contenuti il blog e' cresciuto molto,
mi sembra di avvertire dopo un certo tempo, una netta tendenza a una maggiore obiettivita' rispetto a prima e a una certa attenzione per la buona fede.


certamente il blog è cresciuto; ma non da ora , perché lo sguardo a 360 gradi sulla situazione della Chiesa lo stiamo portando avanti da un pezzo... l'attenzione alla buona fede l'abbiamo sempre avuta sin dall'inizio; ma nel nostro percorso è quella che abbiamo incontrato in percentuale infima (ricordi gli insulti i disturbi le maledizioni, di tutto di più???) credi che questo non abbia condizionato il nostro esprimerci? Ma ora questo è il nostro vero volto, non più sfigurato dal vostro...

A questo proposito una curiosita': ho visto che mentre il blog ha preso abbastanza nettamente una strada piu equilibrata, invece il sito internetica diverge sempre di piu' verso posizioni estreme e ormai al limite del ridicolo...spiegatemi una cosa , ma davvero siete le stesse persone che scrivete qui e li? Non posso credere che gente come Caterina, stephanos o anche mic, sono in grado di scrivere robe come queste , queste , o queste, ove non solo non v'e' traccia alcuna di carita', ma nemmeno della piu minima buona fede...fino ad arrivare ad affermazioni che per l'odio malcelato che si portano dietro sfociano senza accorgersene in aperta blasfemia ( "voi non ricevete Sacramenti, voi ricevete i Sacramenti del cammino NC")....

il sito è rimasto quello che era. Nulla di quanto è stato scritto è motivato da odio o posizioni esteme, ma da esperienze documentate. Il fatto che siate approvati e che forse qualcosa (non so quanto in realtà) sia dovuto cambiare non cambia il passato ed è sempre bene che chi non vi conosce se non per sentito dire o dal vostro battage propagandistico (e purtroppo sono in molti anche tra i vescovi e sacerdoti) sia messo in grado di stare in guardia. D'altronde gli articoli che hai linkato sono repliche a vostre accuse e, forse, a volte l'apologia prende un po' la mano... ma sono zuccherini in confronto a quello che ci sentiamo rivolgere ogni giorno e comunque esprimono dati che non avete mai confutato, se non con generici quanto inefficaci 'non è vero' o 'dite falsità', ma mai dimostrando il perché, oppure con accuse pesanti, tipo questa dell'astio, dell'odio e della blasfemia, quando non avete osato perfino tirare in ballo lo Spirito Santo...

Dunque se siete persone diverse, come immagino, il mio spassionato consiglio, se melo permettete per continuare nel bene che state tentando di fare, e' delle due l'una:
o comunicate coi vostri amici del sito dandogli una regolata quando le sparano troppo grosse; o fate una netta presa di distanze da quel sito o almeno dalle esposizioni piu farneticanti.. Altrimenti si ha una impressione di spaccatura, di travestimento e di finta obiettivita e ricerca serena della Verita' su un fronte mentre sull'altro si assume una esasperata partigianeria che spesso diventa delirante e mina la credibilita dello stesso blog...


questa è la vera ragione del tuo post. Qui non ci sono travestimenti di nessun genere; il fatto è che abbiamo sempre chiamato le cose col loro nome... Ora, visto che siete approvati e noi siamo nella Chiesa, stiamo cercando, con impegno e buona volontà, di 'mostrare', per quando vi sia dato recepire in rapporto alla vostra specifica identità cos'è la chiesa e cosa comporta essere cattolici, soprattutto avuto riguardo all'autentico culto dovuto a Dio, che è la prima missione della Chiesa

in bocca al lupo per la vostra opera in cerca del bene della Chiesa
e un saluto in Cristo Signore


ricambio

Stephanos78 ha detto...

..l'analisi dello Statuto è ormai necessaria

Francesco ha detto...

@ Cris

Solito mascheramento: si parte dalla love bomb dei complimenti per poi attaccare duro e insolentire, in questo caso i contenuti "scottanti" , documentati e incontrovertibili del sito Internetica.

Danno fastidio vero?
La Verità dà sempre fastidio a chi non è nella Verità!

Francesco ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Emma ha detto...

Mic, come gestore del sito ti sei sentito in dovere di rispondere a cris e sottoscrivo le tue parole.

Detto questo, io subito dalle prime righe righe ho capito, dallo stile inconfondibile, nel quale l`ironia che si vorrebbe intelligente e leggera, quasi trasparente, è in realtà ridicola e pesante talmente è visibile e grossolana, che avevamo a che fare con il tipico stile nc, quello degli ultimi tempi per intenderci.
Una parola gentile e subito dopo una critica,
Lo hai del resto descritto benissimo dicendo:

"Tutti questi sviolinamenti intrammezzati da critiche feroci, che ho già visto anche più avanti, non sono altro che il vostro stile subdolo e ipocrita (sono stato incerto se inserire questi termini, ma è quello che emerge dal tuo post, dall'irenica veste formale, ma che ha lasciato una scia di bava e, alla fine una bella dose di veleno)..." ..

