mercoledì 1 febbraio 2012

Chi dovrebbe capire, non è dissimile dai 'lontani', o cosa succede?


Pubblico la normale idea che si fa di noi un adepto di basso lignaggio.
Lo scopo di questo blog è di osservare il Cammino o di distogliere quelli che lo vogliono fare? Se volete fate corretta ed equilibrata informazione dovete dire tutta la verità quindi mettere in evidenza anche gli aspetti positivi. Non è possibile che tutti, tranne voi, trovino elementi positivi nel Cammino.
Non è possibile che tutti, tranne voi, non si accorgano nè rilevino le cose che riportate. Possibile che siamo tutti fessi dentro e fuori il Cammino Papa compreso?
Non vi viene il dubbio che non diciate tutta la verità!! Possibile che siate gli unici intelligenti! Gradirei di non essere censurato e che si avesse rispetto del mio pensiero. E' questione di civiltà. Grazie!!
E' l'unico tipo di comunicazione che egli riesce ad attivare invece, al limite, di rispondere ad interrogativi che poniamo o confutare le cose che non gli tornano. Può anche darsi il caso che molte delle cose che diciamo possono non far ancora parte della sua esperienza perché - vigendo il segreto - non è ancora arrivato alla tappa corrispondente. E, poi, c'è tutto il martellamento del totipotenti catechisti che instilla 'elezione' e pillole di sapienza kikiana. Tuttavia, il nostro interlocutore la sua logica elementare la applica molto bene! Possibile che solo noi non vediamo come tutti - Papa compreso - il bene che fa il cammino? E, d'altronde se non proprio il Papa, almeno Canizars, paradossalmente, anziché confermare noi sembra aver confermato loro...

Ed ecco che arriva ben a proposito questo commento di Lino, da incorniciare. Ed è solo un piccolo "assaggio" circa gli sviamenti catechetici e rituali di questa realtà ora divenuta ecclesiale a pieno titolo. E la difficoltà per molti 'piccoli', come siamo anche noi, di accorgersene! Pastori ciechi e cani muti, li chiama Isaia...

@ Emma ha detto...
"Caro Lino, se io dovessi andare ad una catechesi neocat, porrei tutte le domande che son certa non mancherebbero di affacciarsi alla mia ragione, e lo farei non dopo ma durante la catechesi".
Vede, cara Emma, io "lavoro" nelle aule e per le aule. Dapprima in progettazione, sovente in docenza, ancor più spesso in valutazione. Come spiegare a Tex - il quale è normalmente un 'lontano' dal cattolicesimo, più vicino al Gesù/Manitou/Grande Spirito raffigurato come totem in un quadro di Kiko - che la sua dottrina è puro gnosticismo?

Dovremmo spiegargli che Kiko si è riferito, nei suoi Orientamenti (il Direttorio con le relative correzioni ancora è segreto) al cristianesimo primitivo, dove numerose furono le eresie. Dovremmo riferire a Tex che quel fango - anche argilla, in una traduzione di pêlos dai manoscritti - è la materia che il Sommo Vasaio usò per plasmare l'uomo, sulla quale Dio soffiò l'alito di vita.

Dovremmo aggiungere che il cieco fu guarito di sabato - da qui la polemica con i farisei in Gv 9, giorno nel quale il Signore avrebbe dovuto riposarsi (secondo gli stessi farisei). Dovremmo spiegare che, invece, il Signore di sabato intervenne nella sua creazione guarendola dalla cecità, altro che sporcare la propria creatura!

Dovremmo aggiungere che, nella concezione simbolica dell'acqua/morte e della terra/peccato della catechesi neocat, già c'è tutta la filosofia gnostica dei kikiani, i quali nella materia, nella "terra", nella stessa acqua, vedono il male, la morte, il peccato, la presenza incontrastabile del Male.

Dovremmo argomentare che nella scala discendente verso la piscina dell'acqua/morte c'è una discesa nelle profondità dell'essere, nell'antro segreto e oscuro della "cripta del tempio", e che questa discesa non ci appartiene, appartiene ad altri riti, perché grazie a Dio noi la scala l'abbiamo risalita. Dovremmo spiegare molte cose ma "il lontano" Tex - intendo l'uomo del far west - non ci capirebbe, direbbe che "rosichiamo".

Il problema reale è che chi dovrebbe capire - i nostri teologi, i nostri sacerdoti - in queste discussioni appaiono anch'essi non dissimili dai "lontani".

43 commenti:

Anonimo ha detto...

Pastori ciechi e cani muti, li chiama Isaia...

Anonimo ha detto...

scusate io non sono di basso lignaggio, sono quasi alla fine del cammino, ho da porvi una sola ed unica domanda, poichè sugli argomenti siete di una ignoranza abissale.
vi siete mai chiesti quale danno provocate scrivendo queste menzogne? non parlo di chi ha già sperimentato il cammino, in quanto ognuno è libero di andarsene quando vuole, parlo di chi ascoltando le catechesi leggendo i vostri improperi contro kiko ecc. Chiesa a favore compresa? avete mai pensato che stiate sbagliando e tutte le persone che scappano siano sulla vostra coscienza?, vi do un consiglio;
-chiedete ad un Sacerdote imparziale se fate bene o no, a quel punto chiudete questo ammasso di menzogne e fate ammenda del male arrecato.
ai fratelli che leggono questo blog do un altro consiglio;
- non entrate perchè quello che interessa agli osservatori sono solo le visite al sito..........

mic ha detto...

Tu che non sei di basso lignaggio, sapresti darci una interpretazione teologica dell'icona del tuo iniziatore riprodotta in questo articolo?
Credi che non ci siamo mai messi in discussione?
Il nostro impegno non è improvvisato. Non è stato nemmeno programmato. Ma ore siamo qui e la nostra testimonianza è stato sottoposta al discernimento di Pastori che sono guide sicure e non cattivi maestri o falsi profeti, che purtroppo sono ormai di casa nella nostra Chiesa.

Chi dovesse eventualmente smettere di ascoltare le vostre catechesi non lo farebbe certo per quel che legge qui: lo farebbe unicamente riscontrando che quel che legge corrisponde a quel che vede e ascolta. Quindi noi non facciamo alcuna opera di dissuasione. Lanciamo solo un allarme. Ognuno poi è libero di accoglierlo o no.

mic ha detto...

- non entrate perchè quello che interessa agli osservatori sono solo le visite al sito..........

e questo che significa?

Stiamo facendo un concorso a punti sul numero di visitatori?
Credi che ce ne freghi qualcosa?
Un'altra accusa a buon mercato?
A noi basta che entri una sola persona e comprenda quel che c'è da comprendere. Il resto è nelle mani del Signore.

mic ha detto...

poichè sugli argomenti siete di una ignoranza abissale.

sapresti dirci su QUALE argomento saremmo di un'ignoranza abissale e PERCHE'?

Anonimo ha detto...

per non essere di basso lignaggio mi pare abbastanza rozzo

Anonimo ha detto...

ma guarda un po' che arroganza inaudita tirano fuori questi NEO-katekizzati della NEO-KIESA NEO-benedetta dal Papa eh ? .....dopo che da 40 anni e più sanno solo straparlare di carità, e ripetere la solfa "non giudicare" a destra e a manca, senza sapere che cosa significhi "GIUDIZIO", visto che i super-catechisti gli hanno vietato l'USO DI RAGIONE !
invece....guardi un po':
io dico sia lodato Gesù Cristo ! sia sempre lodato per chi Lo testimonia a fatti e parole, secondo Verità, non secondo i poteri del mondo, o lo strapotere modernista e kikiano . Lode al Signore per chi parla , senza sciocco rispetto umano, dicendo CHIARAMENTE il Vero e il falso, il bene (ammesso che ci sia una fonte di vero bene per l'anima e non truffe spirituali, lucciole per lanterne) in questi sciagurati movimenti, CNC soprattutto ! FINALMENTE, io dico: era ora che qualcuno aprisse bocca e dicesse a tutto il mondo che cosa sta succedendo di grave e inaudito nella Santa Chiesa !
GRAZIE Dio che c'è questo blog, caro anonimo astioso che accusa GLI ALTRI di menzogne, senza argomenti validi !.
Cerchi di dimostrare che tutte le aberrazioni dottrinali del CNC qui documentate non sono vere; porti argomenti seri, dopo che insigni teologi lo hanno studiato per anni, (v. p. Zoffoli e don Gino Conti) mostrando le madornali eresie di cui si fa portatore.
Metta in campo argomenti seri, parli con rispetto della Verità e della Dottrina bimillenaria se può, e vedremo se c'è sostanza per daare retta a lei.
Evidentemente, proprio perchè ha fatto un lungo cammino, è plagiato a dovere, minaccia e giudica con arroganza (e da quael pulpito, scusi ?) secondo lei non si può mettere in discussione tutto il corpus di scempiaggini dottrinali e liturgie blasfeme chje lì dentro si propinano a tutti i malcapitati, vero ?
e così dopo ttnti anni di lavaggio cerebrale e scrutini martellanti ecco che il CNC è diventato il suo idolo, il "dio" che non si deve criticare, vero ? perchè è al di sopra di Nostro Signore, vero anonimo ? lo ha oscurato del tutto !
e Kiko è il suo profeta, profeta del dio-cammino: come
Maometto lo è di allah !

Francesco ha detto...

"...scusate io non sono di basso lignaggio, sono quasi alla fine del cammino, ho da porvi una sola ed unica domanda, poichè sugli argomenti siete di una ignoranza abissale."

Noi forse siamo ingoranti "sugli argomenti", tu, caro P., sei ingorante, nel senso che ignori tortalmente la lingua italiana.
Imparala almeno un pochino e ne riparleremo.....e lascia stare "i lignaggi"...

Anonimo ha detto...

Anonimo Gv

-chiedete ad un Sacerdote imparziale se fate bene o no, a quel punto chiudete questo ammasso di menzogne e fate ammenda del male arrecato.
ai fratelli che leggono questo blog do un altro consiglio.

Si infatti ho chiesto al mio parroco che studia teologia pastorale e mi ha confermato molte stranezze ed eresia, ho chiesto al mio vescovo e mi ha confermato il carattere settario, ho chiesto al mio padre spirituale che è un ufficiale vaticano e mi ha riconfermato pure lui il carattere settario e le pericolose catechesi arrivando ad assimilarli ai testimoni di geova. Ho letto i testi di Kiko e ho visto i suoi errori. Mi dispiace ma personalmente non conosco il Santo Padre, se un bel giorno mi capiterà di chiaccherare con lui chiederò maggiori informazioni. A proposito di ignoranza apparte la voce di kiko ha mai seguito altre catechesi? Si è mai confrontato con degli esegeti?

Ho pensato più volte di star sbagliando ma ho trovato conferme in periodi di preghiera, adorazioni e scrutatio. Lei ha mai messo in dubbio il movimento? Ha mai criticato una sola volta il suo catechista o ha preso tutto per oro colato?

Il mio padre spirituale è erudito e carismatico ma mi ha aiutato a confrontarmi e stimolato anche a criticarlo o chiedere spiegazioni. Questo per la mia breve esperienza nel movimento non avviene, anzi spesso si interpreta a piacimento le scritture.

Io non sono a priori contro il movimento, vedo buone potenzialità, ma mi dispiace che non vi rendiate conto degi errori.

Anonimo ha detto...