Per quel che riguarda i link ad Internetica, niente farneticazioni, ma solo testimonianze, analisi, riflessioni, domande, studi, documenti, che mi sono stati e sono ancora utilissimi e penso siano utili a tutti coloro che non conoscono il Cn e vorrebbero avere delle informazioni.

Toni accesi ogni tanto? È possibile, lo sono alla misura della sofferenza di chi conosce il Cn per averlo conosciuto dall`interno o di chi si trova accanto persone che sono uscite dal Cn, o di chi vede le proprie parrocchie trasformate dopo l`arrivo del Cn e si trova costretto ad andarsene, isomma di chi si sente impotente di fronte al potere apparente o reale del Cn

Difficile contestare le testimonianze e i documenti sul sito Internetica. Si possono contestare forse certe forme ma difficilmente la sostanza .

È abbastanza insopportabile ma in definitiva sopratutto ridicolo questo tono che si vorrebbe gentile, caritatevole, ma che in realtà è solo un tentativo maldestro di criticare il lavoro svolto qui, e ciò non sfugge di certo ad un lettore attento .

Caterina63 ha detto...

Stephanos78 ha detto...


La Catechesi e la Pastorale è totalmente CARENTE di questo "Annuncio"! Che poi è la base di quel Kerigma che tanti dicono di "proclamare"... Ma senza farlo realmente!

****************


...mumble, mumble....(l'unico neurone che mi è rimasto attivo si è messo in moto ^____^)

Mi ha colpito particolarmente questa affermazione sulla quale concordo solo in parte ^___^ e spiego il perchè...

Lo spiego attraverso la mia esperienza venetennale di catechista e di laica domenicana^___^

Catechesi e pastorale, contrariamente a quanto si dice anche da molti vescovi, NON è affatto "carente", forse in qualche argomento lo è ma non in linea generale, quanto piuttosto E' STATA PRIVATA DEL MAGISTERO...
^___^

Come ebbi a dire il dramma peggiore l'abbiamo vissuto, in tema catechetico, con i CATECHISMI DELLA CEI degli anni '80....(CESTINALETELI TUTTI)
Un ricchissimo materiale per carità, E NON ERETICO intendiamoci eh! ^___^ quanto privo delle fondamenta che sono il Magistero...

Dove dunque l'errore?
NELLE VANE PAROLE....
Per circa venti, ma anche trent'anni non si è affatto fatto del sano Catechismo, ma si è fatta una pastorale ACCOMODANTE, SINCRETISTA, SVOGLIATA e appunto, senza alcuna autorizzazione, una pastorale privata DEL CATECHISMO SAN PIO X l'unico in vigore poichè MAI abolito, fino all'uscita del Nuovo Catechismo molto più ricco di materiale PATRISTICO E MAGISTERIALE....

I Catechismi NON si annullano quando ne viene fatto uno aggiornato, ma vi CONFLUISCE ^__^
così il Magistero attuale che NON può (e non lo fa) annullare quello precedente senza rischiare di restare SENZA FONDAMENTA...
Ciò che è accaduto perciò non è stata una vera e propria carenza di materiale o di temi, quanto IL SEGUIRE LA FALSA INTERPRETAZIONE DEL CONCILIO SECONDO LA QUALE SI VOLTAVA PAGINA CON LA CHIESA DEL PASSATO...

Gli abusi che poi sono stati PERMESSI hanno dato origine a forme vere e proprie di DOTTRINE ERETICHE....di Messe NUOVE, di CHIESE NUOVE....TUTTO NUOVO!!!!
dimenticando che il Cristo NELLA CHIESA aveva già fatto "nuove tutte le cose".... ergo NON abbiamo bisogno di altri restauratori, la Chiesa si rinnova è vero, SI RIFORMA SEMPRE, si può anche dire che si restaura ma NON con dottrine NUOVE, NON con le chiese NUOVE.... ^___^

è ovvio così che ci furono alcuni (tipo mons. Lefebvre) che a ragione diceva: Nuovo? No grazie, A NOI IL VECCHIO CI ANDAVA E CI VA BENISSIMO!
^___^

Due forme ESTREME che non potevano che entrare in conflitto....

San Pio X non è assolutamente conosciuto dal CN....
essendo in contatto con uno di loro (non è il mio amico che conosco^___^) che mi scrive in privato da quando ci legge qui....mi ha spiegato che loro "leggono" qualcosa riguardo ai Padri e al PONTEFICE ATTUALE....
tutto il resto è tagliato FUORI...