Certo, poi....
visto che sproloquia di IGNORANZA abissale, ci mostri sig. NOBILE-camminante, la sua abissale cultura "cattolica" !
dato che ora siete APPROVATI, quindi avanzati in....carriera, automaticamente tutti promossi a mega-teologi-pastori-evangelizzatori della KIESA-kikiana che sarà imposta di prepotenza a tutte le parrocchie, come castigo di Dio, purtroppo.... e inevitabile tribolazione, come dovremo verificare nei prossimi decenni, subendo la tirannide degli "approvati" che rimpasteranno le parrocchie, stravolgendole, cacciando via chi non si adegua, per ridurle chissà come, secondo il gran progetto del sig. kiko ...
e si ricordi, sig. anonimo, che è giunta quell'ora che Gesù Cristo predisse a Gerusalemme, dicendo:
"Se fate tacere costoro, grideranno le pietre !"
questo dobbiamo dire anche ai reverendi sacerdoti che continuano a tacere, per paura di esporsi, per connivenza, per ignavia morale (o fatalismo: "che tutto vada come vada, che ci possiamo fare....costoro si danno da fare, sono attivi, animano bene la parrocchia, la messa, le catechesi...meglio loro che niente!") o per chi sa che altro: essi dovranno un giorno rispondere al Signore di non aver combattuto la buona battaglia, di aver lasciato gli agnelli andare in pasto ai lupi, predatori della Chiesa; magari molti di loro li dobbiamo compatire perchè non hanno più ormai, fin dai SEMINARI la formazione alla retta Dottrina, però....se nella loro coscienza c'è uno spiraglio di luce dello Spirito Santo che li pungola, li spinge a sentire che c'è una grossa stonatura nella Chiesa "rinnovata" dal concilio rispetto alla Chiesa di sempre, se un piccolo sentore hanno della profanazione portata nella Chiesa da tutto questo tumulto profano, illusorio, e in sostanza pentecostalista dei movimenti, che hanno falsificato il concetto stesso di "carisma"....beh, io penso che invocando aiuto e Luce con cuore sincero, li otterranno: il Signore li aiuterà ad uscire dall'inerzia, dal quietismo-facilismo del "tutto s'aggiusta da sè prima-opoi", uscire allo scoperto per risanare le falle, là dove ognuno di loro si trova, che sia pastore di ANIME, seguendo l'esempio del S. Curato d'Ars, ....là dove le aberrazioni sono sempre più prevaricanti, per quanto possa costare in termini di "consenso": non abbiano paura di essere testimoni, martyres! e, quando Gesù, Divino Pastore, li vedrà metter mano all'aratro di buona lena, Egli stesso, il Signore al quale l'Opera Buona appartiene, sarà al loro fianco, e darà loro la giusta ricompensa, e forza insospettabile per la santa battaglia: quella di custodire la Fede loro e delle anime a loro affidate, che ora il nemico primordiale della Chiesa la assale con tutta la sua irruenza, non più respinto a dovere dagli alti pastori e custodi del Gregge.
E noi pregheremo per loro, tutti.

Emma ha detto...

Ma guarda quanto sono ancora presenti a monitorare questo blog, a tentare di screditarlo con le solite accuse!

È sintomatico che l`anonimo neocat definisca "ammasso di menzogne" testimonianze concordanti di persone che non si conoscono, ammettiamo che ci sia un fattore soggettivo ad influenzarle ma quando quelle testimonianze ricorrenti ci parlano degli scrutini= confessioni pubbliche e lo fanno negli stessi termini, quando l`onnipotere dei catechisti è descritto con dei particolari che non lasciano spazio al dubbio, quando le pressioni psicologiche, le colpevolizzazioni subite da chi testimonia sono sensibilmente le stesse, allora dal soggettivo si passa alla descrizione oggettiva di una realtà che i nostri responsabili religiosi conoscono ma che hanno scelto di ignorare.

L`anonimo ospite immaginava forse che un`altra approvazione chiudesse definitivamente il becco a chi si esprime su questo blog, si è sbagliato.

Se si illude che tutti i cattolici accettino di zittire la loro coscienza si sbaglia, se pensa che tutti i cattolici siano indifferenti allo scandalo dell`arcano neocatecumenale si sbaglia, se crede che verranno taciute le testimonianze sulle violazioni mortificanti del foro interno si sbaglia, se immagina che chi vive la lacerazione della sua famiglia perchè alcuni membri sono entrati nel cammino nc, o chi vive una difficile relazione con una fidanzata o un fidanzato adepto del cammino nc, a causa di quelle approvazioni soffochi i sentimenti, i dubbi, le sofferenze, le domande, si sbaglia.

E poi sono forse menzogne i documenti del Magistero?
Mente chi li mette in raffronto con ciò che insegna il vostro iniziatore?
Sono forse menzogne le parole del vostro amato leader?
Mente chi li riporta fedelmente?
Mente chi ricorda le vostre disobbedienze?

Che l`anonimo neocat si occupi e preoccupi piuttosto del male che i metodi neocatecumenali fanno ai piccoli, vuole che riparliamo dello svuotamento del "falsi concetti di sè"?

Errante ha detto...

Per MIC che dice: la nostra testimonianza è stato sottoposta al discernimento di Pastori che sono guide sicure e non cattivi maestri o falsi profeti, che purtroppo sono ormai di casa nella nostra Chiesa.

Per caso tra questi Pastori c'è anche il Papa? Forse che quei pastori che lodano il cammino lo siano meno di quelli che tu millanti?

Per LINO e la sua esegesi: mi spieghi perché il cieco va a lavarsi alle acque dell'inviato se avrebbe già ricuperato la vista? che bisogno c'è di lavarsi? il cieco non ha chiesto il miracolo, è Cristo che compie un gesto che lo posta alle acque della piscina. In che relazione stanno il fango e l'acqua? e non dirmi che già vedeva poiché va alla piscina da solo perché è una cavolata. Anche il paralitico dice che prima che lui s'immerga un'altro scende nell'acqua... allora non era paralitico?