Benedetto XVI alla Messa per Pio XII ha fatto pubblicare sul libretto dato ai fedeli la MEDIATOR DEI, l'Enciclica di Pio XII sulla LITURGIA E SUL SIGNIFICATO DELLA MESSA....come mai?
^___^

Purtroppo non è un problema solo CN questo di NON CURARSI DI ANDARE A LEGGERE IL MAGISTERO, studiarlo, meditarlo....è un problema attuale che ha portato a tutte queste contese e contrasti...
SEPARARE IL MAGISTERO DELLA CHIESA DALLA CATECHESI E DALLA PASTORALE, PRODUCE DIVISIONI, APOSTASIA, CAOS E ANARCHIA....

Infine, concedetemelo ^___^

IL MAGISTERO NON VA ESTRAPOLATO ED INTERPRETATO FUORI DAL SUO CONTESTO....^___^

Troppi gruppi, come faceva notare Francesco... prendono la Bibbia, ed io aggiungo anche il Magistero...lo estrapolano e lo interpretano staccandolo da TUTTA l'ermeneutica dei Padri e dei Pontefici...

Quando noi diciamo che la Chiesa vive ININTERROTTAMENTE da duemila anni, lo diciamo proprio perchè E' IL MAGISTERO CHE CI TIENE LEGATI ED UNITI ^___^
nel momento in cui noi separiamo questo Magistero, ecco che abbiamo NUOVE CHIESE, NUOVE MESSE, NUOVE LITURGIE....E NUOVE TRADIZIONI...

Fraternamente CaterinaLD

Francesco ha detto...

Vorrei condividere con voi una delle più belle Ave Maria cantate che io abbia mai sentito:

http://it.youtube.com/watch?v=OsY6fuZGS48&feature=related

Emma ha detto...

Leggendoti, cara Caterina, realizzo ancor di più quanto sia ENORME il compito di Bendetto XVI !

Perchè il misterioso disegno divino lo abbia messo alla guida della nostra Chiesa comincio ad intuirlo, ma le falle alla Barca di Pietro sono così numerose, e talune talmente larghe e profonde che non ci resta che pregare il Signore che nel suo disegno figuri anche una lunga vita per il nostro carissimo Santo Padre!

Caterina63 ha detto...

^___^

ora rispondo anch'io a cris....invitando Francesco ad essere un eccellente padrone di casa quale solitamente è....trattando con AMORE E CARITA' gli ospiti....insomma francè, puoi fare di mejo eh!!
^___^

Dunque cris....
in quel sito non ci scrivo, ma mic ha carta bianca sui miei interventi....mi fido del lavoro che sta portando avanti, ed insieme cerchiamo (con gli altri) di MIGLIORARE certamente il rapporto verso chi legge....

Un sito può apparire secondo la tua descrizione ma NON per colpa di un atto volutamente "cattivo" contro le persone che vivono nel CN, piuttosto le tue descrizioni sono generate invece dal contesto DOTTRINALE LITURGICO del CN il quale NON è affatto in sintonia con l'insegnamento cattolico...

E' ovvio perciò che quando un sito raccoglie esclusivamente LE PROVE DI QUESTA REALTA', il sito può apparire "pesante" e poco caritatevole....

Come si può migliorare in questo?
bè....STRADA FACENDO, come cantava Baglioni ^___^
cercando anche da parte di chi legge di fare uno sforzo a NON leggervi attacchi alle persone, ma LA DIFESA DELLA FEDE per la quale Giovanni Paolo II ci fece anche un Documento....lo sapevate?
^___^

si chiama:
AD TUENDAM FIDEM,
con la quale vengono inserite alcune norme nel
Codice di Diritto Canonico


cosa scrive Giovanni Paolo II Magno in questa Lettera?

scrive:

Il can. 750 del Codice di Diritto Canonico d’ora in poi avrà due paragrafi, il primo dei quali consisterà del testo del canone vigente e il secondo presenterà un testo nuovo, cosicché nell’insieme il can. 750 suonerà:

Can. 750 - § 1. Per fede divina e cattolica sono da credere tutte quelle cose che sono contenute nella parola di Dio scritta o tramandata, vale a dire nell'unico deposito della fede affidato alla Chiesa, e che insieme sono proposte come divinamente rivelate, sia dal magistero solenne della Chiesa, sia dal suo magistero ordinario e universale , ossia quello che è manifestato dalla comune adesione dei fedeli sotto la guida del sacro magistero; di conseguenza tutti sono tenuti a evitare qualsiasi dottrina ad esse contraria.

§ 2. Si devono pure fermamente accogliere e ritenere anche tutte e singole le cose che vengono proposte definitivamente dal magistero della Chiesa circa la fede e i costumi, quelle cioè che sono richieste per custodire santamente ed esporre fedelmente lo stesso deposito della fede; si oppone dunque alla dottrina della Chiesa cattolica chi rifiuta le medesime proposizioni da tenersi definitivamente.