Anonimo ha detto...

vi sbattete fra di voi osservatori osservanti, ma alla domanda se avete mai pensato di sbagliare e ai danni causati non rispondete, non rispondete mai, fate dissertazioni teologiche paroloni ed offese, ma non rispondete,

anche le accuse alla gerarchia (Papa Cardinali Vescovi) sono velate e mai dirette, insomma il coraggio dei vigliacchi

mic ha detto...

vi sbattete fra di voi osservatori osservanti, ma alla domanda se avete mai pensato di sbagliare e ai danni causati non rispondete, non rispondete mai, fate dissertazioni teologiche paroloni ed offese, ma non rispondete,

Ho detto che abbiamo fatto discernimento. Significa che ci abbiamo pensato, eccome. E quanti scrupoli all'inizio!
Non facciamo dissertazioni teologiche, testimoniamo la Fede cattolica. Se ho detto e nostre testimonianze sono frutto di discernimento, vuol dire che avevo già risposto. Non è che sei tu che non capisci?

A chi faremmo poi del male? ad anime che stanno correndo il rischio di essere sviate?

anche le accuse alla gerarchia (Papa Cardinali Vescovi) sono velate e mai dirette, insomma il coraggio dei vigliacchi

Mi pare che parliamo chiaro. Chi non vuol capire non capisce.
La situazione della Curia non è delle più rosee. E' su tutti i media, non siamo noi a dirlo. Noi lo stiamo dolorosamente constatando dal versante dottrinale, che è quello che forgia le anime e le coscienze. Il nostro tempo è di evidente oscurità e confusione. Cerchiamo di custodire la Fede pregando e sperando. Il resto non dipende da noi.

mic ha detto...

Per caso tra questi Pastori c'è anche il Papa? Forse che quei pastori che lodano il cammino lo siano meno di quelli che tu millanti?

Vedi, per il mistero d'iniquità tu puoi millantare il Papa, che vi ha incoraggiati, ma anche corretti, ma da quell'orecchio non ci sentite. Leggiti i commenti di Korazym sulla comunicazione interna dei vostri iniziatori e su come il Papa non viene ascoltato. O per te è vero solo quello che si dice nel circuito interno?
Se non siamo noi a dirlo ma una fonte vostra, vuol dire che qualcosa che non va nel cammino c'è, eccome!

Lino ha detto...

@ marchesino Eufemio di alto lignaggio che ha detto: "scusate io non sono di basso lignaggio, sono quasi alla fine del cammino..."
In questo articolo sono state formulate non accuse rozze come le sue, bensì precise argomentazioni.
Considerato che i vostri catechisti (probabilmente di lignaggio più basso, a suo dire) non hanno saputo rispondermi, mi vuole illuminare lei?
Le questioni sono:
1) E' corretto, nel cattolicesimo, raffigurare un cammino con una doppia scala discendente che porta in una piscina dove c’è l’immagine di un uomo che muore e rinasce dall’acqua? E’ una menzogna affermare che, come nuove creature, siamo rinate in Cristo già col Battesimo che abbiamo ricevuto da bambini e che non ci sono gradi(ni) per risorgere come “nuova creatura”, giacché quello del neocatecumenato, quando rivolto a battezzati, anche quello vostro misterioso sul Giordano, non può essere un nuovo Sacramento ma soltanto “sviluppo della grazia battesimale” già ricevuta?
2) E’ una menzogna affermare che il verbo epichriô significa spalmare e ungere, che soltanto Kiko, fino a oggi – a partire dai vostri Orientamenti - ha compreso il verbo nel significato di sporcare, nel senso che Cristo intese così mostrare al cieco i suoi peccati? E’ una menzogna sostenere che le azioni di Gesù nel giorno di sabato sono significative di un proseguimento della creazione, che come noi, di sabato, il cieco trova in Gesù “il suo riposo”, e non la fatica di un Dio che s'incarna per imbrattarlo?
Dimostri la sua cultura mostruosa a fronte della nostra ignoranza abissale, mi risponda perlomeno sul punto due, mi motivi l’esegesi kikiana del fango che sporca, mi citi per principi di autorità quali Padri della Chiesa, Santi ed esegeti hanno, prima di Kiko Arguello e dei propri replicanti, esposto questa illetterata e sconclusionata tesi.

Se non è in grado di argomentare, perlomeno taccia: sono interventi come i suoi che provocano i maggiori danni al Cammino.

Lino ha detto...

@ Errante:
"Per LINO e la sua esegesi: mi spieghi perché il cieco va a lavarsi alle acque dell'inviato se avrebbe già ricuperato la vista? che bisogno c'è di lavarsi?"
Incominciamo a chiarire bene una cosa: l'aspetto fondamentale che sto criticando è la tesi (kikiana e vostra) che Gesù, col fango, sporca il cieco per dimostrargli di essere sporco, cioè un peccatore. E la contesto non con la "mia esegesi", bensì con quelle della Chiesa, a partire da S. Ireneo e Sant'Agostino, che considerarono il fango (o argilla) un riferimento alla creazione dell'uomo.
Senza nemmeno volersi riferire all'altissimo senso simbolico (la saliva di Cristo che esce dalla Sua bocca, come il soffio vivificante e la Parola) dovrebbe bastare la considerazione che la saliva era considerata taumaturgica: già questo dovrebbe confutare l'interpretazione nei vostri Orientamenti catechetici. La qual cosa non è da poco, giacché sono considerati ispirati e autorizzati. Sarei curioso di sapere se nel Direttorio revisionato questa lordura del fango kikiano è stata ripulita. Direi di no, dalla catechesi alla quale ho partecipato.

In relazione al fatto che il cieco vada da solo alla piscina, accogliendo il comando di Gesù, su questo non c'è dubbio: cerca quante volte il concetto è ribadito in Gv 9: "va'", "io sono andato". Nei Vangeli i verbi non sono mai buttati giù a caso.