E RITORNA IL TERMINE ERETICO ^___^

Can. 1436 - § 1. Colui che nega una verità da credere per fede divina e cattolica o la mette in dubbio oppure ripudia totalmente la fede cristiana e legittimamente ammonito non si ravvede, sia punito come eretico o come apostata con la scomunica maggiore; il chierico può essere punito inoltre con altre pene, non esclusa la deposizione.

Roma, presso san Pietro, 18 maggio 1998, anno ventesimo del Nostro Pontificato

*********

Come mai che i NC (ma non solo loro eh!!) tanto ligi nel citare Giovanni Paolo II si siano lasciati sfuggire questa Lettera Apostolica?
Per loro non è valida? è valida solo PER NOI?

^___^


Comprendi cris dove si annida il vero problema?

Fraternamente CaterinaLD

mic ha detto...

Cara Caterina, per la tua riflessione

e Cara Emma per la tua conclusione,

condivido e mi associo nell'augurio per il Santo Padre e nell'impegno di continuare ad approfondire conoscere e 'spezzare il pane' del Magistero ovunque il Signore ci porti!

Aldo ha detto...

Stefano sto facendo anche io lo stesso lavoro.. sto solo aspettando come dicevo a Mic. un "materiale" interessante di prima mano (poi Ti spiega Mic. cos'è) se vuoi Te lo faccio avere così hai un contraddittorio maggiore...Ti abbraccio..

Francesco ha detto...

Grazie, Caterina.
Se Cris vuole favorirmi l'indirizzo, le farò recapitare un vassoio di sfogliatelle ancora calde di forno.
(O forse preferisce qualche dolcetto spagnolo?).

Francesco ha detto...

Se poi Cris prova un leggero fastidio verso i contenuti del sito Internetica, costati sudore e sangue a chi li ha inseriti e documentati in modo ineccepibile,faremo in modo di oscurarli magari.
Che ne dici, Cris? Ti mandiamo anche un digestivo?

Stephanos78 ha detto...

Sì Aldo.

Fammelo avere! Un saluto fraterno.

Caterina63 ha detto...

Francesco ha detto...
Grazie, Caterina.
Se Cris vuole favorirmi l'indirizzo, le farò recapitare un vassoio di sfogliatelle ancora calde di forno.



************

pvego cavo ^__^
mo spero che du sfojatelle arrivino anche a me ^___^

Francesco ha detto...

Pro memoria per Francesco:

1. ricordati sempre di evitare toni accesi e discorsi diretti:meglio aggirare l'ostacolo, partire da un approccio mite e giungere pian piano a evidenziare l'errore;

2. se poi non riesci a usare toni miti,evita comunque di alzare il volume;

3.se, nonostante tali accorgimenti,appari molesto e inopportuno,non ti illudere di rabbonire nessuno con le sfogliatelle;

4.se, malgrado tale convinzione, ti ostini a mandarle, abbi almeno l'accortezza di far parti uguali per non far litigare nessuno.

Francesco ha detto...

Caterina, che ne dici se chiamiamo il nostro nuovo gruppo di preghiera "Le guance son finite"?

cris ha detto...

riposto questo msg perche' dev'esserci stato un errore tecnico
-non posso immaginare infatti alcun motivo di censura per le seguenti parole-


ringrazio caterina per l'accoglienza gentile
..e anche gli altri per l'accoglienza meno gentile.

solo una specificazione. Il mio era un consiglio. si puo' seguire o no.
Sia i complimenti che le critiche erano sincere...non vedo perche' uno
e' sincero solo se fa tutte critiche o tutti elogi...
inoltre mi sembrava di essere stato abbastanza chiaro e distinto: gli elogi erano al blog, le critiche al sito,tutta questa "frammistione" non la vedo proprio nelle mie parole. D'altronde e' evidente a qualunque occhio una differenza NETTA fra il nuovo stile del blog e il sito...non mi sembra di aver evidenziato niente di straordinario.
"un sito raccoglie esclusivamente LE PROVE DI QUESTA REALTA", come dite , come puo' raccogliere una roba simile?

rinnovo cordialita' in Cristo signore
e auguri per il vostro impegno, ovviamente anche se non vorrete seguire il mio consiglio

mic ha detto...

"un sito raccoglie esclusivamente LE PROVE DI QUESTA REALTA", come dite , come puo' raccogliere una roba simile?

quella che viene chiamata "roba simile" con tono di scandalo e reprimenda, non è altro che il commento ad un articolo di Korazym!

Se non valesse solo la logica distorta "pro Camino", forse Cris sarebbe in grado di coglierne l'ironia e anche l'attendibilità, pur se i toni, ne convengo sono un po' forti... ma mi sembra che un po' di indignazione per quel che succede alla e nella Chiesa, ci sia consentita!