Riguardo al bisogno di andare a lavarsi nella piscina dell'Inviato, domandalo a qualche ateo che ha avuto la grazia di un miracolo, un miracolo vero: la guarigione dell'occhio della fede, della purificazione in Cristo, "nell'acqua dell'Inviato", è normalmente successiva al miracolo fisico. Doppia è la vista da sanare: quella dell'occhio fisico e quella dell'occhio interiore.

Anonimo ha detto...

....vi siete mai chiesti quale danno provocate scrivendo queste menzogne?

I tuoi cari catechisti, in tantissimi anni, non ti hanno insegnato che: se un fratello vuole peccare, tu non devi impedirglielo? E poi: se Dio lo permette, chi siamo noi per impedirlo?
Quindi se l'insegnamento è questo, mi viene da dire: chi sei tu per lgiudicare questo blog?

Mi sa che in tutti questi anni non hai ascoltato bene.

Errante ha detto...

Ok LINO siamo perfettamente d'accordo. Se il tuo catechista ha fatto bene la catechesi sicuramente avrà messo in evidenza il senso della saliva come Parola di Dio.

Certamente Gv non vuole raccontare semplicemente un miracolo fisico ma portare il cieco, immagine del pagano, all'illuminazione battesimale, alla professione di fede in Gesù come Messia.

Non puoi negare infatti il senso battesimale del racconto. E non c'è battesimo se non per la remissione dei peccati.

Ora hai detto bene che gli orientamenti sono approvati e sigillati e questo mostra che non c'è un solo modo univoco d'interpretare le scritture e la chiesa non vi ha trovato nulla contrario alla retta fede e alla Tradizione.

Sai bene che non c'è Paola di Dio che non sia accompagnato dal suo Ruah-soffio-SPIRITO SANTO e quando lo SPIRITO SANTO incontra l'uomo fatto di terra ciò che opera è:
1>convincere di peccato (incredulità)
2>giustizia (andare al Padre, mistero pasquale)
3>giudizio (vittoria sul maligno)

Anonimo ha detto...

Anonimo Gv.

Vedete cari nc io cerco anche di far capire che il movimento non è assoluta blasfemia ma con questi commenti mi deludete.

Ora vi chiedo siete in grado di riconoscere una vera analisi (magari parziale anche perché il forum non è adatto ad una completa e profonda esegesi) del testo biblico come quella di Lino o una fantasiosa ed originale interpretazione come quella di Kiko?

Cos'è più ragionevole che il fango creatore (quello è il chiaro richiamo dal punto divista letterale) sia simbolo del peccato o simbolo della natura divina di Gersù che ridona la vita? E secondo voi il cammino cosa sibloleggia? Il necessario atto di conversione umana (non è sufficiente l'intervento divino se l'uomo non vuole ascoltare) che diventa efficacie nell'istante in cui sceglie di convertirsi. O un cammino pluridecennale? Sapete uno dei motivi per cui ho abbandonato il cammino è proprio quando c'era quel disegnino sulla lavagna e mi è stato detto che dovevo scendere e morire e se mi sentivo bene non avevo capito niente.

Ma non sta ne in celo ne in terra!

Il mio primo incontro con il Signore ero pieno di Spirito Santo che da una gioia indescrivibile, non porta verso il basso. E da subito inizia una strada verso l'alto, senza mortificar l'anima o incentrar la vita sulla visione pessimistica ma accettando i miei peccati e sapendo che solo con l'aiuto del Signore posso superarli, trovando anche nel peccato un'occasione di crescità. Perchè mai dopo aver conosciuto il Signore dovrei esser triste, scendere in basso per poi andar in alto? La vita non è fatta così, certo ci sono i momenti bui, devo essere in grado di riconoscere i miei peccati e sforzarmi di superarli, ma non è un discendere verso il basso è più un movimento Hegheliano che mi spinge verso l'alto, e il motore è l'amore di Dio che dona gioia e forza non tristezza e pessimismo. Il compararmi con la purezza di Gesù e confrontarmi con il mio stato di peccatore non deve essere eccessivamente mortificatorio come il cammino propina. Almeno questa è stata la mia esperienza.

aleCT ha detto...

Vorrei ringraziare personalmente Lino perchè, con i suoi interventi,mi ha invitato a confrontarmi con le esegesi di questo meraviglioso brano evangelico che è quello del "cieco nato"

Bisogna essere sinceri: da nessuna parte (e men che mai nei padri della Chiesa) l'azione di Gesù di "ungere" (il verbo greco vuol dire quello, c'è poco da fare) gli occhi del cieco con il fango tratto dalla propria saliva e dalla terra viene intesa come "sporcarlo" per "infierire" su di lui.

Se i miei fratelli NC non ci credono li invito a fare una rapidissima ricerca sul web. (dove si potrà trovare anche la catechesi del Santo Padre a tal proposito)

Poi, ne possiamo discutere...ma prima LEGGETE, DOCUMENTATEVI, RIFLETTETE. Oltre le catechesi di Kiko c'è di più.

Anonimo ha detto...

Guardate che ungere col fango non ha il senso di infierire ma di renderlo cosciente della necessità di andare alle acque dell'inviato a Cristo che apre gli occhi, illumina porta alla fede per mezzo del battesimo per la remissione dei peccati.

Anonimo ha detto...

R- è fantastico vedere come vi sbattete sul fango, la piscina, il dipinto di kiko, il candelabro i balletti.....
argomenti veri, zero
chiacchere da asilo, tante
offese a iosa,
ignoranza incolmabile (sul tema)

dai pubblicate qualche articolo anonimo di dieci o venti anni addietro, ultimamente avete perso il mordente (nel vero senso della parola)

Ester ha detto...

Bravo Gv per il commento 10:43, ottima testimonianza del percorso fatto, dall'ombra dei falsi profeti alla Luce della Verità, nella Dottrina perenne.

Però vorrei chiederti quali sono secondo te le buone potenzialità del CNC. Io non ne vedo affatto, essendo esso programmato fin dall'inzio con l'intenzione superba di scardinare la Chiesa dall'interno, e rifondarla (auto-esaltazione inaudita, molto peggio di Lutero) e perchè nessuno ha fatto discernimento sugli "spiriti" che avrebbero spinto Kiko a fondarlo.
Tutti scioccamente gli hanno creduto sulla parola, come fosse un profeta inviato da Dio.
quale criterio hanno seguito per mettersi in ginocchio, anno dopo anno, davanti alle sue "ispirazioni", liturgie e catechesi inqualificabili, iniziando da Paolo VI ?
E poi ricordati di ciò che disse A. Bugnini sulla Messa NC: guai se perdiamo la memoria di come questo sfacelo è iniziato.

Ester ha detto...

cara aleCT, non dire:
"Oltre" le catechesi di Kiko c'è di più....
ma piuttosto: "CONTRO" quelle catechesi, a loro piena smentita, e a mostrare tutto il loro potere d'inganno dei poveri ingenui NC (sprovveduti e incapaci di discutere e obiettare, come invece ha fatto Gv) c'è la vera Dottrina di sempre, tutto il Magistero di quasi due millenni, inalterabile, seppur espresso con forme e e stili di eloquenza diversi.
Ma bisogna USCIRE fuori dalle mura della setta, uscire dalla prigione MENTALE, prima col pensiero, libero da schemi imposti di violenza, e poi fisicamente, nel momento in cui, aprendo gli OCCHI dell'anima e della ragione, si vede chiaramente la miserabile (programmata) volontà di inganno attuata dai catechisti.
Uscire dalle loro strade eretiche, ecco la libertà che ci dà la Verità, quando la scopriamo e decidiamo di seguirla, amandola sopra ogni cosa.
Andate a leggere su buoni siti cattolici (visto che spesso i sacerdoti dicono sciocchezze e banalità anche nelle omelie) la vera spiegazione del gesto di Gesù che mette il fango sugli occhi del cieco, non certo per sporcarlo !
Già Lino ieri ha detto molte cose giuste e illuminanti per chi è fuorviato da false catechesi, comunque ecco un'ottima spiegazione, che a me ha chiarito diversi dubbi:
http://www.cristomaestro.it/lectio_divina/vangeli/cptl_9/incontro_2.html

Ester ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Anonimo ha detto...

Anonimo Gv

Ester le potenzialità del cammino le vedo nella voglia di fare delle persone che vi appartengono, nell'apertura mentale di alcune di esse, a me basterebbe che smettessero di celebrare la messa nelle salette separati mettendo la messa in funzione di loro e non loro in funzione della messa. Sarebbe un primo passo, Poi per quello che fanno non posso giudicare fin che non mi pubblicano sti benedetti direttori, magari han corretto le scempiaggini di Kiko che continuo a pensare (forse sbagliando) sia animato da buoni intenti forviati dal suo smisurato ego e dalla sua abissale ignoranza teologica ed esegetica. Se arrivassero a questi cambiamenti sarei anche disposto ad entrar nel cammino, mi dispiace he l'assuefazione ad esso impedisca a molti di vivere la messa ordinaria e lasci poco spazio alla soddisfazione dei bisogni parrocchiali. Se gli eccessi liturgici fossero limitati nel tempo e servissero ad introdurre alla vera messa che è quella della Domenica, come sottolinea il Santo Padre, avrebbe anche senso. Ma così è deleterio e capisco perfettamente il punto di vista dei più anti cammino.

Ester ha detto...

link apribile:

incontro di Gesù col cieco nato

Anonimo ha detto...

Il Fango.

Dopo la cacciata dal Paradiso Terrestre, siamo tutti precipitati nel fango, quanto meno morale.
Ma Iddio ha tratto l'uomo dal Fango.
Gesu' non crea con il Fango il nostro corpo fisico, ma rimodella, ricrea la nostra anima.

Ma per modellarci di nuovo deve partire da cio' che non va: i nostri peccati; quindi fango puo' avere un doppio significato.

D'altra parte il dottore per curare la malattia la deve diagnosticare, cosi Gesu' deve diagnosticare i nostri peccati e farceli vedere (buttarli negli occhi).

Non credo che ci sia nulla di eretico a dire che Gesu e' il nuovo Creatore, colui al quale il Padre ha affidato l'Umanità per ricondurla Lui.
E con il cieco nato Gesu' fa una nuova creazione.

Questo dico nelle catechesi.
Saluti

Anonimo ha detto...

Sono d'accordo con Ester e aleCT e ringrazio anch'io Lino e Anonimo GV
per l'esegesi che sicuramente è perfetta. Però, questa è la mia esperienza, quando mi son trovato solo e ho avuto necessità di risposte per la mia vita non ho chiesto al sacerdote se era fango o argilla o altro, ho chiesto AIUTO
e il Don ... non mi ha fatto una esegesi sulla parola mi ha detto: DIO TI AMA. Sono stato invitato alle catechesi e le ho seguite e, per la mia ignoranza, non sono stato in grado di ribattere alle eventuali eresie come ha fatto Lino. Io Kiko non lo conosco e non ci tengo a conoscerlo, non dormo con la sua fotografia sotto il cuscino e non ho in casa nessuna delle sue ikone e non mi sono avvicinato alla chiesa per il totem. Quando vado all'adorazione in parrocchia mi sento bene e sono consapevole che DIO MI AMA anche se non sono in grado di fare una esegesi e quindi scoprire che era o non era fango....
Spero di non aver offeso nessuno perchè nella mia vita questo l'ho fatto molte volte.
Continuerò a leggervi con interesse
perchè create in me una discussione
se è giusto o no che continui il cammino.
Mi piace anche quando fate " esegesi".
Grazie Claudio 1960

Emma ha detto...

ANGELUS

Piazza San Pietro

IV Domenica di Quaresima,
2 marzo 2008


"Finché sono nel mondo, sono la luce del mondo" (Gv 9,5). E subito passa all’azione: con un po’ di terra e di saliva fa del fango e lo spalma sugli occhi del cieco. Questo gesto allude alla creazione dell’uomo, che la Bibbia racconta con il simbolo della terra plasmata e animata dal soffio di Dio (cfr Gn 2,7). "Adamo" infatti significa "suolo", e il corpo umano in effetti è composto di elementi della terra."


Benedetto XVI nello stesso Angelus ha detto:

"E’ forte infatti nell’uomo la tentazione di costruirsi un sistema di sicurezza ideologico: anche la stessa religione può diventare elemento di questo sistema"

È quel che succede nel cammino nc, i suoi membri sono plasmati da quel sistema che conferisce loro una sicurezza granitica e inamovibile ma che purtroppo è una sicurezza costruita su basi fallaci, menzognere, che si rivelano in tutta la loro gravità quando sono messe in raffronto con la sicurezza che solo può dare il Magistero della Chiesa , il Magistero che non può che essere immutabile perchè conserva e trasmette l`insegnamento di Nostro Signore Gesù Cristo.

http://www.vatican.va/holy_father/benedict_xvi/angelus/2008/documents/hf_ben-xvi_ang_20080302_it.html

Emma ha detto...

"Per caso tra questi Pastori c'è anche il Papa?"

Ma quando cesserete di strumentalizzare il Papa?
Credete che chi vi osserva, e non sto parlando di questo blog, non si accorge che vi servite del Papa, che troncate i suoi discorsi, che ignorate i suoi richiami, credete che le vostre disobbedienze al Papa sono mascherate dai vostri "viva il Papa"?

Anonimo ha detto...

Anonimo Gv

@ Errante

Per caso tra questi Pastori c'è anche il Papa? Forse che quei pastori che lodano il cammino lo siano meno di quelli che tu millanti?



Mi risulta che il Papa abbia fatto diverse critiche costruttive al movimento che non vengono ascoltate e in una lettera ai Vescovi della diocesi di Takamatsu rivelò esplicitamente che non aveva intenzione di approvvare lo statuto, infatti manca la sua firma, certo riconosce la buona volontà delle persone e cerca di correggerlo con le buone, spero che ascoltiate quello che dice in particolare quando spiega che la messa del sabato sera deve essere funzionale ad introdurre alla vera messa della domenica.

Lino ha detto...

@anonimo neocatecumenale che ha detto:
"Guardate che ungere col fango non ha il senso di infierire..."
Lei, fratello neocat, la conosce questa catechesi kikiana, vero?
"Che cosa è il catecumenato? Un tempo in cui ti si metterà fango sugli occhi. Questa è l'azione di Gesù Cristo. Perchè non sai che sei cieco. Non sai che sei sporco e per cui non ti vuoi lavare. Gesù ti metterà fango sugli occhi perchè ti senta scomodo e debba andare a lavarti alle acque del tuo Battesimo, per lavarti realmente dei tuoi peccati."
Le sembra che questo sia lo stesso senso che il Papa ha dato all'azione di Cristo col fango nel discorso dell'Angelus prima citato?
E' andato a leggersi, fosse solo per curiosità, le esegesi di S. Ireneo e Sant'Agostino?
Il problema - lo dico ad aleCT - è che ai neocatecumenali riesce difficilissimo vedere nel fango (o argilla) un simbolo positivo della creazione dell'uomo perché sono stati educati a un sistema gnostico, dove la materia è negativa e dove i simboli sono normalmente ribaltati in qualche maniera (la croce, l'omega, qui la terra del fango).

P.S. X Errante
No, il mio catechista non ha messo in evidenza la saliva come Parola di Dio. Sta scritto nel Direttorio catechetico approvato? Nei vecchi Orientamenti non c'è. E se non c'è, perché mai avrebbe dovuto dirmelo?

aleCT ha detto...

@Ester

Ho letto anche qui il link che ha proposto. Veramente illuminante e ben fatto.

Per quanto riguarda come mi esprimo...beh...per esperienza personale se attacchi a parlare di eresie la comunicazione si chiude tempo 10 secondi.

Non nascondiamoci dietro ad un dito. E' così. Quindi preferisco dare spunti di riflessione a più non posso. La risposta spetta al singolo individuo. (così anche come le responsabilità della propria scelta)

@Errante

che il brano abbia una valenza battesimale nessuno lo ha mai negato.

Quella che si contesta è l'interpretazione che da Kiko su un aspetto molto preciso e dal quale FA PARTIRE la concezione del catecumenato stesso come percorso che ti deve "sporcare". Unendo questa concezione alle numerose testimonianze si ottiene un risultato. Ne vogliamo discutere?

"gli orientamenti sono approvati e sigillati e questo mostra che non c'è un solo modo univoco d'interpretare le scritture e la chiesa non vi ha trovato nulla contrario alla retta fede e alla Tradizione"

Intanto che siano "sigillati" che significa? Che fanno parte dell'archivio segreto del Vaticano? Si spieghi meglio!

OGGETTIVAMENTE quello che dice Kiko è diverso da quello che dice l'esegesi riconosciuta dalla Chiesa. ora io le dico sinceramente che io MI FIDO DELLA CHIESA, ma non mi fido di KIKO.

Il direttorio è stato corretto. E questo è un fatto. Purtroppo non è dato sapere in che cosa e dove e dubito che purtroppo ci sia qlc che possa controllare quale sia la versione utilizzata ORA. E considerando come sono stati educati i catechisti da 40 anni a questa parte dubito che abbiano cambiato versione.

E' notorio che Kiko sia un molto molto sicuro delle sue "intuizioni" è che sia uno che ha fatto mille resistenze e cambiato le carte in tavola più e più volte dicendo anche palesi menzogne (tipo la lettera di Arinze che doveva "rimanere segreta")

Io vi dico solo una cosa. Prima o poi i nodi vengono al pettine. Questo modo di fare non pagherà per sempre. Se persino Caredda (dico CAREDDA) l'ha capito vuol dire che qlc si è smosso.

mic ha detto...

Ho fatto la sintesi sul cieco nato e l'ho pubblicata

mic ha detto...

argomenti veri, zero
chiacchere da asilo, tante
offese a iosa,
ignoranza incolmabile (sul tema)


Il vero problema è che non sai nemmeno comprendere che stiamo parlando di esegesi biblica kikiana (che ti porta dove vuole lui) e di esegesi della Chiesa (che ti porta a Cristo

Ester ha detto...

@aleCT:
("oltre" o "contro"?)
sì, mi sa che hai ragione tu.
Una frase tipo: "oltre Kiko c'è di più" è la strategia migliore, l'unica pedagogia possibile, di fronte a quegli uccellini catturati nella rete; visto che, di solito, sono attirati e invischiati proprio seguendo quel profondo bisogno di un "di più", di conoscere meglio Gesù, bisogno naturale dell'anima, intellettuale ed affettivo, su cui fa leva il furbo Kiko, bisogna ripartire da quella fame -non saziata- per far desiderare loro di uscire dalla prigione, a cercare il vero "di più" che lì dentro non c'è; suggerire alle loro anime che il "di più" che essi cercavano sta "oltre", proprio FUORI di quelle mura senza finestre, ed è Gesù, che si fa conoscere a chi lo cerca nella libertà, nelle strutture di sempre della Chiesa, senza costrizioni, paraocchi e percorsi obbligati e schiavizzanti, e far intuìre che il CNC non permetterà mai di conoscere Gesù com 'Egli è veramente, ma glielo nasconderà sempre più, sostituendolo con un idolo terrificante che li schiaccia, li incatena e toglie loro la Fede e la Speranza.
Poi, una volta che, spinti dalla Grazia (che opera a nostra insaputa la vera liberazione) ad uscire completamente, con testa e gambe, FUORI dalla prigione, saranno capaci di vedere che la Verità è "contro" gli insegnamenti kikiani.
Ma finchè stanno dentro, non possono capire questa opposizione tra Verità ed eresia: essi pensano di aver raggiunto il massimo di ciò che l'anima possa desiderare (resi ottusi da una falsa sazietà.... come fanno quelle "calorie vuote" degli snacks e merendine che ingrassano e viziano lo stomaco dei bambini senza nutrirli con sostanze vitali....)

Anonimo ha detto...

Anonimo Gv

argomenti veri, zero
chiacchere da asilo, tante
offese a iosa,
ignoranza incolmabile (sul tema)

Mi rammarico, se per lei l'esegesi della Sacra Srittura è chiacchera da asilo non so su cosa si basi la sua fede, sull'apparenza?

Anonimo ha detto...

r- le tracce sono state vagliate pagina per pagina nei cinque anni ad experimentum, vuoi vedere che il dicastero competente è meno competente degli osservatori osservanti ?

la vostra presunta forza sta proprio in questo esasperare un argomento estrapolandolo dal contesto originario, e comunque sententovi (presentuosamente) più teologi di coloro che la Chiesa ha designato, perchè non vi proponete?

mic ha detto...

Guardate che ungere col fango non ha il senso di infierire ma di renderlo cosciente della necessità di andare alle acque dell'inviato a Cristo che apre gli occhi, illumina porta alla fede per mezzo del battesimo per la remissione dei peccati.

Il Battesimo NON E' per la "remissione dei peccati", il battesimo toglie il peccato originale e incorpora nella Chiesa di Cristo ci rende Suoi...

I peccati, invece, vengono rimessi e perdonati con la Riconciliazione o Penitenza. E vinti, nel tempo, con una vita Sacramentale che dona la Grazia del Signore. E' il rapporto con Lui e la risposta a Lui che ci aiuta a vincere il male che c'è in noi e intorno a noi e ad essere trasformati 'connaturalmente' a Lui!

mic ha detto...

r- le tracce sono state vagliate pagina per pagina nei cinque anni ad experimentum, vuoi vedere che il dicastero competente è meno competente degli osservatori osservanti ?

se sono state vagliate pagina per pagina, ci spiega perché nella catechesi dell'altro ieri sono state dette le stesse cose, sballate, di 40 anni fa?

aleCT ha detto...

Vorrei ringraziare Claudio 1960 per le parole che ha scritto e per la sua testimonianza.

Caro Claudio, direi che il tuo Don ti ha detto la cosa più importante: Dio ti ama. Ti ama e ti vuole suo amico (ovvero santo), ti dona l'occasione di rendertene conto (senza sporcarti di più di quello che sei) e quando lo fai si prende i tuoi peccati, se li mette sulle spalle E NON CI SONO PIU'.

Cadrai altre volte, questo è sicuro, ma c'è la confessione sacramentale (grazie a Dio).

Personalmente non faccio esegesi tutti i giorni :-) ma ti assicuro che comprendere il perchè Cristo abbia fatto determinate cose (anche studiando il linguaggio delle Scritture) mi ha aiutato a vedere le cose come le vede Lui

Perchè vedi, caro Claudio, il problema non è ilfatto dell'esegesi bizzarra di kiko in sè..è la prassi che ne deriva.

Il confondere l'autostima con la superbia, la fede con l'obbedienza (ai catechisti,s'intende)

Ora che hai compreso la cosa fondamentale ovvero che Cristo ti ama e ti vuole suo amico (perchè è per questo che sei nato) saprai cosa dire quando ti diranno che sei un peccatore, un peccatore e ancora un peccatore e puoi essere SOLO ed esclusivamente quello e visto che lo sei DEVI stare male, perchè se stai bene vuol dire che non hai capito bene.

Il vangelo è sempre LIBERAZIONE. Se ti accorgi che il cammino, nella TUA comunità, sta diventando una nuova schiavitù lascialo senza rimpianti. La Chiesa va oltre il cammino.

Un saluto